Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

vvf

Inserisci quello che vuoi cercare
vvf - nei post

Vigili del Fuoco: addestramento ricerca sotto slavine - 23 Febbraio 2020 - 08:01

I Vigili del Fuoco del Verbano Cusio Ossola,ha effettuato un addestramento ricerca di persone disperse sotto slavina – presso San Bernardo, comune di Bognanco.

Serata Piroscafo Milano - 2 Febbraio 2020 - 18:06

Grandissima partecipazione ieri, a Villa Giulia, in occasione della serata dedicata all’affondamento del Piroscafo Milano, organizzata dal Comitato 10 Febbraio di Verbania.

Dati S. Barbara 2019 - 5 Dicembre 2019 - 08:01

Riportiamo il discorso tenuto ieri dal Comandante Provincial dei vvf, Felice Iracà, nel corso della cerimonia di S. Barbara: con i dati più significativi dell'attività di soccorso, di prevenzione incendi, di formazione antincendio e dei servizi di vigilanza antincendio, e l'elenco dei premiati con le croci di anzianità e i diplomi di lodevole servizio.

Vigili del Fuoco a Roma per pari retribuzione - 19 Novembre 2019 - 09:34

Oggi anche i Vigili del Fuoco di Verbania manifesteranno a Roma, per il pari trattamento economico con le altre forza in capo al Ministero dell'Interno.

Vigili del Fuoco VCO: "grazie della vicinanza per Alessandria" - 11 Novembre 2019 - 17:04

Riceviamo e pubblichiamo, una lettera di CONAPO Sindacato Autonomo vvf, per un ringraziamento alla cittadinanza del VCO per la vicinanza che stanno ottenendo per la tragica scomparsa dei colleghi di Alessandria.

Pompieropoli a Omegna - 8 Giugno 2019 - 11:05

Il 9 giugno, dalle ore 10, presso Piazza Martiri della Libertà a Omegna, una nuova edizione di Pompieropoli attende grandi e piccini mentre, in acqua, con Interlake, sarà la volta di cimentarsi con lo Stand Up Paddleboarding.

Regala un sorriso - 25 Maggio 2019 - 18:06

Il progetto benefico “Regala un sorriso” si rivolge al reparto di pediatria dell’Ospedale Castelli di Verbania. Riviato la scorsa domenica si terrà domani 26 maggio 2019 sul lungolago di Stresa

Allerta incendi e preoccupazione CONAPO - 2 Aprile 2019 - 11:27

L’assessore alla Protezione civile richiede la massima collaborazione da parte dei cittadini nel segnalare al numero di emergenza i principi di fuochi che possano mettere a rischio l’incolumità di persone e cose. I sindacato CONAPO tuttavia lamenta disorganizzazione e carenza di personale.

Sciopero dei Vigili del Fuoco - 9 Novembre 2018 - 13:01

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del sindacato autonomo CONAPO del Vigili del Fuoco, che annuncia uno sciopero per sabato 10 novembre 2018.

Antincedio Lago Maggiore: CONAPO chiede mezzi - 21 Luglio 2018 - 10:23

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del segretario provinciale CONAPO Sindacato Autonomo vvf, riguardante la problematica antincendio sul lago Maggiore.

Presidi antincendio estivi all'Isola dei Pescatori e Cannobio - 20 Luglio 2018 - 11:28

Partiranno sabato 21 luglio due importanti presidi antincendio che saranno erogati da personale specializzato del Comando Provinciale dei vvf del VCO a tutela della sicurezza di due importanti territori della nostra provincia che, nel periodo estivo, sono meta di un ingente afflusso turistico. Di seguito la nota del comando Provinciale Vigili del Fuoco.

Società delle Regate 1858: "Regala un Sorriso" - 2 Giugno 2018 - 19:06

Domenica 3 giugno si svolgerà la manifestazione "Regala un Sorriso" (rimandata dal 13 maggio), sul lungolago di Belgirate.

Al Castelli intervengono i vvf: tutto ok - 4 Maggio 2018 - 16:34

Nella mattinata odierna nei locali del DEA dell’Ospedale Castelli di Verbania un problema al motore del sistema di ventilazione, che ha causato il surriscaldamento di una guarnizione in gomma, ha prodotto forte odore di plastica bruciata.

vvf: inaugurazione castello di manovra - 19 Aprile 2018 - 09:33

Venerdì 20 aprile alle ore 11:00, alla presenza delle Autorità civili e militari della provincia del Verbano Cusio Ossola, nonché dei Direttori Regionali dei VV.F. del Piemonte e della Puglia, si terrà l’inaugurazione di un castello di manovra presso il distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco di Domodossola.

Sul lago ghiacciato: li salva l'elicottero dei vvf - 25 Marzo 2018 - 20:07

Oggi, domenica 25 marzo, alle ore 17:30 gli specialisti del reparto volo Lombardia, sono intervenuti in Val Formazza (VB), presso la diga del Morasco per soccorso persone.

I vvf festeggiano S. Barbara - i dati stagionali - 3 Dicembre 2017 - 13:01

Lunedì 4 dicembre alle ore 11,00 i Vigili del Fuoco del Verbano Cusio Ossola celebreranno la ricorrenza della loro Protettrice, Santa Barbara Martire, con una funzione religiosa che si terrà presso la Chiesa di Madonna di Campagna.

Addestramento di soccorso SAF - 25 Ottobre 2017 - 11:27

Alle ore 10.00 di ieri il personale vvf, formato e preparato a intervenire con l’utilizzo di tecniche S.A.F. (speleo alpino fluviale), ha simulato in località San Bernardino Verbano, lungo la SP62, il soccorso a una persona caduta in un dirupo circostante, in una zona impervia, rimasta ferita e impossibilitata a muoversi, ferma e immobile ad una profondità di circa 30 metri dal livello della soprastante strada Provinciale.

Ritrovamento dispersi al Devero grazie all'APP - 19 Ottobre 2017 - 18:06

Nell’avvenuto ritrovamento delle due donne della provincia di Varese, ad opera dei vvf del Comando di Verbania, nella serata di domenica 15 ottobre fra l’Alpe Devero e l’Alpo Misanco, zona nella quale si erano smarrite, determinante è stato l’apporto di un applicativo informatico, in uso presso le strutture del Corpo Nazionale, che ha comportato la geolocalizzazione, dando così l’avvio alle procedure di recupero.

"Sul Teatro Il Maggiore la deroga della deroga" - 15 Ottobre 2017 - 18:06

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lega Nord Verbania, riguardante la serata a Il Maggiore con il filosofo Umberto Galimberti e le polemiche successive per l'elevato numero di persone presenti in teatro.

vvf estraggono bimbo da auto - 11 Settembre 2017 - 15:03

Alle ore 10.00 di stamane una squadra vvf è intervenuta nel comune di Stresa per aprire la portiera di un’autovettura, rimasta accidentalmente chiusa, al cui interno vi era un bambino, in buone condizioni di salute.
vvf - nei commenti

Montani: "Quinta proroga al teatro" - 1 Agosto 2019 - 11:32

Re: Re: più che un teatro, un bunker antiatomico
Ciao paolino ho riletto il mio post e non trovo scritto ciò che dici. Quindi rimane tua interpretazione del mio pensiero. Libero di farlo ma non contestare a me ciò che pensi tu. Spiego comunque la mia ironia sulla questione: le normative antincendio, così come tutte le norme tecniche, sono passibili di interpretazioni, nonchè di valutazioni (di rischio) personali. Per necessità professionali mi interfaccio, anche se non nel dettaglio tecnico, di questioni che riguardano l'antincendio. Chi invece per mestiere si interessa della materia, può tranquillamente asserire che le normative vengono intepretate diversamente secondo il comando tecnico che ha in carico la valutazione. Va da sè che i risultati sono nettamenti differenti e non c'è uniformità di giudizio in campo nazionale. Come aneddoto, vi cito un requisito REI60 per una parte di una struttura "aperta": basta cercare con google il significato di REI per capire l'ossimoro. Ora, io credo che le responsabilità ci siano e che anche il comando dei vvf non ne sia avulso: mi piacerebbe che la magistratura venisse investita del caso ma temo che la maggior parte di noi non ne vedrà sentenza. Tuttavia non è un buon motivo per non cercare le responsabilità che, statene certi, non interesseranno la politica perchè questo è un vizio tenico ed un errore dei tecnici. E' sacrosanto pretendere prodotti e costruzioni conformi alle leggi vigenti nonchè allo stato dell'arte tecnico: fa specie tuttavia che ci sia un'attenzione spasmodica per il CEM, che ci si indigni per la quinta proroga, e poi ci chiuda gli occhi e ci si giri dall'altra parte quando realtà ben più affollate (le scuole?) pericolose e pericolanti sono come una tegola pronta a cadere. Il vostro, parlo per l'autore del comunicato, è un mero strumento politico: tutto fa brodo per contestare l'avversario. Io non ne sono solo convinto, ne sono certo: a parti inverse, nulla sarebbe potuto cambiare perchè la politica qui non c'entra proprio nulla. Saluti AleB

Montani: "Quinta proroga al teatro" - 31 Luglio 2019 - 09:58

Re: più che un teatro, un bunker antiatomico
Ciao AleB Quindi ci stai dicendo che i vvf si stanno inventando norme che non esistono,al solo presumibile scopo di mettere i bastoni tra le ruote all'amministrazione? Ti rendi conto dell'enormità della cosa?

Montani: "Quinta proroga al teatro" - 30 Luglio 2019 - 19:39

più che un teatro, un bunker antiatomico
a parte che la relazione della commissione è stata pubblicata sull'Albo Pretorio online, ma non fa altro che mettere per iscritto una sequenza di eventi "storici" che compongono la vicenda. Dalla discussione in consiglio si evidenziò che non ci fu una responsabilità di un singolo individuo o di una singola entità giuridica (sia pubblica che privata) ma concause che portano allo stallo attuale, A me vien da dire che più che un teatro, la commissione regionale dei vvf vuole che il CEM sia un ottimo rifugio antiatomico. Ora, non bastano i sistemi di rilevazione incendio e spegnimento, non basta la messa in sicurezza delle singoli parti strutturali contestate, no serve anche sostituire gli infissi dei camerini perchè non sono REI90. Cioè, una finestra che deve reggere al fuoro per 90 minuti. Fa nulla se in commercio non esiste: noi vogliamo un RIFUGIO! più polifunzionale di così! Basterebbe poi considerare che le proroghe ai vincoli normativi sono ammesse dalla commissione solo perchè la struttura è ritenuta comunque adeguata, ma non perfettamente a norma, Le stesse norme che, i naltre città e per altri manufatti - pubblici o privati che siano, partoriscono strutture molto meno vincolate dal punto di vista della resistenza al fuoco. Tant'è: il vvf deve fare il suo lavoro e tutte le commissioni pubbliche hanno un obiettivo. Rispettare le regole e scaricare le responsabilità. In attesa che qualche buon produttore di serramenti ci costruisca la finestra REI1000, andiamo pure tranquillamente a Teatro: è molto più facile che prenda fuoco l'impianto elettrico di casa nostra, che una struttura di quel genere osservata da 5vvf (per gli eventi in strutture a regola ne "bastano" tre!) ogni secondo della manifestazione. Saluti AleB

Una Verbania Possibile: bilanci di fine ciclo - 4 Gennaio 2019 - 19:34

luoghi comuni
Mancano nell'ordine: - non ci sono più le stagioni di una volta - piove, governo ladro - si stava meglio quando si stava peggio. Qualcosa di più concreto no eh? Ad esempio, Renato vuoi dirci cosa intendi per Visione di Insieme? Qual è la tua proposta di "insieme" per la città e quale il percorso economico da perseguire per completarla? In 5 anni di opposizione, non si è capito. Magari, con una spiegazione più concreta, riuscirai a convincerne un altro paio al prossimo giro di giostra. Palazzo Pretorio era in vendita (anzi, venduto perchè alla Cosa Comunale non serve a nulla uno spazio "commerciale" nel centro della città): apriti o cielo!!, mancava scomodare il Presidente della Repubblica. Hanno dovuto "inventarsi" uno scopo pubblico per accontentare chi, anche all'interno della maggioranza, vede obiettivi strategici sul nulla (cioè, l'utilità di quei due locali affacciati sulla piazza principale!). Ho percorso di persona, con passeggino appresso, il lungolago di Pallanza nel nuovo tratto contestato: nessuna differenza con il budello di Intra. Tiriamo su anche quello allora, dove però non giungono lamentele: la piazza diffusa funziona d'estate con i dehor dei pub affacciati sul lungolago. Quella strada può tranquillamente diventare a senso unico: i pulman turistici possono permettersi un giro molto largo, le auto passano da sopra. Non vedo quale sia la necessità impellente di avere il doppio senso. Se poi l'autista pigro (gli stessi che vogliono parcheggiare in centro perchè fa male fare 4 passi), decide poi di parcheggiare dove non si può, va da sè che la sanzione sia sacrosanta. CEM: una tale attenzione ad un (ex) CPI non si è mai vista. Quando ci si siede sulle poltrone del teatro ci si sente un pò troppo osservati: vvf ovunque, insegne luminose di esodo sempre accese (fastidiose direi durante uno spettacolo), un monitoraggio continuo tecnologico manco fosse una centrale atomica. Eppure, in giro per l'Italia, ci sono teatri di 100/200 anni fa quando le nozioni di ancendio erano ancora nella testa di chi non era ancora nato. Altro che REI. Ma pur di far cagnara, si vaneggia che il nostro teatro sia una bomba ad orologeria, Quando poi questo documento verrà approvato, allora staranno tutti sereni e tranquilli, viaggiando magari su una nuovissima auto con batterie al litio. A proposito, mai stati a visionare qualche CPI ormai scaduto delle scuole cittadine? Lo sai Renato che in alcuni casi andrebbero chiuse? Vi siete poi dimenticati di criticare la Rapetti, la Fondazione, il giardino, il bar, l'architetto e l'ingegnere e perchè no, anche la location. O stiamo assistendo ad un nuovo modo di fare politica? il comunicato in serie... Attendiamo la terza puntata quindi? Rinnovo la domanda alla quale non mi hai risposto: ci sei mai stato? Conti di andarci qualche volta? così, giusto per magari cambiare idea non tanto sull'involucro ma sui contenuti rispetto alla condizione del passato. Infine, ancora una volta si mistificano le intenzioni: nessun centro commerciale - inteso in senso lato, nell'area ex Acetati ma alcuni (forse) nuovi esercizi commerciali delle dimensioni delle GDO già presenti in loco e recupero dell'area da raggiungere in una decina di anni (quando certamente la Marchionini non avrà più alcun potere). Poveri commercianti intresi: hanno certamente bisogno che qualcuno dell'amministrazione dia loro "protezione". Dai Renato, fai outing: sei un berlusconiano convinto, quello a cui sta a cuore l'interesse dei "pochi imprenditori" in confronto all'interesse della comunità. Sei però arrivato tardi: si reitera la stessa cantilena del poverissimo commerciante intrese (poverisssssssimo!) perchè, alla fine e di concreto, altre differenze con gli altri non se ne vedono. Saluti AleB

"Teatro Maggiore: si faccia Commissione d'Inchiesta" - 24 Gennaio 2018 - 21:20

Re: Comando dei vvf
Ciao AleB Io invece interpreto che la responsabilità è esclusivamente del gruppo stones che inizialmente s’era fatto approvare un progetto che non considerava i gusci (furbizia? Incompetenza? Dimenticanza?) successivamente quando vf hanno avuto il progetto completo, l’hanno immediatamente bocciato. Peccato che il progetto definitivo sia stato inviato a pochi giorni dalla fine dei lavori

"Teatro Maggiore: si faccia Commissione d'Inchiesta" - 24 Gennaio 2018 - 18:14

Re: Comando dei vvf
Ciao AleB ammesso e non concesso dici, e dici bene. per questo si fa una Commissione , per capire bene e trovare delle responsabilità, che certamente non cambieranno lo stato dei luoghi, ma potranno fare pagare altri soggetti che non siano le tasche della collettività. Converrai che se anche solo si arrivasse a definire un responsabile per la questione antincendio, parliamo di quasi 300'000€ ... e se poi scoprissimo che quel progetto è stato pagato 2 volte? sarebbero altri 500'000 € che dovrebbe pagare chi ha sbagliato e non la città tutta...ecc, ecc Se le coscienze sono a posto si aprano le carte.

"Teatro Maggiore: si faccia Commissione d'Inchiesta" - 24 Gennaio 2018 - 16:28

Comando dei vvf
Che serva una commissione per stabilire chi ha sbagliato nell'affair anticendio, mi sembra esagerato, visto che un giornalista ci è già riuscito solo leggendo le carte: http://www.verbano24.it/index.php/7240-al-via-i-lavori-antincendio-al-maggiore-ecco-perche-manca-il-certificato-dei-vigili-del-fuoco [..]Questo progetto, redatto dal gruppo Stones diretto dall’architetto spagnolo Salvador Perez Arroyo, in via generale ha ricevuto parere di conformità antincendio l’8 giugno 2011. Già allora prevedeva travi di legno grezzo – quindi non ignifughe e con scarsa resistenza al fuoco – e giunti di metallo dolce. Nel redigere la pratica antincendio, lo specialista di Stones ignorò del tutto il guscio, concentrandosi sui singoli “sassi”, resistenti al fuoco perché di cemento armato. La pratica, vista dal comando provinciale dei vigili del fuoco in sede di conferenza dei servizi, fu ritenuta sufficiente e arrivò il via libera. Nella fase di cantiere, come chiunque ha potuto vedere a occhio nudo, sono state impiegate quelle stesse travi grezze. Il 18 novembre 2015, però, verso la fine dei lavori, vengono trasmesse ai vigili del fuoco le modifiche apportate con il progetto esecutivo e, solo allora, a lavorazioni finite, arriva – la data è il 3 dicembre – una lettera in cui si chiedono integrazioni sulla resistenza al fuoco degli elementi lignei. [..] Ammesso e non concesso che la riflessione di Verbano24 sia corretta, due parrebbero gli imputati: il tecnico specialista del gruppo Stones ed il comando provinciale dei vvf che ha approvato un progetto fallace. Chi avrebbe la responsabilità del danno procurato, è materia per i professionisti del settore. Infine, a parte l'aspetto dell'anticendio che per trasparenza dovrebbe venire comunque alla luce, tutto il resto è demagogia spiccia poichè, qualunque sia il risultato (politico, evidentemente) dell'eventuale commmissione, nulla potrà essere cambiato di quello che è già stato realizzato. Ormai è vano ogni tentativo di fare squadra: i lor signori potranno solo ambire alla guida politica della città per fare del teatro ciò che crederanno. Sempre che mai ci riescano a salire sul trono.... Saluti AleB

Evento prof. Galimberti: la posizione degli organizzatori - 17 Ottobre 2017 - 10:29

Pesare le parole
tratto da un altro quotidiano online locale: “Sono disgustato dal fatto che metà di voi sia rimasto fuori per motivi di sicurezza. Avete un teatro nuovo cui non è consentito l’accesso a metà del pubblico. E’ il risultato della mancata capacità di programmazione dei vostri amministratori e di una burocrazia troppo rigida. Se c’è qualche giornalista in sala, spero che lo scriva, senza compromessi!” http://www.verbanonews.it/prima-pagina/galimberti-al-maggiore-disgustato-che-meta-di-voi-sia-rimasta-fuori-2887.html Io sinceramente faccio fatica a capire il significato delle sue parole: la sala era piena, c'erano altre persone che non avevano diritto ad entrare (perchè non c'era più posto!), e lui dove le avrebbe volute mettere? sono rimaste fuori perchè se la capienza è 570, semplicemente non ci sono sedie libere. La burocrazia troppo rigida è quella che impone che al tutto esaurito non si faccia entrare altra gente? "E’ il risultato della mancata capacità di programmazione dei vostri amministratori": ma si riferisce al caso specifico o alla mancata lungimiranza di un progetto di quasi 10anni fa che doveva prevedere che il suo evento avrebbe attirato oltre 570persone? Nel primo caso il rimbrotto è da fare a chi lo ha invitato e pagato che non è stato in grado di prevedere e prevenire il grande afflusso (avrebbe potuto chiedere l'affitto della sala grande, MILLE posti!, deroga vvf permettendo); se è la seconda delle due chiavi di lettura, è solito contestare le capienze di tutti i posti dove viene invitato? Immagino che anche altrove abbia superato il tutto esaurito! E se 570posti per lui non basta, lo sa che in oltre un anno di programmazione, ben pochi sono stati gli spettacoli da tutto esaurito? Dovevamo pensare ad un teatro sempre mezzo vuoto perchè "non si sa mai che passa Galimberti da queste parti?". Io davvero non lo capisco...se non come incipit alle scorribande demagogiche di turno. Saluti AleB

Comitato contro Impianto idroelettrico S. Bernardino - 12 Settembre 2017 - 08:29

E`gia`esistente
Cé gia`una centrale idro. sotto San Salvatore comune di Premeno con annessa diga.Potrebbero recuperare il materiale e farla un po`piu`sottto.La Svizzera ha 5 centrali nucleari,tralaltro la sede legale del vvf e propio vicina ad una di queste .........quindi ??????

Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 18 Luglio 2017 - 13:44

x giacomo
Non volevo più intervenire su questa faccenda, perchè quanto da me replicato era più che ovvio, ma forse devo chiarirle un passaggio fondamentale che lei non ha probabilmente capito; al di la di quanto detto sui tanti soldi pubblici spesi ulteriormente senza che il vero problema (SICUREZZA SPIAGGE) sia risolto; io sono tremendamente furibondo perchè I COMUNI, NEL SOLO PERIODO ESTIVO, NON ASSUMONO ADDETTI (ASSISTENTI BAGNANTI) AL CONTROLLO E ALLA VIGILANZA DEI BAGNANTI SULLE SPIAGGE, PERCHE' ALTRE REALTA', GIA' ECONOMICAMENTE SOSTENUTE A LIVELLO ISTITUZIONALE SI PROPONGONO, NEL CALDERONE DELLA SICUREZZA IN ACQUA, DI FARE ANCHE QUESTO GENERE DI SERVIZIO, DANDO COME VALORE AGGIUNTO, PER OTTENERE LE CONVENZIONI, L'USO DI GOMMONI E DI MOTO D'ACQUA (legalmente non possono espletare questo servizio sulle spiagge), QUINDI I COMUNI I CONTRIBUTI LI DESTINANO A QUESTE REALTA'. Capisce che le mie rimostranze non c'entrano nulla con quello che commenta lei e hanno commentato tutti gli altri: la barca antincendio dei vvf (per me possono dargliene anche una flotta), le maxi emergenze, gli incidenti sul lago, ecc. ecc.. Le rispondo poi in merito all'appunto sullo scontro dei due motoscafi a Stresa tempo fa; lei manco si immagina io e la mia ex squadra di Assistenti Bagnanti quante centinaia di interventi di soccorso e di salvataggio abbiamo fatto in acqua (laghi, fiumi e mari), tra il 1987 e il 2000; questo sia di giorno che di notte, h24 e per 365 giorni all'anno. Quindi la sua battuta finale: "MA PER FAVORE!!!! penso che in questo caso sia fuori luogo! Spero di aver chiarito una volta per tutte che i miei commenti non erano di sicuro un attacco all'Istituzione Corpo dei vvf, che anzi, ritengo debba essere supportata pienamente dallo Stato per avere le giuste attrezzature e i mezzi necessari per svolgere il loro lavoro; questo però non significa che non sostengo la legittimità, in tema di sicurezza in acqua legato alle spiagge e degli Assistenti Bagnanti.

Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 18 Luglio 2017 - 12:41

Re: chiarimento
Carissimo Furlan, visto che continui la polemica scrivendo cose totalmente inesatte, t'invito in caserma vvf per fare quattro chiacchere col sottoscritto, in modo tale da poterti ragguagliare, in primis, sui nostri compiti istituzionali che in breve sono volti alla salvaguardia della vita a 360 gradi. Ti rifaccio presente che nelle acque interne il soccorso spetta ai vvf, come il coordinamento se non presente la guardia costiera..l'assistente bagnanti è altra cosa!! PRIMA DI SCRIVERE O CHIACCHIERARE, OCCORRE STUDIARE LE LEGGI DELLO STATO. Saluti

Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 18 Luglio 2017 - 09:06

chiarimento
Provo, anche se sarà difficile, mettere un pochino d'ordine a quanto scritto: Signor Alberto Antoniazzi, che io sia ancora attivo sul territorio e con quale associazione, penso che in questo caso sia un dato di poco conto; però, per darle serenità, le dico che sono sempre con la medesima bandiera da oltre trent'anni. I brevetti che ha al suo interno personale del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco li conosco molto bene, così come conosco molto bene anche le didattiche legate agli stessi, come vede di passaggi ne ho persi ben pochi; così come il fatto che "i vvf rivendichino una imbarcazione ANTINCENDIO visto che è il Vostro compito istituzionale", penso che nessuno abbia da obiettare alcun che. Vede, c'è però un qualcosa che stona e mi fa sobbalzare quando sento parlare di soccorso in acqua, e sa perchè?, perchè spesso mi sono trovato, come tecnico nazionale del salvamento, a proporre ed offrire ai Comuni rivieraschi servizi di sorveglianza balneare sulle spiagge dei loro territori con Assistenti Bagnanti brevettati e, per tutta risposta, mi veniva e mi viene ancora risposto: "ABBIAMO SIGLATO UN ACCORDO ONEROSO CON I vvf E/O CON GLI OPSA DELLA CROCE ROSSA PER COPRIRCI IL SERVIZIO QUINDI PER QUEST'ANNO SIAMO A POSTO COSI'". A di là che è una cosa non fattibile perchè è contro la legge, però questo da l'idea di come vengono fatte le cose. Le chiedo, le sembra logico tutto questo?, visto gli Assistenti di cui sto parlando sono gli unici legittimati a svolgere questo delicato compito sulle spiagge, oltre al fatto che spendono dei denari propri per conseguire il brevetto, per poi poter portare a casa un misero stipendio di circa €. 1.000 mensili per circa tre mesi, non pensa sia un diritto anche per loro avere un lavoro?, a già, loro non hanno i sindacati!! Come detto nel mio precedente commento: "che per svolgere questo specifico lavoro sulle spiagge è necessario avere il brevetto di salvataggio rilasciato: dalla F.I.N., dalla S.N.S. o dalla F.I.S.A.", le chiedo di spiegarmi perchè due entità (vvf e OPSA), propongono ai Comuni servizi, che di fatto non possono essere sostitutivi al lavoro dell'Assistente Bagnanti, andando però a penalizzare il lavoro stesso dell'Assistente Bagnanti; ad essere s.....i basterebbe fare un'interrogazione al Ministero competente (come già fatto per gli OPSA), in modo tale da rimettere ognuno nei propri ranghi e al proprio posto. Le do solo un dato: in Italia gli Assistenti Bagnanti F.I.N. sono oltre 80.000, pensa che una interrogazione non abbia il suo peso? Signor Ivan D'alì, sul fatto che sul lago maggiore i vvf sono l'unico corpo statale con al suo interno la figura del soccorritore acquatico, non penso che nessuno lo possa negare; rispolverando però un bricciolo d'intelligenza che mi è rimasta, andrebbe ben chiarito cosa significhi "soccorritore acquatico", quel che è certo non può essere un Assistente Bagnanti di spiaggia. Concludo ragguagliandola sui compiti istituzionali degli altri enti statali presenti sul verbano (polizia, carabinieri, gdf, ecc.), certo che hanno altri compiti, sono agenti e ufficiali di polizia giudiziaria, ma si informi bene sui compiti delle loro squadriglie navali, di certo i loro pattugliamenti non sono mirati esclusivamente alla sorveglianza balneare, ma sono dei veri e propri organi di soccorso e salvataggio, chieda ad esempio alla Polizia Nautica e alla Guardia di Finanza di Cannobio quanti salvataggi hanno fatto, sia di giorno che di notte, e al 118 quanti interventi di soccorso. Infine le do solo un piccolo consiglio, abbia più rispetto per i volontari, perchè sono dei professionisti del soccorso, che lavorano a gratis per il popolo e pagano lo stipendio a persone come lei. Comunque, per non continuare nella polemica, ognuno si tenga le proprie convinzioni. BUONA SALUTE.

Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 17 Luglio 2017 - 21:48

Convenzione vvf
Sig. Hans no sono 2 anni che i vvf non hanno convenzioni con il comune di Verbania, lo stesso ha convenzione con la Croce Rossa. IN effetti il brevetto e' FIN, mia inesattezza.

Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 17 Luglio 2017 - 20:34

Re: soccorso vvf
Ciao Alberto Furlan, come stai? Ho letto il tuo commento sulle rivendicazioni di noi vvf rimanendo basito, ti reputo una persona troppo intelligente per aver scritto tale inesattezze. Provo a chiarirti le idee: I vvf hanno il coordinamento del soccorso in tutte le acque interne tranne quando è presente la guardia costiera e comunque in seguito a convenzioni in essere tra i due corpi, la guardia costiera si avvale delle figure specializzate/qualificate dei vvf; Tieni presente che sul lago maggiore l'unico corpo statale con al suo interno la figura del soccorritore acquatico sono i vvf. Gli altri enti statali presenti sul verbano (polizia, carabinieri, gdf, ecc.) hanno altri compiti, ben diversi dal soccorso e comunque in caso di bisogno, ovviamente, intervengono. Non cito qualsiasi forma di volontariato in quanto non si possono mettere al livello di persone che fanno soccorso per professione. Per quanto riguarda i brevetti, il Ministero dell'Interno riconosce il brevetti FIN per accedere alla SELEZIONE per partecipare al corso di soccorritore acquatico, ma ti garantisco che il corso di salvamento vvf è molto più intenso, duro e completo fi quello FIN. CIAO

Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 17 Luglio 2017 - 17:26

Re: Chiarimento sig. Furlan
Ciao Alberto Antoniazzi Mi perdoni, spero di non ricordare male e se così fosse chiedo scusa anticipatamente, ma non c'è in essere una convenzione tra vvf e comune per il pattugliamento (o qualcosa del genere) onerosa per le casse comunali?

Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 17 Luglio 2017 - 14:16

Soccorso vvf
Quindi Alberto Furlan, per la questione antincendio sul lago ( vedasi isole, traghetti che trasportano sostanze infiammabili etc, e diportisti in fiamme, etc) ci sareste voi ad espletare tale servizio perché hai il brevetto FIN , SNS,FISA !! Oppure non ho capito

Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 17 Luglio 2017 - 13:07

Re: soccorso vvf
Ciao Alberto Furlan Quindi se escludiamo l'FBI, la CIA, i marines, gli orsi con i guardiaparco americani e forse i forestali del parco della Sila mi par di capire che sul Lago Maggiore operano proprio tutti

Soccorso Nautico: VVF VCO soddisfatti dopo incontro - 17 Luglio 2017 - 07:18

soccorso vvf
Con questo escamotage hanno la possibilità di andare a ciuciare ulteriori soldi dalle realtà locali (Comuni e Regioni), come se non bastassero i soldi che i cittadini già pagano abbondantemente; queste sono doppie risorse economiche, oltre a quelle che già percepiscono dallo Stato, per fare un'attività che gli permette di girare in barca per il lago, come comuni diportisti, a controllare quello che già fanno le uniche figure istituzionalmente riconosciute, abilitate e appositamente istruite a svolgere questo delicato compito, gli assistenti bagnanti che stazionano sulle spiagge. C'è anche da dire che questo tipo di attività è già pagata e svolta da altri Corpi dello Stato (Guardia Costiera, Polizia, Guardia di Finanza, Carabinieri, Polizie Locali, oltre ai Coordinamenti Territoriali di Protezione Civile, ecc. ecc.), loro sarebbero più che un doppione, anche in senso economico. Se tutto questo non bastasse, aggiungiamo alla catena un altro anello, i gruppi OPSA della Croce Rossa, anche loro stanno andando da un Comune all'altro per cercare di firmare convenzioni onerose per fare quello che vorrebbero fare i vvf e tutti gli altri, ma il paradosso è che questi sventolando al mondo un certificato/brevetto che è riconosciuto SOLO al loro interno, ma che in ambito istituzionale non vale niente; un esempio, è come dire che una guardia giurata possa fare e abbia lo stesso riconoscimento di un agente della Polizia di Stato. In tutto questo marasma per l'accaparramento di ulteriore denaro e del semplice apparire sulla scena, è giusto fare un po di chiarezza: di tutte le specialità interne e di brevetti messi sul tavolo da questi salvatori improvvisati, buona parte non sono regolari per questo genere di attività; gli unici e soli brevetti di salvataggio previsti per legge, anche per il personale dei Corpi dello Stato che viene imbarcato sui mezzi di soccorso; sono quelli che vengono rilasciati: dalla F.I.N., dalla S.N.S. e dalla F.I.S.A.; questo vale anche i vvf e gli opsa.

Soccorso Nautico: VVF VCO chiedono attenzione - 11 Luglio 2017 - 11:52

paolino
Caro Paolino, per non entrare sempre nella polemica mi sono astenuto da fare ulteriori commenti un po più forti e pesanti, che per qualcuno potrebbero diventare indigesti. Detto questo, desidero solo aggiungere al comunicato dei sindacati dei vvf; quando alla fine degli anni 80 ho fondato la prima organizzazione ufficiale di soccorso in acqua formata da soli volontari, unica su tutto il Lago Maggiore (sia parte piemontese che parte lombarda), questa era in grado di effettuare operazioni di salvataggio h24, con qualunque tipologia di tempo e utilizzando imbarcazioni donateci solo da privati (tanto per far capire, dal maggio del 1987 al dicembre 1999, la realtà di cui parlo ha tratto in salvo e ha soccorso oltre 900 persone); mi chiedo, dov'erano quei vvf che tanto invocano una legge fascista per il coordinamento e la competenza del Soccorso nelle acque interne come fiumi, laghi e bacini artificiali? Solo qualche volta, di notte, mi era capitato di trovarli sul lago a cercare qualcuno che era dato per disperso, a bordo di un barchino rosso chiamato manta, senza luci e tutti rigorosamente vestiti con gli stessi abiti e stivali con i quali andavano a spegnere gli incendi, e per giunta, quando ci incrociavano, si incavolavano ancora per la paga con noi perchè dicevano che non eravamo titolati a fare quello che stavamo facendo, perchè loro erano lo Stato; ah, nonostante fossero tutti stipendiati statali, nessuno di loro aveva brevetto di salvataggio. D'altronde, visto chi li dirigeva e li dirige non è ci si può aspettare risposte e atteggiamenti diversi. Con questo, voglio chiarire di non aver nulla contro il Corpo dei Vigile del Fuoco anzi, grande apprezzamento per come svolgono il loro lavoro; solo che dovrebbero pensare più a curare i loro principali compiti istituzionali: incendi, catastrofi e quant'altro faccia parte della grande emergenza, dove sono pagati per svolgerli, non andare a creare dello scompiglio e malcontenti in altri campi (come ad esempio il soccorso alpino e il "soccorso in acqua"), dove la loro presenza, a volte, è solo un semplice apparire.

Soccorso Nautico: VVF VCO chiedono attenzione - 11 Luglio 2017 - 07:54

soccorso in acqua
Tutti si arrogano il diritto di avere e fare tutto, detto questo direi che questo delicato argomento meriterebbe un pochino più di chiarezza: i vvf, nella loro nota, dicono che in base alla legge n° 1570 del 1941 , il coordinamento e la competenza del Soccorso nelle acque interne come fiumi, laghi e bacini artificiali, è di loro appannaggio. Forse, A QUEL TEMPO, SUI BACINI DA LORO CITATI, C'ERANO PROBABILMENTE SOLO LORO, E NON C'ERANO STRUTTURE ORGANIZZATE CHE SI OCCUPAVANO DI QUEL SETTORE; ma poi scusate, fatemi capire, facciamo la guerra al titolare di un lido che, con cartelli e manifesti apposti nella sua proprietà, ricorda il periodo fascista, poi, un Corpo dello Stato, rivendica un "diritto" sulla base di una legge fascista ancora in vigore???. Andiamo avanti, dicono di avere in senno alle loro tante attività i "soccorritori acquatici", personale patentato per la conduzione di imbarcazioni e moto d’acqua; intanto quando si parla di soccorso in acqua si deve sempre fare riferimento al soccorso alle persone in acqua quindi, un'attività che deve essere svolta da personale in possesso, non solo di abilitazioni al pilotaggio di natanti/imbarcazioni e moto d'acqua, me del brevetto di salvamento, cioè personale in grado di entrare in acqua e salvare una persona in difficoltà o che chiede aiuto. Questa inderogabile abilitazione vale anche per il personale delle Forze Armate e dei Corpi istituzionali dello Stato, oltre che ai gruppi OPSA della Croce Rossa. Non entriamo poi in merito al paragrafo relativo agli ulteriori costi aggiuntivi per gli Enti Locali, quindi il popolo, che devono erogare a questi Corpi dello Stato ulteriori altri denari pubblici oltre a quelli che già ricevono istituzionalmente dallo Stato; questo vale anche per la Guardia Costiera.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti