Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

comunicazione

Inserisci quello che vuoi cercare
comunicazione - nei post

Area ex Acetati: gruppo di giovani ne pensa il futuro - 26 Gennaio 2021 - 09:33

Giovani under35 pensano al futuro dell'area Acetati a Verbania. Nato un gruppo di ricerca per approfondire e confrontarsi.

Progetto 'Ho cambiato idea!' 2021 - 24 Gennaio 2021 - 15:03

Il progetto “Ho cambiato Idea!”, sostenuto da Fondazione Comunitaria VCO e realizzato da Associazione Sherazade in collaborazione con il Comune di Verbania, la biblioteca “Pietro Ceretti”, le biblioteche del Sistema Bibliotecario del VCO e la Società Filosofica Italiana (sez. locale) torna, dopo il successo dello scorso anno.

Tigano: codice etico per comunicazione con i malati Covid - 18 Gennaio 2021 - 09:16

Riceviamo e pubblichiamo, una lettera aperta del Dr. Giorgio Tigano, che chiede a tutte le autorità competenti, l'attivazione di un codice etico che affronti il problema della comunicazione e del mantenimento dei rapporti tra malati e parenti stretti.

L'espulsione dell'Altro di Byung - 12 Gennaio 2021 - 18:06

Mercoledì 13 gennaio 2021, alle ore 20.30 , SfiVCO propone la lettura del libro: L'espulsione dell'Altro di Byung-Chul Han. Il Gruppo di lettura si svolgerà in modalità online.

Piemonte: in 1100 aderiscono a "Scuola Sicura" - 10 Gennaio 2021 - 13:01

Sono finora più di 1100 i docenti, insieme al personale non docente, che hanno aderito a “Scuola sicura”, il progetto sperimentale messo a punto dalla Regione Piemonte per garantire il ritorno in classe in sicurezza dopo le festività natalizie.

Baveno: 15 nuove telecamere di sicurezza - 4 Gennaio 2021 - 11:04

Nuove quindici telecamere a Baveno per il controllo dell’ordine pubblico e la sicurezza stradale, grazie a cinquantamila euro da un bando del Ministero dell’Interno.

Lincio: su collegamento viario del Sempione - 29 Dicembre 2020 - 11:05

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Presidente della Provincia del Verbano Cusio Ossola, riguardante la costituzione di una Commissione sul collegamento Italia - Svizzera tramite il Sempione.

Prende il via il progetto “Bosco delle Memorie Viventi” - 21 Dicembre 2020 - 10:03

Un incontro tenutosi il 16 dicembre 2020 ha dato il via al progetto “Bosco delle Memorie viventi” che vede Associazione Casa della Resistenza, Comune di Verbania e Istituto agrario IPSASR Fobelli di Crodo in cordata per la riqualificazione del Parco della Memoria e della Pace, area memoriale adiacente alla Casa della Resistenza.

Fondazione Comunitaria del VCO sostiene Verbania Capitale della Cultura - 16 Dicembre 2020 - 15:03

Dalla Fondazione Comunitaria del VCO un contributo per sostenere la candidatura di Verbania a Capitale della Cultura Italiana 2022-

"Paga due volte" va a Mi manda Rai Tre - 16 Dicembre 2020 - 08:01

Federconsumatori Verbania sarà nuovamente ospite della trasmissione televisiva Mi Manda Rai Tre in onda mercoledì 16 dicembre alle ore 10.00. Saranno presenti il legale della sede verbanese Enzo Iapichino e Daniele Incognito, imprenditore di una fabbrica di lavorazione metalli per casalinghi a Casale Corte Cerro.

Interrogazione parlamentare su Istituto Maggia - 5 Dicembre 2020 - 15:03

Interrogazione parlamentare sul maggia di Stresa dell’ex ministro dell’istruzione On.Lorenzo Fioramonti.

Ripartenza scuole proposta tampone rapidi - 4 Dicembre 2020 - 11:05

Per la ripartenza delle scuole in presenza da gennaio 2021, dall’Amministrazione Comunale di Verbania una proposta per tamponi rapidi per il personale e un progetto educativo per gli Istituti Comprensivi di Verbania.

Voce Libera VCO su canoni idrici - 2 Dicembre 2020 - 09:33

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Voce Libera VCO, riguardante i canoni idrici ela ripresa di investimenti sul territorio da Parte della Provincia.

Cristina su assegnazione canoni idrici - 29 Novembre 2020 - 08:01

E’ di ieri la comunicazione dell’assessore regionale Andrea Tronzano al Presidente del VCO Arturo Lincio: il Consiglio Regionale del Piemonte ha licenziato nella seduta dello scorso 24 novembre i 12 milioni di euro per il Verbano Cusio Ossola ai sensi della Legge regionale 19/2020 sulla specificità montana del VCO.

Aggiornamento orario apertura uffici veterinari VCO - 28 Novembre 2020 - 13:01

In considerazione del perdurare dell’emergenza COVID-19, comunichiamo che gli orari di apertura al pubblico degli sportelli dei Servizi Veterinari, a partire dal 16 novembre 2020, sono stati modificati.

Preioni: "Specificità montana del Vco: il vento è cambiato" - 26 Novembre 2020 - 15:03

Una modifica della legge 19/2020 sulla specificità montana del Vco e sugli interventi a favore dei territori montani delle altre province, è stata approvata all’unanimità dal consiglio piemontese. Lo riferisce il presidente del Gruppo regionale della Lega Salvini Alberto Preioni, intervenuto tra gli altri nell’aula di palazzo Lascaris per illustrare il provvedimento.

Covid 19: potenziati i servizi di supporto alle RSA - 22 Novembre 2020 - 15:03

Potenziati i servizi territoriali e di supporto alle Residenze per Anziani per far fronte all’emergenza Covid-19.Di seguito la nota di ASL VCO.

Tende Militari a Verbania: Ministero disponibile - 13 Novembre 2020 - 19:38

Il Sindaco di Verbania ha scritto in queste ore al Presidente della regione Piemonte Alberto Cirio e al Direttore Generale ASL VCO Chiara Serpieri, dopo aver ricevuto una nota dal Ministero della Difesa in risposta alla disponibilità, data dal Comune, ad ospitare strutture e personale dell’esercito tese ad alleviare le strutture sanitarie sotto pressione.

Maggia: Provincia e Comune puntano al colle Rosmini - 13 Novembre 2020 - 08:01

Riceviamo e pubblichiamo, una comunicazione congiunta del Presidente della Provincia e del Sindaco di Stresa, che indicano il colle Rosmini come luogo per ospitare l’istituto alberghiero Maggia.

PD VCO, Sanità: basta soffiare sul fuoco - 12 Novembre 2020 - 10:03

Sanità: basta soffiare sul fuoco. E’ tempo di lavorare tutti per trovare soluzioni, creare coesione ed essere di fattivo aiuto al personale sanitario. Così Il PD VCO in una nota che riportiamo di seguito.
comunicazione - nei commenti

Zona Rossa: Lega chiede esenzione per il VCO - 7 Novembre 2020 - 07:51

Evitare aggressività
Sono d'accordo sulla richiesta, e che come firmato dal Presidente della Val d'Aosta anche nelle aree montane della nostra Regione ci sia un adattamento interno. Ma nella comunicazione, si evitino accuse e toni ostili ("ministro negligente"), si cerchi di persuadere con i dati sulle necessità,per esempio, di cura di orti, lavori in baita ecc., qualità del trekking in zone non pericolose e altro. No alle polemiche pretestuose partitiche, sì alla difesa delle libertà che non costitusicono pericolo o rischio alcuno.

Lega, risponde sugli ospedali VCO - 6 Novembre 2020 - 13:29

Re: E quindi?
Ciao Filippo pure io ho perso tempo a leggere questo intervento dove la sintassi non ha diritto di cittadinanza (ma io mi chiedo, oltre ad usare il correttore di Word, far rileggere le bozze da un ragazzo di terza media è proprio così difficile?) Si capisce comunque che qualcuno qui "lavora in silenzio" e farebbe cose. Non so cosa, ma so bene cosa (per incosciente incompetenza) non ha fatto da maggio ad oggi. Ne riassumo una breve selezione: - tracciamento: fino a un mese fa il Piemonte faceva pochissimi tamponi, oggi qualcuno in più. Bastava copiare giapponesi, coreani o tedeschi, e tracciare massicciamente con tamponi positivi e contatti, potenziando le strutture esistenti invece di fare azioni di facciata come a Venaria... e oggi non saremmo in questa situazione. Peggio del Piemonte in questo senso non ha fatto quasi nessuno. - attivazione di dirve through per i tamponi rapidi. Nel lazio sono quasi 300, in Piemonte? Non lo dico per carità. - potenziamento della medicina di base attraverso l'assunzione, a maggio/giugno, di nuovi medici di base, l'attivazione di studi che permettessero di effettuare tamponi, la formazione dei medici stessi e dei pediatri. Fatto nulla. - assunzione di personale infermieristico (da attivare come TD in caso di necessità) con concorsi da bandire entro l'inizio dell'estate. Mai fatto - assunzione urgente di nuovi medici (infettivologi, pneumologi) almeno in sostituzione di quelli che si sono spostati verso l'attività privata o si sono prepensionati usando quota 100 (e non giudichiamoli), proprio in vista di una nuova ondata. mai fatto. - identificazione di strutture da dedicare ai pazienti COVID, sia come ospedali che come strutture di isolamento dei casi più lievi ma impossibilitati a stare a casa. Fatto pochissimissimo, negli ultimi giorni da Torino spostano centinaia di malati a Tortona, e non aggiungo altro. Fatto pochissimo e solo nelle ultime settimane, quando è ormai troppo tardi. - attivazione di call center e uffici dedicati all'emergenza e al tracciamento con l'app Immuni. Mai fatti. - potenziamento delle professionalità locali e della gestione delle ASL attraverso esperti di chiara fama: qua non solo non è stato fatto nulla, ma a settembre, per beghe di partito, hanno pure spostato i DG delle ASL di VC e VB, mettendo persone che nulla sanno della situazione locale a capo dell'ASL. -isolamento ai primi cenni di recrudescenza del virus delle RSA e protezione totale dei loro ospiti. Non solo non fatto, ma s'è immediatamente pensato di spostare pazienti covid proprio lì (geni, ma durante la prima ondata dove stavate? al cinema?) mi fermo qua, perchè ho pena ad andare avanti, i risultati del "lavoro in silenzio" sono ospedali strapieni (ben oltre la media nazionale), terapie intensive strapiene ben oltre la media nazionale, così come l'indice RT che ci dice che siamo totalmente fuori controllo, ritardi assurdi nella comunicazione di eventuali positività, blocco praticamente totale dell'attività ospedaliera non di urgenza, nuovi picchi di contagi tra il personale ospedaliero, e a breve numero di decessi. E' vero, non ha senso ora parlare di riorganizzazione della rete ospedaliera provinciale, avrebbe più senso parlare di dimissioni da parte di chi ha causato questo terribile disastro. saluti

Lupi: è polemica - 8 Settembre 2020 - 11:47

Annes dimentica
Annes, nel suo lungo elenco di "colonizzatori" dimentica che se non ci fossero stati i colonizzatori gli abitanti di molte delle nazioni da lei indicate sarebbero ancora a comunicarsi tra di loro con il tam tam od i segnali di fumo e come vie di comunicazione avrebbero ancora le liane, stile Tarzan.E comunquue non ha senso giudicare con gli occhi e la mentalità odierna fatti avvenuti in un passato talora remoto.Ma se anche tutto quanto affermato da Annes fosse vero e noi (deto in senso lato) siamo stati gli invasori, non si può negare che ora gli invasori sono loro.

Pulito il porto di Pallanza - 6 Settembre 2020 - 10:31

Potenza!
Potenza dei mezzi di comunicazione!!

Marchionini: "Bandiera Nera un abbaglio" - 21 Luglio 2020 - 15:36

...
Purtroppo siamo di fronte ad un’altra sparata dell’associazione, simile a quella sulle microplastiche nel Lago d’Orta dello scorso anno, che se da un lato ottengono un grande rilievo mediatico, dall’altro sono scarsamente o per nulla supportate da validazione scientifica, a causa della terribile approssimazione delle analisi e delle valutazioni. Questa volta tocca a Verbania. Lo dico da ricercatore che si occupa di salute e qualità dell’ambiente in cui viviamo, e di acqua in particolare. E vorrei pure dire che lo dico con il massimo rispetto di chi dedica il proprio tempo libero a prendersi cura della “casa” in cui viviamo, e sul lungo periodo credo che questa usanza presa da LA di dare pagelle più che di affrontare il problema generale della gestione dell’ambiente (pesantemente antropizzato da millenni) possa diventare controproducente all’ideale di base. Non voglio entrare in discussione sul merito (sarebbe un discorso di metodo scientifico contro ideologia e me e ve lo risparmio) ma solo sul dettaglio: la pagella “nera” arriva per un’opera a basso impatto (qualche costruzione in calcestruzzo) che si sviluppa in una zona dove l’intervento umano è già amplissimo (campeggi, strade di grande comunicazione, insediamenti di vario genere) e che vede già uno storico inquinamento chimico nei sedimenti, una dominante presenza di specie alloctone (quelle che vengono chiamate in genere impropriamente invasive) sia vegetali che animali, e prevede un utilizzo a basso o bassissimo impatto. Limitandoci al VCO mi vengono in mente almeno 10 interventi che avranno sicuramente un impatto ben maggiore, e che comunque, va valutato sulla base di quello che vogliamo sia il nostro futuro, e sulla base dell’ambiente che vogliamo ci circondi (che non sarà mai un ambiente pristino perché quello, anche a 4000 metri, non esiste più dall’epoca dei romani). In Germania, sparate di questo tipo le associazioni non ne fanno perché sennò, come è successo ad un mio amico ricercatore che s’era fatto scappare su ZDF che non avrebbe fatto fare il bagno ai suoi figli nell’Elba senza dati validi a dimostrare le sue ragioni, volano le denunce da parte degli enti locali… E me ne dispiace perchè io di LA sarei pure un sostenitore...

Giovani di Fratelli d’Italia su aggressione - 2 Luglio 2020 - 20:41

Re: Attesa vana.
Ciao paolino Paolino risvegliatosi dal sogno dei 173 miliardi, di cui una gran parte a fondo perduto e l'altra parte con tasso d'interesse simbolico, s'era nuovamente riappisolato e ha avuto un altro sogno. Diciamo che se avessero voluto perseguire la strategia di comunicazione che ipotizzi, avrebbero immediatamente diramato un comunicato stampa generico per poi eventualmente rincararlo in base ai risultati delle indagini. Gli è andata male? Beh, o hai informazioni non divulgate o gli può ancora andare bene. Io scommetterei su un gruppo misto a maggioranza extra

Manifestazione contro il 5G - 16 Giugno 2020 - 12:24

Re: W la scienza
Ciao Damiano Guerra piccola premessa, da qualche tempo quando mi capita di scrivere nei forum vari evito le repliche perché so essere inutili, per varie ragioni, faccio lo strappo momentaneo e solo per questo mio intervento. Dici "concordo fino ad un certo punto: una cosa è avere delle opinioni, altra è il diffondere falsità astruse". Qui si entra in meandri quasi inestricabili: chi decide cosa è vero e cosa è falso? Ma io sono pure pronto a lasciare questo privilegio a chiunque se lo voglia accaparrare e in nome di qualsiasi verità si ritenga scevra da errori (faccio inoltre notare che la parola scienza spesso viene utilizzata da organismi che anelano all'assolutismo, dato che spesso ignorano deliberatamente ricerche scientifiche che non fanno comodo, e qui potrei fare molti riferimenti e per diversi argomenti traendoli da Pubmed ove si trovano articoli scientifici semplicemente ignorati; spesso si scambia il cieco scientismo per procedimento scientifico, il secondo non è possibile incasellarlo perché per sua natura è libero ed in continua evoluzione, il primo invece tende a concentrare in organismi delle verità inviolabili e per questo ambisce all'impartizione di dogmi) e quindi mi metto già in una posizione di non-comando, da tale posizione subalterna però mi permetto di dire: - che se lo desiderano coloro che detengono tali verità facciano quello che meglio credono per ammaestrare il volgo; - che a sua volta il volgo sia libero di accettare o respingere tali verità; - che il volgo abbia la libertà di esprimere liberamente le proprie idee e di leggere liberamente quelle di altri liberi cittadini. Nel caso specifico 5G, dato che nel documento UE si afferma esplicitamente che "è importante combattere la diffusione di disinformazione sulle reti 5G, in particolare per quanto riguarda le affermazioni secondo le quali questa rete costituirebbe una minaccia per la salute o il fatto che sarebbe collegata al COVID-19", ma tralasciando l'aspetto "intimidatorio" di cui ho già parlato anche nel post di ieri e che va tenuto ben presente, faccio rilevare che queste persone che lo hanno stilato paiono ignorare esse stesse i procedimenti scientifici dato che a priori decidono che non ci possono essere effetti sulla salute, senza citare alcuna ricerca in merito. Ma vengo io in loro soccorso, e riprendo uno stralcio da un mio post di qualche settimana fa e che metto qui sotto. Dal sito NCBI (National Center for Biotechnology Information promuove la scienza e la salute fornendo l'accesso alle informazioni biomediche e genomiche). Titolo della pubblicazione del settembre 2019: Wireless 5G ed effetti sulla salute: una revisione pragmatica basata su studi disponibili riguardanti da 6 a 100 GHz. Estrapolo: Questa recensione ha analizzato 94 pubblicazioni pertinenti che svolgono indagini in vivo o in vitro. ....... L'80 percento degli studi in vivo ha mostrato risposte all'esposizione, mentre il 58% degli studi in vitro ha dimostrato effetti. ....... Gli studi disponibili non forniscono informazioni adeguate e sufficienti per una valutazione significativa della sicurezza o per la domanda sugli effetti non termici. Sono necessarie ricerche sugli sviluppi del calore locale su piccole superfici, ad es. Pelle o occhi, e su qualsiasi impatto ambientale. La nostra analisi della qualità mostra che affinché gli studi futuri possano essere utili per la valutazione della sicurezza, la progettazione e l'implementazione devono essere notevolmente migliorate...... ....... Va notato che non ci sono studi epidemiologici riguardanti la comunicazione wireless per questa gamma di frequenza, quindi questa revisione riguarderà gli studi condotti in vivo e in vitro. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6765906/

Obbligatorietà della Vaccinazione Antiinfluenzale e Antipneumococcica - 7 Maggio 2020 - 23:25

Re: comunicazione di servizio per fr
Ciao robi non preoccuparti, ormai SINISTRO ci ha sgamati, sto facendo finta di parlarti come se fossi altro da me ma è perché sono uno squilibrato, a dir la verità si tratta solo di un banale sdoppiamento di personalità, questo è il mio ultimo commento, me ne vado, ritorno in te, lo faccio per il bene della psiche di SINISTRO, dobbiamo convincerlo che sta bene, cosa che a dir la verità non so convincermi pienamente, non so perché. ;-) SINISTRO, prima di eclissarmi definitivamente ti svelo un segreto, quindi tu non puoi capirlo, non ti allarmare. Mi ha sorpreso una piccola frase che hai scritto, perché unitamente ad una mia celata in un messaggio precedente mi ha fatto comprendere che forse una donna mi ha individuato e si è espressa attraverso di te, cosa non infrequente quando si utilizzano tramiti in stato di incoscienza ;-) Onde per cui la quale, le dico: ti faccio divertire perché non cambio, ti amo sempre.

Obbligatorietà della Vaccinazione Antiinfluenzale e Antipneumococcica - 7 Maggio 2020 - 15:56

Re: comunicazione di servizio per fr
Ciao robi stai sereno, roby (su un altro blog verbanese)....

Obbligatorietà della Vaccinazione Antiinfluenzale e Antipneumococcica - 7 Maggio 2020 - 13:00

Re: comunicazione di servizio per fr
Ciao robi ma davvero? Peccato che probabilmente sia proprio tu il multi-nick/account-troll in questione! Ad ogni modo, vedo che dopo lungo tempo hai ripreso le operazioni da hater pseudo-meneghino notturno, anche se il tentativo di agire sotto mentite spoglie (a tuo dire provvisorie), credo sia stato subito smascherato! E lo dimostra il fatto che continui a confondere la diversità d'opinione con altro, assumendo proprio quei comportamenti intolleranti che fai così tanto finta di stigmatizzare e che cerchi (inutilmente) di rimproverare ai tuoi interlocutori: prova ne sono le tue esilaranti lamentele per presunte censure, che poi ti si sono ritorte inevitabilmente contro, portandoti a continui proclamati e subito ritirati dietro-front.... Quindi, anche per te valgono gli stessi amichevoli e democratici consigli di cui sopra. Ad maiora, pendolare solitario.

Obbligatorietà della Vaccinazione Antiinfluenzale e Antipneumococcica - 7 Maggio 2020 - 02:44

comunicazione di servizio per fr
Mi è capitato dopo mesi di leggere su questo blog. E vedo con profondo disappunto che ci sono ancora Sinistro e Paolino che imperversano impuniti dispensando i soliti pensieri fatti di insulti e offese ai loro nemici. Ma mi compiaccio con fr che tiene molto bene testa al duo, molto spesso rendendolo ridicolo. È evidente la sua superiore intelligenza e arguzia. Ed educazione direi. Rispetto alla solita sguaiata ineducazione dei novelli travaglio scanzi. Visto che ci sono passato e che ora ne sono fortunatamente fuori, consiglio a fr di non perdere troppo tempo con questi molestatori da tastiera. Molto noti nei blog di verbania. Infatti fr non ci ha messo molto ad inquadrarli. Peccato che verbanianotizie permetta ancora questa situazione. È solo una comunicazione di servizio e un consiglio a fr non richiesto. Saluti. Roberto.

Verbania Civica chiede test sierologici di massa - 1 Maggio 2020 - 12:36

Gentile Sig.ra Burgoni
per evidenti motivi giornalistici e di comunicazione non potevamo fare, nel nostro comunicato, una completa dissertazione scientifica indicando tutti i riferimenti e le evidenze necessarie a supporto della nostra richiesta. Proveremo a farlo qui. Le Immunoglobuline G (IgG) sono anticorpi specifici per ogni antigene virale, rappresentano cioè la nostra memoria immunitaria specifica: i test sierologici oggi validati (sia qualitativi che quantitativi) ricercano proprio le IgG anti SARS-Cov-2 (Covid 19). L'attuale pandemia è causata dall’infezione da parte del virus SARS-CoV-2, un nuovo tipo di coronavirus. Il capside (parte esterna) del virus SARS-CoV-2 è costituito da quattro proteine strutturali, conosciute come Spike, Envelope, Membrane e Nucleocapsid. La proteina Spike, che forma una specie di corona sulla superficie delle particelle virali, agisce come una vera e propria “ancora” che consente l’attracco, la fusione e l’ingresso della particella virale all’interno delle cellule dell’organismo umano. Una porzione della molecola Spike si lega infatti ai recettori dell’enzima ACE-2 (Angiotensin-Converting Enzyme 2) espressi sulla membrana delle cellule dell’ospite umano. Subito dopo l’entrata del virus nell’ospite si scatena la risposta aspecifica dell’organismo, poi inizia la produzione di IgM specifiche anti spike ed infine la produzione di IgG anti Covid19. I test ora in commercio misurano qualitativamente le IgG specifiche anti Covid19. Di seguito le evidenze più recenti. https://www.bergamonews.it/2020/04/30/studio-su-nature-chi-guarisce-da-covid-19-sviluppa-gli-anticorpi/369489/ https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2020/04/30/news/adesso_e_provato_tutti_sviluppano_gli_anticorpi_al_virus-255257217/ https://www.open.online/2020/04/30/coronavirus-studio-pubblicato-su-nature-100-per-cento-pazienti-sviluppa-anticorpi/ https://www.marionegri.it/magazine/coronavirus-origine https://www.adnkronos.com/salute/medicina/2020/04/30/studio-pazienti-sviluppa-anticorpi-covid_ndP2bAkkZzqxq2fvJbWqGP.html https://tg24.sky.it/salute-e-benessere/2020/04/30/coronavirus-anticorpi-covid-19.html Grazie per l'attenzione. Cordiali saluti Gruppo civico Verbania Civica

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 24 Aprile 2020 - 16:18

Gli studi
Magari ne avete già parlato, nel caso ignorate. Dal sito NCBI (National Center for Biotechnology Information promuove la scienza e la salute fornendo l'accesso alle informazioni biomediche e genomiche). Titolo della pubblicazione del settembre 2019: Wireless 5G ed effetti sulla salute: una revisione pragmatica basata su studi disponibili riguardanti da 6 a 100 GHz. Estrapolo: Questa recensione ha analizzato 94 pubblicazioni pertinenti che svolgono indagini in vivo o in vitro. ....... L'80 percento degli studi in vivo ha mostrato risposte all'esposizione, mentre il 58% degli studi in vitro ha dimostrato effetti. ....... Gli studi disponibili non forniscono informazioni adeguate e sufficienti per una valutazione significativa della sicurezza o per la domanda sugli effetti non termici. Sono necessarie ricerche sugli sviluppi del calore locale su piccole superfici, ad es. Pelle o occhi, e su qualsiasi impatto ambientale. La nostra analisi della qualità mostra che affinché gli studi futuri possano essere utili per la valutazione della sicurezza, la progettazione e l'implementazione devono essere notevolmente migliorate...... ....... Va notato che non ci sono studi epidemiologici riguardanti la comunicazione wireless per questa gamma di frequenza, quindi questa revisione riguarderà gli studi condotti in vivo e in vitro. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6765906/ Mi sono fermato solo alla prima pubblicazione che ho trovato, nel sito si possono trovare altre ricerche relative al 5G, per chi avesse pazienza. Vorri porre l'attenzione sull'ultima frase che ho estrapolato: "Va notato che non ci sono studi epidemiologici riguardanti la comunicazione wireless per questa gamma di frequenza, quindi questa revisione riguarderà gli studi condotti in vivo e in vitro." E qui mi riallaccio ad una considerazione della dottoressa Fiorella Belpoggi che si trova in un video del 19 aprile in youtube e che chiede se non sia possibile trovare 2 milioni di euro per uno studio approfondito. Ho visto che qualcuno tra i commenti deride le preoccupazioni, atteggiamento a mio modo di vedere sconsiderato e privo di rispetto. Penso che tutti noi si voglia vivere in un mondo privo di pericoli, dunque a mio modesto parere risultano incomprensibili le prese di posizione aprioristicamente. (in verità so bene cosa avviene nella zucca di coloro che così non ragionano ma ora vorrei evitare, si entrerebbe in altri ambiti).

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 7 Aprile 2020 - 18:48

Lei legge solo quello che vuole lei!
Gli ultimi commenti che ho trovato in rete (ho tolto l'autore, non lo conosco, come anche lei delle persone che riporta!): Cerco di essere meno tecnico possibile dato che studio queste cose... Il 5G in Italia utilizza 3 frequenze: 700 MHz, 3.7 GHz, 26 GHz. Le prime due frequenze sono già in uso da tanti anni per le reti 4G e le trasmissioni televisive, quindi l’unica frequenza che può generare paura è l’ultima. In realtà, anche questa frequenza è in uso in ambiente militare per la comunicazione e non ci sono risultati scientifici provati che ne dimostrino la pericolosità. Sul fatto che servano molte antenne, questo non significa un campo elettromagnetico enorme e intenso, ma è piuttosto una necessità logistica dovuta al fatto che le onde a così alta frequenza (che tra l’altro non sono nemmeno millimetriche come dice qualcuno, a 26 GHz la lunghezza è di circa 1.1 cm) vengono facilmente assorbite da alberi, edifici e corpi (senza alcun effetto significativo). Inoltre, la tecnologia 5G userà il cosiddetto “bean foaming”, cioè invece di inondare lo spazio circostante con un campo elettromagnetico che verrà per forza ricevuto dal dispositivo che lo richiede, l’alto numero di antenne sarà in grado di direzionare direttamente il campo verso il dispositivo ricevitore, sfruttando le proprietà di “rimbalzi” delle onde, e questo e meno pericoloso dell’attuale 4G in quanto non espone tutta un’area a radiazioni elettromagnetiche. Infine, sul fatto che le onde elettromagnetiche possano essere cancerogene, bisogna anche qui fare chiarezza. Le onde EM si dividono in non ionizzanti e ionizzanti: le prime non sono pericolose a causa della bassa potenza (es WiFi, trasmissioni televisive) mentre le seconde possono essere pericolose in quanto possono alterare il DNA se l’esposizione dura a lungo. Tuttavia, la FCC (federal commission for communication), la CISPR (special international commission for radio interference) e la ICNIRP (commissione internazionale per la protezione da radiazioni non ionizzanti) stabiliscono limiti in termini di SAR (specific absorption rate, l’energia assorbita nell’unita di tempo) molto stringenti che fanno in modo che l’assorbimento di un’onda non sia sufficiente a generare il calore necessario per rappresentare un pericolo per la salute. C’è anche da dire che in Italia i limiti sulle radiazioni elettromagnetiche sono molto più stretti che negli altri paesi (6 V/m contro i 28 V/m limite in altri paesi europei) e il 5G dovrà inserirsi in questo scenario nel rispetto di tali limiti, motivo per cui dire che l'adozione delle reti mobili di quinta generazione possa innalzare i campi elettromagnetico è falso. Piuttosto, si dovrà ragionare sulla possibilità di spegnere le reti 3G, ora che i terminali in questo standard sono sempre meno.

Coronavirus: aggiornamenti (14/3/2020 - ore 12.00) da Regione Piemonte - 16 Marzo 2020 - 14:36

Decessi x coronavirus
Dati sbagliati dati dalla Regione Piemonte, a VERBANIA, i decessi x corona virus sono 3 e non 1 voglio credere un errore di stampa, e non di comunicazione falsa

Buco sul ponte - 8 Dicembre 2019 - 09:43

Buco sul ponte
Andrebbe inviata comunicazione al comune, tramite l’app Comuni-chiamo.

Songa su SS34 e mancata emergenza - 17 Agosto 2019 - 09:36

Re: Re: Ma toh!
Ciao robi A parte che non ho mai votato PD quindi la sua inferenza lascia il tempo che trova, ma ci da notizia del suo saper argomentare, per educazione, visto che menzionata, rispondo. Ho postato il mio commento in funzione del fatto che essendo il suddetto Omegnese, visto il risultato ottenuto con l’intervento alla galleria, ormai da due anni in stand-by, sarebbe uitile che usasse la sua influenza (?) per risolvere in primis quello di problema! Per la SS34, stia sereno, ci si stanno occupando già da tempo, questa comunicazione mi pare già un principio di campagna elettorale, visto che il suo alleato sta “disfando” il governo!

Cossogno: volontari puliscono le strade - 14 Agosto 2019 - 10:30

Re: ruota di scorta
Ciao lupusinfabula ahimè, come volevasi dimostrare, ecco l'ultimo esempio della serie "qui lo dico e qua lo nego": LA STATALE 34 E’ UNA “NON EMERGENZA” ?! …. DURE LE REAZIONI LOCALI LA STATALE 34 E’ UNA “NON EMERGENZA” ?! …. DURE LE REAZIONI LOCALI La notizia della comunicazione pervenuta da parte dei ministeri romani, che come gia anticipato dal sottosegretario grillino Sibilia indica la situazione della Statale del Lago Maggiore in riferimento “alle condizioni di dissesto del versante, che non costituiscono evento imprevisto ed imprevedibile”, suscita accese reazioni a livello locale. Tra i primi ad intervenire con il comunicato “Adesso basta giocare a rimpiattino”, il portavoce di Fratelli d’Italia, Luigi Songa. Certamente la Regione Piemonte – dichiara in un comunicato -, attraverso il Presidente Cirio , si è gia attivata una volta presso il Ministero, adesso bisogna necessariamente agire attraverso un’azione sinergica di tutti, a partire dai parlamentari locali e piemontesi, con i Sindaci, la Provincia e tutti gli organismi interessati, senza escludere le associazioni di categoria- visti i risvolti economici della criticità della Statale. Riteniamo inaccettabile per questo territorio che qualche burocrate romano derubrichi la situazione della Statale 34 ad una “NON emergenza”: venissero questi signori a rischiare del loro ogni giorno per lavorare in Svizzera o in Italia percorrendo una strada che presenta decine di punti critici su pochi chilometri. Abbiamo chiesto al Senatore Nastri ed ai nostri parlamentari di Fratelli d’Italia di farsi interpreti della questione presentando un interrogazione parlamentare e intraprendendo ogni iniziativa atta a affrontare questo -ormai- annoso problema.

Moto Percorso Gastronomico - 23 Luglio 2019 - 11:24

Re: Re: Annullamento giro, precisazioni
Questa e' la comunicazione dell'organizzatore che conosco personalmente. È GIUSTA E DOVEROSA UNA SPIEGAZIONE Sono l'organizzatrice dell'evento in collaborazione con il comune di Cossogno. L'evento ha avuto un calo di iscritti sì è vero, ma per ben atri motivi: impegni privati e vacanze estive. Non sono e non faccio parte di nessun motoclub, sono solo un privato che organizza uscite in moto con amici. Sì, pubblico gli eventi sui social ma non per questo si superano le 25/30 moto, anche perché diventerebbe difficile da gestire lo spostamento in sicurezza e nel rispetto del codice della strada. Purtroppo le adesioni sono arrivate con ritardo, concentrate nei giorni di venerdì e sabato, troppo tardi per dare il via ai preparativi per una buona riuscita. Ovviamente chi vuole partecipare ai motogiri guarda all'ultimo momento per organizzarsi il week end. Infatti, non ho mai ammesso che l'evento era annullato (come molti possono confermare), ma solamente: troppo tardi per le adesioni. Per il rispetto di quanti mi hanno dato commenti favorevoli e soprattutto per le richieste ricevute, l'evento è solo RINVIATO A DDD. Ringrazio tutti voi che avete scritto e auguro una buona giornata.

Una Verbania Possibile candida Brignone - 27 Marzo 2019 - 14:07

"Mi piace" allo Slogan
Finalmente un pò di marketing nella comunicazione politica: mi piace molto lo slogan scelto da Renato. L'importante è poi non esagerare (mi sembra di aver visto già qualcosa del tipo "diversamente fluviale"). Mi unisco agli auguri per questa nuova sfida: come sapete, sono molto lontano dalle sue idee (non si capisce ancora cosa nel concreto vuole fare, è tutto molto aulico), ma non nego che il "ragazzo ha carattere" e pare molto convinto nelle sue posizioni. Inboccalupo Saluti AleB
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti