Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

suffragio

Inserisci quello che vuoi cercare
suffragio - nei post

Messa a suffragio di Vittorio Emanuele IV - 6 Febbraio 2024 - 08:01

Mercoledì 7 febbraio alle ore 18.00 nella parrocchia di Santa Lucia in Suna a Verbania sarà celebrata una messa in suffragio di Vittorio Emanuele IV duca di Savoia.

Giornata delle Forze Armate e dell'Unità Nazionale - 3 Novembre 2023 - 09:16

Sabato 4 novembre 2023 Verbania. Programma Celebrativo in collaborazione con le Associazioni Combattentistiche, d'Arma e d'Onore

"Donna: Arte, Gusto e Armonia" - 26 Ottobre 2023 - 19:06

L’Ecomuseo della Pietra Ollare e degli Scalpellini di Malesco è felice di prendere parte alla seconda edizione del progetto “Palcoscenico Naturale”, promosso da Piemonte dal Vivo in sinergia con la Regione Piemonte, la Rete Ecomusei Piemonte e da Abbonamenti Musei.

Celebrazioni 25 Aprile 2023 a Verbania - 19 Aprile 2023 - 11:04

Il programma per il 78° anniversario della Liberazione d'Italia, festa nazionale, a Verbania.

Giornata delle Forze Armate e dell'Unità Nazionale - 3 Novembre 2022 - 14:19

Venerdì 4 novembre 2022 dalle ore 9:30 Verbania Intra

Vignone - Giornata Nazionale delle Forze Armate e Dell’Unità Nazionale - 3 Novembre 2022 - 11:24

Eventi del 4 novembre a Vignone

25 Aprile 2022: le celebrazioni - 15 Aprile 2022 - 16:18

Programma celebrazioni: ore 10.30 Basilica S.Vittore Intra Santa Messa in suffragio di tutti i caduti, ore 11.00 partenza corteo, ore 11.30 Monumento ai Caduti saluti delle Autorità, orazione ufficiale di Giuiana Sgrena, giornalista e scrittrice, ore 16.30 Casa della resistenza a Fondotoce inaugurazione Mostra Gianni Maierna.

Giornata delle Forze armate e dell’Unità Nazionale - 3 Novembre 2021 - 08:01

Programma celebrativo in collaborazione con le associazioni Combattentistiche, d’Arma e d’Onore. Giovedì 4 novembre 2021 Pallanza Verbania.

Verbania: Festa dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate - 3 Novembre 2019 - 15:03

Le Associazioni Combattentistiche, d'Arma e d'Onore, la città di Verbania, la Provincia del VCO, la Prefettura del VCO invitano alla Giornata delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale lunedì 4 NOVEMBRE 2019 a Verbania Pallanza.

Giornata per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro - 12 Ottobre 2019 - 08:01

Domenica 13 ottobre l’Anmil celebra in tutta Italia la 69ª edizione della Giornata per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e vedrà organizzare eventi in tutte le città cui prenderanno parte le massime istituzioni in materia per confrontarsi sui dati relativi al fenomeno infortunistico e su cosa è necessario fare per una maggiore sicurezza sul lavoro.

Celebrazioni 25 Aprile - Verbania - 24 Aprile 2019 - 08:01

Riportiamo di seguito il programma delle celebrazioni del 25 Aprile a cura dell'ANPI Verbania.

Giornata delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale - 3 Novembre 2018 - 11:27

Domenica 4 novembre 2018 Giornata delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale.

Alpe Cardello - 9 Aprile 2018 - 17:47

73° Anniversario del sacrificio dei partigiani Roberto Bogni,Antonio Realini,Guido Valentini 74°Anniversario della fucilazione del partigiano germagnese Rocco Bellio.

Commemorazionde delle Foibe - 9 Febbraio 2018 - 13:01

Il Comitato 10 Febbraio grazie alla collaborazione con il Comune della Città di Verbania, sabato 10 febbraio alle ore 15 30 d'innanzi alla targa commemorativa vittime delle Foibe, terrà una breve ma simbolica cerimonia in suffragio delle vittime.

Festa Forze armate e Unità Nazionale - 3 Novembre 2017 - 11:27

Riportiamo il programma delle celebrazioni per la Giornata delle Forze Armate e dell'Unità Nazionale, di sabato 4 novembre 2017 a Verbania.

Messa e concerto in ricordo del M° Zoja - 26 Settembre 2017 - 19:06

Mercoledì 27 settembre 2017, alle ore 20.30, presso la Chiesa di San Giuseppe a Verbania Intra, si terrà una messa e un concerto in ricordo del Maestro Severino Zoja.

73° Anniversario della Battaglia di Megolo - 3 Febbraio 2017 - 10:42

La battaglia di Megolo fu uno degli episodi più eroici della Resistenza.

I verbanesi alla Costituente: Luigi Zappelli - 8 Novembre 2016 - 09:16

Riceviamo e pubblichiamo, l'articolo conclusivo della ricerca di Verbania documenti su "I verbanesi alla Costituente, 1946". riguardante Luigi Zappelli.

Verbania: Giornata delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale - 3 Novembre 2016 - 10:23

Venerdì 4 novembre 2016 Giornata delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale a Verbania.

Federazione Degli Studenti VCO: "SI al referendum Costituzionale" - 29 Giugno 2016 - 11:27

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato della Federazione Degli Studenti VCO, riguardante la posizione a favore del SI al prossimo Referendum Costituzionale.
suffragio - nei commenti

Verbania Futura su ospedale Castelli - 25 Dicembre 2023 - 23:38

Quanta pena 😂
In seguito all’ aver perso l’opportunità di un ospedale unico, che sarebbe stato un salvagente per la nostra sanità messa maluccio, dopo che qualcuno sbandierò al vento un’operazione di 200 milioni a favore di Castelli e San Biagio, senza che vi fosse alcuna delibera a suffragio di ciò, ora che la campagna elettorale entra nel vivo, PARE che il “grano” sia disponibile. Credo che la nostra sindaca intendesse fare da supervisore (in questo senso protegge il Castelli) affinché il denaro (anche se l’operazione sarà come versare una goccia di acqua nell’oceano) venga EROGATO e poi speso come da annunci. Il signor “guarda cantieri” si sta prendendo il merito di un’operazione che NON gioverà alla nostra sanità, ma probabilmente al suo elettorato!

Spaccio: fermata gang - 16 Marzo 2022 - 07:04

Re: Non sono un Tafazzi
Ciao lupusinfabula No. Non sono arrivato a quel livello. Ho votato che io ricordi: radicali la prima volta. Poi rifondazione 2 volte per Bertinotti. Poi una volta ulivo. Poi partiti di centro e liberali ma non ricordo. Forse liberali. Una volta 'fare per fermare il declino' con lo sfortunato e stolto Oscar Giannino. Poi non ho votato per un po'. Poi lega e fdi senato e camera. Poi solo fdi. Non ho mai e mai votato pds/ds/d/ neppure silvio e neppure renzino. Certamente non sono mai stato di sinistra anche se qualche volta ho votato. Ma solo per le persone e non per i partiti. Da molto tempo mi sento conservatore con priorità alla sicurezza e all'immigrazione selvaggia e sono nemico acerrimo dei radical chic e dei progressi pelosi con i loro falsi diritti umani. In USA sarei repubblicano non trumpiano (stile Ronald Reagan..). Mi piace la democrazia cosiddetta muscolare ma sempre democrazia. Ma se ci sono paesi come Ungheria e Polonia che difendono orgogliosamente le loro radici e il loro territorio sono con loro. Se questo è essere di destra io sono orgogliosamente di destra. La sinistra invece ora si è spezzata in varie correnti. Invece che con il popolo sta con le elites. Si preoccupa solo dei falsi diritti di lobby potenti e massoniche mentre quella che prima era la sua forza, il popolo, è diventata la sua debolezza. Infatti molti in quel campo culturale parlano di abolire il suffragio universale! Spero di essere stato chiaro una volta per tutte.

Comitato Salute VCO: "Piuttosto che niente... è meglio piuttosto" - 11 Febbraio 2022 - 11:53

Re: Re: Re: Re: Re: Dove eravate?
Ciao robi le mie idee politiche sono definibili di sinistra, non ci piove, ma sono ben lontane da quello che il panorama politico italiano ed europeo offre oggi, quindi non ho nessun senso di vicinanza verso una parte, o l'altra, o l'altra. A me manco piace il suffragio universale, figurati... ma in questo caso non credo sia una questione di preferenze se mai ci fossero, ma di oggettività. Nell'amministrazione locale destra o sinistra o centro contano relativamente, contano le capacità manageriali e la voglia di circondarsi di persone brave e con conoscenza. In Piemonte, nella sanità, c'è stato, a mio avviso, una costante caduta di professionalità, che nella giunta attuale è arrivata al suo apice. Perchè? Non lo so, posso immaginarlo, ma indipendentemente dalle ragioni è un fatto. Il fatto stesso che la campagna di vaccinazione sia stata di fatto commissariata dall'Ambiente (ed è andata bene, hai ragione) è un fatto chiarissimo. Così come il fatto che la gestione della stessa dal punto di vista ospedaliero sia stata un mezzo disastro, con un totale tracollo della medicina preventiva in tutte le altre patologie. Su questo ha influito l'icapacità manageriale delle ASL, che sono state pedine di scambio tra politici in un modo assurdo. E' vero che (pourtroppo) le nomine hanno da sempre una selezione politica, ma che questa si trasformi in un tracollo totale di professionalità è un'esclusiva di questa giunta, cosa che per esempio non era capitata con Cota, tanto per stare tra le giunte di destra, o di Chiamparino. Mancano le professionalità? Non credo, semplicemente è crollato il livello culturale dei politici che scelgono le stesse. Poi c'è tremenda superficialità (o incredibile ignoranza?). Che energia e materie prime sarebbero diventate ben più costose lo sapevano da un anno pure i sassi (io stesso, che sono l'ultimo minchione, mi sono preso gli accumulatori per i pannelli solari a settembre) ma solo l'assessore piemontese non ha rivisto i termini delle gare per le due città della salute, facendo tracollare le gare, in Veneto o in Lombardia le hanno corrette per tempo... strano no? Così tutto il nostro sistema perde attrattività, i medici bravi si prepensionano o vanno all'IEO... e i concorsi vanno deserti ormai non solo a Domo (dove lo sono da anni), ma anche al Maggiore di Novara (dove hanno appena bucato un posto da cardiologo!) e a Torino! Però se il territorio fosse coeso, sarebbe più facile gestire a livello locale la sanità, è banale ma è stravero. Ed è questo il problema principale per il VCO. Se le forze politiche locali dicessero che siamo tutti daccordo per un ospedale a gravellona, un centro d'emergenza a Domo, e una flotta di due tre eliambulanze per gestire le montagne oltre a 4-5 case della salute serie, e lo ripetesse ad ogni incontro, la ragione sarebbe con le spalle al muro, perchè noi diremmo esattamente quello che il Ministero vorrebbe sentirsi dire. Ma non succede. Certo, perdere l'ospedalino è un dramma per Domo, ma sarebbe compito della Provincia, e della regione, immaginare misure per la mitigazione del danno causato dalla perdita di quei due trecento posti di lavoro. Ma questa sarebbe fantascienza... quindi non so... di sicuro non credo sia un problema da affrontare come destra o sinistra... i coccoloni vengono a tutti, ed un soccorso efficiente lo vorrebbero tutti (per tutti). ciao!

Immovilli su progetto supermercato a Pallanza - 24 Novembre 2021 - 10:22

Perplessa!
A suffragio di ciò che sopra ho scritto, chiederei al signore della lega, come si pone nei confronti dei progetti che interessano la piana di Fondotoce e Mergozzo, avanzati dal signor Manoni!

Centro destra su futuro sanità VCO - 5 Luglio 2021 - 21:47

Re: Assolutamente d'accordo
Ciao robi onestamente non vorrei politicizzare oltre modo il mio intervento che è più un appello ad un minimo di rispetto per i cittadini, che a mio avviso manca, cosa grave, quando si parla di salute. Per questo non ho alcun problema a dire che potrei fare la lista simile di cose che il governo, o governissimo che sia, dovrebbe fare e non fa, o che non dovrebbe fare e fa. Ma senza fare il saputello, certe cose le chiedevo la scorsa estate e non sono state fatte, ed il disastro che hanno causato lo abbiamo visto. Ora si ripetono, belli belli, come se nulla fosse successo... boh... io se fossi in certi politici non dormirei la notte dal rimorso, loro non dormono perchè ballano il revival in disco... è proprio triste. Per essere onesto fino in fondo ti chiarisco che non attacco la giunta di Verbania per la ragione che non ha colpe in questo senso, non avendo responsabilità dirette. Personalmente poi, pur avendo idee politiche diverse, secondo me Marchionini è ed è stata un buon sindaco per una cittadina piccola e con problemi relativi come è Verbania. Diverso per esempio è il mio giudizio sul centrosinistra regionale che invece, vuoi per insipienza vuoi per mancanza di argomenti, non è in grado di opporsi alla barbarie di questa giunta. Purtroppo però l'insipienza e la barbarie sono a mio avviso ormai quasi egualmente distribuite nell'agone politico nazionale, così come l'inconsapevole e aggressiva ignoranza lo sono nella popolazione. A me piacerebbe sempre di più un sistema oligarchico ateniese, dove la casta dirigente sia selezionata per meriti e conoscenza, ed il restante 90% della popolazione invece di far danni si goda il pane ed il circo. Quindi non posso aver simpatia per chi su un sistema più accattivante che prevede il suffragio universale ci sguazza e ci mangia. Poi ci sono lodevoli eccezioni (poche) e persone davvero per bene che fanno del loro meglio lottando contro i burocrati, gli ignoranti, i ladri... ma poi stando negli stessi partiti si squalificano da soli... (ti faccio due esempi: Crosetto che ci fa con Meloni? Letta che ci fa con Serrachiani o ci faceva con Renzi? Bersani che ci fa con D'Alema? Giorgetti che ci fa con Siri?)... poi questa è la mia opinione e non vale tre soldi. ciao.

Lega, risponde sugli ospedali VCO - 9 Novembre 2020 - 09:23

Re: Corso di lettura
Ciao robi prima di risponderti, puntualizzo due cose: la prima è scusarmi per averti risposto con tanto ritardo, ma svariati impegni mi hanno impedito di farlo prima; la seconda è che se una persona scrive un comunicato stampa dove metà delle frasi sono composte con 4 o 5 subordinate, metà delle quali nemmeno relative al predicato principale ma in alcuni casi totalmente avulse allo stesso, o non ha la minima conoscenza della sintassi della lingua italiana, o ha scarso o nullo rispetto per chi deve leggerlo. Veniamo al punto: la tua risposta denuncia quel benaltrismo tipico di chi deve difendere una determinata parte, quindi tutto è relativizzato: questi hanno fatto questo questi altri hanno fatto lo stesso. Questo è però un problema tuo, non mio. Io non mi riconosco in nessuna delle parti politiche oggi presenti nel panorama italiano, locale o nazionale (figurati che io, nel mondo di oggi, vorrei un modello oligarchico ateniese, e sono fondamentalmente contrario al suffragio universale, quindi capirai che dal punto di vista ideologico, uno vale l’altro per me). Nel dettaglio: tutte le misure che ho indicato nel mio precedente messaggio sono totalmente a carico della giunta regionale e dell’assessorato. Non ce n’è una che sia a carico del governo nazionale. Nessuna di queste cose è stata fatta. Secondo me queste persone dovrebbero 1) smetterla di farsi gli affari propri, 2) dimettersi, 3) autodenunciarsi alla magistratura per negligenza criminale. Questo non vuol dire che il governo abbia fatto meglio, ma è un altro discorso. Se su questo blog arrivasse un messaggio della ministra De Micheli che si vanta, come fanno questi, del suo buongoverno, avrei risposto allo stesso modo, elencando le terribili mancanze del suo dicastero, e chiedendo le stesse 3 cose che chiedo ai signori sopra (a lei ed ai suoi colleghi). Te ne faccio una lista brevissima: apertura senza senso di discoteche e locali a naturale aggregazione; mancato massivo utilizzo del tracing e dei tamponi da giugno (andavano fatti a tutti i viaggiatori) negli aeroporti e nelle stazioni principali; mancata promozione dell’app di tracciamento; mancata riorganizzazione dei trasporti pubblici in vista dell’autunno, mancata (o ridicola quando fatta) semplificazione delle regole burocratiche per assunzioni e acquisti nella pubblica amministrazione in situazioni di emergenza. Questo non vuol dire che tutti però sono uguali. Saitta come conoscenze valeva Icardi (cioè sottozero, una vergogna se pensiamo che il loro equivalente bavarese o del Baden W. non ricordo benissimo, che ho incontrato un paio di mesi fa ad un gruppo di lavoro EU, è un luminare mondiale della statistica applicata alla medicina del territorio: però Saitta si circondava di persone di livello molto più elevato di quanto faccia Icardi. Questo è un problema di classe dirigente e di metodo: in Italia (e solo qui) viene prima l’affiliazione politica dei titoli, e quindi i “tecnici” ed i “burocrati” li pescano dal loro stagno: quello del PD ha (anche) qualche pesce non disprezzabile, quello della Lega ha solo vecchi scarponi muffi. In Lombardia le cose vanno in parte diversamente, e non ho problemi a dirlo, del resto non sono io a copiare maldestramente gli atti regionali lombardi cambiando MI con TO… Siamo in una situazione sanitaria ormai disperata, e non siamo nemmeno a dicembre. Le possibilità di evitare tutto questo c’erano e nessuno, pur avendo tutte le possibilità, ha fatto nulla. E la cosa per me più triste è che con un minimo di conoscenza della base dell’infettivologia e dell’ecologia di un’epidemia (leggiti gli articoli scientifici di Andrea Rinaldo, EPFL e Uni Padova al riguardo se ti interessa) queste cose erano chiarissime. E vivo da 6 mesi in attesa dell’ineluttabile disastro che, puntualmente, è arrivato. Ieri il resp. leghista dell’unità di crisi regionale ha chiesto aiuto alle ONG mediche (tipo Emergency e MSF)…

Montani: Presidente Lombardia favorevole al passaggio del VCO - 8 Giugno 2018 - 07:54

Re: Re: Re: Re: Lombardia!
Ciao Giovanni% Il referendum è comunque democrazia diretta. Che poi venga filtrata nella democrazia rappresentativa è altro discorso. Ho sentito rappresentanti della sinistra salottiera mettere in dubbio anche il suffragio universale per non far votare il popolo bue...e poi si domandano perché hanno perso le elezioni. .

Ubriaco e armato: espulso - 22 Agosto 2017 - 03:28

Re: Re: Re: rivedere suffragio universale
Ciao paolino si. Ma siamo sempre li. La tua è comunque una selezione impropria. Io ti potrei dire che ci sono masse indegne di votare perché danno la colpa delle loro miserie al capitalismo o a Trump e vanno in giro a spaccare vetrine e teste e a inneggiare all'antifascismo o all'anarchia. E poi non vedo perché dovrebbero essere tutti meme di facebook quelli che consideri indegni di voto. Quando parli di gente che da la colpa agli stranieri per sfogarsi contro le proprie miserie ti riferisci impropriamente ad una parte politica. E tirando le somme consideri chi vota a destra una specie di ominide senza cervello e dunque indegno di votare. Io penso lo stesso per altri. I cosiddetti antirazzisti che in America distruggono i monumenti sudisti ad esempio. Gentaglia che distrugge la propria storia. Oppure chi va in piazza e spacca le vetrate delle banche in nome dell'anticapitalismo. O chi difende clandestini e abusivi dicendo che la polizia è razzista. O con meme da facebook che augurano la morte a Salvini o alla Meloni perché dicono che gli italiani vengono prima degli stranieri. Vedi che ragionando in questo modo il sistema democratico salta. Non possiamo selezionare i nostri votanti preferiti basandosi sui nostri gusti personali. O almeno non in democrazia. Poi nella vita si può fare tutto. Ma togliere il voto all'"ignorante" personalizzato o a chi non ti garba è semplicemente antidemocratico. Che poi la democrazia faccia schifo possiamo discuterne. Ma una testa un voto no. Su questo non ci sono margini di dialogo.

Ubriaco e armato: espulso - 21 Agosto 2017 - 19:46

Re: Re: rivedere suffragio universale
Ciao robi forse non mi sono spiegato. a me della partita destra-sinistra-5 stelle o chi vuoi tu interessa zero,in democrazia non mi preoccupa che vinca uno o l'altro,al massimo mi spiace se perdono quelli che voto io ma nulla più. quello di cui parlo è che a votare vanno masse di homo erectus,a essere ottimisti,che oltre a facebook non vanno,e credono perfino ai meme che un dodicenne capisce senza sforzo. quello mi preoccupa,che una massa di ignoranti enorme,gente che si beve ogni vaccata che legge nei social,abbia lo stesso peso di chi ha un cervello funzionante. sono gli stessi cervelli bolliti che in altre parti del mondo,o in condizioni svantaggiate degenerano poi in quello che vediamo. gente che fa una vita di M,e che incolpa gli stranieri delle proprie difficoltà. che è come dare la colpa al righello perchè ce l'hai piccolo...

Ubriaco e armato: espulso - 21 Agosto 2017 - 19:06

Re: Re: rivedere suffragio universale
Ciao robi se andiamo avanti di questo passo, di universale ci sarà solo il diluvio......

Ubriaco e armato: espulso - 21 Agosto 2017 - 16:26

Re: rivedere suffragio universale
Ciao paolino Il problema grosso sarà decidere a chi togliere il diritto di voto. Non credo che le forze politiche si possano mettere d'accordo. La sinistra vorrà toglierlo a quelli di destra e viceversa mentre i grillini a tutti meno che a loro. Oppure toglierlo alla categoria che non sopportiamo. Ma a questo punto ne rimarrebbero ben pochi. Potremmo fare come in Corea del Nord o in Venezuela ma non mi pare una grande idea. Non credi convenga accettare il risultato delle urne per quelli che è? Dopotutto la politica propone idee e soluzioni diametralmente opposte e poi ciascuno decide a chi dare il voto. Almeno in democrazia si fa così. Non è il massimo ma le altre soluzioni non mi convincono molto. Anche perché ad esempio se Paolino vuole togliere il diritto di voto a Robi e lo stesso vuole fare Robi con Paolino....come la mettiamo? Saluti

Ubriaco e armato: espulso - 21 Agosto 2017 - 15:56

Re: rivedere suffragio universale
Ciao paolino, già che ci siamo rivediamo prima lo Ius Soli

Ubriaco e armato: espulso - 21 Agosto 2017 - 15:32

rivedere suffragio universale
qui c'è gente che crede ai meme di facebook,e in quel modo si fa delle "opinioni" sulle questioni serie e drammatiche di oggi. a questa gente andrebbe revocato il diritto di voto,almeno fino a quando non dimostrino di avere cognizione di ciò di cui si parla.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti