Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco : Baveno : Eventi

“Marmi figurati d’età romana a Baveno”

La pietra racconta 2020. Al via on line il primo evento della rassegna “Marmi figurati d’età romana a Baveno”. Sabato 4 aprile 2020 ore 16 sul canale You Tube Ecomuseo del Granito sulle pagine Facebook @EcomuseodelGranito @BavenoTurismo

Baveno
“Marmi figurati d’età romana a Baveno”
La rassegna “La pietra racconta”, giunta quest’anno alla quarta edizione, è un calendario di eventi coordinato sui territori di Mergozzo e Baveno, che nasce dal desiderio di trattare il tema della pietra in rete su un territorio omogeneo, declinandolo in proposte culturali variegate all’interno dei musei e nei luoghi all’aperto.

Data l’attuale situazione di limitazione delle attività, per non venir meno alla nostra missione di promozione culturale del territorio, proporremo il primo evento della rassegna esclusivamente on line attraverso il canale You Tube Ecomuseo del Granito e le pagine social Ecomuseo del Granito e Baveno è Turismo e Cultura, quando dalle ore 16 di sabato 4 aprile sarà fruibile collegandosi al canale o ai social.

L’incontro via web, dedicato ai Marmi figurati d’età romana a Baveno si articola in un momento di presentazione del periodico ANTIQVARIVM, edito dal Gasma, Gruppo archeologico storico mineralogico di Arona, che nel numero uscito a dicembre 2019 raccoglie un caleidoscopio di lavori archeo-storici. Una serie di articoli focalizzano l’attenzione sulla città di Arona, con inedite scoperte archeologiche e con approfondimenti su edifici sacri e sul Lapidario della Canonica di S. Maria, su suoi illustri cittadini come l’intagliatore seicentesco Francesco Perella o il cardinal Maurilio Fossati e su due fiorenti aziende commerciali e artigianali: la Luigi Guffanti 1876 e la Piazzai Models.

Allargandosi al territorio circostante Antiquarium 2019 tratta anche delle incisioni rupestri delle colline di Fosseno, di un frammento d’ara romana da Gattico, di tematiche storiche riguardanti le Isole Borromee, il Vergante, Castelletto Ticino e inoltre, di particolare interesse nel nostro caso, dei monumenti marmorei romani di Baveno.

Ecco perché la seconda parte sarà sotto forma di visita virtuale proprio ai monumenti marmorei figurati rinvenuti a Baveno. Questa parte, sviluppata dall’archeologa Elena Poletti, autrice del contributo nonché coordinatrice dell’Ecomuseo del Granito, presenterà tre insigni reperti lapidei scolpiti con figure e ritratti nel marmo rosa di Candoglia, risalenti alla metà del I secolo d.C.

Due di essi, rinvenuti in anni recenti, sono visibili nel circondario della Canonica bavenese, un terzo, ritrovato in un lontano passato e per lungo tempo considerato perduto, è stato riscoperto nei magazzini delle Civiche Raccolte Archeologiche di Milano, e, per questo in particolare, la visita virtuale è al momento l’unica forma di fruizione possibile.
La visita virtuale dei tre marmi di pregio consentirà di mettere in luce il ruolo rilevante di Baveno nel tessuto geografico ed economico del lago Maggiore in età romana.

Il canale You tube, dove sono già disponibili diversi materiali video relativi alla storia estrattiva e ai monumenti in granito e marmo del territorio, potrà rappresentare una nuova e significativa modalità di fruizione del patrimonio storico dell’Ecomuseo e dei suoi eventi.

L’iniziativa è il primo appuntamento del progetto di rete “La pietra racconta” 2020, realizzato in collaborazione tra Comune di Baveno, Comune di Mergozzo e GAM, con il sostegno di Fondazione Comunitaria del VCO.

Ricordiamo inoltre il grande impegno di Fondazione Comunitaria del VCO in questo momento di emergenza, con la campagna #sìAMOilVCO, a cui si può aderire donando con le modalità indicate al link http://www.fondazionevco.org/news/insiemevco/

Immagine 1
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti