Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Cannobio : Cronaca

Rete Museale Alto Verbano: servizi online

La Rete Museale Alto Verbano, che avrebbe dovuto aprire dal 1 di aprile 2020, per fronteggiare l'emergenza attuale a istituito un servizio online per la fruizione dei contenuti museali.

Cannobio
Rete Museale Alto Verbano: servizi online
Con il 1 aprile avrebbero dovuto aprire come consuetudine i Musei dell’Alto Verbano, il Museo dell’Arte del cappello di Ghiffa, il Museo etnografico con il Parco degli Agrumi di Cannero Riviera, e, a seguire con maggio e giugno, il Parasi di Cannobio, il Museo Tattile di Trarego Viggiona, il Museo etnografico di Gurro e il Centro documentazione sulle tradizioni della Valle Cannobina a Lunecco. Ora questa tradizione non potrà essere rispettata, la rete museale con l’Unione Lago Maggiore attende fiduciosa di poter riavviare in sicurezza l’accoglienza del pubblico quando sarà possibile.

Come contributo di speranza e volontà di ripresa, la Rete ha però lavorato per offrire nuove modalità di fruizione del patrimonio culturale di questo ricco e meraviglioso territorio, nella convinzione che anche la bellezza e tutte le forme d’arte possano essere d’aiuto, consolazione e crescita per la Comunità umana.

In queste settimane è stato aperto il canale YouTube Rete Museale Alto Verbano
(https://www.youtube.com/channel/UCiFoBLioewwF_tWrORfNGDg), attaverso il quale verranno proposti alcuni eventi come anteprime, rilanciate inoltre sulla pagina Facebook @RETEmusealeALTOVerbano.

Il primo appuntamento della rassegna, che avrebbe dovuto avere come teatro scenico la chiesa di San Martino a Vignone, verrà invece lanciato nel web nel pomeriggio di Pasquetta, il 13 aprile prossimo, a partire dalle ore 17.30. L’incontro “Primavera Barocca”, dopo un’introduzione a cura dell’Associazione La Degagna e della Rete Museale, come enti promotori, si svilupperà in un’alternanza di musica del Seicento, suonata all’arpa classica da Caterina Castiglioni, e di letture poetiche dedicate alla primavera, sempre di autori del Seicento, da Giambattista Marino, a Giacomo Lubrano, a Gerolamo Fontanella. In chiusura un intervento delle restauratrici Katia Zanetti e Daniela Morosi presenterà l’intervento effettuato sulla tela di metà XVII secolo che ritrae il Battesimo di Gesù, esposta nella cappella del Battistero nella Chiesa di San Martino.

L’evento è inserito nella rassegna “Verbano Barocco” che aderisce al progetto regionale #baroccopiemonte e che vede la collaborazione, accanto alla Rete Museale, dell’Associazione La Degagna di Vignone, e ha il sostegno dell’Unione Lago Maggiore e di Fondazione Comunitaria VCO.

Per info: rete@unionelagomaggiore.it; 348 7340347

Immagine 1
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti