Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

call

Inserisci quello che vuoi cercare
call - nei post

Comuniterrae e l'Europa - 18 Maggio 2021 - 18:06

COMUNITERRAE di nuovo protagonista a livello europeo con la Peer-learning Visit al Castello di Vogogna.

Truffa del finto call Center - 13 Maggio 2021 - 09:33

Il raggiro consiste nell’essere intercettati da un falso call center dell’Istituto di Credito, presso cui le ignare vittime sono titolari di conti correnti. Di seguito la nota di Federconsumatori Verbania .

Aprono le bellezze delle Isole Borromee - 30 Aprile 2021 - 11:04

Dopo la recente riapertura della Rocca di Angera e di Parco Pallavicino, Terre Borromeo dà il via alla stagione 2021 delle Isole Borromee. Dal weekend dell’1 e del 2 maggio i visitatori potranno ammirare le fioriture dei giardini, nel massimo del loro splendore, e riscoprire i preziosi tesori storici e artistici nei palazzi dell’Isola Bella e dell’Isola Madre.

Giornata nazionale della Salute della Donna - 18 Aprile 2021 - 08:01

Giornata nazionale della Salute della Donna dal 19 al 25 aprile porte aperte in circa 180 ospedali con i Bollini Rosa di Fondazione Onda.

5G: lettera a Cirio e ai sindaci - 2 Febbraio 2021 - 15:48

Alcuni giorni fa i referenti del Comitato Stop 5G del VCO Paolo Caruso e del FUOCO RINASCITA VCO Paola Cinzia Baggio hanno inviato una lettera al Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e a tutti i Sindaci del VCO per sottolineare i pericoli per la salute pubblica connessi all'installazione di antenne 5G.

Coronavirus: nuovo Numero Verde - 31 Gennaio 2021 - 13:01

Da lunedì prossimo, 1° febbraio, il servizio di call center per l’emergenza Coronavirus, attivato a pochi giorni dall’inizio della pandemia, verrà ulteriormente potenziato con ilnuovo numero verde 800.95.77.95.

Preioni: Un distretto nuovo per dare risalto al turismo dei territori" - 21 Gennaio 2021 - 11:04

“Al turismo dei territori serve un distretto che abbia un vestito nuovo, al passo coi tempi e pronto a vincere le sfide del domani".

“Kant4Ideas”: questionario on line sul futuro de Il Kantiere - 3 Dicembre 2020 - 18:06

Al via l’indagine “Kant4Ideas”: un questionario on line rivolto ai giovani della provincia per riflettere insieme sul futuro dello Spazio Giovani “Il Kantiere” di Possaccio a Verbania.

Importante riconoscimento per COMUNITERRAE - 23 Novembre 2020 - 10:03

Il progetto Comuniterrae inserito nel catalogo delle buone pratiche europee 2020 sul patrimonio culturale.

Glocal Film Festival cerca cortometraggi e documentari piemontesi - 2 Novembre 2020 - 12:05

Da 20 anni il Glocal Film Festival porta in sala il meglio della cinematografia piemontese creando occasioni di visibilità e incontro con la creatività e l’industria della settima arte locale.

ASLVCO tra i finalisti Premio Innovazione Digitale in Sanità - 21 Settembre 2020 - 12:05

Il 23 settembre saranno proclamati i vincitori per ciascuna categoria in occasione del convegno “Rivoluzione Connected Care: se non ora, quando?”

Cala il sipario su Tones on the Stones 2020 - 10 Agosto 2020 - 15:03

Soddisfazione da parte di Maddalena Calderoni. E ora si guarda al 2021 per un'edizione memorabile.

Ultimazione Palazzetto Gravellona Toce - 7 Agosto 2020 - 18:06

La Paffoni Fulgor Basket esprime soddisfazione per l'incontro svoltosi lunedì mattina a Torino con il capogruppo della Lega Salvini Premier Alberto Preioni e, in call conference, con l'assessore allo sport Fabrizio Ricca. Il tema discusso è stato quello dell'ultimazione del palazzetto provinciale di Gravellona Toce.

(H)Open Week di Fondazione Onda - 12 Luglio 2020 - 10:03

Dal 13 al 18 luglio torna l’(H)Open Week di Fondazione Onda: servizi gratuiti dedicati alla salute della donna negli ospedali con i Bollini Rosa.

Comuniterrae vince 2 importanti riconoscimenti - 4 Luglio 2020 - 12:05

"Comuniterrae favorisce una nuova definizione di paesaggio ricomprendendovi la presenza attiva della comunità, [...] promuove metodi innovativi per assicurare futuri sostenibili nell'area interessata..."

Hangar Piemonte - I vincitori della nona call - 2 Aprile 2020 - 16:06

Il virus non ferma Hangar Piemonte, progetto dell’Assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte e realizzato dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, che si rivolge a chiunque voglia sviluppare le proprie competenze e capacità manageriali in ambito culturale.

Al via la nuova call di Hangar Point - 26 Febbraio 2020 - 12:05

È aperta fino al 28 febbraio la nuova call di Hangar Point, il servizio di affiancamento per i progetti culturali realizzato dalla Fondazione Piemonte dal Vivo.

Coronavirus: il punto di ASL VCO - 24 Febbraio 2020 - 16:43

L’ASL VCO applica le misure urgenti per la gestione dell’emergenza da Coronavirus.

Riunione per candidatura Capitale Italiana della Cultura 2021 - 5 Febbraio 2020 - 15:03

Ieri ed oggi alla presenza di Nicola Di Tullio e Angelo Argento che coadiuvano il Comune di Verbania nella stesura del dossier per la candidatura a Capitale Italiana della Cultura 2021, si è riunita nuovamente la cabina di regia che sta lavorando al progetto per Verbania Capitale 2021.

ASL VCO interruzione attività prenotazione telefonica - 19 Settembre 2019 - 10:23

Enel ha comunicato che nella giornata di venerdì 20 settembre 2019 sarà sospesa l’erogazione di energia elettrica dalle ore 9,00 alle ore 15,00 nel Comune di Piedimulera, specificatamente nella via dove è situato il call-center del CUP telefonico che dovrà, in quella fascia oraria, sospendere temporaneamente l’attività di prenotazione.
call - nei commenti

Lega, risponde sugli ospedali VCO - 9 Novembre 2020 - 22:02

Re: Re: Re: Corso di lettura
Ciao robi guarda, sulle linee generali hai parzialmente ragione, le politiche di tutti gli ultimi 7-8 governi si sono basate su continui tagli alla sanità, sulla trasformazione delle USL in ASL (tranne dove i governi regionali hanno contrastato questa linea, e i risultati positivi si vedono), e sul pareggio di bilancio. Cose giustificate dal fatto che l'UE, mentre la Germania correva a copiare la sanità italiana anni 90, imponeva all'Italia di smembrare lo stesso sitema per logiche di risparmio, e dal fatto che le ruberie e gli sprechi erano immensi (e sono comunque continuati). Sul dettaglio però ho ragione io, se le politiche dei tamponi legate agli spostamenti stanno in mano al governo le azioni sul territorio stanno in mano alle regioni, e il Piemonte ha una università che, come in Veneto, ha sviluppato consumabili per qPCR a basso costo fatti in casa. In Veneto li hanno usati in Piemonte no, perchè? Scelta politica dato che il Dipartimento che li ha sviluppati vede un ordinario dichiaratamente di sinistra? A pensar male... ora siamo senza consumabili e riduciamo i tamponi ai soli sintomatici... (il Piemonte, non l'Italia). Le ASL dovevano essere organizzate a livello regionale per il tracciamento dell'app immuni. Il Piemonte, come altre regioni, non ha fatto nulla, ma altri, per esempio Trento o Bolzano, o il Lazio, hanno aperto call center e linkato questi alle ASL e al servizio di tamponi. Bastava farlo. Stessa cosa per il bado per infermieri (uscito qualche giorno fa), andava fatto a giugno, ma a giugno la regione aveva in mente altro: figurati che sono venuti anche da noi due volte, la prima (a maggio) ad offrirci (molti) fondi per sviluppare nel mio ente un servizio di tamponi (cosa impossibile da fare in 6 mesi in quanto servono spazi di un certo tipo che non c'erano e andavano fatti da zero) e quando io ho detto, assumete trenta quaranta biologi e infermieri che in tre settimane ve li formiamo a costo zero come tecnici biomolecolari e poi impiegateli nei centri già esistenti, risparmiando un bel po, e potenziando il tracciamento, ci hanno detto che non era una loro priorità. La seconda per dirci, in piena estate, se avevamo idee per fare ricerca nel nuovo centro di Venaria, che avevano pereparato per il covid e che essendo l'emergenza finita avrebbero voluto usarlo per altro... quando gli ho fatto notare che era allora il momento di fare tamponi, e che avrebbero dovuto mettersi sotto invece di pensare ad altro, non mi hanno più contattato. Sono piccoli esempi di quello che non è stato fatto. E' un disastro, e le colpe sono ben chiare, sia a livello locale (i trasporti comunali e provinciali andavano riorganizzati, magari recuperando i bus turistici, che sono pure in sofferenza), che regionale, che statale (e non dico nulla sulla tragedia burocratica dei fondi a chi sta soffrendo economicamente). E che altre nazioni abbiano fatto la stessa colpevole sottovalutazione non è una scusa... noi avevamo avuto i camion militari a spostare le bare, non gli slovacchi. Ultima cosa: i bandi per assumere medici: vai sul sito della regione a vedere cosa è stato bandito da maggio ad oggi, e cosa nell'ultima settimana o due. Non è che i soldi sono comparsi dal nulla... E vatti a vedere quanti medici si sono spostati nel privato (che si permette pure di dire: i covid ve li tenete, a noi mandateci gli oncologici che pagate meglio) o si sono prepensionati con quota cento. Sai quanti sono stati sostituiti? Vabbè, la smetto, perchè mi arrabbio. Cito un bravo virologo inglese: fatevi la vostra bolla, una cerchia di amici stretti, e frequentate solo loro, fino a che il vaccino sarà pronto e disponibile. Non è limitare la libertà, è scegliere, consapevolmente, di abbattere i rischi, per voi e per la società. Ho pure scritto "bravo virologo", finisco con una battuta: come ogni microbiologo che lavora con i batteri so benissimo che i virologi sono semplicemente microbiologi non abbastanza intelligenti per lavorare coi batteri :-) notte

Lega, risponde sugli ospedali VCO - 6 Novembre 2020 - 13:29

Re: E quindi?
Ciao Filippo pure io ho perso tempo a leggere questo intervento dove la sintassi non ha diritto di cittadinanza (ma io mi chiedo, oltre ad usare il correttore di Word, far rileggere le bozze da un ragazzo di terza media è proprio così difficile?) Si capisce comunque che qualcuno qui "lavora in silenzio" e farebbe cose. Non so cosa, ma so bene cosa (per incosciente incompetenza) non ha fatto da maggio ad oggi. Ne riassumo una breve selezione: - tracciamento: fino a un mese fa il Piemonte faceva pochissimi tamponi, oggi qualcuno in più. Bastava copiare giapponesi, coreani o tedeschi, e tracciare massicciamente con tamponi positivi e contatti, potenziando le strutture esistenti invece di fare azioni di facciata come a Venaria... e oggi non saremmo in questa situazione. Peggio del Piemonte in questo senso non ha fatto quasi nessuno. - attivazione di dirve through per i tamponi rapidi. Nel lazio sono quasi 300, in Piemonte? Non lo dico per carità. - potenziamento della medicina di base attraverso l'assunzione, a maggio/giugno, di nuovi medici di base, l'attivazione di studi che permettessero di effettuare tamponi, la formazione dei medici stessi e dei pediatri. Fatto nulla. - assunzione di personale infermieristico (da attivare come TD in caso di necessità) con concorsi da bandire entro l'inizio dell'estate. Mai fatto - assunzione urgente di nuovi medici (infettivologi, pneumologi) almeno in sostituzione di quelli che si sono spostati verso l'attività privata o si sono prepensionati usando quota 100 (e non giudichiamoli), proprio in vista di una nuova ondata. mai fatto. - identificazione di strutture da dedicare ai pazienti COVID, sia come ospedali che come strutture di isolamento dei casi più lievi ma impossibilitati a stare a casa. Fatto pochissimissimo, negli ultimi giorni da Torino spostano centinaia di malati a Tortona, e non aggiungo altro. Fatto pochissimo e solo nelle ultime settimane, quando è ormai troppo tardi. - attivazione di call center e uffici dedicati all'emergenza e al tracciamento con l'app Immuni. Mai fatti. - potenziamento delle professionalità locali e della gestione delle ASL attraverso esperti di chiara fama: qua non solo non è stato fatto nulla, ma a settembre, per beghe di partito, hanno pure spostato i DG delle ASL di VC e VB, mettendo persone che nulla sanno della situazione locale a capo dell'ASL. -isolamento ai primi cenni di recrudescenza del virus delle RSA e protezione totale dei loro ospiti. Non solo non fatto, ma s'è immediatamente pensato di spostare pazienti covid proprio lì (geni, ma durante la prima ondata dove stavate? al cinema?) mi fermo qua, perchè ho pena ad andare avanti, i risultati del "lavoro in silenzio" sono ospedali strapieni (ben oltre la media nazionale), terapie intensive strapiene ben oltre la media nazionale, così come l'indice RT che ci dice che siamo totalmente fuori controllo, ritardi assurdi nella comunicazione di eventuali positività, blocco praticamente totale dell'attività ospedaliera non di urgenza, nuovi picchi di contagi tra il personale ospedaliero, e a breve numero di decessi. E' vero, non ha senso ora parlare di riorganizzazione della rete ospedaliera provinciale, avrebbe più senso parlare di dimissioni da parte di chi ha causato questo terribile disastro. saluti

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 29 Febbraio 2020 - 02:57

Comitato stop 5G VCO
Egr sig. Guerra, Di seguito un appello di 248 scienziati di 42 nazioni che chiedono un programma urgente di protezione della natura e del genere umano dal 4G e 5G che significano alti rischi e una crisi globale.. U.N. Environment Programme Urged to Protect Nature and Humankind from Electromagnetic Fields (EMF) 4G/5G antenna densification is escalating health risks - a global crisis New York, NY, July 22, 2019. The Advisors to the International EMF Scientist Appeal, representing 248 scientists from 42 nations, have resubmitted The Appeal to the United Nations Environment Programme (UNEP) Executive Director, Inger Andersen, requesting the UNEP reassess the potential biological impacts of next generation 4G and 5G telecommunication technologies to plants, animals and humans. There is particular urgency at this time as new antennas will be densely located throughout residential neighborhoods using much higher frequencies, with greater biologically disruptive pulsations, more dangerous signaling characteristics, plus transmitting equipment on, and inside, homes and buildings. The Advisors to The Appeal recommend UNEP seriously weigh heavily the findings of the independent, non-industry associated EMF science The Advisors to the International EMF Scientist Appeal - Annie Sasco, MD, Dr.PH., Henry Lai, Ph.D., Joel Moskowitz, PhD., Ronald Melnick, Ph.D. and Magda Havas, Ph.D., call upon the UNEP to be a strong voice for the total environment of the planet, and an effective catalyst within the United Nations with regards to the biological and health effects of electromagnetic pollution. The complete Press Release is here and it links to the recent letter to the UN Environment Programme (UNEP) The press release has been translated in 11 different languages. For further translations, scroll to translator at the bottom of this page. Summary of the Appeal The Appeal is being signed by scientists who have published peer-reviewed papers on the biological or health effects of non-ionizing electromagnetic fields, part of the electromagnetic field (EMF) spectrum that includes extremely low frequency fields (ELF) emitted by electrical devices; and, radiofrequency radiation (RFR), used for wireless communications. Scientists who have published peer- reviewed papers in related fields and have been significantly engaged in EMF education, are recognized as Supporting Scientists. The Appeal urgently calls upon the United Nations, the WHO, UNEP and the UN Member States to: •Address the global public health concerns related to exposure to cell phones, power lines, electrical appliances, wireless devices, wireless utility meters and wireless infrastructure in residential homes, schools, communities and businesses. The scientific findings identified by the signators and others justify this appeal. The World Health Organization (WHO) is encouraged to exert strong leadership in fostering the development of more protective EMF guidelines, to call for precautionary measures, and to educate the public about health risks, particularly risks posed to children and to normal fetal development. By not taking action, the WHO is failing to fulfil its role as the preeminent international public health agency. •The United Nations Environmental Programme (UNEP) is the U.N.’s “voice for the environment” and is uniquely positioned to take a planetary view of the potential for harm that EMF pollution presents to, biology -- evolution, health, well being, and very survival of all living organisms world-wide. •We encourage the U.N. to ask UNEP to evaluate the scientific evidence and initiate an assessment of alternative exposure standards and practices that could substantially lower human exposures to non-ionizing electromagnetic fields. Note: The Appeal was initially submitted on May 11, 2015 Press Release announcing International EMF Scientist Appeal (May 11, 2015) The National Toxicology Program (NTP) concluded in two final reports re

"Problemi con il nuovo NUE 112" - 3 Agosto 2017 - 07:42

nue 112
Concordo pienamente con quanto scritto dal sindacato dei Vigili del Fuoco, anzi, confermo che sul fronte del soccorso e dell'emergenza questa ennesima imposizione dell'Europa è un vero buco nell'acqua. Fino a poco più di un mese fa tutte le chiamate di soccorso fatte ai numeri istituzionali (118 Emergenza Sanitaria, 112 CC, 113 Polizia, 117 Guardia di Finanza, 115 Vigili del Fuoco), venivano evase in tempo 0, oggi invece, con questo nuovo call center, i tempi di attesa, sia per il cittadino che per gli Enti sopra menzionati, SI SONO TRIPLICATI, aumentando di gran lunga il disagio per chiunque avesse necessità di un aiuto o di essere soccorso. Questo è solo uno dei tanti fallimenti del sistema "europa", gestito in Italia da questo clan di ciarlatani che, per ubbidire alle lobbi bancarie e ai poteri forti della finanza, sta svendendo e mettendo in ginocchio questo nostro Paese, nonostante siano stati definiti incostituzionali da Matterella quand'era Presidente della Corte Costituzionale. Finchè non troviamo la forza di ribellarci a questo sistema, cercando di salvare quel poco che rimane di questo sfacelo, lasceremo alle generazioni future solo macerie. Solo per rinfrescare la memoria: Il principio della sovranità popolare si inserisce tra i principi fondamentali della Costituzione della Repubblica Italiana. L'art. 1 della Costituzione afferma che l'Italia è una Repubblica, fondata sul lavoro e che la sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. La sovranità è fonte di legittimazione del potere degli organi costituzionali: ciascun organo costituzionale è tale e può esercitare la propria funzione perché trova legittimazione e fonte prima nel popolo; non esiste, quindi, organo che sia estraneo alla sovranità popolare; per tale motivo gli organi costituzionali sono anche detti organi sovrani, (aggiungo, legittimati quando fanno gli interessi del popolo).

Finte telefonate ENEL - 28 Gennaio 2016 - 06:31

Telefonate x energia
Siccome non è un mistero quale sia il nome della società che da mandato ai call center di effettuare queste chiamate con la solita tiritera, come mai il colosso Enel non si tutela e prende provvedimenti? Se a tutt'oggi questi continuano imperterriti e impuniti a rompere con queste telefonate/truffa, non pensate che ci possa essere una sorta di tacito accordo tra aziende? in sostanza mangiano poi tutti! LORO.

AziendaNews: I 4 segreti della vendita - 9 Giugno 2015 - 23:20

Vendere senza trucchi
Caro lettore di Verbania Notizie, da qualche parte bisogna pur cominciare e mi fa piacere entrare subito nel merito. Ti ringrazio per aver letto il post e per il tuo contributo. Anch'io da molti anni mi occupo di vendita e di marciapiedi ne ho frequentati tanti in Italia, Stati Uniti, Svizzera, Francia, Inghilterra e alcuni paesi Arabi. La mia è un esperienza costruita sul campo di battaglia. Ho venduto e vendo tutt'ora miei prodotti ed aiuto imprenditori a vendere i loro e far crescere in parallelo l'azienda e la sua organizzazione. Sono assolutamente d'accordo sul "fastidio" che arreca chi mette in pratica una sceneggiata di vendita. Proprio per questo bisogna entrare nello spirito di chi acquista e se possibile aiutarlo a comprendere meglio i suoi bisogni ed a scegliere la soluzione per lui più adeguata. Se del Cliente non sappiamo nulla, sarà difficile poterlo aiutare. Se il venditore non riesce a dialogare con il Cliente vuol dire che non è riuscito a creare un rapporto. Se il Cliente non vuole creare un rapporto, e lo capisco, allora il venditore deve capire al volo e non infastidirlo. In questi ultimi 15 anni molte attività che prima richiedevano la presenza di un Venditore oggi avvengono tramite un call center o un sito web. Bisogna fare in modo che chi vende sia in grado di fornire un valore aggiunto altrimenti prima o poi o il venditore o il prodotto spariranno dal mercato. Si tratta quindi di capire cosa vuole veramente il Cliente. Uno dei modi più facili è chiederglielo e lasciare che si esprima ascoltandolo con sincera attenzione e senza trucchi!

Ancora finti incaricati Enel - 13 Gennaio 2015 - 11:55

desperados
Quindi trattasi di disperati, che vengono inviati porta a porta a cercare di convincere le persone a firmare contratti similcapestro !!!! E' la versione porta a porta dei disperati che lavorano per due lire ai call center !!! Lo stato non dovrebbe permettere queste cose, che sono segnale di sfruttamento e di preoccupazione per il cittadino, che apre la porta a sconosciuti insistenti ed arroganti, spinti a comportarsi così per fame. Comunque se vengono da me, li caccio via, un pò come faccio quando mi suonano al citofono le coppie di noti testimoni di pseudoreligioni.

Dipendenti Provincia Vco in stato di agitazione - 15 Dicembre 2014 - 17:45

ha fatto la battuta
il rispetto lo devi guadagnare sul campo i dipendenti pubblici lo hanno perso da decenni ......la supponenza è solo loro....oggi l'ultima ....dipendente call center azienda pubblica mi ha risposto da scazzato con supponenza ...prontamente mandato a quel paese.....spero lo licenzino presto......chissà magari era lupusinfabula.....

Bike sharing, canile, parcometri e incentivi per ristrutturare - 28 Novembre 2014 - 16:22

Bike sharing
La tanto vituperata giunta Zacchera aveva dato un contributo di 100 euro (se non ricordo male) alle famiglie che acquistavano biciclette per i propri figli. Non sono a conoscenza dei numeri dell'iniziativa, ma ipotizzo che una cinquantina di famiglie avranno usufruito, di conseguenza ci saranno 50 ragazzi che saranno stati "iniziati" call'uso della bici con un investimento di 5.000 euro. Ripetere una iniziativa del genere sarebbe più efficace

Frontalieri con le ali - 4 Settembre 2014 - 15:15

Assessore al frontalierato??
Beh un assessorato "dedicato" dovrebbe essere molto competente ed informatissimo riguardo ad orari, destinazioni e problematiche legate alla logistica dei suoi "clienti unici". Ma a giudicare dai commenti precedenti ho l'impressione che la "annuncite" renziana stia mietendo altre vittime! E in ogni caso la differenza di prezzo CHI LA DOVREBBE PAGARE? La Schindler, Pantalone, L'Unione Europea? O i ristorni dei frontalieri??? E infine... perché la proposta viene presentata alla Schindler, che ormai ha praticamente dismesso le attività produttive in Ticino, preferendo il regime più "accogliente" della Svizzera interna? Infatti, su 44 offerte di lavoro presenti sul loro sito, solo 2 interessano le sedi ticinesi, come si vede di seguito: Verkaufsingenieur Modernisierung (m/w) Oberentfelden Servicetechniker (m/w), Zürcher Oberland Winterthur Servicetechniker als Springer Geschäftsstelle Aarau Oberentfelden Projekttechniker Modernisierung (m/w) Bern Bern Aufzugsmonteur Ebikon Aufzugsmonteur Oberentfelden Ausbildner/in Konstruktion Ebikon Customer call Center Agent 80% (m/w) Ebikon Reparaturtechniker Ebikon Feldtechniker Montage (m/w) Bern Montagekoordinator (m/w) Bern Aufzugsmonteur (m/w), St. Gallen und Rheintal St. Gallen Safetyspezialist (KOPAS) per 01.01.2016 Bern Projekttechniker Neuanlagen (m/w) Bern Leiter Instandhaltung (m/w) Ebikon Projekttechniker Modernisierung (m/w) Zürich Schlieren Senior Sales & Application Engineer Ebikon Sachbearbeiter/in Kundendaten Ebikon Responsable Service Client Bussigny-près-Lausanne Technicien inspecteur SCH-LA Bussigny-près-Lausanne Servicetechniker bei Schindler Aufzüge Bern Bern Elevator Application Engineer Locarno Steuerungstechniker/Elektrotechniker (m/w) Ebikon ICT System Administrator Ebikon Business Process Manager Fulfilment Ebikon Backofficeleiter (m/w) St. Gallen St. Gallen Montagechef (m/w) Zürich Schlieren Servicetechniker Aarau Oberentfelden Customer call Center Agent 20-30% (m/w) Ebikon Montagekoordinator (m/w) Pratteln Aufzugsmonteur (m/w), Winterthur/Uster Winterthur Reparaturleiter (m/w) Zürich Schlieren Regionalleiter Service & Reparatur Pratteln Business Process Manager Sales Ebikon Technischer Einkäufer und Disponent (m/w) Ebikon Teamleiter Motorenmontage (m/w) Ebikon Senior Engineer Software Development Ebikon Fachspezialist Qualitätskontrolle (m/w) Ebikon Aufzugsmonteur Bern Bern Personalsachbearbeiter/in Ebikon Servicetechniker (m/w) im Bereich Reparaturen Schlieren Responsabile tecnica e qualità Bioggio TI Servicetechniker (m/w), Stadt Zürich Schlieren Monteur (m/w) für Aufzugsanlagen Zürich Schlieren Forse meglio #cambiarerotta... ;-)

12 nuovi migranti in città - 2 Settembre 2014 - 00:49

Amelia
gentilissima signora Amelia dai call center spesso le rispondono ragazzi o ragazze con accento straniero semplicemente perché non sono in Italia, ma in Albania, Polonia e Romania..certo che questo lavoro lo potrebbero fare anche i ragazzi italiani ,come avrebbero potuto fare le caffettiere della bialetti o le calze della OMSA, ma gli imprenditori hanno deciso di delocalizzare per pagare di meno chi lavora per loro .. un conto è pagare 1.100 € un operaio e un conto è pagarlo 300.. ora capisco che è facile prendersela con chi viene in Italia, ma vedo che è molto più difficile prendersela con chi dall'Italia se ne va e mentre nei porti prolificano barche costose di chi alla fine spesso dichiara meno della metà del loro guadagno(se lo dichiarano) noi ce la prendiamo con chi arriva nei porti su carrette e scappa dalla fame e la guerra .. motivo? abbiamo paura che ci portino via quel tozzo di pane che gli industriali italiani gentilmente ci hanno lasciato e non finiremo mai di ringraziare

12 nuovi migranti in città - 31 Agosto 2014 - 11:09

chi predica bene...
"Predicare bene e razzolare male"....son capaci tutti! Essere buoni solo a parole....son capaci tutti...basta avere l'istinto dell'impostore. Tra i sostenitori dell'immigrazione a tutti i costi qualcuno, in altra sede aveva fatto notare che in Svizzera, Francia e Germania ci sono molti più immigrati di noi. Vorrei far notare che in Svizzera, nel computo globale degli immigrati, una buona metà sono miliardari e gli altri sono stati assunti solo dopo che il loro datore di lavoro ha esposto per 3 mesi la sua proposta di lavoro a favore di connazionali, così impone la legge. In Francia e Germania l'immigrato è obbligato, per prima cosa, a frequentare un corso di francese/tedesco e i disoccupati vengono rispediti al loro paese. Vengono assunti solo se non si trova un francese/tedesco che può soddisfare la richiesta del datore di lavoro, Devono osservare scrupolosamente la legge e le consuetudini del paese ospitante sennò vengono rispediti al loro paese; gli irregolari che richiedono cure ospedaliere vengono curati e poi...rispediti al loro paese. Non per razzismo o egoismo: hanno semplicemente IL CORAGGIO DI RICONOSCERE I PROPRI LIMITI ammettendo che NON POSSONO MANTENERE chiunque. Qualunque Nazione si ritroverebbe in ginocchio se fosse tanto scellerata da mantenere tutti i disperati che arrivano sul suo territorio. Se andate a controllare i call-center delle varie aziende ti telefonia, energia, ecc scoprirete che sono quasi tutti stranieri (che non parlano neanche bene l'italiano né conoscono le nostre leggi in materia di contratti e disdette). Volete dire che non ci sono italiani che farebbero il loro lavoro?????

Roberto Campana con gli abitanti delle case ATC - 6 Maggio 2014 - 14:11

Credo che......
Scusatemi, ma per quanto ho potuto leggere dall'articolo mi è sembrato che vi fossero alcune affermazioni fuorvianti. 1) ATC ha uno sportello sito a Gravellona, che per mia esperienza personale funziona, nel limite del possibile, discretamente (tra i 5 e 10 giorni per ricevere delle risposte, fino allo scorso anno almeno) e quindi non solo un "semplice" call center. 2) il presidente ATC, alla riunione tenutasi a Sant'Anna qualche mese fa, aveva già auspicato una collaborazione tra ATC e futura giunta per le piccole manutenzioni, da aggiungersi al piano di ammodernamento già in atto delle proprietà ATC. 3) Avendo avuto parenti in proprietà ATC posso dire che il problema dell'acqua non è mai stato un dramma, anche se in comune. E' capitato a volte di trovarsi bollette leggermente superiori al solito, ma, forse per fortuna, i soldi sono sempre stati puntualmente restituiti. Tolti questi tre punti, che mi paiono essere semplice informazione un tantino forzata, da campagna elettorare insomma, sul resto non posso che trovarmi d'accordo.

Pochi giorni alla fine del sondaggio sul candidato Sindaco - 7 Aprile 2014 - 01:38

E' solo un gioco
Come più volte dichiarato dalla redazione di VBN è solo un gioco, e cara Nadia in questo gioco non si conoscono bene le regole ! Se ti interessa mio marito lavora come responsabile in un call center di Milano, li di pc ne hanno parecchi !!!

Arrivano i Vigili la chiesa si svuota - 29 Dicembre 2013 - 15:12

per Valerio
Non giustifico assolutamente ciò che avviene a Suna od in altre parti della città: ci mancherebbe altro! Semplicemente avevo focalizzato l'attenzione solo su ciò che è avvenuto a Trobaso: per me bar o chiesa, rispetto al codice della strada, pari sono.Di certo c'è che se le macchine fossero posteggiate regolarmente i vigili le multe non potrebbero neppure sognarsele, ma come al solito in Italia, si difende sempre chi la legge la viola e si attacca chi la fa rispettare: è più facile e fa più tendenza; sembrava quasi che a far interrompere la celebrazione fossero stati vigili. Inoltre, il buon cristiano,testimone della sua fede, all'annuncio dei vigili che facevano multe fuori dalla chiesa, anzichè piantar tutto ed uscire, avrebbe dovuito battersi il petto e cominciare a recitare l'atto di dolore:" Mio Dio mi pento e mi dolgo del mio peccato di aver arrecato disagio ad altri lasciando l'auto dove più mi ha fatto comodo...ecc.ecc." E call'uscita avrebbe preso il suo bel foglietto e sarebbe dovuto correre a pagare senza fiatare recitando: " O Gesù d'amore acceso ecc. ecc,"
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti