Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

confine svizzera

Inserisci quello che vuoi cercare
confine svizzera - nei post

VCO in Azione su viabilità - 11 Giugno 2021 - 09:16

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di VCO in Azione, riguardante le condizioni della viabilità provinciale.

Montani: sbloccato il commercio di frontiera - 3 Giugno 2021 - 13:01

Montani (Lega Salvini): “Cancellate le restrizioni che penalizzavano i territori di frontiera come il Vco, ora il commercio può ripartire”.

Montani: apertura agli svizzeri-ticinesi - 13 Maggio 2021 - 13:01

Montani (Lega Salvini): “Sì all’apertura delle frontiere agli svizzeri-ticinesi di confine per far ripartire il commercio”. Di seguito la nota completa.

"Il tuo Giro parte da Verbania" - 7 Maggio 2021 - 18:06

Sulle orme dei più grandi campioni di tutti i tempi per gli atleti più allenati o percorsi immersi nella natura per principianti e famiglie partendo dalla città “giardino sul lago” che ospita.

Italexit VCO in piazza con gli ambulanti - 8 Aprile 2021 - 18:06

Il Gruppo di Italexit Vco si è unito ieri alla manifestazione dei commercianti ambulanti indetta a Verbania Pallanza da Fiva ed Ascom Vco. Di seguito la nota completa.

Traffici illeciti fermati alla dogana - 12 Marzo 2021 - 08:01

Scoperti valuta, telefoni cellulari e monete antiche presumibilmente risalenti al periodo sabaudo, occultati nei bagagli di viaggiatori in entrata in Italia.

Lincio: potenziare transito Sempione - 8 Gennaio 2021 - 10:23

Riceviamo e pubblichiamo, una nota del Presidente della Provincia del VCO, Arturo Lincio, riguardante l'aumento di capacità di transito attraverso il Sempione.

Lincio: su collegamento viario del Sempione - 29 Dicembre 2020 - 11:05

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Presidente della Provincia del Verbano Cusio Ossola, riguardante la costituzione di una Commissione sul collegamento Italia - svizzera tramite il Sempione.

Verbania: approvato schema bilancio previsione 21/23 - 5 Dicembre 2020 - 09:34

La Giunta di Verbania ha approvato lo schema di bilancio di previsione 2021/2023. Di seguito la nota di Anna Bozzuto, Assessore al Bilancio Città di Verbania.

"Vogliamo vederci chiaro, i diritti dei frontalieri non siano negoziabili" - 16 Ottobre 2020 - 10:03

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dell'Europarlamentare della Lega, Alessandro Panza, su un possibile nuovo accordo Italia-svizzera per i lavoratori frontalieri.

Maltempo: ARPA Piemonte miglioramento progressivo - 30 Agosto 2020 - 13:01

L’aria fredda associata al sistema frontale che interessa la nostra regione ormai da venerdì è transitata nel corso della mattinata determinando rovesci e temporali anche di forte intensità che dalla fascia pedemontana occidentale si sono portati sulle pianure adiacenti e si sono mossi velocemente verso est-nordest, lasciando spazio ad un rapido miglioramento a partire da sudovest.

“Di-Se – Disegnare il territorio” - 20 Luglio 2020 - 19:06

Un triennio all’insegna del disegno e dell’arte grazie al progetto Interreg Italia-svizzera “Di-Se – Disegnare il territorio”. Nato da un lavoro di progettazione in rete, “Di-Se” vede come ente capofila italiano l’Associazione Musei d’Ossola, come capofila svizzero il Museumzentrum La Caverna di Naters in Canton Vallese e come partner l’Associazione Culturale Asilo Bianco sul lago d’Orta.

Mountain Academy - 9 Luglio 2020 - 15:03

Torna la seconda edizione della Mountain Academy organizzata da Collezione Poscio e Asilo Bianco in collaborazione con il Comune di Santa Maria Maggiore (VB).

I 5 finalisti di Premio Stresa di Narrtiva - 2 Luglio 2020 - 13:01

La giuria dei Critici del Premio Stresa di Narrativa, composta da Piero Bianucci, Emmanuelle de Villepin, Orlando Perera, Marco Santagata e Andrea Tarabbia ha selezionato le cinque opere finaliste del Premio Stresa di Narrativa 2020.

Tutela frontalieri e stagionali richieste in Europa - 20 Giugno 2020 - 08:01

Presentata al Parlamento europeo, dal deputato Alessandro Panza, una risoluzione sulla tutela dei lavoratori frontalieri e stagionali a seguito della crisi dovuta al coronavirus.

Panza torna su chiusura frontiere con la svizzera - 20 Maggio 2020 - 13:01

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dell'europarlamentare Alessandro Panza che martedì mattina ha espresso le proprie preoccupazioni all'ambasciatore svizzero Urs Bucher.

Marchionini scrive al Canton Ticino per disagi frontalieri - 6 Maggio 2020 - 12:05

In queste ore il sindaco di Verbania Silvia Marchioni ha scritto una missiva al Presidente del Consiglio di Stato del Canton Ticino Christian Vitta, e per conoscenza al Prefetto del VCO Angelo Sidoti, in merito alla riapertura delle attività e dei conseguenti disagi al confine per i lavori frontalieri.

Lincio su valico di Ponte Ribellasca - 24 Aprile 2020 - 09:33

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Presidente della Provincia VCO, Arturo Lincio, riguardante la situazione del confine di Ponte Ribellasca.

Riapertura delle attività non essenziali in Canton Ticino - 21 Aprile 2020 - 16:16

Il Sindaco Silvia Marchionini, scrive Presidente del Consiglio di Stato del canton Ticino con Oggetto la riapertura delle attività non essenziali nelle aree del Canton Ticino. Richiesta di coordinamento tra le istituzioni dei territori confinanti.

Lettere al Presidente del Consiglio dei Ministri - 16 Marzo 2020 - 16:06

Segnaliamo la lettera di tutti i Sindaci della zona del Verbano, e quella del Presidente della Provincia del VCO, inviate al Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte e al Governatore della regione Piemonte Alberto Cirio, in merito al tema dei Frontalieri
confine svizzera - nei commenti

Montani: apertura agli svizzeri-ticinesi - 14 Maggio 2021 - 16:43

il senatore non è il solo....
"CONFCOMMERCIO: AGEVOLARE LA MOBILITA’ DALLA svizzera ALL’ITALIA: In una lettera indirizzata a Governo, Regioni, Prefetti di Province piemontesi e lombarde tra cui il Vco, il presidente Ascom Vco e vicepresidente Confcommercio Alto Piemonte, Massimo Sartoretti, con altri responsabili di Confcommercio, sottolinea la situazione di gravissima crisi in cui versano in particolare le imprese delle province dei territori di confine e chiede di agevolare la mobilità dalla svizzera all’Italia. Le frontiere con la Confederazione Elvetica sono di fatto chiuse dal 10 dicembre 2020, data dalla quale l‘ingresso in Italia è vietato se non in casi particolari, certamente non per fare acquisti o per utilizzare attività di servizio. Nella lettera si legge: L‘economia delle nostre aree di confine è strettamente dipendente dalla svizzera sia per il flusso dei frontalieri italiani che lavorano oltre confine, sia per il rilevante numero di turisti e clienti elvetici che arrivano ogni giorno in Italia per fare acquisti. Parliamo di un tessuto economico fragile, costituito per lo più da micro e piccole imprese di commercio, turismo, servizi, terziario, artigianato e professioni. In buona parte sono aziende a conduzione familiare in forte sofferenza a causa delle restrizioni alle aperture, degli insufficienti contributi pubblici, dell‘isolamento dalla svizzera, che costituisce, lo ribadiamo, un bacino di clienti fondamentale per la nostra economia. La situazione di crisi richiede interventi urgenti ed eccezionali e rer questo Vi sollecitiamo, tenuto anche conto del miglioramento della situazione sanitaria complessiva e dell‘avanzamento della campagna vaccinale nei nostri Paesi, a intervenire al fine di prevedere ingressi agevolati dalla svizzera all’Italia, quantomeno a distanza massima di 30 km dal confine, eventualmente per un arco orario definito e comunque nel pieno rispetto delle norme di prevenzione alle quali tutte le nostre imprese da sempre con rigore si attengono. Diversamente i danni rischiano di diventare irreversibili (siamo ormai al limite) con conseguenze economiche e sociali non prevedibili e con una desertificazione commerciale di territori tenuti vivi proprio dalle micro e piccole imprese che, a breve, non ci saranno più". dai, che dal 1 giugno si riparte!

Lega multe e buon senso - 1 Giugno 2020 - 21:04

Re: multa
Ciao nadia pongo una umile domanda. Da Verbania al confine con la svizzera c'è circa 1/2 ora di strada, tale linea di confine con l'Italia si prolunga per oltre 600 km, e i virus sono sprovvisti di coscienza (a dir la verità anche molti umani ma questo è altro discorso...) che permetta loro di calibrare attacchi a seconda delle antipatie; conosci le modalità con cui hanno affrontato la questione covid e conosci i dati relativi? In altre parole, sei al corrente che là le limitazioni alle libertà sono state estremamente contenute, imparagonabili con quanto è avvenuto in Italia, ed hai reperito i vari dati relativi all'epidemia per paragonarli con quelli su suolo italiano? Io l'ho fatto. Si sono adottati 2 metodi estremamente diversi, ora non resta che compararli, con maggiore precisione fra alcuni mesi ma sin da ora si può giungere ad avere una panoramica piuttosto chiara, non con le opinioni personali, fra le quali la mia. Sono disinteressato al convincimento o alla discussione, prendono entrambi troppo tempo e lasciano il tempo che trovano, la cosa importante a mio parere è sempre e solo la verifica personale, chi vuole imporre verità dovrebbe sempre essere tenuto a distanza, chiunque esso sia e qualunque entità rappresenti.

La Svizzera fa "la cresta" sulla vignetta autostradale - 21 Gennaio 2020 - 12:57

Re: Forza!!
Ciao lupusinfabula, beh, dipende.... A volte ci copiano: 1Norme lupusinfabula 21 Gennaio 2020 - 10:01 La norma introdotta è sacrosanta perchè troppe erano le auto circolanti in Italia con le targhe dei più disparati paesi, con grande evasione di pagamenti autostradali, multe ( chiedere a paesi come Cannero e Cannobio quante sono le multe non pagate da auto targate Ti), bolli auto e prive di assicurazioni; poi, per le zone di confine ( e non solo con la svizzera) sono sorti alcuni problemi del tutto locali in quanto non interessanti le sole zone di confine. bene se auto intestate a ditte CH possono riprendere a circolare in Italia ma solo se condotte da dipendenti con specifica delega personale e solo per motivi di lavoro.

Targhe estere: un emendamento - 21 Gennaio 2020 - 10:01

Norme
La norma introdotta è sacrosanta perchè troppe erano le auto circolanti in Italia con le targhe dei più disparati paesi, con grande evasione di pagamenti autostradali, multe ( chiedere a paesi come Cannero e Cannobio quante sono le multe non pagate da auto targate Ti), bolli auto e prive di assicurazioni; poi, per le zone di confine ( e non solo con la svizzera) sono sorti alcuni problemi del tutto locali in quanto non interessanti le sole zone di confine. bene se auto intestate a ditte CH possono riprendere a circolare in Italia ma solo se condotte da dipendenti con specifica delega personale e solo per motivi di lavoro.

Fronte Nazionale: no all'ospedale unico - 5 Aprile 2019 - 08:17

Prendo atto
Tigano è un medico e non posso certo contestare quello che dice. Ma allora saremo sempre una zona senza un ospedale che si possa definire tale? A Garbagnate vicino dove lavoro hanno fatto un nuovo ospedale con i robottini che girano....mentre a noi girano altre cose.... Mi chiedo chi pagherà per avere distrutto il progetto aress del 2001 o giù di lì e chi pagherà per avere indetto quel referendum contro l'ospedale di piedimulera. Cosicché andremo ancora a curarci all'humanitas.... Conclusione. Niente ospedale. Niente passaggio in Lombardia. Solo promesse e macerie. Ora si vota per l'ennesima presa per il c........ Ovviamente non c'è l'ho con il FN che politicamente apprezzo. Ma mettetevi una mano sulla coscienza tutti. Possiamo avere una simile sanità al confine con svizzera e Lombardia?

Con Silvia per Verbania su referendum fusione - 17 Maggio 2018 - 16:18

Geografia stradale
Curiosa questa nuova geografia stradale secondo la quale la SS33 termina allo Zust.....Di grazia, allora come si chiama l'arteria statale che inizia a Gravellona e finisce al confine di stato con la svizzera? Così, tanto per curiosità.....

Montani sulla frana in Vigezzo - 3 Aprile 2018 - 16:21

Importante
Il termine "importante", a mio avviso, va letto contestualizzandolo nella realtà viggezzina ed allora "importante" è ancora poco, direi meglio "essenziale" come arteria viaria verso la svizzera; per capirlo basta conoscere il volume di traffico giornaliero dei frontalieri che fruiscono di quella strada, dato a cui va aggiunto il traffico "turistico" che aumenta esponenzialmente nei mesi da aprile ad ottobre. Pensate solo al caso in cui una frana simile si verificasse contemporanemaente a quella tra Cannobio ed il confine: l'alternativa per raggiungere Locarno ed il Ticino sarebbe solo via lago con il traghetto e percorrendo la sponda Lombarda. Quindi definirla "importante" è anche riduttivo.

Lega Nord: SS34 dal Governo briciole - 7 Aprile 2017 - 13:13

Lavori trasfrontalieri
CONSIDERATO che la SS termina al km 39+339 (confine con la svizzera), VISTA la risposta del governo che si intende effettuare lavori di manutenzione straordinaria e rifacimento segnaletica dal km 77 al 127, SE NE DEDUCE che questi lavori verranno effettuati in territorio elvetico ben oltre Locarno!! ....o è la riprova che neppure sanno a Roma dove sia il VCO e di conseguenza la SS34???? Personalmente propendo per la seconda ipotesi: e voi??

Frana sulla SS34 strada bloccata - 22 Marzo 2017 - 20:27

Re: Re: Ennesima frana sulla SS34
Ciao SINISTRO, si come già avevo scritto a me è andata bene ed ero in svizzera, anche se c'è di mezzo un confine politico la montagna è la stessa anche là. Ma, ad esempio, basta attraversare la dogana di Ponte Ribellasca (da dove passiamo in questi giorni) per vedere la netta differenza, sembra un'altro pianeta, in pochi metri si passa dal menefreghismo alla buona volontà e all'efficienza. Quindi ti rispondo che in montagna non si potrà mai avere la sicurezza al 100%, ma almeno in svizzera qualcosa di buono lo si vede, fa piacere vedere il rispetto, tramite buone opere pubbliche, per i sacrifici in tasse della gente. Peccato per la rabbia che invece mangiamo noi Italiani. Saluti

Boati: sono stati gli F/A-18 svizzeri - 17 Dicembre 2016 - 22:49

Svizzeri...a casa altrui
L'erba del vicino...,è sempre più verde! Peccato però che, oltre alla "loro" proverbiale precisione e ordine..., i "cari vicini" non abbiano altro! Intanto, in Italia, finchè i poveri "cristiani" che ancora hanno un lavoro, lavorano..., sono tutelati dai contratti che (...capestro o meno, formulati dai datori di lavoro...) firmano!... Avremo anche stipendi da fame, ma, se non altro, prima di essere sbattuti fuori da un posto "fisso" ( a meno che, owiamente, non si combinino macroscopiche CA..ATE...), ce ne vuole! In svizzera invece, nonostante la manodopera, coi controcog...ni che gli prestiamo (dato che, i "SIGNORI" d'oltreconfine, di fare "certi lavori"..., sembra non ne abbiano né minimamente la voglia, né tantomeno le QUALITA' e CAPACITA' di poter svolgere...), sembran valere letteralmente meno di niente. Quanti, tra quelli che stanno leggendo, e che hanno prestato "servizio" presso una qualsiasi "attività" elvetica, possono NON DIRE, di essersi ritrovati, magari con contratti firmati a tempo indeterminato al 100%, magari dopo aver prestato manodopera PER ANNI..., "appiedati" la sera col giorno, presentandosi, sul posto di lavoro il giorno successivo, con la "sorpresa" in busta, nell'ufficio del personale, col classico "BENSERVITO", e, owiamente, senza manco aver ricevuto il "ringraziamento" per il servigio ( e la salute ) prestato? Non mi venite a raccontare che non avete MAI sentito parlare dei "mezzucci" e delle scuse futili, di cui si servono, per CACCIARE operai e dipendenti, che per guadagnarsi col vero sudore della fronte, i loro sporchi FRANCHI, si spaccano la schiena nelle più disparate e umili attività, che, sempre riferito ai tanto "cari" e "decantati" vicini d'oltreconfine","loro"..., ritenendole "dequalificanti" per il loro "tenore di vita", ci rifilano..., e che NOI, poveri tapini, ci "abbassiamo" a svolgere! Dài! E poi..., i tanto decantati "SIGNORI" (...!!!...), ti passano il confine, con le loro belle macchinone, cariche di RIFIUTI..., e te li scaricano dietro la porta di casa..., perché altrimenti, DI LA'..."pagano troppo"..., per la cacca che "producono"! E... che dire poi, allora, delle migliaia di cittadini elvetici (chiamiamoli pure "frontalieri" al contrario...), che, dalla svizzera, vengono regolarmente, settimanalmente a "sconfinare", calando verso i nostri Discount e Supermercati, per fare SPESA? Forse..., non vi rendete conto di QUANTO SIA CARA la vita...,dall'"altra parte"..., o forse, lo sapete anche, ma giustamente, fate gli "gnorri"..., tanto..., per la regola del "chissene...", andate "di là" (owiamente, ribadisco!.vi fate il culo e, giustamente, finchè dura!, vi portate a casa l'equivalente di 4 stipendi italiani "normali"...), e poi... vivete "di qua"!, alla faccia loro! E poi... li declamate come "modello da seguire" (???)... Bah... COMPLIMENTI! su tutti i fronti!!!

Ufficio Turistico in via Ruga - 11 Luglio 2016 - 23:20

cose senza senso
ciao Kiryenka, qualcosa mi dice che anche tu sai qualche lingua.. chi invece occupa dei posti in cui servirebbe saperne almeno un paio ( e.g. example given " lake navigation " ) neanche sa l' inglese.... ... in un territorio di confine con la svizzera in cui si parlano 4 lingue.. ! chi affida gestioni di servizi a chi non ne ha le competenze, probably, è lui il primo incompetente.. qualcuno disse : MEDITATE GENTE......MEDITATE ! ... oppure SORRIDETE ! Gli Spari Sopra Sono per voi !

Ruba pulmino e si schianta - 15 Aprile 2016 - 13:03

Appunto, Sinistro e Paolino!
Proprio per l'appunto, ne abbiamo più che a sufficienza dei delinquenti e degli ubriaconi italiani che non capisco perchè dobbiamo tenerci sul groppone e mantenere anche quelli che arrivano da altre nazioni! Via subito a casa loro!Ho letto stamattina che anche la svizzera ha richiamato i riservisti dell'esercito per schierarli proprio al confine con l'Italia in previsione di un afflusso prossimo futuro dall'Africa: e noi invece cosa facciamo? Prima aspettavamo almeno che sbarcassero, ora invece andiamo addirittura a prenderli poco fuori le acque territoriali africane. Masochismo allo stato puro. E continuo a dire che, a mio parere, anche chi ospita un irregolare dovrebbe essere sanzionato per il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina perchè col suo atteggiamento danneggia la collettività Italiana.

Torna lo sconto benzina nei territori di confine - 17 Dicembre 2015 - 10:24

a e b
e quelli che vanno a gasolio? in svizzera costa meno che in Italia ed è di ottima qualità e comunque mi ripeto, non ci devono essere cittadini di serie A e B ed infine quanti distributori ci sono in prossimità del confine da "salvare"? Per capirci io abolirei anche le regioni a statuto speciale...

Cannobio inaugura il Nuovo Centro Medico - 12 Dicembre 2015 - 02:04

Nuovo Centro Medico Cannobio
Le splendide cittadine che fiancheggiano il Lago da Ghiffa fino al confine con la svizzera offrono soggiorni bellissimi ai vacanzieri, ma oltre ai medici di famiglia sono prive di strutture mediche di una certa importanza, e per raggiungere il DEA di Pallanza in casi di emergenza, si perde spesso tempo prezioso. Ben venga la Casa della Salute che offre a tutti un primo soccorso in caso di bisogno.

Vita da frontaliere - 4 Novembre 2014 - 17:26

vita da frontaliere
una vita che io non farei o che,dovrei dire,ebbi la fortuna di non fare.E' vero che c'è un guadagno superiore per via del cambio,ma anni fa lvorai come paramedjco in un ambulatorio medico gestito dall'ASL 14 in Cannobbio.Per circa 6-7 anni mi ci recai da Verbania con l'autobus tutte le mattine alle 7,30 per essere la' alle 8 e alle 16 per tornare a casa. Uno stress solo di viaggio,che pero'anche senza il gadagno superiore fu' meno stressante di quello dei frontalieri perche'in autobus potevo dormire,leggere o solo guadare il panorama,anche se se per lo stesso dopo 7 anni.Mentre andavo e venivo in autobus,vedevo miriadi di automobilisti in tutte e ore e stagioni che sfrecciavano veloci suoprandosi vicendevolmene e pericolosamente per loro e per gli altri.E comunque sia ebbi svariate testimonianze di chi quella vitae cia la faceva da oltre 30 anni e guai a sbagliare orario,altrimenti,oltre confine non ci avrebbero pensato su due volte a lasciarti a casa..Ho letto qualcosa dell'aliscafo,ma pur non conoscendo belle la situazione,penso anche che non è che quello arriva via lago e tutti hanno il posto di lavoro dove attracca.Secondo la mia modesta opionione,ci dovrebbe esse re un servizio di navette su strada,con una minima spesa Italia/svizzera che vada a prendere nelle varie localita'i vari lavoratori frontalieri,almeno in quei casi di emergenza comune frane o altro.Molti anni prima di lavorare a Cannobbio dovetti recarmi per circa 2 anni a Domodossola per un servizio sanitario ambulatoriale nelle valli.Ci andavo col treno ed era comodo e economico perche' pagava l'ASL 14=(oggi azienda sanitaria latitante)ma quando scendevo dal treno dovevo percorrere a piedi piu' di 2 Km e non sempre arrivando in perfetto orario.Per la svizzera è la stessa cosa o peggio.Detto fra noi è molto meglio prendere solo 1700 euro al mese in Italia che avere tutti quei problemi oltre confine Questo pero'detto in segno di solidarietà'.

Frontalieri al lavoro in aliscafo ne parlano in Ticino - 1 Ottobre 2014 - 22:38

Ristorni
I frontalieri pagano le tasse sul loro stipendio in svizzera. Per evitare la ‘doppia imposizione’ (ossia che essi stessi siano tassati sia in svizzera che in Italia) si è raggiunto un accordo che prevede che la svizzera giri all’Italia una parte del totale delle loro tasse. Questa parte, per il Ticino, è di circa il 38%. La svizzera la manda a Roma e Roma la restituisce ai comuni frontalieri. L’idea di fondo è che con quei soldi i comuni frontalieri italiani dovessero farci delle cose precise, anche e soprattutto a vantaggio degli stessi frontalieri. Il problema è che i comuni di confine non hanno fatto praticamente nulla, preferendo utilizzare quei soldi esclusivamente per finanziarsi. (fonte Ticinolive) P.s. la lega svizzera vorrebbe bloccare i ristorni, ma questa è un altra storia

Forza Italia e Indipendenti: "Verbania discuta di zona franca" - 11 Settembre 2014 - 13:01

anche la Provincia ...............
Mi ricordo che quando il Presidente Nobili della Provincia aveva prospettato la possibilità di far passare il V.C.O. come provincia montana , qualcuno della sinistra aveva IRRISO la richiesta ,ma poi con l'aiuto dell'Onorevole Borghi la cosa si è avverata , non può essere che anche questa richiesta , proprio per la specificità di confine e con la svizzera , possa trovare accoglimento ?Paolino , perchè sei sempre contro a prescindere ? Una persona che non ha davanti agli occhi la bandiera del partito , appoggia sempre le richieste giuste e tu da persona intelligente dovresti fare altrettanto

Verbania: nel 2013 giocati 1500€ procapite - 18 Marzo 2014 - 12:19

gioco d'azzardo e prevenzione
Il sistema piu' deterrente per impedire il gioco d'azzardo,sarebbe mettere al bando tutte le varie sale VLT etc.Ovviamente non si puo' fare perché lo Stato trae profitto da tutto cio'.Pero' si potrebbe mettere un margine introducendo la registrazione obbligatoria di un documento d'identita' all'ingresso,come succede nei Casino'.La maggior parte dei giocatori,che poi sono sempre gli stessi,non accederebbero piu' alla sala .In Europa,in svizzera in particolare,esiste la figura del Responsabile Concezione Sociale,colui che controlla ''se puoi permetterti ''di giocare in base alle tue entrate,altrimenti ti esclude dalla possibilita' di entrare in un Casino' o Sala da Gioco.Se cio' non avviene la Confederazione fa chiudere il Casino',quindi i controlli sono ''reali'' da parte dei Casino',che hanno giustamente timore di essere chiusi.Molte sale VLT di confine sono piene di giocatori che in svizzera non possono piu' giocare,quindi fanno la fortuna dei gestori italiani.Ma da noi ,si sa,cane non mangia cane,quindi si chiude un occhio.Per inciso,i giocatori che affollano la sale VLT,sono gli stessi che usufruiscono di benefit dello Stato,tipo cassintegrati,disoccupati,ritirano pacchi alla Caritas oppure hanno lavori''socialmente utili'',poi ,invece di pensare alla famiglia,se li bruciano nelle sale VLT.CONTROLLO DOCUMENTI e Concezione Sociale..il segreto e' li'.

Qualità della vita: Verbania peggiora - 3 Dicembre 2013 - 14:19

santa svizzera
E per fortuna che confiniamo con la svizzera!!!!! Non oso pensare se non fossimo un paese di confine. Credo che le colpe stanno sicuramente a chi ha governato da piu' anni. Zacchera non è riuscito a fare quello che voleva; ma è anche il tessuto sociale della Città e della Provincia che non ha inciso in modo significativo. Le rivoluzioni le fanno i popoli.!!!!
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti