Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

autisti

Inserisci quello che vuoi cercare
autisti - nei post
Bus e itinerari non rispettati - 23 Marzo 2016 - 10:13
Riceviamo una mail di un lettore del blog, che lamenta il mancato rispetto dell'itinerario del bus per Piancavallo, causa di disagi e ritardi al lavoro.
Corso Patenti per Vigili del Fuoco Volontari - 10 Dicembre 2015 - 19:36
Domenica 06 Dicembre, si è concluso un ulteriore Corso Patenti Terrestri rivolto ai Vigili del Fuoco Volontari dei nove Distaccamenti Volontari del Verbano Cusio Ossola.
Inaugurazione percorso “Cammino tra natura e spiritualità” - 9 Maggio 2015 - 09:02
Primo tratto: Sacro Monte Calvario (Domodossola), Boschetto (Villadossola), domenica 10 maggio 2015 gita del CAI dal Sacro Monte Calvario di Domodossola alla località Boschetto di Villadossola.
Trenino DomoAlpi: corsi per professionisti del turismo - 8 Febbraio 2015 - 14:01
Al via in febbraio i corsi di formazione per i professionisti del turismo. Le attività del “Trenino DomoAlpi” proseguono con l'avvio di sei nuovi corsi di formazione dedicati al settore turistico.
In carrozzina sul Bus: l'autista non l'aiuta - 18 Luglio 2014 - 08:02
Riceviamo tramite Loredana Bazzacchi, Presidente Quartiere Intra, il racconto di una signora disabile che si è vista rifiutare l'aiuto per salire e scendere dal Bus dal conducente, operazione alla fine risolta dagli utenti.
Partorienti portate a Verbania: proteste in Ossola - 4 Luglio 2014 - 18:05
La Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), emette un comunicato, in cui lamenta il trasporto, da parte del 118, di partorienti ossolane al nosocomio verbanese.
Quartiere Intra: le cose da fare - 2 Luglio 2014 - 09:42
Riceviamo e pubblichiamo, da Loredana Bazzacchi, Pesidente del Quartiere Intra, una nota con alcuni spunti, frutto anche di sollecitazione di cittadini, e presentata all'Amministrazione.
Ancora multe ai turisti, riparte la polemica - 13 Ottobre 2012 - 18:48
Ancora polemiche in città da parte dei camperisti, le lamentele riguardano alcune multe che avrebbero subito oggi alcuni turisti presenti in città.
autisti - nei commenti
Ipotesi di passeggiata Intra - Suna - 11 Ottobre 2016 - 21:03
Re: A favore della pista ciclabile
Ciao info L'idea del segway mi sembra interessante, riguardo al costo autisti è vero potrebbe far lievitare i costi, ma di sicuro aumenta occupazione e poi non è detto, se il servizio funzionasse a pieno ritmo le entrate sarebbero maggiori rispetto alle attuali. Piccoli bus possono essere modulati sui flussi stagionali, ed il fermo macchina non sarebbe grave come per un mezzo da 2/300 mila euro, mentre gli autisti potrebbero in parte essere stagionali. E non essendo necessaria la patente D si potrebbe pensare anche a prestazioni per il fine settimana, moltissimi potrebbero essere i candidati e costerebbe meno di un autista con patente D. Si deve pensare in un ottica da qui a 30/40 anni prima di sperperare danaro pubblico, pensiamo a 30 anni fa, non avevamo nemmeno internet, ora in mobilità la telefonia permette usi infiniti attraverso la rete , si possono progettare strade sfruttando la cinetica del traffico e recuperare energia http://www.fotovoltaicosulweb.it/guida/ricavare-energia-cinetica-dal-traffico-l-invenzione-di-una-start-up-italiana.html il fotovoltaico ed altre fonti rinnovabili erano sogni insomma chiuderei tanto per cambiare con una citazione “Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora può diventare qualcosa di infinitamente più grande”. Una frase sui sogni di Adriano Olivetti, grande imprenditore e grande visionario i cui sogni si sono trasformati in opere che hanno segnato il tempo e la storia. Purtroppo gli è succeduto un certo De Benedetti più che imprenditore direi PRENDITORE ahimè non posso non postare questo suo pensiero ...... “Alla fine del fascismo la maggior parte degli intellettuali vedeva nei partiti uno strumento di libertà. Io no. Sono organismi che selezionano personale politico inadeguato. Un governo espresso da un Parlamento così povero di conoscenze specifiche non precede le situazioni, ne è trascinato. Ho immaginato una Camera che soddisfi il principio della rappresentanza nel senso più democratico; e poi sappia scegliere ed eleggere un senato composto delle persone più competenti di ogni settore della vita pubblica, della economia, dell’architettura, dell’urbanistica, della letteratura”.
Ipotesi di passeggiata Intra - Suna - 11 Ottobre 2016 - 18:52
A favore della pista ciclabile
Sono completamente favorevole alla realizzazione della pista ciclabile, e speriamo che arrivi fino a Fondotoce. Alcune considerazioni però: il fatto di avere pulmini più piccoli (8/9 posti invece che uno classico) dal mio modesto parere non riduce i costi, ci vorrebbero infatti 8/9 autisti invece che uno. Ottime l'idea di implementare con mezzi alternativi, aggiungerei il Segway, doveva tra l'altro essere il mezzo che avrebbe rivoluzionato il nostro secolo ma le lobby automobilistiche non ne hanno di fatto consentito il loro sviluppo. In Germania, Austria, Olanda, e anche in Francia, questo tipo di piste ciclabili sono la normalità. E, come qualcuno ha detto, di fatto questa pista c'è già, ci sarebbe solo da adeguarla e svilupparla.
Tombola Benefica con la Croce Rossa Italiana - 1 Maggio 2016 - 19:41
x Livio
scusa Livio,ma ecco perche' nn do il becco di un quattrino a queste organizzazioni.....fonte Sole 24 ore.....''.Chi glielo va a dire a uno qualsiasi dei 150mila volontari che la loro Croce Rossa è un carrozzone inefficiente e sprecone? Loro che, se va bene, prendono come rimborso per una giornata di lavoro un buono pasto. Un esercito di lettighieri, autisti e operatori sui mezzi di soccorso che donano gratis il loro tempo, mentre ogni anno lo Stato italiano sorregge i conti dell'associazione umanitaria e di assistenza con la bellezza di 180 milioni di euro. Sommateli e dal 2005 a oggi (anni in cui i bilanci neanche venivano prodotti) il conto che il contribuente italiano ha pagato per tenere in piedi la Croce Rossa supera il miliardo di euro. Il bello, o meglio il grottesco, è che il maxi-contributo pubblico serve in realtà solo per pagare gli stipendi. A chi? Non ai 150mila volontari, ma ai 4mila dipendenti che affollano uffici e sedi centrali e periferiche della Croce Rossa Italiana. Si dirà che è troppo «facile sparare sulla Croce Rossa», ma di facile nel ginepraio dei conti dell'organizzazione c'è ben poco di Fabio Pavesi - Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/VwnRn
Multe e buon senso - 21 Agosto 2015 - 13:02
Dura l'ex, sed lex
Purtroppo, anche con il paradosso esposto dall'utente, i limiti di velocità vengono posti con una certa logica. In un posto dove abbondano pedoni, biciclette, bambini come la pista ciclabile un limite moto basso di velocità sembra corretto. Sicuramente i 30kmh sono inadeguati pensando alle tecnologie che migliorano, agli spazi di frenata che sono molto ridotti rispetto a quando certe norme del codice della strada vennero scritte e mai più adeguate al progresso tecnologico, ma occorre anche tenere presente che le norme, per quanto sembrino assurde, devono tener conto della media qualità dei conducenti, vale a dire, che se per un giovane autista, nel pieno delle facoltà psicofisiche, i riflessi sono prontissimi e potrebbe agevolmente compiere manovre di emergenza, anche complesse, a velocità ben superiori ai famigerati 30 km/h, vi è un numero molto elevato di persone che guidano in maniera anche efficiente, ma per limiti di età o fisici non sono in grado di evitare ostacoli improvvisi se vanno troppo forte. Ecco perché a volte abbiamo limiti apparentemente assurdi ma che, purtroppo, vanno rispettati e che i vigili, spesso loro malgrado, devono far osservare. Nel caso specifico di via V.Veneto, magari, si potrebbero piazzare dei dissuasori (spessori di gomma sull'asfalto) o creare dossi artificiali per obbligare gli autisti a procedere a bassa velocità ma in questo modo....a chi si farebbero le multe?
Minore: "A Intra commercianti di serie B" - 7 Luglio 2015 - 23:15
x Lochness & Giovanni
E come fanno ad Ascona? Volano?? A Lucerna.....Lugano....Peschiera.....Riva del Garda.....e non dite che è un problema di parcheggio. Dal super mega parcheggio dell'ospedale (ci sono ben tre aree di sosta di cui due coperte..) e dall'area fronte questura ci vogliono meno di 5 minuti per raggiungere il lungolago..... Il problema è la nostra testa.....vogliamo a tutti i costi trovare il parcheggio a 10 metri dal ristorante....I turisti? Se avessimo un'amministrazione capace i cari albergatori, che hanno sempre fatto il bello e cattivo tempo dalle nostre parti, dovranno fare la loro parte. I bus dei loro clienti devono essere parcheggiati in altro luogo. Via dal lungo lago. Consegnati i "vecchietti" all'albergo vanno a parcheggiare fronte questura dove saranno anche più al sicuro, vista la vicinanza della P.S: Sul lungo lago sia avrà così di nuovo la vista sulla villa e giardino più belli della passeggiata (villa Bialetti) e non si vedranno più gli autisti lavare vetri, passare aspirapolveri, sbattere tappetini e bere birra seduti al tavolino allestito per l'occasione proprio sulla passeggiata. Riguardo alla fruibilità di un'isola pedonale così grossa non avrei dubbi che, nel giro di poco tempo, non solo i verbanesi verrebbero a rianimare la zona.....magari non fino a tarda sera, ma sicuramente durante tutta la giornata... Basta veramente poco.......ma......manca il coraggio politico....manca programmazione a lungo termine.....si guarda solo all'immediato.........aaaahhhh....non c'è parcheggio.....
Posate le fioriere al posto della roggia - FOTO - 13 Aprile 2015 - 21:52
Tappa del giro
La tappa sarà seguita da decine di milioni di spettatori in tutta Europa, che in effetti vedranno per televisione le bellezze delle nostre zone e magari un giro da queste parti se lo potranno fare... quando vado a Milano per lavoro e dico che abito a Verbania spesso pensano che sia sul lago di Como.. secondo ..la carovana del giro è composta da atleti, allenatori, meccanici ,autisti, giornalisti , cameramen ,registi.. insomma una miriade di persone che alloggeranno a Verbania e dintorni e ci sarà un ritorno economico per chi sul turismo vive .. ma come sempre certa gente quando gli si indica la luna guardano il dito..
Dipendenti Provincia Vco in stato di agitazione - 15 Dicembre 2014 - 13:24
Cominciamo
Preso atto che per G. Scognamiglio e Kiryienka la quasi totalità del dipendenti pubblici sono inutili e andrebbero licenziati, cominiciamo: via medici, infermieri e tutto il personale ospedaliero, dipendenti pubblici; via insegnanti, bidelli e tutti coloro che lavorano nelle scuole, dipendenti pubblici; a seguire a casa tutti i vigli del fuoco, dipendenti pubblici; non vorremo mica salvare tutte le forze di polizia, anch'esse formate da dipendenti pubblici: tutti licenziati; via anche autisti di autobus, tram,treni, navi, battelli,ecc, dipendenti pubblici; licenziati anche come inutili giudici, cancellieri e tutto il personale dei tribunali e della giustizia, anch'essi appartenenti all'odiata categoria dei dipendneti pubblici; cacrcvei senza custodia perchè gli operatori di polizia penitenziaria, dipendenti pubblic, sono pressochè inutili. Posso fermarmi o devo andare avanti per far capire quanta idiozia ci sia in certe generalizzazioni?
A Verbania consegna gratuita delle medicine a casa - 3 Dicembre 2014 - 09:04
Farmaci a domicilio
L'iniziativa è lodevole, tant'è che io e i miei volontari lo abbiamo fatto per oltre 20 anni e, su specifiche richieste, lo facciamo ancor oggi e a costo 0 per la collettività; mi vengono però spontanee: una constatazione e una domanda; La constatazione: non sono attualmente a conoscenza di organizzazioni e/o associazioni, diciamo benefiche, a parte Croce Alata e forse, i servizi sociali, ma, sempre forse, questi ultimi sporadicamente, che stanno portando, su richiesta, farmaci a persone anziane, sole, con handicap e indigenti (anche perché la cosa dev'essere fatta a 360 gradi altrimenti non ha senso); la domanda: se la mia considerazione è fondata, chi provvede alle consegne e quanto costa alla collettività? Conclusione e suggerimento: vedete, basterebbe appoggiarsi al mondo del volontariato per offrire un ottimo servizio e risparmiare, questo se fosse davvero volontariato puro; purtroppo oggi, gran parte del mondo del volontariato è diventato un business, basta vedere quanto prendono dalla ASL le associazioni/società (solo così possono essere oggi definite vista l'attività d'impresa che svolgono e gli oneri da onlus che pagano), per i servizi che offrono, fatevi dare i bilanci e vi stupirete. Suggerimento: tornando al tema, penso che per ottimizzare le risorse pubbliche dando un buon servizio alla popolazione, basterebbe chiedere a queste realtà strapagate di svolgere a gratis almeno questo servizio. Sarebbe anche l'unica maniera per ridare loro la definizione "DI VOLONTARIATO". Guardate che tempo addietro, quando le associazioni locali non erano un business ma correvano gratis per soccorrere la gente vivendo con solo le oblazioni (sicuramente si andava molto meglio e chi veniva soccorso arrivava prima in ospedale), i volontari facevano gli autisti anche per la guardia medica (lo dico con certezza perché il primo giorno di questo servizio, allora prestavo la mia opera in Croce Verde, sono stato il primo volontario autista a svolgere il primo turno); quindi, inserire nelle onerose convenzioni con queste associazioni/società l'obbligo di portare a gratis i farmaci a casa di chi ha bisogno, non penso sia così catastrofico per loro, ma di sicuro potrebbe essere un servizio efficiente, ma sopratutto economico, per l'intera collettività.
SS34: ciclista tedesco muore investito da camion - 19 Ottobre 2014 - 00:03
noiosi commenti e cordoglio
soliti noiosi commenti....cade un aereo,basta voli....Schettino si arena,basta navi...... avete mai fatto quella strada in bici?Io personalmente sto ''dentro o sopra'' la linea di lato,ma alcuni autisti di linea se ne strafottono e ti sfiorano per dispetto...se non fossi un esperto e RISPETTOSO ciclista ,sarei gia' morto....cmnque cordoglio prima di tutto,signori miei.................
Bilancio: Assessore Vallone sulla copertura Giro d'Italia - 30 Settembre 2014 - 13:35
innominato e Silvia
non mi ha toccato la cosa probabilmente perchè li chiamo anche io così (meglio che chiamarli seguaci del milionario comico genovese)e come li chiamano quasi tutti.. personalmente non ricordo nemmeno i nomi dei due eletti .. se non sbaglio Campana e Migliore?? e in quanto arroganza.. beh non hanno nulla da insegnare.. loro sono i puri, quelli dei cittadini, gli unici capaci, i democratici e tutti gli altri sono ladri fino a quando non devono chiedere pubblicamente scusa per aver diffamato un cittadino verbanese che spero li abbia querelati . Vorrei correggerla sul fatto che i soldi vengano regalati alla Gazzetta, non è affatto la Gazzetta dello Sport che organizza il giro , ma RCS Sport , una società senza scopo di lucro . Veniamo alla tappa : la carovana del giro è composta da centinaia di persone (ciclisti, meccanici ,autisti , operai , giornalisti) che a Verbania ci dovranno dormire e mangiare .. questo non è utile a una città che dovrebbe vivere anche di turismo? più soldi guadagnano gli operatori turistici più soldi non entrano nelle casse comunali? fabbriche no, turismo no .. spiegatemi voi che cosa vogliamo ... la tappa viene trasmessa in tutta Europa ... non è una pubblicità gratuita ? Vi ricordo poi che a cento km nel 2015 si svolgerà l'EXPO ..
In carrozzina sul Bus: l'autista non l'aiuta - 20 Luglio 2014 - 22:25
pedana
X Andry Milano è la mia città,ci vivo,lavoro e quotidianamente uso i mezzi ATM....ops non pensavo di essere così fortunata perchè non ho mai visto la catastrofe che tu descrivi! (E anche i miei concittadini visto il parere che esprimono ) Però bando alle inutili polemiche! Credo sia doveroso abbattere le barriere anche sui mezzi pubblici! Per la superficialità(eufemismo) degli autisti e delle persone.....purtroppo si può fare ben poco....se non un cambio cultutare,e ci vorrà purtroppo molto tempo X Rosanna non ascoltare chi fa terrorismo,continua con noi la tua battaglia ! Se ti riconosceranno avrai manifestazioni di stima
In carrozzina sul Bus: l'autista non l'aiuta - 20 Luglio 2014 - 20:15
Onore a te, Rosanna
Ciao Rosanna, ti spiego il senso della domanda che ti ho posto :-) Tu hai fatto la cosa giusta segnalando a "qualcuno" il problema che hai avuto questa volta (hai scritto che è la prima volta che ti è capitata), l'errore è stato fatto da chi ha ricevuto il tuo scritto: perché non ha girato la cosa direttamente al sindaco o a VCO Trasporti evitando di metterlo in piazza sulla stampa locale?? Se poi dal Municipio o da VCO Trasporti non arrivava nessun segnale, allora si che si poteva pubblicare ed aveva anche il supporto del silenzio della controparte... Alla fine la "faccia" su tutta la polemica ce la metti tu, e sei tu che devi continuare a poter viaggiare sui mezzi pubblici; ma se gli autisti (anche quelli gentili) hanno letto l'articolo e - soprattutto - i vari commenti contro di loro fatti da gente che non è disabile, potranno rivelarsi meno gentili nei tuoi riguardi riconoscendoti (non ci sono tante signore che viaggiano regolarmente sui bus in carrozzina) !! E' per questo che ti auguro buona fortuna per i prossimi viaggi :-) Ciaoo.. Andry
In carrozzina sul Bus: l'autista non l'aiuta - 20 Luglio 2014 - 14:35
pedane
Sono.basita....chi dice che i disabili devono stare a casa...chi dice che non possono abbandonare l'autobus..chi invoca i bigliettai...eccc...ma siamo matti? A milano non ho mai visto disabili in difficoltà perchè le pedane sono in dotazione e usufruibili da tutti senza prenotazione e necessità di manovre....perchè anche i normodotati con età superiore a 20 anni con borse e valige possono avere difficoltà a salire i gradini,.....e poi gli autisti....spegnere e togliere le chiavi del mezzo per dare un aiuto? Mi sembra che ci sia poca umanità e collaborazione! Non ricordavo così la mia città di nascita a cui sono molto affezionata...
RSA Navigazione Lago Maggiore sul trasporto non di linea - 20 Luglio 2014 - 09:14
Navigazione pubblica
Se i barcaioli privati, oggi consorziati, sono un problema in crescita per il futuro della NLM, penso che la cosa si sarebbe dovuta affrontare massicciamente prima, quando ancora c'erano i margini per tracciare delle linee guida di garanzia e di tutela. Cercare di correre oggi ai ripari ritengo, a titolo puramente personale, sia troppo tardi, restando fermo il concetto se i barcaioli sono realmente un problema per l'occupazione. Qui non si vuole tenere la parte a nessuno però è giusto ribadire il concetto che anche queste persone aiutano l'economia del territorio perché anche loro pagano le tasse sul lavoro che svolgono. Ho espresso il mio commento provando a fare un confronto terrestre, è come se gli autisti dei bus di linea si lamentassero oggi del loro problema occupazionale a causa delle troppe licenze di taxi rilasciate negli anni. La stalla bisogna chiederle prima che i buoi scappino!
In carrozzina sul Bus: l'autista non l'aiuta - 19 Luglio 2014 - 08:23
regolamenti e mansioni
nel regolamento e nelle mansioni degli autisti è inserito che devono intervenire portando un aiuto in questi casi? Se si il conducente deve essere sanzionato e deve essere previsto anche il licenziamento. Se non vi è menzione nelle mansioni, devono essere inserite immediatamente prevedendo come dicevo il licenziamento per inadempienze. Non servono parole e falsi moralismi, occorrono fatti.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti