Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

cinghiale

Inserisci quello che vuoi cercare
cinghiale - nei post

Lupi e Orsi nel VCO - 19 Febbraio 2021 - 08:01

Riportiamo la relazione trasmessa alla V Commissione del Consiglio Regionale Piemontese “Tutela dell’ambiente e impatto ambientale; risorse idriche; inquinamento; scarichi industriali e smaltimento rifiuti; sistemazione idrogeologica; protezione civile; parchi ed aree protette”

Provincia VCO: gestione cinghiali - 22 Gennaio 2021 - 08:01

La Provincia del Verbano Cusio Ossola, in attuazione delle proprie competenze in materia di Tutela faunistica, ha aggiornato il Piano di Gestione della specie cinghiale per il periodo 2021/26.

Polizia Provinciale report anno 2019 - 15 Febbraio 2020 - 15:03

Nove agenti, due ufficiali, un istruttore amministrativo quotidianamente intervengono nelle molteplici competenze in materia faunistico ambientale e unitamente ad altre forze di polizia presenti sul territorio provinciale contribuiscono al mantenimento di un elevato valore naturalistico per la nostra Provincia.

Carabinieri Parco Nazionale Val Grande: i dati del 2019 - 15 Febbraio 2020 - 11:05

La attività operativa del Reparto Carabinieri Parco Nazionale Val Grande per l’anno 2019 ha confermato il trend positivo in termini di controlli, attività di polizia e monitoraggio delle componenti ambientali.

Provincia VCO su problema cinghiali - 4 Settembre 2019 - 15:03

Riceviamo e pubblichiamo, una nota del Presidente della Provincia del VCO, Dott. Arturo Lincio, riguardante il controllo ed eradicazione della popolazione del suide cinghiale nel territorio della provincia del V.C.O.

Filiera Eco-alimentare - 29 Gennaio 2019 - 18:06

Processi di Filiera Eco-alimentare: mercoledì 30 gennaio 2019 si terrà la conferenza di chiusura del progetto finanziato da Fondazione Cariplo.

FdI su caccia ai cinghiali - 7 Ottobre 2018 - 15:03

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Fratelli d'Italia VCO, riguardo la proposta di divieto di caccia al cinghiale dichiara: "Non è quella la soluzione".

Cristina su divieto caccia al cinghiale - 30 Settembre 2018 - 11:04

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato dell'on. Mirella Cristina, Forza Italia, che riguardo la proposta di divieto di caccia al cinghiale dichiara: "Non è quella la soluzione".

Festa Inoca 2017 - 29 Giugno 2017 - 10:23

Ritorna anche quest'anno la "Festa Inoca" che si terrà a Cossogno dal 30 giugno al 2 luglio 2017 nel parco di Inoca, all'ombra della Chiesa seicentesca e nella secolare pineta di abeti.

Raid dei cinghiali - 25 Settembre 2016 - 13:01

Sono segnalati nelle notti passate raid di gruppi di cinghiali, che hanno "arato" campi pubblici e terreni privati.

Festa all'Aperto 2016 a Intragna - 3 Agosto 2016 - 09:16

Da giovedì 4 a domenica 7 agosto 2016, si svolgerà la 31° edizione della "Festa all'Aperto a Intragna", organizzata dall'Associazione Intragnese in occasione della Festa Patronale.

Festa Inoca 2016 - 7 Luglio 2016 - 09:16

Ritorna anche quest'anno la "Festa Inoca" che si terrà a Cossogno dall’8 al 10 luglio 2016 nel parco di Inoca, all'ombra della Chiesa seicentesca e nella secolare pineta di abeti.

A Cicogna: "Tra acque, draghi e santuari" - 30 Gennaio 2016 - 10:07

Domenica 31 gennaio 2016, alle ore 10.30, presso il Circolo ARCI di Cicogna in occasione della festa di San Giulio incontro "Tra acque, draghi e santuari".

Coldiretti: preoccupazione per troppi cinghiali - 10 Gennaio 2016 - 15:03

Gli effetti della presenza incontrollata dei cinghiali in Italia e sul territorio del Novarese e Vco sono preoccupanti: per il loro numero, più che triplicato nel primo decennio degli Anni Duemila. La Coldiretti Novara e VCO lancia l'Allarme.

Incidente di caccia - 7 Ottobre 2015 - 18:50

Nel pomeriggio di oggi incidente mortale durante una battuta di caccia sulle alture dell'Alpe Pala.

ANNULLATA - 10° Sagra del cinghiale - 3 Ottobre 2015 - 15:02

Annullata causa avverse condizioni meteo la tradizionale Sagra del cinghiale giunta alla 10° edizione e prevista per domani domenica 4 ottobre 2015,a Migiandone.

Festa Inoca, tutto pronto - 1 Luglio 2015 - 10:23

Ritorna anche quest'anno la "Festa Inoca" che si terrà a Cossogno dal 3 al 5 luglio 2015 nel parco di Inoca, all'ombra della Chiesa seicentesca e nella secolare pineta di abeti.

Cena in rosa - 6 Marzo 2015 - 16:13

Il Corpo Musicale S. Cecilia di Gravellona Toce, in attesa ed in preparazione del Giro d'Italia, organizza per Sabato 7 Marzo presso l'Oratorio (ore 19.30) una CENA IN ROSA.

Carnevale a Stresa - 12 Febbraio 2015 - 21:11

L COMITATO VOLONTARI CARNEVALE E L`ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO LOCO DI STRESA presentano Carnevale 2015

Un morto e un ferito per incidente sull'A26 - 20 Agosto 2014 - 18:50

All'altezza dello svincolo di Baveno, un'auto è finita contro il montante della galleria
cinghiale - nei commenti

Preioni su indennizzi attacchi lupo - 1 Novembre 2021 - 20:30

Informarsi e conoscere, le armi contro l'ignoranza
Vedere un rappresentante politico con ruoli amministrativi parlare in questo modo è veramente sconfortante, ma parecchio sconfortante. Il buonismo non c'entra nulla, semplicemente serve conoscere il lupo, come funziona il branco, come vive questo animale e ovviamente sì, proteggere e tutelare le greggi, ma non serve certo abbattere i lupi per farlo. Tutte le regioni con la presenza di lupi hanno predisposto finanziamenti per aiutare gli allevatori e risarcimenti, quindi non capisco di cosa ci si vanti, visto che è nel protocollo della gestione lupo. Questa è la dichiarazione del comunicato: "Ormai i branchi dilagano in pianura e si spingono ai margini delle città. Pertanto dovremmo lasciare da parte certi buonismi e varare finalmente quel piano di contenimento che come Lega Salvini Piemonte chiediamo fin dall’inizio della legislatura." Dove sarebbero questi branchi che dilagano? Addirittura arivando persino ai margini delle città? Un conto è diffondere il terrore figlio di chi non conosce, un conto è analizzare i fatti. Che la Lega sia un partito filo caccia per ovvi interessi è ormai risaputo, ma arrivare a simili esternazioni è veramente, ma veramente sconfortante. Ripeto il buonismo non c'entra nulla, è solo una questione di buon senso. Da un lato ci si lamenta dei troppi cinghiali e a volte anche dei troppi ungulati. L'unica "soluzione" proposta è la caccia e dopo decenni i risultati sono lì a mostrare che evidentemente non funziona, visto che i cinghiali sono sempre di più (ovvio), si spostano sempre più vicini alle abitazioni (ovvio anche questo, trovano cibo e meno pallottole ad aspettarli). Quindi già qui bisognerebbe cambiare approccio, visto il totale fallimento. E ci sono molte persone competenti nel ramo della gestione faunistica che spiegano e illustrano da anni perché l'approccio venatorio attuale non fa altro che favorire la riproduzione e la diffusione del cinghiale. E il lupo invece è un ottimo alleato perché può predare gli ungulati e ridurne naturalmente il numero (ma forse a qualcuno dà fastidio anche questo perché va a toccare le quote relative alla caccia, chissà perché non viene mai detto). Primo i dati sulla presenza del lupo nel VCO sono stati pubblicati e si parla di pochi esemplari. Secondo i lupi non formeranno mai branchi super numerosi, sono molto territoriali e una precisa gerarchia. Terzo, sparando e uccidendo i membri del branco è già stato illustrato come concorrerà ad avere l'effetto opposto, ovvero a diffondere e dividere maggiormente i branchi in essere, I lupi che si sono spesso avvicinati in ambiti diversi sono individui solitari in dispersione. Quarto, se la specie lupo non può accedere alle prede più facili (greggi), gioco forza si rivolgerà a cinghialie ungulati (in Appennino, la preda prediletta è proprio il cinghiale). Quindi sì a tutelare le greggi con i mezzi idonei e funzionanti, ma sparare non servirà a nulla. E soprattutto da parte di amministratori politici serve competenza e conoscenza (nella dichiarazione sopra scritta non viene riportato nessun dato sulla popolazione di lupa, censita, chissà colme mai. Niente dati, niente informazioni, solo comunicati allarmistici). Il buonismo non c'entra, il fattore in gioco si chiama buon senso e corretta gestione del patrimonio faunistico, del territorio e delle sue attività. Rivolgetevi a studiosi e ricercatori!

Piemonte: contenimento dei cinghiali - 19 Giugno 2021 - 07:41

Re: per Robi e la polenta
Ciao lupusinfabula Ci può stare... Anche un merendino è un'ottima idea. Io starei sul vino rosso comunque. Magari leggermente mosso. Così pulisce la bocca dal cinghiale....eheh

Piemonte: contenimento dei cinghiali - 18 Giugno 2021 - 20:28

per Robi e la polenta
Forse ora fa troppo caldo per una polentata, ma in effetti delle belle fette di salamino di cinghiale come di cervo e/o capriolo accompagnati da un buon bicchiere di bianco fresco e un po' mosso sono un ottimo spuntino/meren da. Comunque nulla vieta di conservanre le carni in congelatore per momenti più approppiati che ne diresti di un bel salmì?

Piemonte: contenimento dei cinghiali - 18 Giugno 2021 - 19:32

Re: Re: Re: Re: Bene
Ciao SINISTRO Oh si... Il cinghiale va mangiato sempre... Così non mangia noi...

Piemonte: contenimento dei cinghiali - 18 Giugno 2021 - 09:18

Re: Effetto contrario
Ciao Vincenzocolombo.vb non si tratta di malignità, ma di evidenza dei fatti: essendo il cinghiale una razza non autoctona, secondo te chi lo ha portato in queste zone?

Piemonte: contenimento dei cinghiali - 18 Giugno 2021 - 05:49

Effetto contrario
Da esperienze fatte nelle Marche, occorre fare attenzione perché l' eliminazione di soggetti maschi giovani può spingere le femmine di cinghiale ad aumentare naturalmente la proliferazione, ottenendo quindi l'effetto opposto al voluto. Se l: intento è quello di salvaguardare l'ambiente e gli agricoltori, e non come qualche maligno può pensare di ingraziarsi i cacciatori, occorre studiare le misure di contenimento con l'aiuto della scienza.

Piemonte: contenimento dei cinghiali - 17 Giugno 2021 - 18:30

Bene
Adoro la carne di cinghiale!

Lupi e Orsi nel VCO - 19 Febbraio 2021 - 18:31

Bisogna imparare a convivere
Colpiscono due cose: "Per questo l'effetto della "mancata gestione" prodotto dalle "norme" dovrebbe essere studiato sotto l'aspetto del "reato ambientale". Il reato ambientale è chi vorrebbe cancellare una specie dal suo habitat perché da fastidio. Questo è configurabile come un reato ambientale. Ora è sempre più chiaro perché le prime dichiarazioni a livello provinciale e poi anche regionale fossero per lamentarsi che nel VCO ci sono troppe aree protette. Dovrebbe essere un vanto ma per gli attuali amministratori è una punizione. "Per quanto riguarda l'introduzione del lupo" Ho letto bene? Spero sia un refuso, perché il lupo NON è MAI stato INTRODOTTO. Il lupo si sta riprendendo i suoi spazi naturali dopo che era stato massacrato per via della nostra ignoranza. Bisogna sostenere gli allevatori di montagna? Certamente sì, dandogli le competenze e gli strumenti per difendere le greggi, non certo per sparare ai lupi. Esattamente come in Abruzzo, cani adeguati, recinti protettivi (anche temporanei) e rimborsi certi in caso di danni. E gli allevatori devono tornare a custodire i propri animali. Sparare non servirà a nulla, proprio per la natura di questi animali. Morto un lupo ne arriverà un altro e un altro e un altro. Bisognerebbe anche lasciare simili valutazioni a tecnici competenti, visto che la specie lupo non crea certo branchi enormi. Ma sarà possibile una convivenza o davvero vogliamo tornare al medioevo? "Quando la tutela della fauna diventa prioritaria fino a sovrastare la tutela dell'uomo si entra in una logica estremista pericolosa per i diritti costituzionali dei cittadini ed in particolare di chi vive in montagna." Leggendo questa frase temo di sì. La tutela della fauna è prioritaria per la stessa tutela dell'uomo! Tutela della fauna significa ripristino di un equilibrio fondamentale che abbiamo alterato negli habitat e di cui ne paghiamo le conseguenze (si pensi ai danni cagionati da specie molto prolifiche come il cinghiale, aumentati a dismisura proprio per via della costante attività venatoria cui sono soggetti). Speriamo di tornare presto nel 2021 e di poter affrontare il problema con serenità e raziocinio, non chi accarezza solo il fucile pensando che sia sempre la soluzione. Bentornati lupi e orsi! Bentornati habitat naturali completi (con predatori). Ben vengano gli allevamenti di montagna, aiutiamoli a proteggere le greggi ma nel pieno rispetto della natura e dell'ambiente selvatico in cui operano.

Preioni: lupi minacciano oasi faunistica di Macugnaga - 10 Febbraio 2021 - 20:52

Nessuna minaccia, solo equilibrio naturale
I lupi sono dei predatori, quindi quale minaccia dovrebbero rappresentare? Tra l'altro è scientificamente dimostrato come il cinghiale sia una delle prede preferite (vedere gli studi al riguardo sui contenuti fecali dei lupi), quindi abbiamo finalmente la possibilità di un controllo efficace del numero eccessivo (se tale) di ungulati. I lupi rivolgono le loro attenzioni soprattutto a individui feriti e malati, quindi esercitano anche un controllo sulle popolazioni delle prede molto utili. Come al solito non ci si informa, non si studia, e si pretende di lasciarsi guidare dalle proprie paure senza invece informarsi correttamente sull'importanza della presenza del predatore lupo. O forse dà fastidio che tolga prede ai cacciatori? Credo che alla fin della fiera sia tutta qua la "paura" del lupo (oltre alla predazione delle greggi, ma basta proteggerle e il problema si risolve da solo, mentre sparando al lupo il problema esisterà sempre, perché arriveranno altri lupi a occupare gli spazi liberi, non è un concetto difficile da capire), è che riduce il problema ad esempio generato dai cinghiali (problema che la scienza ha ampiamente dimostrato essere dovuto in parte proprio all'attività venatoria). Leggere commenti simili è davvero incredibile all'alba del 2021. Con lo scioglimento delle nevi, anche gli ungulati si riappropreranno degli spazi e gli equilibri torneranno. Fate seguire la fauna a persone che la studiano, la conoscono e sono specializzate in questo. Altro che piano di contenimento! Pensare che amministratori pubblici facciano dichiarazioni di questo tipo è veramente poco rassicurante.

Appello per consentire la caccia - 18 Novembre 2020 - 19:20

armi
mi sa che si sta uscendo dal seminato, l'argomento era la caccia, che dovrebbero abolire proprio perche', al giorno d'oggi, e' solo divertimento di " povere " persone "", tutto il resto e' noia, gli esseri umani hanno un cervello per sapere se devono o meno spararsi, l'uccellino, il cinghiale ecc, non hanno un fucile per rendere la pariglia!

Appello per consentire la caccia - 14 Novembre 2020 - 19:43

Il falso mito della caccia
"I cacciatori controllano il territorio e lo salvaguardano." Controllare il territorio e salvaguardarlo si può fare senza un fucile in mano. Io lo faccio da decenni con una macchina fotografica e un binocolo. Ho contribuito a studi, piantato siepi, creato stagni didattici, raccolto tonnellate di rifiuti e denunciato anche chi sparava a specie protette. Come si possa salvaguardare il territorio armati di fucile sparando spesso a uccelli di pochi grammi resta un mistero, anzi no, non è un mistero è un'aberrazione. Oggi la caccia è solo egoismo, perché molti territori sono troppo urbanizzati e sottoposti a una pressione antropica elevata, oltre che a una pressione venatoria eccessiva (se pensiamo agli anni '80). Risultato? Serve acquistare selvaggina stanziale, come fagiani, starne o lepri, pronto caccia, da liberare il venerdì (giorno di silenzio venatorio) per poi essere uccisa nel weekend. Questa è la caccia vagante. Altra aberrazione, in che modo sparare a uccelli di pochi grammi, pensiamo all'allodola, specie di fatto già minacciata da molti fattori, possa aiutare a salvaguardare l'ambiente? L'allodola prima dell'arrivo di questo partito( Lega) era inserita giustamente (in Piemonte) tra le specie non cacciabili, perché sta diminuendo drasticamente e quindi spararle non serve certo a salvaguardarla. Come non serve sparare alla pernice bianca (specie ormai rara), a cui si concede di sparare a qualcuno. Ma si può continuare. I cacciatori di alcune zone della Lombardia fanno strage di piccoli uccelli, spesso usando metodi vietati, come richiami acustici, e sparano a tutto, da migliarini, a pispole, fringuelli, tutte specie protette, e non lo fanno per salvaguarda il territorio, lo fanno per ingordigia e soprattutto per venderli a caro prezzo. Tutte queste forme di caccia oggi sono solo un danno all'ambiente e un danno alla fauna, senza considerare 1) il fattore disturbo, tra cani e spari, anche le specie non oggetto di caccia vengono disturbate e non poco 2) il fattore bracconaggio, una bella percentuale delle sanzioni emesse ovviamente è a carico di cacciatori con licenza, ogni anno i centri di recupero della fauna selvatica accolgono e cercando di salvare decine e decine di rapaci con ferite dovute a pallini di caccia, senza contare che ogni anno abbiamo uccisioni eccelenti, tra aquile, aironi e gru. E non inizio neppure il discorso della caccia il cinghiale, di cui è scientificamente dimostrato come le attuali formule di caccia e gli errori fatti in passato (reintroduzioni e pasture) sono la causa della crescita e spostamento incontrollato di questa specie. Quindi se si vuole continuare a cacciare almeno che si faccia una riforma definitiva con regole più severe e limitative, meno specie cacciabili e più rispetto della proprietà privata (una persona armata e con licenza di caccia può entrare liberamente in una proprietà privata come un frutteto e il proprietario non può impedirlo... sembra il medioevo, invece è il presente). Anni fa la Lega pur di non far svolgere un referendum in Piemonte abrogò la legge sulla caccia per reintrodurne una persino peggiorativo! Purtroppo molti cittadini ignorano tali nefandezze. Comunque in parte è vero, la politica sia di destra che di sinistra è filo venatoria, le cose peggiore le fanno Lega, FDI e Forza Italia, il PD segue a ruota con iprocrisia. L'unico partito contrario è il M5S ma finora non ha mosso un dito. Si vuole salvaguardare l'ambiente, prendetevi un binocolo e non armi con pallini di piombo per uccidere un uccello di pochissimo grammi! Non confondiamo le cose!

Lupi: è polemica - 4 Settembre 2020 - 17:40

le sbaglia tutte
Questo Preioni inizia a farmi tenerezza. E' raro,perfino tra gli scappati di casa padani,(),leghisti o come cavolo si chiamano adesso un politico che le sbagli sempre tutte! Perfino la capitana ne azzeccava qualcuna,prima. Ma come,abbiamo i cinghiali che da anni flagellano le nostre montagne ( e non solo) distruggendo prati,pascoli,orti,recinzioni ecc e questo tizio non ha mai detto nulla. Ora che finalmente in natura si affaccia l'unico predatore naturale del cinghiale,che fino ad ora ha agito indisturbato,ecco che il nostro piccolo genio propone di sparargli! Ma ci fa o ci è??

Preioni e Dago: contenimento lupi - 30 Luglio 2020 - 10:36

Re: Preioni
Ciao paolino vero: non sa nemmeno che il lupo, a differenza del cinghiale, è autoctono. E lo stesso dicasi in politica....

Provincia VCO su problema cinghiali - 7 Settembre 2019 - 09:51

Altra vittima
Oggi anziano ucciso da un cinghiale nel suo orto in liguria. .a quando una legge a questo punto nazionale per sterminare queste bestiacce? Con questo governo giallozozzo di animalari buonisti e mezze calzette sarà tanto che non vietano la caccia...per forza. ()

Provincia VCO su problema cinghiali - 6 Settembre 2019 - 12:38

Problema cinghiale!!!!!!
Mi chiedo solo perché è incominciata la stagione venatoria è la caccia al cinghiale non là si può fare?????? Mi sembra tutto un contro senso ........ E poi si lamentano...... Tutto ciò mi sembra una barzelletta

Emergenza fauna selvatica - 21 Agosto 2019 - 11:10

Re: Sterminateli
Ciao robi piuttosto perché non multare salatamente quei cacciatori che li hanno portati in queste zone, visto che il cinghiale non è autoctono? Almeno speriamo ci pensi la natura, con la recente la ricomparsa dei lupi...

Emergenza fauna selvatica - 20 Agosto 2019 - 10:25

...e quante volte è andata bene!
A me e a mia moglie è andata bene, diversi anni fa, nel tratto di strada davanti al cimitero di Mergozzo, in moto ci siamo scontrati con un grosso cinghiale (preso di striscio sul muso) non siamo caduti ma oltre al grande spavento ho riportato la frattura dello scafoide e del tallone del piede sinistro (guarito in due mesi) miracolati! Nei tratti dove gli animali sono soliti attraversare andrebbero messe delle segnalazioni adeguate e vistose. MI dispiace molto per il signore che ha perso la vita. Spero che chi di dovere reagisca.

Regione delibera per il contenimento dei selvatici - 29 Dicembre 2018 - 10:17

Scusate
Scusate non ho capito alla fine quali sono questi strumenti ,ma pur essendo un animalista e uno contro la caccia e i cacciatori ,penso che l'unico strumento sia il fucile. Dobbiamo ringraziare di tutto questo caos sempre i signori cacciatori che pagando la licenza di caccia volevano portare a casa oltre al pettirosso e al passerotto anche qualcosa che giustificasse tutte le spese sostenute , e allora via alla semina del cinghiale semiaddomesticato che troviamo nelle nostre zone.

Coldiretti: preoccupazione per troppi cinghiali - 10 Gennaio 2016 - 23:37

polenta e cinghiale
polenta e cinghiale,per tutti,per organizzazione di cene a scopo benefico,per feste di piazza..etc etc.......senza farla venire piu' lunga di quello che 'e gia'

Incidente di caccia - 9 Ottobre 2015 - 16:26

con tutto il rispetto....
con tutto il rispetto per la vittima,credo che ormai,la caccia sia obsoleta nel 2015.Un salto alla Global e comperi quintali di cinghiale............se proprio vuoi stanare ''prede'',allora fallo con una bella macchina fotografica,si curamente meno cruento e pericoloso del fucile.Non sono ne ambientalista e tantomeno animalista ......pero' la ''summa'' di tante cose mi suggerisce questo.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti