Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

codice degli appalti

Inserisci quello che vuoi cercare
codice degli appalti - nei post
Forza Italia: SS34 lavori non più rinviabili - 13 Novembre 2018 - 16:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del coordinamento cittadino Forza Italia - Verbania, dal titolo: "Statale 34, bene l'azione di Albertella. Lavori non più rinviabili".
Rabaini: "Sicurezza e buon senso" - 30 Marzo 2018 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Patrich Rabaini – Consigliere Comunale Comunità.Vb, riguardante la pista ciclabile Suna Fondotoce, la passerella di Fondotoce, e la sicurezza.
Protocollo d'intesa ANCI Piemonte/Sindacati - 4 Gennaio 2018 - 15:01
I Comuni e le Unioni di Comuni piemontesi potranno sottoscrivere accordi con le organizzazioni sindacali al fine di garantire il miglioramento della qualità dei servizi, la difesa dell’occupazione e la tutela delle condizioni normative e retributive nei cambi di appalto. Di seguito la nota di ANCI Piemonte.
Forza Italia Berlusconi su codice degli appalti - 6 Luglio 2017 - 15:20
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Gruppo Forza Italia Berlusconi e del Club Forza Silvio Forza Italia Verbania riguardante il codice degli appalti
Informatizzazione Centrale Acquisti - 25 Novembre 2016 - 09:16
Completa informatizzazione delle procedure di gara della Centrale Acquisti dei comuni convenzionati con Verbania. Lo annuncia in una nota l'Amministrazione Comunale.
PD Verbania documento sul FESR - 3 Agosto 2016 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, il documento elaborato dal PD Verbania su cui sono riportati gli indirizzi politici che riguardano il fondo europeo per lo sviluppo regionale FESR.
Verbania: potenziato l'organico della centrale acquisti - 21 Giugno 2016 - 10:23
Con la pubblicazione del nuovo codice degli appalti, il Comune di Verbania ha potenziato l'organico della Centrale Acquisti (istituita in convenzione con i Comuni di Aurano, Bée, Cambiasca, Caprezzo, Cossogno, Intragna, Macugnaga, Mergozzo, San Bernardino Verbano), con l'inserimento di un Tecnico Ingegnere in vista della qualificazione delle stazioni appaltanti.
Cooperative Sociali su “codice degli appalti - 30 Maggio 2016 - 16:11
Riportiamo il Comunicato stampa congiunto sul convegno IL NUOVO codice degli appalti - Come il decreto legislativo 5/2016 cambia i rapporti tra Enti Pubblici e Cooperazione Sociale tenutosi il giorno 27 maggio in Casa Don Gianni a Domodossola
Brezza fa il punto sul Movicentro - 25 Maggio 2016 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Riccardo Brezza, Vice Presidente della Provincia del V.C.O., riguardante il futuro del Movicentro di Fondotoce.
Il Nuovo codice degli appalti pubblici - 9 Maggio 2016 - 07:01
Il Nuovo codice degli appalti pubblici: il sistema delle gare a un punto di svolta nel settore, mercoledì 11 maggio 2016 Federazione Anie Viale Lancetti, 43 - Milano 14:30 - 17:30. Parteciperà come invitato anche il gestore del servizio idrico integrato di Verbania, Acqua Novara VCO.
Il Nuovo codice degli appalti - 5 Maggio 2016 - 19:09
Con l'entrata in vigore del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, pubblicato nella G.U. Serie Generale n. 91 del 19 aprile 2016 - Supplemento Ordinario n. 10, cambiano le regole relative ai contratti pubblici.
"Il nuovo codice degli appalti: novità e opportunità" - 21 Febbraio 2016 - 09:16
Lunedì, 22 febbraio 2016 alle ore 15,00 a Verbania, nella Sala Ravasio della Provincia del Verbano Cusio Ossola, è organizzato dall’On. Borghi e dal Presidente della Provincia un convegno su “il nuovo codice degli appalti: novita' e opportunita'”, al fine di dare una ampia informativa sulle norme che attendono alla creazione di una “SUA a livello di area vasta”.
PD su forno crematorio - 30 Settembre 2015 - 09:41
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Partito Democratico Verbania, riguardante la scelta di esternalizzazione del forno crematorio.
Zacchera: "I perchè delle mie dimissioni" - 12 Aprile 2014 - 07:05
Riceviamo e pubblichiamo da Marco Zacchera, uno speciale della sua newsletter "Il Punto", in cui spiega nel dettaglio il perchè della sua dimissioni da sindaco di Verbania.
Legambiente: "Ecomafia 2013" in Piemonte - 10 Luglio 2013 - 18:35
“Contro le mafie gli enti locali possono fare molto. Pronti a collaborare per una commissione regionale Antimafia”. Nel 2012 in Piemonte 799 infrazioni, 757 persone denunciate, 3 arresti e 139 sequestri.
codice degli appalti - nei commenti
Elezioni provinciali VCO 2017 - i risultati - 10 Gennaio 2017 - 06:14
A cosa servono le province?
a far mettere una fascia blu a persone bisognose di attenzione cosi' che possano andare a sproloquiare il 1*maggio o 2novembre senza essere in grado di risolvere i problemi piu' basilari. Per esempio dove sono andati a finire i soldi del Movicentro, secondo il codice degli appalti un'opera non puo' partire se i costi non sono coperti, e com'e' che da anni di dicono che non ci sono piu' soldi?? Chi e' scappato col malloppo??
PD su forno crematorio - 1 Ottobre 2015 - 12:08
Non esiste coerenza con la norma di legge
Senza entrare nel merito dell'operazione privatizzazione che considero un errore strategico, voglio solo sottolineare un passaggio importante e delicato della vicenda. Il codice degli appalti all'art.153 - FINANZA DI PROGETTO - al Comma 1) recita: "Per la realizzazione di lavori pubblici o di lavori di pubblica utilità, ivi inclusi quelli relativi alle strutture dedicate alla nautica da diporto, inseriti nella programmazione triennale e nell'elenco annuale di cui all'articolo 128, ovvero negli strumenti di programmazione formalmente approvati dall'amministrazione aggiudicatrice sulla base della normativa vigente, ivi inclusi i Piani dei porti, finanziabili in tutto o in parte con capitali privati, le amministrazioni aggiudicatrici possono, in alternativa all'affidamento mediante concessione ai sensi dell'articolo 143, affidare una concessione ponendo a base di gara uno studio di fattibilità, mediante pubblicazione di un bando finalizzato alla presentazione di offerte che contemplino l'utilizzo di risorse totalmente o parzialmente a carico dei soggetti proponenti.". Visto che non è previsto nel Programma triennale tale operazione mi pare che manchi di coerenza con la normativa vigente. Prima andava previsto nella Programmazione del Comune e poi le Ditte interessate avrebbero potuto/dovuto presentare una Proposta di Progetto. Oggi qui a Verbania sta succedendo il contrario, senza una scelta pubblica preventiva dell'Amministrazione una DItta privata fa una Proposta a cui l'Amministrazione presta attenzione.
Consiglio Comunale fiume: il CEM torna protagonista - 18 Luglio 2014 - 18:00
Incomprensibile litania
Francamente si fa fatica a capire perchè taluni, in verità pochi, vortrebbero sotterrare il CEM invece che proporre cosa fare dopo che è stato terminato. Incomprensibile e per certi versi grottesco. La Magistratura non interviene? Evidentemente non si riscontra reato. In quanto alla lezione sul codice degli appalti, che conosco abbastanza lavorando per un comune (Non Verbania, per fortuna), non vedo quali norme siano state violate. Chi ha notizia di reato faccia una denuncia formale alla procura della repubblica se ritiene sia penale, alla magistratura amminstrativa se ritiene sia una violazione amministrativa. E'inutile e un p' ridicolo continuare a blaterare su ogni sito cittadino di una cosa che oramai è in fase di definizione. Visto che conosce la legge e le norme, Dott. Lupo, assieme al Dott. Brignone, denunci. Punto e basta. Altrimenti sono parole al vento che portano a niente di niente, come il processo Ruby.
Consiglio Comunale fiume: il CEM torna protagonista - 18 Luglio 2014 - 10:50
per "sibilla" ed altri "ignoranti " della legge !
Le pubbliche amministrazioni possono affidare appalti di lavori entro il valore di un milione di euro con procedura negoziata, ma devono assicurare un minimo confronto concorrenziale con la gara informale. Il Dl Sviluppo riformula l'articolo 122 del Dlgs 163/2006, razionalizza la disciplina della procedura negoziata ed elimina la norma che prevedeva un tetto massimo a 100mila euro, ma non indicava regole selettive. I lavori fino a un milione di euro possono quindi essere affidati dal responsabile del procedimento tramite procedura negoziata, ma rispettando alcuni dei principi dell'ordinamento Ue (trasparenza, parità di trattamento, non discriminazione, proporzionalità) e dovendo effettuare una gara informale fra un numero minimo di operatori economici. Anche nel nuovo quadro, comunque, la procedura negoziata è considerata una fattispecie eccezionale, che si integra con le altre ipotesi previste dall'articolo 57 del codice. Le stazioni appaltanti devono quindi dimostrare l'esistenza di adeguati presupposti per poter utilizzare il percorso semplificato (ad esempio l'urgenza derivante dall'esigenza di avviare il cantiere entro termini prefissati per non perdere finanziamenti comunitari). Il modulo operativo che la stazione appaltante deve seguire per la selezione è espressamente stabilito nel format disciplinato dall'articolo 57, comma 6 dello stesso codice dei contratti. La stazione appaltante deve quindi prima di tutto procedere all'individuazione degli operatori economici da invitare alla gara ufficiosa, mediante indagine di mercato. L'Avcp ha evidenziato (documento istruttorio del dicembre 2010) che questa fase deve avere un'adeguata pubblicità, e che la concreta individuazione dei soggetti da invitare al confronto possa essere effettuata mediante l'applicazione di criteri reputazionali o mediante sorteggio. La stessa autorità ha anche ammesso la formazione di elenchi di operatori economici, dai quali estrapolare i soggetti da invitare: per essere compatibili con il divieto previsto dall'articolo 40, comma 5, del codice, gli elenchi devono essere configurati come "aperti" e non devono determinare la condizione esclusiva per l'ammissione alle gare informali. Secondo la nuova regola, il responsabile del procedimento deve rivolgere l'invito ad almeno cinque soggetti quando l'importo dell'appalto è inferiore a 500mila euro, e ad almeno dieci quando il valore è tra 500mila e un milione di euro. Nello svolgimento delle gare il rispetto dei principi dell'ordinamento Ue richiede che alcune fasi abbiano adeguata trasparenza: l'apertura delle offerte dovrà pertanto avvenire in seduta pubblica. La tempistica per la presentazione delle offerte è individuata dallo stesso articolo 122 del codice (comma 6, lettera d) in 10 giorni dall'invio della lettera di invito, salvo che non vi siano ragioni di urgenza (che andranno evidenziate). Nell'area tra 500mila e un milione di euro, quando utilizzano come criterio di valutazione quello del prezzo più basso, le Pa possono esplicitare nella lettera di invito che si opererà l'esclusione automatica delle offerte anormalmente basse (in base all'articolo 122, comma 9), a condizione comunque che pervengano almeno dieci offerte. L'applicazione della gara informale definita dall'articolo 57, comma 6, del codice comporta anche l'applicazione del principio di rotazione (richiamato nella norma), per cui le stazioni appaltanti non possono affidare lavori ulteriori all'aggiudicatario della gara informale per un certo periodo (che va dichiarato), e non lo possono invitare alle procedure selettive ufficiose. La nuova norma introduce anche obblighi di pubblicità dell'aggiudicazione, che va resa nota con pubblicazione sul sito internet della stazione appaltante, sul sito del ministero delle infrastrutture (www.serviziobandipubblici.it) e sul sito dell'osservatorio regionale.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti