Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

poste

Inserisci quello che vuoi cercare
poste - nei post

poste: Trobaso torna alla normalità - 20 Settembre 2020 - 08:01

Da lunedì 21 settembre anche l’ufficio di Trobaso – Via Repubblica 91 a Verbania tornerà ad essere aperto tutti i giorni dal lunedì al sabato.

Pallanza: la Posta torna ad orario continuato - 6 Settembre 2020 - 08:01

poste Italiane comunica che da lunedì 7 settembre, l’ufficio postale di Pallanza tornerà ad essere disponibile per la cittadinanza con orario continuato dal lunedì al venerdì, dalle 8.20 alle 19.05 (il sabato fino alle 12.35).

Direttori di RSA replicano nuovamente ad ASL VCO - 18 Agosto 2020 - 15:03

A seguito del comunicato di ASL VCO in risposta a quello inviato da 7 direttori di rsa della Provincia, quest'ultimi tornano sull'argomento emergenza covid-19 e servizi.

PD Verbania su variazione di Bilancio - 1 Agosto 2020 - 11:08

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Partito Democratico Verbania, a margine del Consiglio Comunale di giovedì 30 luglio 2020, sulla variazione di Bilancio.

Posta: Suna torna operativa tutti i giorni - 27 Giugno 2020 - 10:03

A partire dal 24 giugno, gli Uffici Postali di Suna sono tornati disponibile per la cittadinanza tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 8:20 alle 13:45 e il sabato, dalle 8:20 alle 12:35.

poste: altri due uffici tornano agli orari normali - 14 Giugno 2020 - 10:03

Prosegue il ripristino orario degli Uffici Postali del Verbano-Cusio-Ossola: da lunedì 15 giugno, infatti, anche Arizzano e Malesco torneranno operativi su sei giorni e aperti al pubblico dalle 8:20 alle 13:45 da lunedì a venerdì, ed il sabato fino alle 12:45.

Forza Italia su code all poste di Pallanza - 30 Maggio 2020 - 08:01

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Forza Italia VCO, riguardante le code all'ufficio postale di Pallanza.

Centri estivi comunali a Verbania: iscrizioni (on-line) - 28 Maggio 2020 - 15:03

L’Amministrazione Comunale comunica l’apertura delle iscrizioni per i Centri Estivi Comunali 2020.

poste: 10 uffici potenziano gli orari - 14 Maggio 2020 - 10:03

Continua il progressivo ripristino orario degli Uffici Postali nella provincia di Verbano – Cusio - Ossola.

Fondo RipartiPiemonte - 7 Maggio 2020 - 09:33

Tutte le misure necessarie per mettere benzina in questo Piemonte che ha bisogno di ripartire": il presidente Alberto Cirio ha sintetizzato così i contenuti del disegno di legge RipartiPiemonte.

Riapre la Posta di Trobaso - 18 Aprile 2020 - 09:33

A partire dalla prossima settimana vengono riaperti 2 Uffici Postali nel Verbano-Cusio-Ossola, Trobaso e Preglia, il cui orario di apertura al pubblico era stato temporaneamente rimodulato in ottemperanza ai provvedimenti governativi in materia di contenimento del virus e distanziamento interpersonale.

Coronavirus: Piemonte, 5mln di mascherine per i cittadini - 16 Aprile 2020 - 13:01

La Giunta regionale ha predisposto una modifica al bilancio per garantire la copertura economica necessaria all’acquisto delle mascherine da distribuire a tutta la cittadinanza.

Coronavirus: aggiornamenti (10/4/2020 - ore 19.00) da Regione Piemonte - 10 Aprile 2020 - 19:34

Oggi pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, è di 1.021 (156 in più di ieri).

poste e Carabinieri consegnano le pensioni a casa - 7 Aprile 2020 - 18:22

Anche nel VCO poste e arma dei Carabinieri insieme per consegnare la pensione agli anziani che non riescono ad uscire di casa.

Progetto Pronto Soccorso Emotivo - 22 Marzo 2020 - 15:03

L’idea nasce da un gruppo di Psicologi, in una situazione di emergenza sanitaria a causa del diffondersi del COVID-19 e delle ripercussioni per l’intera comunità verbanese in ambito non solo della salute fisica, ma anche psicologica.

poste: diverse modalità pagamento pensioni - 21 Marzo 2020 - 15:03

Accreditate il 26 marzo con ritiro possibile da oltre 7000 Postamat. Per coloro che invece devono necessariamente recarsi negli Uffici Postali per il ritiro in contante sarà effettuata una turnazione in ordine alfabetico. poste invita i cittadini a recarsi in ufficio postale esclusivamente per operazioni essenziali e indifferibili.

Uffici Postali chiusi a Suna Fondotoce e Trobaso - 20 Marzo 2020 - 10:03

"Segnaliamo gli orari degli uffici comunicati da poste Italiane. Invitiamo tutti ad usufruirne solo per servizi indispensabili, rispettando la distanza di sicurezza tra le persone".

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 10 Febbraio 2020 - 18:06

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato Stop 5G del VCO, a margine di un incontro con il sindaco Silvia Marchionini.

Movimento Difesa del Cittadino su Veneto Banca - 12 Gennaio 2020 - 08:01

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Difesa del Cittadino, riguardante la vicenda Veneto Banca.

Metti una Sera al Cinema - Momenti di trascurabile felicità - 9 Dicembre 2019 - 12:05

Il Cinecircolo Socio Culturale Don Bosco, martedì 10 dicembre 2019, per la rassegna "metti una sera al cinema", presso l'Auditorium de Il Chiostro ore 17:15, 19:30 e 21:45 propone la proiezione di "Momenti di trascurabile felicità".
poste - nei commenti

Obbligatorietà della Vaccinazione Antiinfluenzale e Antipneumococcica - 5 Maggio 2020 - 14:54

Qualche altro dato
E siccome è meglio ungere dove si può ungere per evitare i costi non indifferenti dei risarcimenti, i produttori hanno pensato che forse è meglio che questi vengano pagati dai cittadini attraverso lo Stato. Dalla sentenza della corte suprema Usa anno 2011. “Most importantly, the Act eliminates manufacturer liabilityfor a vaccine’s unavoidable, adverse side effects.” Con traduttore automatico: “Ancora più importante, la legge elimina la responsabilità del produttore per gli inevitabili effetti collaterali negativi di un vaccino”. “...the Act expressly eliminates liability for a vaccine’s unavoidable, adverse side effects: “No vaccine manufacturer shall be liable in a civil ac-tion for damages arising from a vaccine-related injuryor death associated with the administration of a vac-cine after October 1, 1988, if the injury or death re-sulted from side effects that were unavoidable even though the vaccine was properly prepared and was ac-companied by proper directions and warnings” Con traduttore automatico: “...la legge elimina espressamente la responsabilità degli inevitabili effetti collaterali negativi di un vaccino: "Nessun produttore di vaccini è responsabile in un'azione civile per i danni derivanti da un infortunio correlato al vaccino o decesso associato alla somministrazione di un vaccino dopo il 1 ottobre, 1988, se l'infortunio o la morte provocavano effetti collaterali che erano inevitabili anche se il vaccino era adeguatamente preparato ed era accompagnato da istruzioni e avvertenze adeguate.” https://www.supremecourt.gov/opinions/10pdf/09-152.pdf Si dicono in sostanza 3 cose: 1- i vaccini possono avere effetti collaterali negativi inevitabili (compresa la morte) anche se adeguatamente preparati; 2- i produttori dei vaccini non sono più responsabili in caso di azioni civili; 3- la conseguenza è che queste ultime nell'eventualità le si fa allo stato. Identica cosa vale per l’Italia, Legge 210/1992. “Chiunque abbia riportato, a causa di vaccinazioni obbligatorie per legge o per ordinanza di una autorità sanitaria italiana, lesioni o infermità, dalle quali sia derivata una menomazione permanente della integrità psico-fisica, ha diritto ad un indennizzo da parte dello Stato”. Ma ritorno all'iniziativa illustrata dal Dott Arturo Lincio, rinnovo le 2 domande poste nel mio messaggio precedente: 1- cosa avverrebbe agli operatori del settore sanitario e gli over 65 in caso di rifiuto? 2- l'ordine dei medici e il Dott Arturo Lincio e tutte le "cabine di regia" annesse e connesse, e i medici che effettueranno le vaccinazioni, sono disposti a garantire con una loro firmetta che risponderanno personalmente per tutte le vaccinazioni che si effettueranno da ora in avanti? Sono domande semplici, anche se non otterranno risposte è sempre meglio che vengano scritte, di modo che ognuno tragga le conseguenze che vuole e inoltre che ne rimanga traccia.

Immovilli: decrescita fa riflettere - 10 Gennaio 2020 - 13:25

Sarà tutto vero...
...ma quando si fanno affermazioni, bisognerebbe anche dettagliarle. Quali sarebbe le iniziative poste in essere che hanno reso la città così attrattiva nel 2012? Quali sarebbero le tasse ecc ecc che sarebbero state rese odiose e soprattutto perché?

Nuove divise per i portalettere - 20 Settembre 2019 - 14:39

Da quando....
Da quando le poste non sono più state considerate un servizio alla comunità siamo andati sempre peggio! E pensare che quando era ragazzo io il postino passava due volte al giorno, mattino e pomeriggio e dire che allora la posta viaggiava in un carrellino blu trainato dalle corriere delle Autolinee Verbano Intra!

Nuove divise per i portalettere - 19 Settembre 2019 - 20:21

poste
Ormai l'andazzo è solo quello di guadagnare sempre più. Tra poco alle poste ci saranno anche medicinali e articoli sportivi. Più avanti i commestibili.

Nuove divise per i portalettere - 19 Settembre 2019 - 09:19

Piuttosto stabillizzate i precari.
Nelle poste ci sono troppi precari e poca voglia di stabilizzarli. E' bene ricordarlo...

WI-FI in 33 uffici postali del VCO - 9 Luglio 2019 - 18:00

In pratica
poste dà un servizio che tutti hanno già compreso nel proprio piano tariffario. Perché navigare tranquillamente dal proprio divano quando si può andare negli uffici postali?

Poste Italiane cerca portalettere nel VCO - 27 Maggio 2019 - 14:26

Re: Re: A tempo determinato
Ciao SINISTRO No sinistro. I lavori stagionali sono i lavori che "risentono delle stagioni" (il bagnino di Rimini, il maestro di sci, il contadino, ecc). Il postino non è un lavoro che risente della stagionalità. Se poste ha bisogno di un postino, lo deve assumere a tempo indeterminato. Assumere un postino per 3 mesi, è una presa per i fondelli.

ODG "Persone in difficoltà e decreto sicurezza" - 14 Gennaio 2019 - 13:43

Se l'acqua....
Se l'acqua è passata percho tirarla nuovamente in ballo qui, come Carige, ove è proprio fuori luogo? E poi solo pochi ormai sono rimasti a non aver capito le fondamentali differenze che sono state poste in essere tra MPS, Banche Venete e Carige. Ma qualcuno preferisce fingere di non aver capito.

Al via i lavori in via Franzosini e piazza Zavattaro - 9 Gennaio 2019 - 13:03

Mi auguro
Mi auguro che le targhette con i nomi dei caduti della grande guerra tornino al loro posto: altri comuni, molto più piccoli di Verbania, hanno rifatto i loro "viali delle rimembranze" rimettendo sempre le targhette con i nomi dei cadut, curano puntigliosamente il benessere e la manutenzione delle piante poste a ricordo dei cadutii ed ogni 4 novembre li ricordano ed onorano con piccoli fiori e nastrini tricolori.

Una Verbania Possibile: bilanci di fine ciclo - 6 Gennaio 2019 - 15:30

Re: Re: luoghi comuni
Ciao Hans Axel Von Fersen sul mancato CPI del teatro è stato scritto tanto e c'è un articolo di VCO24 che spiega bene tutti i passaggi fatti: sono con te quando sostieni che è stato un errore madornale e che qualcuno dovrebbe pagare, ma ho il dubbio che questo "qualcuno" sieda negli organi di controllo competenti e che non sia solo il progettista del costruttore privato. C'è una commissione d'inchiesta in corso e spero che si giunga ad una conclusione da cui trarre le dovute conseguenze. Quello che dico invece è che, in mancanza di altri temi, si continua a far polemica sul nulla: la scuola o qualsiasi altro edificio pubblico di vecchia data ospita cittadini (lavoratori od utenti) per diverse ore al giorno per tutti i giorni. Non è comparabile con la presenza presso il nostro teatro (quasi mai pieno, ma questo è un altro discorso) e quindi la probabilità di accadimento è molto inferiore: non nego ci sia un problema con la conformità alle regole vigenti, dico che sarebbe ora di smetterla di fare allarmismi inutili poichè tali sono. In caso di incendio, la sala ci mette 3 minuti per evacuare avendo l'arena esterna direttamente accessibile dalle porte di emergenza poste sulla facciata. Sulla ex Acetati ormai abbiamo già esposto le ns opinioni: ci diamo appuntamento qui tra 10 anni e conteremo gli esercizi commerciali chiusi **a causa** di questo fantomatico centro commerciale. Probabilmente avranno già chiuso e nemmeno senza nuovi esercizi commerciali: ahinoi, il Sistema Italia ha una miccia sempre accesa. Infine, sul porfido di Intra, può darsi che a qualcuno non stia bene: probabilmente costoro non amano il porfido come pavimentazione. Ce ne faremo una ragione. Fatta. Saluti AleB PS: io cmq continuo ad attendere una risposta di Renato..confido in una sua replica a giorni! :)

VCO: vola l'e-Commerce - 26 Novembre 2018 - 19:48

Non mi fido
Sono diffidente per natura, i miei acquisti in internet non superano mai i 20 euro di valore (colleziono cartoline antiche delle nostre zone e queste sono le miei uniche spese in internet); voglio sempre vedere prima e toccare con mano quello che compero. Se mi fregano, al massimo ho perso 20 euro: mi è già successo di aver pagato e non aver ricevuto le cartoline; il venditore ha dato la colpa alle poste: vero o falso? Non lo saprò mai E poi sono sempre più frequenti le notizie di gente che è stata fregata alla grande: E' successo anche ai miei figli ( acquisto di una macchina fotografcia mai ricevuta) e proprio per questo "il cammello" voglio vederlo sul posto e toccarlo con mano.

Carabinieri: ancora controlli straordinari tra i giovani - 7 Ottobre 2018 - 18:08

Ricordo
Voglio solo ricordare che, l'alcol è dannoso alla salute il fumo di qualsiasi provenienza è dannoso alla salute. Ricordo anche che come forse alcuni fanno finta di ignorare lo stato cioè tutti noi cittadini abbiamo milioni di euro di incasso dalle tasse poste su sigarette e alcolici. Dobbiamo una volta per tutte chiederci da che parte stiamo.

Incontro Poste - Uncem - 25 Maggio 2018 - 10:16

Re: Se in Italia...
Hans Axel Von Fersen mi sa che lei non abita a Cossogno, lo vada a dire a chi ci abita. Peraltro, visto che le poste Italiane offrono anche un servizio finanziario e assicurativo oltre che postale, spesso suppliscono la dove le banche, per mero calcolo d'interesse, chiudono filiali e bancomat (è di questi giorni la chiusura delle filiali della ex BpN in sei centri del VCO) per cui diviene un servizio si base in alcune piccole realtà soprattutto montane. E per inciso, chiarito che le amministrazioni comunali non hanno ne l'obbligo nel il dovere di finanziare un ente che non sia più pubblico bensì una societa per azioni, il comune di Cossogno avrebbe potuto anche pensare di investire denari per il mantenimento del priprio ufficio postale se, ed è un se grande come un condominio, la fusione con Verbania fosse andata a buon fine così da garantire per le casse comunali introiti sufficienti per poterlo attuare. Ma questo, ormai, é divenuto un lontano miraggio per cui oggi come ieri possiamo far conto unicamente sull'azione di mediazione portata avanti dagli amministratori locali e i politici del nostro territorio.

Incontro Poste - Uncem - 25 Maggio 2018 - 08:44

Chiusure
Per HAvF bisognerebbe chiudere tutto, banche, poste,piccoli municipi, magari pure piccoli ospedali, i trasporti pubblici che non si autofinanziano: ma si dai, chiudiamo tutto,ma non stiamo poi a chiederci perchè i piccoli centri, specie montani o valligiani, si spopolano! E' deprimente vedere che c'è chi guarda tutto solo nell'ottica dell'utile economico del guadagno e non tiene in considerazione l'utilità dei servizi! Io resto convinto che se vogliamo far rivivere la montagna e le valli, la presenza di certi servizi è e resta indispensabile.

Incontro Poste - Uncem - 25 Maggio 2018 - 08:44

Chiusure
Per HAvF bisognerebbe chiudere tutto, banche, poste,piccoli municipi, magari pure piccoli ospedali, i trasporti pubblici che non si autofinanziano: ma si dai, chiudiamo tutto,ma non stiamo poi a chiederci perchè i piccoli centri, specie montani o valligiani, si spopolano! E' deprimente vedere che c'è chi guarda tutto solo nell'ottica dell'utile economico del guadagno e non tiene in considerazione l'utilità dei servizi! Io resto convinto che se vogliamo far rivivere la montagna e le valli, la presenza di certi servizi è e resta indispensabile.

Incontro Poste - Uncem - 25 Maggio 2018 - 05:45

Chiusura poste a Cossogno
Con buona pace per chi sosteneva (Comitato NO fusione Cossogno con Verbania), molto strumentalmente e in maniera del tutto interessata, che a Cossogno la Posta sarebbe stata chiusa in caso di fusione con Verbania. Il percorso per la salvaguardia degli uffici postali nei piccoli comuni montani è iniziato da diversi anni, sia a livello locale (nella fattispecie a Cossogno da quasi 20, ovvero da quando mio padre ex sindaco dal 1999 al 2004 se ne fece carico e a seguire dalle amministrazioni Marchionini e oggi Camossi) che a livello nazionale con l'impegno dell'UNCEM del parlamentare Enrico Borghi. Risulta quindi chiaro che un tale percorso di salvaguardia iniziato da decenni avrebbe portato al mantenimento dell'ufficio postale a Cossogno indipendentemente dal fatto che la fusione con Verbania si fosse fatta o meno.

Montani su chiusura sportelli bancari nel Vco - 22 Maggio 2018 - 21:03

Posta banca
Bene lamentarsi.presso gli istituti bancari......... ma la soluzione potrebbe essere di verificare se gli sportelli postali hanno in questi paesi montani gli strumenti finanziari cosi da usarli al posto delle banche per di più le poste sono per il 25% statali le banche no.

Poste non chiude più gli uffici nei piccoli Comuni - 1 Marzo 2018 - 11:13

Insisto
Insisto sulle lettere: ad esempio colleziono cartoline che mi vengono spedite da ovunque e mai sarebbe possibile riceverle via mail; idem per bollette luce/gas: non mi importa nulla della domiciliazione bancaria o di riceverle via internet, le voglio cartacee spedite al mio indirizzo; e con gli abbonati ai quotidiani come la mettiamo? Chi vuole usufruire di internet libero di farlo (ovvio che solo per queste righe sto fruendo di internet!) ma per alcune cose, persone e situazioni il cartaceo lo ritengo ancora indispensabile: le poste sono pagate per questo, prima che per altro.

Automobilisti svizzeri in Italia non pagano le multe - 29 Gennaio 2018 - 14:49

Manteniamo 3 stati
Oltre alle multe ci devono 120 miliardi me lo ha detto un parlamentare svizzero.Tralaltro usano questi soldi per shortare franco svizzero CHF di conseguenza fanno alzare EUR"euro" impedendo la partenza della nostra economia.In poche parole ci stanno ammazzando con i nostri stessi soldi.Ciliegina sulla torta il vaticano ha messo il veto.La svizzera é allo sfacelo.Personalmente con le denunce fatte ho fatto rientrare in Italia gia`200 milioni di euro e nonostante siano entrati in casa mia alle 3 di notte e le minacce ricevute continuero`la mia battaglia affinché ai miei connazionali tornino nelle loro tasche il maltolto dallo stato Helvetico"svizzera"Nella foto l`assalto di 50mila persone al parlamento berna con lancio monetine e uova marce,e non ne ha parlato nessun telegiornale,idue alberghi in Sardegna delle poste Svizzere PTT dovrebbero servire per ospitare funzionari helvetici in pensione e a me risulta che le camere siano affittate a chiunque,spero la finanza controlli anche questo,ovviamente gia denunciati da me l anno scorso........etc.etc.etc.se dovessero entrare tutti i soldi che ci devono avremmo le strade placate oro ,azzerato il problema del lavoro e abbassate della meta`le tasse. https://www.facebook.com/people/Billob-Stuca/100015958662613

Poste piccoli Comuni: audizione alla Camera dei Deputati - 14 Novembre 2017 - 16:11

Prima di pensare ad altro
Prima di pensare ad altro, sarebbe opportuno che le poste facessro "le poste" cioè recpitassero per tempo a al giusto destinatario la corrispondenza; recentemente ho saputo di una persona esclusa da un concorso pubblico perchè la sua domanda è stata recapitata oltre il termine previsto pur essendo stata inviata per tempo, avendoci impiegato 6(e dico sei) giorni per arrivare dalla Sicilia al Piemonte; sul lavoro ho più volte avuto disguidi per corrispondenza non giuntami cme molte volte mi è stata recapitata corrispondenza ( anche delicata, come estratti conto bancari) destinata ad altri, per non parlare di accrediti di versamenti su ccp mai pervenuti nonostante i versanti avessero correttamente pagato il dovuto.E potrei continuare ricordando quando qualche anno fa un telegramma spedito verso una persona residente in un paese confinante con quello di spedizione è stato.....smarrito. Alle mie rimostranze mi era stato detto che, vita la fondatezza del mio reclamo, avrei potuto chiedere il rimborso del costo del telegramma, una risposta che mi ha fatto ancor più imbestialire.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti