Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

partita iva

Inserisci quello che vuoi cercare
partita iva - nei post

Aiuti al Mottarone - 21 Luglio 2021 - 18:06

Preioni e Carosso (Lega Salvini Piemonte): “La Regione aiuta le attività del Mottarone che hanno subìto il contraccolpo dell'incidente della funivia”

Truffa da 10mila€ - 17 Novembre 2020 - 16:03

La vicenda ha inizio nel maggio 2020 quando la Signora ha contattato il sito di prestiti on line per richiedere un finanziamento da 30.000 euro, attratta dai tassi di interesse molto bassi e convenienti.

I Mercatini di Natale di Santa Maria Maggiore ANNULLATI - 2 Novembre 2020 - 18:06

Per la prima volta in 22 anni i Mercatini di Natale di Santa Maria Maggiore non si terranno: appuntamento al 2021

Bonus Cultura da 700€ a 1.000€ a fondo perduto - 17 Agosto 2020 - 08:01

Da venerdì 7 agosto a sabato 31 ottobre 2020 è attivo il bando per richiedere la corresponsione del Bonus Cultura della Regione Piemonte.

Indennità Bonus Inps 600 euro - 31 Marzo 2020 - 10:03

Sei un lavoratore autonomo che è stato danneggiato dalla crisi provocata dal coronavirus? Hai una partita iva e sei iscritto all’INPS? Allora hai diritto a un bonus di 600 euro previsto dal decreto Cura Italia.

Work4You: Premio per l'insediamento di giovani agricoltori. Bando 2016. - 19 Aprile 2016 - 08:01

La Regione Piemonte ha aperto uno dei più importanti bandi del Piano di Sviluppo rurale 2014-2020.

Offerte di lavoro del Centro per l'Impiego VCO #6 - 19 Novembre 2015 - 11:27

Riportiamo dalla newsletter del Centro per l'Impiego del Verbano Cuso Ossola, l'elenco delle offerte di lavoro per questa settimana.

Le parole chiave delle assunzioni nel VCO - 15 Agosto 2015 - 18:26

Turismo, stagionali, capacità comunicativa, queste le parole chiave delle assunzioni nel VCO, che presenta un lieve aumento del tasso di assunzione delle imprese e saldi occupazionali ancora negativi ma in miglioramento.

Lavoro nel Vco luci e ombre - 27 Gennaio 2015 - 11:27

Dovrebbe sfiorare quota 550 il totale dei contratti attivati dalle imprese provinciali per il primo trimestre 2015, il 12% in più rispetto alle 480 dello stesso trimestre del 2014. Il saldo occupazionale tra entrate e uscite resta però negativo, pari a -160 unità (era -120 un anno fa).

M5S su portavoce, spiaggia e canile - 22 Gennaio 2015 - 11:07

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Cinque Stelle Verbania, riguardante il recente incarico al nuovo portavoce del sindaco, spiaggia Beata Giovannina e Canile.

Fisconews: le novità del Decreto semplificazioni per Vies e Black list - 12 Dicembre 2014 - 08:30

Riassumiamo qui di seguito i cambiamenti appportati alle comunicazioni black list a seguito dell'approvazione del decreto semplificazioni.

Fisconews: Fattura verso la Pubblica Amministrazione, cosa occorre sapere. - 12 Novembre 2014 - 08:01

La fattura verso le PA sta subendo in questi mesi un profondo restyling. Ecco alcuni chiarimenti in merito.

Fisconews: cosa cambia da ottobre 2014 per i pagamenti con f24 - 18 Settembre 2014 - 07:15

L'f24 è il mnodello che tutti usiamo per i nostri pagamenti nei confronti dell'erario. Da ottobre però alcuni di questi pagamenti potranno avvenire solo tramite metodologia elettronica.

Work4You: Piemonte, agevolazioni per lo sviluppo del lavoro autonomo. - 9 Settembre 2014 - 08:30

La Regione Piemonte, nell’ambito della “Misura I.5 - PIÙ IMPRESA”, concede finanziamenti a tasso agevolato e contributi a fondo perduto per la nascita e lo sviluppo del lavoro autonomo.

Fisconews: Più controlli su collaborazioni e partite iva. - 28 Agosto 2014 - 08:30

Molto speeo professionisti affermati lavorano a streto contatto con giovani collaboratori dotati di partita iva all'interno dello stesso Studio. Vediamo alcuni accorgimenti da tenere sempre in considerazione.

IL PUNTO di Marco Zacchera n. 464 - 5 Novembre 2013 - 10:36

Idee, De Gregorio, Officina per l'Italia, sanzioni discutibili e un filmato da meditare

450mila € dal PISU per le piccole imprese - 11 Agosto 2013 - 13:01

Realizzato da Comune e Unione Industriale, mette a disposizione 450.000 euro. I beneficiari sono persone fisiche, liberi professionisti, imprese.

Mercato del lavoro Vco saldo positivo - 1 Giugno 2013 - 11:24

1.180 le entrate previste nel mercato del lavoro dalle imprese provinciali per il secondo trimestre 2013, saldo positivo e superiore alla media nazionale.

Work4you: Annunci di lavoro, occhio alle truffe! - 12 Marzo 2013 - 08:30

Il miraggio di un posto di lavoro può far perdere la bussola a chi lo sta cercando facendolo cadere in un raggiro.

Banda Biscotti alla Fieramilanocity - 8 Marzo 2013 - 18:03

Dal 15 al 17 marzo 2013, la Banda Biscotti sarà a "Fa la cosa giusta", manifestazione che si svolge a Milano, fieramilanocity, che ha l'obiettivo di diffondere sul territorio nazionale le "buone pratiche" di consumo e produzione.
partita iva - nei commenti

UNCEM fattura elettronica e negozi chiusi in montagna - 16 Gennaio 2019 - 09:58

Costi fattura elettronica
Confermo che i costi di gestione per ricevere e conservare le fatture elettroniche in carico si aggirano tra i 20,00 e i 40,00 euro l'anno a seconda di chi da il servizio ( io personalmente fino a 300 fatture pago 36 euro/anno), mentre per emetterle esistono applicazioni anche completamente gratis. Non mi sembra che questa cifra possa incidere su una piccola partita iva, che se poi è piccola può beneficiare di utilizzare il sistema tradizionale.

Bando vendita immobile comunale - 3 Novembre 2016 - 13:04

Re: Re: Re: Re: Re: ApriBottega
Ciao Claudio Ramoni,sulla prima parte della tua risposta ,mi trovi pienamente concorde,digitalizz etc etc.....non ultima la concorrenza spietata dei ''wedding photographer'' improvvisati,senza partita iva e doppiolavoristi,settore nel quale il ''di cui sopra ''eccelleva.Sulle colpe dell'amministrazione non mi sono mai espresso,anche perché nulla centra con il settore,trovami il passaggio e ,prima chiedo scusa e poi lo cancello,non ho motivo di coinvolgere l'amm in una chiusura di attivita'...........sul terzo punto,invece,non sono d'accordo.Altre amministrazioni hanno fatto e fanno ''agevolazioni per rinvigorire '' i negozi di vicinato,lo sai anche tu.....dico solo che ,3500 euro e qualche balzello risparmiato,non bastano certo ad invogliare all'apertura di un qualsiasi tipo di attivita' commerciale,tolto Sale VLT,Massaggi Cinesi e Ristorazione per Turisti.....ovviamente da solo capisci le motivazioni per cui ho citato 3 esempi di attivita' che ''non vanno mai in deficit''.Ti allego foto del grande Vasil Kiryenka (World Champion),raro esempio di macinatore di km senza mai mollare,con l'espressione ''di marmo'',nella gioia e nella sofferenza,la mia filosofia di vita..........ciao Claudio!!! Dasvidanjia!!!!

L’associazione 21 Marzo risponde a De Magistris e Minore - 21 Febbraio 2016 - 09:18

X 21 marzo
Capisco che in quella data inizia la primavera e quindi una rinascita, non con questo dev'esserci anche economica a scapito della cittadinanza; solo x una questione di giustizia sociale: che mi risulti siete solo voi a prendere dei denari pubblici per fare le vostre attività, tutte le altre organizzazioni regolarmente iscritte all'Albo del Volontariato i contributi li trovano aggregando associati, non con questo però fanno delle iniziative meno importanti delle vostre, (escludo dalla lista le cosiddette associazioni di soccorso, queste sono delle vere e proprie società che fanno attività d'impresa, con tanto di stipendiati messi in conto spese d'esercizio alla ASL, ma sono camuffate da associazioni no profit per non perdere le agevolazioni fiscali), leggendo quanto sopra scritto noto che voi e queste ultime traspare una sorta di somiglianza, tranne forse in un particolare, loro hanno anche la partita iva! Vi do solo una notizia, è dal 1989 che io la mia Organizzazione omaggiamo il turismo dell'intero nostro territorio (laghi Maggiore, Orta e Mergozzo), con un libretto di prevenzione e turismo multilingue di 112 pagine SENZA PUBBLICITA' (Estate Sicura - Vivere i Laghi); sapete quanto viene in tasca alla nostra associazione? 0 €., ed è uno strumento riconosciuto a livello europeo come unico. Quindi, se volete fare delle attività, usate lo stesso metodo che usano tutte le altre vere associazioni, TROVATEVELI VOI I SOLDI PER LE VOSTRE INIZIATIVE!

Comitato Insieme per Sant'Anna materiale per Squadra Nautica di Salvamento - 3 Dicembre 2015 - 06:43

Donazioni materiale
Tutte le iniziative atte a donare un qualcosa sono da ammirare e plaudire, il fatto è che bisogna sempre vedere cosa e a chi donare. Nel caso specifico ritengo che il Presidente del Comitato insieme per S. Anna, che sicuramente in buona fede ha dato il via all'iniziativa per amicizia con qualcuno che è all'interno di questa società; avrebbe dovuto prendere un po più di informazioni sullo status di queste pseudo .......... che si definiscono associazioni di volontariato, ma che di fatto sono invece delle società camuffate che del volontariato beneficiano solo delle agevolazioni fiscali (legge 266/91 e Decreto onlus), che fanno della sana attività d'impresa con tanto di partita iva e codice fiscale, con all'interno fior di stipendiati che fanno ore su ore per coprire turni, regolarmente pagati tramite le convenzioni dalla ASL, quindi dalla popolazione. Pensate sia tutto qui? no c'è dell'altro: si fanno donare i mezzi e li mettono come costi in ammortamento alla ASL facendoseli pagare come nuovi in 8 anni; sempre sui rimborsi di costi in ammortamento ci mettono pure le divise di tutto il personale (stipendiato e volontario), come pure la patente nautica, il materiale utilizzato per svolgere la loro attività e tutte le assicurazioni (mezzi e volontari), l'affitto della sede, le manutenzioni mezzi, il carburante, ecc. ecc., quindi tutto rigorosamente pagato dal popolo, si perchè la ASL gli eroga poco meno di €. 300.000 all'anno, oblazioni e raccolte fondi a parte. Penso che qualsiasi società seria farebbe salti mortali per poter avere un giro d'affari così. Qualche anno fa un cittadino verbanese ha cercato di aprire una regolare società e dare un servizio come il loro a pagamento (che di fatto è identico al loro con la differenza che lui no aveva agevolazioni e pagava le tasse), sapete com'è finito? HA DOVUTO CHIUDERE, PERCHE' QUELLE CHE SI DEFINISCONO ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DI QUESTA CITTA', HANNO FATTO CARTELLO INIZIANDO CONTRO DI LUI UNA GUERRA SPIETATA. Ora, fate il riepilogo di quanto sopra e un breve conteggio, alla fine tirate le somme e chiedetevi: MA COME FANNO A DEFINIRSI ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO!!! Mi dispiace solo per chi gli crede ancora!!!

Parte la campagna di reclutamento della squadra Nautica di Salvamento - 20 Settembre 2015 - 10:29

X Giovanni e Mirko
Non penso ci sia molto da spiegare tranne il fatto che una vera associazione di volontariato (Legge 266/91), dovrebbe nascere e crescere per fare del puro volontariato portando a casa solo le risorse per sopravvivere, non trasformarsi radicalmente a scapito del popolo (si perchè tutto quello che incassano, anche in eccesso, lo pagano i cittadini). Questo purtroppo è successo alle associazioni poco serie dopo l'avvento delle convenzioni dirette con le strutture Pubbliche, per l'appetibile indotto economico che gira attorno ad esse (ad esempio soldi che le ASL danno per mantenere: tutte le spese riguardanti i mezzi, gli stipendiati, le patenti e/o brevetti vari, ecc. ecc.; addirittura si fanno regalare dalle Fondazioni e/o da privati le ambulanze e le mettono in ammortamento facendosele ripagare per nuove, agli Enti con i quali hanno convenzioni), come dire, si trasformate in vere e proprie attività d'impresa con tanto di partita iva, ma rimanendo camuffate da associazioni onlus per beneficiare delle agevolazioni fiscali; ditemi, cos'altro c'è da aggiungere? per semplificare: è come portare ad esempio i parlamentari grillini che si sono dati una regola sugli stipendi, alcuni hanno accettato per entrare in parlamento poi, hanno seguito il flusso del dio denaro lasciando il movimento; come definireste questi soggetti? Il vero Volontariato con la V maiuscola aiuta tutti, in particolare gli indigenti anche a gratis, e non a suon di tariffe chilometriche per effettuare i trasporti per visite ospedaliere che farebbero arrossire il più tenace ed esoso dei taxisti.

Offerta di lavoro o ricerca di nuovi schiavi? - 9 Giugno 2014 - 08:24

Le autorità sanno
Tutto,dai contratti da schiavi alle assunzioni mascherate della grande distribuzione, avviene grazie alla "tolleranza" delle Istituzioni che, invece di tutelare i lavoratori, fanno "favori" ai proprietari delle aziende. Altrimenti come si spiega, ad esempio, che un'azienda notissima dell'Arredamento (proprietari laziali), con succursali a Lissone e in tutta Italia possa continuare ad ingaggiare personale in "assunzione mascherata" (lo fa da anni!) senza che nessuno, mai, le dica nulla? I pochi che si sono ribellati sono stati licenziati in tronco (violenza psicologica). P.S. assunzione mascherata significa che i loro dipendenti ( dipendenti perché lavorano 8-10 ore al giorno per 5-6 giorni alla settimana) vengono ingaggiati come consulenti arredatori con partita iva, (quindi senza assicurazione, senza ferie, senza straordinari pagati,senza malattia pagata) e avrebbero il diritto di avere anche altre attività, visto che sono liberi professionisti. Se osano far notare l'anomalia vengono licenziati in tronco. E' UNA DOPPIA PORCATA, DA PARTE DELLE AZIENDE E DA PARTE DELLE AUTORITA' CHE FANNO FINTA DI NON VEDERE

Movimento Cinque Stelle ecco il programma - 28 Aprile 2014 - 08:41

Lavoro
Carissimi 5 Stelle, la mia attenzione va sempre innanzitutto sui programmi per risolvere la "questione lavoro". Mi delude constatare che nemmeno Voi avete notato quanto segue: il lavoro c'è MA E' IL MODO IN CUI VIENE OFFERTO CHE NON VA ED E' SULLE AZIENDE CHE BISOGNA INTERVENIRE CON MANO PESANTE E DECISA. Mi spiego. Le Aziende IPOCRITAMENTE offrono posti per STAGE a tre mesi DOPO PERCORSO FORMATIVO, ad esempio. Sanno già che i candidati sono laureati o diplomati e che piuttosto che niente ACCETTERANNO LO STAGE (IN REALTA' LAVORERANNO COME SCHIAVI) SOTTOPAGATI e senza prospettive. OPPURE, le Aziende "Ingaggiano" neolaureati/diplomati COME CONSULENTI CON partita iva; sul contratto scrivono "tre giorni settimanali" ma in realtà si lavora a tempo pieno COME SCHIAVI NEL SENSO CHE SONO OBBLIGATI A FARE ANCHE LAVORACCI NON PREVISTI, PERICOLOSI O UMILIANTI, spesso anche sabato e domenica e possono essere lasciati a casa appena alzano la testa per protestare (e questi sono fatti avvenuti). LA PAGA E' ACCETTABILE MA NON HANNO ASSICURAZIONE, NIENTE CONTRIBUTI PENSIONISTICI, NIENTE FERIE e alla fine si riduce ad una paga da miseria: si chiama ASSUNZIONE MASCHERATA. Oppure si lavora A CHIAMATA: l'esercente dichiara di "chiamare" il dipendente quando ha sovrappiù di lavoro e, pena la perdita del lavoro, il dipendente, che va tutti i giorni al lavoro, deve però dichiarare che "è stato chiamato il giorno prima". E' QUESTO LO SCHIFO VERO. Sono le aziende che vanno bastonate affinché rispettino le leggi. Ma loro hanno sempre qualche conoscenza che non solo non fa fare controlli ma che finge di non vedere. Sono abbastanza informata su questa "porcheria" perché ho due figli intorno ai 30 anni e, loro e i loro amici ne stanno passando di tutti i colori per colpa di questi farabutti. VOGLIAMO SMETTERE DI FARE GLI IPOCRITI E GLI SFASCIACARROZZE ED INTERVENIRE LA' DOVE SERVE?

Profughi: è la volta di Omegna - 27 Aprile 2014 - 14:37

Cosa "farebbe" Voltaire
"...odio o violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi..."? Per quanto mi riguarda, nessuno di quei pregiudizi mi tange. Sostengo solo che è immorale, illegale e contro la Costituzione Italiana infischiarsene di tutti i 20-30enni che non riescono a trovare un lavoro onesto che permetta loro di non avere la dignità lesa e negato il diritto a farsi una famiglia perché a stento riescono a mantenere sé stessi. Tanti giovani artigiani che hanno aperto partita iva hanno da lavorare ma, poi, I SIGNORI CLIENTI NON PAGANO RISPETTANDO LE SCADENZE, PASSANO I MESI e, come sbarcano il lunario questi giovani falegnami, fabbri, meccanici, giardinieri, sarti, ecc? Finiscono per chiudere l'attività. E questi non vengono conteggiati nell'elenco dei disoccupati italiani, anche se non ricevono un euro. Nei Paesi a Nord delle Alpi esiste un REGISTRO PUBBLICO DEGLI INSOLVENTI: tutti coloro che non pagano le fatture di quanto fornitogli entro il termine prestabilito si ritrovano nome, cognome e importo dovuto pubblicati su questo registro. Ogni artigiano, prima di accettare una committenza, può consultare tale Registro e sapere se si tratta di persona onesta, che paga il dovuto o no. A chi si chiede cosa abbia a che vedere questo discorso con quello dei profughi rispondo che solo risolvendo i nostri problemi interni raggiungeremo la serenità per sentirci disposti ad aiutare anche gli altri. Ora, semplificando, si sta "togliendo il cibo dalla bocca dei nostri figli per darlo a degli sconosciuti". Voltaire era acerrimo nemico delle istituzioni francesi dell'epoca, reazionarie, accentratrici, che pensavano solo al loro benessere. Servirebbe anche a noi un Voltaire! E un Registro degli Insolventi!

Squadra Nautica: banchetto solidale - 22 Aprile 2014 - 12:00

Volontariato
Tanto di cappello a quei pochi che ancora credono e fanno del puro e semplice volontariato, purtroppo oggi, all'insaputa del 80% della popolazione, queste "pseudo associazioni", sono in realtà delle vere e proprie attività d'impresa, con tanto di partita iva e degli stipendiati pagati dalla collettività tramite convenzioni stipulate con le ASL; pensate che addirittura fanno raccolte di oblazioni (denaro) e si fanno regalare mezzi (ambulanze, auto mediche, imbarcazioni), mettono questi mezzi a disposizione della ASL; però, anziché chiedere una sorta di affitto, mettono l'intero costo dei mezzi in ammortamento sui costi complessivi presentati alle ASL; della serie si fanno ripagare per nuovo dalla collettività ciò che qualcuno gli ha donato. Alla faccia, bel modo di definirsi associazioni di volontariato! Tra l'altro tutto in barba a società regolari, che pagano le tasse a pieno senza particolari benefit, le quali non riescono a vincere gli appalti per questi tipi di servizi (alla collettività costerebbero meno), ma vengono penalizzate già in partenza per via dei ribassi presentati da queste realtà privilegiate (si definiscono onlus!). Tanto per far capire come funziona il ménage: Qualche anno fa un ex volontario di Verbania appartenente ad una di queste "associazioni", si è dimesso e ha aperto la partita iva e ha comperato dei mezzi per dare inizio ad una regolare attività di trasporto persone da ospedale a ospedale; QUESTE "ASSOCIAZIONI LOCALI" GLI HANNO FATTO UNA GUERRA SPIETATA, PER LAVORARE HA DOVUTO ANDARSENE A BIELLA E VERCELLI. CA PI TO !!!!!

Marchionini: ecco "Le prime 10 cose da Fare" - 13 Marzo 2014 - 17:37

imprenditoria verbanese
Silvia Marchionini, rappresenterebbe la discontinuità rispetto al passato, sempre che sia capace se vince di circondarsi di collaboratori capaci che non siano necessariamente politici di professione. Non bisognava aspettare il manifesto dei commercianti e la manifestazione degli artigiani della CNA, della quale è stato presidente Diego Brignoli, il competitor di Silvia, per rendersi conto che la situazione è disperata. Le frazioni si sono svuotate di attività e oramai stanno diventando dei dormitori. Per il resto basta farsi un giro per Pallanza e Intra per vedere quanti negozi sono chiusi. Ma la tragedia vera è quello che non si vede! Famiglie rovinate, spesso ex lavoratori dipendenti che hanno che hanno bruciato i propri risparmi nel tentativo di inventarsi una nuova attività. Tanti che stanno soffrendo e non sanno came arrivare al giorno dopo. Vendite in calo, tassazione criminale, oramai si parla del 70%, a cui contribuisce con scarsa sensibilità il nostro Comune. La tares ne è un esempio. Ciononostante c'è chi vede una situazione positiva. In un incontro di presentazione di un candidato a Sindaco, qualcuno ha avuto il coraggio di dire che c'è un trend positivo. Le attività imprenditoriali nel loro complesso hanno un saldo positivo. Dimenticando che dietro uno specchio si nasconde una realtà tutt'altra che rosea. Ci si dimentica che i tanti extracomunitari che hanno aperto una partita iva anche solo per poter restare in Italia e spesso per poter prestare la propria opera non come veri lavoratori dipendenti ma con una collaborazione come "lavoratore autonomo", che spesso viene chiamato "servizi alle imprese". Posso dire che oggi si sta riscoprendo l'importanza della piccola imprenditoria, spero non solo perchè la si identifichi come sostituta degli operai di una volta, ma come una risorsa fondamentale del nostro paese. Attenzione, lo sportello che si vuole creare, non deve favorire la nascita di nuove attività a tutti i costi, con il rischio di avere nuovi falliti. Deve essere invece uno strumento che metta in condizioni, attraverso uno studio serio, di intraprendere nuove attività che siano utili e di successo.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti