Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

autista

Inserisci quello che vuoi cercare
autista - nei post
Trasporto pubblico locale: premiati i migliori progetti delle scuole - 15 Marzo 2016 - 14:33
"L'Amministrazione Comunale in collaborazione con la società VCO Trasporti ha avviato da tempo un percorso di sensibilizzazione all'utilizzo dei mezzi pubblici". Di seguito il comunicato a firma di Laura Sau, Assessore all'Ambiente del Comune di Verbania.
Associazione Nazionale Vigili del Fuoco Volontari: situazione critica - 17 Settembre 2015 - 13:01
Riceviamo e pubblichiamo un doppio comunicato dell'Associazione Nazionale Vigili del Fuoco Volontari e dalla Sezione del V.C.O., riguardante la sofferente situazione in cui versa.
Video del conducente del Bus aggredito - 8 Aprile 2015 - 09:16
Sta raccogliendo decine di migliaia di visualizzazioni, il video su Facebook, girato da un passeggero con il telefonino, che riprende l'aggressione ad un autista di Vco Trasporti.
Una Verbania Possibile: trasporto pubblico - 26 Marzo 2015 - 09:42
Riceviamo e pubblichiamo, il documento elaborato dal gruppo Una Verbania Possibile su una ipotesi a medio/lungo termine di trasporto pubblico, con qualche soluzione immediata, che verrà presentato oggi 26 marzo durante la Commissione Consiliare.
Camion ConSer VCO pausa troppo lunga? VIDEO - 30 Agosto 2014 - 09:42
Su Facebook, ieri, ha destato qualche polemica il video postato da Pino Arpaia, in cui riprende una pausa extra, di circa 20 minuti, di un camion ConSer VCO fermo a motore acceso sulla pista ciclabile, in via Guido Rossa a San Anna fronte Bennet.
Coda dietro il Bus Panoramico - 27 Luglio 2014 - 18:21
Un lettore del blog ci segnala che questo pomeriggio, domenica 27 luglio 2014, alle 17,00 circa, davanti al Chiostro/Famiglia Studenti, si è formata una lunga coda con il traffico bloccato, per una lunga "sosta" del Bus Panoramico.
In carrozzina sul Bus: l'autista non l'aiuta - 18 Luglio 2014 - 08:02
Riceviamo tramite Loredana Bazzacchi, Presidente Quartiere Intra, il racconto di una signora disabile che si è vista rifiutare l'aiuto per salire e scendere dal Bus dal conducente, operazione alla fine risolta dagli utenti.
Ritrovate le moto rubate a Verbania - 3 Giugno 2014 - 08:30
Erano già state smontate e caricate su un furgone diretto in Romania. Un controllo di routine, in piena notte a Fondotoce, ha permesso di intercettare un furgone, con targa straniera, carico di pezzi di moto.
Tutto pronto per la fiction di Pozzetto - 9 Dicembre 2013 - 11:24
Andrà in onda in prima serata su Rai 1, martedì 17 e mercoledì 18 dicembre prossimo, la miniserie “Casa e bottega” con Renato Pozzetto e Nino Frassica, girata sul lago Maggiore tra Laveno, Verbania, Mergozzo e Anzola.
Incidente treno contro pullman FOTO - 5 Dicembre 2013 - 19:05
Gli ultimi aggiornamenti parlano di quattro feriti, nessuno dei quali pare in gravi condizione, il pullman che fortunatamente era vuoto si stava recando a prendere una scolaresca in gita alla grotta di Babbo Natale.
Dimesso dall'Ospedale Maggiore ricoverato al Castelli per incidente dell'ambulanza - 18 Novembre 2013 - 15:44
La vicenda ha qualcosa di fantozziano, l'ambulanza che lo trasportava a casa, dopo essere stato dimesso dall'Ospedale Maggiore di Novara, si ribalta in autostrada, costringendo l'uomo ad un nuovo ricovero al Castelli di Verbania
Movimento 5 Stelle Vco: "Punti Nascite la soluzione c'è" - 7 Giugno 2013 - 13:02
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Movimento 5 Stelle Vco, riguardante la chiusura dei Punti Nascite nei territori di montagna tra cui Domodossola.
Oggi l'ultimo saluto ad Alfonso - 26 Aprile 2013 - 09:41
Si svolgeranno oggi, venerdì 26 aprile 2013 alle ore 15.00, i funerali del giovane sfortunato frontaliere deceduto martedì scorso in un incidente sul lavoro, a Gordola in Canton Ticino.
Residente a Cambiasca il giovane morto in Ticino - 23 Aprile 2013 - 19:17
Alfonso Montagnini, il nome dello sfortunato frontaliere che questa mattina ha perso la vita in un incidente sul lavoro in Canton Ticino.
Incidente sul lavoro, muore frontaliere del VCO - 23 Aprile 2013 - 14:34
La Polizia cantonale comunica che oggi, poco prima delle ore 8 a Gordola in via alla Caserma presso un cantiere per la costruzione di un'abitazione privata, si è verificato un mortale infortunio sul lavoro.
autista - nei commenti
M5S su riqualificazione via Madonna di Campagna. - 3 Novembre 2016 - 09:49
Re: Bandiera bianca
Ciao Claudio Ramoni Le argomentazioni, se sei una persona dotata di un discreto intelletto, non sono più o meno valide in funzione dell'identità dell'interlocutore.Qui nessuno è un premio Nobel. Detto questo rispondo all'ulteriore provocazione malriuscita, di denigrare Di Maio. Di Maio ha restituito circa 200 mila euro ai contribuenti italiani in 3 anni. La cifra precisa è un po’ più alta, ma la dettaglio così: 111.986,58 euro restituiti e versati con bonifico bancario su un conto corrente della Banca di Italia per un fondo che finanzia le pmi italiane. Altri 76 mila euro non ritirati, e quindi lasciati a disposizione del contribuente non ritirando l’indennità mensile da vicepresidente della Camera, e ancora almeno 30 mila euro non utilizzati di spese di rappresentanza per quella carica erogati invece come la stessa indennità agli altri vicepresidenti che militano in altre forze politiche, vedi la stessa Morani del PD anche lei Vicepresidente, inoltre sempre di maio ha rifiutato auto blu con autista. http://tv.liberoquotidiano.it/video/-franco-bechis/11999305/franco-bechis-di-maio-rimborsi-pd-alessia-morani-giuseppina-maturani-m5s.html Ora voglio sorprenderti, i 5 stelle sono gli eletti? NO sono i detentori della verità e della moralità? NO sbagliano SI.... come tutti noi, il punto è un altro, siamo arrivati ad un livello etico e morale della politica ai piani alti ed in molti casi anche ai piani bassi, vergognoso e nauseabondo. C'è bisogno di credibilità della politica per dare speranza ed un futuro alle persone, le quali sono smarrite, hanno visto sfumare ogni punto fermo della propria vita, dal diritto alla sanità ed alla pensione dignitosa dopo una vita di sacrifici, ad un futuro in cui un giovane può ambire serenamente ad una famiglia, che prosegue più o meno le tradizioni dei propri genitori con orgoglio. I 5 stelle potranno ridare un paese normale non saprei, certo che se non si sfrutta questo momento dove la maggior parte di loro è gente sana e sincera, non avvezza ai giochi di palazzo, perderemo l'occasione della vita, con il tempo diventeranno come tutti gli altri? probabile! e questo lo si temeva fin dall'inizio, difatti per arginare i mestieranti, e contenere i mali della natura umana, esiste la regola dei 2 mandati, dopodichè non potrai avere altre cariche politiche, se vuoi aiutare lo fai come attivista, come i tanti che fanno volontariato in molti ambiti della società. é realizzabile questo disegno? in molti ci credono ed io me lo auguro. Detto questo io credo che a Verbania ci sono molte persone perbene, che militano in ogni schieramento politico, che siano anche competenti, costanti, disinteressate, obbiettive e lungimiranti molto meno,persone che fanno politica per il bene comune e non per scalare le vette partitocratiche, diventando esattamente come il politico egoista ed autoreferenziale che oggi và per la maggiore. E proprio a causa dei numeri risicati di queste persone, forse sarebbe il caso che in un piccola città come Verbania si faccia più comunità che tifoseria da stadio, e si apprezzino e si considerino le idee di chi partecipa con sincerità, indipendentemente dallo schieramento, le critiche si accettino per quel che sono, spesso saranno ingiuste, i consigli saranno a volte strampalati? Si ma se facciamo comunità con spirito costruttivo la città sarà vivibile ed invidiata, diversamente i nostri figli e nipoti avranno in eredità egoismo ed odio ed una città invivibile, e continueranno ad espatriare finchè un giorno si alzeranno recinzioni anche per loro.
Scala di via Quarto: risponde il sindaco - 22 Ottobre 2016 - 21:25
rimossione scaletta
A parte le polemiche, ma quella scaletta era lì da una vita, certo che se di lato che NON si può posteggiare come è capitato a me di trovare una macchina, e se l'autista ??????, si ribalta, a che velocità andava?, era nei suoi sani poteri di guida? E' il primo dopo 30 anni, roba da Record.
Ipotesi di passeggiata Intra - Suna - 11 Ottobre 2016 - 21:03
Re: A favore della pista ciclabile
Ciao info L'idea del segway mi sembra interessante, riguardo al costo autisti è vero potrebbe far lievitare i costi, ma di sicuro aumenta occupazione e poi non è detto, se il servizio funzionasse a pieno ritmo le entrate sarebbero maggiori rispetto alle attuali. Piccoli bus possono essere modulati sui flussi stagionali, ed il fermo macchina non sarebbe grave come per un mezzo da 2/300 mila euro, mentre gli autisti potrebbero in parte essere stagionali. E non essendo necessaria la patente D si potrebbe pensare anche a prestazioni per il fine settimana, moltissimi potrebbero essere i candidati e costerebbe meno di un autista con patente D. Si deve pensare in un ottica da qui a 30/40 anni prima di sperperare danaro pubblico, pensiamo a 30 anni fa, non avevamo nemmeno internet, ora in mobilità la telefonia permette usi infiniti attraverso la rete , si possono progettare strade sfruttando la cinetica del traffico e recuperare energia http://www.fotovoltaicosulweb.it/guida/ricavare-energia-cinetica-dal-traffico-l-invenzione-di-una-start-up-italiana.html il fotovoltaico ed altre fonti rinnovabili erano sogni insomma chiuderei tanto per cambiare con una citazione “Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora può diventare qualcosa di infinitamente più grande”. Una frase sui sogni di Adriano Olivetti, grande imprenditore e grande visionario i cui sogni si sono trasformati in opere che hanno segnato il tempo e la storia. Purtroppo gli è succeduto un certo De Benedetti più che imprenditore direi PRENDITORE ahimè non posso non postare questo suo pensiero ...... “Alla fine del fascismo la maggior parte degli intellettuali vedeva nei partiti uno strumento di libertà. Io no. Sono organismi che selezionano personale politico inadeguato. Un governo espresso da un Parlamento così povero di conoscenze specifiche non precede le situazioni, ne è trascinato. Ho immaginato una Camera che soddisfi il principio della rappresentanza nel senso più democratico; e poi sappia scegliere ed eleggere un senato composto delle persone più competenti di ogni settore della vita pubblica, della economia, dell’architettura, dell’urbanistica, della letteratura”.
Colletta Alimentare 2015 - 29 Novembre 2015 - 22:56
risposta
Carissimi, per prima cosa invito il sig.,Andrè e chiunque altro voglia a visitare il nostro Centro d'ascolto ( lun.merc.sab. dalle 14.30-alle 17.30. Potete controllare il nostro lavoro, incontrarvi con le difficoltà che vivono le persone più deboli e farvi un'idea della situazione. Parrocchia di Trobaso, via Repubblica 266. cell. 3452316570 Invece a Giorgio vorrei dire che sono anni che chiediamo un incontro chiarificatore con il Banco, , ma non siamo ancora riusciti ad averlo, magari questa sarà la volta buona? ,Ho discusso a lungo con alcuni di loro, persone che stimo, ma mi sento sempre dire che non possono farci niente, i responsabili sono sempre altri. Per quello che riguarda l'iscrizione, caro Giorgio, da quello che ho capito, e che a me sembrava e sembra incomprensibile, non si poteva fare perché noi ricevevamo, ,perché iscritti con la CRI e non con loro, i pochi prodotti dell'Unione Europea , (allora Agea) pasta, riso, biscotti, latte, ( ma non sempre arrivavano, abbiamo fatto quasi 2 anni senza ricevere niente) . Ma i prodotti che raccoglie il Banco non sono quelle 4 cose che ci manda l' U E. Dimmi Giorgio che senso ha iscriversi al Banco per i prodotti U E e poi dover noleggiare un camion, pagare un autista per andare a prenderli a Lodi in Lombardia, come capitava al Centro di Intra. Che burocrazia avete?.Però non per tutti è cosi, se vuoi posso farti degli esempi verificabili. Fino all'anno scorso, quando la raccolta la faceva anche il Comune , il lunedì successivo distribuiva subito a tutte le associazioni di Verbania. Puoi contestare quello che vuoi, la realtà è che di tutto il cibo raccolto, noi associazioni Verbanesi, non vedremo nemmeno uno spaghetto e credo che l'iscrizione sia una scusa. Non scendo in altri particolari che ti contesterò di persona.
Multe e buon senso - 21 Agosto 2015 - 13:02
Dura l'ex, sed lex
Purtroppo, anche con il paradosso esposto dall'utente, i limiti di velocità vengono posti con una certa logica. In un posto dove abbondano pedoni, biciclette, bambini come la pista ciclabile un limite moto basso di velocità sembra corretto. Sicuramente i 30kmh sono inadeguati pensando alle tecnologie che migliorano, agli spazi di frenata che sono molto ridotti rispetto a quando certe norme del codice della strada vennero scritte e mai più adeguate al progresso tecnologico, ma occorre anche tenere presente che le norme, per quanto sembrino assurde, devono tener conto della media qualità dei conducenti, vale a dire, che se per un giovane autista, nel pieno delle facoltà psicofisiche, i riflessi sono prontissimi e potrebbe agevolmente compiere manovre di emergenza, anche complesse, a velocità ben superiori ai famigerati 30 km/h, vi è un numero molto elevato di persone che guidano in maniera anche efficiente, ma per limiti di età o fisici non sono in grado di evitare ostacoli improvvisi se vanno troppo forte. Ecco perché a volte abbiamo limiti apparentemente assurdi ma che, purtroppo, vanno rispettati e che i vigili, spesso loro malgrado, devono far osservare. Nel caso specifico di via V.Veneto, magari, si potrebbero piazzare dei dissuasori (spessori di gomma sull'asfalto) o creare dossi artificiali per obbligare gli autisti a procedere a bassa velocità ma in questo modo....a chi si farebbero le multe?
Incidente a Pieve Vergonte di un lettore - 24 Luglio 2015 - 12:04
Incidente
Aggiungo ai commenti più o meno condivisibili, che tutti i componenti insieme del comportamento dell'autista sono in contrasto con il codice per il regolamento del traffico stradale. Anche il motociclista -come del resto fanno tutti- passando tra le due file su una strada con traffico congestionato pericolosamente, avrebbe dovuto allinearsi ed aspettare il suo turno per proseguire. Ma arroganza e mancanza di rispetto verso l'altro sono ormai all'ordine del giorno, altrimenti si passa per un individuo debole e stupido.
In carrozzina sul Bus: l'autista non l'aiuta - 18 Luglio 2015 - 16:24
questo commento da dove sbuca....
caro autista''luciano''...certo che se hai impiegato UN ANNO per imbastire uno straccio di ''risposta/commento luogo comune...e' tutto dire.....chissa' sul lavoro ,come sei celere e puntuale......eh eh eh
In carrozzina sul Bus: l'autista non l'aiuta - 17 Luglio 2015 - 11:05
Arroganza porta arroganza
... Faccio l'autista dell'urbano e in città il problema è molto più sentito, quel che da fastidio non è aiutare il disabile, la mamma con il passeggino o l'anziano, il problema è l'arroganza che a volte hanno gli accompagnatori delle persone con problemi motori... Io credo che qualsiasi cosa chiesta con gentilezza porta comunque il conducente ad essere in una posizione di svantaggio, credo che il "Tu mi devi aprire la pedana o non sai cosa ti succede" non porta a nulla... Un sorriso e un bel "per favore" vale più di mille regole scritte.
Video del conducente del Bus aggredito - 8 Aprile 2015 - 09:42
Siamo troppo buoni e quindi c......
Scene già viste ,sono prepotenti e non portano rispetto a chi "malvolentieri" li ospita. Vitto gratis e 10 euro al giorno da spendere .Mandiamoli a casa . Vedrete che alla fine pagherà l'autista con un provvedimento disciplinare . Per questi motivi diventiamo razzisti ,siamo razzisti con tutti i prepotenti ,con quelli che non portano rispetto e non ringraziano chi li ospita .
Una Verbania Possibile: trasporto pubblico - 26 Marzo 2015 - 18:38
x tutti
Contrariamente a molti commentatori di questo blog, non mi serve google per apprendere qualcosa... Non ci crederete ma c'è gente che ha studiato... Ad ogni caso intendevo dire autobus come quelli che viaggiano abitualmente tra Verbania, Cannobio e Omegna che s'accendono la mattina e viaggiano senza interruzione fino a fine servizio. Ad oggi di elettrico con queste caratteristiche non c'è nulla. Degli altri tipi ne ho anche presi (navetta park Malpensa) e l'autista m'ha detto: facciamo 6 corse poi deve stare 24h in carica... Piuttosto di pensare a tecnologie ancora "primitive" si dovrebbe pensare agli autobus a metano che regolarmente circolano in altre città d'Italia con ottimi risultati. Continuate a farvi una cultura con google.
Dal comune di Verbania un'ipotesi di servizio bus per frontalieri - 10 Febbraio 2015 - 09:48
Servizio pubblico ? E perché non privato ?
Se ci fosse un vero interesse da parte dei frontalieri a viaggiare "in comitiva", oggi ci sarebbero decine di servizi navetta, via terra e via lago, gestiti da privati. Non è facile convincere una persona a rinunciare al proprio mezzo, magari nuovo e superaccessoriato, alla possibilità di rilassarsi prima e dopo il lavoro alla guida senza dover necessariamente incontrare le "solite facce"; non è facile convincere una persona a rinunciare a quel momento di igiene mentale in cui musica, pensieri e paesaggi meravigliosi si fondono in un tutt'uno che danno un senso al sacrificio che si sta compiendo oltreconfine. L'unico sistema per testare l'eventuale fattibilità di un modello di trasporto sarebbe quello di mettere a disposizione dei frontalieri dei pulmini il cui biglietto dovrebbe essere calcolato, ad ogni viaggio, dividendo il compenso dell'autista, le spese per carburante e manutenzione del mezzo per il numero dei clienti, proprio come farebbe un imprenditore, aspettandosi che siano i clienti stessi, allo scopo di vedersi ridotto il costo, a cercare nuovi clienti. Inoltre un pulmino non sarebbe soggetto a rispettare i percorsi riservati agli autobus e potrebbero rendere il servizio molto più appetibile se non altro perché, una volta scesi dal pulmino, essendo a piedi, non si potrà andare più veloci di 4Km/h, cosa che può fare la differenza arrivando con il proprio mezzo ! Infine, nonostante vedo una possibilità che la cosa possa funzionare, mi resta il dubbio sul perché nessun privato abbia già sondato il progetto.
Banchetto natalizio della Squadra Nautica Salvamento - 22 Dicembre 2014 - 09:22
Solidarietà
Certo che definirsi ancora associazione di volontariato ci vuole un bel coraggio, attenzione non lo dico per rispetto a quei pochi volontari che ancora esistono in queste realtà, ma per le migliaia di euro che prendono dalle asl pe fare una vera e propria attività d'impresa camuffata da onlus (sapete reclutano i volontari per salvare l'immagine e a supporto degli stipendiati che hanno a libro paga per poter garantire i servizi che gli portano denaro in cassa). In pochissimi sanno che l'asl gli paga: divise a tutto il personale iscritto, stipendi, assicurazioni, attrezzature, corsi, patenti, ammortamento dei mezzi (questo è il paradosso più eclatante), perchè se li fanno regalare da privati, società, banche e fondazioni, ecc. ecc., poi se li fanno ripagare nuovi dalle asl (prima l'ammortamento era in 4 anni, poi hanno capito che facevano i furbi, oggi mi sembra sia di 8, ma sempre vengono comunque ripagati). E' come se un autista di taxi, per svolgere il suo lavoro in piazza, si fa pagare tutte queste cose dal comune e in più, si fa pagare tot al chilometro per i tragitti che gli vengono richiesti. Come lo definireste??? Ah, la ciliegina sulla torta, prendiamo le persone indigenti, una volta venivano assistite dalle vere associazioni di ambulanze e a gratis, perchè allora le associazioni erano esclusivamente e solo di volontariato; oggi, se non possono pagare tot al chilometro non li considerano nemmeno, trovando la scusa che hanno solo il personale per garantire il 118 (altra bella fregatura per il popolo, non funziona e ha dei costi da fuori di testa), se volete c'è una marea di persone che può testimoniare tutto quanto. QUESTE ASSOCIAZIONI/SOCIETA' AVETE IL CORAGGIO DI CHIAMARLE ANCORA DI VOLONTARIATO????, fatevi dare i bilanci dalle asl poi vedete che business è diventato tutto il mondo legato ai servizi di ambulanze! Comunque vi rassicuro che esiste ancora l'altro mondo parallelo che è ancora di volontariato, purtroppo poche realtà ma ci sono, organizzazioni spontanee che si occupano sempre e solo di dare aiuto a chi ne ha bisogno; ed è forse questo concetto che si dovrebbe rispiegare a quelle società/onlus, il vero significato della parola V O L O N T A R I A T O e a chi va indirizzato!
A Verbania consegna gratuita delle medicine a casa - 3 Dicembre 2014 - 09:04
Farmaci a domicilio
L'iniziativa è lodevole, tant'è che io e i miei volontari lo abbiamo fatto per oltre 20 anni e, su specifiche richieste, lo facciamo ancor oggi e a costo 0 per la collettività; mi vengono però spontanee: una constatazione e una domanda; La constatazione: non sono attualmente a conoscenza di organizzazioni e/o associazioni, diciamo benefiche, a parte Croce Alata e forse, i servizi sociali, ma, sempre forse, questi ultimi sporadicamente, che stanno portando, su richiesta, farmaci a persone anziane, sole, con handicap e indigenti (anche perché la cosa dev'essere fatta a 360 gradi altrimenti non ha senso); la domanda: se la mia considerazione è fondata, chi provvede alle consegne e quanto costa alla collettività? Conclusione e suggerimento: vedete, basterebbe appoggiarsi al mondo del volontariato per offrire un ottimo servizio e risparmiare, questo se fosse davvero volontariato puro; purtroppo oggi, gran parte del mondo del volontariato è diventato un business, basta vedere quanto prendono dalla ASL le associazioni/società (solo così possono essere oggi definite vista l'attività d'impresa che svolgono e gli oneri da onlus che pagano), per i servizi che offrono, fatevi dare i bilanci e vi stupirete. Suggerimento: tornando al tema, penso che per ottimizzare le risorse pubbliche dando un buon servizio alla popolazione, basterebbe chiedere a queste realtà strapagate di svolgere a gratis almeno questo servizio. Sarebbe anche l'unica maniera per ridare loro la definizione "DI VOLONTARIATO". Guardate che tempo addietro, quando le associazioni locali non erano un business ma correvano gratis per soccorrere la gente vivendo con solo le oblazioni (sicuramente si andava molto meglio e chi veniva soccorso arrivava prima in ospedale), i volontari facevano gli autisti anche per la guardia medica (lo dico con certezza perché il primo giorno di questo servizio, allora prestavo la mia opera in Croce Verde, sono stato il primo volontario autista a svolgere il primo turno); quindi, inserire nelle onerose convenzioni con queste associazioni/società l'obbligo di portare a gratis i farmaci a casa di chi ha bisogno, non penso sia così catastrofico per loro, ma di sicuro potrebbe essere un servizio efficiente, ma sopratutto economico, per l'intera collettività.
Molotov e frasi ingiuriose contro i profughi - 31 Ottobre 2014 - 10:13
anche a Verbania
Fatto brutto brutto brutto e mi dissocio. Ma accade anche a parti invertite. Dovevate sentire quello che ha detto un extracomunitario ad un autista di bus ieri (pieno di ragazzini). Minacce comprese. Perché pretendeva di aver ragione a salire senza biglietto.
Frontalieri con le ali - 4 Settembre 2014 - 00:07
......
Quindi se lavoro nel Veneto mi mettono a disposizione l'aereo. ...se lavoro a Milano autista sotto casa. ....fregnacciate di sinistra. ....ora ci darà un bel cono gelato avvolto dai mitici 80 euro. ...
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti