Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

progetti

Inserisci quello che vuoi cercare
progetti - nei post
Seconda edizione di ReStartAlp - 25 Giugno 2017 - 10:23
Con la Tavola Rotonda “ReStartAlp: la montagna riparte dai giovani – Imprese e creatività per il rilancio delle aree interne”, lunedì 26 giugno a Premia (VCO) - a partire dalle ore 10:45 presso la Sala Conferenze delle Terme di Premia, Frazione Cadarese, 46 - si inaugura la seconda edizione di ReStartAlp, incubatore temporaneo d’impresa per giovani aspiranti imprenditori sulle Alpi, promosso da Fondazione Cariplo e Fondazione Edoardo Garrone.
C.A.R.S. annuncia i vincitori del concorso Cartografia Sensibile - 22 Giugno 2017 - 19:08
A seguito dello spoglio delle candidature alla open call Cartografia Sensibile di C.A.R.S., Lorenza Boisi ed Andrea Ruschetti rendono pubblici gli esisti della selezione, di seguito indicate per anni di partecipazione nello svolgersi del triennio 2017/2018/2019 in cui, anno dopo anno, i residenti selezionati saranno ospiti di C.A.R.S. per un periodo minimo di 15 giorni al fine di sviluppare i loro progetti personali.
"Pensione O’ Marechiaro" - 17 Giugno 2017 - 19:06
"il gruppo teatrale gravellonese TNT del CGS Arcobaleno, dopo la prima recita del 29 aprile al teatro Galletti di Domodossola, ripropone domenica 18 giugno alle 21, presso il teatro “Il Cerro” di Ramate di Casale Corte Cerro, la commedia brillante in due atti: “Pensione O’ Marechiaro”, di V. Piramo.
In bicicletta par duna regala un surris - 16 Giugno 2017 - 10:23
La Onlus MI&TI ha organizzato un tour di 4 serate solidali di Teatro in Dialetto. Ultimo appuntamento sabato 17 giugno 2017 dalle ore 21.00 a Verbania presso il Teatro Maggiore (con il patrocinio della Città di Verbania). Ingresso con offerta libera.
Un Paese a Sei Corde 2017 - 15 Giugno 2017 - 13:01
Un Paese a Sei Corde è una rassegna nomade, dedicata alla musica di oggi per chitarra (acustica o classica), che privilegia la ricerca di nuove sonorità, di forme musicali e compositive che sappiano coniugare le esperienze più diverse al di là dei generi.
Fronte Nazionale su via alle Ginestre - 15 Giugno 2017 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del gruppo consiliare Fronte Nazionale, riguardante la vicenda dell'asfatatura di Via delle Ginestre.
Un anno di Consiglio Comunale dei Ragazzi - 13 Giugno 2017 - 13:01
Un anno di Consiglio Comunale dei Ragazzi a Verbania: tutti i dieci progetti presentati sono stati avviati. Di seguito la nota dell'Amministrazione Comunale.
Infermiere di comunità e di famiglia anche nel VCO - 13 Giugno 2017 - 10:23
L’infermiere di comunità e di famiglia si estende sempre più. Dopo la sperimentazione avviata nel Cuneese, il modello Co.N.S.E.N.So. (Community Nurse Supporting Elderly in a changing Society) sarà adottato anche in altre realtà del Piemonte.
Lotta allo smog accordo interregionale - 12 Giugno 2017 - 17:12
Lotta allo smog senza confini: Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto insieme per contrastare l'inquinamento atmosferico nel bacino padano. Firmato oggi a Bologna l'accordo col Ministero dell'Ambiente: eco-bonus, 8 milioni di euro per sostituire i veicoli inquinanti; misure strutturali nelle città e provvedimenti comuni
L'estate con l'Università del Ben Essere - 12 Giugno 2017 - 09:16
Le iniziative di “Università del Ben Essere... ad ogni età", realizzate dall'associazione AUSER e dallo SPI in collaborazione con il Comune di Verbania settore politiche sociali, continuano anche per l’estate 2017 con attività per i meno “giovani” (ma comunque aperte a tutti),
Presentata la stagione di Santa Maria Maggiore - 11 Giugno 2017 - 15:03
Tra gli appuntamenti più attesi spiccano la mostra d'arte dedicata al ritratto femminile, l'inaugurazione della Casa del Profumo, la nuova De.Co. per il prosciutto tipico vigezzino, il Campionato Europeo di Canicross, la ricchissima quinta edizione di Sentieri e Pensieri e i grandi eventi fino a Natale.
Mostra "Scotchage" - 9 Giugno 2017 - 19:06
Sabato 10 Giugno 2017 alle ore 18.00 presso la Sala Esposizioni Panizza di Ghiffa (Vb), l’Officina di Incisione e Stampa in Ghiffa il Brunitoio, inaugura la mostra “SCOTCHAGE” di Giuseppe Abbati a cura di Ubaldo Rodari. Testo e presentazione di Flaminio Gualdoni.
I giovani vincitori del progetto di storia contemporanea - 6 Giugno 2017 - 15:03
A essere premiati sono stati 125 ragazzi, appartenenti a 20 istituti scolastici e 5 centri di formazione delle diverse province piemontesi. Quindici gli studenti del VCO: 5 del Gobetti di Omegna e 10 dell'Enaip di Domodossola .
Servizio Civile Nazionale 44 posti in Provincia del VCO - 5 Giugno 2017 - 10:23
Il 26 giugno scadono i termini per candidarsi al nuovo Bando di Servizio Civile Nazionale. Sono ben 44 i posti a disposizione nel Verbano Cusio Ossola (ripartiti su 16 diversi progetti).
Altea Altiora ultimi impegni delle giovanili - 4 Giugno 2017 - 11:27
Settore Giovanile: terminano questa settimana le fatiche del Settore Giovanile di casa Altiora. Scuola di Pallavolo “Città di Verbania”: 11 atleti Altiora al “Memorial Zanchetta” di Novara.
progetti - nei commenti
Stop lavori via delle Ginestre: "Conta far perdere il Sindaco" - 16 Giugno 2017 - 13:10
Re: Re: Ad esempio....
Ciao Maurilio Se ai consiglieri non si dà la possibilità di vedere i progetti definitivi prima di votarli a bilancio, ma semplici indicazioni, e spesso fuorvianti, difficilmente voteranno consapevolmente, il punto è sempre il solito, bisogna fare in fretta e senza alcuna condivisione con le opposizioni (e spesso anche con la maggioranza) perché è il tempo del fare e le opposizioni rallentano il lavoro e basta. In parte possono essere condivise queste motivazioni, chi governa ha il diritto dovere di decidere, ma forse un po' di umiltà accettando anche i consigli ed i suggerimenti, eviterebbero errori grossolani ed aumenterebbe la coesione come comunità, in fin dei conti le opposizioni rappresentano una parte consistente dei cittadini di Verbania. In commissione si è tentato in tutti i modi di ridimensionare il progetto, tutti erano d'accordo per la sistemazione della strada ma i dubbi sulla probabile ed immimente edificazione erano molti, al solito hanno negato ogni confronto e dubbio
Infermiere di comunità e di famiglia anche nel VCO - 15 Giugno 2017 - 10:35
semplice
è in inglese perchè i soldi arrivano da un bando europeo,e in quella sede i progetti si devono presentare in inglese. se per spirito patriottico li presenti nella tua lingua,non becchi una lira. vedete voi!
Stop lavori via delle Ginestre: "Conta far perdere il Sindaco" - 14 Giugno 2017 - 19:16
A proposito di Via delle Ginestre
Non posso condividere i motivi di rammarico del Sindaco Marchionini per il voto contrario delle minoranze al mega progetto di via Delle Ginestre. Per quanto riguarda la posizione del Fronte Nazionale il parere negativo non è stato assolutamente dettato da calcoli politici ma da considerazioni di buon senso, ovviamente secondo il nostro modo di interpretare la politica amministrativa. E questo il sindaco lo sa troppo bene. Abbiamo appoggiato i progetti del Forno Crematorio e quello del Lidl (sia pure con la garanzia in convenzione di far mantenere un punto vendita alimentare a SUNA) e molte altre iniziative della amministrazione. Per Via Delle Ginestre il progetto ed i costi ci sono apparsi spropositati rispetto ad una via secondaria a fondo cieco. Invece di una messa i sicurezza e una asfaltatura , che possono rientrare nella manutenzione straordinaria delle strade , si è cercato di imporre un progetto faraonico dai costi elevati (390.000 euro). Costi gonfiati secondo quanto è ammesso dalla stessa amministrazione che contava su un ribasso del 30% in gara d’asta . Ribadiamo che questo sistema di progettare e realizzare le le opere pubbliche è agli antitesi della nostra concezione politica- amministrativa. I problemi interni al PD e i giochi di potere non ci interessano. Sono problemi del Sindaco e della sua traballante maggioranza. A noi del Fronte dispiace solo per i cittadini di Via delle Ginestre che hanno diritto ad un accesso sicuro e confortevole alle loro abitazioni. Ma su questo vi è stata unanimità di opinioni. Se l ‘amministrazione vuole puo’ risolvere il problema in breve tempo accantonando improbabili progetti fuori misura. Giorgio Tigano , capogruppo Frontre Nazionale
In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 5 Giugno 2017 - 16:35
Non ho letto la proposta di legge
Ma voglio comunque fare un ragionamento più ampio, in linea con quanto detto da Robi che vorrebbe una riforma più organica ed a 360 gradi. In primo luogo si dovrebbe fare un distinguo in funzione dell'ampiezza delle varie strade, in quanto è evidente a tutti, per esempio, quanto sia stretta la statale per cannobbio in molti punti. Quindi la regola dovrebbe valere solo su carregiate di una certa dimensione. Secondo punto, (e qui mi aspetto i soliti commenti ottusi) a mio avviso bisognerebbe finirla di fare auto sempre più grandi, larghe ed inquinanti, avete notato che non si riesce più ad utilizzare i garage degli anni 60-70? Questo contribuisce ad una riduzione delle misure di sicurezza in strada, ed alla necessità di continui ampliamenti delle strade. Ci dovrebbe essere il divieto ove esistono le ciclabili di transitare nelle comuni strade, e questo non lo accetterebero in molti. Le tanto criticate ciclabili dovrebbero sempre essere inserite per legge in progetti di costruzione ed ampliamento delle strade. Dovremmo avere un servizio pubblico efficiente e capillare, dalle ferrovie ai tram ai bus ecc ecc. Il che ridurrebbe il numero di automobili ed altri veicoli a motore In ultimo io temo che in Italia ci sarà la solita passatemi il termine inchiappettata, questa legge darà il La alle sanguisughe di stato ed alle lobby assicurative. Vi sarà l'obbligo di targa, dell'assicurazione e della revisione delle biciclette, vedremo i ciclisti ossessionati dal grammo in più o in meno dal peso delle biciclette, e chi a fatica compra una bicicletta decente, quanto saranno grati a questa proposta Per la cronaca sono sia ciclista che automobilista, e quando vado in bici (ora ho qualche problema fisico) prediligo strade secondarie e di montagna proprio per evitare il traffico, pensate dopo un 80-100 km a polmoni belli dilatati, che bello stare in coda ad un diesel che accelera per sorpassare o rigenerare il FAP In conclusione la strada è sempre stata pericolosa. In Europa gli incidenti stradali sono una delle prime cause di morte, con più di 120 000 vittime all'anno. L'Italia è al 14° posto in Europa per numero di vittime. Luglio è il mese con più deceduti. A morire con maggiore frequenza sono gli under 25. Nel 2014 in Italia ci sono state 3.149 vittime e 246.050 feriti, per un totale di 2.173.892 incidenti stradali con lesioni a persone, e d'allora è in continua crescita, così come l'aumento del mezzo di trasporto privato, quasi esclusivamente dovuto alle carenze del trasporto pubblico. Morale questa proposta farà solo aumentare i premi assicurativi ed ingrassare la casta degli avvocati, ma non ridurrà gli incidenti, anzi si rischia un aumento a causa di chi frenerà a fondo magari dopo una curva in cui trova il ciclista che viaggia a 20 km/h e non riuscirà a rispettare il benedetto 1,5 metro di sicurezza.
Lega Nord su certificazioni sicurezza de Il Maggiore - 4 Giugno 2017 - 12:12
maurilio
continui a perdere l'occasione per stare zitto........i due progetti avevano una bella differenza quello di Zanotti era interamente a carico dei contribuenti verbanesi ed in caso di mancata realizzazione c'era una penale salatissima sempre a carico dei contribuenti quello Zacchera è stato possibile grazie ai fondi pisu soldi che arrivavano dall'europa (sempre nostri però) e riguardavano progetti in ordine in quel periodo. L'unico era il cem non è difficile da capire come non è difficile capire che grazie a quel progetto è stato possibile fare altri interventi tra cui il parcheggio dell'ospedale Castelli che era una priorità.Adesso il problema è un altro cioè la sicurezza del teatro che è quello che interessa a noi per quello chiediamo di spostare i soldi di quell'inutile asfaltatura a Unchio 400.000 mila euro alla messa in sicurezza del teatro
Lega Nord su certificazioni sicurezza de Il Maggiore - 3 Giugno 2017 - 19:13
Siamo alle solite....
Siamo alle solite, quando sul teatro non si sa più cosa dire, si tirano fuori sempre le due vecchie litanie: 1. il Teatro l'ha voluto il PD, o meglio la giunta Zanotti 2. il Teatro non è costato di più, ogni tanto qualcuno azzarda un "non è costato nulla", e si è potuto fare "tanti" altri lavori. Come al solito, rimango sbigottito, dalla memoria corta, nel migliore dei casi, o dalla disonestà intellettuale mista ad una incapacità di fare di conto, nel peggiore. 1. E' vero le il progetto del teatro è partito dalla giunta Zanotti, così come è vero che la mossa di approvare il progetto poco prima di elezioni è stata una mossa legale, ma deprecabile! E' altrettanto vero, che il progetto nasceva su altre basi, in null'altro contesto, la grande crisi non era ancora iniziata quando si è dato via all'iter. Penso che il progetto Zanotti fosse già al limite dell'eccessivo, ma aveva alcuni altri pregi, riqualificava un'area su cui si dovrà comunque mettere le mani (al portafoglio), era in una posizione centrale e se non ricordo male prevedeva dei parcheggi interrati, avrebbe reso appetibile la gestione del bar e ristorante ad esso connesso. Spostare il CEM dove si trova ora, ha trasfarmato un progetti eccessiso (la versione Zanotti) in una cosa al limite dell'assurdità (la versione attuale) 2. E' vero che una quota, non ricordo quanto e non ho voglia di andare a cercare, che una quota parte di quanto necessario sia arrivata attraverso il finanziamenti europei destinati alla riqualificazione (PISU se non ricordo male), ma è bene anche ricordare che l'area ex arena era tutt'altro che da riqualificare, se mettiamo insieme soldi spesi (la costruzione della versione attuale), soldi da spendere (il necessario parcheggio, la riqualificazione della piazza mercato, tutti i lavori da ultimare e sistemare che non sono ancora stati fatti...) e soldi buttati dalla finestra (la distruzione dell'arena,...), al netto di svalutazione e quant'altro, usciranno due cifre molto simili! Quindi, basta con queste solite "tiritere" Saluti Maurilio P.S. Io sono il prima che si augura, per il bene della città, che l'attuale CEM, indipendentemente dal colore delle giunte possa funzionare e diventare una risorsa per la città, faccio solo fatica a capire come!
Lega Nord su certificazioni sicurezza de Il Maggiore - 1 Giugno 2017 - 14:47
Sì ma però...
... Ok tutto quello che dite, ma avrà un nome e un cognome la persona (più verosimilmente un tecnico che un politico) che ha detto, scritto, progettato dietro compenso che si doveva usare un certo tipo di matetiale che ora è appurato essere sbagliato? I politici non fanno i progetti, normalmente non sanno fare un castello di sabbia, figuriamoci se hanno la competenza per progettare un edificio. Le beghe politiche qui non c'entrano
Bilancio Partecipato ultimi giorni - 17 Maggio 2017 - 17:31
Vallone cerca di spiegare il non senso
La pezza è peggio del buco. “Siccome è stata un successo allunghiamo i tempi…” e se fosse stato un insuccesso chiudevano prima? Suvvia Assessore, ci si aspetterebbe se non più serietà almeno il rispetto delle regole che ci siamo dati. Il plurale perchè? chi lo ha deciso? il gruppo di lavoro certamente no, Lei e il Sindaco? Questo bilancio partecipato con esclusioni arbitrarie e politiche e con il cambio delle regole in corsa è certamente qualcosa da dimenticare, sicuramente antitetico a una VERA partecipazione.http://www.verbaniafocuson.it/n1095280-sempre-piu-allibito-dall-arbitrarieta-e-dalla-mancanza-di-trasparenza.htm Ma mettiamo che un progetto alla scadenza precedentemente stabilita fosse risultato vincitore delle votazioni on line, ma con il posticipo della scadenza del voto venga superato da altro progetto??? Ora , sulle modalità delle votazioni c'è più di una perplessità, non a caso è stata presentata un interpellanza Ma più in generale sul "bilancio partecipato" ci sono parecchie ombre, in particolare mi riferisco ad esclusione di progetti per ragioni squisitamente politiche , oggi come dovremmo interpretare questa proroga? come il tentativo di avvantaggiare chi non sta vincendo?
Fenomeno immigrazione: le proposte del movimento 5 stelle e un aiuto agli italiani - 2 Maggio 2017 - 19:31
Re: stessa logica
Ciao paolino scusa. Ma come si fa su due piedi a progettare interventi del genere? Non dobbiamo farli noi ma i governi e magari con progetti internazionali e con accordi con i paesi di destinazione degli aiuti. In questo sono molto globalista. Nessuna preclusione. Anzi. Il problema è che non c'è la volontà di farlo per i noti motivi di sfruttamento. Ti sembra logico fare i taxisti del mare e riempire le nostre città di gente che nemmeno sappiamo chi sono? Oggi a Centrale in stazione ho assistito a una pulizia senza precedenti. Avrai sentito. Ma si deve arrivare a questo punto? Chi vuole queste situazioni di caos e illegalità? La Lega? Se noi portiamo queste migliaia di persone sul nostro territorio e poi le abbandoniamo nelle mani del crimine mi dici a che pro? Io non credo che tu o Pierluigi o Maurilio vogliate una società insicura in cui vigono violenza e illegalità. Non è questione di sinistra o destra. Ma di buon senso. Possiamo ragionare e ammettere che non possiamo accogliere tutti e soprattutto non in questo modo idiota? Secondo me si. Possiamo fare qualcosa di decentemente razionale del tipo cercare di fermare gli sbarchi alla fonte con interventi economici e militari che non vuol dire affondare i barconi pieni di gente? Possiamo pensare di reintrodurre una sorta di controllo alle frontiere per impedire agli Igor di turno di fare strage di italiani innocenti? Possiamo pensare di dare più mezzi alle forze dell'ordine invece che dargli addosso qualsiasi cosa facciano? Possiamo pensare di inasprire le pene per reati odiosi e violenti e renderle certe in modo esemplare per non continuare ad essere gli zimbelli dei delinquenti di mezzo mondo? Secondo me si. Ma secondo voi?
Fenomeno immigrazione: le proposte del movimento 5 stelle e un aiuto agli italiani - 2 Maggio 2017 - 18:58
stessa logica
l'avevo già posta prima la domanda,ma senza successo (ovviamente). allora adotto la stessa "logica" di Lupus,e visto che dice di volerli "aiutarli a casa loro",ci scriva nero su bianco quanto metterà,dove e come opererà per "aiutarli a casa loro",in quali stati dell'Africa interverrà,quali progetti cercherà di realizzare. non fuffa generica,cose reali. rispondere prego,e non sfuggire come anguille. grazie.
Addio alle serate “Intra by night” - 28 Aprile 2017 - 22:07
Re: Re: Re: Re: Cannobio....
Ciao Maurilio Per il porto, a prescindere dai progetti futuri, non pensi sia una "buona pratica amministrativa" smaltire i detriti del porto affondato? Fosse un qualsiasi privato che abbandona quei detriti in una zona del genere avrebbe già ricevuto le visite dei vigili, della forestale, dell'asl e chi più ne ha più ne metta. Sul Tam tam ti sembra logico che il comune chieda 45.000 euro di affitto annuo?
Addio alle serate “Intra by night” - 28 Aprile 2017 - 16:51
Re: Re: Re: Cannobio....
Ciao Aston non capisco il senso del tuo intervento...passi per i bagni pubblici, che vanno tenuti bene a priori e che sono uno di quei servizi che una città deve offrire, anche per eventi tipo "Intra by night". Il il porto e il Tam Tam sono un'altra cosa. Per il porto ci sono dei progetti, vedremo, per il Tam Tam boh?!? Ma non c'entra nulla con l'oggetto della discussione. Saluti Maurilio
Addio alle serate “Intra by night” - 28 Aprile 2017 - 11:14
Re: Re: Cannobio....
La politica del territorio deve essere fatta dalle amministrazioni....Mi stupisce che un fine economista come lei non consideri tale necessità.ESTREMIZZO: La silicon valley non sarebbe mai nata senza una politica del territorio che ne facilitasse l'insediamento. Quello che dice lei è sacrosanto.....Ci mancherebbe. Ma la linea su cui l'imprenditore deve costruire il suo progetto la deve dare la politica. Ovvero, solo per esempio. Decidere se l'area acetato debba diventare: un dormitorio, una sala giochi, un centro termale, una nuova azienda produttiva, spetta alla politica e non agli imprenditori che, nel proprio intersse, forse hanno altri progetti per la.stessa superficie. Quello che voglio dire è che le strategie su cosa si vuol fare della città spettano alla politica e non agli imprenditori. Loro debbono solo sperare ( e magari votare) che la.politica abbia le idee chiare e investire, se lo ritengono un progetto valido.
Monumento ai caduti sul lungolago torna a risplendere - 27 Aprile 2017 - 13:43
x Maurilio
Certamente il progetto originario non prevedeva siepi ma nei progetti successivi x il rifacimento del lungolago hanno inserito le siepi. Il problema vero è il metodo ,il modo di operare , come dice Livio, "motosega facile" ,Era così difficile operare con una potatura intelligente? Certo era un lavoro da studiare e da affidare a mani esperte . Ora ,senza i due cespugli ,sarà facile per i soliti cretini raggiungere il monumento ed imbrattarlo come hanno già fatto nella parte posteriore visibile dal lago.( mai rimosse)
Protezioni o pericolo? - 27 Aprile 2017 - 13:19
Cari lettori
Cari lettori del blog le foto e la segnalazione le ho inviate io alla redazione, concordo pienamente con Lupus e Enrico 56,la parola d'ordine è materiali idonei e manutenzione cose ormai desuete visto che fior di architetti con la complicità dei politici fanno progetti sulla carta discreti che però alla prova pratica sono un fallimento. Prima di quella barriera schifosa vi era un muretto con bellissime copertine i granito e si vedeva il lago ed il paese ed durato quasi 100 anni, la nuova barriera integra non è durata 10 anni. Altro lavoro che vedo a rischio è proprio il maggiore sia del legno di copertura che di quello strutturale , ne parleremo al massimo tra 10 anni. Ma voglio tornare ai bulloni sporgenti il presidente della provincia lo sa o non lo sa che sarà chiamato in giudizio se un ciclista o un motociclista subirà dei danni????
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti