Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

ferroviaria

Inserisci quello che vuoi cercare
ferroviaria - nei post

Reazioni all'inaugurazione del Movicentro - 7 Febbraio 2021 - 09:33

Riceviamo e pubblichiamo, una nota del senatore Enrico Montani, Lega Salvini, e una nota dell'onorevole Mirella Cristina a margine dell'inaugurazione del Movicentro.

Scoperti 800mila€ non dichiarati nel 2020 - 14 Gennaio 2021 - 08:01

Nel corso dell’anno appena concluso, i funzionari dell'Agenzia delle dogane e dei Monopoli del VCO, durante le attività di contrasto alle frodi e alle violazioni in materia valutaria presso i valichi di confine e la Stazione ferroviaria Internazionale di Domodossola, hanno ottenuto, operando insieme ai militari della Guardia di Finanza, risultati rilevanti.

Treno Riviera Express risposta dell’Associazione “Obiettivo treno notturno” - 13 Gennaio 2021 - 11:04

Progetto convoglio Riviera Express con fermata a Verbania. Risposta positiva dal Presidente dell’associazione internazionale “Obiettivo treno notturno”. Incontro in primavera per confrontarsi.

Il Treno Riviera Express fermi a Verbania - 13 Gennaio 2021 - 09:51

Treno internazionale Riviera Express: un progetto interessante che deve vedere una fermata anche alla stazione di Verbania, il maggior centro turistico del territorio. Il Sindaco di Verbania scrive all’associazione internazionale “Obiettivo treno notturno” e agli europarlamentari sostenitori.

Piemonte potenzia trasporti per ripresa scuola - 9 Gennaio 2021 - 13:01

Sono circa 4.300 le corse in più alla settimana previste per il servizio autobus urbano ed extra urbano per un totale di quasi 96.000 chilometri percorsi.

Lincio: potenziare transito Sempione - 8 Gennaio 2021 - 10:23

Riceviamo e pubblichiamo, una nota del Presidente della Provincia del VCO, Arturo Lincio, riguardante l'aumento di capacità di transito attraverso il Sempione.

Gruppo consiliare Progetto VCO su Genova -Rotterdam - 6 Gennaio 2021 - 08:01

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Gruppo consiliare Progetto VCO, critico con il Presidente della Provincia del VCO sulla questione asse ferroviario Genova -Rotterdam.

Lincio: su collegamento viario del Sempione - 29 Dicembre 2020 - 11:05

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Presidente della Provincia del Verbano Cusio Ossola, riguardante la costituzione di una Commissione sul collegamento Italia - Svizzera tramite il Sempione.

Preioni su Sempione nella Cig - 23 Dicembre 2020 - 15:03

“Il Gruppo Lega Salvini Piemonte si associa alla richiesta fatta dal presidente della Provincia del Vco Arturo Lincio, per chiedere formalmente che l'asse del Sempione, come avvenuto per il Colle del Tenda verso la Francia, venga inserito nei piani del Cig, la Commissione intergovernativa per la nuova linea ferroviaria Torino-Lione".

Torna il Treno del Foliage - 11 Ottobre 2020 - 19:06

Dal 17 ottobre al 15 novembre a bordo dei treni della Ferrovia Vigezzina-Centovalli: tra Piemonte e Canton Ticino un indimenticabile viaggio nell'autunno.

Fondotoce: Marchionini risponde a Preioni - 28 Settembre 2020 - 16:06

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Sindaco di Verbania, Silvia Marchionini, in risposta a quello del Consigliere Regionale Alberto Preioni, sul progetto Piano Grande di Fondotoce.

Margaroli risponde su interventi Piana del Toce - 26 Settembre 2020 - 09:34

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dell’Assessore all’Urbanistica, Giovanni B. Margaroli, a margine della Commissione Consigliare Urbanistica sul futuro del Piano Grande di Fondotoce, e le critiche susseguite.

Cristina: rientra allarme cantieri viabilità VCO - 31 Luglio 2020 - 17:51

Riceviamo e pubblichiamo, una nota dell'on. Mirella Cristina dopo il confronto con Società Autostrade e RFI rispetto ai lavori in corso nel VCO e Novarese.

Cristina su ferrovia Domodossola - Arona e A26 - 16 Luglio 2020 - 11:05

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dell'on, Mirella Cristina, Forza Italia, critica sulla chiusura ad Agosto della Ferrovia Domodossola - Arona e sui cantieri sulla A26.

Reazioni al blocco ferrovia Domodossola Arona - 16 Luglio 2020 - 09:34

Riceviamo e pubblichiamo, una nota congiunta dell'eurodeputato Alessandro Panza, i parlamentari Enrico Montani e Alberto Gusmeroli e del Presidente Gruppo Lega Salvini Piemonte, Alberto Preioni.

Interruzione servizio ferrovia Domodossola‐Milano - 16 Luglio 2020 - 08:01

Rete ferroviaria Italiana (RFI), gestore dell’infrastruttura ferroviaria, ha previsto una interruzione della direttrice Domodossola‐Milano nella tratta tra Domodossola e Arona dal 16 agosto al 6 settembre 2020.

Lavori in stazione e chiusura del parcheggio ex scalo merci - 12 Luglio 2020 - 12:05

R.F.I. (Gruppo Ferrovie dello Stato Italiano) ha informato in questi giorni il Comune di Verbania che, a partire dal 13 luglio 2020, lo spazio di loro proprietà adibito a parcheggio presso la Stazione ferroviaria di Fondotoce (nella parte riguardante l’ex scalo merci) sarà chiuso per circa due mesi e mezzo causa lavori.

Incremento dei treni in Piemonte - 2 Giugno 2020 - 08:01

Da mercoledì 3 giugno, nel proseguimento della fase 2 della emergenza Covid-19, è effettuato un nuovo incremento dell’offerta ferroviaria di Trenitalia in regione Piemonte.

Regione Piemonte: nuova Ordinanza sul territorio - 7 Aprile 2020 - 10:23

L'Ordinanza numero 39 del 6 aprile sostituisce integralmente la numero 36 del 3 aprile scorso e stabilisce che, con decorrenza immediata fino a lunedì 13 aprile.

Denunciati per interruzione di servizio pubblico - 17 Marzo 2020 - 16:06

I Carabinieri della stazione di Stresa, a completamento accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà un 39/enne da Quarto Oggiaro (mi), e un 57/enne da Cesate (mi), resisi responsabili di interruzione di pubblico servizio ed oltraggio a pubblico ufficiale (artt. 340 e 341 bis del c.p.).
ferroviaria - nei commenti

Interruzione servizio ferrovia Domodossola‐Milano - 21 Luglio 2020 - 06:57

Diciamo che..
In effetti facendo questa tratta da una ventina d'anni ho visto di tutto. Il tratto arona verbania e quindi domo è lentissimo e provoca ritardi. Come ho detto é la rete ferroviaria il maggior indiziato e trenord ha i suoi problemi ma i treni ci sono e sono nuovi. Anche se sulla linea di domo girano ancora catorci, la Lombardia ha un movimento di pendolari tra i maggiori d'Europa. Nelle infrastrutture si che bisogna investire. E tanto anche. Ma ci sono problemi di tutti i tipi compresi i vincoli ambientali che bloccano tutto. Quindi..

Nuovo ospedale a Domodossola - 26 Ottobre 2019 - 09:44

Futuro
Giusto un nuovo ospedale unico, però, considerando che deve essere facilmente accessibile a tutti, non dovrebbe almeno essere vicinissimo ad una stazione ferroviaria e statistichamente più vicino alla maggioranza della popolazione? Logisticamente mi sembra una soluzione molto sbilanciata e non facilmente fruibile da chi non ha un auto o non può guidare. Ecologicamente mi sembra molto miope. Si può fare di più guardando al futuro e non ai miseri interessi politici tra l'altro per loro natura effimeri

Comitato Salute VCO torna su sanità provinciale - 30 Marzo 2019 - 08:06

Re: Re: Re: Re: E figuratevi la giravolta del PD!
Ciao SINISTRO Per quanto riguarda la rete ferroviaria e il trasporto sono regionali. Quindi...... Per quello che riguarda l'astensionismo in Piemonte credo sia molto basso. Anche perché si andrà a votare almeno anche per le europee. Credo che il tuo obiettivo di dire che anche se vince la destra vale poco perché c'è l'astensione sia destinato a fallire. Ti ricordo che nella più grande e moderna democrazia, gli Usa, vota meno della metà e per votare devi essere iscritto volontariamente alle liste. Quindi non è necessario che vadano a votare tutti. Quello lo si fa nelle dittature specie ex sovietiche. O ti che sei della destra sociale nelle dittature militari fasciste. Qui bastano le maggioranze relative o assolute. Per fortuna.

Comitato Salute VCO torna su sanità provinciale - 29 Marzo 2019 - 09:26

Re: Re: Re: E figuratevi la giravolta del PD!
Ciao robi purtroppo è altrettanto preoccupante la tendenza dell'astensionismo al 50%. Sull'essere meno torinocentrici a destra, non sono tanto convinto. Per quanto riguarda i collegamenti ferroviari, credo che sia anche una responsabilità di chi gestisce la rete ferroviaria.

Forza Italia su stazione di Verbania - 18 Febbraio 2019 - 09:29

Re: Re: campagna elettorale
Ciao robi quando non c'era la sinistra al potere, per caso le ferrovie piemontesi funzionavano meglio? Inoltre l'intera rete ferroviaria italiana e di stampo ottocentesco.

Forza Italia su stazione di Verbania - 16 Febbraio 2019 - 20:52

Re: Stazione di Verbania
Buonasera Mario, innanzitutto, mi permetta di evidenziare una cosa: non appartengo ad alcun movimento politico e sono un comune cittadino con nessuna attività politica alle spalle o in corso. Per questo non è importante il mio nome, ma – visto che lo chiede, mi presento: “piacere di conoscerLa Mario, Alessandro Bertolazzi”. Non conosco quindi nemmeno il sindaco, nè di persona nè in modo indiretto. Per il suo problema può scrivere sia a ConserVCO (non so se è di loro competenza quel tratto di strada) oppure direttamente al Sindaco. Da quanto si legge e si sente, risponde quasi sempre nel merito. Tornando alla questione ferrovia, capisco che la situazione sia ormai al limite della sopportazione, ma è oggi il tempo in cui gli amministratori stanno risolvendo il problema, che si protrae da decenni. Le colpe vanno ricercate in quella eterna incapacità del sistema politico di risolvere i problemi in modo efficace. Le relazioni tra i vari enti sono la causa principale di un sistema troppo legato che si trova, spesso, davanti alla strada senza uscita della burocrazia. Certo, la politica è fatta di persone: difficile uscire da un sistema di questo genere, ma in questo clima almeno alcuni ci provano. Anche mio nonno viaggiava da e per Milano e, suppongo, le due ore erano necessarie per i treni locali: esattamente come lo è adesso. Di fatto la rete ferroviaria è rimasta tale, i materiali vetusti (sono degli ultimi anni gli investimenti in fatto di materiale rotabile) e nel frattempo i flussi verso Milano sono aumentati portando la capacità della rete al collasso. Sulla ns stazione, inutile negare le condizioni in cui ha versato per decenni: stride quindi leggere “comunicati elettorali” quando è chiaramente in corso un cantiere dove le attività hanno una consecutio prestabilita. Per anni - io stesso, la gente attendeva i treni sulla rampa di scale interna: la pensilina era inappropriata allora come lo è, in una condizione di cantiere, adesso. Per non parlare di una sala d’attesa fredda e sporca: meglio stare sotto l’acqua con l’ombrello che seduti. Non difendo nemmeno io colori politici ma sono abbastanza infastidito dalla demagogia: dov’erano gli amici di FI quando negli anni intorno al 2010 il partito controllava Regione, Provincia e Comune? Ora si muovono a paladini dei pendolari sotto la pioggia ma spiegateci dove eravate e cosa avete fatto in seno a questa operazione (Movicentro, progetto cantierato nel 2007) per sbloccarla, per uscirne o solo per dare una speranza alla città. Saluti Alessandro

“Altro che Tav, ecco le priorità per i pendolari” - 13 Dicembre 2018 - 09:10

NO TAV
si certo una bella galleria di 60 km da scavare in una montagna piena d'amianto e materiali radioattivi da affiancare alla linea ferroviaria già esistente dove le merci viaggiano all'80% con container quasi sempre vuoti,,ed essendo ferma da vent'anni alla fase preliminare,cioè ai famosi tunnel geognostici ed esplorativi (peraltro già costati 2 miliardi) non ha neppure l'handicap di essere in fase avanzata di costruzione,dunque , a mio parere, deve essere bloccata,per dirottare quei fondi ad opere davvero utili

Da VCO al corteo NO TAV - 11 Dicembre 2018 - 13:54

Perché, obiettivamente e onestamente, serve
Ciao paolino, bisognerebbe essere un po' più onesti, non tanto politicamente (non pretendiamo tanto), ma intellettualmente, quello si. Come dice correttamente il Sig. Vincenzo Colombo (che si é espresso molto bene) l'attuale linea Torino-Lione, in particolare il tunnel del Mont Cenis tra Bardonecchia e Modane, è divenuta ormai inefficiente e non raggiunge più gli standard di sicurezza richiesti per gli attuali volumi di traffico. Ciò nonostante la linea, non solo viene utilizzata e molto, ma sta raggiungendo, dati alla mano e non tavolette inventate, la saturazione: prima di spararle bisognerebbe studiare la situazione o, al limite, informarsi, autonomamente magari. https://davi--luciano-myblog-it.cdn.ampproject.org/v/s/davi-luciano.myblog.it/2018/10/02/torino-lione-il-tunnel-attuale-e-quasi-saturo-secondo-la-rete-ferroviaria-della-francia/amp/?amp_js_v=a2&_gsa=1&usqp=mq331AQHCAFYAYABAQ%3D%3D#referrer=https%3A%2F%2Fwww.google.com&_tf=Da%20%251%24s&share=https%3A%2F%2Fdavi-luciano.myblog.it%2F2018%2F10%2F02%2Ftorino-lione-il-tunnel-attuale-e-quasi-saturo-secondo-la-rete-ferroviaria-della-francia%2F Il nodo poi non è solo la linea ferroviaria in sé, tecnicamente molto vecchia, ma anche un obsoleto sistema logistico intermodale, che ne riduce ulterirmente lefficienza: riteniamo la logistica di importanza strategica almeno quanto la linea stessa. Porteremo quindi in discussione il prossimo consiglio comunale l'OdG pro TAV, firmato da noi e da alcuni gruppi consiliari d'opposizione, per sittolineare questi aspetti, assieme ad altri gruppi consiliari di minoranza, che presenteranno analoghi OdG, capaci di comprendere l'importanza di quest'opera per lo sviluppo del trasporto, della logistica e per la salvaguardia dell'ambiente, nell'interesse del Paese. Cordiali saluti.

Da VCO al corteo NO TAV - 10 Dicembre 2018 - 15:35

Re: perchè?
Signor Paolino, purtroppo la risposta non e' cosi semplice e lineare. Puo' essere di aiuto la lettura del seguente articolo https://digilander.libero.it/altavoracita/storico/altavel/sc3.htm E un po' complesso, ma essenzialmente lo sviluppo futuro dei trasporti deve prendere in considerazione diversi fattori di evoluzione. Come esperienza personale le posso dire che se le imprese con grandi volumi di distribuzione merci avessero a disposizione dei centri di smistamento Intermodali ( cioe' caricare i truck sui vagoni ) efficienti nei punti strategi e quindi una linea ferroviaria efficiente, ne avrebbero grande giovamento. Meno tempo per il trasporto = meno costi di inventario (stock) in viaggio. Pero' occorre una rete veloce ed efficiente negli smistamenti, Ne conseguirebbe che utilizzerebbero i truck solo per il trasporto locale, inquinando di meno. Adesso pochi lo fanno perche' non e' conveniente..

Da VCO al corteo NO TAV - 10 Dicembre 2018 - 14:33

Infrastrutture, logistica e trasporto sostenibile
Proporremo in Consiglio Comunale una Ordine del Giorno a favore della TAV, infrastruttura strategica per il Nord Italia e non solo. Come da noi sottolineato in occasione del Convegno “Passaggio a Nord-Ovest” tenutosi a Verbania lo scorso 27 ottobre 2018, da noi organizzato e promosso, Piemonte, Liguria e Lombardia hanno bisogno di corridoi di collegamento infrastrutturali con l'Europa, in primis la TAV, alta velocità ferroviaria per il trasporto sostenibile su rotaia, senza dimenticare il terzo Valico dei Giovi, altra priorità nell'ambito del collegamento con l'Europa centrale per il trasporto delle di merci che transitano giornalmente dal porto di Genova. Il traffico di merci va spostato il più possibile su ferro, per decongestionare dal traffico le grandi arterie stradali, ridurre l'impatto su di una rete stradale e autostradale in parte obsoleta e non più in grado di sopportarne il transito massiccio e diminuire drasticamente le emissioni nocive del trasporto su gomma. Come abbiamo sottolineato in più occasioni e in sede di convegno, se un tempo ci si poteva permettere di sacrificare l’ambiente in nome dello sviluppo oggi lo sviluppo deve tutelare i territori: deve necessariamente affermarsi il connubio Sviluppo-Ambiente. La TAV è frutto di accordi internazionali che vanno rispettati, pena il risarcimento milionario alle imprese vincitrici dell’appalto e la restituzione all’UE dei finanziamenti ottenuti*. La lista civica Con Silvia per Verbania, in accordo con il coordinamento delle liste civiche del Nord Ovest, si schiera fortemente a favore della TAV ed esprime soddisfazione per l’esito della manifestazione tenutosi a Torino lo scorso 10 novembre, nella convinzione che questo tema non riguardi però solo la città di Torino ma sia il “core business” che tiene letteralmente in vita l’intero Nord, dal Friuli al Monviso, che ha fondato il suo sviluppo sulle esportazioni nazionali a tutta la Europa passando dal Nord Ovest Italia. Bisogna guardare al futuro, portare a termine le opere iniziate, salvaguardare i posti di lavoro di chi sta lavorando e condividere con tutte le forze politiche cittadine favorevoli una mozione in appoggio alla realizzazione della linea di alta velocità ferroviaria Torino Lione. *https://mobile.ilsole24ore.com/art/notizie/2018-12-06/tav-l8217-europa-avverte-se-l8217-italia-ritarda-i-lavori-dovra-restituire-i-soldi-ricevuti/AEvSoHuG

Giovani Democratici su trasporti pubblici - 5 Dicembre 2018 - 09:17

Re: Re: Re: Giusto ma...
Ciao robi il problema nasce dal fatto che bisognava sostituire i treni vecchi e datati con nuovi e più efficienti. Cosa buona e giusta, però, in attesa che entrino in funzione quelli moderni, le relative tratte sono rimaste scoperte, con conseguente soppressione di molte coincidenze. Per es.: dal 9 dicembre da Fondotoce per Milano e viceversa non ci sono quasi più diretti, deviando in parte il traffico su Stresa. Purtroppo la riorganizzazione comporta sempre notevoli disagi, che si aggiungono alle pluriennali inefficienze, ancor prima dei vari Fontana e Chiamparino.... Non dimentichiamoci che, oltre alla flotta locale un po' vetusta, abbiamo una rete ferroviaria complessiva di stampo ottocentesco.

M5S su Bando periferie - 14 Settembre 2018 - 12:24

Re: eppure è semplice
Paolino, dimostrato matematicamente che la Corte non c'entra nulla (spero ne faccia ammenda) e che le coperture economiche, dati alla mano e considerazioni di cui sopra, ci sono, quale sarebbe l'aggravante di essersi qualificati "ultimi" in una classifica per la riqualificazione delle periferie? Preferirebbe vivere nella città metropolitana di Bari che, a fronte di un investimento da 100M€, ne ha richiesti 40 al bando e si è classificata prima? Ben contento, personalmente, di finire nella parte bassa della graudatoria, anzi peccato aver perso l'ultimo posto, spuntato da Urbino. Inoltre la graduatoria è una cosa, la finanziabilità un'altra: se qualcuno, al di sopra dell'amministrazione locale, ha deciso che tutti coloro che hanno proposto progetti avrebbero ricevuto il finanziamento richiesto, quale sarebbe, nuovamente, la colpa di VB? Avrebbe potuto non partecipare al bando...e per fare un favore a chi? Ce lo spieghi che siamo curiosi. Non si dica inoltre che sono marchette per gli alleati di sinistra; scorrete la lista e vediamo quanti sono veramente i "compagni". http://www.casaportale.com/public/uploads/16563-pdf3.pdf Il taglio è un danno ai cittadini, non alle amministrazioni. Per il nostro piccolo, è un danno in primis ai pendolari, amici e parenti che da anni soffrono di condizioni pietose alla stazione di Fondotoce ed è un danno per l'immagine della città continuare ad avere un cantiere infinito alle porte della stazione ferroviaria (perchè c'è in realtà tanta gente che approda lì). Per la ciclabile, probabilmente a pochi di noi importa ma il progetto, soprattutto per il secondo lotto, è affascinante e vi invito a consultare la documentazione tecnica. Avendone la possibilità, siete proprio sicuri che non vi verrebbe voglia di fare quattro passi o pedalate su un percorso a sbalzo sul lago in un tratto molto suggestivo? Non è solo per i turisti, o per meglio dire non solo per loro: quanta gente vedete camminare/correre/pedalare sul tratto che da Villa Taranto va a Pallanza? Quella è una finta ciclabile, ma il panorama è mozzafiato! Io alla mia città ci tengo e tutti i progetti volti al recupero ed al miglioramento sono i benvenuti, chiunque sia il partito politico in carica al momento. Saluti AleB

Frecce tricolori a Verbania? Sinistra Unita contraria - 1 Maggio 2018 - 15:46

Eccomi!
Ero lì che facevo lo spettatore quando un utente del blog mi tira in ballo con la frase : "effetto info"! Wow, immagino che voglia sapere il mio rispettabile pensiero, e perché no? Te lo dico volentieri. Ovviamente ben vengano, un'eccellenza italiana nel mondo da vedere da vicino, gli altri Stati se la sognano la nostra pattuglia acrobatica. Qualcun altro, delle solite ideologie del passato, sostiene che è meglio la fontana danzante a Pallanza, con tanto di foto: ben venga anche quella ... ma i costi di gestione della fontanella qualcuno li sa? Io no sinceramente, sarei curioso di sapere quanto sia. Parlando di progetti per attirare il turismo, la butto lì, non sarebbe bello lavorare per sviluppare un valido progetto per creare una nuova Gardaland sul lago Maggiore? Magari nella zona della piana dove sorge il golf? Gli spazi ci sono, le infrastrutture pure (vedasi collegamenti autostradali e la stazione ferroviaria, che verrebbe ovviamente implementata). W le frecce tricolori!

Soppressione bus si chiedono chiarimenti - 1 Febbraio 2018 - 08:10

Non è questione di mezzi gratis
Come diceva un grande economista 'nessun pasto è gratis'. Ma almeno il pasto deve essere nel menù per poterlo acquistare. Ovvero. La stazione ferroviaria necessità di molte più corse. Altro che chiamata! Potenziare il servizio e farlo pagare il giusto. Ci vuole tanto? ?

Conferenza di Magdi Cristiano Allam - 8 Maggio 2017 - 23:49

Re: Re: Re: Re: Re: robi...
Ciao Maurilio Ahhhh buona la Thatcher!! Dobbiamo a Lei l'avvio del neo liberismo sfrenato. Ricordo bene la prima grande privatizzazione delle ferrovie Inglesi, ora continuano a pagare i contribuenti tutti i debiti, perché al solito si privatizzano solo i profitti, mentre le perdite sono sempre o quasi socializzate. http://www.trasportoeuropa.it/index.php/home/archvio/44-ferrovia/11283-la-rete-ferroviaria-inglese-torna-pubblica Anche se è stata l'unica ad aver messo in guardia sull'euro. Già nel 1990 la Signora Thatcher aveva previsto con dolorosa chiarezza la devastazione che sarebbe derivata da quelle scelte. Nella sua autobiografia ricorda di come avvertì il cancelliere dello scacchiere John Mayor, pro-euro, di come la moneta unica non avrebbe mai accomodato le così diverse necessità di un colosso industriale come la Germania a quelle di paesi più piccoli come la Grecia. "La Germania si ritroverà la sua naturale fobia dell'inflazione, mentre l'euro risulterà fatale per i paesi più poveri perchè "devasterà le loro economie inefficienti.

Che fine ha fatto lo sconto benzina? - 6 Settembre 2016 - 12:15

sconto benzina 2
Aggiorno il commento precedente. Ho sentito la Regione, che ha confermato l'esistenza del servizio, ma anche che i distributori possono rifiutarsi di praticare lo sconto. Ho poi chiamato l'APA di Verbania (uno dei concessionari autorizzati al trattamento dei dati sulla smart card indicati dal CSI), la quale mi ha detto di non avere un elenco, ma di sapere che l'unico distributore che ha accettato di praticare lo sconto alla pompa risulta a loro essere quello situato dopo la stazione ferroviaria, verso Gravellona. Questo sarebbe il problema che l'on. Borghi dovrebbe porsi. Pretendere che tutti i distributori DEBBANO garantire il servizio, dal momento che la legge l'ha istituito, altrimenti come viene garantito il diritto dell'utente?

Cannobio: Eventi e Manifestazioni - Giugno 2016 - 3 Giugno 2016 - 10:06

Re: Anonimo
sibilla cumana tra mille argomentazioni sconclusionato ha scritto finamente UN (solo uno!) pensiero condivisibile: "Forse il problema di Verbania sono i verbanesi (non tutti, fortunatamente) che non si rendono conto e non sono capaci di sfruttare ciò che il buon Dio e la Natura hanno messo la loro disposizione, gratis". In tutta Italia il bello è stato fatto nel passato. Inutile questa sconclusionata rassegna di pittori e ville. Ora siamo PERIFERIA piena di attività che stanno chiudendo, lavoratori frontalieri e stazione ferroviaria dove non fermano treni. Ma qualcuno ha la testa inebriata nel suo mondo fantastico di ville, pittori e scultori che non ci sono più da tempo. SVEGLIAAAAA!

M5S: "Verbania: quale città?" - 30 Aprile 2016 - 00:25

immagina
Come recitava nella pubblicità George Clooney "IMMAGINA PUOI" nulla potrebbe essere precluso se tutti ci credono veramente, quando si progetta la ristrutturazione di un edificio, si ha un progetto generale dell'insieme dall'area verde all'accesso carrabile, dall'illuminazione esterna ed interna ed ogni singolo locale ha delle precise destinazioni, con i conseguenti impianti, si decide come integrare energie alternative, la disposizione dei bagni, il tipo di serramenti fino alle singole prese di corrente ecc eccc dopodichè si cominciano i lavori Non si costruisce un locale e poi si decide che forse possiamo farci anche il bagno adiacente e magari poi arriva la moglie e vuole una cucina in open space,il figlio poi dice perche non facciamo la sala home theatre, ed il nonno dice ma non abbiamo spazio per la sala home theatre ecc ecc A me sembra che negli anni si è sempre agito in questo modo,prendersi il tempo che serve e progettare una intera città richiede molte energie, ma quando si è trovata una buona condivisione tra tutte le forze politiche è solo questione di tempo e ci si arriva, a differenza di un edificio una città può permettersi di essere ricostruita a lungo termine,anche 50 anni basta avere costanza e determinazione,certo bisogna volerlo e non pensare alla visibilità nei confronti degli elettori, ma all'interesse della comunità tutta, una città dove le auto private servono solo a pochi, incrementare i trasporti pubblici magari elettrici o ad idrogeno od ibridi, dove un mezzo passa ogni 10 minuti, piste ciclabili e quant'altro, molte famiglie avrebbero una solo auto e magari nemmeno quella, con il risparmio dell'acquisto auto, bollo assicurazione collaudi e menutenzioni varie, uno potrebbe decidere che se vuol fare tragitti lunghi per un fine settimana od una vacanza, costerebbe meno noleggiarla,se poi la rete ferroviaria fosse all'altezza e non si sprecassero miliardi per le tav o le pedomonte, i soldi ci sarebbero e arriveresti ovunque, non continuare a costruire parcheggi in centro ed autostrade per far cassa ed inquinare sempre di più, poter mandare i figli a scuola senza doverli accompagnare con l'auto sino al portone d'ingresso, in una città così ci vorrebbero vivere tutti, e di sicuro i turisti apprezzerebbero oltre allo scenario generoso di madre natura, anche la vivibilità della città. Ognuno di noi credo abbia qualche idea intelligente ed anche attuabile da voler vedere realizzata, ma troppo spesso le amministrazioni hanno guardato solo dove mettevano i piedi, senza alzare la testa e capire dove stavano andando

"Turismo nel VCO: balle mediatiche e triste realtà" - 18 Aprile 2016 - 12:43

Ma!
Io ho viaggiato parecchio in tutto il mondo. Nelle altre nazioni europee, In Asia e in Africa in tutte le località turistiche le annesse aree per accedere ai vari mezzi di trasporto (autobus, traghetti, treni ecc.) hanno tutte la loro biglietteria con gli orari con l'omino che emette biglietti e dispensa informazioni. E' una stazione ferroviaria dove fermano treni internazionli mica un'area dove si noleggiano biciclette.

Movicentro: la Provincia risponde al sindaco - 6 Marzo 2016 - 14:35

...non va dimenticato che...
...non va dimenticato che la stazione, così come tutta la linea ferroviaria, è stata progettata e costruita agli inizi del novecento, dove le esigenze erano ben diverse. E' molto probabile che nessuno pensasse un uso del tramo come quello odierno, la composizione media dei treni che si fermavamo a Fondotoce era di qualche vagone passeggeri, il marciapiede, sia del binario 1 che del 3, che si sviluppava verso la Toce era più che sufficiente. Non era previsto nessun parcheggio per le auto, le avevano appena inventate, infatti fino a fine anni 70 l'unico parcheggio della stazione era il piazzale antistante, il piazzale dove dovrebbe sorgere il movicentro è stato inaugurato nel 80, o giù di lì.. Non so se un semplice gradino possa risolvere tutti i problemi, sicuramente sarebbe più utile una pensilina che si sviluppa sempre in direzione della Toce. Non so se il movicentro, per come è stato progettato e per quello che si riuscirà a fare, sia la migliore delle soluzioni, è indubbio che per migliorare la viabilità intorno alla stazione, l'asse di accesso per gli autobus, e i relativi parcheggi, debba essere spostato sul lato del binario 3...poi sulle scelte fatte per il progetto, no comment! Saluti Maurilio
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti