Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

ripresa

Inserisci quello che vuoi cercare
ripresa - nei post
Monte Rosa: zero gradi oltre i 4500 metri - 16 Ottobre 2017 - 10:23
L’anticiclone africano estende i suoi effetti fin sulle vette del Monte Rosa. La quota dello zero termico schizza oltre i 4000 metri facendo registrare alla Capanna Margherita (4560 m), una temperatura massima a 1.5 gradi, al 14 di ottobre.
Stresa - Arona 5-1 - 15 Ottobre 2017 - 16:35
Stresa e Arona si affrontano nel derby del Lago . Lo stadio Forlano torna ad essere cornice di una partita che storicamente è molto sentita, come attestano anche le foto storiche delle tribune colme di tifosi.
Assemblea Unione Industriale VCO - 9 Ottobre 2017 - 19:06
Martedì 10 ottobre 2017 alle ore 15,00 al Maggiore – Centro Eventi Multifunzionale – si terrà l’Assemblea Pubblica dell’Unione Industriale del Verbano Cusio Ossola con la presentazione ufficiale del progetto EVO-VCO, già anticipato nel Convegno dello scorso 16 giugno nella sede di Villa Pariani al quale alcuni di Voi avevano partecipato.
Boxe Verbania: Not è campione regionale - 9 Ottobre 2017 - 11:18
La Boxe Verbania vola in alto verso il sogno azzurro. Super Not è campione regionale Youth 56 kg. Nella serata di domenica 8 ottobre 2017, sul ring di Barge, paese della provincia di Cuneo, si sono tenuti i match valevoli per le qualificazioni ai prossimi Campionati Italiani under 18.
Biellese - Stresa 1-3 - 8 Ottobre 2017 - 16:50
Una partita particolare. Ecco come definire la gara tra La Biellese e lo Stresa. I ricordi più immediati ci riportano alla scorsa stagione, con la drammatica trasferta conclusasi anche con la clamorosa sconfitta.
Pontdonnaz - Stresa 3-1 - 1 Ottobre 2017 - 17:13
Sul campo di Saint Grat, tanto caro al Presidente della compagine aostana, va in scena la gara tra Pont Donnaz e Stresa.
Stresa - Alicese 1-2 - 24 Settembre 2017 - 17:44
La quarta giornata di campionato mette di fronte, allo stadio Forlano, lo Stresa e l’Alicese. La partita è aperta dalla partita in famiglia dei piccoli Blues, allenati da Stefano Ferrario.
Festa dell'Oratorio San Vittore - 21 Settembre 2017 - 09:16
Anche quest’anno l’Oratorio San Vittore di Verbania organizza, dal 22 al 24 settembre, la propria festa, in coincidenza con la ripresa delle sue normali attività.
Esordio casalingo in Seconda Categoria per la Cannobiese - 18 Settembre 2017 - 23:11
Risultato giusto (2-2) contro un Comignago mai domo che fino alla fine mette in difficoltà i padroni di casa.
Chiusura rassegna Un Paese a Sei Corde - 14 Settembre 2017 - 18:04
Venerdì 15 settembre - ore 21.00 – Verbania – Villa Olimpia, Musica dall'altro mondo. Buschini/burgos duo (entreverados). Horacio burgos (arg) (chitarra), carlos “el tero” buschini (basso).
Il Maggiore: parte la vendita biglietti singoli - 14 Settembre 2017 - 10:23
Dal 15 settembre parte la vendita dei singoli biglietti per tutti gli spettacoli, 23 appuntamenti da ottobre a maggio tra musica, prosa, danza, comici, opera, circo e narrazioni.
Timo Hissa: "Favole mai scritte" - 1 Settembre 2017 - 19:06
Esposizione del fotografo finlandese Timo Hissa. Dal 2 settembre sino al 29 ottobre 2017 presso Oot La piccola bottega di fotografia a Stresa.
Concerto organistico e vocale - 1 Settembre 2017 - 17:34
Si terrà sabato 2 settembre 2017, alle ore 21.00, presso la Chiesa di Santo Stefano a Pallanza, un concerto organistico e vocale.
Il Maggiore: rinnovo e nuovi abbonati - 1 Settembre 2017 - 10:23
Prosegue la vendita in prelazione per gli abbonati alla prima stagione del Teatro Il Maggiore di Verbania. Fino a sabato 2 settembre sarà infatti possibile, per chi fosse in possesso di un abbonamento alla stagione 2016/2017, rinnovarlo per la stagione 2017/2018.
Chiusura Forno Crematorio per manutenzione - 6 Agosto 2017 - 08:01
Chiusura del Forno Crematorio di Verbania per manutenzione straordinaria dal 7 al 20 agosto 2017. riportiamo la determina.
ripresa - nei commenti
Ancora interventi per furto - 30 Agosto 2017 - 10:42
Re: Facciamo un riepilogo...
Ciao info il comunismo, anche e soprattutto in Polonia, è caduto grazie ad un Papa illuminato, ce ne fossero di Uomini come lui e l'attuale Pontefice... Purtroppo ora il Paese in questione, dopo una consolidata ripresa economica, soprattutto grazie a fondi europei ben spesi, sta facendo i conti con un Premier continuamente contestato per il suo atteggiamento antidemocratico (leggi ad personam per condonare episodi di corruzione, contro l'aborto, per esautorare il Parlamento e la loro Corte Costituzionale, oltre all'intera Magistratura, a favore del Governo). Riguardo al triste episodio della riviera romagnola e agli altrettanto turpi commenti che uno di loro (le indagini sono ancora in corso, forse nord-africani) ha fatto, la cosa si commenta da sola. In effetti, avendo una compagna polacca da circa 7 anni, la vicenda mi ha toccato particolarmente! Una curiosità: come mai sei così ossessionato da Wikipedia, forse perché è una voce libera ed indipendente, che si autofinanzia? Riguardo i nostri dirimpettai, il loro benessere lo devono soprattutto agli immigrati, in particolare quelli nostrani, nonché ai fiumi di denaro (pulito e non) che hanno sempre convogliato dall'estero... Forse hai già dimenticato quando chiamavano i lavoratori italiani (residenti e frontalieri) "topi grigi"? Infine, potresti esternare il tuo disappunto, benché comprensibile, in un modo più pacato e meno aggressivo e minaccioso, esprimendo un concetto senza offese o epiteti di sorta? Grazie. Un'ultima cosa: guarda che tra un mese circa è autunno.....
Ubriaco e armato: espulso - 17 Agosto 2017 - 13:04
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Espulso!
Ciao robi però c'è da dire che la Spagna sta rivivendo una nuova ripresa economica, forse anche grazie agli aiuti UE, che noi non abbiamo avuto....
"Riavvio del Movicentro" - 4 Luglio 2017 - 19:01
dov'è la verità?
Tanta retorica per l'ennesima "vittoria di Pirro". Ma davvero il PD e Marchionini lavorano così bene? per il momento so che "Verbania Protagonista" non permette al sottoscritto di commentare la loro propaganda a sostegno del Sindaco e il PD si vanta per l'ennesima ripresa di un cantiere... ma poi leggo che i soldi mica sono stati stanziati, riporto nell'immagine quì sotto il post della Consigliera Minore (così qualche genio della politica che inopportunamente siede a SX mi darà del "leghista") , in cui dice che i soldi sono lungi dall'arrivare. Allora qual è la verità?
Conferenza di Magdi Cristiano Allam - 2 Maggio 2017 - 17:46
Rocco P.G.
Buona sera Rocco Pier Luigi, E' un dato di fatto che il Procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, esaminando i bilanci di alcune Ong, si è accorto che hanno disponibilità finanziarie sproporzionate in rapporto alla loro consistenza. Se certe cifre sono perfettamente in linea con organizzazioni come MSF e Save the Children (il cui operato è fuori discussione), non lo sono per molte altre tipo Moas (vedi intervista di Repubblica del 28.o4.17) Inoltre, in una intervista rilasciata a La Stampa ripresa da RaiNews il 23.4, Carmelo Zuccaro parla di "telefonate che partono dalla Libia verso alcune Ong, fari che illuminano la rotta verso le navi di queste organizzazioni, navi che all'improvviso staccano i trasponder, sono fatti accertati". A mio parere,tutti gli atti di bontà a cui fa seguito un cospicuo compenso economico sono alquanto sospetti e fa benissimo Carmelo Zuccaro ad indagare. Quest'uomo si è messo di traverso ad interessi enormi: Temo faranno di tutto per fermarlo! Ma di quale accoglienza stiamo parlando? Li salvano in mare per distruggerli a terra. Non basta dar loro un tetto ed un pasto togliendo loro la dignità, sapendo benissimo che non potremo neanche offrirgli questo per sempre! Quello che è in corso è uno sfruttamento epocale delle loro e delle nostre sempre minori risorse. Poche balle; qui è in corso un vero e proprio crimine contro l'umanità. Aggiungo che i veri disperati sono ancora nei "luoghi della disperazione"; sono costretti a stare lì e sono pelle ed ossa.
Addio alle serate “Intra by night” - 25 Aprile 2017 - 12:44
Crimini Finanziari?EUR-CHF
Fino a quando la banca centrale Svizzera shorta la sua stessa moneta,sara`difficile una ripresa economica.Dal 2008 shortano il franco con un emissione di 500 miliardi annui,di riflesso quindi é come se vendono franchi e comprano euro portandolo a livelli altissimi,impedendo cosi la ripresa e il flusso di turisti in Italia.Dopo aver scritto piu`volte al presidente dellla banca centrale europea"non per le mie lettere :-)"ma penso per pressioni esterne,hanno deciso finalmente di portare 1 euro 1 franco,il quale devo dire é durato poco,infatti la banca centrale Svizzera ha messo all`incasso una parte degli short riportando il franco con uno spread di 10 punti.L`unica soluzione ,é quella di chiedere al fondo monetario internazionale di fargli spittare gli short da 1,20 a 1.Quello che voglio dire é che questi "Svizzerotti*se si svegliano con il piede sbagliato,domani mattina ci rovinano.Il bello che lo fanno con i nostri stessi soldi.Grazie alla legge"Scudo Fiscale" sono rientrati la bellezza di 20,000 conti in nero,che erano depositati in banche Svizzere,infatti da quando hanno perso 2,000 posti lavoro nel settore finanziario la Svizzera fa la caccia all`Italiano.Non so se lo sapete ma ci devono ancora 120 miliardi......La beffa....? sono propio i soldi che usano per tenerci l`euro alto.......Conclusione,per i commercianti interni nazionali l`euro deve arrivare a 0,60ct.-0,90ct.Ritornando all`associazione é un gran peccato che chiuda,anche perché`é propio questo il periodo dalla quale ripartira`l`economia interna,da quanto so si dovrebbe decidere propio quest`anno se togliere il veto che il Vaticano ha messo sui nostri soldi,massimo 2020.Perché il Vaticano ha messo il veto?semplice se li sono pappati.Ci darebbero una prima tranche di 50 miliardi e il resto un po alla volta.Scusate se ho divagato un po`ma sono arrabbiato quando sento che chiude una societa`o un associazione ,tra l`altro basata con buoni presupporti..........non per colpa nostra,o perché siamo Italiani,ma per fattori e persone esterne all`Italia.
La Camera conferma 8milioni per Verbania - 27 Novembre 2016 - 08:08
Re: Re: C.V.D
Ciao privataemail secondo questo metro quindi anche i soldi, che arrivano dalle tasse di tutti, utilizzati per ospedali e sanità, scuole e istruzione, musei e cultura, strade e infrastrutture e chi più ne ha più ne metta derivano da tasse che spesso sono ingiuste e vessatorie e spesi con leggerezza.... ho capito, siamo in un sistema feudale medievale! Se per lei utilizzare 8 mln di euro per il completamento del MoviCentro fermo da molti anni (con un contributo stanziato da RFI di quasi 1 mln), per la realizzazione del secondo lotto della ciclopedonale Fondotoce-Suna che porterà le migliaia di turisti annui dei campeggi in centro e i verbanesi a spasso con le famiglie, per il recupero e riqualificazione delle spiaggge da Suna a Intra anche queste per attirare ancor più i turisti oltre che l'utilizzo da parre dei cittadini, per il progetto Agorà Casa della Resistenza (interconnessione con Terre Alte, turismo, didattica scolastica,  manutenzione), per la Riserva Parco di Fondotoce (interconnessione con ciclopedonale e ripresa della didattica scolastica), per l'Associazione "Terre Alte Laghi" Maggiore e Mergozzo (associazione di sviluppo e valorizzazione sociale, economica e turistica dei territori alti e dei laghi del verbano), tutto teso al rilancio turistico, culturale, ludico e in definitiva economico del territorio, significa spenderli con leggerezza allora restituiamoli e lasciamo tutto com'è. Per il CNEL non ho potuto ancora seguire l'argomento in maniera approfondita come ha fatto lei per cui mi astengo dal fare valutazioni.
Referendum: incontro per il SI - 27 Ottobre 2016 - 18:30
Fine
Voto no perché a conti fatti il risparmio è di un caffè a testa per ogni italiano. Troppo poco per venderci il diritto di voto. Voto no perché ho letto l’articolo 70 e ho capito solo una cosa: diventa tutto più complicato. Voto no perché il cambiamento non è un bene in sé, infatti si può sempre peggiorare: come in questo caso. Voto no perché non voglio lasciare ai miei nipoti una repubblica riformata seguendo la traccia della banca d'affari JP Morgan. Voto no perché le banche d'affari e le società finanziarie che hanno truffato i risparmiatori sono tutte per il Sì. Voto no perché la Costituzione si può modificare, ma per estendere i diritti, non per restringerli. Per allargare la partecipazione, non per limitarla. Voto no perché la Costituzione si può modificare, ma con un altro metodo, in un altro contesto, da parte di un altro parlamento legittimato dal voto popolare. Voto no perché non si può tener fermo un Paese sulla riforma della Costituzione con 11 milioni d italiani che non si possono più curare. Voto no perché non si può bloccare il parlamento per mesi di fronte a una crisi economica che il governo non riesce ad affrontare. Voto no perché non tutti i modi per superare il bicameralismo sono ugualmente validi. Quello scelto è pessimo. Voto no perché ci saranno molti più conflitti di attribuzione fra camera e senato e quindi l'iter delle leggi sarà più lento, costoso e complicato. Voto no perché se camera e senato avranno maggioranze politiche diverse - come può capitare - si bloccherà tutto. Voto no perché lo statuto per le garanzie delle minoranze lo farà la maggioranza dopo aver vinto le elezioni. Voto no perché il pd avendo la maggioranza in 17 regioni su 20 calcola di avere al primo giro di giostra la maggioranza assoluta dei senatori. Voto no perché hanno riempito la Costituzione di annunci e di enigmi, per esempio nessuno sa di preciso come davvero verrà eletto il senato. Voto no perché invitano in tv De Mita, D'Alema e Cirino Pomicino a fare i testimoni del No per farci credere che la partita è fra vecchio e nuovo. Voto no perché se vince il no non vince Salvini o Grillo. Vince la Costituzione. Voto no perché vogliono metterci paura con la storia della Brexit. Voto no perché non c'è nessuna relazione fra vittoria del sì e ripresa economica. Voto no perché se vince il no non ci sarà nessuna apocalisse, come vogliono farci credere per indurci a votare sì. Voto no perché il referendum riguarda la Costituzione, non le convenienze politiche di questo o quel partito, di questo o quel politico. Voto no perché non si può imputare alla Costituzione colpe che sono tutte e sole di una classe politica corrotta e incapace. Voto no perché è evidente che ci stanno fregando anche stavolta. Sempre dal profilo FB di Piero Ricca
Rimossa la scala di via Quarto? - 21 Ottobre 2016 - 09:09
E mamma mia!!
Ma volete dare il tempo della gente di rispondere??? Va be' che tanti non hanno altro da fare ma chi amministra ha anche altro su cui impegnarsi (ad es. occuparsi degli stanziamenti per il bando Apri Bottega oppure coordinare la ripresa dei lavori del Movimento, per dirne un paio a caso!)
Una bella foto di Intra - 4 Giugno 2016 - 18:46
si però
Non capisco di fotografia, ma credo che la particolarità nn sia il soggetto in particolare, mille volte fotografato, ma il contrasto tra il luccichio delle luci nella notte e il cielo grigio tempestoso. In realtà la stessa cosa può essere ripresa in molti modi diversi....
De Gregori non verrà dopo le critiche di Zacchera - 9 Maggio 2016 - 19:40
ore 18,30
“L’artista non c’entra nulla, la questione riguarda l’agenzia FeP Group e il Comune di Verbania”. Parole e Dintorni ufficio stampa di Francesco De Gregori non fornisce altre spiegazioni sull’annullamento del concerto inaugurale del Teatro Maggiore del 9 giugno. “E’ una questione tra l’acquirente e la società venditrice, Fp Group che organizza i concerti di De Gregori. L’artista non c’entra proprio niente con questa cosa”. Per il momento da F e P Group che abbiamo contattato non è ancora arrivata risposta in merito all’accaduto. Ma cosa è successo quindi? L’annuncio è arrivato dall’amministrazione comunale, che ha inviato ai giornalisti una nota arrivata dall’ufficio stampa della Fondazione Teatro Coccia che si occupa anche della comunicazione per il teatro Maggiore, l’evento è cancellato :” a causa del clima acceso e che continua a danneggiare, denigrare e strumentalizzare, per scopi altri, l'immagine dell'Artista sulla stampa locale”. La ragione è la “ripresa da parte di alcune testate del territorio della “lettera aperta” a firma di Marco Zacchera, nella quale comunicava le sue considerazioni personali in merito alla scelta dell’evento, ma non anche dati sensibili dell’artista”. Si fa anche sapere che direzione del teatro e amministrazione comunale hanno inviato una lettera di scuse De Gregori. Il sindaco Silvia Marchionini dichiara: “ La "cattiva azione" di Zacchera che ha fallito come sindaco mira a creare un clima sfavorevole all'esordio del Teatro Maggiore,grande sfida economica e culturale per la città di Verbania. Garantiamo ai tanti cittadini e associazioni che aspettano con curiosità l'apertura del Teatro che non verrà meno il nostro impegno per una programmazione di qualità (che sarà illustrata il prossimo 13 maggio) confidando nella loro vicinanza e partecipazione”. Quindi è tutta colpa di Zacchera? Il diretto interessato commenta: “La vera notizia è che un cantautore di fama come Francesco de Gregori rinunci ad un cachet sostanzioso ed alla inaugurazione di un teatro perché a Verbania il suo coscritto Marco Zacchera sulla propria newsletter personale - pur ribadendo la qualità dell'artista che nessuno contesta -segnala l'irregolarità di una serie di atti amministrativi del comune. Anche Franceschini ha dato forfait, sempre colpa di Zacchera?”. L’ex sindaco si domanda anche se a questo punto il Comune incasserà il risarcimento previsto da contratto per annullamento dell’evento, dal momento che non si tratterebbe di cause di forza maggiore.
Uffici postali "congelamento piano chiusure" - 27 Aprile 2016 - 07:24
Aspettiamo e vediamo
I centri minori del Verbano sono già stati penalizzati. Se Poste It è disponibile a rivalutare il piano attendiamo notizie locali. intanto rinfreschiamoci la memoria. Il bilancio 2015 di Poste It ha avuto un utile di 552 milioni. Gli azionisti hanno ricevuto un dividendo di 34 centesimi ad azione ricavati da un dividendo dell'809% dell'utile netto. Il Ministero del Tesoro (che possiede il 65%) ha ricavato 287 milioni. Il Tesoro pensa così di cedere (oltre il, 35% già privatizzato) un ulteriore 30%: l'incasso potrebbe aggirarsi sui 3 miliardi di Euro (dai giornali). Difficile che il governo rinunci alle privatizzazioni pressato come è dall'Europa di riduzione del deficit. Una ripresa delle privatizzazioni darebbe, inoltre, all'Europa il segnale politico per ottenere la flessibilità del bilancio nazionale. Conclusione: non perdiamo il pessimismo.
Posta a giorni alterni: TAR rinvia causa - 28 Febbraio 2016 - 09:58
Razionalità
Caro Lupus, ti do ragione ma il discorso è moto più articolato e complesso. Parto da alcune premesse: - necessità di mantenere i livelli occupazionali; - necessità di non cedere altro spazio antropizzato montano; Mi sembra chiaro che mantenere un inutile e semidesertico ufficio postale postale aperto tutti giorni sia del tutto inutile allo sviluppo di quelle comunità. I soldi pubblici dovrebbero essere investi in altre servizi e strumenti di sviluppo. - mantenimento punti vendita per generi di prima necessità e utilità domestica; - servizi socio-sanitari a domicilio da erogare alla popolazione anziana; - ripresa dell'attività produttiva cercando d ricollocare sul mercato una gamma di prodotti rientranti nella vasta e genuina tradizione alpina. Penso alla creazione di punti erogatori di beni e servizi (anche postali), a organismi di promozione e sviluppo di prodotti alpini ecc. Vedi Lupus quanti posti di lavoro potrebbero nascere. Dopo questo elenco l'ufficio postale esce fuori piuttosto malandato. MA SIAMO IN ITALIA. Non si farà NULLA! I nostri politici, PRIVI DI IDEE; preferiscono difendere l'inutile ridotta postale (non si parla poi nenache di chiusura ma di apertura a giorni alterni). E' vero caro Lupus, la razionalità provocherà solo la riduzione di personale. SIAMO COSTRETTI A DIFENDERE IL PALESEMENTE INUTILE. Non hai tutti i torti Buona domenica Lupus.
Frana sul Monte Rosa - VIDEO - 19 Dicembre 2015 - 10:56
Effettivamente
Effettivamente bisogna avere un occhio molto allenato a questo tipo di ripresa che diciamo è a "scatti",per poter vedere qualcosa ,a me mi sembra di averla vista ma in ogni caso molto piccola come movimento ,e cosa molto normale sulle vette delle montagne di alta quota. Certamente il caldo anomalo non fa bene alla compattezza delle rocce che dovrebbero in questo periodo essere coperte di ghiaccio e neve.
Giro d'Italia: esposto alla Corte dei Conti - 29 Novembre 2015 - 08:14
Sp
Quello che dice Claudio Ramoni è sensata. O tutti i comuni sono "fuorilegge", tra cui molto comuni di grandi dimensioni con importanti uffici legali oppure i signori di RCS, anch'essi con importanti uffici legali, gestiscono la "sponsorizzazione" come "contributo per il mantenimento..." (quest'ultima definizione ripresa dal commento di Stefania Minore che giustificava i soldi dati al VB calcio)
Ispettorato del Lavoro trova lavoratori in nero - 8 Luglio 2015 - 12:30
La guerra dei poveri
La politica fiscale in Italia ha reso il costo del lavoro elevatissimo. Se oggi assumo un giovane in Italia e voglio dargli 1000 euro netti al mese, ho un costo tra ritenute e tasse, di 2.500 circa. Per dare gli stessi soldi, in Svizzera, il costo è di 1.500 ... Questo confronto impari ci da' la dimensione del dramma occupazionale che è di tutti, del lavoratore e del datore di lavoro. Finché non verrà riequilibrato questo divario, la tentazione di "furbetti" ad assumere in nero, a sottopagare i lavoratori, a reclutare immigrati alla fame pagandoli con un piatto di pasta, sarà vista come una soluzione conveniente e percorribile. Sono quindi d'accordo ai controlli, che sono nell'interesse di tutti, comprendo che l'ingrato compito di segnalare disperati che lavorano in nero (non per scelta ma per necessità ), sia la giusta osservanza delle leggi, ma occorre, a livello nazionale fare qualcosa di diverso se veramente si vuole dare una svolta su questo fronte. Non è questa la sede per parlare di politiche del lavoro, ma è chiaro che la strada della ripresa economica e occupazionale passa attraverso la decontribuzione sui salari, occorre trovare le risorse, che non possono arrivare da altre parti se non da un robusto dimagrimento dello Stato, per detassare il lavoro. Solo allora finirà la guerra dei poveri dove un disoccupato italiano, in regola, viene messo fuori mercato dall'immigrato, spesso non in regola, che accetta soldi in nero.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti