Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

italiani non vogliono fare

Inserisci quello che vuoi cercare
italiani non vogliono fare - nei post
Spazio Bimbi:Troppi compiti? - 25 Novembre 2018 - 10:03
In questi anni si è discusso molto sull’opportunità o meno di assegnare i compiti a casa: assicurano davvero un miglior rendimento oppure servono solo ad appesantire i ragazzi dopo una giornata passata tra i banchi di scuola?
Master sull'impiego dei robot - 29 Agosto 2017 - 18:06
L’Ufficio Scolastico del VCO comunica che si sta svolgendo presso la scuola secondaria di primo grado S.Quasimodo di Verbania (Istituto Comprensivo di Verbania Intra) la III edizione del Master dell’Università di Ferrara sull’impiego dei Robot in campo educativo, dell’istruzione e della formazione.
Salviamo il Paesaggio Valdossola: novità da: Interconnector - 24 Gennaio 2017 - 17:04
Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Comitato Salviamo il Paesaggio Valdossola relativo alle ultime novità del progetto Interconnector.
Tornano gli incontri allo Verbano Yacht Club - 20 Maggio 2016 - 19:46
Il Verbano Yacht Club di Stresa organizza un ciclo di incontri con scrittori, musicisti, naviganti e campioni dello sport che anche per questa stagione il circolo ha l’onore di ospitare.
"Sveglia Italia – è ora di essere civili" - 21 Gennaio 2016 - 15:03
Arcigay Nuovi Colori Onlus, Agedo Verbania Onlus, Consulta Laica e Arci il 23 gennaio 2016 saranno in Piazza Ranzoni dalle 10,00 alle 18.00 per far sentire le loro voci e presenze a favore delle persone LGBT, che non hanno ancora pari diritti nel nostro Paese.
Quinto Open–Day delle Biblioteche del VCO - 18 Novembre 2014 - 07:03
La Biblioteca Civica A. Zapelloni di Stresa organizza la quinta edizione dell'Open Day delle Biblioteche del Verbano Cusio Ossola domenica 23 novembre dalle 15.00 alle 18.30 presso la Palazzina Liberty di Via De Amicis 16.
Uncem Piemonte mette in vendita su Ebay borghi alpini - 28 Luglio 2014 - 09:42
Uncem pronto a lavorare con professionisti e operatori immobiliari. I borghi rivitalizzati devono generare impresa e posti di lavoro. Altre Regioni italiane ci dimostrano che è possible.
Zacchera: Zanotti e la "pace" - 9 Giugno 2014 - 09:01
Riportiamo dal sito di Marco Zacchera l'ultimo numero della Newsletter "Il Punto", uscita nei giorni precedenti il ballottaggio. Argomenti trattati: "Pace" con Zanotti, Renzi, Draghi, Profughi e Maro.
Roberto Campana - 29 Aprile 2014 - 15:00
La scheda biografica, il programma e i candidati, di Roberto Campana candidato sindaco alle amministrative di Verbania per il Movimento Cinque Stelle.
Zacchera: oltre destra e sinistra per Verbania - 10 Febbraio 2014 - 09:41
Riportiamo dal sito di Marco Zacchera l'ultimo numero della newsletter "Il Punto", argomenti trattati: Elezioni a Verbania – I tagli – La Boldrini, Bankitalias e i 5 stelle – Incontro a Totino.
"Il Punto" di Marco Zacchera n°477 - 4 Febbraio 2014 - 13:49
Riportiamo dal sito di Marco Zacchera l'ultimo numero della newsletter "Il Punto", argomenti trattati: Verità nascoste – Finti poveri – Questione marò – Memorie e ricordi – Fiat addio.
M5S: Banca d'Italia e Imu - 31 Gennaio 2014 - 15:31
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Movimento Cinque stelle Vco, sulla vicenda Banca d'Italia e la seconda rata dell'Imu.
"Il Punto" di Marco Zacchera n°473 - 14 Gennaio 2014 - 12:10
Riportiamo dal sito di Marco Zacchera l'ultimo numero della newsletter "Il Punto", argomenti trattati: Piemonte in mano al TAR, da Verbania a Busselton, autostrade, alitalia e malpensa.
"Il Punto" di Marco Zacchera n°472 - 24 Dicembre 2013 - 16:21
Riportiamo dal sito di Marco Zacchera l'ultimo numero della newsletter "Il Punto", argomenti trattati Auguri natalizi, follie parlamentari e i Marò in India.
Le spiegazioni di Zacchera - 28 Aprile 2013 - 10:16
Riportiamo dal sito di Marco Zacchera, un lungo intervento in cui spiega le ragione delle dimissioni, confermate ieri e che saranno in vigore da lunedì.
italiani non vogliono fare - nei commenti
Montani: Presidente Lombardia favorevole al passaggio del VCO - 3 Luglio 2018 - 17:22
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Migranti, Lombardia:e
Ciao Hans Axel Von Fersen a) mai detto che gli italiani non vogliono fare certi lavori. lo pensi tu,ma non puoi dirlo perchè se no cade il teorema che la colpa è degli stranieri. b) la trattativa sulla retribuzione oraria c'è. su Marte. qui sulla terra,il contratto è quello. se tratti,come dici tu,non sei in regola. quando tornerai sulla terra e vorrai parlare seriamente di questi argomenti,sarai il benvenuto. se invece vuoi seguitare a buttare tutto in vacca fallo pure da solo.
Montani: Presidente Lombardia favorevole al passaggio del VCO - 3 Luglio 2018 - 09:56
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Migranti, Lombardia:e luce
Ciao paolino sei astratto dal mondo reale del lavoro. i contratti saranno uguali ma la paga oraria è libera, se devo assumere un giardiniere e un italiano diciamo che per meno di 1.200 euro non viene perché dovrebbe tentare di mantenere dignitosamente una famiglia, un pakistano con 1.000 euro farebbe i salti di gioia perché con 500 euro mantiene 2 famiglie in Pakistan. Se ci fossero 3 proprietarie di ville e solo 2 giardinieri questi ultimi dovrebbero lottare per avere il giardiniere personale offrendo condizioni migliori. I due che assumono avranno il giardino curato, il terzo si attacca al tram, Oggi non hanno alcun problema perché tutti e 3 assumono un pakistano con lo stipendio base. Ma continua a credere che gli italiani non vogliono più fare certi lavori.
Campari: interrogazione in Provincia - 8 Ottobre 2017 - 18:09
"Ma non avete capito"
Mi sembra a volte che le persone e le istituzioni non si rendano conto che nel mondo ha vinto il capitale economico e non la buona volontà dei lavoratori, purtroppo a breve ci ritroveremo a combattere come nei primi anni del 900 per riaffermare la centralità del lavoro e dell'essere umano che lavora per vivere e non vive per lavorare e far arricchire i pochi stramiliardari di questo pianeta. Cosa volete che faccia e conti un sig. Costa, farà finta di poter fare chi sa cosa poi alla fine dirà che non vi è nulla da fare lo stabilimento è dei proprietari che fanno quello che vogliono. Il tema se mai è perché non vi sono i famosi giovani rampolli ed imprenditori italiani a comperare le industrie nazionali??? Tra parentesi il sig. Costa non riesce nemmeno a far disegnare le strisce sulle strade di sua competenza.
Ubriaco e armato: espulso - 22 Agosto 2017 - 20:52
Re: Una sola spiegazione "Vizi Capitali"
Ciao privataemail, vedo che la maggior parte delle informazioni le raccogli praticamente da un unico editore, casualmente di sinistra, anche se tu magari non lo sei. Io cerco le informazioni e ascolto tutte le ideologie ma se c'è ne è una che distrugge i valori morali della società è proprio quella della sinistra, quella che annulla le capacità dell'individuo rendendolo "omogeneo" agli altri; quella che vuole combattere la xenofobia ed il razzismo e poi fa entrare illegalmente nel nostro Paese utilizzando le cooperative (parlo di dati di fatto e non di mie invenzioni) centinaia di migliaia di persone, dapprima sostenendo che fossero profughi di guerra ma che poi, di fronte all'evidenza della presenza di soli giovani adulti olimpionici, cambia idea sostenendo che nel nostro Paese abbiamo bisogno di manodopera per i lavori "che i nostri non vogliono far più", sapendo benissimo che invece si tratta di una nuova forma di schiavitù, trattandoli economicamente come ben sappiamo (e qui si amplia la distanza con gli uomini più ricchi del mondo!). Offrono a tutti costoro benefici che i nostri poveri neanche se lo immaginano, difesi a spada tratta per qualsiasi tipologia di crimine commettano, ecc.. ecc.. è facile immaginare le conseguenze sulla società occidentale: la domanda che mi pongo (ma penso che tutti se la pongano) è perché io che lavoro, fatico, pago le tasse, rispetto le leggi, mi adeguo a tutto ciò che mi viene imposto, e vedo che la gente ospite nel nostro Paese fa tutto l'opposto di me ha i miei stessi benefici? E' questo il punto, è qui che si perdono i valori, di fronte a queste ingiustizie (oltre a quelle che giornalmente subiamo dai nostri concittadini): tirate le somme, uno potrebbe domandarsi il perché dovrebbe a continuare a credere a quei valori morali che ci hanno insegnato fin da bambino quando vince sempre il più furbo? Se aggiungi che poi ci stirano con i camion, con le macchine, ci fanno esplodere e ci accoltellano a tradimento, ecc.. e lo Stato è praticamente impotente... Se a tutto questo scenario sommiamo le ingiustizie made in Italy, dei valori morali ne possiamo fare a meno. non è una questione di ricchezza in termini di soldi, uno ricco se è colto, se è capace, se è rispettoso (certo, è innegabile, i dindini aiutano). A proposito, quando aumentano le spese militari non è mai un buon segnale, c'è aria di guerra ... Ti pongo una domanda: ma perché non si organizzano e lavorano nei loro Paesi? E' così difficile? I nostri nonni hanno fatto la guerra per liberarsi dai dittatori e ricostruire il Paese, non ci hanno mica aiutato loro. O è più facile andare nei Paesi dove la pappa è già pronta? non facciamo del vittimismo, mentre siamo qui a discutere la Cina sta costruendo megalopoli in tutta l'Africa abbandonata e non considerata dai nostri capi, potrebbero approfittarne e cominciare una nuova vita nel loro continente: le alternative all'Europa le hanno eccome! E sono pronto a scommettere (lo vedremo in primavera) che gli italiani non hanno capito niente e con le prossime elezioni faranno vincere, ahimè, la sinistra!
Conferenza di Magdi Cristiano Allam - 1 Maggio 2017 - 12:52
Lascia perdere Rocco, non è per te!
Rocco Pier Luigi, mi fanno sorridere le tue risposte, mi dici che per integrare centinaia di migliaia di persone con usi, traduzioni, costumi e religione totalmente differenti dai nostri basta far rispettare le normali leggi italiane (tua risposta del 30 aprile): ma cosa vuol dire??? Stai scherzando? A parte il fatto che ci mancherebbe ancora che non rispettino le leggi (anche se in realtà non lo fanno, o è un logo comune anche questo?), e poi perché non spargere fango su chi non si comporta in modo corretto? Del resto sono molto attive su questo fronte perciò è lecito per lo meno dubitare ed indagare, girano troppi soldi e dove ci sono troppi soldi c'è sempre qualcosa che non va, soprattutto quando sono liberi di fare quello che vogliono. Speriamo che venga bloccato questo traffico abominevole di immigrazione economica e che la paghino carissima coloro i quali hanno organizzato tutto questo schifo. Ma c'è molta strada da fare,c'è da "combattere" prima gli italiani che appoggiano questi eventi!
"Immigrazione: rivedere sistema di allontanamento dei richiedenti asilo" - 20 Marzo 2017 - 14:08
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: La nostra migrazio
Ciao SINISTRO In pratica mi stai dicendo, contrariamente a quanto avevi affermato, che non è vero che gli italiani non vogliono fare lavori umili. Deduco sfida non accettata e che quindi ragioni solamente per leggende.
"Immigrazione: rivedere sistema di allontanamento dei richiedenti asilo" - 15 Marzo 2017 - 14:20
Re: Re: La nostra migrazione era diversa
Ciao SINISTRO Perché se come imprenditore posso scegliere tra un italiano al quale devo offrire una paga decente e certe garanzie e un extra che di accontenta di meno, scelgo quello che mi costa meno. non sono gli italiani che non vogliono fare i lavori umili, sono i datori di lavori che per questione puramente economica preferiscono gli extra. Quanti sono gli italiani che fanno il lavoro più umile per antonomasia, lo spazzino, da conservco? Sono tutti italiani e ti garantisco che almeno un milione di italiani sognerebbe di essere assunto come spazzino.
Referendum: incontro per il SI - 27 Ottobre 2016 - 18:30
Fine
Voto no perché a conti fatti il risparmio è di un caffè a testa per ogni italiano. Troppo poco per venderci il diritto di voto. Voto no perché ho letto l’articolo 70 e ho capito solo una cosa: diventa tutto più complicato. Voto no perché il cambiamento non è un bene in sé, infatti si può sempre peggiorare: come in questo caso. Voto no perché non voglio lasciare ai miei nipoti una repubblica riformata seguendo la traccia della banca d'affari JP Morgan. Voto no perché le banche d'affari e le società finanziarie che hanno truffato i risparmiatori sono tutte per il Sì. Voto no perché la Costituzione si può modificare, ma per estendere i diritti, non per restringerli. Per allargare la partecipazione, non per limitarla. Voto no perché la Costituzione si può modificare, ma con un altro metodo, in un altro contesto, da parte di un altro parlamento legittimato dal voto popolare. Voto no perché non si può tener fermo un Paese sulla riforma della Costituzione con 11 milioni d italiani che non si possono più curare. Voto no perché non si può bloccare il parlamento per mesi di fronte a una crisi economica che il governo non riesce ad affrontare. Voto no perché non tutti i modi per superare il bicameralismo sono ugualmente validi. Quello scelto è pessimo. Voto no perché ci saranno molti più conflitti di attribuzione fra camera e senato e quindi l'iter delle leggi sarà più lento, costoso e complicato. Voto no perché se camera e senato avranno maggioranze politiche diverse - come può capitare - si bloccherà tutto. Voto no perché lo statuto per le garanzie delle minoranze lo farà la maggioranza dopo aver vinto le elezioni. Voto no perché il pd avendo la maggioranza in 17 regioni su 20 calcola di avere al primo giro di giostra la maggioranza assoluta dei senatori. Voto no perché hanno riempito la Costituzione di annunci e di enigmi, per esempio nessuno sa di preciso come davvero verrà eletto il senato. Voto no perché invitano in tv De Mita, D'Alema e Cirino Pomicino a fare i testimoni del No per farci credere che la partita è fra vecchio e nuovo. Voto no perché se vince il no non vince Salvini o Grillo. Vince la Costituzione. Voto no perché vogliono metterci paura con la storia della Brexit. Voto no perché non c'è nessuna relazione fra vittoria del sì e ripresa economica. Voto no perché se vince il no non ci sarà nessuna apocalisse, come vogliono farci credere per indurci a votare sì. Voto no perché il referendum riguarda la Costituzione, non le convenienze politiche di questo o quel partito, di questo o quel politico. Voto no perché non si può imputare alla Costituzione colpe che sono tutte e sole di una classe politica corrotta e incapace. Voto no perché è evidente che ci stanno fregando anche stavolta. Sempre dal profilo FB di Piero Ricca
Ticino: Approvata "Prima i nostri" - 26 Settembre 2016 - 09:37
Re: Chiamali fessi
Ciao Hans Axel Von Fersen questa storia mi fa venire in mente un passo finale del film di Luciano De Crescenzo "Così parlò Bellavista", dove, bloccato in un'ascensore a Napoli insieme ad un ingegnere milanese dell'Alfa Romeo dice "nella vita si è sempre meridionali di qualcuno..." Ora, a parte il fatto che anche da noi si dicono (e non sempre si fanno) le stesse cose, questa consultazione, come anche quella del 2014 sui tetti d'entrata, ha un sapore squisitamente propagandistico: che senso ha per lavori che gli stessi svizzeri non vogliono fare, perché li considerano poco remunerati? In molti casi un datore di lavoro elvetico è costretto, e anche gli conviene, assumere manodopera frontaliera, in quanto ne fa lavorare di più a minor costo. Quindi, paradossalmente, quest'esito referendario finisce con l'aggravare il dumping salariale, e, come per quello del 2014, rimarrà un nulla di fatto, come anche Berna ha tenuto a precisare, visto che i salari sono fissati dai contratti collettivi di categoria. Piuttosto la figura imbarazzata l'ha fatta qualche nostro populista verde lombardo che, in passato, ha sposato la causa ticinese, quando gli extracomunitari erano gli altri..... Come diceva Cossiga gli italiani sono sempre gli altri! Come tu giustamente dici, un popolo deve tutelare gli interessi dei propri cittadini, però si esprime attraverso i partiti politici, e anche nella patria neutrale dei referendum oramai questo strumento è oramai esautorato, a favore degli organi eletti, che cercano di bilanciare interessi nazionali e di politica estera, anche e soprattutto economica. Infine, una domanda: ti sei mai chiesto cosa succederebbe, di qua ma a maggior ragione di là, se di colpo non ci fossero più frontalieri?
Alberto Preioni sull'aggressione di Villadossola - 20 Agosto 2016 - 06:45
Re: Facile facile!
Ciao Giovanni% Il kit del leghista è un bignami del kit del trinariciuto che negli ultimi 25 anni ha subito svariate revisioni. Versione originale: grazie all'immigrazione verranno imprenditori, industriali, ingegneri che assumeranno un sacco di italiani Prima revisione: gli immigrati fanno i lavori che gli italiani non vogliono più fare Seconda revisione: scappano dalla guerra Terza revisione appena letta su questo blog in merito ad un'altra notizia: cercano una condizione economica migliore. Dopotutto anche gli italiani erano emigranti. Il funzionamento del kit è uguale, la differenza che quello leghista non è cambiato, quello trinariciuto deve aggiornarsi continuamente quando le balle che racconta non stanno più in piede e deve trovare nuove argomentazioni per persone credulone
Lega Nord: "Paghi due e prendi quattro" - 28 Luglio 2016 - 16:54
Politica del PD
Gli immigrati fanno i lavori che gli italiani non vogliono più fare: votare PD. Meglio tenersi buoni gli immigrati prossimi elettori del PD che gli italiani che hanno già smesso di votare PD
Centinaia di furti: carabinieri arrestano 20 persone - 1 Luglio 2016 - 23:14
Re: Sarà.....
Ciao lupusinfabula Gli immigrati fanno i lavori che gli italiani non vogliono più fare
Marcovicchio: "Profughi subito al lavoro in scuole e strade" - 12 Giugno 2016 - 08:06
Profughi
Su questo tema spinoso non esiste uno schieramento dietro l'una o l'altra parte politica, bisogna solo ragionare da italiani uniti nel difendere l'incolumità, la sicurezza e gli interessi della nostra comunità e del nostro Paese. Ogni volta che vedo questo 80% di clandestini trattati con corsie preferenziali rispetto a nostri connazionali che a volte non arrivano a mettere un piatto di pasta sul tavolo, mi imbufalisco; e lo dico da volontario, che con la propria associazione volontaria, sono anni che dona detratte alimentari a persone e famiglie italiane in gravi difficoltà economiche. Ma secondo voi come si deve sentire una persona normale e riflessiva quando vede queste assurdità: gruppi di giovani clandestini che girano per le città con fior di cellulari e/o apparati tablet a fare un tubo tutto il giorno, serviti e riveriti mantenuti di sana pianta; gruppi di giovani clandestini che importunano donne e ragazze, azzardando a volte anche qualche toccacciamento; gruppi di giovani clandestini che trovano clienti disponibili a passare qualche oretta con loro donne connazionali; gruppi di giovani clandestini che spesso e volentieri rubano; una marea di giovani clandestini che fanno rivolte perchè vogliono avere trattamenti da hotel a 4 stelle e più soldi da spendere alle slot o per altri vizi che nel frattempo hanno preso loro la mano, d'altronde l'ozio è il padre del vizio!! la cosa però più grave ed indecente, che oltraggia tutto il popolo italiano e chiunque abbia un bricciolo di buon senso, è che dei giovani clandestini, che scappano da fame e guerre, GETTANO IL CIBO PERCHE' vogliono CIBI ETNICI E LA PIZZA DI PIZZERIA. Ritengo che questi comportamenti si commentino da soli; c'è però una cosa sulla quale TUTTI dobbiamo attentamente riflettere: come possiamo pensare di mantenere ad oltranza tutta questa marea di gente f.........a, quando abbiamo i nostri figli senza un lavoro e una fraccata di gente sotto la soglia della povertà che, con composta dignità, farebbe i salti di gioia se potesse ricevere quel cibo che questi giovani clandestini gettano per strada.
Disturbano sul treno senza biglietti, intervengono i carabinieri - 10 Giugno 2016 - 21:30
Ah Lupus, ah Franco!
Vi stavo pijando puu u culu! Volevo sentire la sentire la sensazione che si ha quando si scrivono idiozie sinistra-style. L'ultima vi prego... Gli immigrati fanno quello che gli italiani non vogliono più fare, tipo votare PD
Cani, padroni ed educazione - 11 Gennaio 2016 - 21:57
Ma gli altri chi???
Chi ricorda il film di Bisio dove interpreta il Presidente della Repubblica? Chi ricorda il suo discorso di dimissioni dove puntualizza come tutti gli italiani, brave persone, ogni giorno violino le leggi lamentandosi poi di come si viva in un paese di m, un paese di ladri, di mascalzoni, di profittatori e corrotti, perché i disonesti sono sempre gli altri... ma gli altri chi???? Bisognerebbe che i tanti furbi, egoisti, arroganti ma anche i troppi sedicenti onesti cittadini che pagano le tasse e che proprio per questo ritengono di poter fare tutto ciò che vogliono (come ad esempio imbrattare le città con le deiezioni dei loro cani, perché tanto lo fanno anche gli altri) si dimettessero dalle rispettive mansioni e imparino un po' più di onestà e senso civico. Forse non ci sarebbe bisogno di tante leggi, di maggiori misure di sicurezza, di guardie in ogni dove a controllare... ma tant'è, rimarrà un bel sogno, non perché impossibile, ma perchè i modelli che ci guidano sono.... gli altri!!!
Veneto Banca: 7,3€ il valore d'uscita delle azioni - 4 Dicembre 2015 - 15:16
Una lettura realistica?
A due giorni dall'assemblea della vergogna di Montebelluna, le proteste di 88 mila azionisti di Veneto Banca non accennano a calmarsi. Il Consiglio d'amministrazione ha tagliato il valore delle azioni da 30 a 7,3 euro, mandando in fumo i risparmi di una vita di famiglie e piccoli imprenditori. “Un colpo pesante per l'economia veneta” dice uno degli azionisti, “tantissima gente, famiglie, imprenditori, non sapeva di giocare in Borsa, altrimenti avrebbero diversificato gli investimenti” non mettendo tutti i risparmi solo su questa banca. Ma come è stata possibile una cosa del genere? E' il sistema bancario veneto. La storia di come i grandi colossi bancari riescono a metter mano sui nostri risparmi, mandandoli in fumo per i loro interessi.Le banche popolari spolpate dagli speculatoriIniziamo dal principio. Nel Nordest italiano, dopo la guerra, imprese e artigiani sono riusciti ad uscire dalla crisi grazie ad un sistema bancario formato da piccoli istituti vicini al territorio e ai cittadini. Sono le banche popolari, cooperative, di credito artigiano e così via. In queste banche non finivano i soldi dei magnati internazionali, ma i risparmi di una vita, il Tfr e le pensioni dei lavoratori veneti ed italiani. Oggi, cosa resta di queste banche popolari? Gli speculatori internazionali affamati di denaro hanno deciso, in combutta coi vertici delle stesse banche, che è arrivata la loro ora. Nel loro mondo in cui il profitto viene prima del bene comune e in cui i soldi sono uno strumento di potere, non un mezzo per comprare il necessario, hanno messo in piedi il meccanismo che ieri ha portato gli azionisti di Veneto Banca, esattamente come quelli di Banca popolare di Vicenza, a veder bruciati i loro risparmi di una vita.Come VenetoBanca ha bruciato i risparmi dei suoi azionisti. In che modo? La banca aveva mentito agli azionisti proponendo azioni ad un prezzo alto e fuori da ogni canone realistico. Gli azionisti non potevano sapere, si sono semplicemente fidati di quelli che si sono rivelati poi dei pirati in giacca e cravatta. Il prezzo iniziale delle azioni era stato gonfiato in base a valutazioni personali di un tecnico esterno di Veneto Banca. Calcoli dei quali non ci è concesso approfondire il metodo perché “riservati”, nonostante le nostre richieste. Ma ieri, dato che la banca sta per diventare Spa, il Consiglio d'amministrazione è stato costretto a rivelare il reale valore di mercato delle azioni. Una confessione obbligata (data la trasformazione imminente della banca) e sudata, che è arrivata dopo una riunione durata 11 ore! 81% di perdita per i piccoli sociEcco l'annuncio: ai fini del recesso le azioni sono state valutate 7,3 euro contro i 30,50 euro fissati dall’assemblea di aprile, vale a dire il 76% in meno. Tenendo conto del fatto che il prezzo di 30,50 euro rappresentava già un taglio di oltre il 22% rispetto ai 39,50 euro degli anni precedenti, la perdita per i soci si aggira intorno all’81,5%. Un’enormità, ma non è detto che sia finita perché bisognerà vedere come la Borsa valuterà l’istituto di Montebelluna, che peraltro deve varare una nuova ricapitalizzazione da un miliardo di euro. Avete capito bene, l'81% dei risparmi di una vita andati in fumo per quella che potrebbe essere una truffa colossale da parte di una banca ai suoi risparmiatori.menzogne, i favoritismi e la volontà di andare in borsa ne sono la prova. Le uniche vittime sono gli azionisti ingannati. Lo conferma oggi Confedercontribuenti: "E' una rapina. Rimangono impuniti i veri colpevoli che hanno diretto la banca e che in questi anni ne hanno combinate di tutti i colori".I banchieri complici vanno puniti Ecco svelato dunque il disegno dei grandi speculatori internazionali: le mega banche, con la complicità dell'Europa e del premier Pd vogliono distruggere e azzerare le banche del territorio per fare posto ai grandi gruppi internazionali. Una volta affondate queste piccole banche infatti, come accaduto per Banca popolare di Vicenza e Veneto Banca, i grandi istituti finanziari potranno comprare per pochi spicci i l
Il Viminale taglia la Prefettura di Verbania - 13 Settembre 2015 - 11:46
Prefetture e altri sprechi pubblici
Le prefetture fanno parte di quel pacchetto di sprechi pubblici che l'Italia detiene rispetto a tutto il resto del mondo. Per non parlare del Senato e delle Regioni, tutta fuffa che serve solo a dar denaro a una marea di politici che in allergic al laour (penta stellati a parte), che non vogliono più privarsi di stipendi da nababbi che si sono votati e relativi benefit. E' giusto che gli italiani si lamentino in continuazione di questo status, ma se vogliamo veramente cambiare le cose dobbiamo fare come si è fatto negli anni 70 e nel 92, magari a qualcuno gli viene la sgagia e fa qualche passo indietro, pensandoci bene prima di prendere decisioni scellerate come quelle attuali, che stanno portando il popolo italiano al più profondo impoverimento e alla rovina.
Frana SS34: sindaci del verbano hanno incontrato Reschigna - 24 Dicembre 2014 - 19:42
Frana Cannero
Bravo Reschigna...se non ci fossi tu in regione! D'altronde sei stato un mio compagno di banco a scuola...alle medie? non ricordo bene,ma gomito a gomito.Allora come oggi non abbino mai grandi confidenze ma solo rispetto reciproco. Sembra che tu sa l'unico normale con tanti politici corrotti e incapaci o menefreghisti,a prendere spendo in mano le redini e ,oggi insieme a Marchioni per Verbania,inizi e fare qualcosa.I sindaci vogliono andare al confine con al coccarda a istigare gli svizzeri per chiedere aiuto(vedi ECO) data la mancanza dello stato.Ma da quando lo Stato è presente? non c'è mai neppure nei grandi cataclismi come terremoti e alluvioni,figuriamoci se c'è per la frana di Cannero!Un sistema per avere l'interessamento dei vari politici italiani per queste calamita'a' e altre cose,è quello di legarli mani e piedi,met terli di forza in una bella villetta su una collinetta e poi attendere o provocare una bella frana,sperando che qualcuno di loro sopravviva cosi',magari la prossima vola anziche'40 giorni di attesa ne' avremo solo 10.Ciao Reschigna e un Buon Natale a tutti quelli che hanno a cuore il loro paese e la loro dignita'.
12 nuovi migranti in città - 25 Agosto 2014 - 19:26
"Migranti"
Prima di sproloquiare a vanvera e fare i samaritani da strapazzo, seguite quanto i più preparati agenti delle varie intelligence mondiali stanno dicendo: nascosti tra questi "pseudo migranti" ci sono cellule addestrate pronte a colpire in tutto il mondo. Certo, non dico che tutti quelli che arrivano sono così, però il rischio è alto; poi qui c'è un altro problema; ma questa fiumana di disperati come si sosterranno? saremo sempre noi a mantenerli? dove troveranno una casa e un lavoro? Sono queste, cari bigottoni, i quesiti che ci dobbiamo porre, anche perché già alcuni paesi come la Francia e la Germania hanno affermato che il problema di questa invasione incontrollata è un problema solo italiano, capito come ci vogliono bene i cosiddetti fratelli europei e come gli sta a cuore il dramma di sta gente e il malessere degli italiani? Chiediamo a gran voce di riportarli a casa loro e, se è il caso, aiutarli LA!
Verbanese muore in incidente sulla tangenziale Ovest di Milano - 27 Giugno 2014 - 11:07
Daihhh , Kiryienka !!!!
Kiryienka ( che nome difficile hai scelto !!!! ), non si tratta di essere buonisti a tutti i costi ..........Trattasi di essere coerenti e di difendere la nostra identità di italiani, con tutti i suoi difetti e virtù. L'invasione che stiamo subendo, è da parte di un'orda di sciammannati, senza freni e con determinazione di venire da noi a fare quello che vogliono, visto che le nostre leggi non valgono un fico secco. Se le nostre carceri ospitano un'altissima percentuale di extracomunitari ed altrettanto alta di comunitari dell'est Europa, ci sarà un motivo !!! Spero tu lo abbia capito, altrimenti sarebbe preoccupante il contrario.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti