Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Fuori Provincia : Politica

Arpa Piemonte proposta di legge: lavoratori scrivono a Chiamparino

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato e la lettera scritta dai lavoratori di ARPA Piemonte al Presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, sulla proposta di legge riguardante l'Agenzia Regionale di Protezione dell'Ambiente.
Fuori Provincia
Arpa Piemonte proposta di legge: lavoratori scrivono a Chiamparino
Arriva in aula del Consiglio regionale la proposta di legge regionale 92 su Arpa Piemonte (Agenzia Regionale di Protezione dell'Ambiente). I lavoratori di Arpa Piemonte, che hanno seguito l'iter della legge, si sono accorti che dal testo in discussione è stato eliminato un passaggio molto delicato e importante che definisce le attività ispettive nei controlli ambientali e il ruolo di ufficiale di polizia giudiziaria (UPG).
 
398 lavoratori dell'Agenzia hanno quindi sottoscritto una lettera per chiedere al Presidente Chiamparino e al Consiglio regionale di tutelare l'ambiente regionale, preservando il ruolo e le attività ispettive del personale Arpa. La lettera evidenzia le criticità di tale decisione che di fatto elimina dalla legge regionale funzioni oggi svolte dal personale di Arpa, con il rischio concreto di rendere meno efficaci il controllo dell'inquinamento, la verifica e la sanzione dei reati ambientali.

Si tratterebbe, inoltre, di una scelta in controtendenza rispetto al quadro nazionale di riferimento così come è stato modificato negli ultimi anni. La Legge 68 del 2015 sui “reati ambientali” indica infatti che le prescrizioni sulle violazioni ambientali siano impartite da personale con funzioni di polizia giudiziaria. La Legge 132 del 2016 sul Sistema Nazionale delle Agenzie ambientali prevede, finalmente in modo chiaro, i compiti ispettivi e, espressamente, le funzioni di polizia giudiziaria per le Agenzie Ambientali.
 
Per queste ragioni i lavoratori di Arpa Piemonte chiedono che la nuova normativa regionale sull'Agenzia preveda esplicitamente le prerogative del personale ispettivo e le funzioni di polizia giudiziaria.
 
Si allega la lettera inviata e sottoscritta da 398 lavoratori.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

9 settembre 2016
Al Presidente della Regione Piemonte
Sergio Chiamparino
Ai componenti del Consiglio regionale del Piemonte
e p.c.
Ai componenti della V Commissione permanente del Consiglio regionale del Piemonte
Alle OOSS regionale e alla RSU di Arpa Piemonte

Oggetto: Arpa Piemonte - Proposta di legge n.92 – Osservazioni sulle attività ispettive e la qualifica di Ufficiale di Polizia Giudiziaria Il testo della Proposta di Legge n.92, riguardante la riscrittura della Legge istitutiva di Arpa Piemonte, licenziato presso la Commissione Ambiente (V Commissione) il 7 luglio 2016, presenta importanti novità ma anche alcune criticità.

Con la presente i sottoscritti lavoratori di Arpa Piemonte segnalano in particolare come nella versione approvata a maggioranza dalla Commissione Ambiente sia stato cancellato il comma 2 dell'art. 25 che riguarda il personale ispettivo di Arpa Piemonte e la qualifica di ufficiale di polizia giudiziaria. Il comma eliminato prevede, tra le altre cose, che “nell'espletamento delle attività di controllo e di vigilanza […] il personale dell'ARPA accede agli impianti e alle sedi di attività e richiede i dati, le informazioni e i documenti necessari all'espletamento dei suoi compiti”, che “il segreto industriale non può essere opposto per evitare od ostacolare le attività di verifica e di controllo” e che “il direttore generale dell'ARPA con proprio atto individua il personale che, ai fini dell'espletamento delle attività di istituto, dispone della qualifica di ufficiale di polizia giudiziaria e ne fa proposta al competente prefetto”.

Le modalità di effettuazione delle visite ispettive e di controllo e la necessità di qualificare parte del personale che espleta attività di controllo e vigilanza come ufficiali di polizia giudiziaria, trovano conferma, con parole sostanzialmente analoghe, non solo nelle normative di altre Agenzie regionali, quali ad esempio quella dell'Emilia Romagna, ma anche e soprattutto nella legge nazionale sul sistema delle Agenzie approvata lo scorso giugno (L.132 del 28/06/2016) che ha esplicitamente previsto tali funzioni all'art. 14, rimandando ad un apposito regolamento solo le modalità di individuazione del “personale incaricato degli interventi ispettivi”. Nella legge nazionale viene chiarito che il personale ispettivo ha diritto ad “accedere agli impianti e alle sedi di attività oggetto di ispezione e ottenere i dati, le informazioni e i documenti necessari per l'espletamento delle funzioni stesse” e che “alle richieste non può essere opposto il segreto industriale”, ed è prevista la possibilità di “individuare e nominare” il personale che opera “con la qualifica di ufficiale di polizia giudiziaria”, garantendo a tale personale copertura legale e assicurativa.

Inoltre l'entrata in vigore della legge n 68 del 29/05/2015 ha introdotto novità sui reati contro l'ambiente, con un meccanismo sanzionatorio analogo a quello previsto per gli ambienti di lavoro. Pertanto al personale che effettua controlli ai sensi del d.lgs. 152/06 s.m.i. dovrebbe essere assegnata la qualifica di polizia al fine di dare compiuta attuazione alla norma.

Alla luce di quanto sopra esposto, i sottoscritti dipendenti di Arpa Piemonte chiedono al Presidente della Giunta regionale, che esercita peraltro ruolo di vigilanza nei confronti di Arpa Piemonte, e al Consiglio regionale del Piemonte, garanzie sull’inserimento nella normativa in discussione di un punto che ribadisca, in analogia e raccordo con la normativa nazionale, le prerogative del personale ispettivo e le funzioni di polizia giudiziaria, in attesa dell'entrata in vigore dei regolamenti previsti dalla legge 132 del 2016.

La lettera è stata sottoscritta da 398 lavoratori di Arpa Piemonte



1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di lupusinfabula Ennesima
lupusinfabula
12 Settembre 2016 - 15:49
 
Ennesima dimostrazione dell'insipienza di chi scrive le leggi e di chi le approva.



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Fuori Provincia
23/03/2017 - Arrestati truffatori di anziani
22/03/2017 - Cobianchi: “Due titoli italiani alla Romecup 2017”
22/03/2017 - Piemonte esce dal Piano di rientro debito sanitario
22/03/2017 - KarateTrofeo Altomilanese bene giovani cannobiesi
19/03/2017 - Paffoni trasferta amara
Fuori Provincia - Politica
06/03/2017 - Per le vittime di violenza nasce il "Codice Rosa"
06/02/2017 - Banda Ultra Larga: il punto e novità ANCI
04/02/2017 - "Province, emergenza bilanci"
24/01/2017 - Alberto Avetta nuovo Presidente ANCI Piemonte
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti