Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

malattia

Inserisci quello che vuoi cercare
malattia - nei post

Coronavirus: aggiornamenti (6/7/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 6 Luglio 2020 - 17:04

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 25.136 (+ 25 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (5/7/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 5 Luglio 2020 - 18:06

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 25.111 (+ 78 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (4/7/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 4 Luglio 2020 - 18:50

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 25.033 (+77 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (3/7/2020 - ore 18.00) da Regione Piemonte - 3 Luglio 2020 - 23:13

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 24.956 (+24 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (2/7/2020 - ore 18.00) da Regione Piemonte - 2 Luglio 2020 - 23:20

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 24.892 (+179 rispetto a ieri).

I 5 finalisti di Premio Stresa di Narrtiva - 2 Luglio 2020 - 13:01

La giuria dei Critici del Premio Stresa di Narrativa, composta da Piero Bianucci, Emmanuelle de Villepin, Orlando Perera, Marco Santagata e Andrea Tarabbia ha selezionato le cinque opere finaliste del Premio Stresa di Narrativa 2020.

Coronavirus: aggiornamenti (1/7/2020 - ore 18.00) da Regione Piemonte - 1 Luglio 2020 - 23:20

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 24713 (+89 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (30/6/2020 - ore 18.00) da Regione Piemonte - 30 Giugno 2020 - 23:14

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 24.624 (+ 50 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (29/6/2020 - ore 18.00) da Regione Piemonte - 29 Giugno 2020 - 23:27

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 24.574 (+26 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (28/6/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 28 Giugno 2020 - 17:17

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 24.548 (+74 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (27/6/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 27 Giugno 2020 - 17:45

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 24.474 (+140 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (26/6/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 26 Giugno 2020 - 17:20

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 24.334 (+156 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (25/6/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 25 Giugno 2020 - 17:50

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 24.178 (+157 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (24/6/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 24 Giugno 2020 - 17:25

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 24.021 (+141 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (23/6/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 23 Giugno 2020 - 17:34

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 23.880 (+104 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (22/6/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 22 Giugno 2020 - 17:34

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 23.776 (+65 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (21/6/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 21 Giugno 2020 - 18:06

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 23.711 (+138 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (20/6/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 20 Giugno 2020 - 17:34

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 23.573 (+ 226 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (19/5/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 19 Giugno 2020 - 17:24

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 23.347 (+ 245 rispetto a ieri).

Coronavirus: aggiornamenti (18/5/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 18 Giugno 2020 - 17:04

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 23.102 (+ 208 rispetto a ieri).
malattia - nei commenti

Verbania Civica chiede test sierologici di massa - 3 Maggio 2020 - 13:08

Re: Test sierologico
Gentile Si.ra Burgoni grazie per le sue domande. Il test sierologico qualitativo viene fatto in due possibili modi: sangue venoso o sangue capillare (puntura sul dito). Il sangue viene poi analizzato con un kit che contiene una apposita carta (principio simile ai test di gravidanza). Sulla carta a contatto con il sangue si evidenziano delle strisce in corrispondenza di IgG specifiche anti spike Covid-19 o di IgM. Se non si evidenzia nessuna striscia significa che non si è entrati in contatto con il virus. A seconda delle strisce che compaiono si può sapere se si è in fase di malattia o se la si è superata. Il test è molto più affidabile del tampone nelle prime fasi di sviluppo della malattia. La scienza (come pubblicato da OMS il 24 Aprile) non ha ancora individuato la quantità di IgG che rende l’organismo “immune” perciò qualora il test risultasse positivo, cioè si avessero anticorpi anti Covid-19, non si può avere la certezza di immunità totale. https://www.who.int/news-room/commentaries/detail/immunity-passports-in-the-context-of-covid-19 Cordiali saluti Verbania Civica

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 21 Aprile 2020 - 00:38

Stop 5g
aggiornamenti bioinitiative Sei qui:Home/Partecipanti/Perché ci preoccupiamo? Cercare: Ricerca ... La posta in gioco è molto alta. Gli esseri umani sono sistemi bioelettrici. I nostri cuori e cervelli sono regolati da segnali bioelettrici interni. Le esposizioni ambientali ai campi elettromagnetici artificiali possono interagire con i processi biologici fondamentali nel corpo umano. In alcuni casi, ciò può causare disagio, disturbi del sonno o perdita di benessere (alterazione del funzionamento mentale e alterazione del metabolismo) o, a volte, forse una malattia terribile come il cancro o il morbo di Alzheimer. Potrebbe interferire con la capacità di una donna di rimanere incinta, o portare un bambino a termine, o provocare cambiamenti nello sviluppo del cervello che sono dannosi per il bambino. È possibile che queste esposizioni abbiano un ruolo nel causare disabilità a lungo termine alla normale crescita e sviluppo dei bambini, allontanando le scale dal diventare adulti produttivi. Abbiamo buone prove che queste esposizioni possono danneggiare la nostra salute, Negli Stati Uniti, la diffusione dell'infrastruttura wireless (siti di tower cell) per supportare l'uso dei telefoni cellulari è notevolmente accelerata negli ultimi decenni. La diffusione di torri cellulari nelle comunità, spesso collocate in scuole materne, asili nido e campus scolastici, significa che i bambini piccoli possono avere esposizioni RF a migliaia di volte superiori negli ambienti domestici e scolastici di quanto esistessero anche 20-25 anni fa. CTIA stima che nel 1997 c'erano solo 36.650 siti cellulari negli Stati Uniti; ma è aumentato rapidamente a 131.350 nel giugno 2002; 210.350 nel giugno 2007 e 265.561 nel giugno 2012 (CTIA, 2012). Nel 2008 esistevano circa 220.500 siti cellulari. Queste antenne wireless per la trasmissione vocale e dati di telefoni cellulari producono esposizioni RFR su tutto il corpo su vaste aree delle comunità che sono una fonte involontaria e inevitabile di esposizione alle radiazioni a radiofrequenza. Ulteriore, il passaggio quasi universale ai telefoni cordless e cellulari e lontano dai telefoni fissi con filo significa esposizioni ravvicinate e ripetitive a EMF e RFR in casa. Altre nuove esposizioni RFR che non esistevano prima provengono da punti di accesso WI-FI (hotspot) che si irradiano 24 ore su 24, 7 giorni su 7 in caffè, negozi, biblioteche, aule, su autobus e treni e da dispositivi personali abilitati WI-FI (iPad, compresse, palmari, ecc.). La più grande singola fonte di RFR pervasiva e diffusa a livello comunitario è l'infrastruttura del "contatore intelligente". Questo programma posiziona un dispositivo wireless (come una stazione base per mini-cellulare) sulla parete, sostituendo il misuratore elettromeccanico (quadrante rotante). Devono essere installati su ogni casa e classe (ogni edificio con un contatore elettrico). Le utility dalla California al Maine hanno già installato decine di milioni, nonostante le preoccupazioni per la salute degli esperti e l'enorme resistenza pubblica. I misuratori wireless producono picchi di radiazione pulsata di radiofrequenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e in condizioni normali saturano lo spazio abitativo a livelli che possono essere molto più alti di quelli già segnalati per causare bioeffetti ed effetti negativi sulla salute (le utility possono solo dire che sono conformi a federali obsolete norme di sicurezza, che possono essere o non essere sempre vere - vedihttp://sagereports.com/smart-meter-rf ). Questi misuratori, a seconda di dove sono collocati rispetto allo spazio occupato nella casa o in classe, possono produrre livelli di esposizione RFR simili a quelli entro i primi 100 piedi a 600 piedi di una stazione base di telefonia mobile (cell tower). L'onere cumulativo di RFR all'interno di qualsiasi comunità è in gran parte sconosciuto. Entrambe le fonti involontarie (come torri cellulari, contatori intelligenti e radiazioni usate dall'uso di dispositivi wireless da parte di altri) oltre a esposizioni volontarie dall'uso personale di telefoni

Maratona della Valle Intrasca annullata - 17 Aprile 2020 - 14:41

Sport
Mi sembra evidente che si dovrebbe intendere, con buon senso, l'estensione a tutte le attività svolte riservatamente. Barca e pesca comprese, certamente! Ciò che importa è che non lo si faccia in compagnia di chi non vive nel nucleo famigliare, e sempre con le precauzioni di non riunirsi se s'incontra qualcuno. Sarà i ltempo dell'individualismo, ma sano. . Sull'attendere, io dico che sono scaduti i quaranta giorni.Storicamente, dopo la quarantena, chi ha passato la malattia o non ha mai avuto sintomi, è sempre stato libero di riprendere. Arriviamo ai due mesi, ma poi basta veramente! Ogni territorio abbia i propri svincoli, almeno fra comuni viciniori.

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 13 Febbraio 2020 - 13:00

Re: Comitato stop 5G VCO
Ciao Paolo Caruso Di seguito potrà leggere il profilo del dr livio Giuliani, con tutti gli incarichi ricoperti, la laurea in Matematica, qui ha ragione ma c'era un errore nel sito dove io mi ero informato, con 110 e lode. Quindi un uomo di notevole intelligenza. Ho scritto che era dirigente dell'Ispesl e ricercatore sui campi elettromagnetici e questo risulta ampiamente dal suo profilo. * Riguardo a Giuliani ha scritto " Livio Giuliani, dirigente Ricercatore ISPESL ...", senza ulteriori aggiunte si assume che lo sia ancora (mentre non lo è più da 14 anni). Sul fatto che avere una laurea in matematica con 110 e lode significhi automaticamente essere molto intelligenti mantengo dubbi (io ho una laurea con 110 e lode in informatica, ma non penso di esserlo) * Riguardo allo studio del Ramazzini la rimando all'articolo di altroconsumo che ho linkato sopra. Per quanto riguarda gli Schwannomi cardiaci, non ci sono differenze significative tra il gruppo di controllo (non esposto a radiazioni) di ratti femmina e quello esposto a radiazioni. Mentre il gruppo maschile presenta la stranezza che nel gruppo di controllo non ci sono stati del tutto casi (mentre avrebbero comunque essercene stati). Per quanto riguarda i gliomi cerebrali la differenza c'è stata solo tra il gruppo di controllo e quello esposto maschile, non in quello femminile (il che a me fa venire qualche dubbio sulla correttezza delle procedure e dei risultati.) * Sull'elettrosensibilità il Consiglio d'Europa si è limitato ad invitare gli stati a seguire l'esempio della Svezia, ma non ha legiferato ulteriormente in materia. Riguardo alla Svezia stessa non riconosce come malattia l'elettrosensibilità, ma la riconosce come causa di invalidità classificandola come "intolleranza ambientale idiopatica" (“idiopathic environmental intolerance”, vedi https://eloverkanslig.org/wp-content/uploads/2019/09/the-nordic-adaptation-of-classification-of-occupationally-related-disorders-icd-10.pdf a pagina 33). Questo tipo di classificazione è esattamente quella proposta dall'OMS (vedi pag. 49): viene riconosciuto che la persona presenta dei sintomi di malessere ma non la causa ("Per sottolineare che la condizione non ha un'eziologia accettata: suggeriamo di “etichettare” la malattia/sintomo con il codice R69 “Sconosciute o non specificate cause di morbosità” ("To underscore that the condition has no accepted aetiology: We suggest to “tag” the disease/symptom code with R69 “Unknown and unspecified causes of morbidity”", p. 49)

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 13 Febbraio 2020 - 02:17

Comitato stop 5G VCO
Egregio sig. Rocco, La ricerca dell'Istituto Ramazzini di Bologna è stata condotta sulle emissioni della telefonia mobile 2G, 3G, 4G infatti la frequenza massima utilizzata è quella di 1,8 GHz che è di ambito 4G . L'intensità dei campi elettromagnetici utilizzati è stata 1000 volte inferiore a quella del NTP statunitense. Le due ricerche durate 10 anni e uno studio epidemiologico inglese sono giunti alle stesse conclusioni.; aumento significativo dei tumori alla membrana nervosa che ricopre le cellule cardiache e di quelli del cervello. Il 5G emanerà microonde dall'etere con 18.000 satelliti e da terra con milioni di antenne. il 5G è stato autorizzato senza alcun studio preliminare sulle possibili conseguenze sulla salute tenendo conto che interagirà con 2G, 3G, 4G. Sul discorso degli elettrosensibili ho citato le decisioni prese dal Parlamento europeo e dal Consiglio d'Europa che riconosce l'elettrosensibilità come malattia invalidante. L'Italia si deve attenere a q:este decisioni. Siccome le avevo gia scritto in merito e lei mi ripete che l'OMS non riconosce l'elettrosensibilità come malattia le ribadisco che noi dobbiamo attenerci alle decisioni della CEE. Ho un caro Amico e sua moglie che fanno parte del nostro Comitato che hanno una figlia elettrosensibile. La ragazza ha dovuto abbandonare la città di nascita e andare a vivere in una zona di campagna lontana da antenne, cavi di alta tensione , wi - fi. Non puo spostarsi in treno a causa della presenza del Wi-Fi e neppure entrare in banca. Quando il 5G coprirà il 98% del territorio dove potranno vivere i milioni di elettrosensibili?

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 10 Febbraio 2020 - 19:35

citazioni a sproposito
Nell'ordine, gli studi citati (a sproposito, ma a seminare il panico si è bravi) non sono stati fatti sul 5G ma sulle tecnologie precedenti (2G e 3G) e i risultati non sono cosi preoccupanti come vorrebbero farli sembrare, al di là del sensazionalismo il primo studio (quello dell’US National Toxicology Program) in realtà il numero di tumori è entro la variabilità di questo dato, nel secondo caso (quello dell'istituto Ramazzini) il dato è falsato dal fatto che il gruppo di controllo non ha mostrato segno di alcun tumore, mentre avrebbe dovuto comunque averne secondo le normali aspettative. Riguardo all' "elettrosensibilità" non è riconosciuta come malattia dall'OMS, gli studi eseguiti in doppio cieco hanno mostrato che in realtà le persone che si dicono affette da queste patologia non sono in realtà in grado di distinguere se sono o meno all'interno di un campo elettromagnetico. La OMS rileva che studi ben controllati hanno mostrato come i sintomi non sono causati dai campi elettromagnetici e che ci sono alcune indicazioni che tali sintomi sono dovuti a preesistenti condizioni psichiatriche, stress o sono causati dalla stessa paura dei campi elettromagnetici.

Montani su assemblea sanità VCO - 13 Luglio 2019 - 12:02

Re: il pollo
Ciao paolino Sinceramente dare del ritardato a qualcuno mi pare schifoso. Purtroppo è il solito comportamento che usi quali non hai argomenti. Il ritardo mentale è una malattia come la disabilità fisica. E poi sono quelli destra i cattivi. ..ti commenti da solo. Blea.😝

“La famiglia è superata?” - 6 Maggio 2019 - 13:26

Re: Re: Re: Infatti!
Ciao Hans Axel Von Fersen Dipende. Se h una malattia mortale ma a lunga scadenza, o se rimango completamente paralizzato, penso che preferire l'eutanisia.

Lega: fermeremo l'ospedale unico - 23 Marzo 2019 - 12:06

Tra i commenti autorevoli...
ormai non si contano più le tesi dei professionisti della Sanità che confermano la bontà del progetto unico del nosocomio. L'ultimo di questi, arriva dalla Federazione Medici di Famiglia, che - tra l'altro, avrebbe il suo tornaconto a mantenere lo status-quo: https://bit.ly/2HQq66m Primario di Medicina al San Biagio: https://bit.ly/2URn1qb C'è poi chi si è dedicato ad uno studio particolareggiato presentato come tesi di laurea: https://bit.ly/2FrDISn ..e chi, lavorando nell'edilizia specializzata, ci racconta come sono gli ospedali del futuro: https://bit.ly/2UQR5lH Ora, a me vien da dire che quando vado dal Medico specialista per farmi curare o semplicemente dal meccanico per un guasto all'auto, non mi metto a sindacare le loro decisioni. Mi fido perchè, nella maggioranza dei casi, ho di fronte un professionista che sa quel che dice e quel che fa. Sulla sanità pubblica e nello specifico sul futuro dei nostri ospedali, la gente si inventa medico, ingegnere, architetto, addetto alla finanza, contabile, muratore, geologo e, non si sa per quale motivo, si oppone alle tesi dei professionisti. Ma allora mi aspetto che, in caso di malattia, si curino da soli perchè sarebbe inutile andare da un medico che, evidentemente, rischia di essere messo sullo stesso piano del cittadino comune. Concludo - ma non finisce qui, facendo notare un simpatico ossimoro leghista: sono gli stessi che decantano da anni il federalismo, la permanenza sul terrirorio delle tasse pagate, Ora che potremmo intascare parte di quel denaro, si stracciano le vesti alludendo agli sprechi di denaro pubblico: denaro, che certamente, finirà nelle tasche di altri o verrà utilizzato altrove. Con buona pace di quelli che non sapranno mai che fine avrà fatto, con la sola certezza di aver perso quell'investimento sul proprio territorio. Saluti AleB

Regione Piemonte abolisce tiket sui farmaci - 1 Marzo 2019 - 10:05

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: confusione della g
Ciao robi non conosco gli aspetti di questa vicenda, ma oramai da più di un ventennio assistiamo a chiusure e delocalizzazioni all'estero, anche di aziende che non sono in crisi. Per esempio, al Sud, dopo la fine delle sovvenzioni legate alla Cassa del Mezzogiorno, ci fu un vero e proprio esodo delle multinazionali, per poi ritornare e riacquistare, sotto altro nome, dopo svariati anni, quelle stesse aziende, oramai decotte. Per quanto concerne l'aspetto sindacale, mi viene in mente quando il compianto Marchionne litigava con l'attuale Segretario Confederale CGIL facendo notare un picco di assenze per malattia di molti lavoratori in coincidenza del loro turno con le partite di calcio della Nazionale ai mondiali. Diciamo che spesso e volentieri c'è opportunismo e connivenza, ai vari livelli.

Comunità.vb su area ex Acetati - 21 Febbraio 2019 - 10:17

fabbrica vs negozio
Vogliamo continuare ad avere la fabbrica nel centro della città? Sì. Le fabbriche portano ricchezza trasformando ad esempio metallo a 2 e/kg in lavatrici a 30 e/kg, personale che cresce professionalmente, buoni stipendi con i turni regolarmente pagati, maternità e malattia garantite. Cosa porta il commercio? Un gran movimento di soldi senza alcuna ricchezza. Soldi che escono dal cliente che entrano nelle tasche del negoziante che si trattiene una minima parte perché il restante confluisce nelle FABBRICHE che producono i beni. Commessi con stipendi minimi e obbligati a festività e straordinari a volte non retribuiti. Piccolo appunto: Ikea apre esclusivamente dove c'è un bacino più grande ed in prossimità degli svincoli, media world è ad un passo dal fallimento.

Zacchera: "ospededale unico finira in niente" - 31 Dicembre 2018 - 21:27

Re: Tutti siamo d'accordo nel volere il meglio
Ciao robi come già ampiamente discusso non penso che un eventuale ospedale unico del vco possa diventare eccellenza, semplicemente perché non ci sono i numeri e quindi non potrà mai acquisire le competenze degli ospedali delle grandi città. Per una certa malattia, qualsiasi ospedale di Milano ha più esperienza in merito nonché apparecchiature mediche specifiche il cui acquisto risulta giustificato dall'uso frequente. Ricordo che tutta la provincia ha, più o meno, gli stessi abitanti di Monza. Per quanto riguarda la modularità espandibilità da te citata, non stiamo parlando di uno stabilimento che può avere necessità di aprire nuove linee o impianti in base all'andamento del mercato. Un ospedale se è correttamente dimensionato per il territorio, non avrà necessità di ampliamenti. In fatto che il progetto di Piedimulera sia stato affidato ad una archistar, beh a me non è che dia tutta sta garanzia. Normalmente gli architetti preferiscono fare le cose da rivista di architettura o concettuali piuttosto che le cose funzionale e con criterio. Il teatro Maggiore ne è l'esempio (poltrone scomode, tetto non ignifugo, ecc) però a ha una bella copertura in metallo oppure il progetto del ponte di Genova di Piano che i pilastri erano pari al numero dei morti, piuttosto che avere una logica di statica ed economicità di costruzione e manutenzione.

Spazio Bimbi:Troppi compiti? - 26 Novembre 2018 - 12:03

e il lavoro
""Inoltre è da segnalare che secondo alcune ricerche neuropsicologiche dopo le 4 ore di studio settimanali il rendimento inizierebbe a calare"" Idem per quella roba osannata - per mantenerti incarcerato a vita senza permetterti di vivere degnamente e con un minimo di felicità - denominata lavoro, Sicuramente esistono ricerche equivalenti a quella citata ma per quel che concerne il lavoro (ne ho trovata una al volo ora) ma risulta evidente che non c'è alcun interesse nell'affrontare queto argomento https://www.repubblica.it/economia/2016/04/18/news/i_quarantenni_rendono_al_meglio_lavorando_solo_tre_giorni_alla_settimana-137899431/ La santificazione di questa maledizione è fra le cose peggiori che l'essere umano abbia mai concepito, e bisogna analizzarne le cause. E' una malattia mentale care psicologhe e in quanto tale voi che siete giovani non abbiate paura di parlarne, non accodatevi al pensiero comune, vostro dovere è svergognarlo.

FdI: Interrogazione in Regione Lombardia sul VCO - 22 Ottobre 2018 - 19:15

Re: Re: conferma,dilettanti allo sbaraglio
Ciao robi integro meglio il mio pensiero,che evidentemente non era chiaro. io non sono per nulla contento,e come ti avevo già detto,sia per lavoro che per affetti la mia vita è molto lombarda e ho modo quasi quotidianamente di toccare con mano le differenze tra Piemonte e Lombardia (quasi sempre a favore della Lombardia,ovviamente). il referendum è andato nell'unico modo possibile,visto come e da chi è nato. quelli che si sono alternati al governo di questa provincia,riducendola in questo modo,non sapendo più che pesci prendere hanno tentato l'azzardo di "passare di là",senza nessuna idea,nessun progetto. infatti non ci hanno detto nulla di cosa avrebbe comportato il passaggio,perchè loro per primi non ne avevano idea. l'unica idea era "speriamo che ci prendano",cancellando così la loro ventennale inettitudine. la gente non si è sentita minimamente coinvolta,diffidando giustamente di chi ti propone una cura per una malattia che lui stesso ha causato senza mai curarla. nulla vieta di studiare e fare un progetto serio (stavolta),proponendolo alla popolazione e coinvolgendo PRIMA la Lombardia,e ritentare in futuro. ma a proporlo non possono essere quelli che prima ci hanno portato qui e ora sperano solo di traslocare le terga su una poltrona più comoda,mi spiace.

Songa: il Cusio diviso tra due regioni sarebbe ulteriormente penalizzato - 11 Agosto 2018 - 14:49

No.
Sono simpatizzante di fdi ma è un errore. La Lombardia è la cura il Piemonte la malattia. Cultura, infrastrutture, trasporti, economia, dialetto. Nulla a che fare col piemonte. Voterò si ed esorto tutti a farlo. E fdi ad appoggiarlo. Grazie

Montani su chiusura sportelli bancari nel Vco - 23 Maggio 2018 - 08:19

Re: Re: Re: Quando?
Ciao Hans Axel Von Fersen mi fa piacere che tua mamma possa pagare una persona,ma ti avviso che è una fortunata eccezione... i rami secchi delle banche non sono questi,qui al massimo parliamo di foglie! i rami secchi sono la gestione finanziaria delle banche,non certo lo sportello. chiudere qualche sportello per risanare la banca è come curare una brutta malattia con due cerotti.

LegalNews: Responsabilità del medico generico - 6 Febbraio 2018 - 16:27

Medico genericol
Oni gonfiore della coscia con forti dolori richiede urgntemente l'esami radiodiagnostici ed in caso di frattura un imminente intervento chirurgico. La condanna del medico di base è giustificata. Giovanni%: Omeopatia: sistema terapèutico elaborato dal medico tedesco Samuel Hahnemann (18mo secolo) usando piccolissime quantità di composti dei regni animale, vegetale, minerale,diluiti in acqua e dinamizzati per mezzo di scosse impresse al contenitore della diluizione secondo l'asse terrestre. I rimedi così ottenuti vengono assunti per via perlinguale sotto forma di gocce o di globuli di sostanze inerti, impregnate della soluzione. Si basa lulla legge "Similia similibus curantur",, ogni sostanza è in grado di guarire sintomi analoghi a quelli he può causare in organismi sani. L'uso di un rimedio ad azione simile ai sintomi presentati dal paziente permette, come nelle vaccinazioni e sieroterapie, l'insorgere di una malattia più lieve rispetto a quella originaria e capace di stimolare le forze di guarigione del paziente, guarendo grazie alle sue capacità di reazione. E' solo indicato nelle malatie in cui ia possibile un recupero delle funzioni perdute, nelle patologie dove ciò non è piùpossibile, l'omeopatia può alleviare i sintomi anche complessi, m non è in grado di ottenere la guarigione.....Non è aqua calda, caro Giovanni%, fujnzione davvero !

LegalNews: Attività lavorativa svolta durante il periodo di malattia - 26 Settembre 2017 - 16:44

poter fare altri lavori anche se in malattia
Forse questa è una delle pochissime volte dove il commenta si riduce ad una semplice frase: SIAMO IN ITALIA!!

Ubriaco e armato: espulso - 18 Agosto 2017 - 15:48

Re: Vado fuori tema solo per un attimo...
Ciao info le leggi ci sono già, basta applicarle. Se dei 3 ceceni, per es., il giudice decide di liberarne 2 e tenerne dentro 1, non necessariamente significa che è di sinistra.... Ha adottato una decisione sbagliata, oppure la legge è blanda? Purtroppo è il mondo che sta cambiando, in peggio, perché la malattia è contagiosa, a livello mondiale. Una volta c'era il terrorismo politico (BR in Italia, ETA in Spagna, IRA in Irlanda del Nord e GB, RAF nell'ex Germania occidentale, PKK in Turchia), senza dimenticare anche quello di destra (Falange Armata in Italia, Lupi Grigi in Turchia), ora c'è quello islamico. Tradotto nel tuo pensiero, prima il problema eravamo noi, ora sono loro. Come si può risolvere? Secondo me agendo sulla classe politica dei loro Paesi, come abbiamo fatto noi a casa nostra. Ulteriore ostacolo però è costituito dalle connessioni con la Criminalità Organizzata....

Veneto Banca: futuro nelle mani del Governo - 26 Giugno 2017 - 13:24

Re: Re: sig. Maurilio
Ciao Maurilio Appunto la situazione è complessa, ma questi sono solo gli effetti, e finché non si cura la malattia non ne veniamo fuori. Dalla grande depressione americana ne sono semplicemente usciti mettendo a cuccia le iene finanziarie. Sarebbe sufficiente tornare alla separazione delle banche, una commerciale e l'altra speculativa. Nella prima si deposita il risparmio e non si specula, nella seconda che si scannino i furbi e gli avidi, se le cose vanno male che si fottano, ma non deprediamo il risparmio sano della maggior parte degli italiani. Occhio alla CDP perché li si trova l'ultimo vero risparmio privato e con il suo capitale sta garantendo troppe speculazioni
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti