Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

balneazione

Inserisci quello che vuoi cercare
balneazione - nei post
Interpellanza deliberazioni di Consiglio Comunale - 9 Dicembre 2016 - 11:26
Riceviamo e pubblichiamo, un interpellanza del gruppo "Sinistra & Ambiente" in cui si chiedono chiarimenti sulle risposte date dal Sindaco nello scorso Consiglio Comunale sul tema del rispetto delle deliberazioni di Consiglio Comunale.
Due Intrpellanze "Sinistra & Ambiente" - 8 Novembre 2016 - 15:03
Riceviamo e pubblichiamo, il testo di due Interpellanze presentate da "Sinistra & Ambiente", riguardanti la spiaggi Beata Giovannina e il ritrovamento di rifiuti nel lago fronte Il Maggiore
Brignone: interpellanza e gestione del Consiglio Comunale - 15 Ottobre 2016 - 08:01
Riceviamo e pubblichiamo, una nota del consigliere comunale Renato Brignone, dal titolo "interpellanza e dubbi sulla gestione del Consiglio Comunale".
Forza Italia Berlusconi su spiaggia Beata Giovannina - 27 Agosto 2016 - 11:05
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Gruppo Consigliare Forza Italia Berlusconi, riguardante la gestione della spiaggia della Beata Giovannina.
Mozione su spiaggia Beata Giovannina - 8 Luglio 2016 - 17:01
Riceviamo e pubblichiamo, il testo di una Mozione urgente, presentata ieri sera in Consiglio Comunale, dal consigliere Renato Brignone, che ha raccolto le firme di diversi consiglieri di differenti gruppi, nello specifico dei consiglieri Colombo, Minore, Immovilli, Digregorio, Ferrari e Campana.
Libretto per vivere in sicurezza i laghi del VCO - 3 Luglio 2016 - 11:27
ESTATE SICURA – VIVERE I LAGHI è un prodotto rivolto al pubblico e agli operatori in quanto favorisce la conoscenza delle regolamentazioni, delle spiagge e delle attività in acqua praticabili in bella stagione nella regione dei nostri laghi ovvero sul Lago Maggiore (sponda piemontese), sul Lago d'Orta e sul Lago di Mergozzo.
M5S su spiaggia Beata Giovannina - 29 Giugno 2016 - 10:24
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del MoVimento 5 Stelle Verbania, inerente gli ultimi sviluppi sulla vicenda della spiaggia della Beata Giovannina
Spiaggia o pontile? - 27 Giugno 2016 - 10:23
Negli ultimi giorni i nostri lettori ci segnalano situazioni di poco rispetto delle regole, questa volta sono dei bagnanti indisciplinati.
Interpellanza su spiaggia “Beata Giovannina” - 23 Giugno 2016 - 14:33
Riceviamo e pubblichiamo, il testo dell'interpellanza dei consiglieri comunali Carlo Bava e Renato Brignone, sull'assegnazione della spiaggia pubblica della “Beata Giovannina”.
Goletta dei Laghi: lago Maggiore ancora problemi - 10 Luglio 2015 - 09:02
"I monitoraggi del Cigno Azzurro fanno emergere ancora una volta una situazione negativa. Poco o nulla è cambiato rispetto allo scorso anno: i livelli di enterococchi intestinali ed escherichia coli sono ancora molto alti in più del 50% dei punti indagati dai tecnici di Legambiente".
Arpa promuove laghi e torrenti - 21 Giugno 2015 - 09:16
Nella cornice del Lago d'Orta Arpa Piemonte ha presentato venerdì, in una conferenza stampa, l'attività di monitoraggio delle acque di balneazione in Piemonte.
Spiagge: pulizia e riunione altezza lago - 18 Giugno 2015 - 17:29
Spiagge a Verbania: partita la pulizia straordinaria. Sull'altezza delle acque del lago ieri riunione a Milano. Riportiamo la nota dell'Amministrazione.
Si presentano i risultati del Progetto SISTO - 5 Aprile 2015 - 10:17
Il progetto SISTO (SIstema di Sorveglianza delle Tossine algali) ha lo scopo di gestire il rischio derivante dalle fioriture di alghe tossiche all'interno del nostro territorio
M5S sui laboratori Arpa nel Vco - 21 Febbraio 2015 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Cinque Stelle Verbania, dal titolo "Laboratori Arpa nel VCO la loro storia, il loro destino".
PD sulla Beata Giovannina - 8 Gennaio 2015 - 08:53
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Davide lo Duca Capogruppo PD Verbania, riguardante gli sviluppi della vicenda spiaggia Beata Giovannina.
balneazione - nei commenti
Forza Italia Berlusconi su spiaggia Beata Giovannina - 1 Settembre 2016 - 20:04
arringa confusa
caro Maurilio,come avvocato fai un po' confusione! andiamo con ordine. Santinato si aggiudica una regolare gara con l'offerta più alta,circa tre volte il canone attuale (e deciditi: se non capivi dove stava l'affare a 5600 euro,di sicuro lo capirai ancora meno ora,che pagano un terzo!). vinta la gara,sottoscrive un regolare contratto scritto non certo da lei,ma dai tecnici del comune,che prevede diritti e doveri,come ogni contratto. in seguito a pressioni forti di opinione pubblica e alcuni partiti politici (addirittura una petizione su change.org),Santinato decide di destinare parte della struttura al pubblico,anche se NON DOVEVA, da contratto; la concessione prevedeva un uso per noleggio imbarcazioni (che non "decollerà" mai). ..peraltro,il bar che per il comune prima non si poteva assolutamente fare,come per magia appare nella nuova gestione. a quel punto,visto che i bastoni tra le ruote iniziano ad essere un po' troppi,Santinato conviene che forse sia meglio lasciar perdere,e qui io non so come sia andata: mi spiego,se il comune ha revocato la concessione allora ha pagato una bella cifretta per rescissione anticipata unilaterale del contratto se invece la signora ha lasciato "spontaneamente" allora nessun esborso. nei due anni di buco,si decide che in quell'area si prevede la balneazione e il diporto NON A MOTORE (senza motore,o remi o vela o pedalò,per capirsi). alla fine,ci ritroviamo un area concessa a una cifra ridicola,dove vengono effettuate attività che al precedente concessionario venivano o contestate (noleggio barche) o proibite (bar) e con i motoscafi che sfrecciano tutto il giorno,coi loro bei motori (a benzina Maurilio...sci nautico col diesel?!). io non so se ci siano irregolarità,non spetta a me come cittadino stabilirlo. come cittadino però osservo che perlomeno sono stati usati differenti pesi e misure,e mi spiace constatare che tutti fingano di non vederlo.
Forza Italia Berlusconi su spiaggia Beata Giovannina - 1 Settembre 2016 - 11:35
Re: Re: Re: Spiaggia Beata giovannina
Caro Paolino, io non parlo di procura a vanvera, ma a ragion veduta. Provo a fare un riepilogo di quello che è successo, mi baso solo sulla mia memoria quindi se dico delle inesattezze, correggetemi! C’era una volta una spiaggia, un’amministrazione, non questa decide di intervenire e spende circa 200.000€; sistemata la spiaggia, la stessa amministrazione, la “cede” ad un privato per 5600€/anno! Ora, o sono stupido io, o non capisco dove stia l’affare! Cosa se ne farà il privato non si sa, ma non è consentito l’accesso alla spiaggia (cito l’articolo di vcoazzurratv già linkato da Giovanni%). Subentrata questa amministrazione, rescinde il contratto, e, per due stagioni, lascia la spiaggia libera. Da questa stagione, la stessa amministrazione, concede l’uso della spiaggia e del pontile, ad una società sportiva che pratica lo sci nautico (sport riconosciuto dal CONI) e concede di posizionare un container bar. Quindi, l’accesso alla spiaggia è libero, chi la gestisce offre (a pagamento, "ça va sans dire") servizi turistici che prima non erano neanche presenti sul territorio (gonfiabili, sci nautico, giochi d’acqua oltre alle consuete sdraio), come si dice, la spiaggia ha fatto girare l’economia (stipendi, acquisti forniture bara, gasolio per motoscafi,…). Cosa dovrei aggiungere? Personalmente credo che la città ci abbia comunque guadagnato! Se entriamo nello specifico, si ritiene il canone basso? Come ho già scritto, immagino che sarà stato stabilito nei termini di legge! Non è così? Allora è necessario che l’intervento della procura… La spiaggia è stata assegnata senza gara? La legge lo consente? Se no, anche in questo caso è necessario che l’intervento della procura… La legge lo consente, ma sarebbe stato meglio procedere con gara? Probabilmente è vero, giusto fare un’interpellanza, giusto sarebbe rispondere. Ma se la legge lo consente e se il progetto presentato è buono, non vedo perché non procedere in modo spedito. Peraltro, la determina dice, testuali parole, “il presente provvedimento, …, potrà essere sempre revocato, sospeso o modificato in tutto o in parte per ragioni di pubblico interesse e di sicurezza della navigazione senza diritto di indennizzi”, si può sempre tornare indietro! Ci sono altri element? Qualcuno dice che il pontile è troppo vicino all’area di balneazione, ci sono norme e regolamenti? Sono rispettati? Se sì, ogni polemica è inutile, se no è necessario denunciare la cosa agli organi competenti (Procura, Guardia Costiera,…)! “Cittadini con Voi” e “Sinistra e Ambiente” scrivono nell’interpellanza, post http://www.verbanianotizie.it/n757054-bava-e-brignone-tre-interpellanze.htm#commenti-37952, “è stata concessa un’area demaniale per scopi diversi da quella prevista dal piano per la gestione del demanio”. Non se la cosa sia completamente vera o sia un’interpretazione, se è vera, e non ho motivo per dubitare del contrario, sono previste deroghe? In questo caso sarebbe stato possibile concederle? Se no, cosa paghiamo a fare dirigenti e impiegati comunali se commettono simili errori? Nella stessa interpellanza, scrivono anche “…Si impegna l’Amministrazione a definire una variante che preveda per l’area un utilizzo che garantisca il diritto alla balneazione e al diporto non a motore”, mi chiedo, questo diritto è stato negato? La balneazione pubblica è possibile, il diporto non a motore anche, sono presenti opportune boe di segnalazione! Queste boe non sono sufficienti, o si ritiene sia meglio aggiungere, credo che basti chiedere e/o imporlo ai gestori, i termini della determina lo consentono! (segue)
Forza Italia Berlusconi su spiaggia Beata Giovannina - 29 Agosto 2016 - 11:24
Re: brutta roba il tifo
Caro paolino, ti faccio notare che l'oggetto del comunicato degli illustrissimi Chifu ed Immovilli, era: "SPIAGGIA BEATA GIOVANNINA balneazione FUORI LEGGE", continuando con: "a spiaggia pubblica e' stata privatizzata...scippando ai cittadini il diritto di libero accesso... viene permessa la balneabilità con le imbarcazioni che si spostano liberamente, quando i bagnanti sono in acqua.." Nessuna vera critica al canone o indicazioni sulla bontà delle scelte fatte dalla precedente amministrazioni! Ora, la prima cosa è palesemente falsa, non è stato in nessun modo "scippato ai cittadini il diritto di libero accesso", anzi, ora sono disponibili servizi turistici che prima non c'erano. La domanda che mi pongo è, Chifu ed Immovilli non sanno quello che dicono o mentono sapendo di mentire? Sulla seconda non posso aggiungere nulla, oltre al mio buon senso, ma se Chifu ed Immovilli sono certi di quello che affermano, basterebbe denunciare alle competenti autorità (Guardia Costiera, Polizia,...) la situazione, perchè non è stato fatto? Per quanto riguarda gli importi, non so e non sono in grado di valutare la bontà e la correttezza, ma a giudicare dalle cifre non tonde ( 853,37 e 816, 57), mi viene da pensare, ma NON HO VERIFICATO,, che siano importi tabellati da qualche regolamento comunale, regionale o altro! Se Chifu ed Immovilli ritengono queste cifre siano fuori mercato, al ribasso, non devono far altro che proporre, o far proporre, gli opportuni adeguamenti! Hai proprio ragione paolino, brutta roba il tifo! Saluti Maurilio
Forza Italia Berlusconi su spiaggia Beata Giovannina - 27 Agosto 2016 - 11:29
...qualcosa non torna...
...qualcosa non torna, non entro nei meriti tecnico/giuridici dell'affidamento, ma voglio portare una nota personale a commento di questo comunicato, Mio figlio ha frequentato per tutta l'estate la spiaggia in oggetto, nessuno gli ha mai vietato di entrare in spiaggia e di fare il bagno. Sono andato a prenderlo qualche volta, e ho potuto notare che le aree di balneazione e di attracco fossero ben distinte. Quindi, credo che l'utilizzo della parola privata sia fuorviante! Altre spiagge pubbliche sono in concessione ad attività sportive, riuscendo ad offrire un ottimo servizio alla cittadinanza, sport da una parte, pulizia, decoro e servizio dall'altra! Saluti Ma
Annegato nel lago Maggiore - 19 Luglio 2016 - 07:07
prevenzione balneare
Notizie come questa lasciano sempre un amaro in bocca, il perchè? è semplice, l'assenza di informazione: innanzitutto non viene detto/pubblicizzato che alla foce di torrenti e fiumi non si può fare attività balneare perchè è pericoloso (infatti è vietato). Non viene poi detto che: è sconsigliato gettarsi in acque fredde quando si sta esposti per troppo tempo al sole, quando si è accaldati e/o affaticati, perchè si rischia uno shock termico; lo stesso vale se si assumono bevande ghiacciate o si è fatto un pasto abbondante, si deve necessariamente rispettare un margine di tempo che va dalle 2 ore alle 3 ore e mezza, questo affinchè si completi la digestione; vale anche per chi non mangia nulla, è sconsigliato fare attività natatoria a stomaco vuoto. Basterebbe preparare per tutte le spiagge libere, (per quelle a ridosso di torrenti e fiumi mettere i divieti), un breve vademecum salvavita di poche righe (possibilmente in più lingue), come quello che ho dettato qui sopra, sicuramente i risultati, sotto il profilo preventivo, daranno i loro frutti, se non altro le morti per annegamento tenderanno a diminuire. Una cosa che invece ho sempre fatto fatica a capire è quella legata a tutte quelle realtà "di soccorso" che intervengono in questo specifico genere di soccorsi (che nel 90% dei casi nulla ci azzeccano), perchè tendono più a far emergere la loro presenza che essere efficaci nella sostanza. In ultima battuta un consiglio agli amministratori comunali di Verbania prima che si trovino qualche annegato sulla coscienza: togliete la balneazione a ridosso delle foci (come ad esempio nella zona dell'Arena) e mettete dei cartelli informativi multilingue sulle spiagge libere senza sorveglianza con precise indicazioni; mettete poi sulle spiagge attrezzate del personale di salvataggio in regola coi brevetti (non come è successo 2 anni fa che il bagnino di salvataggio del Lido di Suna aveva il brevetto scaduto da 8 anni), ed aumentate questa presenza per più ore al giorno, non come accade sempre al Lido di Suna, dove il servizio di salvataggio è garantito solo dalle 14.30 alle 17.30.
Traversata a nuoto e Giro podistico del lago di Mergozzo - 16 Luglio 2016 - 16:21
Si sfrutta sempre
Voglio solamente far notare che Mergozzo e il suo lago vengono sempre solamente sfruttati . Nessuno si interessa e fa rispettare il regolamento regionale del lago, tantomeno l'amministrazione comunale, ad esempio da sotto il municipio sino in paese e vietata la balneazione, ed immersioni perché zona portuale ma viene completamente disattesa, aspetto contraddittorio,GRAZIE
Mozione su spiaggia Beata Giovannina - 9 Luglio 2016 - 16:45
Spiaggia Beata Giovannina
E' ridicolo che si continui ogni settimana tornare a parlare della concessione data a privati di quest'area demaniale adibita ad attività di balneazione. Se quest'area fosse stata accatastata per servire solo a questo scopo e restare libera come prevedono le normative di legge, dubbi non c'è ne dovrebbero essere; quindi, anche la signora che aveva vinto in precedenza una regolare gara di assegnazione e pagava una pigione doppia rispetto agli attuali, era fuori regola. Le spiagge e le aree libere demaniali sono delle zone regolate da delle Leggi dello Stato ben precise e devono essere accessibili da chiunque voglia usufruirne senza pagamento di alcun balzello. C'è però una cosa che mi preoccupa un po di più riguardo alla reale destinazione dell'area citata, è quando sopra nella mozione qualcuno dice: -La predetta area della Beata Giovannina, oggetto della concessione è nomenclata con la lettera “C2” - Aree attrezzabili per la balneazione; sapete questo cosa sta a significare? che quell'area deve innanzitutto essere custodita, dovrebbe essere attrezzata di tutto punto sulla sicurezza (pattino di salvataggio o tavola, salvagenti, punto di soccorso, ecc. ecc.), ed avere un addetto alla sorveglianza balneare. Prima di qualunque altro passo o altri scritti verso il nulla, sarebbe meglio approfondire lo status reale di quell'area.
Mozione su spiaggia Beata Giovannina - 9 Luglio 2016 - 10:18
ambiguita politichese
Da semplice cittadino credo che l ambiguità sia nel termine "balneazione" e "attrezzabile alla balneazione".. Nel primo caso si intente un area magari allo stato brado dove si può fare il bagno liberamente, nel secondo caso credo che con la parola attrezzabile si intende: chiosco,ombrelloni,sdraio e perché no anche sci nautico. Credo quindi che il solito italiano nello scrivere quel piano abbia già a monte creato ambiguità.
Interpellanza progetti d'intervento spiagge cittadine - 30 Marzo 2016 - 06:35
spiagge
Prima di spendere un qualsivoglia euro per mettere a disposizione dell'utenza e/o del turismo zone da adibire a spiaggia (area dov'è possibile fare balneazione), sarebbe opportuno verificare a fondo se dette zone possono essere adibite per detto scopo; un esempio: la spiaggia dell'arena, area dov'è sempre stato possibile solo eseguire elioterapia e non la balneazione. Basta avere l'umiltà di chiedere almeno un consiglio ai tecnici del settore presenti sul territorio verbanese, cosa che non è mai stata fatta; in compenso però sono stati buttati al vento denari pubblici
Determina revoca gestione piscine comunali - 25 Novembre 2015 - 11:41
Coperta corta
Da utente della piscina, che frequento assiduamente, devo dire che da qualche mese a questa parte la qualità del servizio e dell'impianto è molto migliorata. Così come è migliorata, nel tempo, la qualità dell'acqua e lo stato di manutenzione della struttura, con continui interventi piccoli e grandi per ripararare, ristrutturare e modificare quanto non funzionava. Detto questo, non posso ignorare i fatti, cioè che Insubrika ha debiti pregressi nei confronti del Comune per consumi di acqua e altre cose. Credo che il problema sia di "coperta corta", vale a dire che Insubrika ha preso un rischio, assumendosi l'onere e la responsabilità di gestire l'impianto, che, stante le richieste pattuite contrattualmente, non è stato in grado di reggere. Quando ci si impegna a fare lavori, a pagare gli oneri manutentivi (energia e consumo idrico), ad assumere e retribuire il personale, a pagare un pur misero canone al comune, sapendo che non si può agire sui ricavi (cioè il prezzo del biglietto d'ingresso), non ci sono semplicemente le condizioni per operare in maniera redditizia, insomma il gioco non vale la candela. A mio parere credo che la soluzione di buon senso stia nel mezzo, cioè che Insubrika saldi i debiti, ma che il comune, tenuto conto che è il proprietario della struttura, si impegni a livello strutturale a eseguire opere necessarie e non le deleghi a privati che, non essendo enti di beneficienza, devono pensare di trarre un profitto da un investimento. L'errore, ancora una volta, è del Comune, che imbastisce gare al ribasso con condizioni così pesanti che a regime generano problemi (come adesso). Credo che vada ripensata la gestione dell'impianto, che è potenziabile e migliorabile, ma che può essere sistemato solo con l'intervento pubblico stanti i costi strutturali da sostenere. In seguito la gestione dell'impianto potrà essere oggetto di una gara che tenga conto della qualità dei servizi offerti e del numero di persone che si intendono assumere. La piscina è un bene della collettività, che deve essere mantenuto in efficenza e, possibilmente , potenziato. Il Comune ha l'obbligo nei confronti dei cittadini di occuparsi in prima persona della sua efficienza e può delegare solo la parte tecnica (corsi per principianti e agonisti, uso della palestra, ingressi per la sola balneazione, servizi di bar e ristoro il tutto dietro un corrispettivo). Se il comune "abdica" dalla sua funzione di gestore per lasciare spazio ai privati, la nostra piscina diventerà presto un ricordo, proprio come il porto....
Goletta dei Laghi: lago Maggiore ancora problemi - 28 Agosto 2015 - 18:43
Foce S. Giovanni?
Visto i tanti bagnanti che si tuffano alla foce del San Giovanni e dove non esiste un cartello di divieto balneazione ma esclusivamente un avviso di balneazione non protetta per mancanza di personale , come risulta lo stato di inquinamento ? Visto che vicino,vicino lo scarico della vasca di raccolta acque scure non manca di versare in acqua quello che la pompa non riesce ad inviare al depuratore . Mai visto assorbenti e altro nei dintorni ? Regolarmente arrivano al porto di Intra .
Zacchera: "Lago Maggiore pubblici sprechi" - 30 Luglio 2015 - 16:14
Per Paolino
Vorrei sottolineare che ho il massimo rispetto ed apprezzamento per tutti coloro i quali prestano servizio per la sicurezza della navigazione e della balneazione nel nostro Lago. Mi scuso se, per mia ignoranza, ho dimenticato di citare qualche altro ente, arma, o associazione di volontari che svolge questo importante ma "affollato" compito. Appare del tutto evidente, se ancora non fosse chiaro, che il fatto che le entità preposte al soccorso sono talmente tante che elencandole se ne dimentica qualcuna, dimostra che sono insensatamente troppe. Su questo punto condivido le idee del dr. Zacchera, mi rammarico che non abbia (per quanto ne so io) sollevato il problema quando era nella stanza dei bottoni. Concludo lanciando una proposta: tutte queste imbarcazioni dedicate allo stesso servizio, potrebbero essere distribuite in varie zone del lago, garantendo, grazie alla loro territorialità un intervento più tempestivo. Quindi sarebbe opportuno che le forze non fossero concentrate in un unico punto, ad esempio, fino all'anno scorso nel porto di Verbania, ma delocalizzate, a Feriolo, a Suna, a Ghiffa, a Baveno ecc., in questo modo i costi sarebbero sempre altissimi ma come contropartita ci sarebbe un servizio ancora migliore.
Intra: annega dopo tuffo nel lago - 23 Luglio 2015 - 19:39
Lettura della normativa
Giovanni, la ringrazio per l'indicazione della normativa. Ci avevo visto bene e come al solito ho ragione. Un testo normativo va letto integralmente. Legga l'articolo 9. Bisogna solo verificare se il comune ha apposto il cartello ""ATTENZIONE – balneazione NON SICURA PER MANCANZA DI SERVIZIO DI SALVATAGGIO".
Intra: annega dopo tuffo nel lago - 22 Luglio 2015 - 18:20
Bisogna approfondire
Devo approfondire la normativa. Forse a Mergozzo nella spiaggia libera non vi è obbligo della presenza del bagnino ma si deve segnalare bene quel tratto, in più lingue, con l'indicazione "ATTENZIONE balneazione NON SICURA PER MANCANZA DEL SERVIZIO DI SALVATAGGIO" o roba simile.
Intra: annega dopo tuffo nel lago - 22 Luglio 2015 - 10:07
Per Giovanni %
Guardi sig. Giovanni % a Mergozzo l'amministrazione ha aggirato l'ostacolo( dicendo non a mè ma alla regione piemonte )che non esistono spiagge dedicate alla balneazione nel comune. In ogni caso ognuno può avere le opinioni che vuole ma sino a che siamo in uno stato di diritto gradirei che le leggi vengano rispettae.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti