Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

adriano

Inserisci quello che vuoi cercare
adriano - nei post

Il saluto a Don adriano - 6 Settembre 2021 - 18:06

Una folla numerosa ha partecipato all’ultima funzione a Cossogno di Don adriano Micotti, tenutasi nell’oratorio di Inoca.

Saluto a Don adriano e celebrazioni - 4 Settembre 2021 - 17:04

Il saluto a Don adriano, nominato parroco di Romentino, che, domenica 5 settembre, celebrerà la sua ultima Messa a Cossogno. Nuovo parroco di Trobaso e Cossogno sarà don Marco Masoni.

Festa del Vino - 2 Luglio 2021 - 10:27

Sabato 3 luglio dalle 18:30 alle 23:00, in Piazza Matteotti a Baveno si terrà del Festa del Vino.

Rebecchi su Comitato difesa Castelli - 8 Maggio 2021 - 09:11

Riceviamo e pubblichiamo, una nota di adriano Rebecchi Martinelli, Federazione Nazionalpopolari del Verbano-Cusio-Ossola e Novara, riguardante la nascita del “Comitato difesa Ospedale Castelli 2021".

"Il tuo Giro parte da Verbania" - 7 Maggio 2021 - 18:06

Sulle orme dei più grandi campioni di tutti i tempi per gli atleti più allenati o percorsi immersi nella natura per principianti e famiglie partendo dalla città “giardino sul lago” che ospita.

Costituzione “Comitato difesa Ospedale Castelli 2021” - 6 Maggio 2021 - 08:01

E' in fase di costituzione il “Comitato difesa Ospedale Castelli 2021” promosso da alcuni Consiglieri Comunali di Verbania.

Piantumazioni in città - 24 Aprile 2021 - 19:06

Verbania: settimane di nuove piantumazioni in città il 27 aprile e il 2 maggio.

Cossogno: Giornata nazionale vittime del Covid - 19 Marzo 2021 - 18:06

L’Amministrazione Comunale di Cossogno, nella giornata di ieri, ha voluto ricordare la giornata nazionale vittime del Covid, con la Benedizione impartita da Don adriano Micotti e “Il silenzio” suonato da Davide Citera.

"Le relazioni non sono pericolose" - 21 Febbraio 2021 - 08:01

Lunedì 22 febbraio alle ore 18.30 in diretta sul canale Youtube de IL MAGGIORE DI VERBANIA, l’imprenditrice verbanese MANUELA RONCHI presenta il suo nuovo libro “LE RELAZIONI NON SONO PERICOLOSE: l’importanza dell’incontro all’epoca dei social”.

Cossogno: una Festa del Toc speciale - 27 Dicembre 2020 - 12:05

Nelle giornate del 23 e 24 dicembre Babbo Natale del Comunedi Cossogno, in collaborazione con il Gruppo Sportivo ed il Circolo Operaio Cossognese, ha effettuato la consegna di piccoli doni Natalizi ai bambini del paese.

Una nota su Ospedale VCO - 3 Novembre 2020 - 12:05

Riceviamo e pubblichiamo, un documento firmato da alcuni amministratori del nostro territorio; "Chiediamo semplicemente che si torni a parlare del futuro della sanità del VCO".

Concerto 10/10 Un Paese a Sei Corde - 9 Ottobre 2020 - 15:03

All’interno del cartellone della XXVI edizione della rassegna "Ottobre Culturale Gravellonese”, Un Paese a Sei Corde/Master propone un concerto di Federica Artuso, incentrato sulle composizioni di cinque donne chitarriste.

"Piroscafo Milano", una critica - 25 Settembre 2020 - 12:11

Riceviamo e pubblichiamo, una nota a margine dell'Inaugurazione di un “monumento” dedicato al Piroscafo Milano, della Federazione Continuità Ideale del RNCR.RSI, e Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi della RSI.

Commemorazione battelli “Genova” e “Milano” - 23 Settembre 2020 - 07:01

Commemorazione del 76° anniversario della tragedia dei battelli “Genova” e “Milano” mitragliati, incendiati e affondati, da aerei angloamericani, il 25 e 26 settembre 1944.

Buon riscontro del Concerto Ensemble di Corni - 16 Settembre 2020 - 08:01

Si è tenuta nella Chiesa parrocchiale di S.Brizio, domenica 13 settembre il Concerto di Corni dell’associazione Horn Klan(g) presieduta dal Maestro Davide Citera e della moglie Francesca.Durante il concerto, che ha spaziato dalle musiche classiche alle più note colonne sonore,

VerbaniaArte: Mathia Pagani all’Affiche di Milano - 31 Agosto 2020 - 08:01

Lui si chiama Mathia Pagani… E’ nato a Milano nel 1981, e ha fatto un bel po’ di gavetta creativa: alla Galleria l’Affiche, dove espone oggi come artista, ma anche al Mudec, a New York e a Parigi, dove attualmente vive. E pure, ci tiene a ricordarlo, alla Palazzina dei Bagni Misteriosi del Teatro Franco Parenti, sempre a Milano.

Un Paese a Sei Corde/Master 2020 - Agosto - 31 Luglio 2020 - 18:33

Anche durante il mese di Agosto la rassegna Un Paese a Sei Corde/Master presenta una serie di concerti che spaziano tra i diversi generi musicali e tra i territori.

Cossogno: celebrata la Festa del Toc - 29 Dicembre 2019 - 08:01

Come tutti gli anni, il 26 dicembre, giorno di Santo Stefano, si rinnova a Cossogno la tradizione medioevale della “Festa del Toc”.

"Turismo e sostenibilità" - 28 Novembre 2019 - 19:06

Si terrà venerdì 29 novembre alle ore 21:00 presso la sala convegni dell'Hotel Atlantic ad Arona (C.so Repubblica 124) l'incontro pubblico "Turismo e Sostenibilità".

Oscar del Volley 2019 - 30 Settembre 2019 - 10:03

Uno splendido colpo d’occhio di spettatori ed atleti in tribuna al PalaIgor di Novara ha caratterizzato la premiazione del Comitato Territoriale FIPAV Ticino Sesia Tanaro svoltasi sabato 28 settembre. Premiate anche le società verbanesi.
adriano - nei commenti

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 20 Aprile 2020 - 02:24

Stop 5g CONDIVIDETE.. CHE SIA UN ESEMPIO !!!!!
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Contro il 5G e l’inquinamento elettromagnetico si sono schierati Ambiente Salute nel Piceno, in accordo con l’Associazione Medici per l’Ambiente, la Dottoressa Isde Patrizia Gentilini, oncologa, la Dottoressa Isde Renata Alleva con dottorato in biochimica, Stop 5G Marche nella persona di Stefania Gagliardi , adriano Mei per i comitati in rete Marche. Allo scopo di fare sentire la propria voce, questi comitati e associazioni hanno inviato una lettera al Sindaco di San Benedetto, Pasqualino Piunti. Di seguito le loro parole tramite la nota inviata al primo cittadino. “Siamo qui con la presente per riproporLe quanto da noi richiesto mesi fa per vietare la sperimentazione e l’installazione della tecnologia 5G a San Benedetto del Tronto; tecnologia messa in discussione da medici e ricercatori di tutto il mondo proprio perché si pongono seri dubbi sui suoi effetti sulla salute. Chiedemmo allora che Lei, come massima autorità sanitaria locale, appoggiato da un atto amministrativo largamente condiviso dal consiglio comunale, imponesse il divieto alla sperimentazione ed installazione di tale tecnologia fino a che non fosse provata la sua innocuità nei confronti della salute dei cittadini, facendo leva sul Principio di Precauzione, fondamentale normativa europea per la tutela e la prevenzione della salute pubblica. Oggi, a distanza di mesi, abbiamo acquisito la consapevolezza che la sperimentazione in Italia è ormai terminata e che nel corso del 2020 molte aziende si stanno già preparando ad inviare le proprie richieste per l’installazione nel nostro comune di antenne 5G. Im virtù di questa nuova situazione Le chiediamo con urgenza di esprimere la Sua contrarietà con un atto amministrativo, in ragione della sua massima carica di Primo Cittadino, e che lo faccia coinvolgendo tutto il consiglio comunale, gli uffici tecnici del Comune, l’azienda Polab alla quale è stato appaltato il piano antenne cittadino. Consideriamo ancora fondamentale l’utilizzo e il potenziamento del monitoraggio da noi proposto ed ottenuto per il controllo dei limiti delle emissioni delle antenne già esistenti. Chiediamo inoltre, proprio con l’ausilio di una commissione, di rivedere il regolamento comunale su questa materia per mettere in sicurezza il nostro territorio prevedendo la tempestiva informazione dei comitati di quartiere. Certi che lei abbia compreso l’urgenza e la gravità della questione ci auspichiamo in un riscontro positivo alle nostre richieste”. Ambiente Salute nel Piceno ricorda che sabato 18 aprile, alle ore 19, in diretta sulla pagina facebook dell’associazione, si terrà un evento online.

'Come entrare in banca e uscirne vivi' - 18 Novembre 2019 - 16:10

Re: "Come entrare in banca e uscirne vivi"
Ciao adriano Rebecchi Martinelli, No. In Italia la difficolta delle aziende per ottenere credito è un fatto stranoto. Le stretta creditizia è anzi aumentata nell'anno in corso.

Gruppo di Lettura - Controllare e distruggere - 23 Gennaio 2019 - 11:22

Banfi e Celentano
La cultura in Italia. adriano Celentano che ci fa la morale e Lino Banfi che ci rappresenta all'Unesco. C'entra poco con l'articolo ma considerata la tematica ho colto l'occasione per scrivere un mio rigo di sconforto.

Con Silvia per Verbania su spostamento LIDL - 30 Dicembre 2016 - 14:47

Re: Indirizzato non è obbligato !
Ciao Giordano Andrea FERRARI Quello che hai pensato è forse un utopia mah........http://www.verbania5stelle.it/2016/03/verbania-e-una-possibile-risorsa-lacqua-calda/ I problemi del mondo non possono essere risolti da degli scettici o dei cinici i cui orizzonti si limitano a delle realtà evidenti. Noi abbiamo bisogno di uomini capaci di immaginare ciò che non è mai esistito. (John Fitzgerald Kennedy) Senza utopia, nessuna attività veramente feconda è possibile. (Mikhaïl Ievgrafovitch Saltykov) Ogni giorno, qualcuno sta facendo qualcosa che qualcun altro ha detto era impossibile. (Glenn Hefley) Quando una moltitudine di piccole persone in una moltitudine di piccoli luoghi cambiano una moltitudine di piccole cose, costoro possono cambiare la faccia del mondo. (Friedrich Nietzsche) Come se tutti i grandi progressi dell’umanità non fossero dovuti a una utopia realizzata. Come se la realtà di domani non dovesse essere fatta dell’utopia di ieri e di oggi. (Charles Fourier) Spesso il termine utopia è la maniera più comoda per liquidare quello che non si ha voglia, capacità o coraggio di fare. (adriano Olivetti)

Demolita l'edicola di piazza Cavour - Foto - 12 Ottobre 2016 - 23:41

cima d'Intra
a dire il vero,cima d'Intra e' dove c'era la rimessa delle corriere,al bivio per Premeno....piazza Cavour e' Piazza Cavour,nulla a che vedere con ''cima d'Intra''.....giusto per puntualizzare,visto che si parla di ''veri intresi''...............la panchina fa ridere,cmnque meglio che un pugno in un occhio,,,,almeno,quelli che vanno nel bar dell'adriano o si fermano ad aspettare un piatto tipico intrese,gli involtini priomavera,sanno ''' in'dua pugia' ul cu' ''.....ciao

Ipotesi di passeggiata Intra - Suna - 11 Ottobre 2016 - 21:03

Re: A favore della pista ciclabile
Ciao info L'idea del segway mi sembra interessante, riguardo al costo autisti è vero potrebbe far lievitare i costi, ma di sicuro aumenta occupazione e poi non è detto, se il servizio funzionasse a pieno ritmo le entrate sarebbero maggiori rispetto alle attuali. Piccoli bus possono essere modulati sui flussi stagionali, ed il fermo macchina non sarebbe grave come per un mezzo da 2/300 mila euro, mentre gli autisti potrebbero in parte essere stagionali. E non essendo necessaria la patente D si potrebbe pensare anche a prestazioni per il fine settimana, moltissimi potrebbero essere i candidati e costerebbe meno di un autista con patente D. Si deve pensare in un ottica da qui a 30/40 anni prima di sperperare danaro pubblico, pensiamo a 30 anni fa, non avevamo nemmeno internet, ora in mobilità la telefonia permette usi infiniti attraverso la rete , si possono progettare strade sfruttando la cinetica del traffico e recuperare energia http://www.fotovoltaicosulweb.it/guida/ricavare-energia-cinetica-dal-traffico-l-invenzione-di-una-start-up-italiana.html il fotovoltaico ed altre fonti rinnovabili erano sogni insomma chiuderei tanto per cambiare con una citazione “Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora può diventare qualcosa di infinitamente più grande”. Una frase sui sogni di adriano Olivetti, grande imprenditore e grande visionario i cui sogni si sono trasformati in opere che hanno segnato il tempo e la storia. Purtroppo gli è succeduto un certo De Benedetti più che imprenditore direi PRENDITORE ahimè non posso non postare questo suo pensiero ...... “Alla fine del fascismo la maggior parte degli intellettuali vedeva nei partiti uno strumento di libertà. Io no. Sono organismi che selezionano personale politico inadeguato. Un governo espresso da un Parlamento così povero di conoscenze specifiche non precede le situazioni, ne è trascinato. Ho immaginato una Camera che soddisfi il principio della rappresentanza nel senso più democratico; e poi sappia scegliere ed eleggere un senato composto delle persone più competenti di ogni settore della vita pubblica, della economia, dell’architettura, dell’urbanistica, della letteratura”.

Sei di Verbania se .... - 5 Settembre 2015 - 16:30

Amarcord Suna
Ho dei bellissimi ricordi di Suna avendo vissuto i miei primi otto anni e mezzo di vita,ed esattamente dal settembre 1948 al febbraio del 1957.I miei primi ricordi sono quelli dell'asilo infantile : Suor Luisa, suor Maria e la superiora di cui non ricordo il nome.Di suor Maria ricordo la sua dolcezza e comprensione nonostante io ed altri miei compagni fossimo un po' troppo vivaci ,ma soprattutto il suo viso molto carino e materno che ci rassicurava.Abitando in via dei Partigiani , allora molto frequentata,non c'era da annoiarsi. Molti erano i bambini coi quali giocavo:adriano,Renato,Pierangelo,Flavio e Nives che mi graffiava regolarmente in quanto sosteneva che le facessi un po' di dispetti. La zona del Monterosso andando verso Cavandone era una delle nostre mete preferite per giocare e se devo dire la verità utilizzando a volte fionde e archi costruiti con i telai di vecchi ombrelli,col rischio di farsi seriamente male.Poi c'erano i ragazzi più grandi di noi che cercavamo di imitare osservandoli nei loro comportamenti non sempre positivi. C'era Ettore un amico di mio fratello Cesare,un ragazzo di 17 o 18 anni che era un po' turbolento ma buono d'animo; Roberto che gli piaceva fare i dispetti a Don Rino col beneplacito di mio fratello e col vizietto di tracannare un po' di vino;Giuliano che si divertiva ad usare i famosi sandolini abbandonati dall'esercito americano sulle spiagge di Suna, che erano delle piccole imbarcazioni che assomigliavano vagamente alle nostre canoe jole ; poi c'era Pollini un fanatico della pesca in quanto proveniva da famiglia di pescatori famosa in tutta Suna che portava mio fratello in barca. Altri personaggi a volte caratteristici che ricordo: Remigio,un uomo già abbastanza anziano e sordomuto che abitava di fronte a casa mia e che viveva in un locale di una vecchia casa fatiscente,come tante altre case di quel tempo, assieme alle sue capre.Vivacchiava vendendo un po' di frutta e verdura e qualche bottiglia di vino ed ogni tanto chiedeva a mio padre se la guerra fosse finita in quanto non potendo socializzare molto ed essendo analfabeta viveva in un mondo tutto suo.Poi c'era Mentina,una signora di mezza età che gridava spesso,ma forse era il suo modo di esprimersi, nervosa e bizzarra che ogni tanto veniva ricoverata a Novara al centro neuro psichiatrico.Ricordo anche Mazzola un commerciante di generi alimentari che aveva un figlio col quale ogni tanto giocavo;Lomazzi un capomastro edile ,un uomo sempre indaffarato padre di tre figli;Benvegnù un commerciante di frutta e verdura col figlio Claudio,morti entrambi in un incidente stradale negli anni settanta;il Dott.Garzoli con la sua vecchia balilla che rigava regolarmente contro il muro quando imboccava la via in cui abitavo.C'era poi Elena una ragazzotta robusta col viso bianco e rosso che abitava in via Brofferio che tuttti i giorni andava a riempire due secchi d'acqua in una delle fontane di via Partigiani;Giannina di origine veneta che andò a farsi suora che era ancora ragazza; Il postino con il viso sempre allegro e paonazzo; il farmacista che con la sua aria seriosa mi metteva soggezione e Adriana che commerciava in maglie di lana e cotone che diventò anni dopo suocera di Alberto ,un mio carissimo amico che abitava nei pressi del cimitero di Suna e che suo padre faceva il carrettiere in tutta Verbania, un mestiere allora abbastanza diffuso.Non posso poi dimenticare il famoso colonnello Galli ,un ufficiale in pensione di circa 75-80 anni,un vero e proprio signore che faceva il galante con tutte le donne del paese.Termino ricordando le mie prime maestre delle scuole elementari che sono: Flora Ciambellini allora molto giovane e carina della quale forse mi ero per così dire innamorato e la maestra di 2° elementare Maria Farina che ebbi sino in terza in quanto poi mi traserii a Pallanza con la famiglia.

"Patetico il commento del Segretario Verbanese della “Lega Nord” De Magistris" - 20 Febbraio 2015 - 21:34

risposta al Sig. Tedesco su adriano Tilgher
E' vero. Nel 1982 fu Inquisito per la Strage dell'Italicus e la Strage di Bologna. Si fece il carcere ingiusto per 6 anni.,Poi fù assolto con formula piena dalle varie accuse; La Corte di Cassazione definì " mere congetture " le accuse contro di lui e successivamente fù scarcerato e risarcito dallo stato per ingiusta detenzione. Strano che chi si è informato sulle vicende di Tilgher non abbia letto la conclusione della vicenda. Bastava informarsi su Internet ed evitare domande maliziose. Confermo che il Fronte Nazionale cui aderiamo è quello fondato da adriano Tilgher che, assicuro, conosco per una persona molto perbene. Se non è soddisfatto posso girale a Lui direttamente la domanda per una risposta più dettagliata ed adeguata alla sua curiosità.

"Patetico il commento del Segretario Verbanese della “Lega Nord” De Magistris" - 20 Febbraio 2015 - 19:38

signora Bignardi
MI scusi per la domanda.. ma qui nascono fronti ogni giorno.. ma questo Fronte Nazionale è il partito il cui segretario è tale adriano Tilgher ex esponente di Avanguardia Nazionale condannato nel 76 per ricostituzione del Partito fascista, amico e camerata di Stefano Delle Chiaie ,indagato più volte negli anni 70 o 80 ,indagato per la strage del treno italicus e per la strage di Bologna o è un altro Fronte Nazionale?

Cristina sul patto di stabilità - 30 Marzo 2014 - 10:07

Pantheon della sinistra
Filippo Penati: braccio destro di Bersani. Membro di quello che la magistratura definisce sistema-Sesto. Pubblicamente si dichiara innocente asserendo di rinunciare alla prescrizione per dimostrare la propria innocenza. Non fa niente per rinunciare alla prescrizione. Prescritto. Renzi Matteo: si scopre residente Per 4 anni di un appartamento pagato da un personaggio che ottiene svariati incarichi milionari dal comune di Firenze. Rigoni Andrea (dep Pd): condanna in primo grado per abuso edilizio, poi reato prescritto. Susanna Ronconi. Storica figura del troncone toscano di Prima Linea, lavora al Gruppo Abele di Torino dove ha la responsabilità delle cosiddette «Unità di strada». Nel 1987 guadagna il primo permesso-premio per la sua dissociazione. È stata consulente di Asl e Comuni del nord Italia, collabora alla pubblicazione del «Rapporto sui diritti globali» a cura dell'associazione Informazione&Società per la Cgil Nazionale. Un'interrogazione di Gasparri (An) e Giovanardi (Ccd) la segnalano come beneficiaria di una consulenza da parte dell'allora ministro Livia Turco. Rutelli Francesco (sen Misto fondatore già DS-PD): condannato per danno erariale dalla Corte dei conti. Giovanni Senzani. Il «criminologo» delle Br-Partito Guerriglia, irriducibile fino al midollo, già sospettato di essere il Grande Vecchio del sequestro Moro, ergastolano per l'omicidio del fratello del pentito Patrizio Peci, esce nel 1999 in semilibertà ma un anno dopo è dietro la scrivania di un centro di documentazione della Regione Toscana denominato «Cultura della legalità democratica» e inserito nel progetto Informa carcere. Nel 2001 si è scoperto che il centro poteva clonare tutti gli atti, anche quelli segreti, della commissione parlamentare sulle stragi. È coordinatore della casa editrice di sinistra Edizioni Battaglia. adriano Sofri. Ex leader di Lotta continua e condannato a 22 anni per il delitto Calabresi,che a parte il fatto che ha goduto di almeno una ventina di anni in libertà per i continui processi di cui è impossibile capire le motivazioni per le quali gli è stata concessa questa possibilità, negata a chiunque altro ed ora dopo la condanna definitiva, già in libertà "particolare" per motivi di salute, anche se non si capisce bene quali, visto le continue attività nelle quali si cimenta è stata la collaborazione fattiva con il Governo Prodi, dal quale è anche pagato profumatamente, mentre gli italiani sono alla fame. Ora alla fine del 2008 è tornato a parlare con i toni che usò all'epoca dell'omicidio Calabresi quando già il giorno dopo del suo omicidio, su "Lotta continua" scrisse «Ucciso Calabresi, il maggior responsabile dell’assassinio di Pinelli». Il guaio è che oggi scrive su La Repubblica che pubblica anche i suoi vaneggiamenti e i suoi revanscismi, insegna ai giovani nelle nostre Università e quanto a indottrinare i giovani, certo lui è un campione come pochi ed infatti i primi sintomi di un ritorno al 68 già si notano per le nostre strade, proprio in occasione delle falsità sul decreto Gelmini. Tancredi Paolo (dep Pd): indagato per corruzione. Tedesco Alberto (sen Pd): indagato per turbativa d’asta e corruzione. La Camera dei deputati l’ha salvato negando l’autorizzazione all’arresto.

Dalla Francia un racconto su Bracchio - 14 Agosto 2013 - 16:02

Testimonianza
Grazie alla mia benefattrice Elena e a Padre Domenico. Ho avuto la gioia di venire a conoscenza della bella storia del Gesù Bambino di Bracchio ed ho anche potuto vedere il Santo Bimbo di cera grazie a Don adriano Miazza il parocco !!! Ho conosciuto con piacere Rosetta, la Zia della nostra Amica ed avere notizie e ricordi della sua famiglia di origine !!! Spero tanto che quando il Signore vorrà potremo celebrare con Lei e Padre Domenico una Santa Messa per tutti che soffrono nella bellissima Chiesetta di Bracchio. Un abbraccio affettuoso a tutti i nostri amici. Un ricordo affettuoso. Cristina
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti