Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Eventi

Incontri Eco-Logici: "SmartPhone, WI-FI, 5G..., Una reale emergenza sanitaria?"

Conferenza mercoledì 3 aprile 2019 alle ore 21,00 presso l'Hotel Il Chiostro dal titolo: SmartPhone, WI-FI, 5G..., Una reale emergenza sanitaria? . Relatore Dottor Paolo Orio, Presidente Nazionale Associazione Elettrosensibili.

Verbania
Incontri Eco-Logici: "SmartPhone, WI-FI, 5G..., Una reale emergenza sanitaria?"
Paolo Orio
Medico Veterinario, Cofondatore della Associazione Italiana Elettrosensibili ed attuale Presidente.
Promotore ed organizzatore di numerosi convegni e giornate scientifiche in qualità di relatore e moderatore su tematiche inerenti l’inquinamento elettromagnetico. Tra i temi affrontati i Rischi legati all’uso dei telefoni cellulari, l’Elettrosmog ed i suoi effetti sulla salute, gli Elettrodotti nei centri urbani, impatto sulla salute di cellulare e WI-FI. Le onde elettromagnetiche da antenne per la telefonia mobile, telefoni cellulari, wi-fi, tablet, iPad. Patologie quali la sensibilità chimica multipla e l’elettrosensibilità. Inquinamento elettromagnetico da alte e basse frequenze, educazione, salute e nuove tecnologie wireless nelle scuole. Come difendersi dai campi elettromagnetici.

Di cosa si parlerà: Della relazione tra campi elettromagnetici , reti wireless e wi-Fi e salute.
Dei potenziali gravi pericoli per la salute a cui sarebbero esposti i cittadini in seguito all’implementazione della rete 5G. La rete 5G usa onde millimetriche (3,4 – 3,8 GHz ed oltre). Studi sperimentali condotti su animali con onde millimetriche hanno evidenziato alterazioni della frequenza e del ritmo cardiaco, alterazioni del sistema immunitario, aumento dell’antibiotico-resistenza, cataratta, effetti teratogeni, danni a carico della cromatina, alterazioni dell’espressione genica. Oltre 170 ricercatori di 35 Paesi chiedono una moratoria sull’installazione della rete 5G finché non saranno effettuati studi seri ed indipendenti sull’impatto sanitario e ambientale.Anche l’ISDE (International Society of Doctors for the Environment) Italia, nel rispetto del Principio di Precauzione e del Principio OMS “Health in All Policies”, chiede una moratoria sulla sperimentazione del 5G “fino a quando non sia adeguatamente pianificato un coinvolgimento degli enti pubblici deputati al controllo ambientale e sanitario, messe in atto valutazioni del rischio e un piano di monitoraggio dei possibili effetti sanitari degli esposti che dovrebbero essere informati dei
rischi potenziali”. La tecnologia 5G aumenterà considerevolmente l’esposizione della popolazione alle radiofrequenze; centinaia di studi scientifici associano l’esposizione ai campi elettromagnetici artificiali (CEM) sia a bassa frequenza sia ad alta frequenza (Radiofrequenze-MicroOnde) ad alterazione delle funzioni immunitarie nonché tumori al cervello e leucemia in adulti e bambini.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti