Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

tagli

Inserisci quello che vuoi cercare
tagli - nei post
Alcuni sindaci chiedono chiarezza sul nuovo ospedale - 3 Luglio 2018 - 14:33
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato critico, relativo alla tematica della Sanità nel VCO e Nuovo Ospedale, a firma dei Sindaci di Domodossola, Omegna, Cannobio e Borgomezzavalle.
UNCEM stato ambiente Piemonte e montagna - 25 Giugno 2018 - 13:01
Uncem Piemonte, a fronte dei dati presentati giovedì 21 giugno, da Arpa e Regione Piemonte, contenuti nella Relazione sullo stato dell'Ambiente 2018, esprime in un comunicato che riportiamo di seguito, alcune riflessioni per il sistema-montagna e degli Enti locali del Piemonte.
Letti di Notte 7° edizione - 20 Giugno 2018 - 17:35
Giovedì 21 giugno, alle ore 21.00, presso la libreria Alberti di Verbania per la 7° edizione di Letti di Notte , si terrà la presentazione del libro: Heidi, di Francesco Muzzopappa, Fazi editore.
Paffoni Fulgor Basket vince gara 1 di semifinale - 13 Maggio 2018 - 13:01
La Paffoni porta a casa con un eloquente 74-49 aggiudicandosi gara uno della semifinale. Al PalaBattisti rossoverdi sempre avanti e sempre in controllo, con gli ospiti che hanno pagato la serata disastrosa dall’arco. Simoncelli, Benedusi, Torgano, Arrigoni e Dip per la Paffoni, mentre Crema parte con Peroni, Paolin, Dagnello, Ferraro ed Amanti.
Poste montane: i sindaci chiedono più servizi - 9 Maggio 2018 - 13:01
I Comuni montani scrivono a Poste. Una lettera firmata dai Sindaci, protocollata da ciascun Ente, per chiedere nuovi servizi nelle aree interne e nelle terre alte. Di seguito la nota di UNCEM Piemonte.
Linea urbana trasporti Verbania – Omegna: modifiche e integrazioni - 5 Aprile 2018 - 09:16
L’Amministrazione Comunale di Verbania, VCO Trasporti SRL e l’Agenzia della Mobilità Piemontese hanno lavorato in queste settimane per trovare una soluzione alla razionalizzazione delle corse serali sulla linea Verbania – Omegna.
Poste non chiude più gli uffici nei piccoli Comuni - 28 Febbraio 2018 - 08:01
Uncem accoglie con favore la notizia annunciata dall'ad di Poste Italiane Del Fante che stamani ha presentato il piano Deliver 2022, spiegando che non vi saranno chiusure degli uffici postali nei piccoli Comuni entro il 2022. Di seguito la nota di Uncem Piemonte.
Una Verbania Possibile: trasporti e confronto - 26 Febbraio 2018 - 19:06
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del gruppo Una Verbania Possibile, riguardante il recente incontro sula questione tagli ai trasporti pubbli9ci, tra Amministrazione e giovani Democratici.
Giovani Democratici intervengono su tagli ai trasporti - 21 Febbraio 2018 - 15:03
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dei Giovani Democratici VCO, riguardanti i recenti tagli ai trasporti pubblici, e alcune istanze accolte in una recente riunione.
Songa: migranti, solidarietà ai sindaci dei piccoli comuni - 22 Gennaio 2018 - 15:03
Riceviamo e pubblichiamo, una nota di Luigi Songa, portavoce di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale per la Provincia del Verbano Cusio Ossola, riguardante le ultime notizie sui migranti.
Sciopero dei Vigili del Fuoco - 8 Dicembre 2017 - 17:52
Domani protesta dei Vigili del Fuoco, con quattro ore di sciopero nazionale, dalle 9 alle 13, in tutta Italia, che vedrà coinvolti anche il personale della provincia del V.C.O. Di seguito il comunicato di Conapo.
BellaZia: Le Baguette di Semola - 18 Novembre 2017 - 08:00
Del buonissimo pane fatto in casa, croccante e saporito, ottimo da mangiare a colazione affettato con burro e marmellata o a merenda farcito con del semplice salame.
Poste annuncia stop tagli e chiusure - 15 Novembre 2017 - 19:06
"È molto importante la presa di posizione di Poste Italiane che ieri, in audizione alla Camera dei Deputati, ha annunciato di non avere in previsione chiusure, tagli e riduzione dei servizi nei Comuni con meno di 5000 abitanti. L'azienda recepisce quanto sancisce la legge sui piccoli Comuni all'articolo 9, ma deve fare di più".
PD: Provincia VCO, no dimissioni di massa - 25 Ottobre 2017 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del PD riguardante la richiesta di dimissioni di massa nella Provincia del VCO: "no a dimissioni di massa. Un Presidente della Provincia è da preferire al migliore dei commissari possibili".
La Provincia per il Territorio: Province, si alle dimissioni - 18 Settembre 2017 - 20:05
Riceviamo e pubblichiamo, un nota del Gruppo La Provincia per il Territorio, che a stretto giro di posta si dice d'accordo con le dimissioni di massa richieste da Albertella e Porini.
Albertella e Porini: Province, dimissioni di massa - 18 Settembre 2017 - 17:01
Riceviamo e pubblichiamo, il testo della lettera aperta rivolta al Presidente ai colleghi consiglieri della Provincia del VCO, di Giandomenico Albertella e Rino Porini, dove avanzano qualche interrogativo, qualche riflessione e anche una proposta per cercare di individuare una strada comune che possa smuovere una situazione stagnate ormai da anni.
Personale delle Province in sciopero - 18 Settembre 2017 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo, il comunicato votato dall'assemblea del personale della Provincia del Verbano Cusio Ossola che si è tenuta il 13 settembre scorso. L'assemblea del personale si è inserita in una serie di iniziative a livello nazionale, che vedranno il culmine nello sciopero dei dipendenti delle Province e d elle Città metropolitane il prossimo 6 ottobre. A promuoverlo sono Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl.
"Dona la spesa per la scuola" - 8 Settembre 2017 - 17:04
Dopo il successo registrato con le scorse iniziative, Nova Coop propone anche all’avvio di questo anno scolastico una raccolta di materiale di cancelleria a favore delle famiglie in difficoltà.
"Una Provincia specifica ma di quadrante" - 10 Agosto 2017 - 15:44
E' questo il titolo del comunicato che riceviamo e pubblichiamo della lista La Provincia per il Territorio.
Lega Nord: Province, tagli e viabilità - 1 Agosto 2017 - 11:28
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lega Nord VCO, riguardante la situazione economica delle Province, e in particolare i problemi alla viabilità nel territorio del VCO e le recenti problematiche della Valle Strona.
tagli - nei commenti
Ospedale Unico: Potere al Popolo dice no - 25 Giugno 2018 - 08:20
chiaro
comunicato efficace,con pochi semplici numeri viene spiegato bene che l'ospedale unico sarebbe un bagno di sangue per i contribuenti e un ottimo affare (come sempre..) per il privato. il tutto condito da pesanti tagli al personale. non credo serva altro per bocciare questa follia.
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 2 Maggio 2018 - 17:14
Le ragioni della fusione per incorporazione
Ciao privataemail, nel caso della fusione tra Cossogno e Verbania non è richiesto un piano di fattibilità (che non credo proprio psia fatta a costo zero dalle università, finanche venga commissionato dal M5S) poiché questo studio è già stato fatto sul campo dagli amministratori dei due comuni nel corso dei due ultimi decenni verificandone convenienza e fattibilità. Risulta quindi evidente come i due comuni abbiano maturato un’esperienza tale per procedere consapevolmente verso la fusione, esperienza e consapevolezza che il restante 70% dei comuni evidentemente non aveva. Venendo ai dubbi: - se per aumento della spesa intende quella a carico dei cittadini mi risulta che la sola prevista, per altro solo tra cinque anni, sia l’allineamento dell’addizionale IRPEF a carico dei cossognesi, che credo possa ammontare a poche decine di euro l’anno; - le assicurazioni (e le rassicurazioni per alcuni) sono esplicitamente dettate dalla Legge Delrio n. 54/2014 che la invito a leggersi; - non può chiedermi ora quanti nuovi mutui saranno accesi in futuro, questo dipende da quanti investimenti saranno attuati per la città; - i costi burocratici della fusione non li conosco nel dettaglio, posso solo citarle i costi per il referendum consultivo, richiesto e deliberato in Consiglio Comunale, dalla maggioranza consiliare lo scorso novembre 2017 pari a quelli sostenuti nel 2016 per il referendum abrogativo sul tema del forno crematorio, richiesto dalla minoranza consiliare che poi non ha portato a nulla. A tal proposito vorrei rilevare il senso molto politico del secondo rispetto al primo, la fusione dovrebbe, infatti, essere fatta trasversalmente, indipendentemente dal colore politico, perché chi ne avrà il vantaggio è la città e i suoi cittadini. - avendo il comune di Cossogno nel 2017 un bilancio con un avanzo di 30.000€, ritengo sia stato capace di ottemperare alle manutenzioni richieste sul suo territorio, figuriamoci con 600.000€/anno in più per investimenti ordinari e straordinari, quota destinata a Cossogno dei 3.000.000 totali spettanti all’anno per la fusione; - la visione di un comune tanto ampio c’è e da molti anni, capisco che ci si preoccupi della fattibilità di questo progetto ma al contempo si esprimano le opinioni sulla base di una completa conoscenza dei fatti. Se necessario, sarà mia premura allegare la mia dichiarazione fatta in tal senso, e pubblicata su media e online, ove risulta con chiarezza come tale visione esista dal 1999; - i governi futuri potrebbero far tutto e il contrario di tutto, ma questo indicherebbe la solita scelta politica di partito molto poca onesta nei confronti della città e dell’intero territorio, 30.0000.000€ sono una priorità per chiunque abbia a cuore primariamente la città e non il proprio partito; - come già affermato la Legge Delrio prevede uno stanziamento per tutti i 10 anni previsti, e questo non lo può cambiare nessuno (esattamente come gli 8 milioni concessi a Verbania dal Bando Periferie); - la sua ultima domanda dovrebbe rivolgerla a qualcun altro dall’ego molto ma molto smisurato che di cattedrale nel deserto a Verbania ne ha creta un’enorme, lasciando a noi le croste da grattare. Per finire le risorse investite dallo Stato per le fusioni sono risorse pubbliche derivanti anche da tagli alla spesa ma sicuramente inferiori a quelle stanziate da sempre per la sopravvivenza di oltre 8.000 comuni (e qui parliamo di centinaia di miliardi di euro) che alla fine andrà a generare un forte risparmio, un ritorno utille per garantire migliori servizi per tutti, a iniziare da una possibile riduzione della pressione fiscale. Questo ci porta a pensare per logica che la razionalizzazione della spesa inizi innanzi tutto a livello centrale, con benefici che chiaramente andranno a ripercuotersi a tutti i livelli. Altrimenti mi spiega dove starebbe la convenienza per lo Stato? Dirimente risulta essere questa intervista al sindaco di Valsamoggia comune emiliano nato dalla fusione di ben 5 comuni i cui risultati estremamente positivi vengono evid
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 2 Maggio 2018 - 12:37
Re: Re: Insomma....
Ciao Claudio Ramoni Premesso che non ho ancora deciso cosa voterò, quanto scritto nella locandina mi lascia perplesso. "Risorse preziose per investimenti da decidere insieme" Credo che questo sia l'errore più grande, in consiglio comunale, giace ignorato da più di un anno un odg del M5S, dove si chiedeva uno studio di fattibilità, Studio di fattibilità redatto da terze parti, azione intrapresa nel 70% dei casi di fusione in Italia, in molti casi gratuitamente dalle università. Sulla base di quello studio si doveva progettare a priori come investire le ingenti somme, avere una visione ben precisa ed a lungo termine, oltre i 10 anni di contributi. I miei dubbi: In che misura sarà aumentata la spesa corrente? Quante e quali assunzioni saranno fatte? Quanti nuovi mutui verranno accesi? Quali saranno i costi burocratici della fusione? Di quanto saliranno i costi di una manutenzione seria che al momento Cossogno non è in grado di fare, considerando che la superficie comunale è superiore a quella di Verbania ? La visione ed il progetto di un nuovo comune così ampio, con obbiettivi chiari e concreti dov'è? I prossimi governi del nuovo comune, che potranno essere diversi dall'attuale, quali azioni porterà avanti? Sarà cicala o formica con le ingenti risorse che arriveranno? Nella legge di stabilità per il 2017 sono stati stanziati i milioni per le fusioni, lo saranno per tutti i 10 anni? Con quei soldi si faranno le solite cattedrali per saziare l'ego del politico di turno?A tutte queste ed altre domande che per praticità non elenco, si doveva trovare risposta prima. In definitiva, non si può ignorare quanto sia positivo l'arrivo di questi fondi, ma non dimentichiamo si tratti sempre di risorse pubbliche, a fronte di tagli alla spesa pubblica, al welfare, alla previdenza, e di una tassazzione generale tra le più alte in Europa. Quindi se spesi pensando alle future generazioni, ed a una vera razionalizzazione dei costi delle amministrazioni locali, avremo un vero beneficio, diversamente sarà l'ennesimo spreco, anziché un volano per il rilancio economico e turistico di Verbania.
Il Palio Remiero si trasferisce a Omegna - 30 Aprile 2018 - 09:48
Trasferimento Palio Remiero
Senza arrogarmi alcun tipo di presunzione, desidero dare un mio personale apporto agli organizzatori del Palio Remiero, senza peraltro entrare nel merito delle motivazioni turistico/politiche che hanno portato alla migrazione da Pallanza ad Omegna di questa decennale manifestazione. Faccio una breve premessa: per mia natura, ogni qualvolta mi espongo a fare commenti e/o dare giudizi, come ad esempio in questo blog, lo faccio mettendo i miei dati anagrafici reali, quindi, le molte persone che mi leggono sanno dell'impegno ultra trentennale che dedico al volontariato, in particolare al soccorso in acqua e all'aiuto verso le persone indigenti, e sanno che lo faccio partendo da inderogabili basi. Dico questo per far capire agli organizzatori della manifestazione in questione che tutto quello che ho realizzato per migliorare le attività operative e le varie manifestazioni realizzate, l'ho fatto contando solo ed esclusivamente sulle mie capacità di aggregazione e di coinvolgimento, molto poco sul concreto aiuto di Enti Pubblici, come in questo caso il Comune che, con i continui tagli ai finanziamenti imposti dalla melma di Roma per mantenersi i privilegi, sono sempre più in ristrettezze. Certo, dalle Amministrazioni Pubbliche ho ricevuto una mano, mi hanno parzialmente patrocinato parte di quanto ho elencato, mi hanno regalato la stampa delle locandine e la gratuità dell'occupazione di suolo pubblico o dell'utilizzo gratuito di loro strutture, ma mai del denaro, quello me lo sono sempre cercato io con gli sponsor e i benefattori: Tutto quanto sopra detto è per arrivare a dire che il Palio Remiero, già 15 - 20 anni fa avrebbe dovuto avere degli sponsor di portata Nazionale e non basarsi e contare sempre e solo sui pochi contributi dei commercianti di Verbania e sull'Amministrazione Pubblica, perchè quegli sponsor avrebbero portato ampie boccate di ossigeno in termini economici, tanto da avere sempre da parte degli avanzi di gestione utili per i periodi di magra, Mi spiace ammetterlo, ma penso che la colpa di questa migrazione non è da imputare alla riduzione del contributo del Comune.
M5S no all'ospedale in collina - 28 Febbraio 2018 - 13:17
Ribadisco il mio NO
Ribadisco il mio NO soprattutto perchè è detto chiaramente che si effettueranno tagli sul personale proprio in un momento in cui già c'è scarsità di lavoro soprattutto nel comparto sanità, ove medici e paramedici sono cosretti a turni massacranti.Basta con i tagli alla spesa di montiana e forneriana triste memoria.Se si deve tagliare cominciamo dal mega aereo voluro da Renzi del quale in campagna elettorale non si fa cenno.Italiani, popolo dalla memoria troppo corta...
Sicurezza de Il Maggiore: la commissione dice OK - 4 Luglio 2017 - 11:04
Re: Al di la dei tifi e delle fazioni...
Ciao Maurilio Non sono d'accordo, è anche una questione politica Facciamo un esempio: Io committente (Comune) decido di costruire casa, mi affido ai tecnici per i permessi, i progetti e le varie pratiche da sbrigare, vengono individuate le varie ditte per l'esecuzione dei lavori, i quali vengono eseguiti dietro miei suggerimenti limitati dai vincoli progettuali e dalle disposizioni tecniche. I tecnici e le autorità competenti mi dicono che ci sono alcuni problemi di sicurezza, andrebbero fatti adeguamenti a mie spese, non preventivate. Arriveremmo spendendo parecchi soldini vicini agli obblighi di legge, ma non saremmo comunque perfettamente in regola, avremmo una sorta di deroga dovuta al fatto che ho una caserma dei pompieri nelle immediate vicinanze, non sappiamo se resterà sempre lì perchè i tagli dal governo sono sempre in agguato, se spostano la caserma dei Vigili del Fuoco, sono di nuovo fuori norma. Ovviamente mi ritrovo o dover spendere molti altri soldi per adeguarmi, senza considerare che nel malaugurato caso scoppiasse un incendio con vittime, le assicurazioni stipulate da me, ma anche dalle vittime, si rivarrebbero su di me, e questo bizzarro ping pong, del siamo in regola ma non proprio, la commissione dice di si ma.......ecc ecc potrebbe essere usato in tribunale. Ora io come Committente amministrazione comunale devo agire, con oculatezza e parsimonia o continuare a pagare? Voi lo fareste? Quindi se voglio agire, lo devo fare politicamente chiedendo conto a chi ha progettato, al responsabile del progetto e tutte le figure professionali ben retribuite da me, per fare il loro lavoro, ci sono stati degli errori? capita nessuno è infallibile, ma perchè deve sempre pagare Pantalone? nel mondo reale di chi ha una attività in proprio (vale anche per i dipendenti) se sbagli nessuno paga per te, e questo permette una selezione naturale, premiando competenza ed impegno, nel pubblico spesso questo non avviene, motivo per cui ci si ritrova spesso con cattive opere costose, e debiti a carico dei cittadini.
M5S su revoca fondi Fondazione Cariplo - 18 Gennaio 2017 - 18:10
eterni problemi Sanità VCO
e dove li trovano i soldi per erigere un nuovo Ospedale dal momento che hanno sbandierato il tanto agognato pareggio di bilancio(entro Gennaio 2017) , hanno rimpinguato generosamente gli stipendi dei Direttori Generali, hanno ridefinito i primariati sul Territorio, continuano a mantenere i doppioni e i "tripploni" dei Reparti ma costringendone altri coi rispettivi Operatori a sopportare turni massacranti pur di mantenere standards di qualità accettabili? E il nuovo Ospedale ,ammesso che sorga, mica lo vanno a costruire in regione ex Tecnoparco,pianeggiante,ben servita, accessibile,quasi completamente derserta ormai,dove ci potrebbero stare tutti i Reparti,un grande DEA, tutti i Srvizi: Ambulatoriali,Amministrativi,Manutentivi,Didattici,Congressuali(a voler essere magnanimi): no!, a Ornavasso sul fianco della montagna con accessibilità problematica a detta di molti.E da ultimo,chi potrà mai ambire a dirigere un Reparto di un siffatto Ospedale che già oggi ha perso lustro e credibilità essendone venuti a mancare i riferimenti in seguito al depauperamento di Operatori dovuto in parte a pensionamenti ma anche a demotivazioni professionali che hanno sempre escluso la meritocrazia. Un Ospedale,qualunque esso sia,si regge su medici e infermieri: quanto più sono bravi e preparati tanto più cresce. E non si regge e progredisce su un concetto di tipo aziendale.Un Ospedale non potrà mai essere un'Azienda.Un Ospedale ,limitatamente alle sue proprie esigenze, deve essere luogo di cultura, scienza e conoscenza,sperimentazione,dialogo,confronto,didattica,luogo di valorizzazione dell'uomo anche nei suoi aspetti piu fragili e drammatici,luogo di ricerca e crescita professionale continua.Tutto ciò non si ottiene coi tagli di Personale Servizi e Prestazioni e con l'incalzante e sconsiderata burocratizzazione del lavoro ma con l'innalzamento della qualità e la continua motivazione del Personale negli ambiti specifici delle branche.E' forse la conclusione di una favola che ho avuto la fortuna di vivere insieme a molte altre Persone eccezionali ma è bello e giusto anche sognare. Oggi non è più tempo.
Confermato lo sciopero alla Sacra Famiglia. - 14 Novembre 2016 - 14:49
Mi associo
Mi associo (...per quel che può valere) a Giovanni%: basta tagli su sanità ed assistenza i soldi, se vogliono, li possono trovare altrove!
Cartelli coperti dalla vegetazione - 5 Settembre 2016 - 12:44
Ormai....
Ormai gli unici tagli che si fanno in Italia sono quelli ai posti di lavoro (in sti giorni tocca ai bancari essere presi di mira), alle pensioni, agli stipendi, alla sanità, alla scuola, ai trasporti, ai servizi, alle forze di polizia e di soccorso e via elencando........
Rovi in via Michelangelo Buonarroti - 21 Agosto 2016 - 15:35
A furia di tagliare....i risultati
Può sembrare un gioco di parole ma così non è: i mancati tagli (di vegetazione) sono il risultato dei tagli effettuati : si tagliano i fondi all' ANAS, alle regioni, alle provincie, ai comuni, si taglia sul personale abolendo il turno over e quello che resta in servizio è sempre più vecchio, stanco, acciaccacto e demotivato, si taglia comunque e dovunque, in ogni settore e questo, quello che non si tagliano più le piante e la vegetazione che invadono le strade è uno dei tanti risultati di una politica eco nomica disastrosa e sempre più succube di quell'obrobrio chiamato Europa. Peccato non si tagli mai dove si dovrebbe.........già, l'importante (...per loro perchp al popolo non può fregargliene di meno) è la riforma della Costituzione, la riforma del Senato e c....ate simili.
Marcovicchio: "Profughi subito al lavoro in scuole e strade" - 12 Giugno 2016 - 18:55
Sarà....
Sarà tutto ciò che si vuole, ma ame sembra che si stia raggiungendo il livello di guardia: fare tracimare la pazienza degli italiani in questo campo sarebbe molto, ma molto, pericoloso sia per chi viene in Italia convinto che comunque sia, prima o poi, qui troverà una sistemazione, sia per chi, italiano in in Italia, vede che opgni giorno si efftuano tagli ovuqneu ma i soldi per questa gente si trovano sempre. Penso sia giusro porre un alt definitivo a questi arrivi prima che qualche sconsiderato perda la calma.
Governo su posta a giorni alterni: "Il piano va rivisto" - 29 Marzo 2016 - 18:17
Anche nelle poste...
Anche nelle poste non si assume più: in un paese che è in crisi di produzioni perchè la gente non può spendere, un governo saggio dovrebbe indebitarsi ancora di più, tornando ad assumere, rinnovando contratti, perchè solo se mettiamo le persone nella condizione di spendere queste a loro volta genereranno fabbisogno di materie ed oggetti o di terziario e ridaranno ossigeno all'economia. Altrimenti con la politica dei tagli ci sarà solo un'avvitamento su se stessi con una crescita in continuo calo e la disoccupazione in aumento. Io la vedo così e nessuno mi farà cambiare idea.Bisogna invertire rotta e marcia.
Governo su posta a giorni alterni: "Il piano va rivisto" - 29 Marzo 2016 - 13:36
Chissà perchè
Chissà perchè molti vogliono tagliare, risparmiare, sopprimere posti di lavoro solo....sulla pelle degli altri! Curioso questo modo di intendere tagli e risparmi! Nel momento in cui siamo, col governo che ci troviamo senza averlo scelto, slavre anche un solo posto di lavoro, fosse anche quell'impiegata/o postale dell'ultimo paese dell'ultima valle dell'ultima regione a me sembra importante. Dietro quell'impiegato/a in genere c'è una famiglia, figli, esigenze quotidiane; mi pare che molti commentatori sono diventati montiani, foneriani,renziani: parola d'ordine "tagliare". Ma che si taglino loro quello che dico io!!
Posta a giorni alterni: TAR rinvia causa - 29 Febbraio 2016 - 13:21
Piccola esperienza odierna
Stamattina 29 febbraio verso le 11.30 il postino mi ha recapitato la missiva della Regione Piemonte per il pagamento del bollo auto da effettuarsi entro il....29febbraio, cioè oggi. Nel villaggio dove io vivo non ci sono sportelli di Unicredit, delegazioni ACI ricevitorie lotto ed altre amenità del genere, Ma per fortuna c'è un piccolo ufficio postale aperto tutti i giorni, così con una corsa affannosa 10 minuti fa sono riuscito a pagare il bollo dell'auto in tempo e ad evitare sanzioni e/o soparattasse. E se l'ufficio postale fosse stato soppresso, se avesse aperto solo a giorni alterni ed oggi fosse stato un "giorno no" cosa avrei potuto fare? Ai faciloni fautori di tagli, riduzioni,soppressioni ( sempre a a spese degli altri, ben inteso)l'ardua risposta. E non suggeritemi di prendere l'aereo di Renzi per recarmi al più vicino ufficio per la riscossione, Vi prego!
Posta a giorni alterni: TAR rinvia causa - 28 Febbraio 2016 - 08:57
Servizi
Lo dice la parola stessa: "servizio", un qualcosa che si DEVE dare e non per forza deve costituire un guadagno.Ma da quan do Poste Italiane è diventata una spa è ovvio che a fine d'anno gli azionisti pretendano dei dividendi. L'errore sta nella privatizzazione di molti servizi che dovevano restare pubblici. E finiamola con sti tagli, sta spending quel che l'è per dover rendere sempre conto ad un' Unione Europea che è solo una gran ca.....ta! Italiani, noi padroni a casa nostra!
Ringraziamento al personale DEA - 2 Febbraio 2016 - 17:24
Non dovrebbero sbagliare.
Errare humanum est. Sì, ma non dovrebbe succedere, quando si tratta della pelle dei pazienti. In ogni caso fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio, per cui si deve controllare tutta la documentazione, per evitare errori dei medici, degli infermieri e degli impiegati del CUP. Personalmente lo faccio sempre, e qualche volta trovo errori lapalissiani, e così riesco ad evitare che mi facciano danni. Ho notato ( penso anche voi ) che il personale sanitario sta subendo tagli e sovraccarico di lavoro, per questioni di spesa pubblica, anche se sarebbe più saggio risparmiare su spese inutili, come tante che si osservano persino qui nella povera dimenticata Verbania.
Ringraziamento al personale DEA - 2 Febbraio 2016 - 06:05
Bene
Ogni tanto ci vuole... Al di là di quello che si può dire, la causa dei disservizi non riesco ad imputarla sempre al personale. Quando mi sono ferita al tendine della mano e' si vero che mi hanno fatto aspettare, ma anche perché non avevano la possibilità di fare altrimenti... Dico solo che a causa dei tagli della sanità' erano proprio in due gatti a cercare di sopperire a tutte le urgenze e nemmeno sapevano dove poter mettere le persone a causa della mancanza di posti letto... Poi ogni situazione credo sia a se'
Ex Casa della Gomma Si/No - 24 Gennaio 2016 - 21:43
x Clerval
Ex casa della gomma "destramente organizzata da Parachini " ? Domandalo ai consiglieri PD , siamo alle comiche: Cosa dovrebbero fare i consiglieri x Veneto Banca ? Nella vicenda Veneto Banca contano come il 2 di picche ,pensi che a Montebelluna ascoltino il Ns Sindaco ? Per favore , il problema di Veneto Banca è talmente importante che il New A. D deve percorrere ,in fretta, la strada obbligata del taglio dei costi "dei rami secchi" .Possiamo aiutarlo solamente dimostrando fiducia mantenendo sempre in quella banca i nostri depositi e sottoscrivendo il nuovo aumento di capitale e non implorando limitazioni ai tagli. In questo particolare momento dobbiamo aiutare la Banca per salvare anche i posti di lavoro . Come piccolo azionista sottoscriverò l'aumento di capitale per aiutare la banca e per mediare il costo delle mie azioni, come dovrebbero fare tutti gli azionisti . E' vero che ho perso l' 80% del capitale investito ma,come tutti, ero ben consapevole che l' investimento azionario è un rischio e riscontro ,non mi consola,che tanti azionisti di altre banche più grandi hanno subito pari perdite . Magari ,per porre rimedio, il Comune ha spostato il conto delle Tesorerie presso la Veneto Banca.
Sciopero Nazionale Sanità - 16 Dicembre 2015 - 22:55
Va beh, dai !!!!!!
Dai, non litighiamo per così poco !!!!! Debbo appoggiare Andrè nei suoi commentie, perchè proprio ieri, dopo una visita specialistica di controllo bimestrale all'Ospedale Castelli, la dottoressa, all'atto di consegnarmi la documentazione della visita appena fatta, ha aggiunto che con i nuovi tagli alla sanità, non vengono più consegnati i CD con i risultati delle analis effettuate, perchè costano, e se uno lo richiede, allora lo consegnano ugalmente gratuitamente ( cioè, fammi capire, allora ? ). Siamo alla frutta, e tutto ciò non agevola nè medici nè personale infermieristico, cha già si sbatte ogni giorno e notte ad assistere gli ammalati con turni a gogo.
"Sanità privata VCO in agitazione" - 3 Novembre 2015 - 13:33
a fianco dei lavoratori
certo, ma non capisco l'inizio del comunicato .." a seguito dei tagli alle strutture private..." stanno massacrando la sanità pubblica vorrei vedere che non tagliassero su quella privata che troppo spesso si è presa il meglio lasciando i costi al pubblico.. sono società a scopo di lucro non opere santissime di volontariato... in alcune strutture (non piemontesi) sono state modificate cartelle cliniche, sono avvenuti esami o operazioni che non dovevano essere effettuate o inutili.. solo per avere rimborsi sempre più alti dalle regioni , che se la prendano con i datori di lavoro e non con la regione .
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti