Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

vanessa

Inserisci quello che vuoi cercare
vanessa - nei post

Vega Occhiali Rosaltiora torna alla vittoria - 23 Febbraio 2020 - 15:03

Torna a vincere Vega Occhiali Rosaltiora, dopo la sfilza di match contro le primissime di classifica dove pur facendo buone figure era rimasta con un pugno di mosche in mano ecco un netto 3-0 contro Cargo Broker Leinì che riporta le verbanesi a prendersi tre punti che fanno classifica e portano a 21 il totale.

Vega Occhiali Rosaltiora sconfitta dalla capolista - 16 Febbraio 2020 - 12:05

Che fosse una gara sulla carta proibitiva questo era abbastanza chiaro, contro una formazione di altissimo livello e con giocatrici di categoria superiore (mancava la regista Erica Vietti febbricitante) Vega Occhiali Rosaltiora aveva i favori del pronostico altamente sfavorevoli, alla fine la capolista ha espugnato il PalaManzini ma per farlo ha dovuto soffrire.

Vega Occhiali Rosaltiora ospita BlueTorino Volpiano - 14 Febbraio 2020 - 19:06

Metabolizzata la sfida di Torino, metabolizzato l’infortunio di vanessa Filippini, ecco dopo oltre un mese, una gara interna per Vega Occhiali Rosaltiora, ennesima ma ultima, gara di campionato contro una delle cinque corazzate in testa al girone.

Vega Occhiali Rosaltiora sconfitta a Torino - 9 Febbraio 2020 - 12:05

Due set giocati malamente, vinti in maniera larga dalla squadra di casa, un set dominato ed uno tirato sino a tre quarti che alla fine è andato alla formazione di casa per maggiore esperienza.

Vega Occhiali Rosaltiora vittoria casalinga - 19 Gennaio 2020 - 14:33

Non è stata una bella partita, non è stata certamente una delle prestazioni che passeranno alla storia di Vega Occhiali Rosaltiora ma sono arrivati tre punti.

Vega Occhiali Rosaltiora sconfitta 3-0 - 13 Gennaio 2020 - 10:03

C’è stato obiettivamente poco da fare a Rivarolo per Vega Occhiali Rosaltiora. La formazione di Andrea Cova ha perso 3-0 contro la Finimpianti.

Vega Occhiali Rosaltiora sconfitta a testa alta - 22 Dicembre 2019 - 12:05

Almeno il tie break lo avrebbero meritato. Si, perché nell’ultimo match del 2019 le ragazze di Vega Occhiali Rosaltiora hanno davvero ‘rischiato’ di dividere la torta contro la seconda in classifica Pizza Club Issa, un vero e proprio squadrone quello di Simone Cavazzini che però per vincere 3-1 ha dovuto sudare le sette camicie.

Vega Occhiali Rosaltiora vittoria interna - 17 Novembre 2019 - 15:03

Ecco una bella vittoria in casa per Vega Occhiali Rosaltiora che contro la giovane formazione di categoria della Igor Volley Trecate, con in campo peraltro la ‘ex’ Linda Cabassa.

Vega Occhiali Rosaltiora terza sconfitta - 10 Novembre 2019 - 09:37

Sconfitta anche a Occimiano per Vega Occhiali Rosaltiora nel campionato di Serie D iniziato in salita, con tre sconfitte su quattro gare giocate.

Vega Occhiali Rosaltiora prima vittoria - 3 Novembre 2019 - 12:05

Finalmente il successo anche per Vega Occhiali Rosaltiora in questa stagione di Serie C Scusate il ritardo, si potrebbe dire, anche se la vittoria è arrivata in una partita iniziata con un primo set brutto, giocato male, con tanti errori individuali e un gioco poco bello.

Vega Occhiali Rosaltiora ancora sconfitta - 27 Ottobre 2019 - 13:01

Il pronostico sorrideva alle padrone di casa e così è stato, Bluetorino Valentino Volpianese ha vinto 3-0 contro Vega Occhiali Rosaltiora.

Vega Occhiali Rosaltiora perde la prima - 20 Ottobre 2019 - 10:03

E’ una sconfitta il risultato del primo match del campionato di Serie C per Vega Occhiali Rosaltiora che perde 3-1 al PalaManzini contro Autofrancia Lingotto Torino, che si è dimostrata squadra alquanto forte.

Vega Occhiali Rosaltiora: riparte la Serie C - 18 Ottobre 2019 - 10:23

Dopo la Coppa Piemonte chiusa in prima fase all’ottavo posato su 54 partecipanti è tempo di ricominciare l’avventura in campionato, quella Serie C conquistata alla grande due stagioni or sono e mantenuta con sicurezza nella scorsa annata.

Vega Occhiali Rosaltiora avanza in Coppa Piemonte - 7 Ottobre 2019 - 12:05

Ottavo posto finale nel classificone avulso con 54 squadre e secondo turno di Coppa Piemonte arpionato per Vega Occhiali Rosaltiora che ha vinto entrambe le partite dell’ultimo triangolare giocato al PalaManzini,

Vega Occhiali Rosaltiora ancora vittorie in Coppa - 29 Settembre 2019 - 18:06

Reduce da un secondo allenamento congiunto in terra elvetica, nella palestra delle Scuole Medie di Riazzino, contro SAG Volley Gordola della ‘ex’ Pamela Ferrari tenutosi venerdì sera la prima squadra di Vega Occhiali Rosaltiora ha disputato sabato alle Bollini di Novara il secondo triangolare di Coppa Piemonte.

Vega Occhiali Rosaltiora due vittorie in Coppa - 22 Settembre 2019 - 15:03

Buono l’esordio in Coppa Piemonte per la prima squadra di Vega Occhiali Rosaltiora, la truppa di Andrea Cova ha battuto entrambe le formazioni avversarie di giornata con un doppio 2-1.

Beach for Babies, 55.500€ per la Casa del Parto - 5 Agosto 2019 - 08:01

Il sogno de La Casa del Parto diventa realtà! Dopo gli oltre 22.000,00 € raccolti lo scorso anno Beach for Babies ha raggiunto lo straordinario importo di € 33.500,00 €, per lo stratosferico totale di € 55.000,00 che saranno destinati alla realizzazione del Progetto La Casa del Parto.

Vega Occhiali Rosaltiora la rosa 19/20 - 31 Luglio 2019 - 18:06

Può dirsi definita la rosa della prima squadra di Vega Occhiali Rosaltiora che nella stagione 2019/2020 disputerà il campionato di Serie C mantenuto brillantemente nella scorsa stagione.

OceanMan: sul lago d'Orta bene Insubrika Nuoto - 25 Giugno 2019 - 18:06

Nel fine settimana appena trascorso, nel magnifico paesaggio del Lago d’Orta si è svolta la Tappa Italiana del Circuito Mondiale OCEANMAN di Nuoto in Acque Libere a cui hanno partecipato circa duemila atleti, alcuni provenienti da varie parti del mondo.

"Sogno di una notte di mezza estate - Bestiario umano" - 24 Maggio 2019 - 09:16

Sabato 25 maggio 2019 con un doppio spettacolo alle ore 18 e alle ore 21, al Teatro Il Maggiore di Verbania, per la Stagione IPUNTIDANZA 2018/19 della Fondazione Egri per la Danza, la Compagnia EgriBiancoDanza diretta da Susanna Egri presenta lo spettacolo “Sogno di una notte di mezza estate - Bestiario umano"
vanessa - nei commenti

Replica di Marco Zacchera al PD Verbanese - 9 Gennaio 2015 - 08:42

Greta e vanessa
Certamente ci auguriamo che le due ragazze tornino a casa.Ma Zacchera non sbaglia quando scrive che i rapitori delle due ragazze sono gli stessi che sono con loro in una famosa foto che le ritraggono abbracciate davanti a una bandiera Siriana dei cosiddetti "ribelli" vicini ad Al Qaeda . All’indomani del loro rapimento, avvenuto il 31 luglio scorso in un villaggio nei pressi della città di Aleppo, i media avevano fatto circolare numerose immagini delle due ragazze, da anni impegnate come attiviste al fianco dell’opposizione anti Assad. Tra le tante foto, una in particolare aveva suscitato molti dubbi sulla reale attività svolta dalle due ragazze, descritte sempre come due volontarie impegnate in progetti di cooperazione in Siria. In una immagine si vedono Ramelli e Marzullo, nel corso di una manifestazione contro Assad, mentre tengono in mano un cartello che recita: “Agli eroi di Liwa Shuhada grazie per l’ospitalità e se Dio vuole vediamo la città di Idlib libera quando ritorneremo”. Liwa Shuhada al-Islam è un gruppo ribelle islamista il cui nome significa “La Brigata dell’Islam”. La Brigata inneggiata dalle due ragazze lombarde è considerata dagli esperti di terrorismo internazionale una sigla vicina al Fronte al Nusra, braccio di al Qaeda in Siria, di chiara matrice jihadista. Questa brigata ha rivendicato inoltre l’attentato che nel luglio del 2012 ha ucciso a Damasco dei funzionari governativi. Secondo altri, il gruppo a cui le due ragazze facevano riferimento era Liwa Shuhada Badr (Unione dei battaglioni dei martiri di Badr). Di male in peggio. Il suo capo è Qalid bin Ahmad Siraj Ali (alias Qalid Hayani). Il gruppo è dedito a saccheggi e altri crimini contro i civili nella provincia di Aleppo. La liwa Shuhada Badr “controlla due centri di tortura soprannominati “Guantanamo” e “Abu Ghraib”, dove detengono avversari politici, militanti baathisti e civili rapiti nei quartieri settentrionali di Aleppo. La liwa Shuhada Badr è attivamente impegnata nella lotta contro la locale popolazione di origine curda, ed è nota per l’uso dei famigerati “cannoni inferno”, armi che lanciano grosse bombole di gas caricate di TNT, utilizzate contro i quartieri filo-Baath di Aleppo”. Una coalizione di attivisti siriani per i diritti civili di Aleppo aveva definito Hayani un “macellaio” avendo bombardato i civili, incoraggiato i suoi uomini a violentare le donne e i prigionieri, per aver saccheggiato e distrutto le industrie, laboratori e negozi di Aleppo per venderne il materiale alle imprese turche. La notizia del rapimento era stata data per prima dal quotidiano libanese Al-Akhbar, che raccontava come le due giovani fossero state attirate con l’inganno nella ”casa del capo del Consiglio rivoluzionario di Alabsmo” con il giornalista de Il Foglio Daniele Ranieri, che era riuscito a scappare. Una ricostruzione, però, quella del rapimento e della fuga solitaria del giornalista che da anni intrattiene rapporti con l’opposizione armata in Siria, che non ha mai convinto fino in fondo. Secondo altre versioni, le due ragazze erano ospiti del capo del Consiglio Rivoluzionario, in un villaggio controllato dall’Esercito Libero di Siria, l’alleanza di cui fa parte proprio Liwa Shuhada, fazione islamista con cui le due erano in contatto. Nella zona da tempo è presente anche Jabat Al Nusra, che ha rivendicato, dopo mesi di silenzio, il rapimento delle due ragazze. Potrebbe essere stato il gruppo Liwa Shuhada a cedere Ramelli e Marzullo al braccio siriano di al Qaeda. Il quotidiano italiano La Repubblica parla invece di una “gestione collettiva” del rapimento, che vedrebbe i miliziani dell’Esercito Siriano Libero (che l’Occidente considera “moderati”) ricoprire il ruolo di carcerieri delle due italiane. E proprio la vicinanza tra alcune fazioni dell’ELS (come Liwa Shuhada) e al Nusra avrebbe reso possibile questo tipo di rapimento, rendendo particolarmente complicato il percorso per la liberazione di Ramelli e Marzullo.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti