Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

covid

Inserisci quello che vuoi cercare
covid - nei post

Ripartenza scuole proposta tampone rapidi - 4 Dicembre 2020 - 11:05

Per la ripartenza delle scuole in presenza da gennaio 2021, dall’Amministrazione Comunale di Verbania una proposta per tamponi rapidi per il personale e un progetto educativo per gli Istituti Comprensivi di Verbania.

Coronavirus: aggiornamenti 3/12/2020 - ore 18.00) da Regione Piemonte - 3 Dicembre 2020 - 23:14

Oggi l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.230 nuovi casi di persone risultate positive al covid-19, pari all’8,5% dei 23.163tamponi eseguiti.

covid: multe ai minorenni convertite in attività sociali - 3 Dicembre 2020 - 09:34

Multe ai minorenni per il mancato rispetto delle norme anticovid convertite in attività socialmente utili.

4 dicembre accensione luminarie a Verbania - 3 Dicembre 2020 - 08:01

enerdì 4 dicembre accensione delle luminarie natalizie in città. Una piattaforma galleggiante a Pallanza.

Coronavirus: aggiornamenti 2/12/2020 - ore 18.00) da Regione Piemonte - 2 Dicembre 2020 - 22:58

Oggi l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.568 nuovi casi di persone risultate positive al covid-19, pari all’8,8% dei 17.897 tamponi eseguiti.

Raccolta plasma iperimmune - 2 Dicembre 2020 - 15:03

L’Azienda Sanitaria Locale VCO con il Responsabile del Servizio Immunoematologia e Trasfusionale dell’ASL VCO, SIMT, Dott. Leonardo Ruscitto, ha concordato con le AVIS Comunali del VCO di Verbania, Domodossola, Omegna e Stresa una collaborazione per la raccolta di plasma iperimmune da convalescenti, utilizzato in studi clinici sperimentali come possibile terapia per l’infezione da Sars-Cov2.

Panza su black-list banche - 2 Dicembre 2020 - 13:01

Panza: “Da gennaio nuovo Regolamento UE, basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella black-list delle banche”.

Coronavirus: aggiornamenti 1/12/2020 - ore 18.00) da Regione Piemonte - 1 Dicembre 2020 - 23:15

Oggi l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.617 nuovi casi di persone risultate positive al covid-19 in Piemonte, pari al 9,6% dei 17.016 tamponi eseguiti.

Alleanza Civica su scuola a distanza - 1 Dicembre 2020 - 15:03

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Gruppo Consiliare Alleanza Civica, riguardante la chiusura delle classi seconde e terze della secondaria di 1°grado.

1 dicembre: giornata mondiale di lotta all’Aids - 1 Dicembre 2020 - 08:01

Parlare di Aids durante la pandemia del covid-19 può sembrare fuori luogo ma purtroppo il Coronavirus non ha attenuato la diffusione dell’Hiv.

Coronavirus: aggiornamenti 30/11/2020 - ore 18.00) da Regione Piemonte - 30 Novembre 2020 - 23:03

Oggi l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1185 nuovi casi di persone risultate positive al covid-19 in Piemonte, pari al 9,6% dei 12.290tamponi eseguiti.

PMI Day: un successo - 30 Novembre 2020 - 18:06

Si è svolto venerdì 20 novembre il PMI Day, l’evento organizzato da Piccola Industria Nazionale e al quale anche il Gruppo Piccola Industria di Unione Industriale del VCO ha aderito con grande entusiasmo.

174mila € dal Governo per buoni spesa e aiuti alimentari a Verbania - 30 Novembre 2020 - 10:03

Con l’approvazione del decreto-legge del Governo del 23 novembre 2020, sono state stanziate ulteriori somme a favore dei Comuni per l’attuazione di “misure urgenti di solidarietà alimentare” e che, per il Comune di Verbania, ammontano a quasi 174 mila euro.

Coronavirus: aggiornamenti (29/11/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 29 Novembre 2020 - 17:30

Oggi l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.021 nuovi casi di persone risultate positive al covid-19 in Piemonte, pari al 14,3% dei 14.157 tamponi eseguiti.

Coronavirus: aggiornamenti (28/11/2020 - ore 17.30) da Regione Piemonte - 28 Novembre 2020 - 18:10

Oggi l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.157 nuovi casi di persone risultate positive al covid-19 in Piemonte, pari all’11,7% dei 18.434 tamponi eseguiti; gli asintomatici sono 879 (41%).

Aggiornamento orario apertura uffici veterinari VCO - 28 Novembre 2020 - 13:01

In considerazione del perdurare dell’emergenza covid-19, comunichiamo che gli orari di apertura al pubblico degli sportelli dei Servizi Veterinari, a partire dal 16 novembre 2020, sono stati modificati.

Coronavirus: aggiornamenti (27/11/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 27 Novembre 2020 - 17:23

Oggi l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato nuovi 3.149 casi di persone risultate positive al covid-19 in Piemonte, pari al 13,6% dei 23.141 tamponi eseguiti.

Sportello telefonico di ascolto per disturbi alimentari - 27 Novembre 2020 - 15:03

Gli operatori dell’Ambulatorio dedicato ai Disturbi Alimentari presso il Centro Salute Mentale dell’ASL VCO hanno mantenuto attivo lo sportello di ascolto telefonico per dare a chi soffre di Disturbi Alimentari informazioni e sostegno anche in questo periodo di distanziamento sociale dovuto all’emergenza da SARC-COV2.

Monitoraggio con test rapidi sugli over 65 - 27 Novembre 2020 - 08:01

L’assessorato alla Sanità e quello alla Ricerca applicata covid sono al lavoro per avviare un monitoraggio su base volontaria attraverso test molecolari e test antigenici rapidi della fascia di popolazione degli over 65enni asintomatici, affetti da specifiche malattie croniche, che saranno individuate sulla base di criteri scientifici da parte degli esperti dell’Unità di crisi.

Coronavirus: aggiornamenti (26/11/2020 - ore 17.00) da Regione Piemonte - 26 Novembre 2020 - 17:12

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti guariti sono complessivamente 74.723 (+ 2194 rispetto a ieri) così suddivisi su base provinciale: Alessandria 6.243, Asti 3.601, Biella 2.285, Cuneo 8.824, Novara 5.195 Torino 42.759, Vercelli 2.756, Verbano-Cusio-Ossola 2.220 oltre a 418 extraregione e 422 in fase di definizione.
covid - nei commenti

Cristina su assegnazione canoni idrici - 30 Novembre 2020 - 06:34

Canoni idrici
Visto che quando c'è volontà politica le cose si possono fare ? Invece di spendere inutilmente migliaia di euro per un referendum , volendo farci diventare lombardi . Come se la Lombardia fosse perfetta e si è vista adesso con il covid che non lo è!

Voce Libera VCO su comparto sciistico - 26 Novembre 2020 - 19:15

Case Vacanze - Basta controllare
La soluzione è molto semplice. Gli stranieri arrivano in macchina pertanto, come veniamo controllati sulle strade dalle Forze dell'Ordine e dobbiamo avere validi motivi per essere in giro, è sufficiente fermare le macchine con targa straniera. Poi però cosa succede? Si rispediscono a casa loro, si multano,..... La cosa che comunque ho notato che i controlli sono veramente scarsi e che il traffico diurno è quasi come in periodo no covid.

ANCI Piemonte chiede risposte per lo sci - 26 Novembre 2020 - 13:31

Negazionisti Svizzeri
Giusto per info ho visto che l'economista svizzero Willy Oggier propone (non so se approvato) la registrazione dei negazionisti ai quali, nel caso di infezione covid, non viene accordato un letto nei reparti di cure intensive in caso di carenza di posti. La sua logica è che devono assumersi la responsabilità dei loro atti e non posso che concordare il suo pensiero (anche se svizzero).

Voce Libera VCO su comparto sciistico - 26 Novembre 2020 - 13:14

Ho notato
Tanto per restare in tema "uscite" ho notato che alcune abitazioni di tedeschi e svizzeri (seconde case) attorno alla mia negli ultimi giorni si sono popolate, il fenomeno è ancor più evidente alla sera quando all'interno delle abitazioni si accendono le luci. Mi sono chiesto come abbiano fatto ad arrivare a noi dalle loro desolate lande, ma poi mi sono dato la risposta da solo: esiste ( la vergogna) Schengen per cui in alcune ore notturne in frontiera non vi sono proprio controlli. Pare giusto che cittadini italiani, proprietari da noi di seconde case, non possano raggiungerle perchè arrivano dalla Lombardia che, in fondo, sta solo dilà del lago? Pare giusto che noi italiani non possiamo uscire dal paese se non per giustificati e validi motivi? Pare giusto che noi italiani dobbiamo rispettare il coprifuoco notturno e c'è chi ne approfitta per raggiungere le loro case di vacanza, provevendo per giunta da paesi in cui il covid è più presente che non da noi? Non sarebbe saggio, almeno temporaneamente ed in questa situazione sospendere Schengen e riattivare i controlli in tutte le frontiere H24?

Piemonte cerca medici e infermieri extracomunitari - 24 Novembre 2020 - 12:01

mah!
Innanzitutto bentornata Lady Oscar aggiungo che qualche anno fa avevo sentito l'appello in mondovisione lanciato da un certo TG del rettore di una facoltà di medicina (forse di Milano) che invitava a non iscriversi a medicina perché c'erano troppi medici. Poi capitava di andare (anche pre covid) per ospedali e di incontrare medici che nemmeno capivano l'italiano e ora dopo che molti hanno desistito a iscriversi a medicini, scopriamo che c'è penuria di medici. Questo rettore semplicemente un genio

Carabinieri sanzioni per violazione norme Covid - 21 Novembre 2020 - 14:47

Caccia = problema cinghiali
Il problema è che la caccia viene giustificata da decenni per risolvere il problema cinghiali, invece la causa della loro proliferazione e soprattutto della loro espansione è provato che è anche la caccia stessa. Decenni di caccia e la situazione è sempre peggio. Ora è piuttosto chiaro che si vuole risolvere il problema davvero bisogna iniziare con altre modalità, sicuramente più costose, ma risolutive. Si vuole davvero farlo? No, e quindi il problema ci sarà sempre e sarà sempre peggio. Comunque la discussione riguardava le sanzioni in periodo di covid, quindi mi fermo qui. Buona giornata a tutti.

Appello per consentire la caccia - 14 Novembre 2020 - 13:15

Pazzesco!!!!!
Inutile riscrivere la perfetta analisi di Turk. Sottolineo solo che in questa emergenza dove si dovrebbero spendere tutte le energie, comprese quelle mentali, per combattere la diffusione del covid con giuste restrizioni anche agli spostamenti per fare la spesa questi chiedono deleghe per i cacciatori.... Tuttavia inutile meravigliarsi delle loro esternazioni in quanto, moderando il mio reale pensiero, da un pero non può nascere un melo.

Appello per consentire la caccia - 14 Novembre 2020 - 08:37

Esserci o farci?
Gli amministratori leghisti non smettono di stupire. Provo a dargli una risposta scritta, ma sono convinta che un disegno sarebbe più efficace. Ebbene, l'attività venatoria è interrotta perché gli ospedali sono in affanno a causa dei molti pazienti affetti da covid-19, e non ci si può permettere di ricoverare anche quelli che si sparano a vicenda nei posteriori. Ma questi due ci sono o ci fanno?

Comitato Salute VCO: "Una sanità per ogni stagione?" - 10 Novembre 2020 - 08:11

INTERESSI PRIVATI E PUBBLICHE VIRTU'
E', allo stato attuale delle cose e della pandemia in corso, che la politica, sia nazionale che locale, continui a mostrare la sua proverbiale inabilità all'interesse della popolazione optando, invece, alle preferenze personali e di partito. Sin dall’inizio, nessuno era pronto davvero a far fronte ad una situazione come quella causata dal covid19, a meno che non fosse lo stesso “autore del virus...” tuttavia, abbiamo visto che la prima ondata d'urto ha largamente sforato le più arroccate posizioni gestionali dei responsabili regionali. La seconda che stiamo vivendo, avrebbe dovuto essere meno sorprendente rispetto alla prima, ma pare ora il contrario. In questi casi si deve essere estremamente razionali, come? Descrivo sinteticamente alcuni punti fondamentali di come si dovrebbe affrontare l'emergenza dopo la prima ondata della primavera:: 1) immediato set up delle strutture ospedaliere regionali esistenti e che hanno operato alle terapie. 2) descrizione delle problematiche a cui hanno dovuto maggiormente far fronte e valutando ogni possibilità razionale di solving problem. 3) set up delle disponibilità di posti adibiti alle terapie intensive per ogni struttura evidenziando eventuali e possibili implementazioni in loco o limitrofe. 4) set up dei medici ed infermieri per verificare la copertura massima per ogni struttura ed il potenziale reclutamento di nuove figure. 5) set up dei prodotti di primo intervento per le patologie covid e relativo approvvigionamento programmato sia in ordine alla sicurezza degli operatori che dei degenti. 6) fotografia del network degli ospedali operanti nel raggio di 100 km, gestiti dalla direzione sanitaria o da una figura dedicata e verifica dei posti letto e del personale al fine, eventualmente, di potere dirottare i pazienti in altre strutture evitando situazioni di crisi di posti in rianimazione nelle strutture. 7) delegare ai medici di base la possibilità di effettuare tamponi in modo da evitare ingorghi nelle strutture ospedaliere. 8) costituire in tempi brevi una task force locale addestrata preliminarmente all’assistenza dei cittadini con l’aiuto delle Forze Armate, degli Alpini o della Protezione Civile in collaborazione con psicologi operanti nel territorio. 9) aggiornamento dei sistemi informatici condivisi tra ospedali, ASL e regioni, ancora incompleti e non dialoganti tra loro (un dramma). Mi fermo qui, ma ci sarebbe molto altro ancora. Certo che ne verremo fuori, il mondo non si fermerà al covid19, tuttavia ciò che mi chiedo saremo in grado, dopo questa pandemia, di far fronte ad altre eventuali situazioni del genere? Saremo in grado di creare una polis che, finalmente, possa essere gestita da persone serie e competenti invece che da individui prestati alla politica senza alcuna competenza, interesse personale o di partito? Lo vedremo, anche presto.

Lega, risponde sugli ospedali VCO - 9 Novembre 2020 - 22:02

Re: Re: Re: Corso di lettura
Ciao robi guarda, sulle linee generali hai parzialmente ragione, le politiche di tutti gli ultimi 7-8 governi si sono basate su continui tagli alla sanità, sulla trasformazione delle USL in ASL (tranne dove i governi regionali hanno contrastato questa linea, e i risultati positivi si vedono), e sul pareggio di bilancio. Cose giustificate dal fatto che l'UE, mentre la Germania correva a copiare la sanità italiana anni 90, imponeva all'Italia di smembrare lo stesso sitema per logiche di risparmio, e dal fatto che le ruberie e gli sprechi erano immensi (e sono comunque continuati). Sul dettaglio però ho ragione io, se le politiche dei tamponi legate agli spostamenti stanno in mano al governo le azioni sul territorio stanno in mano alle regioni, e il Piemonte ha una università che, come in Veneto, ha sviluppato consumabili per qPCR a basso costo fatti in casa. In Veneto li hanno usati in Piemonte no, perchè? Scelta politica dato che il Dipartimento che li ha sviluppati vede un ordinario dichiaratamente di sinistra? A pensar male... ora siamo senza consumabili e riduciamo i tamponi ai soli sintomatici... (il Piemonte, non l'Italia). Le ASL dovevano essere organizzate a livello regionale per il tracciamento dell'app immuni. Il Piemonte, come altre regioni, non ha fatto nulla, ma altri, per esempio Trento o Bolzano, o il Lazio, hanno aperto call center e linkato questi alle ASL e al servizio di tamponi. Bastava farlo. Stessa cosa per il bado per infermieri (uscito qualche giorno fa), andava fatto a giugno, ma a giugno la regione aveva in mente altro: figurati che sono venuti anche da noi due volte, la prima (a maggio) ad offrirci (molti) fondi per sviluppare nel mio ente un servizio di tamponi (cosa impossibile da fare in 6 mesi in quanto servono spazi di un certo tipo che non c'erano e andavano fatti da zero) e quando io ho detto, assumete trenta quaranta biologi e infermieri che in tre settimane ve li formiamo a costo zero come tecnici biomolecolari e poi impiegateli nei centri già esistenti, risparmiando un bel po, e potenziando il tracciamento, ci hanno detto che non era una loro priorità. La seconda per dirci, in piena estate, se avevamo idee per fare ricerca nel nuovo centro di Venaria, che avevano pereparato per il covid e che essendo l'emergenza finita avrebbero voluto usarlo per altro... quando gli ho fatto notare che era allora il momento di fare tamponi, e che avrebbero dovuto mettersi sotto invece di pensare ad altro, non mi hanno più contattato. Sono piccoli esempi di quello che non è stato fatto. E' un disastro, e le colpe sono ben chiare, sia a livello locale (i trasporti comunali e provinciali andavano riorganizzati, magari recuperando i bus turistici, che sono pure in sofferenza), che regionale, che statale (e non dico nulla sulla tragedia burocratica dei fondi a chi sta soffrendo economicamente). E che altre nazioni abbiano fatto la stessa colpevole sottovalutazione non è una scusa... noi avevamo avuto i camion militari a spostare le bare, non gli slovacchi. Ultima cosa: i bandi per assumere medici: vai sul sito della regione a vedere cosa è stato bandito da maggio ad oggi, e cosa nell'ultima settimana o due. Non è che i soldi sono comparsi dal nulla... E vatti a vedere quanti medici si sono spostati nel privato (che si permette pure di dire: i covid ve li tenete, a noi mandateci gli oncologici che pagate meglio) o si sono prepensionati con quota cento. Sai quanti sono stati sostituiti? Vabbè, la smetto, perchè mi arrabbio. Cito un bravo virologo inglese: fatevi la vostra bolla, una cerchia di amici stretti, e frequentate solo loro, fino a che il vaccino sarà pronto e disponibile. Non è limitare la libertà, è scegliere, consapevolmente, di abbattere i rischi, per voi e per la società. Ho pure scritto "bravo virologo", finisco con una battuta: come ogni microbiologo che lavora con i batteri so benissimo che i virologi sono semplicemente microbiologi non abbastanza intelligenti per lavorare coi batteri :-) notte

Lega, risponde sugli ospedali VCO - 9 Novembre 2020 - 15:04

Re: Re: Corso di lettura
Ciao gianluca No. No. Ti sbagli. Sono tutte cose legate all'emergenza covid e dunque alla pandemia. Tracciamenti, immuni, fondi per la sanità. È il governo centrale che almeno deve occuparsene! Poi l'organizzazione spetta alle regioni ma organizzazione di che se la, pandemia è mondiale e stiamo aspettando i finanziamenti? Io sono contrario al mes ma se lo vogliono e serve per la sanità mica devo votarlo io al posto di PD e 5 stelle! No? Se abbiamo 21 sanità diverse mica l'ho fatta io o la Meloni o Cirio o Icardi la riforma del titolo v della costituzione! Eddai!

Lega, risponde sugli ospedali VCO - 6 Novembre 2020 - 23:17

Corso di lettura
Prendo atto che qualcuno dei frequentatori del sito ha problemi di lettura o forse di comprendonio. A me pare chiaro. Dopo il regno di chiamparino e reschigna simile al nulla e dopo le loro promesse vuote c'è un piano per la riorganizzazione della sanità in Piemonte. E il PD lo ostacola. Non ho capito dove sia la difficoltà di comprendere. In quanto al covid ricordo per la, duemillesima volta che è competenza del governo centrale la gestione della pandemia. Se ci fosse un governo centrale e non degli scappati di casa che non sanno fare "o" con il bicchiere sarebbe meglio. Spero di essere stato chiaro.

Progetto VCO: Lincio eviti atteggiamenti irresponsabili - 6 Novembre 2020 - 21:04

In piedi
hai ragione: questo governo dovrebbe ringraziare il covid che, con la scusa che in un momento come questo ogni crisi di governo sarebbe una catastrofe, permette loro di continuare a vivacchiare ae sopravvivere pur sapendo che nella realtà sono in netta minoranza nei desiderata del popolo. Ma verrà un giorno.......e per loro saranno cavoli amari!

Progetto VCO: Lincio eviti atteggiamenti irresponsabili - 6 Novembre 2020 - 14:57

Virus
Il virus non si blocca così chiudendo a capocchia. Se si devono evitare assembramenti allora si fermano anche tutti i trasporti. Chiudere bar e ristoranti che hanno speso migliaia di euro per mettersi in sicurezza significa stare fuori dal mondo o essere in malafede o tutte e due. In quanto agli intenti politici beh.. Questo governo di inetti si tiene in piedi grazie al covid. No?

Lincio chiede per il VCO esenzione Zona Rossa - 6 Novembre 2020 - 14:23

Partenza per il baratro
E finiamola con questi falsi piangistei....I bar e ristoranti per adeguarsi hanno speso due cipolle in cambio di ampliamenti e mancati pagamenti dei plateatici. Questa estate erano tutti pieni con affollamenti, bastava fare un giro serale a Verbania e Pallanza, fuori da ogni rispetto delle norme, Hanno quindi incassato anche per i mesi di lock down per i quali hanno ricevuto contributi con il risultato di enorme diffusione del covid. Adesso TUTTI NOI ne paghiamo le conseguenze e loro hanno un bel conto in banca. PS Lincio ha letto il bollettino con il record di 132 casi positivi di ieri nel VCO?

Lega, risponde sugli ospedali VCO - 6 Novembre 2020 - 13:29

Re: E quindi?
Ciao Filippo pure io ho perso tempo a leggere questo intervento dove la sintassi non ha diritto di cittadinanza (ma io mi chiedo, oltre ad usare il correttore di Word, far rileggere le bozze da un ragazzo di terza media è proprio così difficile?) Si capisce comunque che qualcuno qui "lavora in silenzio" e farebbe cose. Non so cosa, ma so bene cosa (per incosciente incompetenza) non ha fatto da maggio ad oggi. Ne riassumo una breve selezione: - tracciamento: fino a un mese fa il Piemonte faceva pochissimi tamponi, oggi qualcuno in più. Bastava copiare giapponesi, coreani o tedeschi, e tracciare massicciamente con tamponi positivi e contatti, potenziando le strutture esistenti invece di fare azioni di facciata come a Venaria... e oggi non saremmo in questa situazione. Peggio del Piemonte in questo senso non ha fatto quasi nessuno. - attivazione di dirve through per i tamponi rapidi. Nel lazio sono quasi 300, in Piemonte? Non lo dico per carità. - potenziamento della medicina di base attraverso l'assunzione, a maggio/giugno, di nuovi medici di base, l'attivazione di studi che permettessero di effettuare tamponi, la formazione dei medici stessi e dei pediatri. Fatto nulla. - assunzione di personale infermieristico (da attivare come TD in caso di necessità) con concorsi da bandire entro l'inizio dell'estate. Mai fatto - assunzione urgente di nuovi medici (infettivologi, pneumologi) almeno in sostituzione di quelli che si sono spostati verso l'attività privata o si sono prepensionati usando quota 100 (e non giudichiamoli), proprio in vista di una nuova ondata. mai fatto. - identificazione di strutture da dedicare ai pazienti covid, sia come ospedali che come strutture di isolamento dei casi più lievi ma impossibilitati a stare a casa. Fatto pochissimissimo, negli ultimi giorni da Torino spostano centinaia di malati a Tortona, e non aggiungo altro. Fatto pochissimo e solo nelle ultime settimane, quando è ormai troppo tardi. - attivazione di call center e uffici dedicati all'emergenza e al tracciamento con l'app Immuni. Mai fatti. - potenziamento delle professionalità locali e della gestione delle ASL attraverso esperti di chiara fama: qua non solo non è stato fatto nulla, ma a settembre, per beghe di partito, hanno pure spostato i DG delle ASL di VC e VB, mettendo persone che nulla sanno della situazione locale a capo dell'ASL. -isolamento ai primi cenni di recrudescenza del virus delle RSA e protezione totale dei loro ospiti. Non solo non fatto, ma s'è immediatamente pensato di spostare pazienti covid proprio lì (geni, ma durante la prima ondata dove stavate? al cinema?) mi fermo qua, perchè ho pena ad andare avanti, i risultati del "lavoro in silenzio" sono ospedali strapieni (ben oltre la media nazionale), terapie intensive strapiene ben oltre la media nazionale, così come l'indice RT che ci dice che siamo totalmente fuori controllo, ritardi assurdi nella comunicazione di eventuali positività, blocco praticamente totale dell'attività ospedaliera non di urgenza, nuovi picchi di contagi tra il personale ospedaliero, e a breve numero di decessi. E' vero, non ha senso ora parlare di riorganizzazione della rete ospedaliera provinciale, avrebbe più senso parlare di dimissioni da parte di chi ha causato questo terribile disastro. saluti

Coronavirus: aggiornamenti 02/11/2020 - ore 18.00) da Regione Piemonte - 3 Novembre 2020 - 15:15

covid
La nostra provincia è stata nella scorsa primavera fra le meno colpite, da giugno per lunghe settimane d'estate non vi sono stati più decessi, pressochè nulli i contagi. Ai primi di settembre, solo recandomi nell'allessadrino mi capitava di risentire allarme per un focolaio, da noi sembrava tutto calmo. Qui, come in altre Province, c'è qualcuno che può entrare nel merito delle spiegazioni sull'innalzamento, che ci ha ora allineato all'indice più elevato nel Paese?

PD VCO: un anno e tutto tace sugli ospedali VCO - 29 Ottobre 2020 - 20:41

Governo fantoccio
Non solo il covid ha salvato l'attuale governo ma, a quanto si legge, pure l'inquilino del Quirinale è terrorizzato dal possibile risultato quasi certo che uscirebbe da nuove consultazioni elettorali. Però che anche il fatto che Berlu ed i suoi continueranno a mandare messaggi di distensione verso l'attuale governo per la destra vera non è un bel vedere.

PD VCO: un anno e tutto tace sugli ospedali VCO - 29 Ottobre 2020 - 15:43

Certo che no..
La" scusa" del covid ha permesso ad un governo fantoccio di restare al potere e ha cappottato il mondo sottosopra. Figurati un po' l'assetto sanitario del vco!!!!

Comitato Salute VCO: "Allucinante!" - 28 Ottobre 2020 - 11:22

Re: Comitato PD del vco
Ciao robi e ciao a tutti, a mio parere state sbagliando. Per come siamo messi oggi, la generalizzazione destra sinistra, questa giunta o le precedenti, è molto sbagliata ed ingiusta, perchè oggi siamo davvero messi molto molto peggio di 4, 6 o 10 anni fa. Ed avendoci a che fare per lavoro con queste persone abbastanza regolarmente lo posso dire senza paura di essere smentito. Se mi dici che Icardi, assessore alla sanità è altrettanto incompetente del suo predecessore Saitta, fatte le debite differenze di cultura e spessore umano a favore del secondo, potrei senza dubbio essere daccordo, ma il problema sono i quadri intermedi, di nomina politica, che sono crollati come qualità a causa del fatto che un partito, la Lega, ha occupato sedie con persone affini politicamente, ma pescate in un mazzo di inesistente o bassissima preparazione. Le ha poi messe sotto una pressione assurda per appoggiare scelte imposte dal partito, molto spesso su "indicazione" dei maggiorenti del partito stesso, sempre e comunque in arrivo dalla Lombardia. Questo ha creato una sorta di inattività gestionale totale, se non nei confronti delle priorità di alcuni soggetti lombardi che operano nel settore della sanità, e che si trovano oggi le porte spalancate in una nuova zona geografica, fino ad oggi snobbata, per il semplice fatto che a causa del dissesto regionale c'era l'osso ma non la bistecca. Questa sudditanza è rafforzata dalla mancanza di competenze, e quando queste compaiono, si debbono comunque legare a logiche interne di equilibrio, vedi l'assurdo ed inconcepibile switch dei DG delle ASL di VB e VC. In questa situazione Preioni, oltre a populismo locale, non fa altro che portare avanti quanto gli è stato prospettato essere un buon affare per qualcuno che ha le mani sul suo futuro. Ma non credo nemmeno per malaffare, semplicemente perchè convinto, non avendo le basi per capire la situazione, di fare la scelta a lui più conveniente. Nelle passate giunte i quadri intermedi, pure se affini politicamente a chi governava, erano pescati da un pool di professionalità di livello infinitamente più alto, e questo poteva nelle scelte di tutti i giorni, limitare l'incompetenza ai livelli più alti, e valeva sia per il PD e la sinistra, che per FI e la destra. In Lombardia vediamo ancora oggi questa situazione: a fronte di un modello di sanità fino allo scorso anno considerato ideale dallì'OMS, e che io invece ritengo da sempre sbagliato, opposto per esempio al sistema tedesco a parità di costi per lo stato (non di guadagno per i privati), ed a fronte di assessori a volte di basso o bassissimo livello, i quadri intermedi sono di tutt'altro spessore, e anche se una percentuale di malaffare è sicuramente presente e diffusa, i risultati in termini di efficienza e di qualità gestionale del modello sono sotto gli occhi di tutti. L'ultima assurda scelta di destinare VB al covid ne è l'ennesima prova, soprattutto se comparata all'originale decisione, delle stesse persone di destinare Borgosesia per le ASL di NO e VC (ora contestata dalla corrente avversa in seno allo stesso partito). Siamo messi molto molto male... e le liti localistiche contano fino ad un certo punto, le decisioni in questo ultima legislatura regionale, non hanno tenuto ne mai terranno conto delle opinioni ne delle baruffe locali, per il semplice fatto che i decisori, magari anche inconsapevolmente, stanno decidendo cose a loro "suggerite" da un livello superiore. E' logico che è la mia opinione, ma non credon che i fatti mi smentiranno.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti