Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

arpa

Inserisci quello che vuoi cercare
arpa - nei post

Coronavirus Piemonte il bolletino del 12 marzo 2020: 25 i deceduti per Covid-19 in Piemonte - 12 Marzo 2020 - 15:50

Riceviamo e pubblichiamo il bollettino contagi

Coronavirus: Piemonte da più funzioni ad arpa - 10 Marzo 2020 - 18:06

Visto l’aumento dei contagi da Coronavirus in Piemonte, l’assessore all’Ambiente Matteo Marnati ha deciso di mettere l’arpa al servizio di Asl e Comuni estendendo temporaneamente il raggio di competenze dell’agenzia per il contenimento della diffusione del virus.

Polizia Provinciale report anno 2019 - 15 Febbraio 2020 - 15:03

Nove agenti, due ufficiali, un istruttore amministrativo quotidianamente intervengono nelle molteplici competenze in materia faunistico ambientale e unitamente ad altre forze di polizia presenti sul territorio provinciale contribuiscono al mantenimento di un elevato valore naturalistico per la nostra Provincia.

Massima pericolosità incendi boschivi - 5 Febbraio 2020 - 17:04

La Direzione Opere Difesa del suolo, Protezione civile Trasporti e Logistica, ha dichiarato lo stato di massima pericolosità incendi boschivi su tutto il territorio piemontese a partire dal 6 febbraio 2020, sulla base del livello di pericolo e dei prodotti forniti dal Centro funzionale regionale arpa Piemonte.

Pericolo valanghe in generale diminuzione - 28 Dicembre 2019 - 08:01

Settimana caratterizzata da forte vento in tutti i settori, soprattutto sulle zone di confine dove sono state registrate anche nevicate con quota neve variabile tra i 1300-1500m e i 2000-2200m.

Maltempo: Protezione Civile in Preallarme - 20 Dicembre 2019 - 16:56

Una profonda area depressionaria nordatlantica sta attualmente interessando il nordovest italiano, portando tempo perturbato sulla nostra regione.

L'arte delle 6 e 47 corde - 29 Novembre 2019 - 19:06

Il Gruppo Alpini di Massino Visconti promuove il debutto di due giovani progetti di musica classica.

Allerta meteo: situazione stabile, attenzione alle valanghe - 25 Novembre 2019 - 17:04

Per le prossime 24 ore, arpa ha emesso un’ allerta arancione per rischio valanghe in tutti i settori alpini piemontesi, per la possibilità di distacchi di grandi valanghe spontanee che potranno interessare la viabilità.

Allerta meteo: situazione critica ma in miglioramento - 24 Novembre 2019 - 17:12

Allerta rossa ancora oggi per rischio idrogeologico e idraulico su astigiano, alessandrino e Valli di Lanzo e Orco. Allerta arancione nelle restanti zone. Lago Maggiore prossimo al livello di guardia.

Permane l'Allerta meteo - 24 Novembre 2019 - 09:18

L’area depressionaria di origine atlantica, responsabile delle intese precipitazioni di ieri, ed il minimo al suolo ad essa associato si posizionano sul mare ad ovest di Corsica e Sardegna. Questa configurazione convoglia ancora forti correnti da sudest al confine con la Liguria e da est-nordest sulle pianure, che mantengono precipitazioni diffuse su tutto il Piemonte.

Allerta arancione. Situazione in peggioramento - 23 Novembre 2019 - 12:34

Secondo i dati arpa, nelle ultime ore si sono registrate intense precipitazioni sulla fascia pedemontana e sul settore appenninico con valori molto forti sull’Alessandrino al confine con la Liguria. Nevicate intorno intorno ai 20-30 cm sull’arco alpino dal Cuneese al Verbano sopra i 1.200 m.

A Verbania livello di allerta Arancione a partire da domani - 22 Novembre 2019 - 19:26

E’ questo lo scenario annunciato oggi alle ore 13 da arpa Piemonte per il VCO.

Allerta arancione nel VCO - 20 Ottobre 2019 - 15:33

L’intensificazione del flusso di correnti sciroccali che sta investendo la nostra regione causa un ulteriore peggioramento del tempo con precipitazioni anche forti o molto forti attese, a partire dal tardo pomeriggio e nella serata odierna, sulle zone orientali del Piemonte. Altrove le piogge saranno meno intense e più discontinue.

“Io non rischio” - 11 Ottobre 2019 - 09:05

Il volontariato di protezione civile, le Istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese.

E' stato un DownBurst a colpire Verbania - 13 Agosto 2019 - 18:06

Il violento nubifragio che ha colpito Verbania ieri attorno a mezzogiorno, ha un nome, per i meteorologi è un downburst.

Ghiffa in Musica a Susello - 12 Agosto 2019 - 19:06

Ghiffa in Musica 2019 prosegue la stagione musicale con un concerto martedì 13 agosto alle ore 21,00 con un concerto presso Chiesa di S. Maria Assunta – fraz. di Susello.

Al via Premeno Classica 2019 - 26 Luglio 2019 - 09:33

Cinque appuntamenti, a partire dal 27 luglio. Si terranno a Villa Bernocchi e nelle caratteristiche chiese del territorio e sono organizzati dall’Accademia Musicale di Premeno.

Ghiffa in Musica 2019 - 4 Luglio 2019 - 15:46

Rassegna Musicale realizzata con il patrocinio e il contributo del Comune di Ghiffa.

Caldo: altra giornata record, domani lieve calo - 28 Giugno 2019 - 18:32

Il 27 giugno 2019 è risultato in Piemonte il giorno più caldo in assoluto degli ultimi 62 anni, superando l’11 agosto 2003. Da domani un calo di 4/5 gradi.

Concerto Musicale Duo Shofharp - 27 Giugno 2019 - 18:15

Venerdì 28 giugno 2019, alle ore 21.00 Concerto per la rassegna Mergozzo Si... Nota.
arpa - nei commenti

Sciopero ASL VCO - 11 Settembre 2019 - 09:16

Re: W l'Italia
Ciao robi Va' pensiero Brano di Filippa Giordano Testo Va, pensiero sull'ali dorate va, ti posa sui clivi, sui colli, ove olezzano trepide e molli l'aure dolci del suolo natal! Del Giordano le rive saluta, di Sionne le torri atterrate... Oh, mia patria sì bella e perduta! Oh, membranza sì cara e fatal! arpa d'or dei fatidici vati perchà© muta dal salice pendi? Le memorie nel petto raccendi, ci favella del tempo che fu! O simile di Solima ai fati traggi un suono di crudo lamento, o t'ispiri il Signore un concento che ne infonda al patire virtù! che ne infonda al patire al patire virtù, che ne infonda al patire al patire virtù! al patire virtù!

Piemonte: imprese segnali negativi - 18 Ottobre 2018 - 11:41

Re: Ecco...
Ciao robi ho appena letto una ricerca di arpa Piemonte che riporta come nel sia nel 2016 che nel 2017 in Lombardia è piovuto meno che in Piemonte. se passiamo in Lombardia quindi pioverà anche meno.

Chifu e Immovilli: Il Maggiore, parcheggio e Movicentro - 11 Gennaio 2018 - 16:16

Ragioni e Torti
Non sono quasi mai d'accordo sulle analisi di Renato, ma su due questioni non v'è dubbio alcuno: - Struttura CEM: c'è stato un errore tecnico (e non politico come in tanti vogliono farlo passare). Qualcuno ha sbagliato i conti e qualcun'altro si è accorto troppo tardi che il fascicolo antincendio non era conforme alle direttive. E' pacifico che, per non attendere i tempi della Giustizia, si debba procedere con le correzioni del caso; ma è altrettanto doveroso perseguire chi ha creato il danno e pretendere il rimborso delle spese. Per questo tipo di cose ci sono le assicurazioni; non si conosce la genesi di questo errore, ma immagino non sia così complesso scoprirla. Tuttavia, per trasparenza, l'Amministrazione ben farebbe a rendere pubblica la storia, demandando alle azioni giudiziarie il recupero delle somme spese. - Inquinamento ex gasometro: è lapalissiano che nessuno mai pagherà per i danni procurati. Se mai riuscissero ad identificare i responsabili, le attuali condizioni potrebbero di fatto rendere impossibile il recupero delle maggiori spese. Ma qui finisce il mio appoggio a Brignone: sul resto della linea, rimango distante dalle sue osservazioni. In primo luogo, la scelta del materiale non c'entra nulla con le tempistiche del cantiere: installare un legno non trattato o trattato in fabbrica è la stessa cosa. Inoltre ognuno fa il suo mestiere: se Notarimpresa aveva come scopo di fornitura la realizzazione di un'opera con capitolati e materiali ben precisi, non era suo compito verificare. Vero che in questo modo la qualità di qualsiasi attività migliora, ma portando all'estremo questo concetto, allora anche il tecnico controllore deve essere controllato. Se il fascicolo anticendio era predisposto ed approvato, perchè mai il "magut" avrebbe dovuto metterci becco? Vale comuque quando detto sopra al primo punto: qualcuno ha sbagliao e giusto che paghi. Per quanto riguarda il parcheggio, l'unico vantaggio di una soluzione a raso era un evidente risparmio di denaro: per il resto avrebbe potuto accogliere verosimilmente solo un terzo della auto che potrà ospitare il nuovo edificio e, se non se ne fossero accorti con gli scavi, avrebbe lasciato gli inquinanti così come sono. Oppure, una volta scoperti, i costi di bonifica avrebbero certamente superato quelli di costruzione dello stesso parcheggio, avendo ben presente che nessuno pagherà mai per i danni procurati. Tornando al contenuto dell'articolo, sarebbe davvero dannoso (ai fini della realizzazione dell'opera) attendere che l'ente provinciale si esprima in maniera definitiva: non hanno soldi per il riscaldamento degli istituti secondari (leggasi riduzione dei giorni di scuola) e sappiamo bene come è finito il cantiere Movicentro. Per non parlare della manutenzione delle strade a loro gestione (con il teatrino annuale sui fondi per lo spalamento neve!). E' ragionevole pensare che la spesa di 186k€ per l'anali di rischio (spero ed immagino con relativi carotaggi) abbia portato ad un risultato tecnico congruo (ma questo non si può dire: hanno sempre ragione chi è contro l'amministrazione!). La provincia e l'arpa avranno speso un decimo, ma si arrogano il diritto di porre veti solo perchè l'analisi del sottosuolo dovrebbe estendersi anche alle zone adiacenti....e chi pagherebbe? Carotiamo il San Francesco e poi se il sottosuolo è inquinato lo tiriamo su tutto per bonificare? Paga sempre la provincia!? Mah... Una volta deciso che il progetto è necessario per la città, ben fa l'Amministrazione a tirare dritto poichè siamo molto vicini a ritrovarci un cantiere che mai più si chiuderà a pochi passi dal centro storico, con buona pace di chi alla parola DEGRADO associa il proprio gusto personale. Saluti AleB

Chifu e Immovilli: Il Maggiore, parcheggio e Movicentro - 10 Gennaio 2018 - 16:39

280metri!
Questa la distanza (arrotondata per eccesso visto che il riferimento sono gli uffici di Acqua NO VCO Spa), presa da gmaps, tra il costruendo parcheggio ed il Centro Multieventi. Difficile immaginare che qualcuno che si propone come futura guida cittadina e che vanta profonda conoscenza della città, non sappia che esiste un sottopasso della statale che funge da collegamento tra i due edifici. Piuttosto, il percorso pedonale sarà certamente da sistemare e mettere in sicurezza (anche se è già parzialmente protetto) ed ignoro al momento se sia previsto questo corollario all'interno del progetto di costruzione. Il km scarso a cui si fa riferimento è la distanza che separa il parcheggio con il centro città: chissà, magari la nuova leadership proporrà un silos fronte lago negli anni a venire? Tornando al tema dell'inquinamento dell'area, forse si preferisce lasciarla così com'è invece di fare le dovute bonifiche. Il progetto di costruzione includerà necessariamente opere di bonifica dell'area: spese che, nè il Comune nè gli ex proprietari dell'area si accolleranno senza un reale motivo (d'altronde, per anni l'area è rimasta inquinata con buona pace della nostra inconsapevolezza!). Chiediamoci quindi se è meglio un'area bonificata con un parcheggio in più, oppure non avere altri posti auto lasciando tutto così com'è. Da quello che si legge dagli articoli di giornale, arpa e PROVINCIA non hanno dato parere positivo poichè richiedono ulteriori verifiche sulle aree limitrofe. La domanda è: una volta che riscontreranno che anche le altre aree sono inquinate, chi metterà i soldi per le ulteriori bonifiche? La provincia? Vogliamo scherzare, vero? Curioso notare come da una parte si contesta il parcheggio selvaggio in Sassonia durante la giornata del mercato cittadino e dall'altra si fa altrettanto contro la costruzione di un nuovo sito, poco distante dalla città e con tecnologie di ultima generazione. Cosa non si fa per farsi notare. Notarimpresa ha terminato il CEM nei tempi dovuti e questo, nel panorama degli appalti pubblici, è già un successo (andare alla voce Movicentro e SS32 Ticinese giusto per un paio di esempi): l'appalto del parcheggio si è fermato non a causa loro mentre il Movicentro è ripartito da poco. Il CEM può essere un caso fortunato? Lo vedremo, ma se anche questi due appalti arriveranno a compimento nei tempi dovuti, fossi il dirigente comunale, darei l'esclusiva a questi signori per le costruzioni comunali dei prossimi trent'anni! Infine, ben venga la denuncia all'Autorità preposta e perché non denunciare direttamente anche il Prefetto visto che si insinua connivenza: certo, facile fare comunicati stampa e meno esporsi direttamente con atti formali. Certo è che se, a detta del denunciante, la magistratura per mezzo della GdF non ha ancora dato esito agli esposti ricevuti (alcuni di essi ormai abbondantemente datati), non viene il dubbio che in realtà sia tutto in regola? No, vero? Saluti AleB

"Come sta l'aria a Verbania?" - 24 Ottobre 2017 - 11:42

Penso che...
...alcune osservazioni debbano essere fatte più all'arpa che al sindaco

Lega Nord su rottami abbandonati - 8 Ottobre 2017 - 07:33

arpa..
L'arpa secondo quanto scritto nel comunicato non ha agito molto correttamente. Non vorrei fosse per vicinanza politica tra regione e comune. Non voglio pensarlo. Comunque sto porto fa schifo. E questo è un punto sfavorevole sindaco che in altri casi mi piace. Ma io sono obbiettivo è la cosa del porto va sistemata subito!

Sveglia al suono della raccolta vetri - 23 Agosto 2017 - 09:00

Re: Re: problema stupido
Un saluto a tutti, mi pare un po' strano che tra i commenti nessuno abbia parlato di inquinamento acustico....il fragore delle bottiglie supera di gran lunga i Decibel consentiti dalla legge e soprattutto in questo caso si parla di "disturbo alla quiete pubblica". Quelli di Voi che dichiarano di alzarsi prestissimo la mattina sicuramente hanno lavori distanti oppure di ufficio, perché Vi assicuro che anche se arrivo in cantiere alle 5 di mattina, la legge mi impone precisi orari prima di poter utilizzare attrezzature rumorose, altrimenti vado in contro a sanzioni....... Ditemi poi perché in estate si raccoglie prima il vetro dell'umido??? Il traffico dei mezzi per la raccolta dell'umido è lo stesso generato dalla raccolta del vetro quindi mi volete dire che è meglio raccogliere prima il vetro e lasciare al sole i bidoni dell'umido??? Molta ignoranza e poca collaborazione tra i cittadini......classico caso italiano..... Se siete infastiditi da questi rumori fate denuncia ad arpa e vedrete che in breve tempo si slitterà l'orario del ritiro del vetro. Un saluto a tutti.

Verbania punta sulle case dell'acqua - 12 Settembre 2015 - 12:31

PER Shpalman
Cocordo con lei quasi su tutto,in un solo punto penso che lei sbagli ed è di fidarsi troppo della società che controlla il servizio che a volte è controllata e controllore,e la cosa non va bene. E l'arpa la stanno smantellando.

Il Viminale taglia la Prefettura di Verbania - 11 Settembre 2015 - 13:09

Bravo!
Giovanni%( come fa sovente) ha colto nel segno:il guaio è che dopo lo smantellamento della prefettura seguirà quello di tutti i comandi provinciali delle forze dell'ordine, dei vigli del fuoco, ecc. In un terriorio come il VCO dove, per altro, lo smantellamento sta avvenendo in forma strisciante e nel silenzio assordante da parte di chi dovrebbe reagire picchiando i pugni sul tavolo ( e se serve anche altrove, vale a dire i sindaci, specie quelli taragti PD per i quali guai a disturbare il manovratore toscano!); basta vedere cosa è stato fatto con l'arpa. A breve smantelleranno uno dei due DEA. A cosa è valso riempirsi la bocca di specificità montana e di provincia che non deve essere soppressa?Non sottovalutiamo poi che in prefettura ci lavorano persone che sono del VCO, abitano, vivono e quindi spendono e consumano in Verbania e dintorni: nella migliore delle ipotesi dovranno trasferirsi,loro e le loro famiglie, a Novara. Magari c'è gente che qui ha acquistato una casa, un appartamento per il cui acquisto ha acceso mutui: nulla di tutto ciò pare importare a chi da Roma, senza nessuna conoscenza delle realtà locali, gioca a tirar righe su una carta geografica.Solo chi ha un piccolo cervello e quindi una piccola visione della realtà del VCO può essere felice o fregarsene se il massimo organo della rapresentanza statale in loco viene trasferito altrove. Nella visione romanocentrica si finge di voler fare tagli per risparmiare, ma non si taglia mai dove si dovrebbe e dove davvero si potrebbe fare creando fonti di guadagno, Già il problema più grosso, più impellente, irrinunciabile, a rischio di vita e di morte è quello del riforma del Senato....e detto questo è detto tutto sulla levatura mentale di chi sta al timone.Triste doverlo ammettere, ma questi stanno superando di gran lunga l 'utilizzatore finale della nipote di Mubarak: mai avrei pensato che qualcuno ci sarebbe riuscito!

Uffici postali montani prosegue la "lotta" - 6 Settembre 2015 - 14:37

Perché no ?
Perché non combattere contro la chiusura degli uffici postali, che è caduta dall alto sui piccoli Comuni ? Del resto in questa Provincia vi sono Comuni piccolissimi, e lo stesso Capoluogo è un paesone (30.000 abitanti solo...), e gli Uffici postali secondo me rappresentano un presidio per questi piccoli centri che già soffrono di disagi logistici ed infrastrutturali..... E comunque se non ve ne siete accorti, piano piano stanno svuotando questa Provincia ( Dea, Prefettura ( a quando il nuovo Prefetto?) , arpa, Uffici regionali, uffici postali ....), eppure i politici di spicco regionale e nazionale non mancano 😎

"Nel silenzio il lento smantellamento dei centri per l’impiego del VCO" - 23 Luglio 2015 - 11:30

Smantellamento Uffici Centro per l'impiego
Pare che ci sarà un unica sede del centro per l'impiego e questa sarà nei locali a loro volta smantellati dei laboratori arpa di Omegna. Su questo smantellamento e sui disagi conseguenti lo smantellamento delle varie sedi dei Centri per l'impiego ci sarebbe molto da dire.

Arpa al lavoro per controllare il Torrente Cannobino - 15 Aprile 2015 - 13:45

Può darsi
Può darsi, di certo la colpa non è dei tecnici arpa che intervengono, oltre che d'iniziativa, su segnalazione e/o quando richiesti. Quindi la colpa è di chi, se e pur a conoscenza, non ha chiesto subito il loro intervento. In un fatto analogo successo poco lontano è intervenuta la Forestale che ha provveduto come si doveva nei confronti di una ditta che aveva rilasciato acque cementizie in un torrente causando la moria di molte trotelle.

Arpa al lavoro per controllare il Torrente Cannobino - 14 Aprile 2015 - 14:08

5 giorni dopo
Arrivare sul posto 5 giorni dopo penso possa servire a poco: in certi casi l'immediatezza è fondamentale....ma c'è chi ha sostenuto che l'arpa ad Omegna era superflua!

M5S: "...e sai cosa bevi!" - 25 Marzo 2015 - 17:55

per chi suona la campana
un giorno il candidato sindaco Campana si lamentò con me perché avevo proposto ai sindaci del VCO di usare come scrutatori per le regionali ed europee : giovani, disoccupati , cassaintegrati , dicendo che lo avevano fatto prima loro ed io onestamente non lo sapevo (risultò che era arrivato prima di un'ora). Ora vorrei ricordare al grillino che sono stato l'unico ad avere parlato del pozzo 9 con il commissario dott. Mazza ( mentre la rappresentate dei 5 stelle parlò di fantomatici buoni di scambio.. tipo baratto), che il consigliere Di Gregorio già la scorsa legislatura aveva presentato interpellanze , che anche adesso si sta interessando sulla questione arpa e sempre del pozzo 9. a differenza di Campana io non mi lamento, ben venga se qualcun altro si è accorto della questione. A differenza di qualcuno non abbiamo la capacità di pubblicizzare quello che facciamo

Orari uffici pubblici: rigore o flessibilità? - 8 Marzo 2015 - 09:39

empatia con il pubblico e orari
Capisco il senso di frustrazione e la rabbia che si prova quando ti si chiude davanti agli occhi una serranda (mi è capitato anche davanti ad un supermercato o davanti ad un negozio.. quindi non accade solo con il servizio pubblico). Concordo che INPS dovrebbe rivedere il suo orario di ricevimento inserendo anche delle opzioni pomeridiane. Detto questo vi inviterei a riflettere, soprattutto con accenno al servizio sanitario (ASL, ospedali ecc) che i tagli prodotti fin qui e quelli previsti per il futuro non faranno altro che peggiorare la situazione. Che il disservizio sarà all'ordine del giorno, perchè non si può pensare che i servizi erogati da un sistema organizzato in un certo modo per una certa quota di cittadini possa funzionare con sempre meno personale. Ricordiamoci che ogni volta che auspichiamo di mandare a casa un funzionario, togliamo una quota di servizio al cittadino! Per quanto riguarda l'intervento sopra di quel lettore che ha visto un dipendente pubblico farsi fare la piega in orario di servizio, ebbene ha una sola ed efficace arma: la denuncia (se è sicuro che quella persona non sia in ferie naturalmente). Infine un piccolo accenno a ciò che il nostro territorio sta perdendo in termini di servizi mi sento di farlo: ASL, arpa, Provincia si stanno sgretolando e i primi a farne le spese saremo noi! I nostri referenti politici a livello regionale (a partire dal vice presidente), quelli che noi abbiamo eletto nelle scorse elezioni, non mostrano grande interesse nel voler mantenere questi servizi al punto di vederli sparire a poco a poco. Magari ricordiamoci di questo nel futuro. un cordiale saluto a tutti

Castelletto: lago in giardino - 7 Novembre 2014 - 17:21

ah lettore!
Se le va a fuoco la casa, aspetta che siano gli altri ad avvisarla?? Abitando in zona a rischio, un'occhiata ai bollettini dell'arpa, magari sarebbe da dare....

Domani allerta arancione per rischio idrogeologico: SS34 a rischio? - 3 Novembre 2014 - 20:14

x Kiry e Grisu
Prendo atto che non siete stati capaci di rispondere alla mia domanda. Unica considerazione: se l'altra volta ci sono state 2 frane, questa volta (che è prevista molta più pioggia) magari maggiore attenzione non è eccesso di precauzione. Comunque chi dovrebbe fare manutenzione e chi lancia le allerte sono personaggi diversi. Quindi non è che chi non avrebbe fatto manutenzione può rimediare alle proprie manchevolezze, emettendo allerte meteo per pararsi i fondelli. La manutenzione delle strade, ad esempio, la deve fare il proprietario della strada (Anas, provincia, ecc), l'allerta meteo la fa protezione civile su indicazione di arpa.

Venti forti e freddi dalla serata su tutta la regione - 22 Ottobre 2014 - 08:16

ma anche...
...arpa Piemonte. Certo evitiamo le porcherie dei siti privati non istituzionali

Maltempo - Raccomandazioni dal Comune - 13 Ottobre 2014 - 14:02

Le istituzioni.
No, i verdi e l'arpa sono enti indispensabili, perchè servono a monitorare e informare le istituzioni ed i privati quando l'ambiente presentasse situazioni di pericolo e malessere geologico. Sono le istituzioni che, avendo personale stipendiato e votato dai cittadini, dovrebbero provvedere ad intervenire con celerità a far effettuare le manutenzioni e le modifiche strutturali. Nel caso di Genova pare proprio che non abbiano svolto il loro compito., aspettando che prima succedesse il fattaccio. Stamane, girando per Intra, ho visto grosse pozzanghere d'acqua, larghe 10-15 metri, che si erano formate vicino a tombini per acque reflue, e guardando meglio, ho notato che si erano formate perchè le griglie dei tombini erano otturate dal fogliame autunnale. Qualche anno fa ricordo che avevo avuto il seminterrato di casa allagato dall'acqua puzzolente della fognatura, per mezzo metro , come moltissimi altri verbanesi, perchè le griglie dei tombini della città erano otturate, e quel giorno era piovuto a bombe d'acqua, che non aveva trovato sfogo nelle fognature. Un danno enorme, che il sindaco di allora non aveva pensato a scongiurare il giorno prima. Quel sindaco, che avevo votato qualche anno prima, pochi mesi dopo alle elezioni amministrative, non è stato più rieletto dai verbanesi, anche per quel motivo.

Riorganizzazione Arpa: lettera dei lavoratori Vco - 13 Ottobre 2014 - 10:09

Tornate sul tema
Cari tutti, mi sembra che ognuno, in questo "dibattito" ci mette le sue idiosincrasie, le sue paturnie ed i suoi risentimenti. Qui c'è solo un fatto: la riorganizzazione degli uffici toglie servizi alla popolazione, il resto non c'entra. Non c'entra il sud, il nord o il centro, non c'entrano le scuse e le interpretazioni sul "grasso che cola" del Renzi (che è proprio un insulto a tutti, non solo ai lavoratori pubblici), non c'entrano proprio i sindacati (e dove li vede il signor Paolo, che la lettera è dei lavoratori?). Se vogliamo dibattere su qualcosa dibattiamo sui servizi di arpa, sulla loro funzione e su come vengono resi. E se ci sono rimostranze legate a disservizi o altro pensate che dopo la riorganizzazione ce ne saranno ancora di più. E allora torniamo sul pezzo se vogliamo farlo, altrimenti è meglio tacere.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti