Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

servizi sociali

Inserisci quello che vuoi cercare
servizi sociali - nei post

ANPI festeggia il 2 Giugno - 1 Giugno 2020 - 08:01

Nell'anno in cui la pandemia ha stravolto le vite e la società, la Festa della Repubblica è carica di significato per la ripartenza.

Verbania Solidale: sponsorizzazione delle imprese - 27 Maggio 2020 - 12:05

Per far fronte all’emergenza economica e sociale causata dalla pandemia da Covid 19 il Comune di Verbania ha istituito un fondo di solidarietà e di rilancio per la comunità denominato “Verbania Solidale.

PD VCO 10 proposte per il turismo - 23 Maggio 2020 - 10:02

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Partito Democratico VCO, con dieci proposte per il rilancio del turismo.

Il CSSV ospitato da " Le Radici" - 19 Maggio 2020 - 08:01

L’emergenza Coronavirus ha stravolto le attività e le modalità di organizzazione del lavoro per tutti. In questa pandemia il servizio di Assistenza domiciliare del Consorzio dei servizi sociali del Verbano segue più di 300 persone a domicilio in prevalenza anziani e persone con disabilità organizzandosi in modo tale da non fare mancare il supporto domiciliare in sicurezza.

Fondo Verbania Solidale - 26 Aprile 2020 - 10:03

Il Comune di Verbania ha istituito nelle settimane scorse un fondo di solidarietà e di rilancio per la comunità denominato “Verbania Solidale”. Di seguito la nota dell'Amministrazione Comunale.

Vigili del Fuoco donano 13mila€ - 16 Aprile 2020 - 09:33

il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco del Verbano Cusio Ossola ha avviato e concluso una raccolta fondi estesa a tutto il personale dipendente e a quello in quiescenza, con il prezioso contributo dell’Associazione Nazionale VV.F. del V.C.O.

Il Cantante della Solidarietà dona generi alimentari - 15 Aprile 2020 - 09:33

Nata prima ancora che il governo stanziasse i fondi della solidarietà alimentare, è partita in questi giorni, con la consegna dei primi pacchi, la campagna del Cantante della Solidarietà “Io come te”.

Confindustrie chiedono piano di ripartenza - 10 Aprile 2020 - 08:01

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato delle Confindustrie di Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto in merito alla definizione di un'agenda per la riapertura ordinata e in piena sicurezza del cuore del nostro sistema economico.

Regione Piemonte: nuova Ordinanza sul territorio - 7 Aprile 2020 - 10:23

L'Ordinanza numero 39 del 6 aprile sostituisce integralmente la numero 36 del 3 aprile scorso e stabilisce che, con decorrenza immediata fino a lunedì 13 aprile.

Bonus alimentare del Governo: le modalità per le richieste - 2 Aprile 2020 - 12:05

Il Governo, domenica scorsa, ha stanziato 400 milioni di euro per gli aiuti alimentari alle famiglie in difficoltà. In pochi giorni l’Amministrazione Comunale di Verbania ha elaborato, grazie al contributo degli uffici comunali preposti, le modalità per accedere al bonus per la fornitura di prodotti alimentari e generi di prima necessità.

“Io come te” - 26 Marzo 2020 - 15:33

“Io come te”. L'emergenza sanitaria del Covid-19 assorbe oggi gli sforzi di tutti. Si lotta per debellare il virus. Quando l’epidemia sarà passata faremo i conti con le conseguenze economiche e sociali di questa serrata. Sarà il momento in cui non dovremo lasciare indietro nessuno.

Il Comune di Verbania segnala i nuovi orari - 23 Marzo 2020 - 17:06

A seguito all'entrata in vigore dell'Ordinanza del Ministro della Salute 20 marzo 2020, dell'Ordinanza del 22 marzo 2020 adottata congiuntamente dal Ministro della Salute e dal Ministro dell'Interno e del Dpcm 22 marzo 2020, nonché del Decreto Regione Piemonte n. 34 del 21 marzo 2020, a decorrere dal 23/03/2020 e fino al 03/04/2020, gli uffici osserveranno le seguenti modalità operative.

Appello ai Verbanesi - 17 Marzo 2020 - 17:04

Appello ai Verbanesi dal Sindaco Silvia Marchionini, dal Presidente del Consiglio Comunale Giandomenico Albertella e dai capigruppo consiliari.

Raccolta fondi #sìAMOilVCO - 13 Marzo 2020 - 16:07

In questo momento difficile, Fondazione Comunitaria del VCO lancia una raccolta fondi #sìAMOilVCO per aiutare tutti gli ospedali del VCO.

Grande Nord: mozione per salvaguardia stato sociale - 10 Marzo 2020 - 15:03

I consiglieri di tutti i livelli istituzionali di Grande Nord e di liste civiche "vicine" del Piemonte e di tutto il nord Italia nei prossimi giorni presenteranno la Mozione che riportiamo all'interno, con tema: "Azioni urgenti per la salvaguardia dello stato sociale".

Coronavirus: nuovi orari uffici comunali - 10 Marzo 2020 - 08:01

Il comune di Verbania, recependo le indicazioni in merito al decreto del Governo in materia di contenimento da Coronavirus, segnala i nuovi orari per l'apertura degli uffici comunali, che garantiscono i servizi essenziali con lievi riduzioni dell’apertura al pubblico.

Coronavirus: VCO zona Rossa - 8 Marzo 2020 - 09:18

Il decreto del Governo. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato nella notte un nuovo decreto contenente le misure urgenti per contenere il contagio da Coronavirus in Lombardia e in altre 14 province, tra cui Asti, Alessandria, Vercelli, Novara e Verbano-Cusio-Ossola.

Fratelli d'Italia: reagire subito all'emergenza - 5 Marzo 2020 - 10:03

"Bisogna agire subito ad ogni livello o per le nostre zone il Coronavirus diventerà una catastrofe economica". Lo afferma Mattia Corbetta, Vice-Coordinatore Provinciale Vicario di Fratelli d'Italia VCO.

"Cafè della Memoria" - 2 Febbraio 2020 - 08:01

1° incontro 2020 del Progetto formativo all’interno del “CAFÈ DELLA MEMORIA” DI VERBANIA.

Arcademia: 4,250 euro per sostenere Camp.Edu - 29 Gennaio 2020 - 08:01

4250 euro raccolti in occasione dello spettacolo "Il Paradiso può attendere ...ancora!". Un gesto di attenzione e solidarietà ricordando i 25 anni della Compagnia Arcademia.
servizi sociali - nei commenti

Immovilli: decrescita fa riflettere - 11 Gennaio 2020 - 19:54

Re: benone
Ciao marco In Africa più si ha figli, più si conta ma soprattutto si ha più sicurezza di essere mantenuti. In Italia il discorso è diverso. La gente è mediamente più sveglia di 100 anni fa e soprattutto sa cosa vuol dire il benessere. E di conseguenza sa che i figli devo vivere nel benessere e non come 100 che i figli erano tutti “straccioni” come lo erano quelli dei propri fratelli e quelli dei propri vicini. Oggi un figlio costa 100 volte di più di uno di 100 anni fa e 10 volte di più di uno di 50 anni fa. Ho presente la casa natale di mia nonna (classe 1905) e in 7 vivevano in una casa che oggi definiremmo un rudere. Oggi con tali condizioni verrebbero i servizi sociali dopo il primo figlio. La gente vorrebbe fare i figli ma vorrebbe anche le certezze per poterli mantenere. Tradotto, come ha detto Lupus, stipendio decente e certo

Una Verbania Possibile su bilancio fine mandato - 23 Marzo 2019 - 12:27

Re: E quella del vostro fine mandato?
Ciao robi È necessario fare alcune premesse ( mi auguro non venga presa alla leggere come semplice scusa), dopo meno di un anno ci si è reso conto dell'impossibilità di trattare ordini del giorno delle opposizioni ( i tempi biblici li rendevano quasi tutti obsoleti) per cui si è dovuto ripiegare sulle interpellanze ( ovviamente dalla diversa natura). L'ulteriore premessa è che ovviamente i numeri li ha l'attuale maggioranza quindi risulta difficile pensare che i il mancato raggiungimento dei risultati sia solo nostro ( poi può essere anche che a lei personalmente non piacciano le nostre proposte). Detto questo, abbiamo spinto per il bilancio partecipato e siamo stati parte attiva nella redazione del regolamento, abbiamo spinto per gli orti civici e anche qui siamo stati parte attiva nella redazione del regolamento, su nostre sollecitazioni si è riusciti a trattare un ordine del giorno per promuovere una legge regionale sul recupero dei ruderi ( progetto Terre alte). Abbiamo provato, senza successo, a proporre nuove soluzioni per il trasporto pubblico ( autobus più piccoli su alcune cose visto lo scarso utilizzo, richiesta di fermata oltre al tempo stabilito se il treno in ritardo magari attraverso app, più incontri con frontalieri e pendolari per verificare reali esigenze). Fino a quando abbiamo presieduto la commissione servizi alle persone abbiamo provato a trattare il tema del disagio giovanile ( l'idea era di appoggiarsi a servizi sociali e associazioni per poter aver un quadro ben definito del disagio così da conoscere come arginarlo, in realtà poi l'amministrazione ha fatto qualcosa ma non ci ha fornito alcun dato). Abbiamo spinto sulla digitalizzazione, chiedendo sia lo streaming in consiglio che efficientamento dei social media ( riteniamo che al momento sia leggermente dispersiva la pagina "città di Verbania"), abbiamo lanciato albopop ( utile strumento perche i cittadini siano aggiornati su tutto ciò che accade in comune, servirebbe che gli uffici lo prendano in carico ma al momento non è accaduto). Abbiamo provato a fornire le nostre competenze per la realizzazione del PAES, proponendo analisi dettagliate dei consumi degli immobili comunali così da avere una scaletta di interventi, proponendo l'aumento dei punti di ricarica elettrica ( è positivo che ne sia stato realizzato uno ma questo non può incentivare la gente ad acquistare una macchina elettrica). Speravamo di fare un buon lavoro sui rifiuti ma senza i dati sulla qualità degli stessi è stato impossibile.

M5S su Bando periferie - 16 Settembre 2018 - 04:46

Parte 1
Se dobbiamo fare chiarezza facciamola. Usando però la necessaria onestà politica e intellettuale, fornendo quindi ai cittadini tutte le informazioni necessarie per comprendere e non solo parte di esse, come molto furbescamente si usa fare a proprio uso e consumo. Il nostro sarà necessariamente un intervemto lungo e articolato. Innanzitutto, non corrisponde al vero che il bando periferie riguardi solo la riqualificazione e sicurezza delle aeree periferiche più degradate ma anche la riqualificazione urbana ed il welfare metropolitano e cittadino. In particolare l'art. 1, comma 974, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 ha istituito per l'anno 2016 il "Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle citta' metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia, finalizzato alla realizzazione di interventi urgenti per la rigenerazione delle aree urbane degradate attraverso la promozione di progetti di miglioramento della qualita' del decoro urbano, di manutenzione, riuso e rifunzionalizzazione delle aree pubbliche e delle strutture edilizie esistenti, rivolti all'accrescimento della sicurezza territoriale e della capacita' di resilienza urbana, al potenziamento delle prestazioni urbane anche con riferimento alla mobilita' sostenibile, allo sviluppo di pratiche, come quelle del terzo settore e del servizio civile, per l'inclusione sociale e per la realizzazione di nuovi modelli di welfare metropolitano, anche con riferimento all'adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali e culturali, educativi e didattici, nonche' alle attivita' culturali ed educative promosse da soggetti pubblici e privati". Potenziamento delle prestazioni urbane anche con riferimento alla mobilità sostenibile, leggasi PISTA CICLABILE per il collegameto della oeriferia con il centro di Verbania; nuovi modelli di welfare metropolitano, anche con riferimento all'adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali e culturali, educativi e didattici, nonche' alle attivita' culturali ed educative promosse da soggetti pubblici e privati: leggasi riqualificazione delle SPIAGGIE di Verbania, ampliamento della CASA DELLA RESISTENZA di Verbania e un'app di PROMOZIONE TURISTICA per Verbania.. Poi, non corrisponde al vero che con il bando periferie si finanzino i progetti di soli 120 comuni bensì 120 progetti che, tra comuni e città metropolitane, significa 326 comuni, quasi il triplo. Vengono così sottratti a 96 progetti, per circa 300 comuni e quasi 20 milioni di cittadini, 1 miliardo e 600 milioni che, di fatto, vengono riversati nelle casse dei comuni virtuosi. Ancora, non corrisponde al vero che non ci sia copertura per il miliardo e 600 milioni destinati ai 96 progetti del bando periferie. Ottocento milioni sono stati stanziati con delibere Cipe, gli altri ottocento milioni attraverso l'art. 1 comma 140 della legge di bilancio del 2016, oggetto della sentenza della Corte Costituzionale e dell'emendamento del governo al decreto Milleproroghe: infatti tutte quelle convenzioni avevano avuto la verifica e la registrazione della Corte dei Conti. il massimo organismo di validazione contabile, non un organo politico.

Con Silvia per Verbania, Bando periferie: una vergogna - 12 Settembre 2018 - 07:27

Parte 1
Se si usa la parola onestà bisogna necessariamente essere i primi ad essere onesti, non solo politicamente ma anche intellettualmente. Per quanto riguarda l'informazione non solo sappiamo bene come stanno le cose ma, come sempre, forniamo ai cittadini tutte le informazioni necessarie, tutte e non solo parte di esse, come qualcuno molto furbescamente usa fare a proprio uso e consumo. Il nostro sarà necessariamente un intervemto lungo e articolato. Innanzitutto, non corrisponde al ver7o che il bando periferie riguardi solo la riqualificazione e sicurezza delle aeree periferiche più degradate ma anche la riqualificazione urbana ed il welfare metropolitano e cittadino. In particolare l'art. 1, comma 974, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 ha istituito per l'anno 2016 il "Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle citta' metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia, finalizzato alla realizzazione di interventi urgenti per la rigenerazione delle aree urbane degradate attraverso la promozione di progetti di miglioramento della qualita' del decoro urbano, di manutenzione, riuso e rifunzionalizzazione delle aree pubbliche e delle strutture edilizie esistenti, rivolti all'accrescimento della sicurezza territoriale e della capacita' di resilienza urbana, al potenziamento delle prestazioni urbane anche con riferimento alla mobilita' sostenibile, allo sviluppo di pratiche, come quelle del terzo settore e del servizio civile, per l'inclusione sociale e per la realizzazione di nuovi modelli di welfare metropolitano, anche con riferimento all'adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali e culturali, educativi e didattici, nonche' alle attivita' culturali ed educative promosse da soggetti pubblici e privati". Potenziamento delle prestazioni urbane anche con riferimento alla mobilità sostenibile, leggasi PISTA CICLABILE per il collegameto della oeriferia con il centro di Verbania; nuovi modelli di welfare metropolitano, anche con riferimento all'adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali e culturali, educativi e didattici, nonche' alle attivita' culturali ed educative promosse da soggetti pubblici e privati: leggasi riqualificazione delle SPIAGGIE di Verbania, ampliamento della CASA DELLA RESISTENZA di Verbania e un'app di PROMOZIONE TURISTICA per Verbania.. Poi, non corrisponde al vero che con il bando periferie si finanzino i progetti di soli 120 comuni bensì120 progetti che, tra comuni e città metropolitane, significa 326 comuni, quasi il triplo. Vengono così sottratti a 96 progetti, per circa 300 comuni e quasi 20 milioni di cittadini, 1 miliardo e 600 milioni che, di fatto, vengono riversati nelle casse dei comuni virtuosi. Ancora, non corrisponde al vero che non ci sia copertura per il miliardo e 600 milioni destinati ai 96 progetti del bando periferie. Ottocento milioni sono stati stanziati con delibere Cipe, gli altri ottocento milioni attraverso l'art. 1 comma 140 della legge di bilancio del 2016, oggetto della sentenza della Corte Costituzionale e dell'emendamento del governo al decreto Milleproroghe: infatti tutte quelle convenzioni avevano avuto la verifica e la registrazione della Corte dei Conti. il massimo organismo di validazione contabile, non un organo politico.

Ancora interventi per furto - 30 Agosto 2017 - 09:07

Facciamo un riepilogo...
Dunque, abbiamo un Minniti che ha temuto per la tenuta democratica delle istituzioni: erano da almeno due anni che qualcuno sosteneva questa teoria, dalla Lega alla destra, ma tutti i sinistroidi liquidavano il problema dando degli xenofobi, razzisti e populisti. Lo avete già dimenticato? E' storia abbastanza recente. Abbiamo un utente del blog che sostiene che "i lavoratori stranieri versano 8 miliardi di euro l'anno e ne incassano di pensioni 3,con un saldo netto a nostro favore di 5 miliardi l'anno", sarebbe davvero curioso scorporare le varie voci ed analizzare chi sono questi stranieri, gli immigrati clandestini delle spiagge e delle bancarelle abusive oppure la maggior parte saranno contribuenti cinesi con i loro grossi affari e i loro inguardabili centri commerciali? A parte il fatto che ci mancherebbe ancora che non contribuissero, il problema non sono loro che lavorano ma quelli che vengono nel nostro Paese senza averne diritto, quelli che oggi i sinistroidi cominciano a definire "migranti economici", che come delle sanguisughe approfittano del nostro welfare senza aver mai contribuito e beneficiano indistintamente dei nostri servizi sociali. Faccio un esempio, l'anno scorso, in tutti gli ospedali di una grandissima città del Piemonte (Torino), hanno dovuto revocare e rivedere il piano ferie di tutti i medici perché i carissimi maritini delle immigrate non volevano far visitare le loro donne dai medici maschi, gli ospedali hanno dovuto modificare i piani ferie già decisi nel mese di febbraio (la decisione è stata presa a giugno) e rovinare le vacanze alle famiglie dei medici solo perché questi bambinoni non cresciuti piangevano e non ne volevano sapere di farsi visitare. Ora, quale Paese al mondo avrebbe consentito tutto ciò, a parte il nostro? Dov'è la democrazia? Hanno la precedenza su tutto, anche sui trapianti e le operazioni, non tirano fuori un Euro e mi parlate di democrazia? Fate ridere... oltre che pena! Pagate voi con i vostri soldi e vedrete che cambierete idea! In più abbiamo degli immigrati clandestini con precedenti penali (a quanto pare) che violentano una ragazza in spiaggia, qualcuno di loro sostiene che provano anche piacere (non all'inizio, dopo un po'!), la risposta più bella l'abbiamo avuta dal viceministro polacco Patryck Jaki, definendo bestie quelli che in Italia i sinistroidi chiamano risorse: la Polonia sarà fiera ed orgogliosa di avere un ministro con le palle come lui, è un popolo unito, che ha vissuto e sofferto il vostro amato comunismo, lo ha combattuto e ne è uscita vincente, a testa alta. Il risultato lo sappiamo, non si fanno e non si faranno invadere da nessuno, l'Europa ha preso una bella lezione di democrazia! Dai, la primavera è vicina, la vostra perdita anche! E per lo Ius Soli, per gli amanti di Wikipedia, facciamo un bel copia ed incolla dalla nostra vicina e democraticissima Svizzera, dove non è previsto!

M5S su revoca fondi Fondazione Cariplo - 17 Gennaio 2017 - 11:49

finanziamento Fondazione vco per Emodinamica
Sono allibito! non sto a ripetere di chi potrebbe essere la colpa,perchè e per come: tutte riflessioni che risultano essere obsolete considerando in che mani siamo finiti ormai da tempo immemorabile.Ma una domanda me la voglio porre? mi pare che esista una assemblea dei Sindaci che ogni tanto si riunisce per parlare di Sanità del Territorio e quant'altro ,o no? E di questo mancato finanziamento non se ne è mai parlato? Ma cari Sindaci,Tutti indistintamente,ci siete o,come si dice,ci fate? Non sarebbe toccato anche a voi informarvi e sapere che fine aveva fatto quella montagna di soldi per l'Emodinamica? Domanda che giro anche ai Sindacati di categoria,se esistono ancora, e ai vari servizi sociali del Territorio.Qui ormai si respira L'abbandono. Noi ci sentiamo come quegli Eserciti mandati a combattere sul campo senza sapere contro chi e per cosa.

Contributi regionali per il diritto allo studio - 21 Dicembre 2016 - 16:47

Re: la differenza
Ciao lupusinfabula brutta cosa l'ottusità! Di casi estremi ce ne saranno a centinaia, npn c'è dubbio, ma proprio perchè estremi, mi aspetto, che saranno seguiti in modo particolare. Il problema semmai è un'altro. Chi è indietro, rimane sempre più indietro! Il rischio non è che chi ne ha bisogno non può permettersi di accedere a internet per far domanda, modi ce ne sono, ma che chi ne ha bisogno, non ha accesso all'informazione, questa si sempre più digitale, il cosiddetto "digital divide", e non fa domanda. Anche in questo, dovrebbe intervenire scuola, servizi sociali,... Saluti Maurilio

Lascia bimba in auto, denunciato - 8 Dicembre 2016 - 18:06

Re: Un'ora??
Ciao lupusinfabula,concordo............un poco di servizi sociali.............

Cercasi volontari per spazzamento neve - 25 Novembre 2016 - 16:23

La sai l'ultima?
Mi pare , la fonte è attendibile , che I servizi sociali pagano pure le ore di palestra per i "nostri" migranti , i poveretti devo mantenersi in forma altrimenti si annoiano . Se la notizia fosse vera ( chi potrebbe confermarla e/o smentirla ? ) sarebbe assurda, vergognosa la richiesta di volontari per spalare la neve . Io la neve davanti a casa e ben oltre l'ho sempre spalata ma ora smetterlo di farlo ! Attendo conferme , saluti a tutti

Nasce la costituente cittadina di Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale - 15 Novembre 2016 - 00:03

Re: sig percentuale e maurilio
ha ha ha ha ha Mi viene proprio da ridere e le ragioni le spiegherò tra poche righe. Mi citate quel Friedman che mi fa solo ORRORE. E' un membro della famigerata Scuola di Chicago con le sue idee ultraliberiste. Salvini e i suoi discepoli prima accusano l'Euro, l'Europa e la globalizzazioni di tutti i mali e poi fanno RIENTRARE IL TUTTO DALLA FINESTRA con le idee neoliberiste e monetariste di Friedman. Prima solleticano la pancia del loro elettorato un po' più sempliciotto e poi dal cilindro fanno rientrare la polpetta avvelenata. Mi viene da ridere. Questa tipologia di aliquote non fa altro che aumentare che aumentare il divario sociale portando a una grande massa di indigenti privi anche di servizi sociali (sanità, protezione sociale ecc.). Non ci vuole tanto per capirlo. Vatti a fidare delle destre!

Gioco d'azzardo: verso un nuovo regolamento comunale - 5 Maggio 2016 - 23:28

proventi e casino'
giusto per conoscenza....una sala ''media'' di Verbania,incassa,giornalmente,circa 10000 euro...x 30 gg..300000 euro ...l'utile per il gestore e' circa il 43%,il resto va in spese e Stato.......altre sale sul lago,tipo Cannobio,incassano fino a 30/40000 di media,i frontalieri e gli svizzeri sn il tipo di clientela,disponibilita' di cash piu' vasta.....due societa' hanno il monopolio nella nostra zona,una e' ''nazionale'',l'altra e' locale,e lo sappiamo...non entro nei particolari ,per ovvi motivi,ma non si e' mai visto nessuno,e dico NESSUNO dei gestori ,rivolgersi ai servizi sociali per avere un sussidio,anche perché risiedono in Svizzera o nel Principato......I Casino' NON devono essere vietati,anzi.......ma chi va a giocare,deve essere ''verificato'',sia dal punto di vista anagrafico,che dal punto di vista ''dichiarazione dei redditi''.Nella mia esperienza ,conosco gente che ha l'esenzione ticket ed altri benefit,e gioca spasmodicamente cifre con leuqali diventerebbe uno dei maggiori contribuenti della zona.........ed a casa intanto,qualcuno fa la fame.

Interrogazione su De Gregori e inaugurazione Il Maggiore - 1 Maggio 2016 - 18:04

x Livio e Cesare
Vero ,Livio....dicevo ''komunista''perche' ho usato l'espressione''politiche sociali'',tanto cara a quella parte politica.........a Cesare dico che non ha tutti i torti,oltretutto ''il Principe'' e' notoriamente antipatico e scontroso(vado a vederlo spesso,nonostante questo lato della personalita' fa bella musica da sempre),rispecchia un poco l'attitudine di chi sta sul cadreghino,ad ogni livello.Certo,si potevafare un'inaugurazione meno rivolta al pop,sono d'accordo...ma tant'e'.Accettiamo di buon grado e propositivamente la proposta della giunta Marchioniniana..........P.S. una prece..cercate di far lavorare tutti con sto ''Maggiore'',nn date solo incarichi ai soliti noti,per cose del tipo eventi,comunicazione,servizi foto-reportage,etc etc.....senno' veramente date adito a polemiche e pensieri..............

Minore: aiutare famiglia in difficoltà - 14 Gennaio 2016 - 13:39

Sussidiarietà
Bravi quegli interlocutori che distinguono i comportamenti. Bene anche quelli che ritengono il consigliere Minore piuttosto che Migliore. In effetti potremmo migliorarlo confermandogli che compito di un consigliere comunale è programmare un servizio pubblico e non sollecitare la beneficenza. Per questa ci sono, lodevolmente, la Caritas e i Centri di ascolto, mentre per i consiglieri il CISS e l'Assessorato ai servizi sociali. Senza sussidiarietà individuali.

Minore: aiutare famiglia in difficoltà - 13 Gennaio 2016 - 09:09

Sto con Maurilio
Mi dispiace dover constatare che i signori consiglieri di minoranza di Verbania "confezionino" dei comunicati per strumentalizzare l'argomento. Posto che la situazione di disagio di una famiglia sia un argomento molto delicato mi preme sottolineare che la frase "due bambine di 4 e 5 anni sottratte alla famiglia dagli assistenti sociali nel settembre scorso" ingeneri in chi la legge una immagine negativa dei servizi sociali. Chi dovrebbe e deve fare politica non può non sapere che dietro un provvedimento così grave ci sia sempre un Giudice per i Minorenni e non i servizi sociali. Capisco non entrare nel merito..... E' chiaro che per quanto riguarda le spese di un Comune ci sia sempre un modo migliore di spendere le risorse e diciamo che su questo punto la Lega non è stata negli anni un esempio di morigeratezza.

Minore: aiutare famiglia in difficoltà - 12 Gennaio 2016 - 08:59

Re: Magari...
Ma è l'amministrazione comunale o i servizi sociali che si devono occupare del caso? Perché è questo il vero nocciolo del problema. Stiamo parlando di due entità giuridiche separate, con ruoli e responsabilità ben delineati! Facile accusare l'amministrazione comunale, soprattutto se sono consigliere di minoranza e ho tutto l'interesse (ovviamente politico) che si monti un caso, ma i servizio sociali, così come tutti gli altri apparati pubblici, locali e statali, si muovono in base a ben precise disposizioni. Quindi, se veramente i servizi sociali si sono "disinteressati" del caso, è un preciso dovere di ogni cittadino sollevare la questione, ma individuando ben precise responsabilità, che non possono essere ne del sindaco ne della giunta. Nel momento che, con un comunicato pubblico, non distinguo bene queste due cose, o sono ignorante, cioè ignoro questo fatto, o sono disonesto perché nascondo una verità a chi mi sta leggendo. E non so cosa sia peggio tra i due casi. Saluti Maurilio

Minore: aiutare famiglia in difficoltà - 11 Gennaio 2016 - 23:50

Magari...
la consigliera Minire si è decisa a rendere pubblica questa triste vicenda proprio a causa dell'assordante silenzio dell'amministrazione comunale e dei servizi sociali. Questi poveri giovani hanno chiesto ripetutamente aiuto, ricevendo solo indifferenza. Quindi, a mio avviso, sarebbe opportuno che il comune si renda parte diligente ed aiuti chi ne ha bisogno e si trova in serie difficoltà. Del resto vi è un assessorato ad hoc che dovrebbe vagliare tutte le richieste e quindi sorreggere le effettive emergenze. Se poi si pensa che vengono elargite sovvenzioni per manifestazioni ludiche,che ben potrebbero essere svolte da pro-loco o volontari, che sarebbero ben lieti di organizzare eventi, non può che indignare ove si consideri che vi sono persone che non hanno di che vivere! Dove sta la tanto invocata sussidiarietà ???

Colletta Alimentare 2015 - 28 Novembre 2015 - 23:56

Precisazione
Posso parlare per esperienza diretta, il cibo raccolto a Verbania va tutto a Domodossola, da sempre a Verbania il ritorno è, rispetto alle nostre esigenze, quasi zero.. Il Centro di ascolto a cui appartengo, Trobaso, come del resto tutte le altre associazioni, sul territorio di quel cibo non vede uno spaghetto o una scatola di piselli. Se parliamo di iscrizioni al Banco vorrei sapere come si fa a entrare in questa categoria privilegiata, visto che sono più di 10 anni che lo sto chiedendo. Noi stiamo facendo tanta fatica a raccogliere fondi per poter acquistare cibo per le famiglie in difficoltà, collaboriamo con le varie associazioni del territorio, compreso l'assessorato alle politiche sociali e il Consorzio dei servizi sociali, vorrei chiedere ai volontari del Banco con chi collaborano e quali sono i loro criteri di assegnazione del cibo. Mi piacerebbe avere una risposta seria e precisa.

Tafferugli e ubriachi - 19 Agosto 2015 - 09:25

PERCHE' NON CHIUDERE QUESTI LOCALI?
Semplice: fa comodo sia ai gestori, che hanno introiti assicurati (altrimenti non li farebbero nemmeno avvicinare), sia alle Forze dell'ordine, che così li tengono sotto controllo (un pò come i campi rom). Oramai sono anni che va avanti questa situazione: i bar in questione sono i soliti 3! Chi vi parla è un residente in zona, stanco dei continui schiamazzi ( e non solo), dalle 8:00 alle 24:00..... L'altra sera addirittura un uomo che cercava di malmenare una donna, conclusione: la mia vicina di casa ha chiamato i carabinieri; io non l'avrei fatto, volete sapere perchè? Il giorno dopo la"poveretta" era di nuovo fuori al suo caro bar.... E, badate bene, non si tratta solo di extracomunitari, ma anche di italiani. Ma i servizi sociali dove sono?

Minore su riapertura spiaggia Beata Giovannina - 10 Aprile 2015 - 11:56

VACANZA AL LAGO: TUTTI ALLA BEATA GIOVANNINA
NON HO VOGLIA NE TEMPO DI SINTETTIZZARE IL TESTO........IL SUMMA POTREBBE ESSERE: CHI IN SARDEGNA,COSTA AZZURRA, ETC..... CHI ALLA BEATA GIOVANNINA! TUTELARE UN DIRITTO FONDAMENTALE....COME QUELLO DELLE VACANZE......SANCITO ANCHE DALLA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO 1948 E' COSA BUONA E GIUSTA... BRAVA MINORE! DA LEGGERE: Eurostat ha dichiarato che nel 2020 in Italia non ci saranno più famiglie numerose statisticamente parlando: rappresenteranno infatti meno dell'1% delle famiglie. E' l'ovvia della mancanza – cronica, strutturale, trasversale – di politiche a sostegno e promozione della famiglia in quanto cellula fondamentale, costituente, della società, come pure previsto dalla Costituzione. Il mancato ricambio generazionale, conseguente ad una grave crisi di denatalità che attraversa tutta l'Europa e il forte invecchiamento dell apopolazione sta già avendo importanti conseguenze dal punto di vista economico e sociale, previdenziale e produttivo, storico e culturale, mettendo in seria discussione le prospettive future in termini di sviluppo, ma anche di benessere e welfare. Salvo alcune rare situazioni locali (per l’Italia il Trentino e per l’Europa la Francia) dove la classe politica e gli amministratori si sono resi conto della situazione e hanno iniziato a pianificare ed a mettere in atto politiche promozionali per i giovani e le famiglie, in generale le famiglie sono state abbandonate a se stesse e state spesso sono diventate oggetto di pregiudizi e di gravi penalizzazioni ed iniquità anche dal punto di vista fiscale e dell’accesso a servizi pubblici. Nel giro di tre anni l'arrivo del terzo figlio ha portato il 40% delle famiglie sulla soglia della povertà: maggiore povertà significa rinunce a spese che sono erroneamente considerate superflue come ad esempio le spese per il tempo libero, lo sport e le vacanze. Si contraggono le opportunità per le famiglie di trascorrere assieme momenti di tranquillità e di intimità che hanno un profondo contenuto salutare. Gli enti locali, che di fatto rappresentano la mano dello stato tesa verso i bisogni delle famiglie con figli, si preoccupano di sostenere attraverso servizi e risorse, altri bisogni delle famiglie; ad esempio erogano contributi per l’affitto, per le utenze, per i testi scolastici per tanti bisogni che possono avere le famiglie ma in queste non considerano quasi mai (sono rarissime le eccezioni) il bisogno di fare vacanze di riposarsi soprattutto per i figli, ma anche per l’intera famiglia perché possa trovare momenti di serenità e fare quello che fanno le alte famiglie senza sentirsi discriminata. Eppure, in una italia che taglia sui consumi alimentari, è naturale che siano le vacanze ile prime viittme dei tagli La nostra associazione è impegnata anche su questo fronte, attraverso convenzioni con i privati in località turistiche (sfruttando i momenti e gli spazi vuoti, quelli meno costosi, che se non impegnati non rendono nulla) ed opere di sensibilizzazione di chi ha responsabilità politiche ed amministrative. Questo deve far riflettere tutti gli addetti ai lavori e non poiché il turimo sociale rivolto alle famiglie con bambini è quindi strumento e garanzia di un diritto fondamentale (quello alle vacanze), sancito anche dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo già nel 1948 e che mai come oggi assume una valenza particolare: infatti, in una società in cui i nuclei famigliari sono sempre più isolati e, contemporaneamente, sottoposti a crescenti problematiche (sociali, economiche, ecc) emerge fortemente la necessità di dare sostegno alla famiglia intesa come istituzione sociale, posizionandola all’interno di un network composto dalle diverse tipologie di istituzioni esistenti nella società: e questo anche in ambito turistico. 31/07/2010 WORKSHOP: Il turismo sociale rivolto alle famiglie Terzo workshop preparatorio al Congresso Mondiale del BITS (Bureau International du Turism Social) che si terrà dal 19 al 23 settembre 2010 a Rimini.

M5S: "Un Giro d’Italia senza forature sul sociale" - 30 Gennaio 2015 - 15:37

Se non sei "migrante" NIET
Se non sei migrante interviene la burocrazia ! Vergogna , siamo noi gli stranieri a casa nostra . Se sei "migrante" puoi andare ai servizi sociali a lamentarti e vieni ascoltato
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti