Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

di

Inserisci quello che vuoi cercare
di - nei commenti

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 11 Febbraio 2020 - 13:46

Re: Comitato Stop 5G del VCO
Ciao Paolo Caruso, In tutto la citazione a sproposito delle fonti, poi dimentichi le conclusioni concrete che gli studi danno, così come il fatto che il 5G ha una potenza di emissione molto inferirore a quelle delle tecnologie precedenti, quindi in realtà l'inquinamento elettromagnetico diminuirebbe., Sulle microonde ti sei dimenticato di menzionare le centinaia di pesone che ogni anno muoiono mentre si riscaldano il pranzo con il forno.

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 11 Febbraio 2020 - 12:32

Comitato Stop 5G del VCO
Gli studi effettuati dal Nationale Toxicology Program e dall'Istituto Ramazzini di Bologna sono stati bene eseguiti come ICNIRP conferma. I tumori rilevati sono quelli derivati dalle cellule di Schwann, cellule gliali periferiche che coprono e proteggono la superficie di tutti i nervi diffusi in tutto il corpo; quindi si tratta di vestiboli del nervo acustico e cardiaco nel caso dei ratti colpiti da tumore. L'aumento degli schwannomi maligni cardiaci, dei tumori gliali maligni del cervello e dell'iperplasia delle cellule di Schwann sono state osservati negli animali esposti in entrambi i laboratori a migliaia di chilometri di distanza in un'ampia gamma di esposizioni RFR studiate. Questi risultati non potevano essere interpretati come un caso. D'altro canto i campi elettromagnetici sono stati classificati dallo IARC gIà nel 2013 come possibili cancerogeni e gli studi citati sono già all'attenzione dell'Istiututo sulla ricerca sul cancro per una rivalutazione da possibile a probabile o certa della cancerogenicità dei campi elettromagnetici . Gli studi hanno riguardato frequenze sino a 1,8 Ghz 2G E 3G sfiorando il 4G ma proprio per questo non si puo' sottoporre l'intera popolazione a milioni di antenne e a 20.000 satelliti che emaneranno microonde ovunque senza alcuna autorizzazione sanitaria, sostanzialmente attuando una sperimentazione di massa sulla pelle dei cittadini. La comunità Europea e il nostro paese prevedono il Principio di precauzione recepito dal decreto legislativo 152/2006 che afferma che in caso di pericoli anche solo potenziali per la salute umana e per l'ambiente debba essere assiurato un alto livello di protezione. In merito all'elettrosensibilità è stato dimostrato in 4 studi (Rea 1991, Havas 2006 e 2010, Mc Carty e altri 2011) che è possibile identificare persone con ipersensibilità elettromagnetica e dimostrare che possono essere testati usando risposte obiettive, misurabili, dimostrando che questi soggetti sono realmente ipersensibili se confrontati con i normali controlli. Altri studi dimostrano che ci sono veri e propri cambiamenti fisiologici nei soggetti con elettrosensibilità (De Luca, Raskovich, Pacifico, Thai, Korkina 2011 e Irigaray, Caccamo, Belpomme 2018) e due studi hanno dimostrato che le persone elettrosensibili hanno alti livelli di stress ossidativi . Il Parlamento Europeo nella risoluzione 2009 e l'Assemblea del Consiglio d'Europa con la risoluzione n. 1815 del 2011 hanno richiamato gli Stati membri a riconoscere l'Elettrosensibilità come una disabilità, al fine di dare pari opportunità alle persone che ne sono colpite.

“Giorno del Ricordo” - 11 Febbraio 2020 - 12:26

Re: Foibe !
Ciao Graziellaburgoni51 In effetti i 2 scempi sono collegati solo in ordine temporale. Idem per la Libia, dove per giunta i fascisti non furono i primi a bombardarla usando armi chimiche. difatti in quell'occasione abbiamo un triste primato mondiale, iniziato sotto Giolitti. cioè primo Paese al mondo a sperimentare tale tipo di operazione bellica. E anche dopo abbiamo assistito al triste esodo di nostri connazionali..... La storia si ripete!

Panza su chiusura Polizia Stradale a Domo - 11 Febbraio 2020 - 09:31

mah
veramente non capisco: sono tutti così contenti di ricevere più multe? meglio se chiude la polizia no?

Conferenza sulle Foibe - 11 Febbraio 2020 - 08:57

Re: LA STORIA NON E' di DESTRA O di SINISTRA
Ciao "Cervello (poco)" in fuga e soprattutto non è sempre vero che la fanno solo i vincitori.... Vero è che il dilemma è sempre lo stesso: esodo forzato, con evidenti ripercussioni a livello socio-economico, non solo per i Paesi ospitanti ma anche per quelli cedenti, visto che i vuoti lasciati non possono essere colmati in breve tempo, oppure trattenere in modo altrettanto forzoso? Fatto sta che il vuoto consentì alla ex Jugoslavia, Paese vincitore, di rivendicare quei territori nei confronti dell'Italia, Paese sconfitto, le cui popolazioni oramai non risiedevano più là.

Panza su chiusura Polizia Stradale a Domo - 11 Febbraio 2020 - 08:45

Re: Re: Ho capito
Ciao "Cervello (poco)" in fuga prima c'era l'incubo dei comunisti (estinti), ora delle sardine, che non sono nemmeno un partito e non si sono mai presentati alle elezioni..... Tipico arrampicarsi sugli specchi di mediocri politicanti, al pari dei passacarte....

Conferenza sulle Foibe - 11 Febbraio 2020 - 08:22

Re: per Rocco
Ciao lupusinfabula difatti la verità è nel mezzo, senza dimenticare un'ulteriore e terza sofferenza di questi profughi: l'indifferenza di una parte dei nostri connazionali nei loro confronti, una volta rientrati in patria.

“Giorno del Ricordo” - 11 Febbraio 2020 - 08:17

Re: Foibe !
Ciao Graziellaburgoni51 senza dimenticare che la sofferenza e l'indifferenza dei profughi orientali, al pari di quella del popolo ebraico, sono state triplici nel tempo: da parte di nazifascisti prima, titini poi e infine anche da parte di alcuni connazionali.

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 10 Febbraio 2020 - 19:35

citazioni a sproposito
Nell'ordine, gli studi citati (a sproposito, ma a seminare il panico si è bravi) non sono stati fatti sul 5G ma sulle tecnologie precedenti (2G e 3G) e i risultati non sono cosi preoccupanti come vorrebbero farli sembrare, al di là del sensazionalismo il primo studio (quello dell’US National Toxicology Program) in realtà il numero di tumori è entro la variabilità di questo dato, nel secondo caso (quello dell'istituto Ramazzini) il dato è falsato dal fatto che il gruppo di controllo non ha mostrato segno di alcun tumore, mentre avrebbe dovuto comunque averne secondo le normali aspettative. Riguardo all' "elettrosensibilità" non è riconosciuta come malattia dall'OMS, gli studi eseguiti in doppio cieco hanno mostrato che in realtà le persone che si dicono affette da queste patologia non sono in realtà in grado di distinguere se sono o meno all'interno di un campo elettromagnetico. La OMS rileva che studi ben controllati hanno mostrato come i sintomi non sono causati dai campi elettromagnetici e che ci sono alcune indicazioni che tali sintomi sono dovuti a preesistenti condizioni psichiatriche, stress o sono causati dalla stessa paura dei campi elettromagnetici.

Conferenza sulle Foibe - 10 Febbraio 2020 - 18:19

per Rocco
Le infamie degli uni non giustificano le infamie degli altri, ma le popolazioni di quelle terre sono state vittime due volte: prima delle truppe nazi-fasciste e poi di quelle comuniste/titine, ed a propossito delle nefandezze titine non possiamo dimenticare Goli Otok e Sveti Grgur proseguite fino agli anni'60

Immovilli su chiusura SS34 - 10 Febbraio 2020 - 18:14

Io non so
Io non so se un ciclista indisciplinato diventa anche un autista indisciplinato: so per esperienza che moltissimi ciclisti si comportano sulla strada pubblica come se avessero solo diritti e non anche doveri al pari degli altri utenti. Che poi esistano anche conducenti di auto, moto ed altri mezzi motorizzati che possono essere assimilati a killer in libera uscita lo so esperienza essendo stato per decenni un uomo di strada. L'uno non giustifica l'altro.

Conferenza sulle Foibe - 10 Febbraio 2020 - 17:10

LA STORIA NON E' di DESTRA O di SINISTRA
Il prof. Raoul Pupo, docente di Storia contemporanea all'Università di Trieste e tra i massimi conoscitori dell'Esodo giuliano-dalmata e dei massacri delle foibe, dice: "C'è anche una ragione più generale, una ragion di Stato che è questa: la Jugoslavia era una pedina strategica fondamentale dell'Occidente e anche dell'Italia. Non la si poteva provocare. E sentir parlare di foibe e di esodo per Belgrado era una provocazione fascista. La Jugoslavia neutrale consentiva all'Italia di non essere sulla prima linea della Guerra Fredda. Il che significava che i carri armati sovietici stavano sul Danubio in Ungheria e non dalle parti di Gorizia". "La storiografia italiana s'è occupata d'altro. Da una parte la sinistra aveva imbarazzi evidenti con questo argomento. Dall'altra parte la cultura cattolica non era assolutamente nazionalista. Questi due elementi hanno pesato negativamente...E in più, la destra non ha mai avuto una storiografia". (cit https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/ldquo-sciagura-nazionale-che-non-va-negata-rdquo-ndash-giorno-226511.htm) In pratica, la destra, supportata dagli Stati Uniti e la NATO che vedevamo con il fumo negli occhi il PCI, ha favorito il silenzio sulle Foibe! BASTA CON LE LETTURE DELLA STORIA CON GLI OCCHI DELLA DESTRA O DELLA SINISTRA, LA STORIA VA STUdiATA E CAPITA, NON INTERPRETATA (TANTO PIU' ATTRAVERSO IL PENSIERO OdiERNO)! LA STORIA NON E' di DESTRA O di SINISTRA, LA STORIA E' LA STORIA, PUNTO E BASTA!!!!!

Panza su chiusura Polizia Stradale a Domo - 10 Febbraio 2020 - 16:57

Re: Ho capito
Ciao lupusinfabula a me delle sardine non me ne frega una mazza! Ma non mi piace farmi prendere per il c*lo, da chiunque! La lega "urla", tirando in ballo i clandestini, su una cosa che avrebbe potuto sistemare, perchè al Viminale c'era il segretario della lega non le sardine, ma non lo ha fatto! Inoltre, se avessero parlato di sicurezza della strade, le avrei anche dato ragione, ma se tirano in ballo i clandestini, mi sembra tutto una grande presa per il c*lo, e a me non piace farmi prendere per il c*lo!!

“Giorno del Ricordo” - 10 Febbraio 2020 - 16:10

Foibe !
Ricordiamo le vittime , ma senza sventolare il nostro tricolore come se la bandiera in quell'epoca abbia qualcosa da andare fiera ! Io mi vergogno di come è stata umiliata e sporcata dai nazifascisti e dalle loro stragi senza pietà nemmeno coi bambini . Nessuno deve negare le foibe , deve negare il trattamento inferto agli italiani tornati in Italia , Troppa sofferenza che ha creato odio e vendette , ma non dimenticare chi per primo ha seminato sangue sul suolo sovrano Iugoslavo . Gli ebrei con le foibe non c'entrano niente visto che erano in quel momento perseguitati e ne erano già morti tanti in campi di concentramento . Non sono stati sterminati per vendetta ,come è successo con le foibe , ,ma la loro unica colpa era di essere nati , facevano parte di un delirio di pulizia etnica .

Immovilli su chiusura SS34 - 10 Febbraio 2020 - 15:47

Re: Inferiorità?
Ciao lupusinfabula Quindi secondo te la maggior parte dei ciclisti che si crede padrone del mondo poi quando guidano l'auto diventano esempi di senso civico stradale? Cos'è la tutina da bici che trasforma ligi automobilisti in ciclisti prepotenti? Non è che magari l'utente italiano medio della strada rispetta solo le regole che gli fa comodo, e se la prende con quelli che non rispettano le regole che per lui sarebbe impossibile non rispettare, indipendentemente se ha appoggiato il sedere su una sella o su un sedile?

Conferenza sulle Foibe - 10 Febbraio 2020 - 14:02

Re: per Rocco
Ciao lupusinfabula Nel 1943 era già finita la guerra ? Poi cosa credi ? prima l'esercito italiano massacra civili (le rappresaglie 10 a 1, come i tedeschi), gli ordini del generale Rotta di considerare resposanbili degli attentati anche i civili che abitavano vicino, Robotti che diceva "qui si ammazza troppo poco", Biroli che fucilo 200 ostaggi inermi, Lubiana trasformata in campo di concentramento. Tutti gli abitanti maschi di un villaggio (Podhum) fucilati per rappresaglia su ordine del prefetto di Fiume,... e si può proseguire a lungo Veramente pensi che dopo puoi fermarti e dire "ah scusate scherzato". Alla destra piace fare la verginella e scordarsi di quello che ha fatto negli anni precedenti. Certo questo non assolve, nè giustifica chi ha infoibato i civili innocenti, ma la destra fa abbastanza schifo nel strumentalizzare la cosa.

Conferenza sulle Foibe - 10 Febbraio 2020 - 13:25

memoria e verità storica
E' chiaro che la memoria di certi fatti in Italia, ancora oggi, è strumentalizzata (da entrambe le parti). Ed è chiaro che la memoria, e le sue giornate, hanno una valenza troppo spesso politica e propagandistica, permettendo ai promotori di turno di nascondere (in questo caso), dietro alle orribili sevizie sofferte da una ragazzetta, le indicibili atrocità promosse dal padre della stessa e dal governo dittatoriale che rappresentava con entusiasmo. La storia è un'altra cosa, e la storia ci dice chiramente che ad una occupazione feroce e ignorantissima, che è arrivata a creare un clima assurdo anti-italiano in zone come la dalmazia dove la classe borghese veneta conviveva da secoli senza problemi di sorta con il proletariato slavo, una occupazione dove più volte le SS (non la caritas) denunciavano con dispacci interni l'inutile e controproducente violenza dei fascisti italiani verso la popolazione (cose simili successero pure in Grecia, Libia e Albania, altro che "bravo soldato italiano"... a questa occupazione è seguita prima una lotta di resistenza, che accomunava resistenti (principalmente comunisti) italiani e slavi, e poi, con la formazione dell'esercito titino, di una repressione mirata, quasi una pulizia etnica, verso tutti gli italiani, ma anche, con forme anche più feroci, verso gli stalinisti yugoslavi. Questi sono fatti, e crecare di darne un colore politico, scegliendo "à la carte" quello che più piace, come ha sempre fatto il Menia, fa male alla memoria, non alla storia, perchè la storia resta quella. E parlare di "unica colpa" fa un po tristezza... la colpa, il dolo, lo decide il vincitore, di certo c'erano all'epoca, ragioni storiche (chiarissime) che portarono a quei fatti. Forse la vera colpa, se così si può dire, di tutti gli italiani (e delle altre nazioni che avrebbero pututo farlo), fu quella di non fermare per tempo l'avvento del fascismo in Italia... discorso paragonabile all'esatta incapacità di fermare l'avvento di Hitler o di capire (e fermare) la piega che aveva preso la Rivoluzione d'Ottobre, già pochi mesi dopo la presa dei palazzi. Celebrare come martire questa ragazza, plasmata al fascismo da una famiglia convintissima e pienamente addentro al regime ed ai vantaggi che questo portava, ci può pure stare, ma sicuramente non ha storicamente senso la sua strumentalizzazione: questa era una dei milioni di ragazzi europei ai quali dei regimi totalitari assassini hanno prima rubato la giovinezza e poi la vita, nel silenzio delle grandi democrazie. Ragazzi ammazzati non una ma dieci volte... altro che unica colpa... e minchiate varie... Saluti,

Conferenza sulle Foibe - 10 Febbraio 2020 - 12:34

Re: per Rocco
Ciao lupusinfabula vero è che, per decenni dopo la fine delle ostilità belliche, ci sono stati anche dei processi, quando la macchina della giustizia ancora funzionava, che hanno visto decisioni con luci ed ombre su ambo le parti in causa. Ma oramai è acqua passata, e la Storia, che dovrebbe essere Maestra di vita per tutti noi, li ha già giudicati tutti. Inoltre, visto il notevole lasso di tempo trascorso, ci penserà un altro tipo di Tribunale, quello del Supremo.

Immovilli su chiusura SS34 - 10 Febbraio 2020 - 12:29

Re: Inferiorità?
Ciao lupusinfabula senza dimenticare l'indisciplina di molti automobilisti, che definire tali è un eufemismo, sarebbe cosa buona e giusta che molti ciclisti procedessero in fila indiana, anziché affiancati.

Panza su chiusura Polizia Stradale a Domo - 10 Febbraio 2020 - 11:33

Ho capito
Ho capito: se la Polstrada di Domo chiuderà è colpa di Salvini.L'altro giorno c'era vento forte, soprattutto in Ossola: colpa di Salvini. E' un po' che non piove:colpa di Salvini. Le sardine dicono che il flop dell loro riunione a Scampia è dovuto al fatto che...Salvini non c'è andato. Sono centuplicati gli sbarchi dei se dicenti profughi: colpa di Salvini?
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti