Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

liberazione

Inserisci quello che vuoi cercare
liberazione - nei post

"In ricordo di Irene Magistrini" - 26 Maggio 2022 - 16:06

Riceviamo e pubblichiamo, una nota del sindaco di Verbania, Silvia Marchionini, in ricordo di Irene Magistrini.

Torna il Sentiero Chiovini - 26 Maggio 2022 - 15:03

Dal 10 al 12 giugno si ripercorrono i sentieri della Resistenza. Eventi d'anteprima il 27 maggio e 9 giugno.

"Il Caffè" secondo appuntamento - 29 Aprile 2022 - 11:37

Sabato 30 aprile alle ore 21.00 secondo appuntamento del nuovo ciclo dei Caffè organizzati dal Vicariato dei Laghi e dall’Oratorio San Vittore di Intra.

Resoconto Meeting liberazione 2022 - 27 Aprile 2022 - 10:03

Dopo il Grande successo organizzativo del Cross de “Il Maggiore”, nella giornata del 25 Aprile, questa volta in collaborazione con GAV “Gruppo Atletica Verbania”, a dimostrazione che tra diverse società può esistere la collaborazione, si è svolto “l’8° Meeting della liberazione”, Gara Regionale di Pista, valida anche per l’assegnazione di alcuni titoli Provinciali Fidal VCO.

Iniziative 25 Aprile - Casa della Resistenza - 24 Aprile 2022 - 08:01

Nell' ambito delle celebrazioni per il 77° anniversario della liberazione, l'Associazione Casa della Resistenza propone una serie di iniziative.

Intra - Tour della Memoria - 22 Aprile 2022 - 10:23

Anpi Verbania organizza per sabato 23 aprile ore 14, in occasione dell'anniversario della battaglia per la liberazione della città dal nazifiscismo, una passeggiata sui luoghi della memoria storica Intrese, per leggere la storia del nostro territorio attraverso fatti e vicende talvolta sconosciuti o velati dall'ordinaria quotidianità.

25 Aprile 2022: le celebrazioni - 15 Aprile 2022 - 16:18

Programma celebrazioni: ore 10.30 Basilica S.Vittore Intra Santa Messa in suffragio di tutti i caduti, ore 11.00 partenza corteo, ore 11.30 Monumento ai Caduti saluti delle Autorità, orazione ufficiale di Giuiana Sgrena, giornalista e scrittrice, ore 16.30 Casa della resistenza a Fondotoce inaugurazione Mostra Gianni Maierna.

"Le rose di Ravensbrück" - 8 Marzo 2022 - 17:03

Presso la Biblioteca Civica "P. Ceretti" di Verbania, per il ciclo "Frammenti di memoria" sarà proiettato il film Le rose di Ravensbruck - Storia di deportate italiane di Ambra Laurenzi. Ingresso gratuito senza prenotazione ma con green pass.

Frammenti di memoria: atto conclusivo - 7 Marzo 2022 - 10:45

Si conclude la rassegna “Frammenti di memoria”, organizzata dall’Istituto Storico della Resistenza “Piero Fornara” con la collaborazione della Città di Verbania e della Città di Domodossola, il Museo della Resistenza “Alfredo Di Dio” di Ornavasso (VB), la Casa della Resistenza di Fondotoce (VB), la Biblioteca Civica “P. Ceretti” di Verbania, dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Verbania, della Società Filosofica Italiana sezione di Verbania, nell’ambito delle celebrazioni del “Giorno della Memoria”.

In 500 a "Il Maggiore Cross" - 28 Febbraio 2022 - 16:06

Una splendida giornata di sole ha accolto i quasi 500 partecipanti, in rappresentanza di ben 53 società, alla 3^ edizione de Il Maggiore Cross, disputatosi oggi nel parco di Villa Maioni a Verbania e organizzato da AVIS Marathon Verbania.

Fratelli d'Italia Verbania su nome Scuole Cadorna - 18 Dicembre 2021 - 09:33

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Fratelli d'Italia Verbania circa il cambio di intitolazione delle Scuole Medie Cadorna di Pallanza.

Associazioni d'Arma su proposta intitolazione scuola a Gino Strada - 17 Dicembre 2021 - 07:03

Riceviamo e pubblichiamo, una nota di alcune Associazioni d’Arma verbanesi sulla questione della dedicazione delle Scuole Medie “Cadorna” a Gino Strada.

Celebrazioni al Monumento a Re Vittorio Emanuele II - 15 Ottobre 2021 - 08:01

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato 10 Febbraio Verbania delle Guardie d'onore alle Reali tombe del Pantheon e ANVG VCO, che celebreranno celebrerà il 160° anniversario dell’Unità d’Italia presso il Monumento dedicato a Re Vittorio Emanuele II sito sul Lungolago di Verbania Intra.

Successo per il Meeting di Autunno - 12 Ottobre 2021 - 15:03

Altra grande giornata di Atletica leggera a Verbania. Perfettamente organizzato da AVIS MARATHON VERBANIA, presso la pista di atletica leggera del Campo Verbathlon di Pallanza, si e svolto nella giornata di Domenica 10 Ottobre il 5° Meeting di Autunno, “Riservato alle Categorie Giovanili”.

"La bicicletta nella Resistenza" - 18 Settembre 2021 - 17:04

Domenica 19 settembre, Casa della Resistenza, Verbania Fondotoce. Inaugurazione della mostra La bicicletta nella Resistenza. A cura di Piero Beldì.

Storia di un Armistizio - 10 Settembre 2021 - 08:01

In occasione del 78° anniversario dell'Armistizio di Cassibile, l'Associazione Casa della Resistenza ospiterà l'iniziativa: 8 settembre 1943 - Storia di un Armistizio.

Marchionini per la liberazione di Leonard Peltier - 14 Agosto 2021 - 15:03

Anche il sindaco di Verbania Silvia Marchionini aderisce alla mobilitazione per la liberazione di Leonard Peltier difensore dei nativi americani.

Vandali alla Casa della Resistenza - 31 Luglio 2021 - 11:37

Continuano gli atti di vandalismo in danno del patrimonio della Casa della Resistenza di Fondotoce.

Resoconto 7° Meeting liberazione - 27 Aprile 2021 - 08:01

Bellissima giornata di sport domenica alla pista di atletica del campo Verbathlon manifestazione perfettamente organizzata in modo congiunto dalle due Società Verbanesi di Atletica “Avis Marathon Verbania”del Presidente Maurizio Forella e “GAV Gruppo Atletica Verbania”del Presidente Mauro Gavinelli,

Celebrazione 25 Aprile 2021 - 24 Aprile 2021 - 14:33

76°Anniversario della liberazione, domenica 25 Aprile 2021 alle ore 10.30 presso il Monumento dei Caduti di Intra, Lungolago.
liberazione - nei commenti

Arresto per violenza sessuale - 20 Aprile 2021 - 08:01

Ecco cosa non mi piace
Non mi piace quel "...ha dovuto disporre l'immediata liberazione". Non mi piace non perchè abbia sbagliato quel giudice che si è semplicemente adeguare alla normativa vigente e non avrebbe potuto fare altrimenti, ma è proprio la normativa in se che non mi piace: in flagranza di reato poche formalità burocratiche e volià libero di tornarsene a casa per i fatti suoi. E ciò mi irrita perchè questa norma pazzesca è valida anche per reati odiosi come questo. Una norma da repubblica delle banane che, gli stranieri in particolare, ben conoscon o e se ne approfittano.

Lupi: è polemica - 7 Settembre 2020 - 22:28

per Annes
Si, va bene: Caino ha ucciso Abele, i Greci sono entrati a Troia grazie ad un cavallo di legno, Cesare ha invaso le Gallie, Marco Polo è andato nel Catai, e i cristiani hanno fatto le crociate per la liberazione del santo Sepolcro.C'è altro di cui fare mea culpa?

Festa del Vino - 2 Luglio 2019 - 23:49

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Non hai capito
Ciao SINISTRO Bene. Io a 50 necessito solo di un buon bicchiere di vino rosso e di una sigaretta ogni tanto. Per quanto riguarda venere decisamente a posto. Ma stasera mi godo anche la liberazione di carola e le conseguenze che verranno. Come si fa a guadagnare tanti voti con le minkiate altrui. W Carola!

“Piccola storia partigiana della banda di Pian Cavallone” - 21 Novembre 2018 - 09:17

Re: Re: Ignoranza!!!
Ciao robi ciascuno ha la sua ideologia. Dall'altra parte per circa 20 anni ci sono stati regimi sanguinari anche di colore politico opposto, prima della liberazione.

“Piccola storia partigiana della banda di Pian Cavallone” - 20 Novembre 2018 - 12:01

Ignoranza!!!
Ignoranza non è solo ignorare, ma anche ottusità e il "tifare" con gli occhi e le idee di oggi! E' vero, l'Italia, ma direi tutta l'Europa occidentale, è stata liberata dagli alleati, o meglio dagli americani senza i quali oggi avremmo ancora la svastica e il fascio nelle bandiere! E il contributo militare della resistenza è stato pari a zero! Ma la resistenza c'è stata, e seppur con tutti i limiti umani e gli errori commessi, ha dato un contributo politico significativo, riconosciuto dagli americani per primi, che hanno permesso ai partigiani di "liberare" le principali città italiane, Milano e Torino un primis. E, purtroppo, molti ragazzi che avrebbero potuto voltarsi dall'altra parte, hanno perso la vita aderendo alla resistenza; per chi avesse qualche dubbio, si faccia un giro nella sola Intra, per farsene un'idea. Inoltre, e questo dimostra l'ottusità ignorante di certi commentatori, che fanno coincidere resistenza con partito comunista. La resistenza abbraccio tutti i partiti e i movimenti allora presenti, che confluirono nel CLN (Comitato di liberazione Nazionale).comandato militarmente dal generale Raffaele Cadorna, noto attivista comunista della zona :). Il partito comunista fu solo più "svelto" nell'appropriarsene,più da un punto di vista "mediatico" che altro Sicuramente nel periodo resistenziale furono commessi molti errori e molte atrocità, anche da parte della resistenza, ma la responsabilità deve ricadere oltre che sui singoli, su tutti i movimenti antifascisti, chepoi confluirono nei partiti del dopoguerra (DC, PRI, PLI, PSI, PCI, Monarchici,...) Studiate gente, studiate...e scappate!

“Piccola storia partigiana della banda di Pian Cavallone” - 17 Novembre 2018 - 06:54

Re: Piccola storia partigiani
Ciao nino Io non contesto che fascisti e tedeschi fossero dalla parte sbagliata. Ma contesto il ruolo dei partigiani nella liberazione e soprattutto il ruolo dei partigiani rossi. La loro guerra era mirata a far entrare l'Italia nell'orbita sovietica. E non hanno esitato a compiere massacri ed esecuzioni sommarie anche di innocenti e di altri partigiani non comunisti. L'ANPI oggi non può rappresentare nessuno. Si limita a scendere in piazza con i centri sociali ovvero i fascisti rossi per fare casino e gridare ad un fascismo senza fascisti. A parte loro. Oppure per contestare una via dedicata ad Almirante mentre ci sono vie che sono dedicate ai sanguinari dittatori comunisti o all'amico di Stalin, Togliatti. E meno male che ci sono i revisionisti coraggiosi come Pansa a mettere verità in decenni di bugie!

PCI del VCO: no al passaggio alla Lombardia - 5 Settembre 2018 - 15:53

Re: Re: Re: Re: Beh...
Ciao SINISTRO Rutelli è stato tra i meno peggio. ..non per nulla le sue radici sono radical liberali. Come ti dicevo la storia la fanno i vincitori. I sudisti erano schiavitù e i Borboni latifondisti. Se invece si guardano fonti più obbiettive il nord e lincoln volevano spedire i neri sulle isole e sfruttare la ricchezza del sud. I Savoia hanno sostanzialmente invaso il sud perché in bancarotta. Per non parlare della Germania e dell'umiliazione subita dopo la grande guerra specie dalla Francia. Poi ci sono le motivazioni ufficiali. liberazione degli schiavi, unità d'Italia e cose del genere. Per poi capire che le guerre sono solo la continuità delle politiche e che la loro gestazone ha ben altre motivazioni. Per.non parlare delle ideologie. Hitler e Stalin alleati di ferro per spartirsi l'Europa. Ma uno era pazzo mentre l'altro furbo. Che ne dici?

PCI del VCO: no al passaggio alla Lombardia - 5 Settembre 2018 - 14:59

Re: Re: Re: Beh...
Ciao robi riguardo ai titini, l'ex Jugoslavia, col suo esercito di liberazione, fu l'unico Paese che riuscì a respingere, senza l'aiuto di eserciti alleati esterni, l'occupazione nazista, momentaneamente alleatasi con i cetnici (opposizione fedele alla monarchia balcanica).

Giornata della Memoria - ANPI Verbania - 29 Gennaio 2017 - 12:20

Re: Giornata della memoria
Buongiorno nino, mi dispiace che non voglia interloquire. Spesso sentire una scomoda verità o una opinione diversa dalla propria può essere una cosa positiva. Dire che una vittoria del fronte popolare avrebbe portato l'Italia sotto l'orbita URSS, con tutte le conseguenze del caso, è un fatto scontato e ribadito da tutti gli storici. E dire che i partigiani rossi abbiano compiuto stragi e massacri (vedasi Eccidio di Porzûs) e dopo la guerra specie nell'Emilia ci siano state esecuzioni sommarie da parte di ex partigiani contro presunti "fascisti" è un dato di fatto storico e documentato. E dire che L'ANPI abbia più a cuore i palestinesi, storici alleati di Hitler durante la guerra, che gli israeliani, tanto da indurre i rappresentanti ebraici in Italia a non manifestare nelle varie giornate della liberazione per protesta e per non essere aggrediti da veri e propri commandi anti Israeliani è altro dato di fatto. La favoletta del bravo partigiano non attacca più, almeno tra le persone con intelligenza e cultura di base. Approfittate di queste occasioni e queste ricorrenze per guardare dentro di voi e dentro la vostra storia con occhi più imparziali e oggettivi, se ne siete capaci. Forse imparereste meglio il significato di democrazia. Saluti.

Giornata della Memoria - ANPI Verbania - 26 Gennaio 2017 - 06:27

Re: giornata della memoria
Buongiorno. Non è certo grazie ai partigiani rossi che si deve la liberazione ma agli alleati inglesi e americani. Sappiamo bene che l'obbiettivo dei comunisti era di entrare nell 'orbita sovietica e conosciamo anche i metodi terroristici dei partigiani rossi anche nei confronti degli altri partigiani. Un futuro di fame e sofferenze e piatti vuoti ci sarebbe stato con la vittoria del fronte popolare e dei kompagni. Quindi non faccia lezioncine di democrazia. Grazie

La lapide del battello "Genova" - 8 Novembre 2016 - 23:13

Re: non mi interessa
Ciao Andrè Non so cosa intendi per guerra di liberazione, di sicuro è stata una guerra di invasione con le forze alleate che sono risalite, a fatica, dal sud a nord. Di solito, con il termine di guerra di liberazione si intende la lotta partigiana, che sicuramente ha avuto un'importante valenza politica, in qualche modo ha alzato lo "status" da co-belligeranti a "quasi alleati", ma sotto il piano militare ha influito poco. Saluti Maurilio

La lapide del battello "Genova" - 7 Novembre 2016 - 15:34

non mi interessa
la discussione da bar .. ma dal punto di vista storico non ci fu nessuna guerra civile , ma una guerra di liberazione dall'invasore nazista ai quali si aggiunsero fiancheggiatori italiani successivamente . Per Kiry.. lei dovrebbe distinguere gli anni del "consenso " da cosa avviene dopo il 10 Giugno del 40 .... se poi o lei o l'onorevole Zacchera ci spiega come è nata la Repubblica dell'Ossola ... no perchè già ho letto da qualche parte una sua fantasiosa ricostruzione sulla battaglia di Megolo dove addirittura sostiene che il comandante Moscatelli non intervenne apposta ...

La lapide del battello "Genova" - 6 Novembre 2016 - 16:05

Impossibile....
In Italia non è possibile riappacificare niente....i buoni sono gli antifascisti, i cattivi i fascisti. Poco importa che alleati e partigiani abbiano compiuto stragi e massacri di civili, loro erano il bene. Non ci fossero giornalisti e storici coraggiosi e di sinistra come Giampaolo Pansa tutto sarebbe insabbiato e sotterrato, o affondato come il battello Genova con a bordo non sterminatori di ebrei (come i comunisti stalinisti in Russia....) ma cittadini inermi. Anche le foibe non esistono, pura fantasia di fascisti nostalgici e buguardi, e se anche qualche donna o bambino fose stato infoibato beh....era necessario per la liberazione! Poco si sa di fascisti che il giorno dopo erano diventati comunisti, poco si dice del tanto osannato Dario Fo, ex repubblichino e poi sepolto cantando bella ciao, o dei vari Scalfari, Ingrao, Bocca e moltissimi altri intellettuali di "sinistra" passati dal nero al rosso manco fossero milanisti.....Poco si dice nei TG politicamente boldriniani che i violenti nelle piazze che chiamano "antagonisti" sono comunisti estremisti, accecati da decenni di odio verso qualsiasi cosa che possa dirsi democratico. Per rispetto dei morti per mano dei "buoni" ora mi zittisco, ma molti dovrebbero farsi non un esame, ma un intera laurea di coscienza, se ne hanno ancora. saluti

Giovane ossolana aggredita da un extracomunitario mentre passeggiava col proprio cane - 20 Agosto 2016 - 22:38

clandestini
Cari ITALIANI, mi sembra bello che ogni anno si ricordi la giornata del 25 aprile "LA liberazione", bella parola, liberazione; ma nessuno oggi si ferma un attimo a pensare su cosa stiamo lasciando ai nostri figli e ai nostri nipoti: un paese fatto da gente ipocrita, gestito da una dittatura che nessun cittadino ha votato, capace solo di gabbare e depredare il popolo aiutando chi il popolo l'ha derubato (basta vedere il continuo aiuto economico alle banche salvate dai vari crak), e che prepotentemente ci sta obbligando ad assistere ad una immigrazione clandestina senza precedenti, consegnando questo nostro Paese a lobbi e a paesi molto ricchi e riconoscenti verso chi sta permettendo questo cambio razziale.. Dobbiamo svegliarci!!

Miele straniero daneggia produttori locali - 17 Marzo 2016 - 14:51

lupus....
Buon giorno Lupus, sono d'accordo. I nostri "sgovernanti" non sembrano essere consapevoli che l'Italia, per sua natura e conformazione geografica, è una terra vocata all'agricoltura. Anzichè pensare ad una seria politica agricola prossima e futura (come la Croazia) ed anzichè promuovere anche in Italia lo sviluppo di un agroalimentare sostenibile e di eccellenza, come potrebbe essere il favorire l'impianto di nuovi oliveti, anche da noi, i nostri euro(dis)onorevoli accettano bovinamente i diktat degli euroburocrati. Euroburocrati, i quali, con buone probabilità, non distinguono un pomodoro da una pera e credono che le melanzane crescano sugli alberi. Euroburocrati, che sono "palle al piede" e purtroppo vengono anche ben remunerati per fare danni. Stimato Lupus, non so se ricorda il compianto Ministro Giovanni Marcora (durante la guerra militò nella Brigata val Toce e contribuì alla liberazione della Val d'Ossola). Marcora, a mio parere, fu l'unico Ministro serio che difese sempre gli interessi dell'Italia. Il nostro Paese potrebbe vivere bene solo sfruttando ciò che il Buon Dio, o chi per esso, ci ha messo a disposizione a costo zero o irrisorio e cioè, il suolo, il clima, l'arte. I Ministeri più importanti dovrebbero essere quello dell'Agricoltura e dei Beni culturali. Invece no, i 15 parlamentari ottusi che ho elencato nel precedente commento hanno votato contro l'interesse nazionale. Se anzichè favorire la distruzione degli oliveti e di tante aziende del settore, si incentivassero queste coltivazioni, l'Italia sarebbe autosufficiente. Forse Ermes si è adirato perchè "i prostrati" sono tutti del PD o comunque orientati a sx? P.S. a quell'Anonimo che parla del "duo lescano", faccio sommessmente notare che le sorelle Leschan, di origine ungaro-olandese....erano tre!

ODG per Giulo Regeni - 3 Marzo 2016 - 20:54

OdG sinistra unita: pensieri in libertà
prima considerazione: urca, chissà adesso dopo questa proposta di OdG come se la farà sotto il regime egiziano! Ma dai, datevi una regolata: siete poi solo dei consiglieri comunali di una piccola città neppure capolugo di regione, non montatavei la testa! Mi sembrate quello che proponevano OdG sulla questione palestinese!! Mi chiedo poi, io che credo davvero che tutti i morti abbiano diritto allo stesso rispetto, se SN avrebbe proposto lo stesso OdG se Regeni fosse stato organico ad un partito od organizzazione di destra. C'è poi da considerare che quando n paese versa nelle considizioni politiche e di sicurezza in cui versa l'Egitto è consigliabile ed opportuno prendere il primo aereo a disposizione e tornarsene a casa: prima che qualcuno ci rimetta la pelle per venire a togliervi dall'impiccio; dice più nulla a nessuno il nome Calipari? Ma anche se nessuno ci dovesse rimettere le penne,pare logico come nel caso delle due sprovvedute poco idealiste ragazzine che erano andate in Siria per combattere chissà quale guerra, che lo stato italiano cioè noi, debba rimetterci milioni per la loro liberazione come ormai pare essere defintivamente accertato?Lasciatemi essere cinico fino in fondo, ma talora il mediatico e più noto consiglio del senatore Razzi ( "amico fatti li c....i tua) in certe situazioni è più che opportuno e da tenersi in considerazione.

PscoNews: La terapia dell’urlo - 22 Ottobre 2015 - 06:35

deleterio
L'urlo libera l'emozione scaricandola sugli altri così da annichilire, a volte , in certi contesti, non domestici soprattutto, il nostro interlocutore ed anche gli altri presenti; pertanto iimpariamo a non scaricare sugli altri i nostti vissuti negativi, anche perché non serve. L'urlo può darci una momemtanea liberazione...ma ha rappresentato una brutta immagine di noi ( ...Signori si nasce...) e non ci ha creato altri amici, anzi. ..

Fdi e AN: celebrazioni prima guerra mondiale - 26 Maggio 2015 - 08:19

in effetti
A parte la filippica sui migranti.. che ci sta bene in ogni discorso... qualcuno mi sa fa confusione tra prima e seconda guerra mondiale e guerra di liberazione. .. mah..

Una nota sulla questione Liberazione - 25 Aprile 2015 - 14:00

Elezioni politiche italiane 1948
Sig. Luigi Minioni. Ma se erano tutti dalla parte del Comitato di liberazione Nazionale (CLN(AI)) e, come lei asserisce, non v'e' stata alcuna guerra civile tra il 1943 ed il 1945. Come mai a compiere la quasi totalità delle uccisioni sommarie ed esecuzioni senza appello furono i partigiani delle brigate Garibaldi (comunisti) e Matteotti (socialisti), e soprattutto, come mai di fronte al primo banco di prova dei presunti "salvatori della patria" (Le prime politiche del 1948) i risultati furono dei sonori schiaffoni elettorali agli eroi dai drappi rossi...??? Gradirei una risposta solo dal Minioni, grazie.

Una nota sulla questione Liberazione - 25 Aprile 2015 - 03:25

mah
fu una guerra civile...è un dato di fatto.....la liberazione fu fatta dagli alleati...un dato di fatto......i partigiani furono dei traditori e codardi..... provocarono le rappresaglie...un dato di fatto......mio nonno, industriale dell'epoca, che salvò la pelle a decine di questi omuncoli ,a fine guerra, gli stessi gli spararono addosso ferendolo e costringendolo a fuggire dalla paese natio......è ora di finirla di raccontare frottole......
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti