Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Verbania : Cronaca

Baratto amministrativo

Verbania ha istituito il baratto amministrativo: le persone in difficoltà economica temporanea con ISEE fino a 15 mila euro possono saldare il debito della TARI di quest'anno impegnandosi in interventi di riqualificazione del territorio.

Verbania
Baratto amministrativo
Regolamento e bando sono pubblicati sul sito del comune. Il baratto amministrativo è rivolto a tutte le persone e famiglie con difficoltà economiche.

La domanda di partecipazione alla selezione, redatta in carta semplice e debitamente firmata,indirizzata al Comune di Verbania, piazza Garibaldi, 15 – Verbania - dovrà pervenire, a pena di esclusione , entro le ore 12.00 del giorno 15 maggio 2019.

La domanda può essere presentata direttamente all’Ufficio Protocollo dell’Ente o spedita a mezzo del servizio postale con raccomandata con avviso di ricevimento, oppure inviata a mezzo PEC all’indirizzo: istituzionale.verbania@legalmail.it




4 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di arte monica 1Idea nata dai 5 Stelle
arte monica
17 Maggio 2019 - 09:06
 
Sarebbe onesto ricordare che il baratto amministrativo a Verbania è nato grazie a una mozione dei 5 stelle approvata all’unanimità a febbraio 2017, in cui si impegnava l’amministrazione ad andare in aiuto verso le fasce deboli per il pagamento dei tributi comunali con, appunto, la forma del “BARATTO AMMINISTRATIVO” istituendo uno specifico regolamento.
Vedi il profilo di Vincenzo Colombo 1tra il dire ed il fare
Vincenzo Colombo
17 Maggio 2019 - 13:42
 
c'e' di mezzo il mare. Le idee buove bisogna poi realizzarle. Ottimo. Complimenti
Vedi il profilo di daunmiopensiero 2Baratto della coscienza
daunmiopensiero
18 Maggio 2019 - 09:30
 
Forse è il caso di riflettere, a mio parere.
Uno sta già penando per tirare avanti la baracca e si deve fare carico di un altro fardello, esibire la propria povertà. Apparentemente può essere ritenuta una bella opportunità, ma naturalmente lo è solo quando riguarda gli altri; naturalmente posso sbagliarmi e quindi per verificare la mia presunta fallacia propongo che unitamente a coloro che hanno tali problemi economici si uniscano anche altre persone, quelle che non hanno problemi di denaro, in tal modo forse proveranno sulla propria pelle cosa significa venire additati come poveri.
Vedo molte persone e molti enti pubblici e molte associazioni che godono nel "dare al povero", ebbene io credo che il problema stia proprio lì, sospetto che una delle radici della sostanziale impossibilità di equa distribuzione delle ricchezze, perché è di questo in definitiva che si sta ragionando, nasca da meccanismi che per loro natura remano contro, a livello inconscio (dovrei argomentare meglio ma qui non è il caso) ma pure egoistico, solitamente ammantati di buonissime e sante intenzioni.
Vedi il profilo di Vincenzo Colombo 1Re: Baratto della coscienza > privacy
Vincenzo Colombo
20 Maggio 2019 - 09:22
 
Capisco il dubbio, ma questo e' un obbiettivo di livello superiore.....nel frattempo pero', anche se non e' perfetta eticamente, mi sembra una buona iniziativa. Si puo' anche lavorare senza essere messi in berlina, dipende dalle mansioni che verranno offerte e dalle garanzie di privacy che devono essere rispettate per legge.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti