Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

Mozione sul futuro del CUP e dei dipendenti

Riceviamo e pubblichiamo, il testo di una mozione presentata dal Gruppo Consiliare “La Provincia per il Territorio”, riguardante il Centro Unificato Prenotazioni e la situazione dei 31 dipendenti.
Verbania
Mozione sul futuro del CUP e dei dipendenti
Provincia del Verbano Cusio Ossola
Gruppo Consiliare “La Provincia per il Territorio”

Verbania, lì 26 aprile 2017

Egr. Sig. Presidente
Provincia del Verbano Cusio Ossola

MOZIONE
(ex art. 65 del Regolamento del Consiglio Provinciale)

IL CONSIGLIO PROVINCIALE

Premesso che il Centro Unificato Prenotazioni di Piedimulera vede 31 dipendenti a rischio posto di lavoro perché la Regione, anziché prevedere una serie di gare a livello locale per la gestione del servizio, come peraltro sarebbe stato logico attendersi in una Provincia a specificità montana quale la nostra, ha preferito bandire una gara unica a livello regionale (quindi, secondo la logica regionale, un cittadino di Domodossola che vorrà prenotare una visita al San Biagio troverà un operatore che gli risponderà magari da Alessandria?) cui le piccole realtà territoriali non hanno potuto partecipare non possedendo i requisiti previsti;

che tale scelta non ha tenuto conto della eccellenza del servizio, unanimemente riconosciuto come uno dei migliori esistenti per celerità e puntualità nelle risposte;

appreso, nel corso dell’ultimo incontro tenutosi presso la sede provinciale alla presenza del Vice Presidente della Regione Piemonte Aldo Reschigna, che sulla predetta gara penderebbe ricorso e che la stessa risulterebbe quindi al momento sub iudice;

rilevato che, comunque, non essendo noti né il ricorso pendente, né le motivazioni sottese allo stesso, risulta pressoché impossibile conoscere lo stato dell’arte attuale;

a ciò si aggiunga che, da una ricerca sul portale della Regione Piemonte, non è dato rinvenire né il bando di gara né gli atti consequenziali allo stesso, in particolare i criteri di aggiudicazione e le relative date (pubblicazione del bando e affidamento incarico);

sottolineato che tali indicazioni non sono state fornite dal Vice Presidente regionale nel corso dell’incontro sopra citato;

ribadito che è forte la preoccupazione per il futuro lavorativo dei soggetti coinvolti e, di riflesso, per le ricadute economiche sul territorio interessato;

evidenziato che le politiche del lavoro, pur passate in capo all’agenzia regionale Piemonte Lavoro, vedono la sottoscrizione di apposita convenzione annuale per l’assegnazione temporanea del personale dei Centri per l’Impiego all’Agenzia stessa, ai sensi dell'art. 6 della L.R. 34/2008 e s.m.i. e sottolineato che, comunque, la problematica de quo ha una valenza sovracomunale sulla quale, anche in assenza di competenze specifiche, la Provincia non può non intervenire nel suo ruolo di ente di coordinamento, rafforzato ulteriormente dopo il referendum costituzionale del 4 dicembre 2016;

il Consiglio provinciale, con voti ___________

IMPEGNA

il Presidente della Provincia a intervenire con urgenza presso la Regione Piemonte, in particolare presso il suo Vice Presidente che si è personalmente interessato alla problematica, perché questi possa fornire al territorio gli elementi evidenziati in premessa (scelte strategiche per cui si è previsto un unico bando regionale, bando, date di pubblicazioni, partecipanti, esito, motivazioni per cui è stato presentato ricorso) e indichi quali siano le strade su cui la Regione intenderà muoversi, in particolare per salvaguardare i posti di lavoro oggi fortemente a rischio.

Il capogruppo
Luigi Spadone

I Consiglieri
Fabio Basta
Mario Geraci



0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti