Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

lavorativo

Inserisci quello che vuoi cercare
lavorativo - nei post
Maggia: gli ex studenti trovano lavoro - 14 Novembre 2018 - 13:01
L’Istituto Erminio Maggia si dimostra una delle scuole migliori del nostro territorio per le opportunità lavorative che offre dopo il diploma.
Summer School Italian Mountain Lab - 2 Settembre 2018 - 19:06
Si è svolta mercoledì 29 agosto, presso il Palazzo Pretorio di Vogogna la conferenza stampa di presentazione del progetto formativo che vede la stretta collaborazione dell’Università del Piemonte Orientale con quelle di Milano e della Tuscia.
Medici del 118 Piemonte e lavoro precario - 24 Luglio 2018 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del neo nato Comitato Autonomo Medici Precari Emergenza Sanitaria Territoriale del Piemonte, che affronta l'annosa problematica del precariato dei medici 118.
LegalNews: La risarcibilità del danno derivante dallo stress lavorativo - 12 Marzo 2018 - 08:00
La Suprema Corte, con la recentissima Ordinanza n. 5066/2018, ha affrontato il tema della risarcibilità del danno derivante da patologie connesse all’elevato stress lavorativo.
Servizio civile volontario nel Parco Nazionale Val Grande - 19 Gennaio 2018 - 12:35
E’ uscito un Bando speciale destinato ai giovani che desiderano vivere l’esperienza di un anno di servizio civile volontario nel Parco Nazionale Val Grande.
Macugnaga Monte Rosa International School of Hospitality Management - 17 Dicembre 2017 - 11:04
Tornerà in attività la Scuola Alberghiera! Non più l’opera voluta da Don Sisto Bighiani, ma una “prosecuzione” della stessa in chiave 4.0, Macugnaga Monte Rosa International School of Hospitality Management un’idea coraggiosa atta a riportare ai piedi del Monte Rosa un importante progetto per il futuro lavorativo dei giovani delle Terre Alte.
FDI AN: Istituzioni, turismo, calcio e Renzi - 4 Dicembre 2017 - 10:23
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Direttivo Cittadino FDI AN Verbania, riguardante la partecipazione del sindaco al Gran Galà del Calcio, la politica turistica e la visita di Renzi.
In scadenza bando lavoro sgombero neve e spargisale - 22 Novembre 2017 - 18:06
Servizio di sgombero neve e spargisale. Scadenza per la presentazione delle domande del soggetto attuatore il 28 novembre. Bando aperto a tutte le imprese, cooperative sociali, cooperative di lavoro.
Fials su esternalizzazione assistenza Muller - 21 Novembre 2017 - 18:06
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del sindacato Fials (Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità) del Vco, in cui si manifesta preoccupazione e contrarietà alla ventilata esternalizzazione del servizio di assistenza della Rsa Ipab Maurizio Muller di Intra.
Occupazione: “Servizio di sgombero neve e spargisale” - 23 Ottobre 2017 - 17:04
Il Comune di Verbania in questi ultimi due anni ha messo in campo diversi progetti di contrasto alla crisi economica che ha colpito la vita quotidiana di molte persone che, ormai fuori dal mercato del lavoro, hanno grandi difficoltà a rientrarvi.
Metrocubo Business Social Center - 6 Ottobre 2017 - 10:23
Sabato 7 ottobre, vicolo Lamarmora n° 32-34 a Intra, si terrà l'inaugurazione di Metrocubo Business Social Center (MBSC), un nuovo spazio polifunzionale gestito dall'associazione no profit Migma Collective destinato a sviluppare ed esplorare tramite workshop, incontri e seminari gli ambiti legati a: design, arti audio visive, comunicazione, media ed innovazione.
LegalNews: Attività lavorativa svolta durante il periodo di malattia - 25 Settembre 2017 - 08:00
La Suprema Corte con la recentissima sentenza n. 21667 del 19.09.2017 ha affrontato il tema della possibilità, per il dipendente in malattia, di svolgere altre attività lavorative.
ASLVCO: Nominati Responsabili di Struttura Operativa Semplice - 1 Agosto 2017 - 10:23
Con atti del 26 luglio 2017 la Direzione Generale ha ritenuto di conferire, su proposta motivata del Direttore della Struttura Complessa a cui la Struttura Semplice afferisce, gli incarichi triennali, con decorrenza dal 1.09.2017 e fino al 31.08.2020.
Servizio Civile Nazionale 44 posti in Provincia del VCO - 5 Giugno 2017 - 10:23
Il 26 giugno scadono i termini per candidarsi al nuovo Bando di Servizio Civile Nazionale. Sono ben 44 i posti a disposizione nel Verbano Cusio Ossola (ripartiti su 16 diversi progetti).
Metti una sera al cinema Special Events - La fine del mondo - 10 Maggio 2017 - 11:27
Il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, giovedì 11 maggio 2017, per la rassegna "metti una sera al Cinema", Special Events, presso l'Auditorium de Il Chiostro spettacolo unico ore 20:15 proiezione di "La fine del mondo".
Giovane verbanese diplomata pasticcera alla Scuola di Marchesi - 7 Maggio 2017 - 10:23
Alla Scuola Internazionale di Cucina Italiana, di cui è Rettore Gualtiero Marchesi, si è diplomata al Corso Superiore di Pasticceria, Claudia Maria Stanglini, 21 anni, di Verbania, insieme con altri 44 ragazzi provenienti da 13 differenti Regioni d'Italia.
Mozione sul futuro del CUP e dei dipendenti - 30 Aprile 2017 - 19:06
Riceviamo e pubblichiamo, il testo di una mozione presentata dal Gruppo Consiliare “La Provincia per il Territorio”, riguardante il Centro Unificato Prenotazioni e la situazione dei 31 dipendenti.
FIALS VCO su privatizzazione Muller - 27 Aprile 2017 - 07:02
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di FIALS VCO, riguardante la vicenda della possibile della privatizzazione della Casa di Riposo Maurizio Muller.
Privatizzazione Muller? Preoccupazione da FIALS VCO - 8 Aprile 2017 - 14:33
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del sindacato FIALS VCO, che si dichiara preoccupato per le notizie di privatizzazione della Casa di Riposo Maurizio Muller.
"Lavori di pubblica utilità: non decidiamo noi" - 15 Marzo 2017 - 13:01
Il sindaco di Gravellona Toce interviene con un comunicato a seguito delle polemiche suscitate dall'assegnazione ai lavori di pubblica utilità da parte del Tribunale, di alcune persone i cui reati hanno sollevato l'opinione pubblica.
lavorativo - nei commenti
Offerte di lavoro del 09/10/2018 - 10 Ottobre 2018 - 22:11
Re: Perché?
Ciao Alessandro Palmieri. Non la paragono a niente. Semplicemente per fare la segretaria soni sempre stati sufficienti i diplomi di maturità a oc o di ragioneria. Ora serve la laurea da quando?! Chi usciva dal ferrini o franzosini aveva con sbocco lavorativo quello. Tutte le mie conoscenti lo fanno. Saluti.
Lega Nord su aggregazione di Cossogno - 12 Febbraio 2017 - 22:06
Piccolo non è bello
Piccolo è bello? Assolutamente no. Il piccoli comuni non possono affrontare da soli certe esigenze. Anche gli esempi che avete fornito sono errati. Parlando del vigile urbano che avete evocato solo un comune di un a certa dimensione può garantire una squadra a dispozione per un largo lasso di tempo che funzioni come una sorta di pronto intervento. Nei comuni minuscoli bisogna aspettare che l'unicità vigile il organico abbia il tempo è la voglia di muoversi nel proprio orario lavorativo. Nei piccoli comuni inoltre spesso si assiste a figure di sindaci e funzionari comunali che firmano una sorta di blocco di potere che domina arrogantemente quel determinato territorio comunale.
Mario Capanna e Don Gino Rigoldi al Maggiore - 23 Novembre 2016 - 16:06
Privileggiato
Privileggiato e appartenente alla casta senza ombra di dubbio. Quanti di noi godono o potranno godere dopo una vita di lavoro di una pensione di 5 milla euro? Quale "proletario" guadagna queste cifre mensili nel proprio periodo lavorativo? Non dico che doveva restituire l'eventuale suplus ma almeno lottare contro queste iniquità e invece a fatto il ricorsino per tenersi anche il 10%.
Laboratorio di falegnameria per inoccupati - 11 Ottobre 2016 - 19:58
ci risiamo......
altra assciazione che,nn sapendo che pesci pigliare ,si presta a questi giochetti per rastrellare qualche fondo ed illudere gli ennesimi disperati che cercano un lavoro.................spero che qualcuno,alla fine di questo cinema,vada a ''sondare'' i risultati dell'operazione........quanti saranno inseriti nel tessuto lavorativo?.........vedremo...........
Immovilli su Con.Ser.Vco - 3 Aprile 2015 - 09:18
@ Tedesco
La informo che ritengo calunniosa la sua frase: "Lei qui parla di collusione tra rappresentanti delle RSU che fanno le trattative" . Pertanto è invitato a moderare il tenore delle risposte. In ogni caso, vista la passione con cui è intervenuto, cercherò di farle capire meglio i motivi per cui, in presenza di un Reddito di Cittadinanza, l'istituzione sindacale è destinata ad estinguersi. L'azione sindacale, come ho già scritto nel commento da lei falsamente interpretato, "non fa altro che demoltiplicare la forza dei dipendenti selezionando esclusivamente le richieste maggiormente condivise". Il sindacato quindi è rappresentativo di una moltitudine di persone e, affinché le trattative con i datori di lavoro vadano a buon fine, devono necessariamente scremare le richieste a ciò che è maggiormente condivisibile. Se quindi è chiaro che questa la logica dell'istituzione sindacale, si capisce facilmente il perché, in presenza di un Reddito di Cittadinanza, perderebbe completamente di significato. Ogni singolo collaboratore, non più impaurito dall'improvvisa perdita del reddito, avrebbe la forza contrattuale per dialogare in prima persona con il datore di lavoro, senza mediazioni e senza "giochi al ribasso", potrebbe pretendere che le proprie esigenze vengano soddisfatte e, in caso contrario, sciogliere il contratto e lasciare l'Azienda al suo destino. Qui mi ricollego alla sua domanda: "e lei pensa che un lavoratore che prende 1.200/1300 euro al mese non è ricattabile perché poi avrebbe un reddito di cittadinanza di 600 €?" A questa domanda le rispondo che dovrebbe solo informarsi meglio perché il Reddito di Cittadinanza prevede che": - una famiglia composta da 2 genitori che hanno perso il lavoro e che non percepiscono alcun ammortizzatore sociale, con 2 minori di 14 anni a carico avrebbero diritto, non solo a percepire un reddito totale di euro 1.638 euro netti al mese ma, anche ad essere accompagnati dallo Stato per essere reinseriti nel mondo del lavoro dandogli così la possibilità di riprendere la propria vita in mano; - una ragazza madre, con un figlio minore di 14 anni a carico, che non percepisce alcun reddito, avrebbe diritto a percepire un massimo di 1.014 euro netti al mese nonché ad essere accompagnata dallo Stato per essere reinserita nel mondo del lavoro; - una famiglia composta da due genitori, di cui uno con lavoro part time a 500 euro al mese e l'altro disoccupato, con 3 figli di cui uno minore di 14 anni, avrebbero diritto a percepire un massimo di 1.684 euro netti al mese. Il genitore disoccupato avrebbe diritto, inoltre, a ricevere l'aiuto per l'inserimento lavorativo, ed i 2 figli maggiorenni potrebbero portare avanti i propri studi avendo diritto a percepire la propria quota sul reddito; - un single che perde improvvisamente il lavoro piuttosto che ritrovarsi nella più totale disperazione avrebbe diritto a percepire 780 euro netti al mese finché non trova un altro lavoro. Tutto ciò che ho scritto è facilmente verificabile visionando il Disegno di Legge nr.1148 del Senato - XVII legislatura: http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/PROPOSTA%20LEGGE%20REDDITO%20DI%20CITTADINANZA.pdf Buona lettura.
Si firma per la rete ciclabile della sponda occidentale del Lago Maggiore - 26 Febbraio 2015 - 09:42
Tante parole
Mi sembra di vedere solo un bel sogno ma non vedo date,per favore facciamo le cose seriamente ,secondo mè tutto il progetto molto bello pecca come dicevo prima di tempi certi per le varie fasi,costi certi per finanziamenti certi ,MOVICENTRO INSEGNA Inoltre spero in un vero ritorno lavorativo per il nostro territorio e che tutto sia trasparente.
M5S: sulla medaglia di congedo - 3 Gennaio 2015 - 12:24
X Teo e x Paola
Teo, un dipendente pubblico, che garantisco, non ha alcun premio di incentivazione durante il suo percorso lavorativo, va elogiato e rispettato prima, mentre ancora lavora, sopratutto se lo fa con diligenza come la signora Paola, non quando se ne va; Per Paola posso solo dire, questa pensione è più che meritata, tantissimi auguri e profonda stima!
Cannero: frana, SS34 interrotta - 19 Novembre 2014 - 22:10
Dipende.....
Caro Lupus, dipende dal buonsenso di chi gestisce l servizi pubblici, e dipende pure da chi preferisce sbattersi a fare 80-100 Km al giorno con le chiappe sul sedile dell'auto, rischiando quotidianamente incidenti stradali, ed aggiunegndo stanchezza alla stanchezza del giorno lavorativo elvetico, che se ben ricordo è più lungo del giorno lavorativo italiano. Ho dimenticato = il frontaliero che va e viene con l'auto, oltre a benzina, rischio incidenti e stanchezza, deve aggiungere anche il deperimento autovettura, il consumo pneumatici, il proprio deperimento fisico ............ Poi hai ragione tu quando dici che finita l'alta "laghea", poci utilizzeranno l'aliscafo, perchè secondo me il suo utlizzo è prematuro, e va affiancato con altri battellini mordi e fuggi....
Job Act: l'ordine del giorno approvato - 2 Novembre 2014 - 08:29
Il Job act è l'inizio
Non sono assolutamente d'accordo con questa impostazione neomarxista del lavoro e della società, e sono stupito dal voto espresso in Consiglio. L'art. 18, che esiste solo in Italia, così come è strutturato, di fatto intimidisce le aziende che non si vanno ad imbarcare in nuove assunzioni per poi vedersi portate davanti ai giudici senza poter licenziare non un bravo dipendente, ma un lavativo o un ladro. L'idea che siamo tutti uguali ha portato al disastro mezzo mondo. Credo che dobbiamo porci nell'ottica che chi merita va avanti, tenendo conto del fatto che vanno sempre aiutate le persone con meno possibilità, non con l'assistenzialismo ma con formazione continua ed inserimento lavorativo laddove sia necessario, senza vincoli per le imprese. In Italia la perdita del lavoro è un dramma perchè non c'è offerta alternativa. E l'offerta si crea rendendo il mondo del loavoro appetibile agli investimenti. Quindi meno vincoli, meno burocrazia, meno stato. In altri paesi si cambia lavoro molte volte, perchè vige il principio della mobilità in entrata ed in uscita. Quindi ben venga il job act, anche se non è ancora sufficiente. in quanto all'art. 18 secondo me va abolito in toto, perchè salvaguardare il dipendente a prescindere, è un'offesa per chi lavora seriamente ed onestamente. Questa visione marxista e veterocomunista della società, che rispetto ma non approvo, è una delle cause dei mali dell'Italia. (PS: ho offeso qualcuno? Non credo).
Ecografia rifiutata al Castelli: il racconto del padre - 26 Agosto 2014 - 11:26
Per Alberto.....
" è sicuramente un caso abbastanza isolato e singolare." queste parole mi fanno preoccupare, se Lei avesse scritto " è sicuramente un caso isolato e singolare" forse Mi avrebbe rassicurato , ma quel " abbastanza" mi preoccupa non poco in quanto dà da pensare che non sia un caso isolato , essendo come Lei dice un dipendente dell' azienda sanitaria,da da pensare che sia a conoscenza di altri casi . Le scuse non deve farle Lei ma chi si è permesso tale atteggiamento perlomeno discutibile, se vogliamo rendere un servizio alla collettivita sarebbe opportuno che certe situazioni siano rese pubbliche (anche da parte degli stessi Sindacati) con opportune denuncie sia penali che amministrative, è ora che anche chi lavora in ambiente pubblico debba rendere conto di quello che combina in ambito lavorativo. Ugo Lupo
Carabinieri sanzioni ad esercizi pubblici - 29 Luglio 2014 - 15:56
X gennaro il turbocapitalista
Quindiè giusto che i dipendenti siano pagati a nero, non siano regolarizzano, non abbiano nessun diritto e alla fine del periodo lavorativo non abbano diritto ad alcuna pensione? Bravo, bravo! Continua ad atteggiarti a capitalista rampante. La gente deve vivere!
Riforma autonomie locali: volantinaggio sindacati - 7 Luglio 2014 - 13:05
scandalosa perchè....
Discorso lungo ma sintetizzo 3 punti. a) molto cinicamente si è spostata in avanti di 5 anni l'età lavorativa ben sapendo, anzi sperando, che in questi 5 anni molti lavoratori che hanno comunque versato contributi moriranno e lo stato non pagherà pensioni a fronte di contributi percepiti per non parlare degli interssi lucrati sulle liquidazioni bloccate;b) perchè il pensionato italiano, in genere, rimette in circolazione il denaro facendo girare l'economia;c) perchè fin che si tengono al lavoro ultra sessantenni (ormai poco produttivi) non ci sarà logicamente spazio lavorativo per i giovani. E se non c'è lavoro per i giovani l' Italia muore (napolitano ieri dixit).
PD risponde a PSI sui compensi della Giunta - 21 Giugno 2014 - 16:02
Gli inutili eurocomunicati
La forma lessicale dell'eurocomunicato pd ha una indubbia matrice comunista. Ciro il Grande si immagina alla tastiera del pc un giovane ds con vecchia mentalità pci, magari con la barba, l'eschimo che odora di naftalina e l'unità sotto braccio. L'eurocomunicato psi, invece, parrebbe scritto da un dipendente dello Stato abituato a pontificare seduto su una comoda poltrona dietro ad una brutta scrivania, certo di uno stipendio a fine mese al di la' dei risultati ottenuti e dell'impegno lavorativo profuso. Ciro il Grande, da buon lavoratore autonomo senza alcun paracadute, ringrazia il sindaco e la giunta per aver scelto di applicare una consistente riduzione dei propri compensi a fronte di un lavoro impegnativo che richiedera' l'assunzione di importanti responsabilità. Il sindaco Marchionini e la sua giunta saranno valutati in funzione dei risultati che sapranno ottenere, non certo sulla base degli emolumenti economici che decideranno di applicare.
M5S: "Senso unico, senso alternato o semplicemente Buon Senso?" - 20 Giugno 2014 - 21:40
x kiryienka
rimanga pure del suo parere,ma forse dovreste tutti fare un passino indietro,io spenderei invece metà del mio stipendio per andare sul posto di lavoro senza usare l'auto,solo che è impossibile usare i mezzi pubblici visto che fanno orari non conformi con l'inizio lavorativo in svizzera,con questo concludo augurando a tutti una buona notte.
Costano 8mln l'anno i vitalizi degli ex consiglieri regionali - 20 Aprile 2014 - 11:14
Vitalizi
Qui solo una breve riflessione, fare un referendum che preveda: abolizione della legge che assegna i vitalizi; integrare una norma che faccia restituire questi vitalizi alle casse pubbliche; che gli stipendi percepiti come amministratori politici abbiano un tetto fisso (max €. 5.000 senza benefit); che alla fine del loro mandato (max 2 mandati), questi guadagni vadano nel conteggio totale del percorso lavorativo per il calcolo della pensione per l'adeguamento e, che gli anni lavorativi totali non dovranno essere meno di 40. Così facendo fare il politico potrebbe diventare un vero e proprio lavoro serio e dignitoso.
Cristina sul patto di stabilità - 30 Marzo 2014 - 16:19
Soldi che crescono
Ho letto con attenzione e un pizzico di divertimento i commenti qui sopra, che rispetto pienamente, mi sento però di aggiungere qualche altra cosa, forse già riscaldata più volte, ma ahimè vera come il mondo: è stato appurato che l'attuale sistema politico è marcio già dalla radice, continuare a costruire commenti sul vecchio penso sia aria fritta perchè, fintanto che le cose resteranno come sono non ci sarà nulla di nuovo, si magari delle facce, che chi tira i fili di tutto questo ambaradan usa per non perdere il succulento boccone. Questo però cosa sta a significare, che per il popolo italiano ha una sola unica speranza per vedere il grande cambiamento, fare un grande ribaltone finale; vedete che ormai tutti i vecchi partiti cercano di presentare solo volti nuovi, facendoci credere come a degli allocchi che le cose potranno cambiare, purtroppo però, queste news entry, anche se animate di buoni propositi, non gli verrà permesso di fare nulla; poi è inutile sperare: vedete, sarebbe come pretendere di fare una bella e buona torta con delle uova fresche ma con tutto il resto degli ingredienti andato a male, mi dite cosa ne uscirebbe?? L'operazione 5 stelle, anche se ritengo valida, non ha soddisfatto a pieno chi li ha votati, nonostante ciò ha ugualmente lanciato un importante messaggio: per poter uscire da questo baratro bisogna necessariamente annientare il vecchio sistema politico creando dei movimenti popolari sani, composti solo da gente nuova del popolo preparata, ai quali vanno fatti firmare preventivamente dei sacrosanti impegni a tutela del popolo; questo per evitare che durante il cammino possano casualmente inciampare, ma dove dovrà comparire a caratteri cubitali: 1) uno stipendio fisso senza benefit stabilito da accordi e/o da referendum popolari; 2) fare politica al massimo per solo 2 legislature; 3) che ai fini pensionistici, il periodo di lavoro fatto nella politica andrà a sommarsi con gli anni già accantonati, come accade per tutti gli altri lavoratori, prendendo la pensione alla fine del suo percorso lavorativo e non legislativo; ed in fine 4) chi viene preso a rubare o a fare altre azioni che possono danneggiare il popolo paga di tasca propria, anche andando a sequestrare tutto quello che possiede fino ad estinzione del danno cagionato. Se noi italiani riusciremo a fare questo, potremo dire di aver fatto qualcosa di utile per il nostro paese e per le generazioni future; altrimenti, come degli struzzi, potremo solo trovarci a commentare, a criticare e a ribeccarci su blog come questo, sperando solo che non ci rubino anche la dignità.
Mi ammalo mi licenziano - 30 Marzo 2014 - 10:08
conciliazione
Ringrazio sia la redazione che tutte le persone che hanno commentato l'articolo, vorrei aggiornare la situazione. Il giorno 26/03 c'è stato l'incontro di conciliazione , l'Amministrazione, tenuto conto del parere dell'Avvocatura di Stato Veneto, recepito dall'Avvocatura di Stato di Torino, ha ritenuto di poter annullare il decreto di risoluzione del rapporto di lavoro, posso quindi rientrare al mio posto lavorativo. Grazie ancora a tutti, e spero, essendosi espressa l'Avv. dello Stato di Torino, di essere utile a tutti i colleghi che si trovano in situazione analoga. Grazie ancora.
Assunzione disabili nella Pubblica Amministrazione - 11 Marzo 2014 - 18:17
Per condivisione e ringraziamenti
Carissimi Fabrizio e Vladimiro, Solo ieri mi è pervenuta la vostra benemerita pubblicazioni su Verbania Notizie, riguardante la condizione e non piena occupazione di persone disabili nella Provincia di Verbania. Molto apprezzata la denuncia della mancanza di "sostegno all'inserimento mirato di soggetti disabili" che sono la parte più debole della società, non ancora abbastanza considerata; anche perché Leggi al riguardo, vengono sistematicamente disattese. Sia che si tratti di soggetti visibilmente in deficit, ma tantopiù di soggetti apparentemente integri, come spesso nel caso di portatori di malattie rare o di sindromi cardiache a rischio, che dal di fuori non si notano. Tuttavia non per nulla in fascia protetta per gradi di disabilità. E che nel caso di nuovi assunti nell'Amministrazione Pubblica, sarebbe preciso dovere dei Dirigenti di Settore, non gravare di stress psicofisici incompatibili; anzi dovendosi responsabilmente interessare di aiutare, tenuto conto del loro stato mai privo di qualche fragilità. Onde evitare umilianti richiami e discriminazioni, fino al colmo (come talvolta accade) di tramare pretestuosi licenziamenti per sbarazzarsene al più presto senza giusta causa. Quindi non soltanto battersi per una maggiore quota di inserimento lavorativo nell'Amministrazione Pubblica, ma al contempo non mancare di promuovere una più responsabile presa in carico dei lavoratori disabili. Bravissimi, grazie! Personale e condiviso apprezzamento per la vostra meritevole battaglia in difesa della categoria disabili. Da una amica che sa... A. M. Righetti - e-mail: acquarian@alice.it
Assunzione disabili nella Pubblica Amministrazione - 17 Gennaio 2014 - 11:31
Lavoro per disabili
Fra tutte le tematiche affrontate dai "politicanti" locali in questi mesi, questa è forse la più intelligente. Sono però i dati che non corrispondono, cari "dichiaranti", capisco che questi scoop sono la rampa di lancio per il periodo da voi più ambito, quello delle balle elettorali, ma non usate, una tantum, questa categoria di persone meno fortunate per questa scampagnata. Ho letto tra l'altro che alle dichiarazioni sopra si è associato anche l'amico Fabrizio, persona che stimo perchè sempre in prima linea nella difesa dei diritti di queste persone, al quale chiedo di verificare bene i dati citati. Per dovere di giustizia affermo che proprio la ASL VCO, tra le fila dei suoi dipendenti, ha impiegate molte più persone disabili di quante ne dovrebbe avere. questa particolare categoria protetta, in un ambito lavorativo delicato come quello sanitario, non può essere impiegata in tutte le realtà, ad esempio nei reparti ci vogliono tassativamente delle figure con particolari specializzazioni quindi, l'eventuale impiego dei disabili si riduce ai soli settori tecnico e/o amministrativo e vi garantisco che in questi due settori, proprio la ASL, ne ha parecchi; solo nelle portinerie il numero degli invalidi supera la percentuale stabilità. Spero di essere stato chiaro ed esaustivo. Buona salute
Sveglia al suono della raccolta vetri - 18 Luglio 2013 - 16:03
commento
buongiorno, comprendo che sentire svuotare i cassonetti alle sei del mattino non sia piacevole ...ma provate a pensare se partissero alle otto del mattino ...per fare tutto il comune ci vorranno almeno dico almeno due ore.. Pensate: Ingorghi di mezzi per ritiro rifiuti ovunque dalle otto alle undici...code dietro ai mezzi che si fermano per i ritiri... Cancelli e passi carrai bloccati ..code in centro....anche esteticamente ogni tipo di pulizia si fa prima che inizi il ritmo lavorativo....e a quel punto le lamentele sarebbero centuplicate. E' grande buon senso farle a quell'ora... E si puo' solo ringraziare che da noi esista tale servizio...grazie
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti