Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

treni

Inserisci quello che vuoi cercare
treni - nei post

Centenario della Ferrovia Vigezzina-Centovalli - 5 Luglio 2024 - 17:04

Un francobollo celebrativo, la mostra Vigezzina CentoAnni a Druogno, performance teatrali a bordo dei treni, la birra dei 100 anni e una rafforzata sinergia con il territorio per la promozione degli eventi.

Operaio muore sui binari a Meina - 2 Luglio 2024 - 16:26

Grave incidente sul lavoro a Meina, in provincia di Novara, in zona Vicolo Pozzo, dove un operaio di 56 anni ha perso la vita, schiacciato da un macchinario mentre stava lavorando in un cantiere ferroviario per conto di Rfi.

Domodossola - Milano: richiesto tavolo tecnico - 1 Luglio 2024 - 12:05

Lavori nei prossimi anni sulla tratta ferroviaria Domodossola - Milano. Richiesta istituzione tavolo tecnico permanente di confronto con gli amministratori locali e le categorie economiche e sociali interessate.

Ferrovie: lavori sulla Milano – Arona – Domodossola - 10 Giugno 2024 - 10:03

Da ieri 9 giugno RFI chiude parte della linea ferroviaria Milano – Arona – Domodossola per lavori di potenziamento infrastrutturale.

BioBlitz Un Fiume di Natura - 24 Maggio 2024 - 18:09

In occasione della Giornata Europea dei Parchi, Sabato 25 Maggio 2024 dalle 09:30 alle 16:30. Un BioBlitz è un evento di Citizen science, nel quale i cittadini affiancano biologi, naturalisti e ricercatori nel loro lavoro di studio e monitoraggio della biodiversità in ambiente naturale.

Navigazione Laghi e trenitalia - 14 Aprile 2024 - 12:05

A ridosso dell’avvio della stagione turistica 2024, l’Ente governativo aggiunge un nuovo servizio per gli oltre 3 milioni di visitatori annui medi del proprio sito internet istituzionale cui nel 2023 sono corrisposti circa 12 milioni di passeggeri.

I vincitori concorso scrittura di LetterAltura - 19 Marzo 2024 - 15:03

Dopo un’attenta valutazione, la giuria della settima edizione del Piccolo Concorso, collegata al Festival Lago Maggiore LetterAltura 2023 e caratterizzata dal tema “Gli alberi guardano i treni che passano”, ha proclamato i vincitori del Piccolo Concorso di Scrittura Creativa.

Incontro Simona Cassarino - 15 Marzo 2024 - 11:37

L'Associazione Culturale LetterAltura desidera rinnovare l'invito per l'evento sabato 16 marzo 2024 alle ore 15.30 a Villa Giulia

Distretto dei Laghi alla BIT Milano - 3 Febbraio 2024 - 18:06

Da domenica 4 a lunedì 6 febbraio il Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell’Ossola sarà presente a BIT Milano, la storica fiera internazionale del turismo in Italia ospitata all’Allianz MiCo, con uno spazio espositivo all’interno dello stand di Regione Piemonte, nel Padiglione 3 (stand C69, C73, D70, D74).

La Vigezzina-Centovalli è il treno del mese per il The Guardian - 21 Gennaio 2024 - 14:03

“A dramatic 'back door' into Switzerland through the Italian Alps”, questo il titolo con cui la giornalista Nicky Gardner inserisce la ferrovia che collega Domodossola con Locarno nel lungo articolo dedicato all'itinerario ferroviario del mese.

“Lampi sul loggione” 2024 - 8 Gennaio 2024 - 08:01

Inizia, venerdì 12 gennaio ore 21.00 allo spazio S.Anna di Verbania, la stagione teatrale 2024 di “Lampi sul loggione”.

Un viaggio (2X1) sui treni della Vigezzina - 2 Gennaio 2024 - 15:03

Dall'8 gennaio al 3 marzo torna la promozione: si viaggia in due a prezzo di uno

Panza su treni Domo - Briga - 31 Dicembre 2023 - 14:03

Panza (Lega): Nessuna sospensione dei collegamenti ferroviari tra Domodossola e Briga adducibile a normativa italiana.

100 bus al Mercatino di Natale di Santa Maria Maggiore - 14 Dicembre 2023 - 14:09

Mercatino di Natale di Santa Maria Maggiore: oltre 100 bus (anche da Francia e Germania) e decine di migliaia di visitatori da tutta Italia.

Ospedale Castelli interventi e acquisti per 2 milioni - 12 Dicembre 2023 - 10:03

Nell'ambito dell'Accordo sul Fondo di Sviluppo e Coesione firmato dal Presidente del Consiglio Meloni e dal Presidente della Regione Cirio.

Lampi sul Loggione 2024 - 10 Dicembre 2023 - 15:03

La 37 edizione della stagione teatrale 2024 da gennaio a maggio allo Spazio Sant'Anna di Verbania con sei spettacoli.

Piccolo Concorso di Scrittura Creativa - 21 Novembre 2023 - 18:06

Sono aperte le iscrizioni per la partecipazione al Piccolo Concorso di Scrittura Creativa, arrivato quest'anno alla sua settima edizione. Come negli anni precedenti, sarà possibile partecipare con un breve testo ispirato al tema-titolo del Festival Lago Maggiore LetterAltura: “Gli alberi guardano i treni che passano”.

Mercatino di Natale di Santa Maria Maggiore - 5 Novembre 2023 - 15:03

24a edizione per il Mercatino di Natale di Santa Maria Maggiore: tra i più grandi d'Europa, con oltre 200 espositori selezionati.

FestivalPOST di LetterAltura tre appuntamenti - 24 Ottobre 2023 - 18:06

Dopo il successo del Festival Lago Maggiore LetterAltura svoltosi a settembre, Verbania continua ad essere cornice per le attività culturali dell’Associazione Culturale LetterAltura con FestivalPOST, l’appendice pensata per arricchire ulteriormente la stagione di eventi sul Lago Maggiore.

LetterAltura torna con FestivalPOST - 10 Ottobre 2023 - 10:03

Dopo il successo del Festival Lago Maggiore LetterAltura svoltosi a settembre, Verbania torna ad essere cornice per le attività culturali dell’Associazione Culturale LetterAltura che propone FestivalPOST, l’appendice pensata per arricchire ulteriormente la stagione di eventi sul Lago Maggiore.
treni - nei commenti

PD VCO su rinvio blocco Euro 5 - 10 Settembre 2023 - 08:21

blocco euro 5
Da decenni informati dalla ricerca scentifica sulle conseguenze drammatiche dello sfruttamento dei combustibili fossili,i nostri amministratori, di ogni colore ,non hanno fatto mai praticamente nulla di serio e efficace per limitare drasticamente il traffico motorizzato(basta vedere come siamo conciati sulle nostre strade,auto dappertutto,rumore,caos e ovviamente inquinamento...) e porre valide alternative ai cittadini per i loro spostamenti quotidiani (anzi hanno sostenuto attivamente l'industria del fossile e dell'auto,favorendo continuamente nuove strade e parcheggi per le auto invece che treni,tram,bus,percorsi ciclabili,incentivi alla mobilità condivisa ecc.) Ora che si è arrivati al fondo del barile,ce la si prende con i possessori di "vecchie" auto,come se una persona normale potesse cambiarla ogni 2/3 anni....

Quaretta dopo incontro con Cirio su sanità locale - 26 Maggio 2022 - 08:19

Treno
Treno andato? Meno male! Del resto i treni vanno e vengono, le stazioni restano. Prendiamoci cura delle stazioni che già esistono ( tre ospedali)!

Codacons su lettera Trenord - 8 Febbraio 2022 - 06:44

Re: Re: Allora..
Ciao SINISTRO Questo lo pensi tu. E infatti non sei un pendolare. Ti posso assicurare che le anime belle e progressiste come te criticano trenord perché la regione lombardia è governata dal centro destra. E non criticano trenitalia e rfi. Sempre per motivi ideologici. Conosco gente che ucciderebbe Fontana e gira con repubblica e manifesto in tasca. Io critico quello che non va. Infatti trenord non va nella parte di tre e va in quella di nord. E poi se il servizio sta peggiorando è per colpa dei lavativi sindacalizzati, ovviamente dei sindacati di base e Orsa vari che fanno sciopero per farsi il weekend lungo lasciando nella cioccolata milioni di persone. Per non parlare della sicurezza sui treni che dovrebbe essere gestita dalle forze dell'ordine e che invece non lo è grazie ad un ministro fantasma che permette violenze di gruppo in centro a Milano simili alle "marocchinate" dei tempi di guerra. E io sarei ideologico? Se non stiamo in guardia vi tolgono pure le calze sporche... Caro mio..

Obbligo mascherine all'aperto - 26 Dicembre 2021 - 11:55

Re: Chiarezza
Errata corrige. La mascherina ovviamente sui treni è obbligatoria ma non ci sono controlli.

Pulizia al Parcheggio Rosmini? - 1 Maggio 2021 - 07:51

Re: Senso civico
Che manchi il senso civico a quelle persone che puntualmente deturpano i muri dei parcheggi, dei palazzi, dei treni, ecc. è un fatto purtroppo acquisito e, almeno da parte mia, totalmente inaccettabile: dovrebbero inasprire le sanzioni oltre ad obbligarli a provvedere al ripristino della tinteggiatura, ovviamente qualsiasi spesa a carico loro, minorenni o maggiorenni che siano, con pubblicazione dei nomi su tutti i giornali locali, così almeno avrebbero il loro giorno di gloria e relative foto dello stato avanzamento lavori (per privacy coprirei solo le loro bellissime facce, fosse per me invece ingrandirei nelle foto le loro espressioni di felicità). Quello che invece è ancora più grave, è la mancanza di senso civico da parte delle Istituzioni, mi auguro che intervengano al più presto dopo questa pubblicazione. Davvero nessuno si era mai accorto dello stato di degrado e di abbandono? Qualcuno vuole farmi credere questo? Sono curioso ora di vedere le tempistiche di sistemazione all'italiana, per me rimane solo una vergogna, non ci sono giustificazioni.

Marchionini scrive a RFI per problemi al Movicentro - 27 Marzo 2021 - 12:56

Inefficienza di rfi e trenitalia
Per chi fa il pendolare come me, e sfido a dire il contrario, la rete ferroviaria e i mezzi di trenitalia sono tragici. Alle 5.16 parte un treno di trenord moderno bello e pulito. Alle 6.16 un treno di trenitalia vecchio, lercio e sempre in ritardo. Trenord non è perfetta ma almeno ha materiale decente. trenitalia se ne frega. Rfi idem e il movicentro è lo specchio dell'inefficienza di questa società che ha oggettive eccellenze nei treni a lunga percorrenza ma ignora totalmente i treni pendolari. Non voglio fare polemiche politiche o stupidate ideologiche ma i fatti parlano chiaro. Viaggiare per credere.

Movicentro: lavori verso la conclusione - 7 Ottobre 2020 - 11:46

Alcune domande
Credo che il discorso sosta dei bus sia relativo all'attesa dei passeggeri da e per i treni evitando si spera di avere sempre macchine in mezzo.. non a una sosta vera e propria.

Affollamento autobus studenti - 24 Settembre 2020 - 19:09

Assembramenti e ripresa
Purtroppo la stessa situazione sui treni e sul metro a Milano. Penso che i trasporti siano lo specchio di questa immensa paura e come non aiutare a vincerla. Lo stesso dicasi di chi si riempie la bocca dicendo male dello smart working senza sapere di che parla. La gente si ammucchia perché l'economia deve girare e Milano pure. Vedasi il sindachetto Sala. Non glie ne frega nulla della gente. Allo stesso tempo anche altri esponenti di destra. Salvini. Così evitiamo di metterla in politica. Sui treni la distanza non c'è perché ci si siede vicini. È ora di fare sul serio con la riforma del mondo del lavoro. Più lavoro a casa. Serio e controllato. Inutile riempire gli uffici solo per far capire chi comanda. Tanto la sedia la scaldi anche in ufficio. Classe politica e classe dirigente indegne.

Forza Italia VCO: preoccupazione ripresa scuola - 29 Agosto 2020 - 16:53

Mi sbaglierò
Mi sbaglierò e spero di sbagliarmi , ma penso che purtroppo riaprire le scuole non sarà una buona idea perchè è matematico che il contagio dilagherà capillarmente in tutte le famiglie travolgendo gli anziani,abbiamo visto con le discoteche, è bastato allentare sotto le pressioni degli imprenditori del settore,e boom di contagi,purtroppo la scuola come la conoscevamo tornerà solo col vaccino,spero il più presto possibile.Nel frattempo videolezioni non vi è alternativa,naturalmente con meno ore. Per quanto riguarda gli autobus stessa cosa,non è un mezzo da usare durante una pandemia mi sembra più che evidente,idem per treni,ma se mi chiedete una soluzione non ce lo purtroppo.

PD VCO risponde su fondi emergenza covid-19 - 3 Agosto 2020 - 12:46

Re: un minimo di verità.
Ciao paolino come volevasi dimostrare, il solito politicante col suo politichese del "qui lo dico e qua lo nego", che non si smentisce mai: Coronavirus, dietrofront Salvini: "Viva la mascherina. Giovani, usate la testa" Retromarcia di Salvini: "Quando serve va messa, ad esempio nei luoghi chiusi e sui treni. Rispettate la distanza, fate ciò che la scienza chiede" ilano Marittima, 3 agosto 2020 - Dietrofront Salvini sull'uso della mascherina. Dopo aver partecipato la scorsa settimana ad un convegno 'negazionista" in Senato senza iondossare la mascherina, oggi l'ex ministro degli Esteri e leader della Lega, Matteo Salvini, fa una retromarcia. Iniziata domenica sera sul palco della Festa della Lega Romagna a Cervia: "Viva la Romagna. Viva la gente che mette le distanze e usa la mascherina ma nessuno terrorizzi il popolo italiano, che vuole vivere e vuole passeggiare". Questa mattina poi Salvini torna sull'argomento su SkyTg24: "La mascherina si usa quando serve ad esempio nei luoghi chiusi e nei treni. Spero poi di tornare alla normalità. Ai giovani dico: usate la testa, mantenete la distanza, rispettate quello che dice la scienza. Però un governo che rinnova l'emergenza senza avere un'emergenza nel paese e fa sbarcare migliaia di persone, è un governo surreale". Più volte Salvini è salito alla ribalta delle cronache in questi giorni proprio sull'uso della mascherina. Del convegno 'negazionista' in Senato abbiamo detto. Sabato scorso il leader della Lega era stato chiamato indirettamente in causa dal segretario del Pd e governatore del Lazio, Nicola Zingaretti che aveva detto: "Ci sono scellerati che per farsi pubblicità non usano la maschetina". Salvini lo aveva liquidato così: "Non ho tempo da perdere". Poi c'era stato un altro episodio sottolineato dai media. Sempre in Romagna Salvini invitò un bambino salito sul palco a togliere la mascherina. A questo punto, aggiungerei anche un minimo di dignità e coerenza.... .

Interruzione servizio ferrovia Domodossola‐Milano - 22 Luglio 2020 - 09:07

Re: Diciamo che..
Ciao robi Circa 10 anni fa ho sentito Moretti, ad una conferenza a Roma, dire che la colpa dei ritardi è dei pendolare che non scendono e salgono celermente dai treni. Ripartendo da Roma Termini, il treno partiva puntualmente (perché evidentemente i passeggeri erano stati svelti), dopo aver percorso 100 m s'è fermato ed è rimasto fermo 1 ora. Finché c'era gente che ricopriva ruoli apicali nelle ferrovie che scaricavano le cause dei ritardi sugli incolpevoli utenti, era difficile che la situazione potesse migliorare visto che, secondo il loro raffinato ragionamento, non c'era alcun problema legato alle ferrovie (infrastruttura e treni). Fortunatamente l'ex sindacalista (e sicuramente questa definizione non può rientrare tra i miei migliori complimenti) non c'è più, speriamo però che il sostituto abbia l'umiltà di ammettere la realtà e lavorare a testa bassa.

Interruzione servizio ferrovia Domodossola‐Milano - 21 Luglio 2020 - 06:57

Diciamo che..
In effetti facendo questa tratta da una ventina d'anni ho visto di tutto. Il tratto arona verbania e quindi domo è lentissimo e provoca ritardi. Come ho detto é la rete ferroviaria il maggior indiziato e trenord ha i suoi problemi ma i treni ci sono e sono nuovi. Anche se sulla linea di domo girano ancora catorci, la Lombardia ha un movimento di pendolari tra i maggiori d'Europa. Nelle infrastrutture si che bisogna investire. E tanto anche. Ma ci sono problemi di tutti i tipi compresi i vincoli ambientali che bloccano tutto. Quindi..

Reazioni al blocco ferrovia Domodossola Arona - 17 Luglio 2020 - 14:00

Rfi
Rfi è la principale responsabile dei disagi di noi pendolari. I treni ci sono e sono anche efficienti a parte qualche vagone obsoleto il problema è la rete. I treni si guastano anche ma in percentuale infinitesimale. La rete invece. ..

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 21 Aprile 2020 - 00:38

Stop 5g
aggiornamenti bioinitiative Sei qui:Home/Partecipanti/Perché ci preoccupiamo? Cercare: Ricerca ... La posta in gioco è molto alta. Gli esseri umani sono sistemi bioelettrici. I nostri cuori e cervelli sono regolati da segnali bioelettrici interni. Le esposizioni ambientali ai campi elettromagnetici artificiali possono interagire con i processi biologici fondamentali nel corpo umano. In alcuni casi, ciò può causare disagio, disturbi del sonno o perdita di benessere (alterazione del funzionamento mentale e alterazione del metabolismo) o, a volte, forse una malattia terribile come il cancro o il morbo di Alzheimer. Potrebbe interferire con la capacità di una donna di rimanere incinta, o portare un bambino a termine, o provocare cambiamenti nello sviluppo del cervello che sono dannosi per il bambino. È possibile che queste esposizioni abbiano un ruolo nel causare disabilità a lungo termine alla normale crescita e sviluppo dei bambini, allontanando le scale dal diventare adulti produttivi. Abbiamo buone prove che queste esposizioni possono danneggiare la nostra salute, Negli Stati Uniti, la diffusione dell'infrastruttura wireless (siti di tower cell) per supportare l'uso dei telefoni cellulari è notevolmente accelerata negli ultimi decenni. La diffusione di torri cellulari nelle comunità, spesso collocate in scuole materne, asili nido e campus scolastici, significa che i bambini piccoli possono avere esposizioni RF a migliaia di volte superiori negli ambienti domestici e scolastici di quanto esistessero anche 20-25 anni fa. CTIA stima che nel 1997 c'erano solo 36.650 siti cellulari negli Stati Uniti; ma è aumentato rapidamente a 131.350 nel giugno 2002; 210.350 nel giugno 2007 e 265.561 nel giugno 2012 (CTIA, 2012). Nel 2008 esistevano circa 220.500 siti cellulari. Queste antenne wireless per la trasmissione vocale e dati di telefoni cellulari producono esposizioni RFR su tutto il corpo su vaste aree delle comunità che sono una fonte involontaria e inevitabile di esposizione alle radiazioni a radiofrequenza. Ulteriore, il passaggio quasi universale ai telefoni cordless e cellulari e lontano dai telefoni fissi con filo significa esposizioni ravvicinate e ripetitive a EMF e RFR in casa. Altre nuove esposizioni RFR che non esistevano prima provengono da punti di accesso WI-FI (hotspot) che si irradiano 24 ore su 24, 7 giorni su 7 in caffè, negozi, biblioteche, aule, su autobus e treni e da dispositivi personali abilitati WI-FI (iPad, compresse, palmari, ecc.). La più grande singola fonte di RFR pervasiva e diffusa a livello comunitario è l'infrastruttura del "contatore intelligente". Questo programma posiziona un dispositivo wireless (come una stazione base per mini-cellulare) sulla parete, sostituendo il misuratore elettromeccanico (quadrante rotante). Devono essere installati su ogni casa e classe (ogni edificio con un contatore elettrico). Le utility dalla California al Maine hanno già installato decine di milioni, nonostante le preoccupazioni per la salute degli esperti e l'enorme resistenza pubblica. I misuratori wireless producono picchi di radiazione pulsata di radiofrequenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e in condizioni normali saturano lo spazio abitativo a livelli che possono essere molto più alti di quelli già segnalati per causare bioeffetti ed effetti negativi sulla salute (le utility possono solo dire che sono conformi a federali obsolete norme di sicurezza, che possono essere o non essere sempre vere - vedihttp://sagereports.com/smart-meter-rf ). Questi misuratori, a seconda di dove sono collocati rispetto allo spazio occupato nella casa o in classe, possono produrre livelli di esposizione RFR simili a quelli entro i primi 100 piedi a 600 piedi di una stazione base di telefonia mobile (cell tower). L'onere cumulativo di RFR all'interno di qualsiasi comunità è in gran parte sconosciuto. Entrambe le fonti involontarie (come torri cellulari, contatori intelligenti e radiazioni usate dall'uso di dispositivi wireless da parte di altri) oltre a esposizioni volontarie dall'uso personale di telefoni

Zacchera su sanità VCO - 13 Novembre 2019 - 10:57

vincolo idrogeologico e altro
Gli argini servono per contenere esondazioni che possono avvenire allorché le acque del fiume superano il livello di contenimento del naturale greto. Questi argini, però, non possono impedire che le acque, per risalita, allaghino proprio i prati in questione. Ciò significa che non si può "scavare". Ovvero. Non si possono creare spazi tecnologici negli interrati con conseguente aumento dell'occupazione di suolo esterno. C'è poi da considerare l'aspetto acustico. L'area proposta in Ornavasso sarebbe realizzata in uno spazio al cui contorno si trovano: la Ferrovia Novara - Domodossola, dove circolano i treni HUPAC anche in piena notte; l'Autostrada/superstrada dell'Ossola. Forse non tutti sono al corrente che gli ospedali rientrano in quelle strutture in cui DEVE essere garantito (per legge dello Stato) un confort acustico elevato. In quel sito lo si potrebbe certamente ottenere ma con un notevole aggravio dei già elevati costi di realizzazione, per interventi di bonifica certamente a carico del progetto stesso sia sulla ferrovia che sull'asse stradale. Cerchiamo di essere realisti. Non è necessario realizzare niente di nuovo ma avere l'onestà intellettuale per fare una scelta guidata unicamente dalla convenienza. Dove per convenienza intendo dire un severo e professionale (non politico ne ideologico) computo dei vantaggi e svantaggi dei due siti. Fatta la scelta su di una posizione l'altra potrebbe rientrare in parte come sede di lungo degenza e offrire comunque servizi come l'imprescindibile PRONTO SOCCORSO. Ricordiamoci tutti che i soldi non sono del PD, della Lega e nemmeno dei M5S. Non sono di Pizzi, della Marchionini e nemmeno di Cirio……...SONO NOSTRI e dobbiamo pretendere che vengano spesi con criterio. Criterio che deve avere come primo obiettivo la CONVENINZA (pur trattandosi di sanità) e non lotte campanilistiche di partito.

Incontro con l’europarlamentare Irene Tinagli - 11 Novembre 2019 - 08:47

Simbolo dei tempi
La Tinagli è in questo momento in tv a partecipare a un dibattito sull'Ilva di Taranto. Imbarazzante. Non sa niente,ma niente niente! Gli altri partecipanti le stanno spiegando con calma la situazione,e lei ascolta con lo sguardo della mucca che guarda i treni passare. Simbolo perfetto della politica attuale: slogan preconfezionati e faccette quando sa di essere inquadrata,e mai un intervento nel merito. Sempre e solo due o tre frasi ad effetto, completamente decontestualizzate,ripetute sine die. Potrebbe essere di qualsiasi partito, nessuno noterebbe la differenza. Ieri sera capitan liquame ha fornito identica prestazione: slogan,faccette,nessuna attinenza dei discorsi con le "domande" genuflesse del conduttore... Poveri noi. Poveri noi.

"Oltre le passioni tristi" - 15 Ottobre 2019 - 19:23

Re: Re: Re: Re: Re: Posto fisso
Ciao SINISTRO Sono d'accordo in toto. Nulla da aggiungere a parte i pendolari che fanno in sostanza una guerra di sopravvivenza contro scioperi, ritardi, suicidi e treni sporchi. Credimi. C'è poco da riposare.

PD su ospedale unico - 17 Marzo 2019 - 11:00

Re: Per me è difficile. Ve lo assicuro!
Ciao Giovanni%, quanto calza a pennello questo titolo anche per la mia situazione. Sono stato "introdotto" alla politica con un comizio elettorale di Fini a Intra, una ventina di anni fa. Nato e cresciuto nel periodo berlusconiano, ho visto più volte infrangersi quell'idea di destra imprenditoriale, con la totale incapacità a produrre serie politiche economiche di sostentamento all'economia italica. Oggi mi ritrovo nel periodo della politica urlata, aggressiva, per forza "contro" a tutti e tutto. Oggi mi ritrovo a scegliere persone SERIE, che per mia sfortuna stanno sull'altro lato del mio pensiero politico. Quella SERIETA' che dovrebbe portare tutti a capire che su certi temi vincono i numeri e non le volontà del popolo. Oggi la destra cavalca il sentimento popolare - che storicamente non ha mai scelto per il bene economico del Paese ma piuttosto per quello del proprio conto, inviando messaggi di propaganda conditi dall'olio della verità: come direbbero gli amici grillini, "svegliaaaaa!!11!!!1", perchè nel messaggio della Lega in seno al progetto Ornavasso si nasconde l'obiettivo reale: rendere uno dei due nosocomi CENTRALE nella ASL14 (guarda caso quello di Domodossola) e gli altri due periferici, con un chiaro intento di ridimensionamento operativo (dice qualcosa il PS di Omegna?). La propaganda del NO all'ospedale UNICO nasconde la verità dell'impossibile sostentamento finanziario dell'attuale situazione: Preioni lo sa bene ed infatti, nel suo NO al progetto, indica la strada di cui sopra. Non cadete inoltre nel tranello della rimodulazione dei finanziamenti dedicati al nuovo nosocomio in favore degli ospedali oggi esistenti: si parla di una sessantina di milioni di finanziamento pubblico per Ornavasso e pochissimi di questi potranno essere "girati" per il riammodernamento di anche uno tra Domo e VB. Sono voci di spesa differenti e, qualora passasse questo ragionamento, tutti gli ospedali del Piemonte ne avrebbero diritto. La storia ci insegna che i treni passano poche volte: è passato per Piedimulera con la stessa propaganda politica che ne ha affossato le fondamenta, a parti politiche invertite. Sta passando quello di Ornavasso, sotto gli occhi di tutti. Non passerà più, fidatevi! Quando tra 5 anni ci si accorgerà che per governare un territorio servono i numeri, arriverà qualcuno da qualunque parte politica e, banalmente, farà tagli lineari di spesa. Con buona pace del vostro "contro" a tutto di oggigiorno. Saluti AleB

Forza Italia su stazione di Verbania - 16 Febbraio 2019 - 20:52

Re: Stazione di Verbania
Buonasera Mario, innanzitutto, mi permetta di evidenziare una cosa: non appartengo ad alcun movimento politico e sono un comune cittadino con nessuna attività politica alle spalle o in corso. Per questo non è importante il mio nome, ma – visto che lo chiede, mi presento: “piacere di conoscerLa Mario, Alessandro Bertolazzi”. Non conosco quindi nemmeno il sindaco, nè di persona nè in modo indiretto. Per il suo problema può scrivere sia a ConserVCO (non so se è di loro competenza quel tratto di strada) oppure direttamente al Sindaco. Da quanto si legge e si sente, risponde quasi sempre nel merito. Tornando alla questione ferrovia, capisco che la situazione sia ormai al limite della sopportazione, ma è oggi il tempo in cui gli amministratori stanno risolvendo il problema, che si protrae da decenni. Le colpe vanno ricercate in quella eterna incapacità del sistema politico di risolvere i problemi in modo efficace. Le relazioni tra i vari enti sono la causa principale di un sistema troppo legato che si trova, spesso, davanti alla strada senza uscita della burocrazia. Certo, la politica è fatta di persone: difficile uscire da un sistema di questo genere, ma in questo clima almeno alcuni ci provano. Anche mio nonno viaggiava da e per Milano e, suppongo, le due ore erano necessarie per i treni locali: esattamente come lo è adesso. Di fatto la rete ferroviaria è rimasta tale, i materiali vetusti (sono degli ultimi anni gli investimenti in fatto di materiale rotabile) e nel frattempo i flussi verso Milano sono aumentati portando la capacità della rete al collasso. Sulla ns stazione, inutile negare le condizioni in cui ha versato per decenni: stride quindi leggere “comunicati elettorali” quando è chiaramente in corso un cantiere dove le attività hanno una consecutio prestabilita. Per anni - io stesso, la gente attendeva i treni sulla rampa di scale interna: la pensilina era inappropriata allora come lo è, in una condizione di cantiere, adesso. Per non parlare di una sala d’attesa fredda e sporca: meglio stare sotto l’acqua con l’ombrello che seduti. Non difendo nemmeno io colori politici ma sono abbastanza infastidito dalla demagogia: dov’erano gli amici di FI quando negli anni intorno al 2010 il partito controllava Regione, Provincia e Comune? Ora si muovono a paladini dei pendolari sotto la pioggia ma spiegateci dove eravate e cosa avete fatto in seno a questa operazione (Movicentro, progetto cantierato nel 2007) per sbloccarla, per uscirne o solo per dare una speranza alla città. Saluti Alessandro

Forza Italia su stazione di Verbania - 15 Febbraio 2019 - 09:38

campagna elettorale
Non è assolutamente vero... anzi finalmente sono iniziati i lavori e stanno andando avanti per sistemare il dislivello tra il treno e il marciapiede del binario 3 e la nuova pensilina .. lavori a cura di RFI ,grazie all'intervento dell'amministrazione di Verbania che ha preso in mano il lavoro per il completamento del Movicentro (dopo che con la giunta provinciale di Nobili ..Forza Italia e lega i lavori si sono bloccati) ... sono altri i veri problemi dei pendolari e di chi usufruisce dei treni... cancellazioni dei treni e ritardi abominevoli .. linea Domodossola Milano è sotto la Lombardia dove Forza Italia governa da oltre 20 anni...se durante i lavori di sistemazione si ha qualche piccolo disagio eh va beh ... sopporteremo.. va bene la campagna elettorale .. ma evitiamo magari di dire cose false ..
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti