Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Politica

Una Verbania Possibile su dimissioni Tradigo

Riportiamo un post di "Una Verbania Possibile", riguardantesulle dimissioni dell'Assessore Damiano Tradigo.
Verbania
Una Verbania Possibile su dimissioni  Tradigo
Ci permettiamo di esprimere un nostro commento in seguito alle dimissioni dalla Giunta comunale dell’Assessore Damiano Tradigo.

Dopo aver letto le motivazioni espresse nella sua nota, non possiamo che prendere atto di ciò che purtroppo avevamo messo in conto fin dalla fase pre elettorale e in base alle nostre percezioni oggettive.

Sebbene ci rifiutassimo di credere che le situazioni amministrative di questi primi mesi potessero evolversi nella direzione che hanno incredibilmente preso, siamo invece costretti ad esprimere la nostra disarmata delusione.

Secondo noi, l’elemento forte che emerge dalla lettera del dimissionario, è quello dell’atteggiamento accentratore e individualistico del Sindaco che ad oggi, nonostante i comportamenti tenuti in campagna elettorale quando come candidata si caratterizzava per la disponibilità al dialogo e al rapporto con le persone (chi non ricorda ad esempio i giri nei quartieri o negli esercizi della città), si è dimostrato incapace di ascoltare e di confrontarsi rispetto alle varie decisioni.

L’opposizione in questi mesi ha più volte sottolineato tale atteggiamento e ciò poteva essere interpretato come posizione preconcetta, ma ora che anche dall’interno della giunta emergono le stesse osservazioni, incominciamo a preoccuparci seriamente circa il futuro dell’amministrazione.

A differenza del Sindaco, crediamo che in questi pochi mesi l’assessore dimissionario abbia condiviso le scelte di Giunta senza evidente dissenso nella speranzosa attesa che, dopo una fase di assestamento, la situazione potesse evolversi in senso di collegialità democratica. Evidentemente la somma di ripetute delusioni e di decisioni blindate, per una persona che interpreta la politica come servizio condiviso, ha necessariamente prodotto un’irrevocabile rottura.

Non possiamo che apprezzare la scelta di Tradigo come esempio di correttezza e di coerenza con un stile nel quale il nostro gruppo si rispecchia pienamente.

Ci interesserebbe anche capire cosa intende la maggioranza del consiglio comunale per ruolo dell’opposizione, dal momento che tutto ciò che è stato proposto in varie occasioni istituzionali, anche quando è stato preso in considerazione (vedi ordine del giorno sulla pace), non ha avuto uno seguito: è lecito pensare per estensione che se anche Tradigo avesse espresso motivi di criticità, non sarebbe stato preso in grande considerazione.

Tra i provvedimenti assunti fino ad ora dal Sindaco, quello che non riusciamo proprio a giustificare è lo stravolgimento repentino della macchina comunale, a partire dalla sostituzione del valido Segretario Generale, per arrivare ad una sproporzionata rivoluzione nell'ambito dirigenziale e degli uffici.

Ci viene detto che il cambiamento è stato richiesto dai cittadini: strano, perché avendo sperimentato a nostra volta il senso della campagna elettorale, mai nessuno ha evidenziato il bisogno di tale tipo di riforme. Siamo convinti che i bisogni della gente siano ben altri e ben più vicini alla emergenze del momento e alla quotidianità.

Ci viene invece di pensare che tutto questo stravolgimento sia funzionale a livello personalistico, lungi da noi il pensare all'esistenza di una sorta di “cerchio magico”.
Ragionando con la sensibilità che ci contraddistingue e senza voler dare lezioni, l’atteggiamento per noi più sensato sarebbe stato quello di prevedere un periodo di osservazione e di analisi della struttura comunale in atto, al fine di verificarne le effettive criticità per poi apportare eventuali mirati correttivi a tutto vantaggio del servizio alla città.
 Fonte di questo post



7 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Giuseppe 1Una Verbania Possibile
Giuseppe
1 Novembre 2014 - 16:22
 
Bene, adesso che abbiamo sentito il parere di Una Verbania Possibile, attendiamo anche le opinioni dell'Associazioni Pescatori della Riva, dei Pacian di Intra e della Bocciofila Susellese.
Vedi il profilo di letizia  romerio bonazzi Giusto
letizia romerio bonazzi
1 Novembre 2014 - 19:37
 
giusto signor Giuseppe .. i cittadini singoli o facenti parte di qualsivoglia gruppo hanno proprie opinioni e sono liberi di esprimerle come meglio credono, l'importante è averne rispetto . Se però sono consiglieri comunali o assessori contribuire alla pubblica amministrazione con idee ,pareri, proposte da mettere pubblicamente a confronto e poi realizzare è un dovere e altrettanto doveroso è tenerne conto. Se ciò non succede è un problema e non da poco. In democrazia.
Vedi il profilo di Marcella Zorzit 1Giuseppe chi?
Marcella Zorzit
2 Novembre 2014 - 00:00
 
Queste battute di qualunquistica ironia sono un chiaro segnale che le cose dette infastidiscono...non è così signor Giuseppe? Sarebbe meglio che tutto passasse sotto silenzio vero? E invece penso che sarebbe molto interessante che si esprimessero a più voci anche i pescatori, le bocciofile, le associazioni ...cioè qualsiasi cittadino che ha tutto il diritto di giudicare l'operato di quelli che governano. Ciò dovrebbe avvenire più di quanto avviene e allora magari certe scelte si farebbero con maggior prudenza.
P.S. Verbania Possibile a parte, Pacian, Le Rive e la Bocciofila susellese sono forse realtà di serie B ? Sarebbe più apprezzabile comunque un loro parere rispetto a quello di uno altezzoso e irrispettoso soggetto anonimo
Vedi il profilo di Alberto Furlan X signora Marcella
Alberto Furlan
2 Novembre 2014 - 09:09
 
Nei commenti ci lamentiamo in continuazione di come la politica sta rovinando il popolo è il paese, dimenticandoci che li abbiamo messi li noi; su una cosa però accetto di buon grado la sacrosanta indignazione: sul fatto che questi fenomeni ben remunerati (si fanno leggi e stipendi solo a loro pro), che all'anagrafe dovrebbero fare solo ed esclusivamente gli amministratori del paese, con il solo ed esclusivo compito di fare i nostri Interessi (perché è così che si sono venduti in campagna elettorale), di fatto fanno tutto l'opposto, gli interessi se li fanno si ma solo per loro (tangenti e affini a parte) e a nostre spese!
Allora, perché mugugnare; facciamo come di regola si fa nei condomini, quando un amministratore viene scoperto a fare la cresta sulle spese oppure non tiene bene la conduzione e la contabilità lo si prende e lo si caccia in tempo zero, ah, non dimentichiamo una cosa fondamentale, lo stipendio di questo amministratore lo decide l'assemblea condominiale e non lui, per i politici questa regola non vale, PERCHÉ ?
Un ultima riflessione: in Italia la stragrande maggioranza dei politici, a tutti i livelli, è gente senza un vero credo politico (cambiano cadrega a seconda di come tira il vento), senza coscienza e senza scrupoli, che hanno capito come funzione la musica del guadagnare alle spalle del popolo senza lavorare; basta vedere la marea di denaro che si votano come stipendi, in barba all'aumento della disoccupazione e della povertà del popolo.
Se siamo veramente stufi di questo andazzo andiamo nei palazzi a turarli giù, ma lo dobbiamo fare tutti assieme, altrimenti soccombiamo in silenzio e finiamola di ricordare i tempi della liberazione, facendo finta di non capire che la politica di oggi, tutta incravattata, di belle parole e di balle promesse, è invece molto peggio di quella di quel periodo.
Vedi il profilo di eraldo baldioli da quale pulpito ?
eraldo baldioli
2 Novembre 2014 - 10:46
 
assurdo vedere questo commento di furlan, visto il suo trscorso, il pala BPI non dice nulla
Vedi il profilo di Alberto Furlan X baldioli
Alberto Furlan
2 Novembre 2014 - 15:45
 
La sua lesiva espressione, sparata a vanvera senza alcuna reale e fondata conoscenza della reale verità, se non quella del solo gusto di voler colpire e diffamare, stia tranquillo, sarà mia cura conservarla per poi chiederle conto nelle sedi appropriate, come avverrà per tutti quei personaggi, anche "politici" locali, che su questa insulsa vicenda ci hanno marciato alla grande, pur sapendo che il mio agire e quello dei miei volontari è sempre stato tutto perfettamente regolare; lo ha pure confermato anche l'Agenzia delle Entrate nel loro verbale di chiusura indagini! Non ci crede? vada a chiederne copia alla cancelleria del tribunale! Poi, mi meraviglio che una persona che aggredisce in questa maniera come ha fatto lei non sa che in questo paese valgono più le conoscenze in certi ambienti dei documenti! Ed è per questo che sto aspettando l'appello, dove tra l'altro porterò ulteriori prove scritte, come le altre ma che nessuno ha letto, che confermano che è stata tutta una messa in scena perché davo/davamo fastidio a qualcuno che doveva coprire cose ben più grosse e gravi! Presto di questo ne leggerà notizia, non si preoccupi.
Inoltre, per dovere d'informazione, visto che non è il solo che legge e scrive su questo blog: lo sa quanto erano stati valutati i soli pali danneggiati del pala bpi? (che è quello che noi abbiamo ritirato) €. 7.000; lo sa a quanto ammontavano i costi per il lavoro di smontaggio degli stessi e di tutte le strutture che sono state ridate al Comune?, come l'impianto elettrico, l'impianto luci, l'impianto di riscaldamento, ecc. ecc., più il lavoro degli operai, il noleggio dei macchinari (camion e cestelli) e il ripristino dell'intera area dove oggi si può parcheggiare? €. 36.000; se non è per lei troppo complicato fare due conti, chi ci ha rimesso? Ah, forse le è sfuggito che io/noi, siamo stati attaccati da una lettera anonima, che come sicuramente lei saprà, in questo paese corrotto, basta avere santi in paradiso in certi ambienti per far si che idocumenti diventino carta straccia!
Mi spiega però come mai gli amici degli amici politici che mi/ci hanno attaccato su questa vicenda, si sono appropriati di gazebo del pala BPI, senza neppure avere il documento di cessione, ma la cosa è stata messa a tacere?
Le do un consiglio per altre occasioni dove deciderà di sputare veleno e sentenze a casaccio, si documenti prima è molto attentamente!
Vedi il profilo di Alberto Furlan x baldioli
Alberto Furlan
3 Novembre 2014 - 08:15
 
Mi scuso anticipatamente con la redazione del blog per essere tornato a risponderle su l'argomento del pala bpi che, per me/noi e per il mondo del volontariato, è stata una brutta e triste parentesi da dimenticare sicuramente; vi prometto però che non appena inizierò/inizieremo con le conferenze stampa sarete i primi ad avere delle news bollenti.
Molti miei volontari hanno letto il pensiero del signor baldioli e mi hanno rammentato che questo signore, più alcuni altri suoi amici di una associazione di camperisti (associazione di puro svago e non di volontariato), volevano a gratis il pala bpi da utilizzare per ricoverare i camper dei loro soci (mi è stato detto che alcune persone si sono messe a gestire ricoveri di questi mezzi, anche all'aperto e hanno creato un bel business).
Come mai il signor baldioli and company non hanno fatto storie prima dello smontaggio del pala bpi e del relativo ripristino di tutta l'area? Forse perché qualche suo iscritto, lo ha ben informato sui costi che avrebbero dovuto affrontare e se n'è guardato bene; anche perché sapeva che su questa vicenda l'opposizione di allora, grazie a certe pressioni politiche, avrebbero attaccato, com'è stato fatto, e forse il pala bpi sarebbe tornato a loro pro, già smontato, tutto rigorosamente a gratis, ma alle spalle dei volontari che si sono fatti il fondello per assolvere tutte le incombenze, specie quelle di natura economica.
Poi, per dovere di cronaca e di giustizia, è giusto anche sapere cos'ha fatto un iscritto alla sua associazione: si è presentato ai presidenti delle circoscrizioni di Verbania chiedendo ai consiglieri di votare un'interrogazione al sindaco di allora, per la costituirsi parte civile contro me e i miei volontari, per il danno subìto per la vicenda pala bpi.
Siccome moltissima gente di questi mi/ci conosce molto bene, ed in particolare sanno quanto abbiamo dato è fatto per il territorio, indignatamente lo hanno mandato .........
Lascio le conclusioni del suo pensiero DECISAMENTE INTERESSATO e dei comportamenti che si sono susseguiti alla libera fantasia di chi leggerà sul blog.
Comunque, tornando alla notizia di Tradigo, le dimissioni di un assessore, della serietà e del calibro di questo onorato signore, fanno veramente riflettere su come sarà il futuro di questa città!
Mi scuso ancora con la redazione per essermi portato molto oltre la notizia principale, ma difendersi da accuse infamanti penso sia un diritto, che io e i miei volontari continueremo, a testa alta, portare avanti fino alla sacrosanta verità.



Per commentare occorre essere un utente iscritto
Iscriviti con la tua email
Verbania
23/07/2017 - 1° Trofeo “La Fenice dei Laghi”
23/07/2017 - Spazio Bimbi: La comprensione del testo
23/07/2017 - FDI AN risponde al PD su Commissione Urbanistica
22/07/2017 - Per lo stadio Pedroli nessun rischio
22/07/2017 - Escursione Alta Alpe Veglia
Verbania - Politica
22/07/2017 - FDI AN: fusione con San Bernardino Verbano?
22/07/2017 - Botta e risposta PD - Brignone
21/07/2017 - FDI AN su cimitero Zoverallo
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti