Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

ferrovie

Inserisci quello che vuoi cercare
ferrovie - nei post
Movicentro: approvata variazione di bilancio - 29 Ottobre 2016 - 10:23
"Giovedì sera il Consiglio Comunale ha approvato la variazione di bilancio e la modifica del piano triennale delle opere pubbliche con l'inserimento del primo lotto dei lavori del Movicentro per 2 milioni e centomila euro (di cui 145 mila euro del nostro Comune presenti a residuo dal 2006!)". La nota dell'Amministrazione all'interno.
Trenino Verde delle Alpi - 22 Luglio 2016 - 10:23
Sabato 23 e Domenica 24 luglio ritorna l'iniziativa In Svizzera e in Italia con il Trenino Verde delle Alpi organizzata dalle ferrovie Svizzere BLS in collaborazione con operatori locali.
Funivia del Mottarone: lavori in corso - Foto - 2 Maggio 2016 - 19:06
A Stresa sono iniziati lavori per la revisione generale della funivia che porta al Mottarone. I lavori saranno realizzati da una società di imprese che comprende il noto costruttore funiviario Leitner Spa e la locale ferrovie del Mottarone unite nella "Funivie del Mottarone", società che gestirà l'impianto fino al 2019.
Locarno Camelie 2016 - 15 Marzo 2016 - 19:07
Punto di riferimento fra le manifestazioni primaverili nazionali e internazionali, Camelie Locarno si terrà nella suggestiva sede del Castello visconteo e in contemporanea al Parco delle Camelie di Locarno. La 19^ edizione è in programma dal 16 dal 20 marzo 2016.
Treni: in Piemonte -35mila pendolari dal 2011 - 25 Gennaio 2016 - 09:41
Un Paese con sempre più treni di Serie A e B, dove si evidenzia in alcune aree una vera e propria emergenza per i pendolari. È quanto emerge da Pendolaria 2015, il dossier di Legambiente presentato oggi nell’ambito della campagna che ha al centro dell’attenzione la situazione e gli scenari del trasporto ferroviario pendolare in Italia.
Linea Milano-Domodossola: interrogazione parlamentare di Borghi - 7 Dicembre 2015 - 19:28
Riportiamo il testo dell'interrogazione parlamentare, presentata dall'on Enrico Borghi, in merito alla Linea ferroviaria Milano Domodossola, e i dati relativi ai ritardi del novembre 2015.
Stazioni in comodato gratuito - 14 Ottobre 2015 - 15:03
Sono circa 1770 le stazioni "abbandonate", le ferrovie dello Stato propongono la possibilità di prenderle in comodato gratuito.
Su Rai Tre la Ferrovia Vigezzina - 3 Ottobre 2015 - 16:03
La Vigezzina e la Val Vigezzo su Rai 3 domenica 4 ottobre. E martedì 6 ottobre, insieme al Museo dello Spazzacamino, nel nuovo tg turistico condotto da Patrizio Roversi e Syusy Blady, i “Turisti per caso”.
La Vigezzina è la più bella ferrovia panoramica d’Italia - 18 Agosto 2015 - 15:03
La ferrovia che attraversa la Valle Vigezzo è stata dichiarata da Rai Radio2 come la più bella ferrovia panoramica d’Italia. E ad ottobre sarà protagonista della nuova trasmissione di Rai Tre “Fuori binario”.
Con il “Trenino DomoAlpi” alla scoperta del territorio - 14 Giugno 2015 - 17:23
Slow tour per scoprire la tradizione enogastronomica ossolana e del lago Maggiore.
Mostra foto tramvie verbanesi - 2 Aprile 2015 - 16:03
Mostra organizzata dalla Società Operaria in collaborazione con Enzo Azzoni Fotografo
Pendolari e Marchionini a Roma alle FFSS - 24 Febbraio 2015 - 17:19
Il sindaco di Verbania Silvia Marchionini ha incontrato oggi, nella sede delle ferrovie dello Stato a Roma unitamente al rappresentante del comitato pendolari NO - VB - DOMO avv. Lisa Tamaro, il Presidente delle ferrovie dello Stato (di origini piemontesi) Marcello Messori.
Pendolari: l’amministrazione di Verbania si muove - 17 Febbraio 2015 - 17:18
Pubblichiamo un comunicato stampa del comune che annuncia "In programma incontro a Verbania con gli assessori regionali ai trasporti della Lombardia e del Piemonte"
Trenino DomoAlpi: corsi per professionisti del turismo - 8 Febbraio 2015 - 14:01
Al via in febbraio i corsi di formazione per i professionisti del turismo. Le attività del “Trenino DomoAlpi” proseguono con l'avvio di sei nuovi corsi di formazione dedicati al settore turistico.
Funivia Mottarone: dipendenti licenziati - 18 Gennaio 2015 - 10:17
Gli otto lavoratori della funivia Stresa-Mottarone, hanno ricevuto nei giorni scorsi la lettera di licenziamento, dopo che la funivia aveva cessato l'attività l'ottobre scorso causa la scadenza del termine dei 40 anni della vita tecnica, entro la quale è d'obbligo la revisione generale dell’impianto, ma la gara d'appalto è andata deserta.
ferrovie - nei commenti
Forza Italia Berlusconi: “La porta di San Giovanni” - 1 Settembre 2016 - 10:14
mah
A parte il fatto che le zone di cui parla il comunicato non sono affatto periferia, non e' nemmeno paragonabile la necessità di risolvere il problema stazione con ciò che propongono loro. Prenderei assolutamente la palla al balzo di questa opportunità visto che dalla regione e dalle ferrovie soldi non ne arriveranno.
Stazione di Stresa: chiude la biglietteria? - 23 Marzo 2016 - 08:27
Stazione FNM di Gavirate
Purtroppo siamo in mano (siamo buoni che è Pasqua) a degli incompetenti, basterebbe un poco di iniziativa e fantasia.. Un esempio positivo : la biglietteria della stazione delle ferrovie Nord di Gavirate (VA) è stata "convertita" in ufficio turistico quindi fa promozione turistica e da biglietteria, Un esempio negativo : sono anni che i Bar su alcuni Traghetti della NLM sono stati chiusi perchè non "a norma" notare che davano lavoro ad almeno un nucleo familiare senza contare il servizio offerto al passeggero/turista --- mi domando : ma ci volevano così tani soldi per renderli "a norma" ?!
Comitato Amici Pendolari riunione aperta - 29 Gennaio 2015 - 11:26
x i bambini di sopra
La fornitura del servizio di trasporto pubblico è in pratica un appalto dove i privati partecipano alla gara per l'assegnazione (Trenitalia o Trenord sono SpA). L'amministrazione vuole 5 coppie giornalieri Domodossola - Novara, 7 giorni su 7, composti da 3 vagoni? Semplice, fa un bando. Chi offre maggiore ribasso si prende la commessa. Dove un privato può guadagnare? Dovendo lavorare ad un prezzo del servizio imposto dalla Regione (che copre una minima parte delle spese) può solamente minimizzare i costi. Lo standard del servizio è imposto dal contratto e quindi il privato non ha alcun interesse ad investire sulla qualità per attirare nuovi "clienti" i quali, ribadisco, partecipano col biglietto per una minima parte ai costi. Da almeno 10 anni, ferrovie estere (svizzere e spagnole) cercano di entrare "nel mercato" del trasporto pubblico regionale ma senza riuscirci sia a causa della condizioni proposte dalle Regioni sia a causa dei costi di utilizzo della rete imposti da RTI. In pratica, nonostante da qualche anno i servizi di trasporto pubblico vengano assegnati a gara, l'assegnazione è sempre andata a Trenitalia. Mi sembra di ricordare che, qualche anno fa, la Regione Piemonte abbia contattato in pratica tutte le ferrovie estere europee per l'assegnazione del servizio ma alla fine il tutto finì a tarallucci e vino con Trenitalia la quale aveva promesso di sostituire tutti i sedili dei treni. (Sarebbe curioso sapere se poi, quanto promesso, sia stato mantenuto). Mentre per le tratte "a libero mercato" quali la Torino - Napoli è un altro discorso. Lo Stato ha costruito le infrastrutture e le concede ad un prezzo politico ai vari privati interessati a mettersi sul mercato. Sulle tratte Novara-Domodossola Santhià-Biella San Paolo, nessun privato si farà "il treno suo" e andrà a vendere i biglietti a 4,3 euro per 100 persone trasportate.
Comitato Amici Pendolari riunione aperta - 28 Gennaio 2015 - 18:41
Privatizzare, privatizzare, privatizzare.
Lasciamo perdere. Dopo una giornata con treno delle 6.14 soppresso e ritardi vari mi sono rassegnato. L'unica soluzione è lo sciopero dell'abbonamento ad oltranza per ottenere che il Governo attui la privatizzazione delle ferrovie sbandierata e mai realizzata, in modo che Trenitalia e RFI non intralcino l'entrata dei privati nella gestione del servizio ferroviario. Non credo che queste iniziative, nonostante l'impegno, portino a qualcosa.
Comitato pendolari incontra Trenord e Regione Lombardia - 26 Novembre 2014 - 19:30
tutto come prima
Apprezzo la volontà di queste persone e di questi comitati che cercano di far valere i diritti, se di diritti si può parlare, di noi pendolari, ma temo sia tempo perso. Trenord, RFI e Trenitalia, ovvero i tre gemelli usciti male da una madre ignota, non hanno la minima intenzione di migliorare il servizio, semplicemente perchè non esiste concorrenza e le persone sono obbligate a rivolgersi al monopolista. Non mi pare ci sia nulla di nuovo su questo fronte, anche se il Governo ha messo della gente per studiare la privatizzazione delle ferrovie, ma RFI non molla nemmeno un vagone arrugginito, nonostante ne abbia molti. Ergo, se si vuole veramente far tremare i pantaloni a questi, bisogna fare azioni clamorose come lo sciopero dell'abbonamento ad oltranza, manifestazioni davanti alle loro sedi, denunce in sede europea. Cominciamo una bella guerra, poi vediamo se si danno una mossa. Le restanti opzioni, francamente, mi paiono aria fritta. Io intanto sono costretto a prendere il treno lumaca delle 5,14 per essere in orario al lavoro....
Pendolari Domodossola-Arona-Milano delusi da Trenord - 8 Novembre 2014 - 12:24
Sciopero dell'abbonamento
Noi pendolari siamo trattati peggio dei cani. Il monopolio della rete ferroviaria fa si che la qualità ne risenta ma che il cliente, cioè noi, non possiamo cambiare fornitore del servizio. E loro lo sanno. Speriamo si proceda alla liberalizzazione della rete o almeno al fornitore del servizio e non si faccia come con Arenaways che hanno fatto fallire. Per il resto non perderei più tempo con tavoli e riunioni inutili. Loro ci offrono un servizio scadente? E noi facciamo sciopero degli abbonamenti per un mese e picchetti ogni giorno in stazione a Milano e Domo. Poi vediamo se i signori di trenord alias ferrovie dello Stato alias RFI non si danno una mossa!
Pendolari Domodossola-Arona-Milano le novità - 26 Ottobre 2014 - 13:39
Il ruolo del dipendente puibblico
Chi lavora nel settore pubblico deve rendere conto ai cittadini. Se lavoro in un negozio di scarpe e sciopero danneggio il mio datore di lavoro, se sciopero nella sanità danneggio i malati. Non mi pare sia la stessa cosa. Anche per le ferrovie, pur formalmente non essendo pubblico impiego, vale la stessa cosa. Francamente mi sentirei una mer.da a scioperare e girare con le mani in tasca guardando anziani e bambini seduti in stazione che aspettano attoniti un treno che non arriva, come mi è capitato di vedere anche venerdì scorso. Questo intendo dire.
Pendolari Domodossola-Arona-Milano le novità - 26 Ottobre 2014 - 10:39
Non si muove foglia
Il vero comandante delle ferrovie Non è l'amministratore delegato ma è il sindacato. Ricordate ALITALIA. In ferrovia Non si muove foglia che il sindacato non voglia, in particolare la CGIL. I posti di comando sono occupati da uomini del sindacato , vedi Moretti ex sindacalista e a scendere sino ai livelli più bassi. Le cose non cambieranno purtroppo, ma non bisogna mai smettere di lottare.
Pendolari Domodossola-Arona-Milano le novità - 26 Ottobre 2014 - 08:41
manco a farlo apposta....
Dal Corriere: Marcello Messori ha da poche ore riconsegnato al consiglio di amministrazione delle ferrovie dello Stato (FS) le sue molte deleghe mantenendo solo quelle al controllo interno. Il presidente Fs «Poca chiarezza su privatizzazione, una società così grande ha bisogno di ruoli ben definiti» «Una società di queste dimensioni e complessità ha bisogno di una chiarezza nei ruoli e nella direzione strategica soprattutto in vista di un’operazione complessa come il processo di privatizzazione». «Nessuna polemica, ma serviva un atto di chiarezza. Sta ora al governo e a tutti noi operare affinché la privatizzazione delle ferrovie dello Stato possa essere avviata e arrivare a compimento nel 2015»
Pendolari Domodossola-Arona-Milano le novità - 26 Ottobre 2014 - 07:32
Proposta di legge per privatizzare
Per fortuna riesco ancora ad arrabbiarmi, quindi non sono rassegnato. Ma fare assemblee ed incontri non serve a nulla. Ripeto: se vige il monopolio e i pendolari sono costretti a prendere questi treni, non c'è nulla da fare. La qualità del servizio migliora solo se il chi lo offre ha la concorrenza di altri. Ti rcordi ArenaWays? Fatto fallire perchè RFI non mollava sulla rete. E Italo sta facendo la stessa fine. Fino ad oggi cosa abbiamo risolto? I treni sono sempre in ritardo, quelli nuovi di Vivalto ti sparano aria ghiacciata sulla faccia, spesso tirano ancora fuori i cadaveri di quelli con sedili in similpelle strettissimi e porte che si staccano, ogni mese fanno sciopero. Bei risultati. Non è una critica, ma se vogliamo ottenere qualcosa secondo me dobbbiamo punare dritto al bersaglio. Una proposta di legge per privatizzare le ferrovie e togliere a RFI il monopolio della rete.
Pendolari Domodossola-Arona-Milano le novità - 25 Ottobre 2014 - 23:09
bullshit
tutte cavolate. Fino a che c'è il monopolio delle ferrovie, a nessuno frega dei viaggiatori perchè non hanno scelta. O così, o così. Fanno quello che vogliono e noi pendolari dobbiamo solo subire. L'unica soluzione è l'apertura al privato, ma RFI fa di tutto per ostacolarne l'entrata. Quondi cari pendolari, siamo fottuti.
Aggiornamenti sul PISU e sul Cem - 11 Ottobre 2014 - 14:52
Mezzi di trasporto
Vorrei ancora aggiungere caro Robi che a Locarno ed Ascona ci sono ferrovie e bus svizzeri con la loro proverbiale puntualità: il treno arriva in centro a Locarno e i collegamenti con Ascona sono regolari, frequenti, comodi e poco costosi. Da noi arrivi in una stazione fatiscente,lontanissma dal CEM,dove quasi devi aver paura a scendere, con treni dall'aspetto, soprattutto interno, rivoltante, con i bus dell'ASPAN che sono come le vecchie tradotte militari: realtà, questa à la realtà Robi altro che vagheggiare di spettacoli d'elite a Verbania!
Casa Cantoniera ai Tre Ponti in degrado - 24 Settembre 2014 - 09:54
case ANAS
La segnalazione del vs. lettore si può estendere a tutte le regioni italiane. Purtroppo di queste case, o caselli come venivano chiamate un tempo (sono figlia di un vecchio dipendente dell'azienda) è pieno il territorio e non capisco perchè, seguendo l'esempio di altri enti, vedi ferrovie etc., non le mettano in vendita o le affittino magari come case vacanza a prezzi ragionevoli, visto che molte sono in posti veramente belli. Questo potrebbe far entrare denaro nelle casse dell'azienda, dare possibilità alle persone di usufruirne, ed evitare uno spreco veramente inconcepibile in tempi duri come quelli che stiamo vivendo. Il mio non ha la pretesa di essere un consiglio ma, forse, potrebbe far riflettere le persone preposte alla gestione di questi beni che, così, sono veramente un esempio di ricchezze buttate al vento.
Frontalieri con le ali - 6 Settembre 2014 - 08:12
grazie
Ringrazio chi ha commentato utilmente questo articolo, in particolare i frontalieri: terremo conto delle vostre indicazioni. Prima tra tutte ad allargare il tavolo di discussione. Non ci siamo comunque dimenticati degli altri pendolari: stiamo lavorando su più fronti anche con ferrovie ed Anas. A chi critica e polemizza sempre dico di risparmiarsi la fatica, a Verbania abbiamo dei gran professionisti delle chiacchiere prive di fondamento e disfattiste. Abbiamo e sentiamo forte l'incarico di responsabilità di governare la città e lo faremo per e con i cittadini. Saluti. Marco Tartari
Acrobazie per salire sul treno? - 26 Agosto 2014 - 20:26
Non è così facile...
...ma tutto si può fare. Non è facile, come Novara, perchè la stazione di Fondotoce è tutta in curva e i treni esistenti, con le loro scalette sporgenti toccherebbero il terreno. Soprattutto non è facile, come a Novara, là transitano e sostano i Frecciarossa che sono appositamente tarati per banchine a livello. E' pure vero che una soluzione è obbligatorio trovarla; da anni anche la mia anziana madre non viene più in treno a Verbania a trovare suo nipote a causa della difficilissima salita/discesa dalle carrozze. Ma è sotto gli occhi di tutti come l'antica linea internazionale del Sempione è sempre più malridotta e destinata a vedere le varie stazioni intermedie (soprattutto nel tratto piemontese, da Arona a Domodossola) ridotte a semplici "caselli" (o "case cantoniere" come sulle strade Anas). Per non scrivere poi del materiale rotabile utilizzato, vetusto e sempre causa di diatribe tra viaggiatori -soprattutto pendolari- e ferrovie o degli orari/fermate che si diradano sempre più, con il "programmato" intento di dar loro il colpo di grazia. Peccato, davvero peccato.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti