Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

graziella

Inserisci quello che vuoi cercare
graziella - nei post
"Il Falso Testamento" - 8 Ottobre 2016 - 16:01
Domenica 9 ottobre, dalle 16:00 alle 19:00, presso "Il Maggiore", il saggista Mauro Biglino terrá una conferenza in cui presenterà il suo ultimo libro.
Terza tappa trofeo regionale di nuoto CSI - 18 Marzo 2016 - 10:52
Si disputerà domenica 20 marzo, nel pomeriggio a Novara, la terza gara del circuito di nuoto Csi XII° Trofeo Acqua In Gioco Davide Filippini. Ai blocchi di partenza saranno 370 atleti provenienti da tutto il Piemonte ma anche dalla Lombardia – presente il Magenta – per sfidarsi in vasca lunga e far punti in vista della classifica finale.
Progetto Rebecca ultima donazione 2015 - 24 Dicembre 2015 - 11:27
Ultima donazione di materiale didattico del Progetto Rebecca per l'anno 2015 a favore delle scuole don L. Milani di Domodossola che applicano il metodo Montessori.
Kilometro Verticale - FOTOGALLERY - CLASSIFICHE - 1 Maggio 2015 - 14:02
Si è svolta oggi, venerdì 1 maggio 2015, sotto una pioggia battente, la nona edizione del KM verticale, la cronoscalata che dalla Centrale Elettrica del Parco Ramolino sale fino al Monte Todum (o Colma di Cossogno), superando un dislivello di 1000m.
Monologo di Liu Xiaobo - 10 Gennaio 2015 - 09:02
Sabato 10 gennaio 2015,alle ore 17.00: Monologo "Liu Xiaobo, una voce per la libertà". Voce narrante: Paolo Ferrante e Cinzia Mupo, presso la libreria Ubuk a Omegna
Mostra di pittura sui campi di concentramento - 31 Dicembre 2014 - 18:39
Da 4 al 18 gennaio 2015, presso Ubik libri in via Manzoni 18 a Omegna, si terrà la mostra di pittura sui campi di concentramento.
Dalla parte del Gelindo: il presepe popolare racconta - 13 Dicembre 2014 - 10:23
Verbania Musica, Stagione Concertistica 2014/15, presso la Chiesa Madonna di Campagna - Verbania Pallanza, domenica 14 dicembre 2014 ore 16.00 presenta: Dalla parte del Gelindo: il presepe popolare racconta, in compagnia dei Laetimusici.
Progetto Rebecca doni all'asilo di Oltrefiume - 5 Dicembre 2014 - 08:30
Lunedì 1 dicembre 2014, Giovanni Bonaffini, papà di Rebecca, ha consegnato all'asilo di Oltrefiume di Baveno del materiale didattico e dei giocattoli per i piccoli che frequentano la struttura.
M.O.T.O. sulla decisione di rinvio al 2015 - 19 Novembre 2014 - 18:20
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del MOVIMENTO OSSOLANO TUTELA OSPEDALE (M.O.T.O.), sulla decisione di rinvio al 2015 presa oggi dalla Regione Piemonte
Il M.O.T.O. a proposito del DEA - 12 Novembre 2014 - 09:02
Il Movimento Ossolano Tutela Ospedale ritiene che la volontà della giunta Chiamparino, di scatenare una nuova guerra fra poveri per l'ottenimento dell'unico DEA (Dipartimento Emergenza e Accettazione) presso Domodossola o Verbania sia inaccettabile e offensiva
"Colti nell'Orto 2014" - 2 Giugno 2014 - 15:23
La Comunità Montana del Verbano, Circolo Culturale ARCI la Marenca – Oggebbio, Rete Museale dell’Alto Verbano, con il patrocinio di Fondazione Comunitaria VCO, il Brunitoio di Ghiffa, Associazione Gabarè, organizzano la terza edizione di "Colti nell'Orto 2014".
Elezioni 2014 - Premia - 1 Maggio 2014 - 00:00

Giorgio Restelli - 29 Aprile 2014 - 17:30
La scheda biografica, il programma e i candidati, di Giorgio Restelli candidato sindaco alle amministrative di Verbania per il Movimento Civico Insubria per Verbania.
Lista "Movimento Civico Insubria" i nomi - 26 Aprile 2014 - 09:32
Presentata la Lista, "Movimento Civico Insubria", che appoggerà Giorgio Restelli alle prossime amministrative.
Arriva la 17° edizione de La Fabbrica di Carta - 10 Aprile 2014 - 11:24
Il salone del libro degli autori ed editori del VCO, si terrà a Villadossola, da mercoledì 23 aprile a domenica 4 maggio 2014. Orario di apertura: giorni feriali dalle 16.00 alle 23.00, sabato e festivi dalle 15.00 alle 23.00. Ingresso gratuito.
graziella - nei commenti
Lettera al Sindaco sulle donne da ricordare - 23 Marzo 2015 - 00:33
Gentile Sig.ra graziella
Anche io voglio chiudere. Ma una cosa voglio dire con cortesia lla Sig graziella che non ho il pacere di conoscere. Parla di nefandezze compiute dai Fascisti (e sicuramente ne hanno commesse) ma poi spiega che molte persone incolpevoli sono state uccise dai Partigiani NELLA CONFUSIONE ! SIC ! Be , tanto per citare : a Savona nella confusione hanno giustiziato Giuseppina Ghersi di 13 anni per collaborazionismo in quanto aveva vinto un premio scolalstico con un tema premiato dal Duce. Qui da noi a Santino hanno fucilato una ragazza di 19 anni(ometto il nome) perchè frequentava coetanei fascisti. E questo dopo essersela portata in montagna e violentata a turno. Poverini erano confusi. A Modena per alcune ausiliarie che non avevano compiuto alcun crimine non hanno trovato di meglio, sempre nella confusione,di seppellirle vive ! Di questi atti dettati dalla confusione ce ne sono migliaia. Specie quando ammazzavano i preti confondendo l'abito talare con la camicia nera. Posso continuare ma per carità cristiana è meglio tacere. Poi Togliatti fece l'amnistia. Ripeto : ognuno ammetta le proprie nefandezze e si lavori per la Pacificazione senza se e senza ma.
Lettera al Sindaco sulle donne da ricordare - 22 Marzo 2015 - 16:44
Chiudo
Prendo atto di quello che dice graziella e chiudo qui, permettendomi di dire che non sono affatto confuso, anzi, sulla questione partigiani e resistenza ho le idee molto chiare. Essendo di estrazione e famiglia antifascista non ho nulla ma proprio nulla da difendere. Ricordo solo che gran parte dei partigiani erano ex fascisti che avevano fatto il salto della quaglia, e che tra i partigiani stessi vi furono fatti di sangue specialmente a causa delle brigate comuniste che volevano la supremazia sulle altre formazioni cattoliche e laiche perchè, ahimè, puntavano a fare dell'Italia un satellite dell'URSS, come accadde alla vicina Jugoslavia. Tentativo fallito. Che poi Salò e l'ultimo fascismo furono obbrobriosi sono certamente d'accordo, ma la storia è molto più complessa di quanto sia stato fino ad ora raccontato. Ripeto. E' grazie alla tanto vituperata democrazia americana possiamo ritenerci un paese sostanzialmente benestante e democratico, con tutti i difetti e le pecche, non di certo grazie ai partigiani che ebbero un ruolo limitato ed ambiguo, con poche luci e molte ombre, che ancor oggi ci condizionano. Chiuso.
Lettera al Sindaco sulle donne da ricordare - 21 Marzo 2015 - 18:27
X Letizia
Opinioni differenti a confronto? Lei ha entusiasticamente gioito alle parole della Signora graziella in cui si dice che il fascismo fu la malattia e la resistenza la medicina. Con questo presupposti è un po' complicato confrontarsi. Conosco bene il modo di confrontarsi di certi ambienti della sinistra, come hanno dimostrato di recente a Roma per la manifestazione della Lega. Se la resistenza, come dite voi, difende il diritto alla libertà di tutti, sarebbe utile sapere perchè questo principio viene sempre calpestato da chi si rifà storicamente a questi valori. A volte credo che la medicina sia peggio della malattia.......
Lettera al Sindaco sulle donne da ricordare - 21 Marzo 2015 - 12:29
graziella e Letizia e il repubblichino Dario Fo
Per fortuna ci sono persone ragionevoli che non la pensano come voi. Il primo fascismo fu un movimento di sinistra rivoluzionaria, per certi versi simile al socialismo ma senza dubbio molto meglio. Il blocco che passò dal fascismo alla resistenza, un po' per ideali, molto per convenienza, si rifaceva al comunismo sovietico, e meno male che le forze democratiche del paese hanno stroncato sun nascere con elezioni libere la caduta nell'inferno dello stalinismo. Chi parla di resistenza evidentemente lo fa in modo parziale e demagogico. la democrazia americana, e non la resistenza, ci hanno liberato dal fascismo ultima maniera prima e dallo spettro del comunismo poi. Potemmo chiedere infine a personaggi come il volontario repubblichino Dario Fo, Pietro Ingrao, Scalfari e i moltissimi passati dal nero al rosso il perchè delle loro scelte. Ma forse è più comodo pensarla come le due in oggetto, che il bene sta da una parte e il male dall'altra. Contente voi....
Lettera al Sindaco sulle donne da ricordare - 21 Marzo 2015 - 10:12
graziella, BELLA... CIAO
le parole di graziella sono le parole delle donne da ricordare.. quelle che usano la testa, la memoria e il cuore, quelle che non hanno paura . Adesso sono anche le mie parole. Grazie
"Consiglio Comunale in orario scorretto - Marchionini autoritaria" - 20 Febbraio 2015 - 09:20
giusto..
Gentile graziella mi fa tenerezza la sua "ingenuità"in politica succedono molte cose e quella di Immovilli è una giusta rimostranza....guardi può essere che si convochi "obtorto collo "un consiglio comunale sperando che non partecipi nessuno così come ,faccio un esempio,un datore di lavoro non potendo licenziarti ti manda a lavorare a 600 chilometri di distanza...
Ticino: "Noi impieghiamo solo personale residente" - 5 Febbraio 2015 - 08:13
x graziella
I frontalieri non usufruiscono dei servizi svizzeri? E cosa sono il posto di lavoro, le strade, le fogne, gli acquedotti, la pensione, la pubblica sicurezza, le dogane, ecc, ecc?
Centrodestra Verbania sul registro coppie di fatto - 24 Gennaio 2015 - 17:42
Brava graziella
graziella ha individuato il senso di tutta la vicenda. Robert non si riesce proprio a comprendere cosa voglia esprimere. Neanche lui stesso suppongo.
Centrodestra Verbania sul registro coppie di fatto - 24 Gennaio 2015 - 17:40
appunto graziella
Basta intromissioni nella vita privata delle persone. Ognuno fa quel che gli pare e nulla deve essere trascritto
Alpini: Nikolajevka e Dobrej per non dimenticare - 23 Gennaio 2015 - 17:15
graziella e giovanni
mi associo. Onore a loro e a tutti i combattenti in buona fede. Massimo disonore per chi le guerre le ha causate, volute e dichiarate. Allora, come ora. In Val Cadino, laterale della Val di Fiemme, sorge la Cappelletta del Cristo Redentore, costruita nel 1900 per le funzioni religiosi dei boscaioli. Durante il conflitto 14/18 fu usata dagli austro-ungarici e nel piccolo cimitero sono stati sepolti i loro caduti ed alcuni prigionieri tra i quali il russo Timotin Rokonsin deceduto a soli 19 anni, lontanissimo dalla sua Patria e dai suoi affetti. Non riesco a passare davanti a questa chiesetta senza fermarmi, entrare, commuovermi e pregare per lui.
L'Avvocato di Cossogno spiega l'assenza del sindaco in Tribunale - 16 Gennaio 2015 - 14:34
equivoco
graziella pensano sempre male coloro che hanno fatto diventare l' essere sempre e comunque "contro" lo sport nazionale! Peccato perchè con collaborazione e intelligenza si potrebbe fare molto meglio in questo paese! Ne avremmo.proprio bisogno!
Marcella Severino: "In uno Stato così non mi riconosco" - 16 Gennaio 2015 - 11:47
Per graziella e alfi
La Severino dovrebbe pensare alle leggi che il suo partito in passato ha fatto passare per accontentare FI e risanare, se ne è in grado, la Lega del VCO
Marcella Severino: "In uno Stato così non mi riconosco" - 16 Gennaio 2015 - 06:36
in risposta alla Severino ed a graziella
Purtroppo in questo paese che era ai vertici mondiali ed ora è terzo mondo ... tutti parlano ed alcuni di cose giuste come entrambe la Severino e graziella scrivono ... ma i FATTI E NON SOLO PAROLE OCCORRE FARE E PER FARLI OCCORRE ESSERE UNITI E DETERMINATI! COSE CHE SEMBRA FACCIANO SOLO I DISTRUTTORI DEL PAESE ... MENTRE COLORO CHE AVREBBERO POTUTO COSTRUIRE QUALCHE ANNO FA COSA HANNO FATTO? MEDITATE!!!
Mostra fotografica "Ferrovia Intra - Premeno" - 2 Gennaio 2015 - 04:54
Rispondendo a graziella
Ci sono diversi motivi per cui questo articolo mi interessa.Mi piace la fotografia che pratica da circa 30 anni.Amo le foro d'epoca,specie delle mie zone,e amo i treni sui quali viaggiai sempre da picciino.Inoltre conosco molto bene i sig Azzoni e so' che sara' una bella mostra fotografica,Pero'prendo pounto da questa notizia,per dare un punto in piu'a favore di graziella che dice"Peccato che chi è arrivato dopo deve accontentarsi di vedere e fotografie.In effetti da anni passeg girando sul lungo lago di Verbania,parlando con qualcuno e percorrendo alcuni luoghi salta spesso fuori il fatto che in quel punto c sono ancora i vecchi binari di quel trenino antico.Da li partono tutte le mie fantasie.E' vero che se fosse ripristinata quella antica linea,le società della ASPAN dovrebbero chiudere e con esse privare del lavoro diverse persone Ma sarebbe bellissimo se ci fosse qualche politio NORMALE al quale venisse l'idea (hanno fatto un CEM) di rimettere in funzione quel trenino con migliorie tecniche moderne.Si risparmierebbe sul carburante e non inquinerebbe affatto risp etto agli attuali autobus funzionanti con ecodiesel.Ma poi vogliamo mettere il fascino di un trenino su rotaia con quei ru morosi e ingombranti autobus dell'ASPAN o di altre ditte?In più',sarebbe una attrattiva forte per i turisti stranieri,molto di piu' di quell'enorme autobus scoperto per meta'che all'inno dell'anno porto' i turisti da Pallanza a Fondotoce e Vicever sa..ingombrante,puzzolente,caro.
Un mattoncino per la sanità nell'Alto Verbano - 20 Dicembre 2014 - 19:13
BRICK BOX
Care graziella e Sibilla Cumana, vi scrivo in qualità di grafica che si è occupata del progetto in questione, semplicemente per spiegarvi il motivo per cui ho utilizzato un termine inglese anziché italiano, questo perché ci tengo a far capire determinati concetti. In primo luogo l'inglese come avrete notato voi stesse viene spesso utilizzato in campo grafico - pubblicitario per una ragione molto semplice: occupa graficamente e visivamente uno spazio ridotto rispetto all'italiano, e oltretutto è dal punto di vista comunicativo più immediato. Una scritta in italiano non avrebbe mai reso allo stesso modo, ne tanto meno sarebbe potuta risultare a livello visivo e sonoro altrettanto gradevole, perchè sarebbe stata ad esempio: "scatola mattoncino"?; come potrete notare voi stesse non è la stessa cosa. L'italiano rimane una lingua bellissima, nonché raffinata, ma purtroppo non è sempre adatta a scopi pubblicitari. Per quanto riguarda il dialetto non penso proprio che sia adatto ad alcuna forma pubblicitaria mi spiace, fa parte della nostra tradizione è vero, ma esiste una cosa chiamata globalizzazione per la quale anche piccole realtà come la nostra devono pensare al di fuori dei propri confini, anche solo nel caso di piccoli progetti nati con passione come quello di brick box, per il quale una manciata di persone ha lavorato molto sodo, tentando di uscire per una volta dagli schemi e di creare qualcosa di moderno ed originale, che mi sembra la maggior parte delle persone stia apprezzando. Inoltre l'utilizzo di termini inglesi non è un abitudine "tutta italiana", ma bensì di tutto il mondo. Insomma la tradizione è importante ma va calibrata ed inserita nei giusti ambiti a mio parere; detto questo non capisco la necessità di presupporre che io non conosca la traduzione in italiano del nome di uno dei più importanti drammaturghi al mondo.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti