Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

aziende

Inserisci quello che vuoi cercare
aziende - nei post
Piemonte esce dal Piano di rientro debito sanitario - 22 Marzo 2017 - 09:16
Dopo oltre sei anni, il Piemonte esce dal Piano di rientro dal debito sanitario. Ieri mattina è arrivato l’atto formale che sancisce la fine del pre-commissariamento: la Regione Piemonte, rappresentata dai tecnici dell’assessorato alla Sanità guidati dal direttore Renato Botti, ha firmato a Roma l’ultimo verbale di verifica insieme ai funzionari del Ministero della Salute e del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Di seguito la nota della Regione.
SS34 chiusa a tempo indeterminato - 18 Marzo 2017 - 19:35
Resta chiusa a tempo indeterminato la statale 34 del Lago Maggiore dopo la frana di oggi che ha causato la morte di un motociclista svizzero.
La Serata Talent ApeVco - 10 Marzo 2017 - 07:03
La serata Talent che, come ormai tradizione, si svolge la sera precedente il Gran Debutto ha avuto luogo presso la Discoteca Gilda di Castelletto T. venerdì 3 marzo u.s. in collaborazione con AP Servizi e Simone Melfi, titolare del noto locale.
"8 marzo tutti i giorni" - 7 Marzo 2017 - 19:03
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato dell'ufficio di Presidenza della Provincia del VCO, riguardante la Festa della Donna, "8 marzo tutti i giorni"
Per le vittime di violenza nasce il "Codice Rosa" - 6 Marzo 2017 - 15:03
Una équipe multiprofessionale presente in ogni pronto soccorso e in ogni presidio sanitario del Piemonte, composta da ginecologa, pediatra, ostetrica, psicologa, assistente sociale e infermiera. Di seguito la nota della Regione Piemonte.
"Referendum taglia ospedali" - 6 Marzo 2017 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di "Omegna, si cambia!" impegnata sul fronte “ospedale e pronto soccorso”. in particolare sul Consiglio regionale che martedì 7 marzo 2017 discuterà sull'ammissibilità del referendum abrogativo della delibera “taglia ospedali”.
Gara di appalto per la fibra ottica - 26 Febbraio 2017 - 15:03
In data 17 febbraio 2017 è stata indetta la gara di appalto a procedura negoziata per la concessione di infrastruttura di fibra ottica spenta del Comune di Verbania.
Studenti del Maggia al Festival del Giornalismo Alimentare - 24 Febbraio 2017 - 10:23
Un gruppo di studenti della Scuola Alberghiera di Stresa è presente () ieri e oggi) a Torino, insieme al prof. Riccardo Fava, per supportare l’accoglienza della 2^ edizione del Festival del Giornalismo Alimentare.
Giovani del VCO diplomati Somemelier - 22 Febbraio 2017 - 11:27
All'ALMA - La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, di cui è Rettore Gualtiero Marchesi, due ragazzi di Domodossola, Elena Maffioli, di 25 anni, e Luca Lombardo, di 34 anni, si sono diplomati al Master Sommelier promosso da ALMA in collaborazione con AIS - Associazione Italiana Sommelier. I diplomati sono in tutto 21.
“Cucina La Salute con Gusto” - 16 Febbraio 2017 - 16:01
E’ stato l’Istituto di Istruzione Superiore E. Maggia di Stresa a ospitare la quarta tappa del progetto “Cucina La Salute con Gusto”, esempio di come gusto, salute e sostenibilità possano andare a braccetto, portando cultura in cucina.
“IdroLIFE” oltre 2mln di € per Natura e Biodiversità - 16 Febbraio 2017 - 14:33
Il giorno, 8 febbraio 2017, presso la sede del CNR Istituto per lo Studio degli Ecosistemi (CNR-ISE) di Verbania Pallanza, si è tenuto l'evento di inaugurazione ufficiale, il cosiddetto "Kick-off meeting", del progetto “IdroLIFE”.
Nel VCO donati 2800 farmaci - 14 Febbraio 2017 - 17:35
Durante la GRF – Giornata di Raccolta del Farmaco di sabato 11 febbraio 2017 sono state raccolte oltre 370.000 confezioni di farmaci, contro le 353.801 dell’edizione 2016 (+4,6%), in tutta Italia.
XVII Giornata nazionale di raccolta del farmaco - 10 Febbraio 2017 - 16:34
“Dona un farmaco”. Anche quest'anno torna nelle farmacie italiane lo slogan che da sempre caratterizza la Giornata nazionale di raccolta del farmaco prevista per sabato 11 febbraio.
Interrogazione bonifica Pieve Vergonte - 9 Febbraio 2017 - 11:27
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Gruppo consiliare La Provincia per il Territorio, che presenta una Interrogazione al Presidente della Provincia sullo stato dell'arte della bonifica area ossolana.
25 Borse mobilità all'estero - 6 Febbraio 2017 - 17:04
E’ fissata per il 20 febbraio 2017 la scadenza per candidarsi ad una delle 25 borse di mobilità gestite da EnAIP Piemonte, nell’ambito del progetto FIT FOR EUROPE – FIT4EU, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, rivolte a giovani e adulti, fra i 18 e i 35 anni inoccupati/disoccupati disponibili sul mercato del lavoro e residenti/domiciliati in Piemonte.
aziende - nei commenti
LegalNews: Reintegra del lavoratore illegittimamente licenziato nell’azienda dichiarata fallita - 28 Febbraio 2017 - 06:33
e poi....
E poi si chiedono perché le aziende scappano all'estero. ...
Nuovo Porto Turistico: il progetto - 12 Febbraio 2017 - 12:56
Re: Tutto molto bello
Ciao Giovanni, in questo caso hai scritto un pensiero argomentato su un progetto inserito sul nostro territorio. Hai preso però una cantonata per quanto concerne le BANCHE che è completamente fuori logica Ben vengano i finanziamenti bancari per attività e progetti imprenditoriali che generano ricchezza. Questa sarebbe la normalità in una moderna economia capitalista. I problemi sono nati dalle attività speculative in derivati, aziende e attività indicati da potente di turno e varie trasformazioni e operazioni societarie non coperte da capitali dei vari soci in gioco.
MilanoInside: Buon compleanno Eataly! - 2 Febbraio 2017 - 09:56
Cari Kiryenka e Robi
Voi continuate a parlare male di Eataly, o comunque a mettere Eataly al centro della discussione, va bene, ognuno ha la visione che ha! Ma se prestate bene attenzione alle mie argomentazioni, io sono ben lontano dal difendere, o dall'accusare, Eataly. Invece ragiono sul modello di business, che è un modello vincente nel mondo! Infatti ci vorrebbero almeno un'altro paio di Eataly (anche con diversi colori politici :)!) Poi, Kiryenka, sei sicuro che quello che hai scritto non si possa applicare a tutte le aziende della GDO? O in generale ai piccoli commercianti (patria del nero e del lavoro nero)? Però, pensandoci bene, non è che gli operai di piccole, medie o grandi aziende, cioè tutte, se la passino meglio! Per non parlare dei praticanti di molte, tutte, le profesioni...quindi, quello che hai scritto, sacrosanto, ma va bene per tutte le stagioni! Perchè non si potrebbe di dire lo stesso su molti, moltissimi marchi della moda italiana? Per non parlare di molti altri settori, pensa solo al casalingo e alla rubinetteria! Le "accuse che lanci" sono sacrosante, ma devono andare verso un sistema, non verso un a singola azienda, perchè TUTTE le aziende (più o meno) e tutti i settori (anche qui, più o meno) ne sono coinvolte! Meditate gente, meditate, leggete e informatevi! Saluti Maurilio P.S. Lo so, passerò per presuntuoso, ma vi assicuro che non lo sono, sono solo informato e parlo di temi che conosco...
MilanoInside: Buon compleanno Eataly! - 1 Febbraio 2017 - 18:53
Re: Re: Re: Re: Re: Non capisco...
Dai robi ancora un po' e ci arrivi da solo! Io ho da qualche parte sostenuto che da Eataly si trova il meglio del meglio? A me non interessa se Eataly è o meno sopravvalutato, anzi, a me fanno sorridere, ma un po' mi preoccupano, sia i "radical chic" che i "bastian contrari" a priori! Mi fanno ridere quelle che commentano subito "pacco", senza sapere, e temo capire, che questo pacco è un gioiello di azienda, che come tutte le aziende valorizza al massimo i suoi prodotti o servizi, usando una strategia ben precisa, "vendere" un'immagine di eccellenza e qualità. Il messaggio è "i prodotti buoni costano po' di più!", ovviamente, il buono è quello che piace a te, non è un valore assoluto! In fondo, è la stessa strategia )ma vista al rovescio) degli hard discount (o delle compagnie low cost), nessun fronzolo, prezzi più bassi! Oppure come quelle pubblicità di auto che puntano sulla qualità tedesca, poi magari sono prodotte nel Regno Unito o nell'europa dell'Est! Hai mai sentito un commerciante dire che i suoi prodotti sono scadenti e carissimi? Quindi, se non lo hai ancora capito, il mio intervento non era, e non è, a difesa di Eataly, ma contro quelli che denigrano a priori, magari mettendoci di mezzo la politica! E che spesso, nemmeno sanno di cosa stanno parlando! Ribadisco, ce ne fossero di aziende come Eataly, in tutti i settori: visione globale, grande capacità di comunicazione, massima valorizzazione e innovazione dei prodotti e servizi, cura dei clienti,... Saluti Maurilio
MilanoInside: Buon compleanno Eataly! - 1 Febbraio 2017 - 14:52
Cari Paolino, HAVF &C,
Cari Paolino, HAVF &C, io vedo gli illeciti, del resto non mi importa... Per "par condicio", lo stesso discorso, lo faccio anche per le aziende del nano di arcore, del (povero) avvocato di torino e dei suoi nipoti, e così via! Mi auguro che le aziende che lavorano in Italia, della sede legale non mi interessa, abbiano ricavi enormi, che distribuiscano lavoro e benessere, che paghino le tasse che dovono pagare...che lo facciano usando tutte le armi lecite che hanno, quindi, ne riparleremo quando i fatti che citate, diventeranno illeciti... Saluti Maurilio
M5S: "2017: Non solo proteste ma proposte" - 14 Gennaio 2017 - 09:31
Re: Re: Disinformati
Ciao Hans Axel Von Fersen è vero, il vuoto a rendere è un sistema simile anche se non proprio uguale. Soprattutto negli anni scorsi, quando non si utilizzava la plastica, le aziende riutilizzavano le bottiglie vuote di vetro per riempirle di nuovo. In Germania con i Pfand colpisce anche le bottiglie in plastica per farle indirizzare forzatamente nel sistema di riciclo dei rifiuti. I grillini invece mi sembra che non abbiano capito il sistema che diventerebbe alquanto oneroso.
Lega Nord: "Lidl, perché tanta fretta?" - 17 Dicembre 2016 - 07:11
fans della burocrazia
Quello che uccide i piccoli commercianti (e comunque le piccole aziende) è l'assurdo carico burocratico di permessi, permessini, carta bollata, e lungaggini nell'ottenere le autorizzazioni in Italia. E per una volta che almeno paiono muoversi velocemente salta fuori il gruppo di benpensanti che vorrebbe rallentare le cose ?
Mercatini di Natale a Intra: 12 mila passaggi stimati - 15 Dicembre 2016 - 14:59
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: x Moni
Ciao Aston un supermercato Lidl c'è già e come dice Giovanni si sposta solo di 300 m. Lidl ha deciso di investire in Italia e a Verbania o comunque nella provincia , non solo riqualifica una zona che sta andando in deperimento .. con verde ,fontane et etc .. qualcuno che commenta ha visto il progetto???? ma assume personale , crea posti di lavoro per i verbanesi .. farebbe lavorare aziende per la costruzione del nuovo supermercato .. gli si nega la possibilità ??? . i tedeschi non si fanno problemi.. chiuderebbero quello che c'è ora e costruiscono lo stesso da un altra parte sempre in provincia... magari proprio a Gravellona
Nasce la costituente cittadina di Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale - 18 Novembre 2016 - 09:29
Re: Sempliciotti e semplici
Ciao Robi mi interessa molto un punto. da liberista puro,ritieni ad esempio che le banche decotte (in Italia abbiamo decine di esempi,anche recenti) vadano salvate con soldi pubblici o devono essere "lasciate in balia" del mercato,e quel che deve succedere succeda? io non sono liberista,ma paradossalmente in questo caso lo divento senza freni! non capisco perchè le grandi,grandissime aziende falliscono senza che nessuno batta ciglio,e per una banchetta di papà (ogni riferimento,come si dice in questi casi....) lo stato interviene in ogni modo. ma senza entrare nel singolo caso,è giusto ( e liberista) che lo stato intervenga per salvare aziende/banche in crisi?
"Sì" al casellario d'obbligo per lavorare in Svizzera - 13 Novembre 2016 - 10:14
Re: Sempre per Lady
Ciao lupusinfabula. Non ho mai giudicato tossici gli amici che da ragazzi si facevano canne e ora sono medici, avvocati, insegnanti, panettieri e cmq degni padri di famiglia. Sul casellario non c'è scritto il reato ma si o no. Sai chissenefrega col numero di richiedenti che c'è, stare a guardare di che reato si e' macchiato il richiedente lavoro. Poi. Per fortuna, si, che Verbania e' una cittadina tranquilla. Ho fatto l esempio perché me l hanno chiesto. Poi ognuno resti della sua idea. (in italia il casellario lo chiedono tante aziende, lupus. Stai tranquillo che il ragazzo trovato con le dieci canne in tasca all Esselunga o a consegnare la posta non lo prendono. Per la tua tranquillità).
"Sì" al casellario d'obbligo per lavorare in Svizzera - 13 Novembre 2016 - 09:45
Lupus e i santi
No, Lady nessun santo a casa mia: ma anche nessun pregiudicato. E poi mi pare che stiamo parlando di uno stato estero che chiede il certificato penale a stranieri che colà vogliono andare a lavorare e non di aziende italiane che lo chiedono agli italiani (anche se sarebbe opportunol). Ritengo opportuno che chi in Svizzer aspira d un posto di addetto alle pulizia in una scuola non abbia sul certificato penale condanna per abusi sessuali, così come se voglio andare a pulire i cessi in una banca svizzera è opportuno che sul certificato penale non abbia condanne per furto o rapina. Tutto qui.
LegalNews: Definizione agevolata delle cartelle Equitalia - 12 Novembre 2016 - 21:50
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Bene
Ciao Hans Axel Von Fersen Il primo esempio era solo una semplificazione, per far capire che il problema non è Equiska, ma un sistema fis Ale che premia gli evasori, che non passano da Equitalia. Secondo esempio, il problema non è salvare le aziende, ma far sì che lo stato incassi quanto deve, cosa che non accade con gli attuali sistemi! Saluti Maurilio
LegalNews: Definizione agevolata delle cartelle Equitalia - 12 Novembre 2016 - 09:20
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Bene
Ciao Maurilio Mau ultima replica... Esempio 1: mi citi il caso di una ditta che ha o un solo cliente o che ha tutti i clienti insolventi. Un solo cliente: esistono ma sono molto rare Più clienti ma tutti insolventi: difficile, il tasso di insolvenza è inferiore al 10%. In ogni caso mi stai dicendo che questa ditta non è riuscita nemmeno ad incassare soldi nei 2 anni successivi che avrebbe potuto usare per pagare le tasse arretrate. Il tuo esempio è di una ditta già stracotta anche senza equitalia, non sta incassando da nessuno! Uso il tuo esempio per far notare che il ladro non è equitalia che chiede il 2 o 4% (io ricordo il 3 o 6%) ma l'agenzia delle entrate che dopo un anno ha raddoppiato l'importo. Loro la chiamano multa, io la chiamo interessi del 100% peggio del peggior cravattaro. Il problema non è equitalia ma agenzia delle entrate. Esempio 2: anche in questo caso azienda stradecotta. È il libero mercato. Se la tua azienda non è redditizia, chiudi. Con la scusa di avere dipendenti non si può tenere in vita aziende di fatto fallite, fuori mercato. I tuoi esempi comunque li faccio rientrare nel 5% di casi umani. Il 95% dei casi sono di aziende o persone evasori cronici che non avevano alcuna intenzione di pagare le tasse. Ora un esempio te lo faccio io: famiglia di Pallanza con una piccola attività. Vivono nella ricchezza: villa, macchinoni e mega viaggi. Mi ero sempre chiesto come potessero fare tutti quei soldi con una piccola attività. Dopo qualche anno villa all'asta perché non avevano pagato le tasse. X lady Oscar: le cartelle pazze vengono cancellate d'ufficio o dai giudici. Qui si parla di cartelle "sane"
LegalNews: Definizione agevolata delle cartelle Equitalia - 11 Novembre 2016 - 02:01
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Bene
Ciao Hans Axel Von Fersen Come promesso, provo a farti un quadro più preciso della situazione. Prima, però, due doverose premesse: 1. Le tasse vanno pagate, tutte e sempre 2. Non sono ne un commercialista ne un fiscalista, ma lavorando a fianco di aziende e professionisti da più di 20 anni, ho un quadro ben chiaro. Mi spiego con un esempio. - Prendiamo un artigiano, o piccola imprese in genere. - Prendo un lavoro dove fatturerò 100, con 50 di costi. - Emetterò una fattura attiva (verso il cliente) di 122 (100+22% di iva), riceverò da uno o più fornitori fatture per 66 (50+22% di iva) - Per questa fattura, io dovrò versare allo stato 11 di iva e 25 (per semplicità ipotizzo tutto al 50%) di tasse e contributi vari - Se il mio cliente non mi paga, io non avrò i soldi per pagare i miei fornitori e lo stato (ovvio che questa è una semplificazione, ma meno distante dalla realtà di quello che si possa credere). - Avendo fatturato, dovrò presentare un bilancio dove risulterà che ho avuto un margine di 25 e avrei dovuto pagare 11 di iva - Dopo un anno, circa, riceverò dall’Agenzia delle Entrate una raccomandata dove mi diranno che non ho pagato quanto dichiarato, devo provvedere pagando il dovuto (cioè 36), una multa (altri 36, in linea di massima le multe equivalgono a quanto non pagato) e gli interessi (in questo momento molto bassi, ipotizzo di non considerarli). Però, se non faccio ricorso e se pago entro 60 giorni, la multa si ridurra ad 1/8 cioè 4,13, con la possibilità di rateizzare. - Se nel frattempo il mio cliente non mi ha pagato, io continuerò ad non avere soldi, quindi non pagherò ancora. - Dopo un altro anno, riceverò una raccomandata da Equitalia dove mi dicono che devo pagare i 36 non versati, tutta la multa (altri 36), l’aggio di Equitalia (a memoria ca il 2% se pago subito, 4% se pago dopo i 60 gg), e gli interessi (continuo a non considerarli per semplicità, in totale 72.36 se pago, o faccio istanza di rateizzazione, entro 60 o 72,72 se pago, o faccio istanza di rateizzazione, dopo i 60 giorni. Posso rateizzare fino a 10 anni - Tutto questo senza considerare che nel frattempo i miei fornitori mi avranno fatto causa, ma questa è un’altra storia! Ipotizziamo ora, che invece di fatturare, lavoro in nero - Incasserò 100, sempre con 50 di costi (di solito in nero anche questo, ma facciamo finta di niente). - Non dichiaro nulla, non pago nulla. - Se, e quando, l’agenzia delle entrate capisce che c’è qualche cosa che non va, mi manda la stessa raccomandata, ipotizziamo, ma è difficile, che azzecchino esattamente l’importo. Mi chiederanno sempre 25+11, ma non avendo nulla che dimostri cosa ho guadagnato veramente posso accordarmi (esiste una legge specifica per questo, andate a cercare…indovinate chi l’ha promulgata?) fino a pagare il 20% di quanto richiesto, se non faccio ricorso e pago subito. - Quindi, potrei pagare una cifra variabile tra 7,2 (il 20% di 36) e 18 (il 50% di 36), ovviamente dipende da quanto è bravo chi mi assisteste e da altri fattori. Difficile che avendo queste possibilità pagherò quanto dovuto, cioè i 40,13 del caso precedente - In questo caso, Equitalia non interviene! Interverrà solo se non mi accordo, e quindi non pago. In questi esempi, potrei avere sbagliato qualche calcolo, aver ipotizzato & non corrette e saltato qualche passaggio, ma il film è questo! Chi è il furbo, o meglio il delinquente in questo caso? Sicuramente chi lavora in nero, piccolo o tanto non fa differenza, poi chi accetta lavori in nero (si è corresponsabili a tutti gli effetti) ma anche lo stato, perché è palesemente non è equo, anzi, per comodità, favorisce proprio chi dovrebbe colpire, cioè chi NON HA DICHIARATO e NON HA PAGATO! Questo non significa che questa “rottamazione” mi entusiasmi, per quello che ho letto, non è una decisione strutturale, è una decisione che favorirà, ancora una volta, pochi che hanno le disponibilità per aderire. Saluti Maurilio
LegalNews: Definizione agevolata delle cartelle Equitalia - 9 Novembre 2016 - 19:18
Re: Re: Re: Re: Re: Bene
Ciao Maurilio Maurilio conosco molto bene il funzionamento fiscale italiano. Se interviene equitalia vuol dire che sono passati almeno 3 anni dal momento dell'incasso dei soldi che si devono allo stato. Se passati 3 anni (senza considerare le rateizzazione possibile già prima di Renzi) non si riesce a pagare le tasse di 3 anni prima (e poi ci sarebbero quelle già scadute di 2 e 1 anno fa e dell'anno attuale) vuol dire che la ditta è già stracotta oppure già inizialmente si era partiti per non pagare le tasse (Corona docet). E poi le tasse le pagano le aziende in attivo, quelle in passivo non hanno da pagare tasse sugli utili. Poi come già detto, c'è un 5% di casi "umani" dove comunque già c'era lo strumento della rateizzazione.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti