Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

gare

Inserisci quello che vuoi cercare
gare - nei post
Entra nel vivo il calcio CSI - 25 Marzo 2017 - 11:27
Finita la prima fase dei gironi della domenica, con il Genio’s Bar Traffiume e l’Ale’s Bar che si sono ufficialmente qualificati per gli spareggi (da effettuare con le prime classificate degli altri gironi) per accedere ai regionali.
CSI: festa dello sci al Devero - 24 Marzo 2017 - 17:16
Si chiude sabato con una festa finale all’Alpe Devero la stagione amatoriale dello sci, introdotta da quest’anno nel programma delle attività del Comitato di Verbania del Csi.
Vega Occhiali Rosaltiora match rinviato - 20 Marzo 2017 - 18:51
Prima di pensare alle gare giovanili e delle formazioni iscritte ai campionati di CSI un breve preambolo riferito alla prima squadra di Vega Occhiali Rosaltiora. La partita rinviata ieri contro il Pont S. Martin, motivazione ufficiale un incidente occorso al direttore di gare designato che gli ha impedito di giungere al PalaManzini, è rinviata a data da destinarsi.
Vega Occhiali Rosaltiora ospita Pont S.Martin - 18 Marzo 2017 - 19:06
Torna tra le mura amiche la prima squadra di Vega Occhiali Rosaltiora che dopo due partite nelle quali la formazione di Andrea Cova si è trovata in testa per due set a zero salvo poi farsi riprendere cerca il risultato pieno.
Altea Altiora parte con Lasalliano - 17 Marzo 2017 - 18:27
Altea Altiora, subito il Lasalliano Torino nel primo match dei Playoff Promozione. Settore Giovanile: cinque match in programma tra sabato e domenica. Scuola di Pallavolo “Città di Verbania”: riparte il progetto promozionale scolastico “1,2...3 Minivolley”.
La Fenice dei laghi e Team Insubrika - 16 Marzo 2017 - 13:01
Riportiamo il Report ad inizio Marzo 2017 di La Fenice dei laghi e Team Insubrika sezione di Verbania.
Altea Altiora pronti per i playoff - 11 Marzo 2017 - 09:16
Serie C: Altea Altiora sette giorni al via dei playoff, ecco la sequenza gare dell’andata. Giovanili: sabato Verbania-Biella in Under 14, domenica in campo i Ragazzi Under 16 e gli Juniores Under 18 nella fase Low Regionale e l’Under 13 Verde a Vercelli.
Spazio Bimbi: Il disturbo da TIC nei bambini - 5 Marzo 2017 - 08:00
Alcuni bambini possono presentare dei movimenti involontari, frequenti durante la giornata. Cosa fare quando si presentano per un periodo prolungato?
Altea Altiora ultimo match prima dei play off - 3 Marzo 2017 - 19:06
Altea Altiora, iniziate le manovre di preparazione ai playoff, ma prima la formalità di Occimiano. Giovanili: scattano le fasi Low per Under 16 e Under 18. L’Under 12 Gialla in 2° fase alla ricerca di un posto in Finale Territoriale.
Giro di boa per la pallanuto CSI - 28 Febbraio 2017 - 15:03
E’ giunto al giro di boa il circuito interprovinciale di pallanuoto, valido per la Coppa Tre Laghi Sport Experience, appoggiato dal comitato di Verbania del Csi. Domenica il torneo farà tappa ad Arona per la quarta prova, a distanza di due settimane dalle ultime gare di Oleggio.
Arona Active bene al Grand Prix di Torino - 14 Febbraio 2017 - 00:12
Ottimi riscontri cronometrici in vasca per gli esordienti A anno 2004-2005-2006 Arona Active questa domenica all'impianto Sisport di Torino, Grand Prix terza giornata.
Vega Occhiali Rosaltiora arriva Arona - 11 Febbraio 2017 - 19:56
Gran bella partita quella che si attende domenica alle 18.00 al PalaManzini di Verbania per il campionato di Serie D, contro Pallavolo Arona; un avversario giunto in questa stagione in categoria regionale, dopo alcuni anni di torneo interprovinciale, grazie all’acquisto di un diritto sportivo (cosa peraltro successa anche a Vega Occhiali Rosaltiora).
Altea Altiora: trasferta a Novara - 10 Febbraio 2017 - 20:33
Serie C, Altea Altiora: a Novara per mantenere il quinto posto. Giovanili: in campo tra sabato e domenica tutte le Giovanili Altiora.
gare per Arona Active - 31 Gennaio 2017 - 23:27
Altri due giorni di gare per gli agonisti Arona Active, tutte le categorie impegnate a Varese, Memorial Baccin trofeo Coelsanus,
Cross del Tecnoparco 2017 - Classifica - 30 Gennaio 2017 - 11:27
La stagione regionale di cross ha vissuto domenica 29 gennaio uno degli appuntamenti clou a Verbania con la 1° prova del CDS regionale di corsa campestre abbinata al Cross del Tecnoparco del Lago Maggiore.
gare - nei commenti
Forza Italia Vco: rivalutare le gallerie sulla SS34 - 27 Marzo 2017 - 20:51
Re: per Privatemail
Ciao lupusinfabula E lo chiedi a me ? Chiedilo a chi autorizza ed a chi dovrebbe controllarne la manutenzione, questa sconosciuta. Personalmente le gare di rally su strade statali ed asfaltate le bandirei, ancora di più su percorsi adiacenti a strapiombo, ci fracassano gli zebedei e ci tartassano con corsi e procedure di ogni genere sulla sicurezza, e poi consentono certe gare.
Minore su campi da tennis Pallanza - 2 Febbraio 2017 - 21:33
Re: Re: Può darsi, che...
Ciao Hans Axel Von Fersen concordo con l'idea degli obiettivi, attento però, il settore giovanile deve insegnare non vincere! La vittoria deve essere un risultato di quanto è stato insegnato, non un obiettivo fine a se stesso. Diciamo che struttura e contributo economico deve essere commisurato per numero di iscritti, numero di squadre (o fasce di età negli sporti individuali) coperte, quota di iscrizione, disponibilità al sociale, tornei o gare organizzate, formazione dei tecnici e dirigenti, capacità di gestire e innovare la struttura... Saluti Maurilio
Minore su campi da tennis Pallanza - 2 Febbraio 2017 - 18:37
Re: Re: Può darsi, che...
Ciao Hans Axel Von Fersen. Non sono d accordo. Alcune associazioni hanno lo scopo di formare i ragazzi indirizzandoli alla disciplina e alla sana attività fisica. Si potrebbe chiedere un numero di iscritti. Se poi i ragazzi si allenano senza vincere gare chi se ne frega 😊
Marchionini replica sull'Interpellanza piscine - 11 Settembre 2016 - 16:56
La stampa
«Non è assolutamente vero che non abbiamo atleti che partecipano ai campionati regionali e italiani e che non vinciamo medaglie. Siamo pronti a smentire il sindaco mostrando le classifiche». I l presidente della Società sportiva dilettantistica Insubrika nuoto, Paolo Preti, replica così al primo cittadino verbanese. Silvia Marchionini, rispondendo a un' interpellanza dei consiglieri Carlo Bava e Renato Brignone aveva dichiarato che la Ssd Insubrika non aveva un' attività agonistica così valida da giustificare la concessione di una corsia della piscina per tutte le giornate della settimana. Il sindaco aveva anche aggiunto: «Comunque gli atleti che fanno gare della Ssd Insubrika sono soltanto nove e nessuno ha vinto medaglie ai campionati regionali e nazionali. Inoltre il sodalizio non ha atleti tesserati nelle categorie che partecipano ai campionati italiani». inoltre aveva invitato Bava e a documentarsi perché avrebbero confuso gli atleti della Ssd Insubrika con quelli del Team Insubrika che, invece, «ha atleti ­ sottolinea il sindaco ­ in serie A». Specifica però Preti: «Il sindaco leggendo le classifiche non si è accorto che molti atleti tesserati dalla Ssd Insubrika partecipano alle gare regionali e nazionali con la maglia del Team Insubrika. La nostra società, come molte altre della Lombardia e del Piemonte, ha aderito, da alcuni anni, al progetto sportivo di quest' ultima. Pertanto tra i medagliati ci sono ragazzi del nostro sodalizio come Elena Preti, Eleonora Turvano, Giacomo Gambaretti e Mirco Arboritanza. Disconoscere i loro successi vuol dire fare un torto a giovani che hanno raggiunto certi risultati facendo grossi sacrifici». Conclude Preti: «Il sindaco, per assegnare spazi, non deve guardare alle medaglie ma al diritto di potersi allenare, che hanno tutti i ragazzi». Risponde il sindaco: «Non possono occupare la piscina tutti i giorni con soli venti tesserati».
"Teatro -Buco": Marchionini risponde a Zacchera - 30 Luglio 2016 - 19:26
la trasparenza che non c'è
A seguito della "risposta- non risposta" del sindaco Marchionini alle problematiche da me sollevate vedo che sostanzialmente il sindaco CONFERMA TUTTO e ne sono molto soddisfatto. D'altronde Il "cittadino "semplice Marco Zacchera ha il diritto di far conoscere (come tutti) il proprio parere su cose CONCRETE, ovvero i conti comunali quando NON sono a mio avviso trasparenti. Tutto il resto è "fuffa" o fa parte delle legittime e divergenti opinioni. Assegnare incarichi senza rispettare le norme (vedi deliberazione n. 7 fdel CC di Verbania dell'11.1.2016) non è a mio avviso corretto così come ritengo che NON chiedere i danni alla Show Bees, ma anzi insistere (senza gare) ad incaricarli - mettendo però a carico del comune costi che a leggere determine e delibere dovevano pagarsi loro - non mi sembra giusto . Assegnare copertura palco, stagione cinematografica, spettacoli, direzioni artistiche, forniture ecc.ecc. a semplice presentazione di un singolo preventivo e senza concorrenza fra fornitori o diversi preventivi fa spendere il comune ben di più del possibile. Se poi "il dirigente del procedimento ha chiesto più preventivi" (come sostiene il sindaco) perché non sono mai indicati in determina e non risultano neppure citati agli atti ? Certo, caro sindaco, che se si fa una gara ci sono delle regole da osservare, ma con il trucchetto della "manifestazione di interesse" si fa alla fine quel che si vuole, come avvenuto e come già si sapeva addirittura PRIMA della chiusura dei termini, circostanza che il sindaco si guarda bene dallo smentire. Nossignori, sul CEM - MAGGIORE non c'è trasparenza e i fatti (non le opinioni) mi daranno ragione. Marco Zacchera
Traversata a nuoto e Giro podistico del lago di Mergozzo - 16 Luglio 2016 - 17:38
Re: Si sfrutta sempre
Caro giovanni, mi vengono due considerazioni: 1. se è vietata la navigazione a motore, ammessa solo su autorizzazione e come supporto a gare e manifestazioni, di quale, vera, zona portuale parliamo? 2. una manifestazione che porta più di 200 atleta da tutto il nord Italia e dall'estero e una che porta più di 600 persone dalla provincia e zona limitrofe, stanno sfruttando oppure sono una risorsa? Ovviamente, questo vale per tutte le manifestazioni sportive che hanno per sfondo i nostri laghi e la nostra natura! Saluti Maurilio
Vega Occhiali sconfitta a Fenis - 4 Aprile 2016 - 23:47
Qualche riflessione (segue)
Un'ultima cosa ancora in merito. Se volete considerare solamente l'aspetto agonistico, vi inviterei allora ad attribuire il giusto merito a quelle ragazze che - nel campionato di Under16 - hanno conquistato l'accesso alla fase regionale, con due sole sconfitte nelle fasi provinciali ed interprovinciali: 18 gare contro squadre delle provincie di VCO, NO, VC, BI, AL. Un risutato unico per Rosaltiora e per la maggior parte delle Società della provincia (NO+VCO). Ora si misureranno con l'eccellenza delle squadre della regione: una prova improba che verrà affrontata con il massimo dell'impegno, nonstante l'estremo divario fisico/tecnico delle avversarie. Ma il successo di queste ragazze non è solo quello dettato dalla classifica, sarei io ingiusto se considerassi unicamente quell'aspetto - per quanto importante. L'ultima considerazione di questo mio scritto è relativa agli allenatori ed alla loro attività. Sicuramente, e chiedo scusa se offendo con questo qualche 'collega', non siamo un team di eccellenza tecnica, ma le energie sottratte alla famiglia, al lavoro ed al tempo libero testimoniano la passione verace che ci muove. Se qualche allenamento è stato annullato, o gestito da un coadiutore, è da imputarsi ad impedimenti dovuti ad una di quelle priorità - poc'anzi citate - con le quali un allenatore non-professionista deve trovare un compromesso. E se dopo sei mesi di attività, a campionati terminati, ci sono stati degli spostamenti relativi ai tecnici di riferimento delle varie squadre è da imputarsi all'avvio della fase propedeutica ai campionati della prossima annata sportiva. Scusandomi della prolissità, per me inusuale - indotta unicamente dalla passione, rinnovo l'invito a trovarci in palestra per confrontare "de visu" le nostre idee sportive. Ad (Ros)altiora semper.
Vega Occhiali sconfitta a Fenis - 4 Aprile 2016 - 23:45
Qualche riflessione
Anonimi Volleylife2016 ed Anonimo. Perdonate ma non sono riuscito a trovare alcun aggettivo più appropriato come formula introduttiva. Sono Andrea Cova, come potete vedere dal profilo, ed alleno le squadre Rosaltiora di Serie D, Under16 (fino ad un paio di settimane fa, ma ci tornerò più avanti), ed ultimamente Under13. Leggendo i vostri commenti all' articolo del 3 apr 2016, firmato redazione, vorrei manifestarvi il mio personale disappunto per l'iniquità dei pensieri che avete espresso. Non tanto per quanto riguarda la pochezza della "striscia" di risultati segnalata da 'anonimo' (ho troppi pochi capelli e pure sbiaditi per non rendermi conto che non è assolutamente all'altezza delle aspettative), quanto per le ragazze che compongono le squadre "non (...) degne di nota" (cit. Volleylife2016). Non volendo parlare per luoghi comuni e situazioni riferite, vi parlo in prima persona delle squadre ed atlete con le quali ho contatto diretto. Non credo che NON siano degne di nota squadre in cui giocano alcune ragazze che fanno mediamente 50 km (sia per la Serie D che per l'U16) 3 volte alla settimana per venire ad allenarsi, nonostante le sconfitte e la difficoltà della "striscia" delle ultime gare. Non credo che NON siano degne di nota squadre che mettono il loro impegno e tempo libero in allenamenti con i quali cercare di superare il propri limiti senza rinunciare o cedere alla tentazione di mollare dopo 8 lunghe settimane di "digiuno sportivo". I risultati, le vittorie e le sconfitte, li fanno le squadre (giocatrici e staff tecnico) e non, spero non me ne vogliano i dirigenti, la Società. Quindi prima di pensare alla valenza di una squadra, partendo unicamente dai risultati, non puntate il dito - generalizando con chiacchiere da BarSport - sulla Società, ma cercate di comprendere i contesti in cui gli stessi risultati si creano. Sono consapevole - e mi sento un po' Catalano (Massimo, non Guido) nel dire - che sarebbe stato meglio aver seguito il ruolino di risultati dell'andata, ma lo sport non è scienza esatta e ci sono molti fattori da considerare, non ultimo le avversarie. Vi inviterei tuttavia a venire a qualcuno dei nostri allenamenti e constatare di persona di come una squadra "NON degna di nota" affronta un periodo di difficoltà estrema ed i timori che le sconfitte ingenerano in una giovane atleta. Venite pure ad assistere un allenamento ed a vedere di come cerchiamo, e mi sento di parlare anche per chi mi assiste nelle ore di allenamento, di mettere tutto l'impegno possibile per favorire la crescita delle ragazze, una parte delle 250 citate, che ci sono affidate. Sarà l'occasione per confrontare le nostre idee in merito al valore ed alla "misura" con cui si valuta una squadra. (continua)
Da Nessie a Maggie, il mostro del Lago Maggiore - 21 Marzo 2016 - 09:45
Re: Odio le gare
Ciao lupusinfabula La 'gara' ovviamente intesa come sfida nella natura e con la natura, non certo qualcosa con pesci pollo con lo scopo di appendere una medaglia di tolla al muro. Per carità. Pescare è e deve rimanere un passatempo. Ma una amichevole sfida tra amici si può sempre fare. Ma coraggio c'è molto di più di qualche cavedano... Fidati. Occorre pazienza.
Da Nessie a Maggie, il mostro del Lago Maggiore - 21 Marzo 2016 - 09:24
gara? Maggie?
anch'io odio le gare di pesca,ma se Lupus e Luciobarbo,decidono di andare a pescare assieme,facendo eccezione per cui bisogna al massimo essere in due come dice Lupus, vorrei venire anch'io...per quanto attiene al "mostro"mi piacerebbe che il "romagnolo" continuasse a bere dosi massicce di lambrusco che gli permettano di vedere "sine die" Maggie con grande beneficio locale in termini di turismo ma soprattutto conoscenza del territorio
Da Nessie a Maggie, il mostro del Lago Maggiore - 21 Marzo 2016 - 07:33
Odio le gare
Odio le gare, soprattuto quelle di pesca: la pesca è un piacere da assoporarsi in solitudine, al massimo in due, sia in barca che in valle. Nel lago ormai sono rimasti solo pochi cavedani e per quelli proprio non mi scomodo.
"Parcheggio ospedale semi-interrato: una proposta" - 23 Febbraio 2016 - 10:44
Ciao lady Oscar
Penso che la deriva dirigistica presa dal Comune a causa delle continue sollecitazioni da parte della minoranza a "governare" meglio il patrimonio pubblico portino necessariamente alla rivisitazione di tutti gli utilizzi di strutture pubbliche. Come avrai notato tutti parlano di sperpero di denaro pubblico, quindi non vedo perchè tutte e dico tutte le strutture del demanio non debbano essere oggetto di regolamentazione. Dal canile in poi.... tutto dovrà essere gestito in modo trasparente e attraverso "gare" pubbliche. I campi di calcio così come tutte le palestre pubbliche; i parcheggi come la piscina; le strutture associative come i servizi cimiteriali. Tutto dovrà essere improntato alla massima trasparenza ed economicità. Per quanto sopra penso sia giusto che se vi può essere un ritorno economico relativamente ad un investimento pubblico, dovrà essere perseguito. Nello specifico mi sembra chiaro che i posteggi interrati nelle ore notturne potranno essere una risorsa per il Comune e non solo una spesa.
L’associazione 21 Marzo risponde a De Magistris e Minore - 19 Febbraio 2016 - 22:24
Trasparenza dei bandi pubblici
Leggendo alcuni commenti, in particolare quelli dove si parla di trasparenza e di risposte, mi sono posto una domanda: Un bando non è già di per se un atto pubblico? E' corretto fare richieste all'amministrazione che in realtà sono già atti pubblici? Non dovrebbe essere difficile avere accesso certe informazioni (gare, appalti, ...), oppure queste informazioni sono secretate? Sarebbe corretto chiedere il perchè un bando è stato strutturato in un certo modo, ma anche quello che è accaduto dopo? Guardate, non voglio difendere l'amministrazione, ma mi sto solo ponendo semplici questioni di forma, forma che spesso diventa sostanza! Magari, rispondendo a queste domande, aiutiamo l'opposizione a fare meglio il proprio lavoro! Saluti Maurilio
Determina revoca gestione piscine comunali - 25 Novembre 2015 - 11:41
Coperta corta
Da utente della piscina, che frequento assiduamente, devo dire che da qualche mese a questa parte la qualità del servizio e dell'impianto è molto migliorata. Così come è migliorata, nel tempo, la qualità dell'acqua e lo stato di manutenzione della struttura, con continui interventi piccoli e grandi per ripararare, ristrutturare e modificare quanto non funzionava. Detto questo, non posso ignorare i fatti, cioè che Insubrika ha debiti pregressi nei confronti del Comune per consumi di acqua e altre cose. Credo che il problema sia di "coperta corta", vale a dire che Insubrika ha preso un rischio, assumendosi l'onere e la responsabilità di gestire l'impianto, che, stante le richieste pattuite contrattualmente, non è stato in grado di reggere. Quando ci si impegna a fare lavori, a pagare gli oneri manutentivi (energia e consumo idrico), ad assumere e retribuire il personale, a pagare un pur misero canone al comune, sapendo che non si può agire sui ricavi (cioè il prezzo del biglietto d'ingresso), non ci sono semplicemente le condizioni per operare in maniera redditizia, insomma il gioco non vale la candela. A mio parere credo che la soluzione di buon senso stia nel mezzo, cioè che Insubrika saldi i debiti, ma che il comune, tenuto conto che è il proprietario della struttura, si impegni a livello strutturale a eseguire opere necessarie e non le deleghi a privati che, non essendo enti di beneficienza, devono pensare di trarre un profitto da un investimento. L'errore, ancora una volta, è del Comune, che imbastisce gare al ribasso con condizioni così pesanti che a regime generano problemi (come adesso). Credo che vada ripensata la gestione dell'impianto, che è potenziabile e migliorabile, ma che può essere sistemato solo con l'intervento pubblico stanti i costi strutturali da sostenere. In seguito la gestione dell'impianto potrà essere oggetto di una gara che tenga conto della qualità dei servizi offerti e del numero di persone che si intendono assumere. La piscina è un bene della collettività, che deve essere mantenuto in efficenza e, possibilmente , potenziato. Il Comune ha l'obbligo nei confronti dei cittadini di occuparsi in prima persona della sua efficienza e può delegare solo la parte tecnica (corsi per principianti e agonisti, uso della palestra, ingressi per la sola balneazione, servizi di bar e ristoro il tutto dietro un corrispettivo). Se il comune "abdica" dalla sua funzione di gestore per lasciare spazio ai privati, la nostra piscina diventerà presto un ricordo, proprio come il porto....
Lago Maggiore Marathon 2015 vince Slimani - 19 Ottobre 2015 - 17:46
è un dato di fatto
sicuramente positivo che ci siano tante manifestazioni sportive, ma qui come anche a Milano e in altre zone le corse o gare di altro genere riempiono sempre più i calendari e non sempre sono gestite con chiarezza nella comunicazione dei disagi (che ci sono) per chi si deve spostare. al posto che aggredire gli interlocutori sarebbe utile comprenderne le motivazioni. e complimenti certo ai volontari!
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti