Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

tedeschi

Inserisci quello che vuoi cercare
tedeschi - nei post
"Una casa per tutti. I villaggi operai dal Nord Europa al Piemonte" - 2 Aprile 2019 - 19:06
Da sabato 30 marzo 2019. Una casa per tutti. I villaggi operai dal Nord Europa al Piemonte. Una mostra fotografica a Verbania nell’ambito della seconda edizione di “Primavera con le Soms”.
Un esposizione di Alessandro Marchetti - 22 Marzo 2019 - 11:27
Dal 23 marzo al 25 maggio 2019 una nuova esposizione d’arte presso l'Auxologico Villa Caramora, corso Mameli 199 a Verbania.
RAI3 in un'azienda di ANZOLA - 21 Marzo 2019 - 10:23
“Piemonte che produce” è la trasmissione televisiva di RAI 3 che entra nelle imprese del territorio per conoscere e raccontare al pubblico le eccellenze del Piemonte. Imprese che hanno una storia produttiva e rappresentano oggi un riferimento per il settore di appartenenza.
Teresio Valsesia dialoga con Raphael Rues - 19 Marzo 2019 - 17:04
Mercoledì 20 marzo 2019, alle ore 21,00, Teresio Valsesia dialoga con lo storico Raphael Rues - Autore del libro SS-Polizei.
"I civili istriani. tra lotta di liberazione ed esodo" - 22 Febbraio 2019 - 08:01
Per il secondo anno consecutivo l'Associazione Casa della Resistenza e Verbania Documenti organizzano insieme la Giornata del ricordo; l'evento avrà luogo sabato 23 febbraio alle ore 16.00.
Presentazione "l Cielo dopo di noi" - 23 Novembre 2018 - 18:34
Sabato 24 novembre 2018, alle ore 18.00, presso la Libreria Alberti di Verbania, si terrà la presentazione del libro: Il Cielo dopo di noi. Di Silvia Zucca, Editrice Nord.
Turismo: positivo l'andamento della stagione estiva - 28 Agosto 2018 - 08:01
Gli operatori piemontesi tracciano un primo bilancio positivo della stagione estiva, con il patrimonio naturalistico regionale a fare da principale attrattore nei confronti dei visitatori, tra i quali si sono registrate alte percentuali di stranieri, in particolare nella valli e sui laghi.
Continuum - 28 Giugno 2018 - 08:48
Lo spirito di un luogo Artisti italiani e tedeschi in dialogo con Villa Nigra.
Il Premio Letterario Strega a Verbania - 24 Giugno 2018 - 09:16
C’è grande attesa per l’arrivo a Verbania degli scrittori `stregati`: i cinque finalisti del Premio Letterario Strega 2018, tra i più prestigiosi e rinomati a livello nazionale, saranno infatti al Centro Eventi ‘Il Maggiore’ lunedì 25 giugno alle ore 21.00.
La Festa dello Sport 2018 - 3 Giugno 2018 - 11:27
Una festa, per chi? Per bambini e ragazzi che, al termine di un anno di fatiche scolastiche, potranno cimentarsi per un’intera (e intensa) settimana tra gli open days proposti dalle associazioni cittadine negli spazi verdi di Gravellona, nei campi sportivi e nelle palestre delle strutture scolastiche dove le società sportive abitualmente svolgono le loro attività.
Tanti i turisti per il ‘ponte’ negli agriturismo tra lagi e monti - 1 Maggio 2018 - 13:01
Questa volta, a stravincere, sono gli italiani: nelle prenotazioni per il lungo ‘ponte’ che dal 25 aprile porta al 1° maggio, gli agriturismi di Terranostra e Coldiretti sfiorano il 70% di prenotazioni da parte dei connazionali che, in media, prediligono la vacanza ‘breve’, con una permanenza media di due notti.
Turismo: in Piemonte cresce - 10 Aprile 2018 - 15:03
Nel 2017 il turismo in Piemonte ha superato i 5 milioni di arrivi e la soglia dei 14 milioni e 900 mila pernottamenti, grazie a una buona crescita tanto del turismo italiano (+6,6% di arrivi e +5% di presenze) quanto di quello estero (+8,8% di arrivi e +8,3% di presenze).
Workshop per curatori e operatori culturali - 8 Marzo 2018 - 10:20
Asilo Bianco propone un nuovo corso sulla curatela e la progettazione culturale. Analizzeremo iniziative eterogenee legate all’uso di spazi non convenzionalmente deputati all’arte ed esperienze che si pongono al confine tra arte, impresa e territorio.
Da Grande Farò il Curatore - 2 Marzo 2018 - 16:33
Workshop per curatori e operatori culturali | 9-10-11 marzo 2018 | Villa Nigra, Miasino (Novara) Un progetto di Asilo Bianco.
Metti una sera al cinema - Il viaggio di Fanny - 22 Gennaio 2018 - 09:16
Il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, martedì 23 gennaio 2018, per la rassegna "Metti una sera al Cinema", presso l'Auditorium de Il Chiostro ore 17:15, 19:30 e 21:30 proiezione di "Il viaggio di Fanny".
Augusto Guerriero detto Ricciardetto – Quaesivi et non inveni - 16 Gennaio 2018 - 13:01
Mercoledì 17 gennaio 2018, alle ore 20.00, presso la Biblioteca Civica “P. Ceretti” di Verbania, Letture filosofiche – “Lo spazio bianco” propone: Augusto Guerriero detto Ricciardetto – Quaesivi et non inveni, Mondadori 1973.
Metti una sera al cinema: al via la 29^ stagione - 8 Ottobre 2017 - 09:33
Tutto il il programma della 29^ edizione della Rassegna Cinematografica Metti una sera al cinema, che prenderà il via martedì 24 ottobre 2017.
GoGreenTour 2017 - 27 Agosto 2017 - 12:05
Ha preso il via il 18 luglio a Verbania GoGreenTour 2017 : una coproduzione italo-croata dedicata alla promozione del turismo sostenibile rivolta ai numerosissimi turisti stranieri che affollano i camping village del Lago Maggiore, ideata dalla start-up Electric Land insieme al Parco Nazionale Val Grande, con la partecipazione fondamentale dei ragazzi del servizio civile.
Comunità.vb: decoro al porto turistico - 30 Maggio 2017 - 17:29
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del gruppo Comunità.Vb dal titolo: "Via i rottami del porto affondato: ridiamo decoro alla zona dell’ex porto turistico di Pallanza"
Resistenza Italiana in Montenegro - 15 Aprile 2017 - 11:27
“Partizani”, proiezione del docu-film sulla Resistenza italiana in Montenegro lunedì 24 aprile a Omegna e Baveno.
tedeschi - nei commenti
Atto Vandalico al Memoriale di Pala - 19 Maggio 2019 - 11:00
Memoriale di Pala
Incredibile. Evidentemente alcuni non conoscono la nostra storia recente. Chi scrive (ormai ottantenne), purtroppo ha (da parte di mia moglie) ricordi terribili. Il suocero morto nel 48 dopo una prigionia in Germania (salvato da una famiglia di tedeschi che la presero a lavorare nella propria officina). Il fratello di mio suocero (medaglia d'argento) morto nel 43 in Montenegro. E ancora si pensa di compiere certe azioni. Poveri noi. Mario Caroglio
Giornata Cadorna - 11 Aprile 2019 - 09:16
A conti fatti...
C'è da diverso tempo un massicio movimento che sostanzialmente condanna in modo inappellabile la figura di Cardorna. Ho voluto approforndirne la figura storica. A conti fatti, nonostante il nostro debole posizionamento strategico (fronte ad esse in territorio montano che favorisce i difensori che ricordo non eravamo noi italiani) in numero dei morti è stato inferiore rispetto ada ltri eserciti. Gli eserciti tedeschi e francesi presi singolarmente hanno eseguito mole più decimazioni ed escuzioni di condanne a morte militari rispetto al nostro Regio Esercito. Cadorna era un generale molto apprezzato anche dal nemico enon ha mai per esempio eseguito operazioni militari sconsiderate come il conteporaneo attacco di artglierie e fanteria nella stessa area coem facevano i francesi.
"I civili istriani. tra lotta di liberazione ed esodo" - 25 Febbraio 2019 - 09:15
Re: Per me è chiaro
Ciao robi lo stesso fecero i nazifascisti, italiani e tedeschi, quando occuparono quelle terre, nei confronti delle minoranze slave. Se poi vogliamo disquisire sul numero di vittime (centinaia tra gli slavi e migliaia tra gli italiani) allora non ne usciamo più. Quando abbiamo occupato la Grecia e l'Africa orientale, per esempio, non ci siamo mica presentati con le valigie piene di lire, come in Albania?
"I civili istriani. tra lotta di liberazione ed esodo" - 25 Febbraio 2019 - 09:11
Re: Per me è chiaro
Ciao robi lo stesso fecero i nazifascisti, italiani e tedeschi, quando occuparono quelle terre, nei confronti delle minoranze slave. Se poi vogliamo disquisire sulle centinaia di vittime (slave) o migliaia (italiane), allora non ne usciamo più. Quando abbiamo occupato la Grecia, oppure l'Africa orientale, non ci siamo mica presentati con le valigie di lire, come in Albania?
Muretti a secco patrimono dell'Unesco - 12 Febbraio 2019 - 12:44
Re: x sinistro
Ciao Giovanni La Germania, come la Svizzera, devono il loro benessere anche e sopratutto a noi italiani. I teutonici sono stati bravi ad approfittarne, vero, ma questo non fa di loro un paese normale, diciamo che sono stati furbi, a differenza nostra che spesso manchiamo di buonsenso. Però, quando dimostriamo di averlo, non ce n'è per nessuno: per stare in argomento, i primi al mondo a fare strade siamo stati proprio noi, dai tempi dell'antica Roma, e poi lo abbiamo dimostrato anche nei secoli a venire, come per es. la nostra SS34, tanto martoriata, progetto di un architetto di Intra, che nei progetti napoleonici doveva collegare Milano a Ginevra. Per non parlare poi dell'Autostrada del Sole, nonostante fossero stati proprio i tedeschi del Terzo Reich a fare le autostrade per primi nel secolo scorso.... In questo, e credo forse si tratti dell'unico punto in comune, sono d'accordo con l'attuale Governo: basta sudditanza a Germania, Francia, ecc.... Dobbiamo solo ricominciare a credere in noi stessi.
Nikolajewka e Dobrej 2019: per non dimenticare - 27 Gennaio 2019 - 09:53
Padre
Sono figlio di un alpino del glorioso Battaglione Intra; con quella formazione mio padre ha combattuto sul fronte greco-jugoslavo-albanese, fatto prigioniero dai tedeschi ( non si è arreso scappando con i Titini e non ha voluto passare nelle file dei tedeschi come loro alleato) e d ha passato quasi 2 anni in vari campi di concentramento tedeschi, per fortuna non in quelli di sterminio. Mi ha sempre raccontato delle atrocità subite dal battaglione ma anche delle cruente risposte date: purtroppo è la guerra ed in guerra bisogna sempre essere accorti a sparare per primo altrimenti sono gli altri che sparano a te e, se vuoi portare a casa la pelle, non devi farti scrupolo a premere il grilletto contro chiunque siano essi machi o femmine. E comunque onore agli alpini dell'Itra che in guerra non ci sono andati per scelta ma perchè chiamati alle armi dalla loro patria, concetto quello di patri che purtroppo sta scomparendo grazie a coloro che stoltamente stanno predicando che siamo tutti cittadini di un unico mondo senza distinzione di razza, religione, idee e modo di vivere.
Nikolajewka e Dobrej 2019: per non dimenticare - 27 Gennaio 2019 - 07:40
Re: Caro roby
Ciao Giovanni I soldati non hanno sterminato gli ebrei ma lo hanno fatto le ss. E quelli non erano soldati ma pazzi invasati. I veri soldati combattevano e basta. Fossero stati sovietici o tedeschi americani o in questo caso italiani. La colpa delle guerre è di chi le ha volute a livello politico. Fossimo stati alpini in tempo di guerra saremmo andati al fronte anche noi. Le guerre le puoi anche aborrire ma senza esercito e senza forze armate uno stato non esiste e saremmo preda di lupi come un gregge di agnelli. Quindi metti da parte il tuo pacifismo da fiori nei cannoni perché al giorno d'oggi non è il caso...a meno che, come cantava de Andrè, tu non abbia un cannone nel cortile.
“Piccola storia partigiana della banda di Pian Cavallone” - 17 Novembre 2018 - 06:54
Re: Piccola storia partigiani
Ciao nino Io non contesto che fascisti e tedeschi fossero dalla parte sbagliata. Ma contesto il ruolo dei partigiani nella liberazione e soprattutto il ruolo dei partigiani rossi. La loro guerra era mirata a far entrare l'Italia nell'orbita sovietica. E non hanno esitato a compiere massacri ed esecuzioni sommarie anche di innocenti e di altri partigiani non comunisti. L'ANPI oggi non può rappresentare nessuno. Si limita a scendere in piazza con i centri sociali ovvero i fascisti rossi per fare casino e gridare ad un fascismo senza fascisti. A parte loro. Oppure per contestare una via dedicata ad Almirante mentre ci sono vie che sono dedicate ai sanguinari dittatori comunisti o all'amico di Stalin, Togliatti. E meno male che ci sono i revisionisti coraggiosi come Pansa a mettere verità in decenni di bugie!
“Piccola storia partigiana della banda di Pian Cavallone” - 16 Novembre 2018 - 14:18
Piccola storia partigiani
Credo che " nessuno " ha capito o non vuole capire, che senza i partigiani nel VCO, non ci sarebbero più. Galleria del Sempione salvata--Diga Devero--Diga Sabbioni--Diga sopra Villadossola, tutte salvate dai Partigiani.Certamente tra loro c'era qualche mela marcia, da me conosciuto e contrastato. Invece VOI parlate di politica, ciò che allora non interessava niente, avevano i famigliari da difendere dai Fascisti e tedeschi che trucidavano tutti, essendo sempre ubriachi, altrimenti loro a freddo non uccidevano nessuno. Ma basta dire cazzate, per favore.
Provincia: si vota per il Presidente - 3 Novembre 2018 - 18:30
Re: Re: Il bisogno
Ciao paolino Mah. Che la destra sia nemica dell'ambiente e la sinistra una strenua paladina ne dubito fortemente. Se parliamo di Trump ok, ma l'ambiente è stato devastato dai comunisti cinesi e sovietici. L"amazzonia del ladro e del difensore di assassini terroristi Lula, ha continuato ad essere disboscata selvaggiamente. i Verdi tedeschi ad esempio non hanno nulla a che fare con l'ambientalismo ridicolo della sinistra. Detto questo io sono per la difesa dell'ambiente ma non per la negazione del progresso. Devono andare assieme.
Triathlon Internazionale di Mergozzo - 15 Settembre 2018 - 18:34
Re: X lady oscar
Ciao Giovanni. Possibile che non capisci che Mergozzo ha bisogno di turismo? Non solo quello dei vecchi tedeschi o dei campeggiatori che si portano da casa anche la spesa e più che il gelato non comprano? Sono vetrine per la vostra splendida cittadina. Porta pazienza cinque giorni l anno 😊
Spiaggia di Suna e divieti - 26 Giugno 2018 - 00:13
...non perdiamo il sentiero....
In una città che dal dopoguerra ad oggi ha avuto uno sviluppo urbanistico assolutamente dissennato (e la colpa su questo non può essere certo data alla dx) il minimo risultato da attendersi è quello sotto gli occhi di tutti. Area di intrattenimento a diretto contatto con aree residenziali.....aree industriali a diretto contatto con aree residenziali.....Piano sponde inesistente da sempre e a cui oggi si cerca di dare prestigio ma, ahimè, si sa che mettere la pezza è spesso peggio che vedere il buco. Sono di rientro dall'estero e posso dire con certezza, ma già lo sapevo, che ci separa un divario culturale enorme su questi argomenti dal resto dell'Europa. Anche con chi ha da poco superato guerre tremende. Divario che se non cercheremo di colmare, ci farà diventare solamente il paese dei balocchi. I giovani ci sono anche all'estero e anche li usano divertirsi, ma hanno modi e tempi che dovremmo, prima o poi, adottare anche qui se si vorrà sopravvivere a queste prepotenze continue. Inutile nascondersi dietro ai soliti:.......non esagerate.....non ci si può più divertire....siete vecchi dentro......e altre stramberie simili. È solamente una questione di abitudini che, se introdotte a tempo debito nella maturazione delle nostre nuove generazioni, potrebbe migliorare sensibilmente le nostre vite di genitori e cittadini. Una per tutte? Chi l'ha detto che per passare un bella serata in compagnia la stessa debba iniziare alle 23 o 24 e finire alle 3-4 di mattina? All'estero non è così! La serata pubblica finisce alle 00-00.30......non si serve più ai tavoli esterni dei locali dopo le 23....molti Land tedeschi hanno questa disciplina....che funziona. Qualcuno obbietterà che le regole tedesche per noi non vanno bene.....adattiamole alle nostre esigenze ma facciamo qualcosa.....oggi, così com'è, non funziona e lo scontro diventerà sempre più duro tra chi vuole la rigidità del rispetto delle regole scritte e chi vorrebbe maggiore libertà di manovra. Nel panorama turistico italiano ogni parte si è ricamata, sulla propria tovaglia, l'immagine del proprio futuro.....ciò che mi piacerebbe fare da grande. Il VCO e Verbania non hanno ancora deciso e penso non lo faranno nei prossimi anni tanto ormai il treno è passato e chi la preso ora e a destinazione. Per gli altri.....come dice Info.......chi se ne frega. Alegar
Montani su chiusura sportelli bancari nel Vco - 25 Maggio 2018 - 13:52
Banche e code
Proprio stamattina mi sono recato in banca per fare due versamenti per conto di mio figlio.Davanti a me c'erano 4 cittadini tedeschi, 1 cittadina svizzera, 1 italiano e dietro a me ancora 3 cittadini tedeschi: alla faccia di chi dice che non ci sono più le code in banca e che in banca non ci va più nessuno. Tempo impiegato, oltre mezzora:motivo? Le linee internet non funzionavano. Commentavo con l'impiegata che se ancora avesse potuto usare il cartaceo in meno di 5 minuti me la sarei sbrigata, arrivederci e grazie. Così van le cose alla faccia di chi sostiene certe tesi.
Cristina su chiusura sportelli bancari - 24 Maggio 2018 - 12:34
in parte condivisibile
Non sono comunque quei 10 prelievi al mese in più fatti da turisti milanesi o tedeschi a rendere appetibile un territorio. In ogni caso il turista si muove e preleva dove trova una banca. Se una banca chiude una filiale in una località è perché non ce n'è e difficilmente un'altra banca aprirà dove una banca ha appena chiuso
Aggredito capotreno - 20 Aprile 2018 - 13:31
Re: Re: Re: invasione
I numeri li avevo già letti, ammesso e concesso che siano veritieri, sperando che siano in eccesso. Mi permetto solo di fare presente, visto che ho la fortuna (o sfortuna) di aver acquisito una zia tedesca bavarese e una cugina italiana che si è trasferita a Colonia (dato il suo curriculum, è stata chiamata a lavorare là, non si è presentata di sua iniziativa... ci tenevo a sottolinearlo): ha già provato a chiedere ai tedeschi di cosa pensano di quei numeri? Non so le ho già fatto ma la invito a farlo. Non a caso, proprio dalla Germania si sono rinforzati i movimenti che qualcuno definisce estremisti, razzisti e xenofobi. Perciò io mi voglio godere la mia amata Italia, che non ha nulla da invidiare a nessun Paese al mondo, semplicemente ci facciamo gestire da persone incapaci e corrotte; il mio pensiero è che noi siamo i migliori in tutto e per tutto, dobbiamo solo individuare una persona che ci comandi, con i contro cosiddetti, e che ci porti nel posto che meritiamo..
Alla Grotta di Babbo Natale i Carabinieri a cavallo - 6 Dicembre 2017 - 09:14
Re: Re: la classifica
Ciao robi dagli approfondimenti emersi in questi giorni è emerso che non è una bandiera origine nazista ma utilizzata lungamente dai nazisti diventando uno dei loro vessilli. Era utilizzata dai primi nazisti per protestare contro la Repubblica di Weimar e dai neonazisti attuali per aggirare il divieto di ostentazione dei simboli del Terzo Reich e infatti è vietata in sette lander tedeschi. Detto questo si è dato esagerato risalto alla vicenda.
Ubriaco e armato: espulso - 20 Agosto 2017 - 08:21
Bambini
E vai con la storia dei bambini! Facile pietismo: quanti bambini tedeschi ed italiani hanno ucciso le bombe degli alleati alla fine della seconda guerra mondiale? Quella che stiamo vivendo, ha ragione Robi, è una guerra e come tutte le guerre ha inevitabilmente dei morti, adulti o bambini che siano.E per me giustizialismo, come populismo, non sono termini dispregiativi, anzi! Il fatto è che chi la pensa come cerca in qualche modo di reagire e contrastare, chi la pensa come Sinistro, griso Maurilio sono quelli che ormai sisono ormai rassegnati a soccombere.
Addio alle serate “Intra by night” - 23 Aprile 2017 - 15:07
Il turismo è altro......
Il turismo è altro. Non è chiasso ne intrattenimento a notte fonda. Il turismo sono servizi..... Organizzazione... .Eccellenza.. cura dell'ambiente..... Pulizia.. ordine pubblico... Aree attrezzate e controllate... Isole pedonali.....Prezzi giusti.. . Gli orari? Giusti per tutti senza però senza esagerare. Non serve, per far felici pochi, scontentare molti altri. L'epoca sfavillante della costa romagnola è finita tant'è che i loro tedeschi stanno investendo in Slovenia, croazia e Grecia modellandole alle loro nuove esigenze. Il resto sono tutte variazioni sul tema che fanno gli interessi di alcuni a scapito di altri.
Spiaggia di Suna e divieti - 22 Aprile 2017 - 12:53
Re: Re: x Robi
Ciao robi Sai a me cosa interessa quello che pensa la gente e soprattutto quattro comunistelli del blog? Hai indovinato, niente, non me ne frega niente..a me interessa solo che sia il rispetto delle regole. Poi quello che dicono questi quattro pischelli del blog...sostengono persino che odio i cani (avevo 2 pastori tedeschi, infiniti gatti, criceti, cavie peruviane,ecc...), odio i palloni (da ragazzo giocavo a calcio, non a rompere le palle dove ci sono i divieti), ma la più bella è che odio i vambini ( sono genitore)...mi piace vedere tanta ignoranza, del resto è lo specchio dell'Italia, sai che sono più arrabbiati loro di me? Come hai visto, qualcuno/a mi dice di andare al cimitero (ma lui/lei non è fascista, loro non accettano confronti perché il cervello deve ancora avviarsi), io non insulto e non insultero' nessuno..e vinceremo!
Incontro con il Ministro"Accordo di programma per la statale 34" - 5 Aprile 2017 - 16:30
Re: Re: Re: MAH...
Ciao SINISTRO Si diceva che si è sempre i Terroni di qualcuno, noi non vogliamo immigrati africani e mediorientali, i Trentini non vogliono gli Italiani (ma i loro soldi si) ...i Ticinesi non vogliono gli Italiani,i Bernesi non vogliono i Ticinesi,gli austriaci non vogliono i Trentini, i tedeschi non vogliono gli Austriaci. Il problema è la disuguaglianza e l'arretratezza nei Paesi, e noi stiamo diventando sempre più arretrati, insieme a molti altri Paesi che prima non lo erano. Se la forbice della disuguaglianza sociale ed economica continuerà ad aumentare, in ampiezza e nei numeri, non ci saranno muri od armi a sufficienza per fermare milioni di persone in cerca di dignità,e noi Italiani potremmo essere i prossimi di questo passo. da Treccani L’essere arretrato; condizione di scarso sviluppo culturale e civile: a. mentale; popolazioni in stato di grande a. sociale; in partic., a. economica, la condizione di sottosviluppo in cui si trovano molte aree depresse della Terra, caratterizzate da una «economia di sussistenza», mancanza di iniziativa imprenditoriale, manodopera scarsamente qualificata, e, sul piano sociale, analfabetismo, malnutrizione, basso livello igienico-sanitario
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti