Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

note

Inserisci quello che vuoi cercare
note - nei post

VerbaniaArte: Manifesti di Marcello Dudovich - 20 Gennaio 2020 - 12:05

Inaugurata il 29 settembre 2019, si chiuderà il 16 febbraio prossimo a Chiasso (CH) la bellissima mostra che il m.a.x. museo della città elvetica ha dedicato a uno dei padri della pubblicità cartellonistica del Novecento: Marcello Dudovich (1878-1962).

"L'Inverna a Belgirate" - 11 Gennaio 2020 - 11:04

Domenica 12 gennaio è in programma l'ultima prova del Trofeo Invernale: "L'Inverna a Belgirate".

Caffè del Vicariato dei Laghi con Umberto Fasol - 10 Gennaio 2020 - 15:03

Sabato 11 gennaio alle ore 21 all’Oratorio San Vittore di Intra secondo appuntamento per i nostri Caffè organizzati dal Vicariato dei Laghi della Diocesi di Novara, dopo l’apprezzata testimonianza di Beatrice Fazi che, lo scorso 9 novembre, ha visto la presenza di oltre 150 persone.

Songa presidente di ATC Piemonte Nord - 1 Gennaio 2020 - 08:01

Luigi Songa, Emilio Bolla e Paolo Caviglia sono i nuovi presidenti delle tre Agenzie territoriali per la casa (Atc Nord, Centrale e Sud) del Piemonte. Le nomine sono state rese note ieri pomeriggio, in chiusura di seduta della Giunta regionale.

"Le Voci del Lago" - 22 Dicembre 2019 - 10:03

S'ispira al noto talentX Factor ma è dedicato ai soli cantanti lirici. È il concorso 'Le Voci del Lago. La serata finale aperta al pubblico si svolgerà lunedì 23 dicembre alle ore 21.00 (serata che andrà in onda sul canale #Sky Classica HD).

Natale ad Omegna - 21 Dicembre 2019 - 15:03

Domenica 22 dicembre l’Amministrazione Comunaledi Omegna torna a fare squadra con Radio Spazio 3 e GFG Pyro per celebrare l’appuntamento clou del Santo Natale, realizzato anche con il prezioso contributo della Pro Loco e del Gruppo Alpini Omegna Centro.

Omegna: eventi e manifestazioni dal 21 al 22 dicembre - 20 Dicembre 2019 - 19:11

Eventi, e manifestazioni in programma a Omegna e dintorni dal 21 al 22 dicembre 2019.

VCO note Azzurre - 6 Dicembre 2019 - 13:01

Sabato 7 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso Il teatro Maggiore va in scena la 12^ edizione di VCO note Azzurre.

Baveno: eventi e manifestazioni dal 6 al 20 dicembre - 6 Dicembre 2019 - 09:16

Eventi, e manifestazioni in programma a Baveno e dintorni dal 6 al 20 dicembre 2019.

"Come Nella Musica" - 5 Dicembre 2019 - 17:04

Venerdì 6 dicembre a Casa Ceretti di Intra alle ore 21.00 sarà presentato il progetto artistico "Come Nella Musica", un lavoro del musicista e poeta varesotto Matteo Goglio, con l’introduzione di Cristina Movalli dell’Ente Parco ValGrande, che ha patrocinato il progetto.

Collezione di pianoforti ottocenteschi - 2 Dicembre 2019 - 12:05

Un piccolo atelier, sede dell'APS note Romantiche, accoglie un notevole patrimonio culturale e storico costituito da una collezione di pianoforti ottocenteschi. Un luogo per avvicinare molti al pianoforte storico: appassionati, musicisti e coloro che vogliano anche solo ammirarli.

Torta del Cuore 2019, raccolti 32.000€ - 30 Novembre 2019 - 18:06

Nonostante il maltempo con le forti piogge del weekend 23-24 Novembre, anche quest’anno, l’esito dell’evento è stato un grande successo.

Baveno: eventi e manifestazioni dal 1 al 15 dicembre - 30 Novembre 2019 - 08:01

Eventi, e manifestazioni in programma a Baveno e dintorni dal 1 al 15 dicembre 2019.

Concerto di Francesco Pasqualotto - 22 Novembre 2019 - 13:01

Sabato 23 novembre 2019 alle ore 16.30 presso la sede di A.p.s. note Romantiche in Piazza San Leonardo,2 a Verbania si terrà il XV appuntamento dell'Integrale Pianistica Beethoveniana: al pianoforte Francesco Pasqualotto.

Growin’up: la storia e la musica di Bruce Springsteen - 8 Novembre 2019 - 19:06

L’Accademia dei Folli percorre la carriera di Bruce Springsteen con un concerto dedicato alla musica del grande cantautore americano. L’appuntamento, che fa parte della rassegna Lakescapes, è sabato 9 novembre presso il Teatro di Meina alle 21.

Lavori alla rotonda di Fondotoce - 27 Ottobre 2019 - 09:16

Il comune di Verbania ha deciso di intervenire sulla strada provinciale 33, per un intervento di asfaltatura nella zona della rotonda di Fondotoce, vista la situazione del manto stradale, da tempo in pessime condizioni.

"Cose (poco) note" - 20 Ottobre 2019 - 15:03

La Società Filosofica Italiana sez VCO e la Chiesa Metodista di Intra propongono Cose (poco) note, Serata di Musica e Spiritualità.

Una serata dedicata a Bob Dylan con l’Accademia dei Folli - 11 Ottobre 2019 - 17:32

L’Accademia dei Folli sale sul palco di Lakescapes con uno spettacolo dedicato a Bob Dylan. L’appuntamento è sabato 12 ottobre presso il Teatro di Meina alle 21.00.

Al Muller feste di inizio autunno - 8 Ottobre 2019 - 18:06

La fine dell’estate e l’arrivo del primo freddo porta solitamente note di malinconia nell’aria, non in via Rosa Franzi a Intra: la Casa di Riposo Muller ha, infatti, salutato l’arrivo dell’autunno con due occasioni di festa e di scambio.

Una notte in Blues - 27 Settembre 2019 - 15:03

L’Accademia dei Folli torna a Meina con Una Notte in Blues, uno spettacolo di musica e teatro che ripercorre gli inizi della carriera di una leggenda della musica nera, B.B. King, dai campi di cotone al palcoscenico. L’appuntamento, che fa parte della rassegna Lakescapes, è per sabato 28 settembre, alle 21, al Teatro di Meina.
note - nei commenti

Sanità: Preioni attacca Marchionini - 6 Novembre 2019 - 05:16

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: per Rocco
Ciao Hans Axel Von Fersen Mi sa che sul caporalato dovresti informarti La prima legge di contrasto al capolarato è del 2011 (vedi Treccani: http://www.treccani.it/enciclopedia/caporalato_%28Lessico-del-XXI-Secolo%29/) Si può tranquillamente risalire all'indietro di un secolo o più, vedi per esempio - ""Vecchi e nuovi mediatori. Storia, geografia ed etnografia del caporalato in agricoltura " https://www.jstor.org/stable/23728813?seq=1#page_scan_tab_contents:da cui cito "Il caporalato è una forma illegale di reclutamento e sfruttamento della manodopera diffusa da pià di un secolo nell'agricoltura ......" E non solo nel meridione, vedi nel ferrarese: - "Fattori, caporali e capisquadra. note su mediatori e « mercato » del lavoro agricolo nel Ferrarese dell’Ottocento" https://journals.openedition.org/mefrim/3322

Forza Italia su urbanistica e lavori pubblici - 21 Febbraio 2019 - 18:06

Re: Re: Urbanistica e lavori pubblici: l'altra not
Ciao Hans Axel Von Fersen infatti ho indicato "operazione", ovvero un'azione politica atta a rendere possibile l'intervento. Se ricordo bene, criticato da più parti perchè si lasciava la frazione di Suna scoperta di un punto vendite. Va anche detto che "la costruzione di un punto commerciale su area privata" è proprio quel modello che si sta adottando per una parte dell'area ex Acetati per la quale le polemiche sono ben note. Ovviamente quella è una mera lista: a ciascuno il suo giudizio. L'importante è non fermarsi a quei 3-4 casi menzionati dal coordinatore FI che, alla luce dei fatti, sono irrisolvibili da chiunque sieda in consiglio (tant'è che sono lì da decenni!). Saluti Alessandro

Capodanno in piazza a Verbania - 1 Gennaio 2019 - 11:47

Musica più popolare
Molto bello. Sono andato in piazza verso le 12,30, quindi non so dire cosa c'è stato prima ma volevo dare un consiglio per il futuro. Cercate di mettere in programmazione musica più popolare, invece della solita techno con strascichi rap. Con note musicali piu conosciute si potrebbe ottenere il massimo del coinvolgimento dei i cittadini in piazza.

Provincia: si vota per il Presidente - 6 Novembre 2018 - 20:10

Non dimentichiamo
Non dimentichiamo che la Lega al sud ha preso tanti voti solo ultimamente, quando, forse, a quelli del sud è parso conveniente votare per la lega. Ma se le stesse proposte della Lega le avessero fatte altri partiti (PD? FdI? Forza Berlu? PaP? LEU?al sud averebbero votato per quelli. A loro poco importa dell'ideale:importa chi si propone a salvaguardia del loro andazzo. Fidatevi di chi conosce bene come vanno le cose in Sicilia, Calabria e Puglia ( la realtà della Campania non la conosco e quindi non ritengo giusto ed opportuno esprimermi). Piccolo esempio ( ma potrei parlarne a lungo): festa del Santuario di Polsi, primi anni '80 (...e chi è calabrese sa di cosa parlo, quando la statua della Madonna poteva essere portata solo da "gente" di rango), al ritorno vedo appendere ai rami di alberi che costeggiano la strada(????...., la fiumara, direi!) sacchetti con generi alimentari. chiedo spiegazioni: sono gli avanzi in cibarie della festa che vengono lasciateiper aiutare e confortare i latitanti ( allora moltissimi in virtù dei sequesti di persona che laggiù venivano fatti) Resto senza parole! Se non vi basta come esempio della mentalità ( che da allora non è cambiata) posso aggiungere altre note. Sempre che vi interessino. Buonanotte amici di VBN.

M5S su Bando periferie - 16 Settembre 2018 - 04:51

Parte 2
Non corrisponde al vero che la sentenza della Corte costituzionale n. 74 del 2018 dichiari incostituzionale l'intero impianto del bando periferie ma solo il citato art. 1 comma 140, bocciatura che viene sanata dallo stesso emendamento approvato dal Senato, laddove permetta di raggiungere l’intesa con le Regioni anche dopo l’emanazione dei decreti. Ed ecco spiegato perche l'emendamento sia stato votato compattamente, PD compreso: i Senatori dovevano votare a favore per recuperare l’incostituzionalità. Su questa parte dell’emendamento vi è stata evidentemente superficialità ed errore da parte dei senatori del Pd. Un errore che è stato anche causato dalle modalità di stesura dell’emendamento che sanava, nella prima parte, sentenze della Corte costituzionale sugli avanzi di amministrazione dei Comuni e sul bando delle periferie. Ma l’emendamento non si ferma al comma 140 ma interviene anche sul 141, ,non toccato dalla sentenza della Corte Costituzionale: con questo emendamento tutti i progetti finanziati dopo i primi 24 approvati vengono congelati sino al 2020. In questo caso si tratta di una scelta politica della maggioranza di Governo che ritiene di dover rivedere tutti quei progetti approvati e finanziati. In realtà la verifica servirà per recuperare risorse finanziarie per progetti ed interventi diversi da quelli approvati dal precedente governo. Questa è la parte dove la maggioranza di governo racconta cose diverse dalla realtà. Non vi è nessuna sentenza della Corte Costituzionale da sanare. Vanno invece in questa direzione le dichiarazioni di alcuni esponenti dei 5 Stelle che cercano di camuffare con un atto dovuto (sentenza della Corte Costituzionale) una scelta politica. Infatti non si vede la ragione per la quale i primi 24 progetti del bando delle periferie vengono sanati con intese con le Regione successive al decreto e non si usa la stessa modalità per gli altri 94 progetti. Infine, non corrisponde al vero che l'emendamento rappresenti una svolta epocale liberando finalmente le necessarie risorse per superare il blocco degli avanzi di amministrazione dei i comuni virtuosi inserito nella legge di bilancio del 2017: infatti è stato definito incostituzionale dalla Corte costituzionale con sentenza n. 108/2018. Non è quindi un atto stabilito dal Governo giallo-verde. Inotre, non è sempre detto che i comuni che si vedranno sbloccati gli avanzi corrispondano ai comuni penalizzati dall'emenamento, anzi. Risulta infatti che i penalizzati siamo mediamente i comuni piccoli e grandi, gli stessi che a causa di problemi di dissesto non potranno accedere allo sblocco degli avanzi di bilancio, mentre i virtuosi sono quelli di medie dimensioni che si sono visti confermati i finanziamenti.  Oltre il danno la beffa!  https://www.chiamamicitta.it/bando-delle-periferie-le-bugie-5-stelle-lega/ Ne deduciamo come due siano gli obiettivi di questo governo, entrambi squisitamente politici: racimolare soldi per tener fede a qualcuna delle tante mirabolanti promesse elettorali (tra le molte, oltre alle ben note reddito di cittadinanza e flex tax, incredibilmente investire nei territori e nelle periferie e, udite udite, togliere le accise ai carburanti) e procrastinare i finanziamenti ai 96 comuni oggi non meritevoli a dopo le elezioni Europee e, soprattutto, a quelle amministrative, per potersi così appropriare di un merito non suo spacciandolo come propria iniziativa a favore di territori, città metropolitane e comuni e poter così asserire di aver tenuto fede a questa promessa elettorale.  Scaltri, e felici di esserlo!

Minore su Bando Periferie - 16 Settembre 2018 - 04:24

Mistificazione della realtà
Vediamo come stanno le cose in realtà. Non corrisponde al vero che la sentenza della Corte costituzionale n. 74 del 2018 dichiari incostituzionale l'intero impianto del bando periferie ma solo il citato art. 1 comma 140, bocciatura che viene sanata dallo stesso emendamento approvato dal Senato, laddove permetta di raggiungere l’intesa con le Regioni anche dopo l’emanazione dei decreti. Ed ecco spiegato perche l'emendamento è stato votato compattamente, PD compreso: i Senatori dovevano votare a favore per recuperare l’incostituzionalità. Su questa parte dell’emendamento vi è stata evidentemente superficialità ed errore da parte dei senatori del Pd. Un errore che è stato anche causato dalle modalità di stesura dell’emendamento che sanava, nella prima parte, sentenze della Corte costituzionale sugli avanzi di amministrazione dei Comuni e sul bando delle periferie. Ma l’emendamento non si ferma al comma 140 ma interviene anche sul 141, non toccato dalla sentenza della Corte Costituzionale: con questo emendamento tutti i progetti finanziati dopo i primi 24 approvati vengono congelati sino al 2020. In questo caso si tratta di una scelta politica della maggioranza di Governo che ritiene di dover rivedere tutti quei progetti approvati e finanziati. In realtà la verifica servirà per recuperare risorse finanziarie per progetti ed interventi diversi da quelli approvati dal precedente governo. Questa è la parte dove la maggioranza di governo racconta cose diverse dalla realtà. Non vi è nessuna sentenza della Corte Costituzionale da sanare. Vanno invece in questa direzione le dichiarazioni di alcuni esponenti giallo-verdi che cercano di camuffare con un atto dovuto (sentenza della Corte Costituzionale) una scelta politica. Infatti non si vede la ragione per la quale i primi 24 progetti del bando delle periferie vengono sanati con intese con le Regione successive al decreto e non si usa la stessa modalità per gli altri 94 progetti. Infine, non corrisponde al vero che l'emendamento rappresenti una svolta epocale liberando finalmente le necessarie risorse per superare il blocco degli avanzi di amministrazione dei i comuni virtuosi inserito nella legge di bilancio del 2017: infatti è stato definito incostituzionale dalla Corte costituzionale con sentenza n. 108/2018. Non è quindi un atto stabilito dal Governo giallo-verde. Inotre, non è sempre detto che i comuni che si vedranno sbloccati gli avanzi corrispondano ai comuni penalizzati dall'emenamento, anzi. Risulta infatti che i penalizzati siamo mediamente i comuni piccoli e grandi, gli stessi che a causa di problemi di dissesto non potranno accedere allo sblocco degli avanzi di bilancio, mentre i virtuosi sono quelli di medie dimensioni che si sono visti confermati i finanziamenti.  Oltre il danno la beffa!  Ne deduciamo come due siano gli obiettivi di questo governo, entrambi squisitamente politici: racimolare soldi per tener fede a qualcuna delle tante mirabolanti promesse elettorali (tra le molte, oltre alle ben note reddito di cittadinanza e flex tax, incredibilmente investire nei territori e nelle periferie e, udite udite, togliere le accise ai carburanti) e procrastinare i finanziamenti ai 96 comuni oggi non meritevoli a dopo le elezioni Europee e, soprattutto, a quelle amministrative, per potersi così appropriare di un merito non suo spacciandolo come propria iniziativa a favore di territori, città metropolitane e comuni e poter così asserire di aver tenuto fede a questa promessa elettorale.  Scaltri, e felici di esserlo!

Con Silvia per Verbania, Bando periferie: una vergogna - 12 Settembre 2018 - 08:54

Marchette elettorali: da che pulpito!
Ne deduciamo come due siano gli obiettivi del Governo giallo-verde, entrambi squisitamente politici: racimolare soldi per tener fede a qualcuna delle tante mirabolanti promesse elettorali (tra le molte, oltre alle ben note reddito di cittadinanza e flex tax, incredibilmente investire nei territori e nelle periferie e, udite udite, togliere le accise ai carburanti) e procrastinare i finanziamenti ai 96 comuni oggi non meritevoli a dopo le elezioni Europee e, soprattutto, a quelle amministrative, per potersi così appropriare di un merito non suo spacciandolo come propria iniziativa a favore di territori, città metropolitane e comuni e poter così asserire di aver tenuto fede a questa promessa elettorale. Scaltri, e felici di esserlo!

Rabaini: "cena di gala con denaro pubblico" - 28 Maggio 2018 - 19:24

Ultimissime da Arcore
Appreso dell' appoggio espresso da Brignone a Mattarella l'ex cav. ha comunicato di attendersi, per par condicio, analoga dichiarazione del noto verbanese nei suoi confronti. Alla dichiarazione dell'ex cav. si sono finora, e solo finora, associati, Alfano, Dell'Utri, Ronzulli e tutte le olgettine. Ci si riserva di rendere note uleriori adesioni al prestigioso pressing.

Comitato SI fusione Cossogno Verbania: rinunciare a 30mln di €? - 3 Maggio 2018 - 18:45

Re: Due referendum diversi e due risultati diversi
Ciao Claudio Ramoni Questi argomenti richiedono un dialogo verbale, su questa piazza è complicato. Comunque sei tu che hai menzionato il referendum del forno, e le tue argomentazioni sono strumentali, nonchè errate, come spiegato dal commento precedente. Sull'argomento ne ho scritto in abbondanza nei miei commenti su verbanianotizie. Ma vorrei precisare che Primo: la cifra di 1,5 milioni è basata su di un financial project redatto da privati, la scelta poteva essere diversa, avevo scritto di un comune che rifatto un forno crematorio intorno agli 800 mila euro. Secondo: con un funzionamento ben gestito come avveniva direttamente dagli addetti, il saldo netto si avvicinato ai 400 mila euro, se non ricordo male nel 2014, ne consegue che al massimo in 3 anni si sarebbe rientrati della spesa. Terzo: l'assesore al bilancio ha saggiamente più volte ricordato, che per una gestione virtuosa del comune, bisogna avere entrate extratributarie, diversamente, continuiamo a vessare i Verbanesi, per coprire i servizi, con le tasse, ne consegue che il forno è una delle raririsime entrate extratributarie, Quarto: il confronto con l'unione Valsamoggia, in primo luogo non è corretto,noi avremo una fusione per incorporazione (ed a mio avviso le incorporazioni di norma sono più virtuose delle unioni) in quanto per la conformazione del territorio e per il numero degli abitanti, si parla di 110 mila abitanti. La popolazione dell'Unione all' 1/01/2016 Dati al 01/01/2016 Superficie Popolazione Densità Casalecchio di Reno 17,3 36.349 2.097,0 Monte San Pietro 74,7 11.011 147,4 Sasso Marconi 96,5 14.732 152,7 Zola Predosa 37,7 18.828 498,8 Valsamoggia 178,1 30.611 171,8 Totale Ambito 2 404,4 111.531 275,8 Ripeto manca a priori uno studio di fattibilità ed una visione generale, con un arco temporale almeno ventennale. Questo è un esempio di studio,di ben 153 pagine, non la brochure presentata ai cittadini, quantomeno si è analizzato e programmato prima del referendum, un amminstrazione seria e sincera, dovrebbe spendere i soldi pubblici di un referendum e di una fusione consapevolmente, e rendere consapevoli i cittadini di un voto informato. Purtoppo non riesco a postare i dati completi, ma rende benissiomo l'idea Sommario 5Il procedimento di fusione 6Il regime giuridico del nuovo Comune: aspetti salienti 8Le misure statali di incentivazione diretta: il contributo straordinario decennale 10Le misure statali di incentivazione indiretta 12Le disposizioni derogatorie e di maggior favore per i Comuni nati da fusione 13Le misure regionali di incentivazione diretta 14Le misure regionali di incentivazione indiretta 15Il rapporto tra Unioni e fusioni di Comuni 15Unioni e fusioni nella legislazione regionale 19Il territorio 19La popolazione 24Il tessuto produttivo 28In sintesi: il territorio e il processo di fusione dei Comuni di 30Analisi dei bilanci 33Imposte e tasse 33Trasferimenti 35Entrate extratributarie 36Entrate da alienazioni e trasferimenti Titolo 4 38Entrate da prestiti 41Spesa di personale 41Altre spese correnti Analisi delle spese per servizi 43Prospetto delle spese di bilancio, programmi e macroaggregati (Spese correnti impegni) 46Previsione contributi straordinari regionali e statali 47Partecipate e Immobili comunali Obiettivi dell’analisi e note metodologiche 53Le strutture organizzative dei Comuni di 55Unione Terre di Pianura: i servizi delegati dai Comuni di 60Mappatura delle principali convenzioni comunali 62Area Affari Generali 63Area Servizi Finanziari e Tributi 82Area Servizi alla Persona 92Area Ufficio Tecnici Gli assetti della rappresentanza politica nel Nuovo Comune 131Tabelle di sintesi del confronto e impatti della fusione 137Considerazione sui margini di razionalizzazione economico finanziaria conseguibili nell’ipotesi del Nuovo Comune nel breve periodo L’architettura organizzativa del Nuovo Comune 146Modello divisionale 147Modello diffuso Il percorso progettuale per la creazione del Nuovo Comune Quando i consiglieri

ODG su diretta streaming del Consiglio Comunale - 27 Dicembre 2017 - 07:30

Fosse solo questo...
Vogliamo parlare della qualita' dello streaming? O del fatto che il video e' brutalmente caricato su youtube senza nessuna informazione che lo accompagni? Che so io costerebbe tanto fare un copia e incolla dell'ordine del giorno? Non vorrei esagerare ma esiste anche la possibilita' di dividere il video in "capitoli" che possono corrispondere agli ordini del giorno che vengono trattati. Guarda se poi si volessero perfino fare le cose per bene si potrebbero pure aggiungere delle note nel video per farci sapere il nome di colui/colei che sta parlando. Ma ste cose loro le sanno gia' sono troppo digitali!

Incontri Eco-Logici: Felicità Benessere e Libertà - 27 Settembre 2017 - 16:59

chi e che
Buongiorno. Una note. Nel titolo c'è scritto che si parla di vaccini (speriamo in modo trasparente e scientifico) ma nel corpo dell'articolo questo non risulta nel modo più assoluto! Anche l'ambiguità di usare il terminre "dottoressa" in questo caso risulta un po' fuorviante...

Apre il free shop di oggetti usati - 26 Giugno 2017 - 12:36

Re: Re: Immigrated Free Shop
Ciao Giovanni% vero, se si fosse degnato di vedere il servizio in tv, avrebbe notato che, tra i vari oggetti in esposizione, c'erano soprammobili in ceramica, giochi di ruolo di trasmissioni televisive note, una serie d'oggetti demodé, comunque cose non proprio di prima necessità..... Altro che per immigrati! Ho l'impressione che in fondo cerchi d'emulare il giornalismo di pancia alla Del Beddio o Belpietro.

M5S torna sui bagni pubblici - 25 Aprile 2017 - 19:21

Re: Maiali
No cara lady oscar, Quei preziosi e rari bagni pubblici devono rimanere aperti, è un servizio unico che deve essere gestito come si deve. Mi pare invece chiaro che bisogna puntare sull'educazione civica e metterla come materia fondamentale nelle scuole, c'è un'enorme ignoranza su quanto vale la "cosa" pubblica. Perché le scuole non obbligano i propri allievi ad uscire dalle aule e per qualche ora all'anno non gli sa fa pulire le strade, le spiagge e i giardini pubblici? In modo da far capire a tutti quanto sia faticoso sistemare le stupidate che si fanno (ovviamente è un'idea, un incentivo a far capire a qualche cretino che tutto sommato non vale la pena fare atti di tipo vandalico o similari). In più ricordo che in moltissime e note località turistiche i servizi igienici hanno un costo non indifferente ed è giusto mantenerli gratuiti almeno nella nostra città. Un'altra idea, come deterrente, potrebbe essere quella di inserire il proprio codice fiscale prima di accedere ai bagni pubblici, del resto se non sbaglio lo si fa già quando si comprano le sigarette al distributore automatico.

Arrestato rapinatore col piccone - 24 Aprile 2017 - 09:31

Re: ma pensa..
Ciao robi beh, a quanto pare, siamo in buona compagnia: in Europa, negli ultimi anni, la maggior parte degli attentati sono stati compiuti da persone perfettamente integrate, radicalizzate, e già note alle forze dell'ordine.... Altrettanto, o addirittura, ben più strano che i servizi segreti non li abbiano mai tenuti sott'occhio, salvo fare qualche controllo di routine, negli orari consentiti dalle loro leggi!

Fenomeno immigrazione: le proposte del movimento 5 stelle e un aiuto agli italiani - 12 Febbraio 2017 - 19:36

Re: Re: gli eroi di oggi
Eroico Trump? È tutto da dimostrare ma temo che si tratta del solito gioco delle destre populiste. Solletica le masse non ambienti con il grido "first americano!" ma poi sotto gli occhi di tutti elegge ai massimi vertici economici i più assurdi attori della finanza globale e speculativa. I muretti e i decreti anticipo muslin sono note di avanspettacolo da dare in pasto all'elettore non troppo alfabetizzato.

Capodanno in piazza il VIDEO - 2 Gennaio 2017 - 07:19

Ordinanza inutile
A Verbania non c'è mai stata un'emergenza botti come in altre note città dove se ne fa un uso massiccio e sconsiderato. Qualche petardo e fuoco artificiale allo scadere della mezza notte non credo siano così pericolosi, soprattutto se si tratta di materiale a norma e che sia maneggiato da persone adulte. Personalmente non amo sparare botti e accendere fuochi ma reputo assurde queste ordinanze quando non vi è emergenza.

PD sui fatti di Arizzano - 25 Novembre 2016 - 20:53

PD sui fatti di Arizzano
ciao renato credo che bisognerebbe esserci dentro, senza liquidità, per fare tutto le note che Voi avete presentato, non si possono risolvere tanti problemi esistenti da varie legislature, credo che nessuno ci può riuscire, quindi direi un problema alla volta, non è facile sedersi su quella sedia, visto il ben fatto, e bene, del precedente sindaco

Teatro: "Non ti pago" - 15 Novembre 2016 - 17:02

non ti pago
note DI REGIA PREMESSA I "giochi di sorte" hanno origini antichissime; per correttezza di informazione, occorre dire che l'origine del gioco del lotto si può individuare a Genova, nella prima metà del Cinquecento e consisteva nello scommettere sui nomi dei cittadini candidati a cariche pubbliche. Era un gioco che prevedeva l'estrazione di cinque nomi di candidati che, su un totale di 120 possibili, sarebbero diventati Membri del Maggiore Consiglio della Repubblica. Si chiamava "giuoco del Seminario", presto ai nomi si sostituirono i numeri ed erano previsti estratti, ambi e terni. L'estrazione, con la possibilità per i vincitori di avere benefici economici significativi, avveniva due sole volte all'anno. Verso la fine del Seicento il gioco del Lotto si diffuse a Napoli, che però del gioco è, nell'immaginario collettivo, la capitale indiscussa. Indubbiamente, tutte le derivazioni relative alle indicazioni che nel sogno arrivano a chi gioca, sono di origine partenopea. Tutto ciò avvenne non senza danni. “Il lotto è il largo sogno, che consola la fantasia napoletana: è l’idea fissa di quei cervelli infuocati; è la grande visione felice che appaga la gente oppressa; è la vasta allucinazione che si prende le anime. […] Il popolo napoletano non si corrompe per l’acquavite, non muore di delirium tremens; esso si corrompe e muore pel lotto. Il lotto è l’acquavite di Napoli.” (da Il ventre di Napoli, di Matilde Serao 1884). Nel 1891, ne "il paese della cuccagna", la Serao prese in esame i danni morali, sociali, economici e psicologici che il gioco del lotto aveva apportato alla società napoletana: un gioco che, con la chimera di fare arricchire in beni materiali, finisce col fare perdere tutto ciò che il poveretto di turno possiede poiché egli,sfidando la propria sorte e sperando di essere sostenuto dalla Dea Bendata, punta tutti i suoi beni in assurde scommesse. LO SPETTACOLO Oggi, che il gioco d'azzardo patologico rovina un numero impressionante di esistenze, con continue sollecitazioni che entrano nelle case turbando e distruggendo la vita di moltissime famiglie, il "Non ti pago" di Eduardo riporta ad un mondo nel quale l'estrazione dei numeri vincenti avveniva una sola volta la settimana... un mondo quasi idilliaco, se rapportato al nostro... un mondo in cui il banco lotto di Ferdinando Quagliolo appare come un'artigianale "fabbrica dei sogni", che ingloba la vita del protagonista,che ha ricevuto in eredità dal padre la proprietà di un banco Lotto a Napoli. Ferdinando si ostina ad inseguire la fortuna interpretando nottetempo le forme delle nuvole, appollaiato sul tetto di casa insieme al fedele e squinternato Agliatiello. Ferdinando è un insieme di testardaggine, fatalismo, ottimismo, rabbia e speranza. Straordinariamente sfortunato, non ne azzecca una, ma ci riprova sempre. La moglie Concetta lo rimprovera di continuo e lui si accanisce sempre di più. La figlia Stella frequenta un giovane sfacciatamente fortunato, che appena chiude gli occhi viene visitato da defunti che gli consegnano numeri che puntualmente escono e per questo Ferdinando soffre di un'invidia che definisce "sete di giustizia". Quando il giovane Mario vince una cifra esorbitante grazie a quattro numeri che gli sono stati portati in sogno dal padre di Ferdinando, tutto si complica. "Non ti pago", dichiara il proprietario del Banco Lotto... e da lì, ricerca di giustizia umana (con l'avvocato Strummillo) e divina (con don Raffaele), tensione familiare, figlia piangente, domestica sull'orlo di una crisi di nervi, moglie alla perenne ricerca di una possibile pace, vicine di casa accusatrici, una stiratrice sognatrice a sostegno della tesi del protagonista, aiutante di casa e bottega, che cerca nel vino la soluzione a tutto o quasi, maledizioni che raggiungono il bersaglio e affliggono una desolata zia; il tutto in un crescendo paradossale che arriva a rasentare la tragedia.

Marco Sacco ambasciatore del gusto nel mondo - 16 Ottobre 2016 - 15:23

Re: giovanni%
Ecco note commentatrici che rientrano con nik cambiato.

Marcovicchio: "Profughi subito al lavoro in scuole e strade" - 12 Giugno 2016 - 11:52

Il solito populismo da 4 soldi!
Il solito populismo da 4 soldi! Non dico che non ci sia qualcosa di positivo nell'idea, ma mi chiedo, che senso ha promuoverla in sede locale? Marcovicchio si rivolga ai suoi referenti nazionali, e faccia qualche cosa per andare in questa direzione, invece di divulgare note inutili! Saluti Maurilio
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti