Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Cronaca

Esercitazioni della Croce Rossa in acqua

Il gruppo OPSA (Operatore Polivalente Soccorso in Acqua), della Croce Rossa Italiana, ha svolto un esercitazione in vista dell'imminente stagione estiva.
Verbania
Esercitazioni della Croce Rossa in acqua
Presente in Provincia del Vco da 11 anni, i volontari del gruppo OPSA, opera sui laghi Maggiore e Mergozzo, al fine di offrire assistenza a gare sportive, bagnanti, e nel campo della Protezione Civile.
Immagine 1



9 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Alberto Furlan Salvataggio
Alberto Furlan
13 Maggio 2014 - 23:59
 
Per dovere di cronaca: fino ad ora, gli unici ad essere autorizzati e riconosciuti a gestire, coordinare e fare salvataggio in acqua, con tanto di autorizzazioni ministeriali, oltre alla Guardia Costiera, sono gli Assistenti Bagnanti, o della FIN o della SNS.
Detto questo, sarà questione di pochissimo, poi, come già avviene per il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino, arriverà a breve ad operare su tutte le aree lacustri, fluviali e marine,
una struttura altamente e professionalmente preparata all'interno alla FIN, già organizzata, strutturata, che metterà fine a tutte queste squadrette create all'interno di associazioni e/o organizzazioni che si occupano, ogni tanto, anche di "volontariato", stipendiati a parte; questa struttura è il Corpo Nazionale degli Assistenti Bagnanti.
Vedi il profilo di Fede Salvatori
Fede
14 Maggio 2014 - 07:19
 
Riferito al commento precedente.

Non si può organizzare nulla in questo Paese che c'è sempre qualcuno che si indispettisce. Ora prendiamo nota dell'Ordine dei Veri Eroi Salvatori Bravi e Belli.
Vedi il profilo di Alberto Furlan X Fede
Alberto Furlan
14 Maggio 2014 - 20:50
 
Nessuno vuole fare l'eroe, ma proprio perché nessuno deve fare l'eroe, in particolare in questo specifico campo, ognuno deve fare quello che nella vita e per sua natura è sempre stato chiamato a fare. Di fenomeni improvvisati come salvatori bravi e belli ne ho visti una caterva e qualcuno c'è pure rimasto, fare salvataggio in acqua non significa avere il bel completino o il bel gommoncino, ma è avere alle spalle tanta preparazione tecnica e tanta esperienza, doti che si acquisiscono solo dopo aver frequentato dei corsi specifici con docenti qualificati e appositi percorsi addestrativi.
LE È SUFFICIENTE COME RISPOSTA?????
Vedi il profilo di Fede Provincia
Fede
15 Maggio 2014 - 15:22
 
Si mi basta come risposta. Picole gelosie di provincia.
Dovremmo invece ringraziare questi ragazzi che offrono un po' del loro tempo alla comunità.
Vedi il profilo di Alberto Furlan X Fede, Offrire Tempo
Alberto Furlan
16 Maggio 2014 - 08:35
 
Sul fatto che i volontari offrono tempo libero alla comunità sono pienamente d'accordo, anche perché sono oltre 30 anni che lo faccio anch'io; il succo del mio discorso non sta nella critica a chi da spontaneamente il suo tempo A GRATIS per aiutare il suo prossimo, ma sta nel fatto che vi sono troppi che voglio fare troppo e quel troppo lo fanno in una qualche maniera (come i cellulari che gli manca solo che fanno il caffè, poi quando però uno li deve usare per telefonare hanno una marea di limitazioni).
La polemica è nata principalmente verso la croce rossa (dettata da semplice contribuente), non chi fa il volontario nella croce rossa; questo pozzo senza fondo sostenuta dallo stato, al suo interno ha una marea di stipendiati pagati dai cittadini con le loro tasse e dalle ASL tramite apposite convenzioni, quindi sempre dal popolo (compresi i comitati locali come quello di Verbania), sono decenni che la corte dei conti gli chiede di dimostrare dove mette e dove ha messo gran parte del denaro che ha ricevuto, per non parlare delle donazioni, ogni volta che gli viene chiesto la comissariano (onesti vero?).
Quindi vede, la critica non è ai volontari, che stimo e ammiro, ma a tutto l'indotto che ci sta dietro; per dovere di giustizia questo vale anche per altre pseudo associazioni, non sostenute dallo stato ma che fanno ugualmente attività d'impresa camuffate da associazioni-onlus, per fortuna non tutte, ma comunque sono lo stesso un bel numero.
Quindi Fede, tranquillo/la, che nessuno tocca questa meravigliosa risorsa che tutti ci inviadiano (i volontari), quello che fa innervosire è come viene usato (nuove pseudo specialità che si contrappongono con altre specifiche e già esistenti, creando così accavallamenti e stupide competizioni che non portano a nulla) e strumentalizzato,il tutto al solo scopo di far cassa.
Buona salute.
Vedi il profilo di mario a Furlan
mario
16 Maggio 2014 - 09:51
 
Lei puo' avere anche ragione ma basta dispute verbali. Cooperare in insieme no! Non penso sia cosi' difficile.Buon lavoro a tutti.
Vedi il profilo di claudia precisazione
claudia
17 Maggio 2014 - 18:07
 
Caro Alberto, forse ti sfugge che gli Opsa sono parificati e riconosciuti esattamente come assistenti bagnati FINe SNS. Non voglio fare polemica ma solo precisare. Inoltre se tu avessi ragione perchè la Guardia Costiera a livello nazionale ha stipulato una convenzione con gli Opsa e ci chiama regolarmente per fare assistenza anche a bordo dei loro mezzi? Sono disponibile a parlarne a quattr occhi, non mi sono mai permessa di pubblicare niente su chi fa soccorso in altre Croci o Enti. Non mi sembra corretto soprattutto nei confronti di volontari. Inoltre ricordo che gli Opsa hanno OBBLIGATORIAMENTE durante l'inverno attività di mantenimento e prove non facili per essere abilitati per la stagione, e sono quelli che hanno meno mezzi a disposizione... Detto questo ribadisco quello che ho sempre detto: la cosa migliore per offrire un miglior servizi agli utenti sarebbe quello di avere un UNICO ente di soccorso sia su strada che in acqua come in montagna, per evitare dispersioni di uomini, mezzi e soldi. Ti saluto Alberto, non ho niente contro di te e pretendo un pochino di rispetto non per me ma per TUTTI coloro che sacrificano tempo per gli altri.
Vedi il profilo di Alberto Furlan X Claudia
Alberto Furlan
17 Maggio 2014 - 19:44
 
Brevemente per precisare: sopra ho ribadito di avere pieno rispetto per i volontari (lo sono anch'io, ci mancherebbe), forse ti è sfuggito questo passaggio; per quanto concerne i riconoscimenti, basta leggere la circolare inviata dal Ministro dei Trasporti alla CRI per comprendere chi è autorizzato a fare l'assistente bagnanti ed è riconosciuto istituzionalmente (FIN e SNS) e a chi gli viene riconosciuta solo la specialità internamente alla propria istituzione (opsa); detto questo, quando vuoi, ti posso fornire la circolare in questione.
Comunque la polemica, da contribuente, era principalmente indirizzata a chi usa i volontari per far cassa, e che per anni ha pappato denaro pubblico alla nostra faccia senza riuscire a dimostrare dove è stato speso.
Vedi il profilo di claudia precisazione
claudia
19 Maggio 2014 - 17:24
 
Ciao Alberto
la circolare la conosco, ed infatti gli Opsa non si vogliono sostituire agli assistenti bagnanti, anche se parecchi di loro comunque sono brevettati FIN o SNS, ma svolgono compiti istituzionali della CRI.
Ti auguro un buon lavoro e una buona attività estiva. Ciao Claudia



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Iscriviti con la tua email
Verbania
24/05/2017 - Le Salite del VCO 2017
24/05/2017 - Al Teatro il Chiostro il Quartetto Ariel
24/05/2017 - Comitato Amici Pendolari: maggio "tragico"
24/05/2017 - Amici dell’Oncologia a Villa Taranto con “Insieme si vola”
24/05/2017 - Rubano anello da 1000€
Verbania - Cronaca
23/05/2017 - A Verbania raccolte 358 tonnellate di oli usati
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti