Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

dati referendum

Inserisci quello che vuoi cercare
dati referendum - nei post
Giovani Democratici su referendum lombardia - 23 Settembre 2018 - 12:05
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dei Giovani Democratici VCO, riguardante il referendum per il passaggio in Lombardia.
M5S su Bando periferie - 11 Settembre 2018 - 08:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Cinque Stelle Verbania, riguardante il Bando periferie e le polemiche per i probabili tagli ai fondi previsti.
Autonomia Differenziata: partecipazione a Omegna - 3 Settembre 2018 - 11:04
Ottima partecipazione al Forum di Omegna per la prima tappa del tour di incontri organizzato da ALPI - Associazione Libera Per l'Insubria,
M5S su referendum Verbania Cossogno - 2 Maggio 2018 - 17:14
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del MoVimento 5 Stelle Verbania, riguardante il referendum sulla fusione dei Comuni di Verbania e Cossogno.
Con Silvia per Verbania su fusione Cossogno-Verbania - 18 Aprile 2018 - 15:03
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Lista civica Con Silvia per Verbania, riguardante la questione fusione tra Verbania e Cossogno.
Fratelli d'Italia: “Datevi una mossa!!! Non ci piace" - 13 Dicembre 2016 - 09:16
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Fratelli d'Italia Verbania, riguardante le dichiarazioni rilasciate dalla sindaca riguardante il commercianti cittadini.
PD: Rispetto per il voto dei verbanesi, ora si apra un confronto per tutelare l’interesse pubblico - 19 Aprile 2016 - 11:03
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa della segreteria PD di Verbania, rispetto al voto dei verbanesi
referendum: i dati ufficiali del quesito comunale - 18 Aprile 2016 - 10:10
Il Comune ha pubblicato sul proprio sito i dati sui due quesiti referendari votati ieri, confermato il mancato raggiungimento del quorum.
referendum: fallisce il quorum - 18 Aprile 2016 - 00:42
I referendum di oggi, sia quello nazionale sulle trivellazioni, sia quello locale sul forno crematorio falliscono il quorum, secondo i dati di affluenza diramati dalla Prefettura.
referendum: affluenza alle ore 23 - 17 Aprile 2016 - 23:15
Riportiamo i dati dell'affluenza definitiva alle ore 23.00.
Comitato per l'astensione risponde ai referendari - 14 Aprile 2016 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato per l'astensione, in risposta a quello del Comitato referendario sul forno crematorio.
M5S: forno crematorio e numeri - 14 Aprile 2016 - 09:09
Riceviamo e pubblichiamo, un comuncato del Movimento Cinque Stelle, riguardante il referendum sull'esternalizazione del forno crematorio.
Forno crematorio: "perchè non andremo a votare" - 5 Aprile 2016 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato “Undici uomini e un referendum”, in cui sono spiegati i motivi per cui il 17 aprile non andranno a votare al referendum sul forno crematorio.
Forno Crematorio: nasce il comitato per il SI all’esternalizzazione - 17 Febbraio 2016 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del neonato comitato per il si all’esternalizzazione del forno Crematorio.
Forno crematorio: prove di dialogo - 11 Gennaio 2016 - 10:17
Il Consiglio di Quartiere di Pallanza organizza per giovedì 14 gennaio alle ore 21.00, presso il salone del Centro Incontri Sant’Anna, una assemblea informativa sul progetto di esternalizzazione del forno crematorio presso il cimitero di Pallanza. Che vedrà la partecipazione delle parti in contrapposizione.
Roberto Campana - 29 Aprile 2014 - 15:00
La scheda biografica, il programma e i candidati, di Roberto Campana candidato sindaco alle amministrative di Verbania per il Movimento Cinque Stelle.
Movimento Cinque Stelle ecco il programma - 27 Aprile 2014 - 15:01
Riportiamo il programma del Movimento Cinque Stelle, che sostiene Roberto Campana alle prossime amministrative del Comune di Verbania.
La Svizzera dice no all'immigrazione - 9 Febbraio 2014 - 18:28
Gli svizzeri hanno approvato un referendum "contro l'immigrazione di massa": i sì hanno raggiunto il 50,3%. Lo ha riferito l'agenzia di stampa svizzera Ats.
Frontalieri: il governo assicura l'on. Borghi - 8 Maggio 2013 - 15:23
"Il governo continuerà a seguire le vicende degli Italiani in Svizzera con la massima attenzione". Così il Vice Ministro degli Affari Esteri del governo Letta, Staffan de Mistura.
CEM: Comunicato di cittadiniconVoi - 11 Agosto 2012 - 00:00
Riceviamo un comunicato di Marcella Zorzit, della lista civica "cittadiniconVoi", che prende posizione su alcune recenti dichiarazioni del sindaco Zacchera a proposito dell'annosa polemica sul CEM.
dati referendum - nei commenti
FdI: Interrogazione in Regione Lombardia sul VCO - 21 Ottobre 2018 - 20:18
Il vco rimane in Piemonte
Dai dati che arrivano si delinea una sconfitta netta dei fautori del referendum e di chi ha votato si come me. Il voto è sacro e il popolo è sovrano. Complimenti ai vincitori e onore chi ha creduto di poter cambiare in meglio. Ora aspettiamo i fatti dal Piemonte dopo le promesse. Per me una occasione unica andata in fumo. Ma il voto e l'astensione parlano chiaro. Il vco vuole il Piemonte. Nulla da aggiungere.
PD su referendum Lombardia - 4 Ottobre 2018 - 07:34
Torino è lontana. quindi?
ok,appurato per la millesima volta che Torino è collegata male con Verbania,la domanda resta la stessa: e allora? non mi risulta che l'appartenenza a un territorio si misuri in base ai collegamenti ferroviari,soprattutto in Italia.. se questo rimane l'argomento principe siamo messi malino,mancano un paio di settimane e devo constatare che tolto l'ammirevole sforzo di Robi (che però non riveste nessun ruolo politico,ancora) nessuno dei preponenti il referendum ha messo sul piatto in modo serio e convincente degli argomenti forti. più passa il tempo e più ho l'impressione che in realtà nemmeno i preponenti siano poi così convinti,e che tutto sia un gioco delle parti volto a ottenere qualcosa in più (sacrosanto) dal Piemonte. peccato,rischia di essere un'occasione persa. l'argomento è serio e se affrontato bene,in maniera concreta e moderna (i richiami alla storia sono dei paurosi autogol!) poteva portare a sviluppi interessanti,invece si è preferito buttarla un po' in caciara sperando di parlare "alla pancia",senza capire che anche la pancia vuole cifre,dati,convenienze reali. che tuttora aspettiamo.
Zacchera su referendum Lombardia - 24 Agosto 2018 - 00:39
Finalmente un analisi decente
 Direttore responsabile:  Riccardo Marchina OdG.103353 / 2004 HOME PAGE STAMPA CHIUDI  Isola dei Pescatori, Stresa Verbano-Cusio-Ossola: pro, contro ed effetti del passaggio in Lombardia di NICOLA DECORATO pubblicato il 18/08/2018 Quanto guadagnerebbe la provincia del VCO se i cittadini decidessero, il 21 ottobre, di trasferirsi in Lombardia? La doppia analisi, quella dei costi-benefici e quella (più importante) del paragone tra le due regioni coinvolte, dei pro e dei contro del trasferimento del VCO in Lombardia passa in larga parte dalla comparazione degli stanziamenti indirizzati da un lato dal Piemonte al VCO, e dall’altro dalla Lombardia alla provincia di Sondrio, esclusivamente montana e di confine, come quella di Verbania.  Tra le principali motivazioni addotte dal comitato Diamoci un taglio, promotore del referendum per il passaggio oltreticino della provincia, vi è l’apparente negazione dei 18 milioni di canoni idrici da parte della Regione Piemonte. Fondi che, invece, i cugini lombardi riconoscono alla provincia di Sondrio. In realtà la situazione che verrebbe a delinearsi è parecchio più complessa di quanto si voglia far credere. A partire proprio dalla questione relativa ai canoni idrici. I CANONI IDRICI – Nel 2018, per la prima volta, è stata inserita tra le voci spese del bilancio regionale l’attribuzione dei canoni idrici al VCO. Non nella loro totalità (circa 3 milioni sul totale richiesto), ma il caso rappresenta comunque un unicum nella storia della politica economica regionale. Scelta resa possibile dal pareggio di bilancio ottenuto dalla giunta nel 2017. Il mancato versamento dei canoni fino ad oggi è da attribuire ai debiti accumulati dalle precedenti amministrazioni, Bresso e Cota in primo luogo, cha hanno reso necessaria una difficile politica di ripianamento del debito, comunque portata a termine, nell’ottica del rispetto dei vincoli di bilancio richiesto alle regioni. FONDI COMPLESSIVI E SPESA PUBBLICA– Ma, a dispetto di dati parziali e circostanziali, occorre tenere a mente la portata complessiva degli investimenti pubblici dirottati, dalle regioni Piemonte e Lombardia, alle rispettive province montane.Fondi che, nel caso piemontese, superano i corrispettivi lombardi. A partire da quelli dedicati alle infrastrutture stradali: per la ristrutturazione della statale 34, il Piemonte ha investito circa 25 milioni di euro, a fronte dei 4,2 destinati da Milano alla statale 38 passante per Sondrio. Mentre, per quanto concerne l'assistenza ai trasporti, i disabili piemontesi godono di accesso completamente gratuito su treni e pullman regionali, agevolazioni non presenti in Lombardia. Per quanto riguarda il trasporto su rotaia, in Lombardi, differentemente che in Piemonte, le tratte locali vedono la compartecipazione al servizio di Trenitalia e Trenord: purtroppo, però, rilevamenti di giugno 2018 indicano come inaffidabile ben il 76% delle linee ferroviarie lombarde, sulla base proprio degli standard stabiliti nelle condizioni generali di trasporto di Trenord. Su38 linee, ben 29 sono state bocciate.  Anche per quanto concerne l’ambito culturale, Torino destina alla "provincia azzurra" somme più ingenti di quanto fatto da Milano verso Sondrio. E un caso interessante è rappresentato dal Teatro Maggiore. L’obiettivo dichiarato è quello di fare della struttura un polo culturale di rilevanza regionale, capace di attrarre visitatori (e investimenti) non solo dal VCO, ma anche dalle vicine province piemontesi (Novara e Vercelli), Lombarde (Varese), e lo svizzero Canton Ticino. In quest’ottica rientra il protocollo d’intesa firmato dalla Regione con il Comune di Novara a dicembre 2016. Per le sole attività in cartello nel 2018, il Piemonte ha investito 250.000 euro nellaFondazione Centro Eventi Il Maggiore. Politica differente, quella seguita dalla Lombardia, che destina ai centri culturali periferici della Regione meno del Piemonte, impegnandosi a concentrare sforzi e risorse ai poli culturali milanesi.  Altro caso
Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 3 Maggio 2018 - 18:45
Re: Due referendum diversi e due risultati diversi
Ciao Claudio Ramoni Questi argomenti richiedono un dialogo verbale, su questa piazza è complicato. Comunque sei tu che hai menzionato il referendum del forno, e le tue argomentazioni sono strumentali, nonchè errate, come spiegato dal commento precedente. Sull'argomento ne ho scritto in abbondanza nei miei commenti su verbanianotizie. Ma vorrei precisare che Primo: la cifra di 1,5 milioni è basata su di un financial project redatto da privati, la scelta poteva essere diversa, avevo scritto di un comune che rifatto un forno crematorio intorno agli 800 mila euro. Secondo: con un funzionamento ben gestito come avveniva direttamente dagli addetti, il saldo netto si avvicinato ai 400 mila euro, se non ricordo male nel 2014, ne consegue che al massimo in 3 anni si sarebbe rientrati della spesa. Terzo: l'assesore al bilancio ha saggiamente più volte ricordato, che per una gestione virtuosa del comune, bisogna avere entrate extratributarie, diversamente, continuiamo a vessare i Verbanesi, per coprire i servizi, con le tasse, ne consegue che il forno è una delle raririsime entrate extratributarie, Quarto: il confronto con l'unione Valsamoggia, in primo luogo non è corretto,noi avremo una fusione per incorporazione (ed a mio avviso le incorporazioni di norma sono più virtuose delle unioni) in quanto per la conformazione del territorio e per il numero degli abitanti, si parla di 110 mila abitanti. La popolazione dell'Unione all' 1/01/2016 dati al 01/01/2016 Superficie Popolazione Densità Casalecchio di Reno 17,3 36.349 2.097,0 Monte San Pietro 74,7 11.011 147,4 Sasso Marconi 96,5 14.732 152,7 Zola Predosa 37,7 18.828 498,8 Valsamoggia 178,1 30.611 171,8 Totale Ambito 2 404,4 111.531 275,8 Ripeto manca a priori uno studio di fattibilità ed una visione generale, con un arco temporale almeno ventennale. Questo è un esempio di studio,di ben 153 pagine, non la brochure presentata ai cittadini, quantomeno si è analizzato e programmato prima del referendum, un amminstrazione seria e sincera, dovrebbe spendere i soldi pubblici di un referendum e di una fusione consapevolmente, e rendere consapevoli i cittadini di un voto informato. Purtoppo non riesco a postare i dati completi, ma rende benissiomo l'idea Sommario 5Il procedimento di fusione 6Il regime giuridico del nuovo Comune: aspetti salienti 8Le misure statali di incentivazione diretta: il contributo straordinario decennale 10Le misure statali di incentivazione indiretta 12Le disposizioni derogatorie e di maggior favore per i Comuni nati da fusione 13Le misure regionali di incentivazione diretta 14Le misure regionali di incentivazione indiretta 15Il rapporto tra Unioni e fusioni di Comuni 15Unioni e fusioni nella legislazione regionale 19Il territorio 19La popolazione 24Il tessuto produttivo 28In sintesi: il territorio e il processo di fusione dei Comuni di 30Analisi dei bilanci 33Imposte e tasse 33Trasferimenti 35Entrate extratributarie 36Entrate da alienazioni e trasferimenti Titolo 4 38Entrate da prestiti 41Spesa di personale 41Altre spese correnti Analisi delle spese per servizi 43Prospetto delle spese di bilancio, programmi e macroaggregati (Spese correnti impegni) 46Previsione contributi straordinari regionali e statali 47Partecipate e Immobili comunali Obiettivi dell’analisi e note metodologiche 53Le strutture organizzative dei Comuni di 55Unione Terre di Pianura: i servizi delegati dai Comuni di 60Mappatura delle principali convenzioni comunali 62Area Affari Generali 63Area Servizi Finanziari e Tributi 82Area Servizi alla Persona 92Area Ufficio Tecnici Gli assetti della rappresentanza politica nel Nuovo Comune 131Tabelle di sintesi del confronto e impatti della fusione 137Considerazione sui margini di razionalizzazione economico finanziaria conseguibili nell’ipotesi del Nuovo Comune nel breve periodo L’architettura organizzativa del Nuovo Comune 146Modello divisionale 147Modello diffuso Il percorso progettuale per la creazione del Nuovo Comune Quando i consiglieri
Verbania Protagonista su sindaco e sondaggi - 10 Ottobre 2016 - 21:07
Sondaggi........
Ho provato a capire chi fosse il sondaggista, sulla sua home Page alla voce chi siamo si risponde con un cosa facciamo, e quindi non si ha idea di chi siano questi misteriosi sondaggisi. Allora cerco di capire il numero dgli intervistati per il sindaco più bravo del mondo, e come si è svolto il sondaggio ma non vedo nulla, farei un sondaggio tra di voi per capire quanti sono riusciti ad avere i dettagli. Perché i dettagli li ho trovati per un recente sondaggio per piazza pulita in merito al referendum nazionale http://www.indexresearch.it/lesito-del-referendum-le-motivazioni-del-non-voto-i-dati-di-index-research-per-piazza-pulita/ In sintesi Consistenza numerica del campione: Interviste complete: 800 Totale contatti effettuati: 4.716 Interviste complete: 800 (su totale contatti: 17,0%) Rifiuti/Sostituzioni: 3.916 (su totale contatti: 83,0%) Quindi se hanno intervistato 800 persone per un tema nazionale, quante ne avranno intervistate per verbania 20,100,1000? Faccio una proposta/sondaggio su questa piazza ci sono almeno 100 lettori ognuno di noi chiede ad almeno 20 conoscenti se hanno partecipato al sondaggio, a me risulta zero a voi?
M5S su emendamenti, forno crematorio e streaming - 29 Settembre 2016 - 17:05
Re: Pieno rispetto della volontà popolare
Ciao Claudio Ramoni Si analizziamoli i dati. Secondo il tuo ragionamento il sindaco di verbania non è voluto dalla maggioranza dei Verbanesi, e difatti è così. Al ballottagio sono andati alle urne solamente 10.734 elettori, pari al 40,54 % degli aventi diritto, sostenuta da Pd, Sinistra unita e due liste civiche ha ottenuto 8.185 voti (al primo turno 7.788) circa 16.000 verbanesi hanno detto no alla Marchionini. Il vero problema è il quorum (ed il non rispetto degli esiti delle votazioni vedi acqua pubblica) chi non partecipa non dovrebbe avere il diritto di lamentarsi delle scelte altrui, i referendum dovrebbero essere senza quorum. Vorrei anche aggiungere che avere 10.734 cittadini in cabina elettorale per decidere un sindaco,con tutta la macchina elettorale al completo danno l'importanza e la dimensione enorme del risultato del referendum dove hanno votato 7.965 Verbanesi, e questo grazie ad un comitato a cui era stato detto che 10 persone non potevano fermare una decisione del consiglio comunale, non ci sono riusciti ma dire che la maggioranza dei Verbanesi è per la privatizzazione,ed in particolare quel tipo di privatizzazione che lo stesso PD rinnega, dopo una più attenta analisi antecedente il referendum, ha il sapore di una menzogna
M5S: Marchionini non ignori più di 6000 persone - 20 Aprile 2016 - 18:57
x privataemail
''ma le minoranze hanno pari diritti ad ostacolare operazioni ritenute dannose per la città e non tradire il proprio mandato''........capisco,ma allora che cacchio si e' fatto per cosa un referendum?Non bastava legarsi al cancello di Palazzo i Citta' o buttarsi tra le fiamme come gesto per attirare l'attenzione sul problema'.....non riesco a capire...davvero....eppure il mio Q.I. nn e' male......saranno dati fasulli.....
Referendum: fallisce il quorum - 18 Aprile 2016 - 12:25
referendum
Caro lupus in fabula, capisco che chi ha perso non voglia ammetterlo, ma quello che tu dici contrasta con i dati di realtà. I numeri sono numeri, e, indubitabilmente, i cittadini hanno detto sì a Marchionini.Poi , stamattina, anche Michele Emiliano dichiarava di aver vinto, alla televisione, sui referendum da lui promossi. Meglio analizzare i dati oppure bearsi e cullarsi nella propria superiorità (virtuale)?
Referendum: fallisce il quorum - 18 Aprile 2016 - 10:04
parere
I soldi spesi per conoscere il parere dei cittadini non sono mai buttati, e chi ha espresso il proprio parere ha nettamente detto un NO chiaro alle politiche sia di Renzi che di Marchionini. Su questi dati dovrebbero meditare ma sicuramente, estimatori di se stessi come entrambi sono, non lo faranno. Ancora una volta mi trovo a dover invidiare gli svizzeri: referendum frequentissimi e quorum assente, chi va a votare, pochi o tanti che siano, decidono anche per gli altri. Chi non vota, peggio per lui.
Forno crematorio: "perchè non andremo a votare" - 14 Aprile 2016 - 00:24
Comitato "11 uomini e un referendum"
Abbiamo contattato il Prof. Nardin per avere un suo parere in merito alla nostra posizione e dal nostro punto di vista, fornendogli i dati che il Comitato ha esibito in conferenza stampa, oltre che per aver citato il suo studio nelle nostre valutazioni. Restiamo in attesa di una sua risposta, preferiamo averla scritta (verba volant, scripta manent). Questo per cortesia nei suoi confronti ma non certo per obbligo visto che qualsiasi studio (tecnico, scientifico, ecc.) pubblicato su libri, riviste e/o siti internet può essere citato e utilizzato liberamente, naturalmente senza modificarne l'impianto generale, semplicemente citandone la fonte senza per questo dover chiedere autorizzazione all'autore. Nel mondo accademico questa è la norma, ad essa ci siamo attenuti. Chiariamo inoltre che detto studio è stato da noi citato non per confrontare il forno di Bovolenta (nuovo) con quello di Verbania (vecchio) bensì per far comprendere come le emissioni di un forno crematorio siano notevolmente (centinaia di volte) inferiori a quelle di comuni attività domestiche e che l'apporto di inquinanti nell'aria respirata nei suoi pressi sia ininfluente, operando quindi in condizioni di sicurezza ambientale. Detto questo confermiamo quanto da noi esposto in conferenza stampa, un lavoro il nostro che si basa sulla seria ricerca di informazioni e dati, analizzati e confrontati grazie anche ad un certo livello di competenza in seno al Comitato e non dell'improvvisazione come si vuol far credere, un lavoro quindi obiettivo e non basato sul chiacchiericcio. Infatti nessuna obiezione è stata sollevata in merito al dato di maggior rilievo da noi presentato e cioè il confronto tra le emissioni del forno crematorio di Domodossola e quello di Verbania, nettamente inferiori nel caso del crematorio ossolano.
Forno crematorio: "perchè non andremo a votare" - 12 Aprile 2016 - 13:03
Sì prevedono aggiornamenti
Sui dati del progetto di finanza ed altro ancora, il comitato per il si al referendum aveva visto lungo, altro che deriderli http://www.verbania5stelle.it/2016/04/la-terzieta-e-posta-a-garanzia-del-cittadino/
Forno crematorio: "perchè non andremo a votare" - 9 Aprile 2016 - 15:01
È nato prima......
È nato prima l'uovo o la gallina? Prima si vota una privatizzazione e poi si valuta la proposta nei dettagli ? La questione è tutta qui, ed anche il motivo per cui e nato un comitato ed abbiamo un referendum, dove si dice all'amministrazione non mi svendi un servizio pubblico remunerativo a scatola chiusa, non siamo al gioco dei pacchi televisivo dove all'apertura scopri se hai fatto una buona scelta. Proviamo ora ad entrare nel merito dei punti sopra esposti 1 non è vero che gli utili sono in costante diminuzione e per quanto riguarda il 2014 grave inesattezza l'utile non è di 200 mila ma bensì di 295.796,93 dato ufficiale del dirigente, ufficioso... e prima o poi lo verifichero potrebbe essere vicino ai 400 mila 2 gli unici costi che verrebbero alleggeriti sono quelli cimiteriali della sola pallanza, se la ditta se ne farà carico in quanto si è parlato di un periodo sperimentale, sperando non aumentino le tariffe cimiteriali, altrimenti i verbanesi pagheranno direttamente il risparmio comunale 3 e 4 il forno non è obsoleto e la sostituzione non è urgente, ma anche se fosse urgente a Frosinone il solo forno, con potenzialita simili, è costato 364.000 euro, quindi il solo utile del 2014 sarebbe bastato per coprire l'operazione, i costi di manutenzione sono già stati detratti dai ricavi 5 e 6 senza entrare in formule complesse , faccio una semplice constatazione, anno 2015 costo bolletta gas euro 33.619,48, poniamo un costo di 80 centesimi al m3 vuol dire 42.024,36 m3 di gas metano bruciato comprensivo di inquinanti causa cremazione,quali cianuro HCN, composti inorganici del fluoro HF e cloro HCL, cadmio Cd tallio Ta mercurio e relativi composti Hg, policlorodibezodiossine PCDD policlorodibezofurani PCDF eccc.ecc...senza prendere in considerazione le perplessita di Bava in merito ai componenti tossicci delle cure chemioterapiche di cui i pazienti deceduti sono imbottiti (scusate l'argomento un po macabro)mi può spiegare il luminare come possa inquinare meno di un'auto a benzina ( gli inquinanti citati son presi dal forno che la stessa ditta proponente ha installato a Serravalle Scrivia) 7 avete accesso ai dati secregati del progetto preliminare per dichiarare che inquinera meno? 1000 m3 ora come si conciliano con i 42000 annuì sopra esposti? L'autorizzazione al limite del numero di cremazioni lo da la provincia (nominata) e se la ditta proponente farà richiesta di un aumento delle cremazioni, in quanto il nuovo forno ne ha le potenzialità, siamo certi che non l'avranno?
Forno crematorio: "perchè non andremo a votare" - 7 Aprile 2016 - 16:56
Re: tariffa
Devo essermi perso questa parte, se però lei è sicura chela dirigente abbia detto così mi fido. per il resto non credo sia un referendum pro o contro Marchionini, credo che lei lo faccia diventare così nel momento in cui "fa nascere" comitati per l'astensione e cerca in tutti i modi di non parlarne affatto, ci rende difficile reperire i dati, non rispetta le scadenze e le procedure imposte dai regolamenti ecc. basti pensare che sulla pagina di Verbania ancora non è uscito nulla riguardante il referendum, siamo a 10 giorni dal voto.
Forno crematorio: "perchè non andremo a votare" - 7 Aprile 2016 - 10:46
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Maurilio birichino...
Ciao Hans Axel Von Fersen nel momento stesso in cui scrivi "Se ad esempio..." stai giocando con i numeri! Quello che nessuno ha fatto, o quantomeno ha reso pubblico, è una tabella che rappresenti seriamente e in modo totale l'impatto di questa scelta su un piano pluriennale, inserendo costi, ricavi e tutte le altre variabili (allego il primo esempio che ho trovato su internet). Senza questo documento, ovviamente basato su dati certi, siamo sempre nell'ambito del "...ad esempio...", cioè stiamo giocando con i numero, sia se si è favorevoli che contrari alla privatizzazione! Ribadisco poi, che io ho solo commentato il fatto che Campana, uno dei principali oppositori della privatizzazione, non ha fatto nessun commento alla frase: "Il trasferimento della gestione del forno crematorio ad un privato, ..., comporterebbe per il Comune di Verbania una serie di benefici:...", lasciando intendere di essere d'accordo, senza prendere una posizione. So solo convinto che il referendom si una "fuffa", che si presta a troppe strumentalizzazioni e mi fanno ridere certi commenti basati sul nulla. Per esempio, mi ha fatto molto ridere parlare della pericolosità e del maggiore inquinamento atmosferico della cremazione di un cadavere sottoposto a più cicli di chemioterapia; quali studi confermano o meno questa teoria? Qualcuno ha presentato questi dati? Questo referendum andava fatto basandosi su ben altri, e meglio circostanziati quesiti! Basta parlare di democrazia partecipativa, se la domanda è mal posta, spesso non merita risposta, ecco spiegata la posizione di chi si asterrà. E' poi inutile, caro Hans Axel Von Fersen. che mi stuzzichi con questi esempi puerili. Gli affitti di rami d'azienda sono prassi consolidate, la bontà, o meno, di queste operazioni dipende da tutta una serie di fattori e, anche in questo caso, si devono basare su una seria analisi economica. Saluti Maurilio
Forno Crematorio: nasce il comitato per il SI all’esternalizzazione - 18 Febbraio 2016 - 10:36
Numeri
Mi piacerebbe sapere da dove sono estratti questi numeri. A quanto ne so il forno ha sempre reso un introito pari a circa 250.000 euro l'anno (con una sola linea). Adesso, raddoppiando la linea, tolto l'ammortamento per l'investimento, penso che l'amministrazione debba chiedere almeno il doppio di quanto prendeva gestendoselo in proprio, altrimenti che vantaggi ha a darlo in gestione? Si sta però discutendo sul nulla, perché nessuno scrive dati certi. Chi si propone per il no da motivazioni estremamente generiche e molto opinabili. Chi invece ha proposto il referendum non ha mai dato numeri certi. Il consigliere Brignone dovrebbe avere tutte le possibilità per dare dati e numeri certi. Magari potrebbe anche dare informazioni sulla ditta che intende gestire il forno...
Decisa la data del referendum sul forno crematorio - 16 Febbraio 2016 - 14:26
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: quorum?
Ciao Anonimo Non esiste peggior sordo di chi non vuol ascoltare, in primo 25 mila euro non saranno spesi ed era stato chiesto fin da subito un accorpamento, secondo anche se non fosse stato così il comune per il ritardo causato dal referendum continua ad incassare al netto dai 20 ai 30 mila euro al mese con la gestione, e per il momento è un segno più per le casse, terzo i numeri sopra elencati non sono fantasie ma dati oggettivi, e quindi non si vede come rientrare dall'investimento se non attraverso la mia ipotesi, in ultimo l'autorizzazione all'aumento delle cremazioni è come giustamente detto a discrezione della provincia (non eletta) e come dichiarato dal dirigente nell'incontro pubblico di Sant Anna, sarà in funzione delle capacità dell impianto, ergo se il forno è omologato per 4000 cremazioni potrebbe benissimo essere autorizzato, in ultimo nel 2015 non ho sottomano i dati in questo momento, certo è che da inizio anno 2015 cioè da quando è subentrato il dirigente a gestire direttamente le cremazioni, i numeri sono decisamente calati, sarà un caso?
Decisa la data del referendum sul forno crematorio - 16 Febbraio 2016 - 13:43
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: quorum?
Ciao privataemail ahhh le sue sono ipotesi.. quindi non ha dati certi... e lei raccoglie firme per un referendum facendo spendere 25.000 euro alla città perchè fa una ipotesi? guardi .. riparliamone quando non tira fuori ipotesi , ma quando ci dice dati certi .. scritti da qualche parte ... perchè vede per aumentare le cremazioni ci vogliono delle autorizzazioni da parte della provincia e regione .. Lei mi faccia vedere la richiesta di per l'autorizzazione per l' aumento delle cremazioni ... perchè in questo momento sta parlando del nulla mischiato a niente
Il PAES di Verbania approvato dalla Commissione Europea - 3 Febbraio 2016 - 11:32
Re: lo hanno detto
Ciao renato brignone Con la nuova linea le cremazioni aumenteranno?” Si, questa è la risposta, o meglio “dipenderà dalla capacità dell’impianto”, tradotto, se l’impianto potrà, con una linea come avviene a Domodossola, cremare più di 2500 salme, lo faranno, basterà cambiare le autorizzazioni. la traduzione l'hai fatta tu... se vuoi te la traduco io .. l'autorizzazione è per 1.800 cremazioni annue.. oggi se ne fanno meno per via di un impianto obsoleto e che ogni tanto si blocca... quindi.. se oggi si cremano 1200 salme all'anno con un determinato tipo di emissioni , domani con una linea nuova se ne potranno cremare fino al limite consentito con emissioni molto minori per un impianto all'avanguardia tecnologicamente PS visto che nessuno ha visto il pro.. qualcosa.. come fai a dare dati e indire un referendum se non li conosci?
Zanotti, Brignoli e Grieco: pro e contro privatizzazione crematorio - 20 Gennaio 2016 - 18:58
Re: in più...
Ciao renato brignone. Calma però. Sembra che l ormai famoso forno di Frosinone sia tecnologicamente a impatto di gran lunga inferiore rispetto al nostro attuale. Quindi 1000 di ora sarebbe più inquinante di 3000 di dopo. Comunque sia spero che, ora che il referendum si farà, ci siamo incontri e dibattiti con numeri e dati. E soprattutto che i cittadini intervengano.
PD su incontro sulla sanità - 19 Ottobre 2015 - 20:50
"RAPIDAMENTE"
Per un anno non hanno più parlato dei 2 DEA , ora dopo la riunione riservatissima dei soli sindaci del PD .guarda caso la parola d'ordine è "decidere rapidamente" . Ricordate lo scorso anno per i 2 Dea ? Bisognava dare una risposta entro 15 giorni . Siamo considerati dei cittadini fessi . Come minimo ci vuole un referendum , un referendum basato su dati certi , costi , risparmi , dove verrà ubicato e come si raggiungerà il New Ospedale . Senza questi presupposti chi vuole decidere comunque è in malafede . Il Consiglio Comunale non può decidere senza il parere dei cittadini ,sarebbe una grave forzatura . Ma l'opposizione a Verbania è sparita ?
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti