Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

religione

Inserisci quello che vuoi cercare
religione - nei post

Betlemme sfida per un Natale di pace nel segno di Astori - 2 Dicembre 2019 - 15:03

Sotto il sole di Betlemme corrono col pallone tra i piedi, i bambini del Cagliari, accanto a una rappresentanza di bimbi di nazionalità palestinese e israeliana. In fondo non importa chi vincerà la "Christmas peace cup", importa che questo sarà un Natale diverso: di pace, nel nome dello sport.

"Non c'è fede che tenga" - 6 Novembre 2019 - 19:06

La società filosofica Italiana sez VCO, la Chiesa Evangelica Metodista, le Biblioteche del VCO e Il Libraccio, propongono giovedì 7 novembre ore 17.30, presso la Chiesa Evangelica Metodista Corso G. Mameli 17, Non c'è fede che tenga.

Gemellaggio Betlemme-Verbania - 8 Agosto 2019 - 09:34

"La città di Verbania gemellata con Betlemme grazie all'impegno di Luca Scolari e dei rispettivi sindaci, Silvia Marchionini e Anton Salman". Di seguito il comunicato ufficiale.

Betlemme pronta a gemellarsi con Verbania - 1 Giugno 2019 - 08:01

Verbania gemellata con Betlemme. A lanciare l'idea è stato ieri, 31 maggio, il sindaco della città natale di Gesù.

Dal VCO a Betlemme in memoria di Astori - 31 Maggio 2019 - 07:02

Aamir, Kamal, Hassan: ci saranno anche loro a giocare al playground che sta sorgendo nel cuore di Betlemme grazie al sogno di Assist for peace che si è realizzato.

Antologia Verbania for Women 2019 - 17 Maggio 2019 - 09:33

Sabato 18 maggio, alle ore 18.00, presso la Libreria Alberti di Verbania si terrà la presentazione del libro: ESSERCI Antologia di racconti del Premio letterario Verbania for Women 2019. A cura di: Mariangela Camocardi In collaborazione con: Città di Verbania, Biblioteca di Verbania e Premio Letterario Verbania for Women.

Mostra ”Cappelline“ di Iaia Filiberti - 29 Marzo 2019 - 16:01

Al Parasi di Cannobio, da sabato 30 marzo a domenica 5 maggio 2019, inaugurazione: sabato 30 marzo, ore 17,00. Le sale espositive di Palazzo Parasi a Cannobio ospiteranno la personale ”Cappelline“ di Iaia Filiberti,

VCO: nasce progetto Gerusalemme in memoria di Astori - 18 Marzo 2019 - 15:03

Venerdì 15 marzo, prima dell'incontro tra Cagliari e Fiorentina, le due società calcistiche hanno diffuso un comunicato congiunto che si allega, nel quale si annuncia che assieme finanzieranno il progetto di realizzare un campo da calcio a Betlemme in memoria di Davide Astori, ex giocatore della prima società e capitano della seconda, scomparso un anno fa.

ODG "Persone in difficoltà e decreto sicurezza" - 11 Gennaio 2019 - 08:05

Riceviamo e pubblichiamo la proposta di Ordine del Giorno presentata dai consiglieri Comunali Brignone Renato, Zanoia Paola, Vladimiro Di Gregorio, con oggetto "Persone in difficoltà e decreto sicurezza".

Verbania For Women 2019 - 6 Dicembre 2018 - 18:06

Lunedì 3 dicembre l’Amministrazione Comunale di Verbania ha presentato la quarta edizione del concorso letterario al femminile, dedicato alla giornalista e scrittrice Alessandra Appiano, scomparsa pochi mesi fa. Il tema del Premio quest’anno si intitola Amiche di salvataggio, come il titolo del libro che scrisse la stessa Appiano qualche anno fa.

Il Kiwanis Club Verbania racconta la Giornata Universale del Bambino - 20 Novembre 2018 - 10:23

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 14 dicembre 1954 raccomandò a tutti i Paesi di istituire la Giornata Universale del Bambino: essa doveva diventare la giornata, nonché il simbolo, della fratellanza e della comprensione tra i bambini in tutto il mondo.

La figura di: Mons. Oscar Romero - 10 Ottobre 2018 - 08:01

Giovedì 11 ottobre alle ore 21, alla Casa della Resistenza, la Parrocchia di Fondotoce, con l’Unità Pastorale di Verbania ed il Vicariato del Laghi, organizzano un evento che vedrà Monsignor Luigi Bettazzi presentare la figura del “Martire per il Mondo” Monsignor Oscar Romero, Vescovo di San Salvador.

“Non c’è gusto senza Bellezza - 13 Maggio 2018 - 11:04

Lunedì 14 maggio apre la Stagione 2018 dell’Associazione Teatro del Chiostro con il tema “Non c’è gusto senza Bellezza” con la proposta MARATONA BEETHOVEN: 3 CONCERTI con Francesco Manara Primo Violino della Scala e con Claudio Voghera pianoforte.

Cannobio incontra la città francese di Sant Leu la Foret - 27 Marzo 2018 - 17:04

Una delegazione del Comitato per i Gemellaggi, guidata dal Sindaco arch. Giandomenico Albertella e dalla Presidente dott.ssa Katia Manfredi ha svolto, su invito del Comune francese di Saint-Leu-la-Forêt (Val-d'Oise-Parigi), una visita preliminare nelle giornate del 23-24-25 marzo 2018 in Francia.

Corso walser a Verbania - 21 Febbraio 2018 - 18:06

Presso l’Università della Terza Età di Verbania è iniziato il corso: “Storia dei walser, il popolo delle Alpi”. Saranno cinque pomeriggi, tutti mercoledì da oggi fino al 21 marzo, dalle ore 15.00 alle 17.00 durante i quali, Cecilia Marone, rappresentante della comunità walser di Macugnaga, presenterà la storia di questo popolo emigrato al sud delle Alpi nel XIII secolo.

"Gli intellettuali giudicano la religione" - 9 Febbraio 2018 - 09:16

Sabato 10 febbraio 2018, alle ore 15.30, presso il Centro Eventi ‘Il Maggiore, "Gli intellettuali giudicano la religione" a cura di Giorgio Cesarale Professore di Filosofia politica all'Università Ca' Foscari di Venezia.

A febbraio nelle biblioteche del VCO - 2 Febbraio 2018 - 15:03

In febbraio nelle biblioteche del VCO saranno tanti gli appuntamenti per bambini, gruppi di lettura per ragazzi e adulti e proiezioni di film.

Augusto Guerriero detto Ricciardetto – Quaesivi et non inveni - 16 Gennaio 2018 - 13:01

Mercoledì 17 gennaio 2018, alle ore 20.00, presso la Biblioteca Civica “P. Ceretti” di Verbania, Letture filosofiche – “Lo spazio bianco” propone: Augusto Guerriero detto Ricciardetto – Quaesivi et non inveni, Mondadori 1973.

Raccolta di poesie di Anna Mencarelli - 9 Dicembre 2017 - 19:06

Domenica 10 dicembre 2017 alle ore 17.30 presso la Sala Esposizioni “ Panizza” di Ghiffa, il Brunitoio presenta l’incontro letterario DALL’ANNA ALLA ZETA - “Muschio”. Raccolta di poesie di Anna Mencarelli. Presentazione: Giovanna Bersi. Letture: Luisella Sala.

Nodo Territoriale contro le discriminazioni - 6 Dicembre 2017 - 15:03

La Provincia del Verbano Cusio Ossola ha sottoscritto un Protocollo di Intesa con la Regione Piemonte per la costituzione di un Nodo Territoriale della Rete Regionale contro le discriminazioni in applicazione della Legge regionale 23 marzo 2016, n. 5, “Norme di attuazione del divieto di ogni forma di discriminazione e della parità di trattamento nelle materie di competenza regionale”.
religione - nei commenti

Nuovo ospedale a Domodossola - 26 Ottobre 2019 - 09:34

unghie sulla lavagna..
Ora voglio proprio godermi lo spettacolo degli ultras di capitan monnezza verbanesi,che dovranno trovare un modo per fingersi d'accordo di essersi fatto scippare l'ospedale! Così 2/3 della provincia saranno scomodi per accontentare il terzo che segue la religione dell'Imam alla salamella. Questi sono pericolosi e incapaci,per la loro smania di poltrone ci rimettiamo tutti. Svegliatevi!

Marchionini confermata sindaco di Verbania - 13 Giugno 2019 - 09:25

Re: Re: Re: Re: Re: sergio 11.6
Ciao info beh, ogni religione ha i suoi estremismi, purtroppo. Anche gli europei colonizzatori si sono macchiati di simili nefandezze, e quindi vanno egualmente condannati. Nessun partito vuole il disordine ed il caos, non deve essere una prerogativa o una moda del momento per salire sul caro dei vincitori, perché è alla base della democrazia. Anche l'attuale idolo delle masse da giovane comunista padano meneghino raccoglieva voti tra i musulmani, aveva buoni rapporti con gli imam e le moschee. Cosa è successo?

Marchionini confermata sindaco di Verbania - 12 Giugno 2019 - 16:13

Re: Re: Re: Re: sergio 11.6
Sig. Vincenzo Colombo, la frase da lei scritta: "I miei nonni e tutta la gente di Troaso di quei tempi, non chiudevano neanche la porta di casa, avevano piu coraggio di noi".... non faccio fatica a crederci, non avevano a che fare con gli attuali personaggi che vagano per l'Italia senza averne diritto, me ne darà atto e, in ogni caso, ne prenderà atto. In riferimento alla sua pseudo domanda: " lei mangia il Kebab, il Sushi o gli Hamburgher?" nemmeno per sogno, ma non perché ho la mente chiusa, semplicemente perché non fanno parte della mia dieta (a parte gli hamburger di origine locale/italiana). In riferimento all'altra domanda: ".Pensa che le reti 5G siano utili?" le rispondo che ce lo impongono, non lo richiedo né io né lei nè gli altri. Al quesito :" Ritiene che il Buddismo possa insegnarci a vivere meglio e rispettare gli altri? le rispondo chiedendo a lei: " Ritiene che l'Islam possa insegnarci a vivere meglio e rispettare gli altri; solo quando risponderà precisamente a questa domanda le darò risposta (le avevo chiesto di non fare il giro di parole e lei, furbamente, lo ha fatto prendendo come esempio la religione non al passo con i tempi. Sul discorso: "Per fare questo, per quanto sia complicato, dobbiamo accogliere le altre culture ed integrarle nella nostra societa’ a patto che ne seguano le regole di convivenza e le leggi", a parte il fatto che ci mancherebbe che non rispettino le regole di convivenza e le leggi ma, i dati di fatto, smentiscono anche questo; il fatto di accogliere le altre culture e soprattutto che noi dobbiamo integrarle...capisce, è qua che divergiamo e non è questione di essere chiusi: gli altri vengono qui senza averne diritto e in più saremmo noi a doverli integrare? No, no e poi no, anzi, mai e poi mai, si adeguano e basta. Questo vale per il resto del mondo e noi dovremmo adeguarci a chi ? Sul discorso "Le persone per bene devono avere una possibilita’ di integrarsi, chi ha intenzioni corrette e’ bene accetto." , quindi o lei è Salviniano o razzista e xenofobo, scelga lei.

Nikolajewka e Dobrej 2019: per non dimenticare - 27 Gennaio 2019 - 09:53

Padre
Sono figlio di un alpino del glorioso Battaglione Intra; con quella formazione mio padre ha combattuto sul fronte greco-jugoslavo-albanese, fatto prigioniero dai tedeschi ( non si è arreso scappando con i Titini e non ha voluto passare nelle file dei tedeschi come loro alleato) e d ha passato quasi 2 anni in vari campi di concentramento tedeschi, per fortuna non in quelli di sterminio. Mi ha sempre raccontato delle atrocità subite dal battaglione ma anche delle cruente risposte date: purtroppo è la guerra ed in guerra bisogna sempre essere accorti a sparare per primo altrimenti sono gli altri che sparano a te e, se vuoi portare a casa la pelle, non devi farti scrupolo a premere il grilletto contro chiunque siano essi machi o femmine. E comunque onore agli alpini dell'Itra che in guerra non ci sono andati per scelta ma perchè chiamati alle armi dalla loro patria, concetto quello di patri che purtroppo sta scomparendo grazie a coloro che stoltamente stanno predicando che siamo tutti cittadini di un unico mondo senza distinzione di razza, religione, idee e modo di vivere.

Celebrata la Virgo Fidelis - 26 Novembre 2018 - 09:42

Re: Re: Concordo
Ciao robi Io l'ho messo volentieri a casa ed in ufficio, perché ognuno deve esser lasciato libero di credere in ciò che vuole, senza subire o fare imposizioni. Riguardo alle nostre radici, basta vedere la maggioranza degli immobili sacri a quale religione appartengano, per rendersene conto.

Celebrata la Virgo Fidelis - 26 Novembre 2018 - 09:40

Re: Re: Concordo
Ciao robi io a casa e in ufficio l'ho messo volentieri, senza imporre nulla a nessuno. Pertanto allo stesso modo non mi faccio imporre nulla. Riguardo le radici cristiane, basta vedere la maggioranza degli immobili sacri che ci sono in giro, per capire facilmente quale sia la nostra religione. Rispetto tutti e di conseguenza esigo rispetto.

Celebrata la Virgo Fidelis - 24 Novembre 2018 - 17:52

Concordo
Concordo con Sinistro per quanto concerne il crocifisso nelle aule scolasticche ed uffici pubblici, siamo una nazione laica e tale dovremmo rimanere; ma se si toglie il crocifisso solo per compiacere o non dispiacere ad altri credo religiosi provenienti da altri paesi allora la cosa mi infastidisce e di crocifissi ne metterei 4 in ogni aula, Così tanto per riaffermare che noi italiani siamo a casa nostra ed a casa nostra comandiamo noi. Ricordo i miei anni di ginnasio e liceo durante i quali avevo compagni di scuola cristiani ma di altre confessioni (protestanti) e qualcuno ateo: durante le ore di religione costoro semplicemente si allontanavano dall'aula con un altro insegnante e si dedicavano ad altre attività. Nessuno li ha mai esclusi e nessuno si è mai sentito escluso ed ancora a distanza di ormai tanti anni siamo rimasti amici.

Celebrata la Virgo Fidelis - 23 Novembre 2018 - 16:33

Una domanda
Una domanda alla quale non avrò mai risposta: ma quanti dei Carabinieri ( e lo scrivo maiuscolo perchè ho immensa stima oltre che amici tra loro) sono veramente praticanti in fatto di religione? Dei tanti che conosco molto pochi sono i praticanti. ma forse , per un caso, conosco solo quelli. Però, parere del tutto personale, non mi piace che si mischi (....è il caso di dirlo) il sacro col profano.

“Si può credere in Dio e non nella Chiesa?” - 18 Novembre 2018 - 08:15

Re: certo
Ciao marco Ci sono anche le chiese anglicane e protestanti ovviamente. Più che altro non credono nella chiesa romana che interpreta le sacre scritture. Ma il resto è storia. A ciascuno la religione che crede.

“Si può credere in Dio e non nella Chiesa?” - 17 Novembre 2018 - 15:06

X Marco
Guardi che nessuno ha voluto fare convegni su questa tematica, ho solo dato un mio personale parere sul fatto che si può credere in DIO e non nella religione, nella fattispecie cattolica, e i motivi. L'esempio invece che ho fatto parlando dei protestanti è semplicemente X dimostrare che questo ramo della religione cristiana è l'esatto opposto della religione cattolica; c'è da farsi qualche domanda!!

“Si può credere in Dio e non nella Chiesa?” - 16 Novembre 2018 - 11:31

CERTAMENTE!
Il Primo è il fulcro di una religione, la seconda invece un'istituzione.

Aggredito capotreno - 17 Aprile 2018 - 14:05

Chiarimenti necessari!
Riprendo il mio post del 12/04/2018 ore 20:52, in modo tale di cercare di spiegare al mediatore internazionale quanto ho espresso: "il PIL pro capite 2016 del Mali è di 2.300 dollari.."; per definizione il PIL pro capite "è l'indicatore generalmente utilizzato per esprimere il livello di ricchezza per abitante prodotto da un territorio in un determinato periodo, consentendo di operare confronti tra aree di dimensione demografica diversa". Il reddito pro capite è "il rapporto tra reddito nazionale e numero di abitanti di un paese, indica il reddito medio di ciascun individuo di una nazione ed è impiegato per effettuare confronti tra differenti economie o diversi periodi, ed anche per valutare la dimensione potenziale di un mercato estero. Non sempre, però, esso è realmente un indicatore del tenore di vita di uno Stato. Ad esempio, il confronto fra paesi industrializzati e paesi del Terzo mondo sulla base del reddito pro-capite può risultare poco significativo, e ciò per diversi motivi: — le stime statistiche sul reddito e sulla produzione nei PVS (paesi in via di sviluppo) sono poco attendibili; — tali stime, anche se risultassero esatte, si riferiscono generalmente solo a quella parte della produzione che, passando per il mercato, riceve dal mercato stesso un prezzo, mentre nelle economie dei PVS (v.) una quota assai rilevante della ricchezza prodotta non è monetarizzata in quanto non passa per il mercato; — quando il reddito pro-capite è utilizzato per effettuare dei confronti internazionali tra paesi industrializzati e paesi emergenti, la riduzione dei dati nazionali ad un metro monetario comune implicherebbe il calcolo dei rapporti tra i poteri d'acquisto delle varie monete; ma poiché la composizione merceologica della produzione dei PVS è diversissima da quella dei paesi sviluppati, lo stesso concetto di rapporti tra poteri d'acquisto diventa incerto e inapplicabile; — ad un medesimo livello del reddito pro-capite possono corrispondere realtà economiche profondamente diverse; — i dati dei reddito pro-capite non dicono nulla sulla condizione dei ceti inferiori della popolazione dei paesi sottosviluppati, in cui esistono notevoli squilibri nella distribuzione del reddito nazionale. In genere, a fronte di una quota esigua della popolazione che assorbe una parte elevata del reddito nazionale, vi è una larga parte della popolazione che riceve un reddito appena sufficiente alla sussistenza (cfr. un po' dappertutto, per darvi maggior aiuto)". Se sei riuscito a leggere fino a qua sarei già contento, non ho mai parlato di reddito pro capite, sei tu che mi accusi di confondere le 2 cose con il post del 14/04/2018 ore 23:24 quindi hai creato una teoria tutta tua nei miei confronti, seguita a ruota dall'altro campanaro con l'infelice uscita del post del 17/04/2018 ore 8:03. Ed è proprio così che fate con la politica, vi inventate cose mai dette da altri e vi accanite su questa strada, cercando nuovi adepti che neanche loro sanno quello che sostengono di sapere. In ogni caso, visto la tenacia con cui vi accanite contro chi non la pensa come voi, vi invito ad andare nei quartieri periferici di Parigi ed in generale delle grosse città francesi, inglesi, svedesi, belghe, olandesi e di girare tranquilli come sostenete essere l'attuale situazione mondiale, dove non c'entra niente il discorso del colore della pelle, dove tutti vi ameranno per quello che siete e non per la religione che professate: fateci poi un report e diteci com'è il loro stile di vita tanto invidiato. Fateci sapere come sono le seconde, terze e quarte generazioni di quelle persone che sono arrivate sfuggendo a paurose guerre interne ai loro Paesi, di come ci ringraziano per quello che gli abbiamo dato, ma soprattutto... andateci con il biglietto di sola andata, lì troverete la vostra pace!

Sul lago ghiacciato: li salva l'elicottero dei VVF - 27 Marzo 2018 - 12:35

Re: infatti
Ciao marco hai contratto la sindrome di robi? Cosa c'entrano la politica e la religione con l'irresponsabilità altrui? Attento che ci fanno qualche pista ciclabile, anzi sciabile! Comunque vedremo se pagheranno o meno, io mi auguro di sì.

Nodo Territoriale contro le discriminazioni - 7 Dicembre 2017 - 13:57

Che bella iniziativa!
Ma che bel "Protocollo d'Intesa", per di più finanziato dal Ministero dell’Interno con risorse del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione della nostra amatissima Unione Europea! "Ha come obiettivo prevalente la promozione della parità di trattamento e la prevenzione delle discriminazioni nei confronti dei cittadini e delle cittadine dei Paesi Terzi".... wow, ma che bello, finalmente l'Italia sta diventando un Paese civile! Un Paese che, in nome di una inesistente ed impossibile integrazione, praticamente obbliga i propri concittadini a subire un'intollerabile presa di posizione della sinistra mondiale tirando in ballo, come fattori discriminatori, la nazionalità, il sesso, il colore della pelle, l'ascendenza od origine nazionale, etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, la disabilità, l'età, l'orientamento sessuale e l'identità di genere ed ogni altra condizione personale o sociale": praticamente hanno messo dentro di tutto, non si può più dire niente altrimenti potrebbe essere considerato un atto discriminatorio. O la si pensa come loro o ti obbligano a farlo. Ma come si può essere d'accordo con tutto questo? Mi piacerebbe poter andare avanti nel tempo, nel futuro, e vedere cosa diranno i libri di storia di questo periodo di dittatura, sarei troppo curioso! A meno che... un attimo, mi è venuto un dubbio .. tutto ciò non sia stato fatto per noi italiani, cioè coloro i quali subiscono tutti questi atti discriminatori ..

Giornata dialogo cristiano-islamico - 28 Ottobre 2017 - 19:37

Re: Re: Re: Re: Re: Sarà...
Ciao info a proposito: ma la Santa Inquisizione non era applicata da uno Stato, che si definiva pontificio? Se poi ricordiamo la laicità dei Borgia.... In verità il problema della nostra religione è iniziato con i vari scismi, si sa che, insieme all'islamismo e all'ebraismo, sono le 3 grandi religioni monoteiste al Mondo. Piuttosto rifletterei sul concetto che spesso la religione è l'oppio dei popoli, parole sante!

Giornata dialogo cristiano-islamico - 28 Ottobre 2017 - 19:21

Re: Purtroppo...
Ciao Hans Axel Von Fersen ma come, il moderatore censurato? Allora, tanto per stare in tema, è proprio vero che non c'è più religione.....

Giornata dialogo cristiano-islamico - 28 Ottobre 2017 - 18:44

Mi raccomando domani!
Mi raccomando, non manchiamo alla merendina di domani 29 Ottobre! Quindi saranno presenti, poiché coerenti, gli amatori del dialogo, i troll, gli ultra cattolici di Halloween (questa è davvero bella, me la sono segnata) ma soprattutto ... i sinistroidi! I veri "credenti senza religione", prima rinnegano e poi fanno gli incontri su base religiosa, con tanto di merenda ma senza alcolici: mi piacerebbe contarvi e vedere in quanti sarete! Preferisco una bella castagnata con gli alpini e il vin brulè..tanto per far finta di andare d'amore e d'accordo non vale la pena!

Giornata dialogo cristiano-islamico - 27 Ottobre 2017 - 20:42

Re: Re: Re: Re: Sarà...
Ciao paolino, sei talmente preparato che sei pronto per andare alla merenda del dialogo, dove ci saranno i cristiani che tu rinneghi (non ti conosco ma scommetto che sei battezzato e vivi assecondando i precetti del Cattolicesimo, sicuramente non quelli dell'Islam) e i tuoi amici islamici (ecco svelato chi sono i tuoi amici). Ovviamente sei stato bravino, ci hai messo qualche ora ed hai riportato quello che ti faceva più comodo (lo so, ora dirai che io ho fatto lo stesso). Dunque, in quelle poche righe che hai scritto stai mettendo sullo stesso piano la religione cristiana con quella islamica, anzi sostieni che la Bibbia è più violenta del Corano (tua interpretazione) ... il problema, non da poco, è che probabilmente lo 0,000000000000001% di fede cristiana segue quanto scritto nel libro sacro mentre, per il Corano, ci sono decine di milioni di persone che seguono alla lettera quanto espresso nei famosi versetti, e sempre più spesso lo mettono in pratica (i sunniti sono maestri in questo). E' chiara la differenza? Ora, con la merendina del dialogo, si cerca di far incontrare le due religioni, ma perché si fa questo? Per tenere le acque calme? Per evitare scontri di civiltà? Ma tanto è inevitabile, stiamo rimandando un problema perché si ha paura, questi non scherzano, non sono come noi che tolleriamo tutto. Loro, in nome di Dio, sono disposti a perdere la vita pur di far valere la loro religione: sia chiaro, non tutti i musulmani sono così ma (per me) tutti ci vedono come nemici, il famoso ed odiato Occidente, tanto odiato che vengono a viverci per succhiare quanto di buono abbiamo creato. Sei libero di pensarla come vuoi, ma la soluzione non la troverai mai... perché non c'è!

Giornata dialogo cristiano-islamico - 27 Ottobre 2017 - 17:47

Re: Re: Re: Sarà...
Ciao Hans Axel Von Fersen a dimostrazione della tua perfetta conoscenza dell'argomento,ti avviso che il mullah Omar è morto 4 anni fa. secondariamente,se si fa a gara a chi professa la religione più violenta,la Bibbia esce a pezzi dal confronto col Corano. qualche esempio? “Ora uccidete tutti i ragazzi e anche tutte le donne che sono appartenute a un uomo, ma conserverete in vita per voi le ragazze ancora vergini.” “Chiunque ucciderà Caino subirà la vendetta sette volte” (Gen 4,15). " Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; non sono venuto a portare pace, ma una spada." Cristo,NT. "Genesi 19, 32 "Vieni, facciamo bere del vino a nostro padre e poi corichiamoci con lui, così faremo sussistere una discendenza da nostro padre." "Così le due figlie di Lot concepirono dal loro padre." ovviamente potrei continuare all'infinito,perchè è noto a tutti (tutti quelli con un briciolo di conoscenza dell'argomento,magari non tu) che la Bibbia è estremamente più violenta del Corano,ma analizzare così le religioni è stupido e infantile. altrimenti si potrebbe dire che i cristiani sono tutti violenti,stupratori,incestuosi,vendicativi,e ogni nefandezza possibile. a me non frega nulla di nessuna religione,ritenendole tutte una follia,ma ragionare come fate voi è pericoloso e aiuta a scavare un fossato ancora più profondo tra "voi" e "loro". quanto a info e i suoi sproloqui,i miei amici chi sarebbero per la precisione? visto che tu li conosci magari me li presenti.

Giornata dialogo cristiano-islamico - 27 Ottobre 2017 - 17:45

Nessun dialogo
Nessun dialogo sarà mai possibile finchè gli islamici continueranno a ritenersi gli unici depositari della verità e tutti gli altri solamente degli "infedeli"! Sono loro a chiudere nei nostri confronti, non noi nei loro.Sono cristiano e cattolico ma guardo alla religione ed ai ministri del culto con occhio critico ma soprattutto non ritengo che la mia religione sia la verità assoluta e la mia fede la migliore di altre.cerco di convivere pafificamente anche con chi non ha le mie stesse credenze e non ho la pretesa di imporle nè con le buone nè con la forza: per la religione non taglierei mai la gola a nessuno, non li ucciderei con esplosioni od armi e nemmeno li investirei con automezzi, La differenza, allo stato attuale, è abissale ed incolmabile.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti