Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

camorra

Inserisci quello che vuoi cercare
camorra - nei post

LibriNews: "L'Americano" - 30 Maggio 2017 - 08:01

Per la rubrica a cura di Zest Letteratura Sostenibile, un progetto culturale dell’Associazione We feel Green, oggi proponiamo “L'Americano”, Massimiliano Virgilio, Rizzoli 2017.

Sfuggito al blitz antidroga preso a Gravellona - 26 Febbraio 2017 - 10:23

Un latitante che figurava tra i ricercati nel corso dell'ultima operazione palermitana che ha visto finire in carcere 13 persone, è stato fermato a Gravellona Toce.

Associazione 21 Marzo vince "Libera in Goal" - 15 Settembre 2015 - 09:41

"Udine, Trieste, Bologna, Napoli, Firenze, Sarzana, Torino e tante altre città si sono sfidate nell’ormai tradizionale torneo della legalità “LIBERA IN GOAL” organizzato da diverse associazioni aderenti alla rete antimafia fondata da Don Luigi Ciotti".

Letteraltura: sabato tra disegni, Rwenzori e Scampia - 26 Giugno 2015 - 10:23

Sabato 27 giugno 2015, proseguono gli eventi di Letteraltura, da Matteo Pericoli e cosa vedono e pensano cinquanta scrittori guardando, attraverso il disegno, fuori dalle proprie finestre, alle cartoline dal Monte Rwenzori terza montagna d'Africa, al teatro con "Al di là della neve. Storie di Scampia".

Letteraltura: venerdì tra Harvè Barmasse, Ande e romancio - 25 Giugno 2015 - 11:27

Ospite d'eccezione al festival LetterAltura, venerdì 26 giugno alle ore 16.30, nel Chiostro dell’Hotel Il Chiostro, con il grande alpinista valdostano, uno dei più forti alpinisti viventi, Hervé Barmasse, che intervistato da Enrico Martinet, presenterà il suo La montagna dentro.

Presentata LetterAltura 2015 - 6 Maggio 2015 - 13:01

Da Marc Augé a Sandra Petrignani, da Simone Moro a Isabel Suppé, da Domenico Quirico a William Dalrymple grandi personaggi si incontrano sul Lago Maggiore e nelle valli cusiane e ossolane per parlare di letteratura di montagna, viaggio e avventura.

Zacchera: Parachini un errore - 24 Febbraio 2014 - 09:42

Riportiamo dal sito di Marco Zacchera l'ultimo numero della Newsletter "Il Punto", argomenti trattati: Verbania: gli errori del centro destra - Renzi - Addio Eduardo – Pansa, Ossola e "Bella Ciao" - Italiani dimenticati all'estero – Via i Marò - Venezuela.

Raffiche di vento danni tra Vco e Novara - 2 Febbraio 2013 - 20:40

Forti raffiche di vento nelle zone del lago d'Orta e in tutto il Vco. Ad Omegna parte del tetto di una scuola, "Vco Formazione", e' stato sollevato ed è finito nel torrente Nigoglia.

La mafia si tenne il tesoro, anche a Verbania - 18 Dicembre 2012 - 09:44

Castelli, ville, tenute: oltre 400 immobili sequestrati ai clan rimangono ancora in mano ai familiari dei boss. Dal Piemonte alla Sicilia, così lo Stato si arrende, anche a Verbania uno di questi tesori.

Ex prefetto condannato per peculato - 19 Giugno 2012 - 16:20

Riccardo Ubaldi, ex prefetto della Provincia del VCO per un anno, fra il 2008 e il 2009, è stato condannato a 7 mesi con la sospensione condizionale della pena e la non menzione per il reato di peculato. Concesse anche le attenuanti generiche.
camorra - nei commenti

Ubriaco e armato: espulso - 16 Agosto 2017 - 10:50

Re: robi ......
lucrezia borgia, non mi sembra. Alcuni settori delinquenziali sono certamente in mano a stranieri ma non puoi mica venirmi a dire che la mafia, camorra e 'ndrangheta sono controllati da stranieri.

Manifestazione del 21 marzo: viabilità fortemente modificata - 22 Marzo 2017 - 14:13

gli eroi antimafia ed il saccente Andrè
-....già ma che c...o ne sapete voi di chi era Peppino...- eccolo il solito saccente Andrè che pensa di essere l'unico erudito o quantomeno informato e considera tutti gli altri ignoranti: la solita spocchia sinistrorsa. Ma lasciamo perdere che tanto raglio d'asino in ciel non sale. I veri eroi dell'antimafia/'ndragheta/camorra/sacra corona unita ecc, non sono i personaggi che ieri hanno fatto la loro sfilatina ben protetti recitando le loro scontate litanie e poi sono tornati nei loro lontani ed accoglienti nidi: i veri eroi antimafie sono i tanti cittadini calabresi, siciliani, campani, pugliesi, onesti (e ce ne sono tanti, credetemi) che tutti i giorni restano al loro posto attaccati alla loro terra, alle loro origini, alle loro tradizioni, al loro lavor in terra o sul mare e che ogni giorno si sforzano di convivere come possono, non collaborando con certa gente, ma che sono obiettivamente impossibilitati a mettersi di traverso perchè quelli non ci pensano un secondo a fare la pelle a te, ai tuoi figli, a tutta la tua famiglia, quei cittadini che non hanno alle loro spalle una scorta h24, che semplicemente subiscono perchè ribellarsi potrebbe essere ferale per chi amano.Eroi sono quelle forze dell'ordine che ogni giorno rischiano la pelle per difendere i loro conterraei onesti. Tutte cose che tipi come Andrè non possono capire perchè di certe realtà hanno solo sentito parlare a distanza ma non le hanno mai constatate direttamente.E allora via con le sfilate, le bandiere, i coretti e gli slogan: e le mafie si sganasciano dal ridere.

Paolo Ravaioli nuovo segretario provinciale PD - 1 Marzo 2017 - 15:41

Re: UN CONSIGLIO....
Ciao SINISTRO CONDIVIDI 1 marzo 2017 11:40 NAPOLI Napoli, camorristi del clan più potente in città si iscrivono al Partito Democratico Affiliati al clan Contini tesserati al PD. Il clan egemone nel centro città ha inserito suoi affiliati tra gli iscritti al partito. A denunciarlo alcuni militanti dello storico circolo di San Carlo All'Arena in una lettera alla segreteria provinciale del Partito Democratico. CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO SU 3.608 COMMENTA A Napoli c'è un nome che più di tutti vuol dire camorra, quel nome è Edoardo Contini. Il suo clan non ha mai vissuto "scissioni", il suo territorio gli è sempre stato fedele. Eduardo ‘o romano è stato la chiave di volta dell'Alleanza di Secondigliano, il cartello che ha egemonizzato per oltre 20 anni Napoli. Non c'era grammo di coca o appalto che si realizzasse senza il placet dell'Alleanza ed Edoardo Contini ne era il reggente. Co-fondatore insieme al defunto Gennaro Licciardi, Gennaro ‘a scigna e il giuglianese Francesco Mallardo alias Ciccio ‘e Carlantonio del gruppo criminale più potente della città ne è diventato il leader grazie alla sua capacità di unire "plata y plomo". Una grande capacità diplomatica che gli ha permesso una latitanza durata durata 7 anni lontano dal suo quartiere: San Carlo all'Arena. Anche mentre era in fuga il suo clan non ha mai ceduto, non si è mai diviso, è rimasto compatto intorno all'ultimo padrino di Napoli. Oggi, nonostante il Romano sia in carcere, i Contini sono ancora l'ultimo gruppo camorristico capace di resistere alle "paranze" dei baby-boss. I suoi affiliati controllano il centro città ma soprattutto controllano San Carlo All'Arena, uno dei quartieri più popolosi di Napoli. LEGGI ANCHE: Caos PD a Napoli: presunta compravendita di tessere del partito a Miano A San Carlo c'è anche una sezione storica del PD. Una di quelle che sta lì da quando il PD si chiamava ancora Partito Comunista Italiano. Ma a San Carlo All'Arena – come in tanti altri circoli – c'è aria di congresso e i ras locali hanno iniziato la solita infornata di tessere. Dal primo gennaio al 14 febbraio a Napoli – al Partito Democratico – si erano iscritti in 2000, ovvero 300 iscritti a settimana. Poi scatta quello che nessuno poteva prevedere: la scissione, il congresso. Ed ecco che i ras delle tessere iniziano ad imbarcare iscritti: dal 14 febbraio al 28 febbraio, 30 mila persone avrebbero preso la tessera del Partito Democratico, una media di 15 mila a settimana. Nel PD tessere sono importanti: ogni 10 iscritti si ha diritto ad un delegato al congresso. Più tessere uguale più delegati, più delegati uguale più potere. continua su: http://napoli.fanpage.it/napoli-camorristi-del-clan-piu-potente-in-citta-si-iscrivono-al-partito-democratrico/ http://napoli.fanpage.it/

Fronte Nazionale su fatti di Colonia - 9 Gennaio 2016 - 14:14

Attenzione!
Attenzione però che il 90% degli abusi e violenze su minori e donne avviene, almeno in Italia, nell'ambito o della famiglia o di amici/conoscenti. Non si generalizzi poi, il fatto che in Italia ci sia la mafia, la camorra e la ntrangheta non significa che tutti gli italiani siano mafiosi o camorristi. Il reato penale è individuale e ne è responsabile chi lo commette.

Carabinieri: controlli e un arresto - 9 Marzo 2014 - 23:55

letto bene su stampa han detto eran tutti la :)
Sì sono io Orietta!! Radicale da 30anni!!! Da sempre sostenitrice della legalizzazione!!!! Convinta che in galera debba andare chi ruba e rovina l'Italia e non chi fa un uso ludico di sostanze che la natura ci offre!!! Più importante : un uso medico di queste sostanze... demonizzate da una propaganda ottusa e proibizionista ...in qst anni numerose ricerche e testimonianze hanno dimostrato l'efficacia x malattie tipo la sclerosi !!!! Sicura che se ci fosse la legalizzazione, tante vite non sarebbero rovinate da un'ingiusta detenzione ....e soprattutto le organizzazioni criminali non avrebbero i miliardi di guadagno avuti fino ad oggi. Ancora più sicura che le forze dell'ordine sarebbero impegnate a reprimere il vero crimine, la guardia di finanza stanare i grandi evasori... ci sarebbe un mondo dove va in galera chi è veramente criminale e fa del male agli altri e non "magari" solo a se stesso e "forse" ha bisogno di medici e non di poliziotti e che i grandi quantitativi sono le tonnellate che ogni giorno entrano nei porti italiani dove mafia e camorra comprano e chiudono gli occhi di tutti!!!!
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti