Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

targa

Inserisci quello che vuoi cercare
targa - nei post

Premio Stresa di Narrativa i finalisti - 26 Giugno 2022 - 18:06

Selezionate le cinque opere finaliste dell’edizione 2022 del Premio Stresa di Narrativa.

Baveno: eventi e manifestazioni dal 27 maggio al 5 giugno - 27 Maggio 2022 - 10:03

Eventi, e manifestazioni in programma a Baveno e dintorni dal 27 maggio al 5 giugno 2022.

"Grandi e piccini a pedalare per la Pace in Ucraina" - 24 Aprile 2022 - 18:06

A Omegna, meteo permettendo, ci sarà un 25 aprile particolare, con la città impegnata a rinnovare il suo impegno per pace e la libertà a fianco dei popoli oppressi dalla guerra, nel pieno spirito della Resistenza che diede i natali alla Repubblica democratica italiana.

Cerimonia a memoria delle vittime del "Cassinone" - 18 Febbraio 2022 - 14:33

L’Amministrazione Comunale di Verbania organizza una cerimonia, con la posa di un pannello commemorativo, a memoria delle vittime dell'incursione aerea del 25 settembre 1944, nel corso della quale fu bombardata una casa popolare in località detta "Cassinone" a Verbania Intra.

Giorno del Ricordo 2022 - 9 Febbraio 2022 - 15:03

Il 10 Febbraio a Verbania si celebrerà il Giorno del Ricordo, in memoria della violenza delle Foibe.

Verbania ringrazia il pasticcere Baudo - 2 Febbraio 2022 - 15:03

Il ringraziamento dell’Amministrazione Comunale di Verbania al maestro pasticcere Baudo per 50 anni di attività.

All’Istituto Maggia collocazione della pietra d’inciampo - 26 Gennaio 2022 - 18:06

Il 27 gennaio cerimonia all’Istituto Maggia per la collocazione della pietra d’inciampo. Nel Giorno della Memoria viene ricordato l’Eccidio del Lago Maggiore.

Milite Ignoto a Gravellona - 3 Novembre 2021 - 15:03

L’Amministrazione Comunale ed il Gruppo Alpini, in occasione del centenario della Traslazione del Milite Ignoto nel Sacello dell’Altare della Patria e del conferimento della Cittadinanza Onoraria al Milite Ignoto da parte delle Civiche Amministrazioni Italiane, celebrano, presso la Chiesa di S. Maurizio.

Calaciura vince Stresa Narrativa - 26 Ottobre 2021 - 15:33

"Io sono Gesù" di Giosuè Calaciura edito da Sellerio vince l’edizione 2021 del Premio Stresa di Narrativa.

Norma Cossetto: targa a Ghiffa - 8 Ottobre 2021 - 15:03

Sabato 9 ottobre 2021 alle ore 10:00 il comune di Ghiffa in collaborazione con il comitato 10 Febbraio Verbania, inaugureranno la piazzetta sul lungolago a Norma Cossetto con la posa di una targa.

Santa Marta: targa benefattori e omaggio al Prof. Gianni Pizzigoni - 28 Luglio 2021 - 11:05

Giovedì 29 luglio, ore 20.45, a Verbania Intra, presso la Chiesa di Santa Marta, si terrà la presentazione targa dei Benefattori e omaggio al Prof. Gianni Pizzigoni con la presentazione del primo album delle sue opere.

Arizzano: una panchina per Norma - 7 Luglio 2021 - 17:04

"È grande la soddisfazione del locale Comitato 10 Febbraio nell’apprendere che anche il Comune di Arizzano, con propria delibera, ha aderito alla campagna lanciata dal C10F nello scorso mese di ottobre “Un ricordo per Norma”, in occasione del centenario della nascita di Norma."

Premio Stresa di Narrativa 2021: i finalisti - 21 Giugno 2021 - 15:03

Selezionate le cinque opere finaliste dell’edizione 2021del Premio Stresa di Narrativa

Maria Canale nominata Cavaliere - 2 Giugno 2021 - 17:44

Con la seguente nota il Comitato 10 Febbraio Verbania, si intende complimentare con la Professoressa Maria Canale, per il conferimento al titolo di “ Cavaliere “ della Repubblica italiana.

64 furti e rapine: arrestati - 26 Maggio 2021 - 16:06

Nelle prime ore di questa mattina i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Verbania hanno dato esecuzione a diverse ordinanze di custodia cautelare a carico di una banda di cittadini albanesi responsabili di numerosi furti e rapine in abitazione perpetrati nel periodo da novembre 2019 a gennaio 2020.

Montani: su emendamento targhe estere per il VCO - 18 Aprile 2021 - 11:37

Montani (Lega Salvini): “Emendamento pro frontalieri sul problema delle targhe estere che circolano nel Vco”

Inaugurazione Panchina Rossa e targa commemorativa - 9 Marzo 2021 - 13:01

L'inaugurazione è avvenuta, Ieri mattina alle ore 11:30 dinnanzi a tutte le massime cariche provinciali, civili e militari : S.E. il Prefetto Dott. Angelo Sidoti, il Colonnello dell’ Arma dei Carabinieri Dott. Alberto Cicognani, il Vice Questore Dott.ressa Marina Festini, Il Vicepresidente della Provincia del VCO Dott. Rino Porini.

Celebrazioni giorno del Ricordo 2021 - 9 Febbraio 2021 - 08:01

Il “Comitato 10 febbraio” di Verbania, in occasione dell’annuale “giornata del ricordo” istituita per non dimenticare i martiri delle foibe e l’esodo delle popolazioni d’Istria –Dalmazia -Venezia Giulia –Quarnaro, organizza una breve celebrazione nel rispetto delle normative in materia di prevenzione del Covid 19.

Restauri a Santa Marta - 29 Gennaio 2021 - 08:01

Sono partiti mercoledì i lavori di restauro del portico della Chiesa di Santa Marta ad Intra.

Natale impegnativo per i Carabinieri - 26 Dicembre 2020 - 12:05

La giornata di Natale appena trascorsa ha visto i Carabinieri del Comando Provinciale di Verbania impegnati in numerosi controlli su tutto il territorio della provincia, in particolare al fine di verificare il rispetto delle norme anti - Covid.
targa - nei commenti

Nuovo Infopoint a Ghiffa - 22 Aprile 2022 - 09:40

A proposito di Ghiffa....
Forse non tutti sanno che a Ghiffa, in frazione Ronco, possedeva una casa, ove ha abitato per un ventennio nel primo '900, lo scrittore, poeta, giornalista, drammaturgo ed accademico Giuseppe Antonio Borgese. Insieme alla prima moglie, Maria Freschi, anche lei scrittrice e poetessa, accoglievano nel loro rifugio altri artisti e letterati. Personalmente detengo qualche missiva scritta e firmata dai due coniugi diretta al Corriere della Sera ( a lui si deve il primo reportage sul terremoto di Messina del 1900), di cui Borgese era corrispondente ed una in particolare firmata anche dal poeta Marino Moretti, a riprova di quel cenacolo di letterati. Alla casa di Ronco era talmente legato che, trasferitosi in America, ove in seconde nozze sposò la figlia di Thomas Mann, chiamò la sua nuova casa "New Ghiffa". Un personaggio, cittadino speciale, cui Ghiffa potrebbe magari onorare con una targa o l'intitolazione di una via.

Villa Paola accreditata dai Giovanniti - 5 Settembre 2021 - 17:06

immagino
Immagino già dalla targa, in ottone lucido pesante con tre stelle ben in vista che lo stesso San Giovanni avrebbe avuto problemi a pagare un periodo di riposo nella sua struttura, sarebbe stato necessario solo un piccolo Miracolo. Tutte queste strutture per quello che ne so ,hanno prezzi proibitivi per i comuni mortali, sarebbe il caso di venire in contro alla dimenticata classe operaia, dimenticavo dicono che non esiste più ma allora io cosa sono ????;non date la risposta più semplice e divertente ; .

Montani: su emendamento targhe estere per il VCO - 21 Aprile 2021 - 09:20

a me è successo
quando vivevo a zurigo, amici miei svizzeri hanno guidato la mia auto con targa italiana più volte, se fermati dalla polizia (e succedeva con regolarità) dichiaravano semplicemente di lavorare in università e che l'auto era di un loro collega italiano, mai nessuno ha avuto problemi. tanto per non farmi mancare nulla, dopo un anno, tempo massimo, per legge, per cambiare le targhe e prenderle svizzere, sono andato al comune del paesino sul lago di Zurigo dove vivevo, ed alla mia domanda di cambiare le targhe l'impiegato m'ha guardato sorpreso e poi m'ha sussurrato in un divertente italiano: ma dai, cambiare le targhe costa un sacco, se non pensi di vivere qui tutta la vita non serve! tanto hai la carta d'identità e la patente italiana, se ti fermano fai vedere quelle! nessuno andrà mai a controllare... sei italiano, possibile che queste cose debba spiegartele io? giuro! non credevo alle mie orecchie! ciao!

Montani: su emendamento targhe estere per il VCO - 20 Aprile 2021 - 14:45

Re: Di fatto
Ciao lupusinfabula concordo.....ma pare non ci sia volontà di farla una riforma fatta bene. Probabilmente perchè metà di chi deve farla ha la macchina con targa straniera. Siamo sempre allo stesso punto. Cerchiamo di nascondere dietro il filo d'erba l'elefante.

Montani: su emendamento targhe estere per il VCO - 20 Aprile 2021 - 14:07

Svizzera
Si la targa non si cambia, tranne riconsegnarla e so che per numeri bassi c'è un bel mercato, in quanto contiene anche l'assicurazione per cui la metti sull'auto che usi (come sono avanti..). Quello che non so è la possibilità per uno svizzero con patente svizzera di guidare un auto estera ad esempio italiana.

Montani: su emendamento targhe estere per il VCO - 20 Aprile 2021 - 12:19

Re: Targhe estere
Ciao Filippo se non ricordo male in Svizzera la targa segue il proprietario, al contrario della vignetta. Cioè, per es., se hai 3 auto devi avere 3 vignette, ma puoi benissimo avere una sola targa, da usare sull'auto che utilizzi in quel momento per circolare. Se poi il veicolo è con targa estera, credo che si seguano delle normative pressoché identiche a Austria e Germania, cioè puoi utilizzarlo al massimo per 3 settimane.

Voce Libera VCO su comparto sciistico - 26 Novembre 2020 - 19:15

Case Vacanze - Basta controllare
La soluzione è molto semplice. Gli stranieri arrivano in macchina pertanto, come veniamo controllati sulle strade dalle Forze dell'Ordine e dobbiamo avere validi motivi per essere in giro, è sufficiente fermare le macchine con targa straniera. Poi però cosa succede? Si rispediscono a casa loro, si multano,..... La cosa che comunque ho notato che i controlli sono veramente scarsi e che il traffico diurno è quasi come in periodo no covid.

Arresti per danneggiamento baite - 7 Agosto 2020 - 20:29

Re: La vedo diversamente
Ciao lupusinfabula Caro Lupus, provo io a spiegare a Sinistro visto che, come dicono a Roma, "è un po' de coccio". Allora ho una macchina, ha 4 ricevuto 5 maxi portellate (1 dalla contessa, 2 dal contessino, 1 dal sottoscritto (naturalmente usando un'altra auto) e una di un figlio di ecc ecc), gli ho dato una trambata sul retro che ha crepato il paraurti, ho rigato 3 cerchioni su 4, una botta vicino al passaruota, ha la targa anteriore piegata (io accuso la contessa ma lei nega e vabbé) e sono riuscito anche a bollare il tetto. Non perché è già piena di danni fatti dal sottoscritto (e in gran parte dalla mia famiglia) devo tollerare i danni causati da terzi perché "tanto la danneggi anche te". Ecco. Il concetto è lo stesso.

Telecamera controlla l'Assicurazione - 26 Novembre 2019 - 15:38

Re: Re: Re: Re: Re: Ma !!!!!!
Ciao annes preciso: considerando anche veicoli con targa straniera (solo quelli non assicurati) si arriverebbe a quella percentuale, di cui il 13% immatricolati in Italia.

Notai: Open Day Solidale - 15 Settembre 2019 - 13:13

Re: Facciamo una colletta
Ciao paolino Come al solito capisci quello che vuoi o forse non ci arrivi, ci sono abituato, Per iniziare a fare il notaio devi studiare fino ai 30 anni circa, poi se hai il grano puoi rilevare uno studio attivo di qualche notaio che sta andando in pensione (e non ti costa 2 lire e questo costo lo devi recuperare) oppure parti da zero, metti la tua bella targa sul portone e aspetti. Scoprirai che devi continuare ad investire per almeno altri 5 anni dove avrai un esborso non indifferente. Ciò detto a 35 anni inizierai ad andare in nero. Passiamo alle parcelle: ho in mano una parcella da 8.000 euro di cui 6.500 di tasse. Il rimanente è il compenso del notaio di cui 300 di IVA. Rimangono 1.200 euro, togli spese studio, personale, assicurazione ecc ecc e ti rimane diciamo 750 lordi che poi saranno tassati. Rimangono 500 euro. Ecco per una casa dal valore di 100.000 euro e una parcella di 8.000, il notaio guadagna 500 euro. Il quale mi dà totale garanzia sull'atto con responsabilità civile illimitata nonché penale. Forse non sono i soldi del notaio a pesarmi ma i 6.500 euro di tasse. Se poi speriamo che comprando 2 marche da bollo da 16 euro, un qualsiasi funzionario statale possa sostituire il ruolo del notaio e risparmiare 7.968 euro siamo veramente su un altro pianeta.

Parcheggio "libero" - 24 Agosto 2019 - 09:12

Ribadisco
Ribadisco: le sanzioni pecuniarie servono a poco visto l'importo irrisorio delle sanzioni per la sosta vietata; se poi si tratta di auto con targa estera o stati lì ad aspettare che arrivi il condicente o hai perso tempo, hai consumato carta e penna per nulla. Con la rimozione invece, oltre alla sanzione, dovresti pagare pure la rimozione (80/100 euro), avresti il fastidio di farti portare alla depositeria per riprendere l'auto e pure gli stranieri in tal modo sarebbero costretti al'esborso. Basta farlo per un po' di sabati di fila e poi vedreste che imparerebbero la lezione. Provate ad andare a posteggiare in malo modo in piazza ad Ascona o Locarno e poi venite a raccontarci cosa vi è successo.Un amico che ha una occupazione di tutto rilievo in Ticino, qualche anno fa aveva preso diverse multe dai gendarmi e non le aveva pagate: dopo qualche mese sono andati a cercarlo sul posto di lavoro, si sono fatto dare il permesso di lavoro e gli hanno detto che se non avesse saldato il tutto in giornata la mattina dopo non avrebbe più potuto accedere in Svizzera: così si fa e si acquista rispetto, quello che vorrebbe il sovranismo.

Montani: targhe straniere e problemi per i frontalieri - 29 Marzo 2019 - 14:13

Problema più qui che altrove
Il problema esiste ma nelle zone di confine come le nostre è più sentito che altrove. Del resto la norma ci voleva proprio: fino ad ora erano tantissime le auto con targa estera, soprattutto di paesi come B G, RO, PL, o magari anche con targa di Montecarlo ed altrio stati europei (ma il fenomeno in questo caso era relativo, per chi se le poteva permettere, a vetture di marche e modelli costosi) che sfruttando la nazione di provenienza circolavano in Italia senza pagare il bollo auto, con assicurazioni che non si sapeva mai bene se esistevano e con quali massimali, con alta evasione dei pedaggi autostradali per non dire di come se ne infischiavano di qualunque tipo di sanzione se non venivano fermati all'istante, oltre all'evasione delle imposte doganali.E ciò, non si può negare, esisteva anche nelle nostre zone dove le sanzioni accertate a carico di auto con targa estera quasi mai vengono saldate. Poi, nel particolare, e come dice HAvF si potrebbe fare una piccola modifica che consenta ad esempio ai veicoli di ditte ticinesi condotte da personale Italiano di poter venire in itali per lavoro o per acquisti con una probante documentazione e solo per il tempo strettamente necessario. E comunque è un aspetto positivo del Decreto Sicurezza: ancora una volta grazie Salvini!

Imprese Piemonte, previsioni negative per inizio 2019 - 3 Gennaio 2019 - 08:20

pronostici
i pronostici di Confindustria li conosciamo bene. dissero,documentando il tutto con uno studio scientifico,che se al referendum avesse vinto il no ci sarebbe stato un crollo del PIL e una perdita secca di mezzo milione di posti di lavoro. il no ovviamente vinse,il PIL e l'occupazione segnarono i massimi del vuoto quinquennio a targa PD,dimostrando così inequivocabilmente che o il centro studi di Confindustria non vale niente,oppure che le previsioni erano artatamente falsate per influenzare il voto. poi magari questa volta ci azzeccheranno,ma da imprenditore non farei troppo affidamento su questi vaticini.

Regione Piemonte approva odg per autonomia differenziata - 18 Luglio 2018 - 19:38

oh signur
premettendo che Saluzzo è un posto bellissimo,oltre che porta d'ingresso e sede del parco del Monviso (robetta da niente),e continuare a deriderlo dimostra profonda ignoranza,i due fans dell'elemosina ai ricchi lombardi dovrebbero gioire,invece di bofonchiare ancora. finalmente qualcosa si muove,e questi politici di serie B forse hanno capito che devono darsi una svegliata,per ottenere qualcosa di concreto,invece di un semplice cambio di targa della macchina. quanto ai piemontesi che si sentono lombardi,liberissimi di trasferirsi nel paese di bengodi. ammesso che vi vogliano,e par di capire che questa ostinazione nel voler entrare a tutti i costi dalla finestra sia dovuto al fatto di trovare sempre la porta sbarrata. evidentemente di certa gente non hanno bisogno.

Chifu e Immovilli su problemi parcheggi in Sassonia - 10 Aprile 2018 - 08:04

Re: domanda fuori tema
Ciao roberto p credo la redazione non abbia inteso pubblicarla perché violasse la privacy: dal numero di targa si sarebbe potuti risalire al proprietario. Inoltre, a mio parere, un'infrazione, di qualsiasi natura, è sempre tale, a prescindere da chi la commette.

Petizione per la Polizia Provinciale del VCO - 23 Febbraio 2018 - 10:08

La Regione?
Perchè la Regione non interviene non trasmette i fondi alla Provincia ? Hanno preso tutti i nostri soldi dei canoni idrici ed ora noi dobbiamo elemosinare i contributi. Abbiamo Governo,Regione, Comune con targa PD e nessuno interviene!

Si dimette l'Assessore Abbiati - 21 Luglio 2017 - 09:50

senza targhe
ma chi l'ha detto che un sindaco deve per forza avere una targa politica? cito una frase storica tanto per farmi capire...non importa di che colore è il gatto, l'importante è che prenda il topo! ci sono persone che sono stanziali che provengono dalle Circoscrizion in cui si sono fatte le ossa che potrebbero(volendo) amministrare Verbania conoscendone le esigenze e sul come risolverle,ma soprattutto avendo avuto per 5 anni occasioni di sentire direttamente i cittadini...

In corsa con la maglia della legge “salvaciclisti” - 5 Giugno 2017 - 16:35

Non ho letto la proposta di legge
Ma voglio comunque fare un ragionamento più ampio, in linea con quanto detto da Robi che vorrebbe una riforma più organica ed a 360 gradi. In primo luogo si dovrebbe fare un distinguo in funzione dell'ampiezza delle varie strade, in quanto è evidente a tutti, per esempio, quanto sia stretta la statale per cannobbio in molti punti. Quindi la regola dovrebbe valere solo su carregiate di una certa dimensione. Secondo punto, (e qui mi aspetto i soliti commenti ottusi) a mio avviso bisognerebbe finirla di fare auto sempre più grandi, larghe ed inquinanti, avete notato che non si riesce più ad utilizzare i garage degli anni 60-70? Questo contribuisce ad una riduzione delle misure di sicurezza in strada, ed alla necessità di continui ampliamenti delle strade. Ci dovrebbe essere il divieto ove esistono le ciclabili di transitare nelle comuni strade, e questo non lo accetterebero in molti. Le tanto criticate ciclabili dovrebbero sempre essere inserite per legge in progetti di costruzione ed ampliamento delle strade. Dovremmo avere un servizio pubblico efficiente e capillare, dalle ferrovie ai tram ai bus ecc ecc. Il che ridurrebbe il numero di automobili ed altri veicoli a motore In ultimo io temo che in Italia ci sarà la solita passatemi il termine inchiappettata, questa legge darà il La alle sanguisughe di stato ed alle lobby assicurative. Vi sarà l'obbligo di targa, dell'assicurazione e della revisione delle biciclette, vedremo i ciclisti ossessionati dal grammo in più o in meno dal peso delle biciclette, e chi a fatica compra una bicicletta decente, quanto saranno grati a questa proposta Per la cronaca sono sia ciclista che automobilista, e quando vado in bici (ora ho qualche problema fisico) prediligo strade secondarie e di montagna proprio per evitare il traffico, pensate dopo un 80-100 km a polmoni belli dilatati, che bello stare in coda ad un diesel che accelera per sorpassare o rigenerare il FAP In conclusione la strada è sempre stata pericolosa. In Europa gli incidenti stradali sono una delle prime cause di morte, con più di 120 000 vittime all'anno. L'Italia è al 14° posto in Europa per numero di vittime. Luglio è il mese con più deceduti. A morire con maggiore frequenza sono gli under 25. Nel 2014 in Italia ci sono state 3.149 vittime e 246.050 feriti, per un totale di 2.173.892 incidenti stradali con lesioni a persone, e d'allora è in continua crescita, così come l'aumento del mezzo di trasporto privato, quasi esclusivamente dovuto alle carenze del trasporto pubblico. Morale questa proposta farà solo aumentare i premi assicurativi ed ingrassare la casta degli avvocati, ma non ridurrà gli incidenti, anzi si rischia un aumento a causa di chi frenerà a fondo magari dopo una curva in cui trova il ciclista che viaggia a 20 km/h e non riuscirà a rispettare il benedetto 1,5 metro di sicurezza.

"Sì" al casellario d'obbligo per lavorare in Svizzera - 15 Novembre 2016 - 16:13

Svizzera e Frontalieri
Allora , da quando ci sono stati gli accordi bilaterali fra la Svizzera e l'Unione Europea , i controlli alla frontiera si sono molto allentati ! Nel l'orario di entrata dei frontalieri ( quello che purtroppo diversamente era una volta ) , nemmeno ti fermano , solo se eventualmente vedono una targa della macchina , di province diverse da quelle confinanti al Ticino . I doganieri non sono inaspriti verso i frontalieri , lo sono solo alcuni politici svizzeri che trovano comodo , per loro interessi "elettorali" , riversare sui frontalieri problemi loro che i frontalieri non ne possono niente ! Vogliono spremerli come dei limoni , così trovano consensi , tassarli al 100% , anche se non vivono in Svizzera , anche se a loro non devono i servizi come ai residenti . I frontalieri non votano , perciò non rompono le scatole nemmeno dopo la pensione , non possono chiedere di avere un aumento o la tredicesima. Ultimo anche il casellario , solo per motivi politici! Sempre e comunque e i frontalieri!

La lapide del battello "Genova" - 10 Novembre 2016 - 08:27

targa
Probabilmente ormai è anche troppo tardi per apporre quella targa, anche se si sarebbe dovuta mettere perchè ripeto quelle persone morte si trovavano al posto sbagliato nel momento sbagliato. Parlando di revisionismo storico fa ribrezzo che un delinquente come giuliani sia stato elevato a sorta di martire da una certa parte, nei giorni in cui "venne sospesa la democrazia" sicuramente da chi infilava travi di legno nei Defender e da chi incendiava vetrine ed automobili. Gli unici a cui ha giovato la morte di quel border-line sono stati i due falliti 68ni dei genitori, che ora vivacchiano improvvisando pseudo-conferenze da centro sociale sulla martirizzazione del figlio
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti