Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

m5s

Inserisci quello che vuoi cercare
m5s - nei post

m5s su canoni idrici - 13 Ottobre 2019 - 10:23

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato congiunto del Movimento Cinque Stelle Verbania e Domodossola, riguardante la recente delibera dei 9 milioni di euro di canoni idrici al VCO.

m5s VCO su nomine - 29 Giugno 2019 - 15:03

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Cinque Stelle VCO, riguardante le nomine in VCO Trasporti S.r.l. e ConserVcO Spa.

m5s su ConserVCO e VCO Trasporti - 26 Giugno 2019 - 17:04

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Cinque Stelle VCO in merito al rinnovo dei cda di VCO Trasporti e ConserVco.

m5s su Acetati - 21 Giugno 2019 - 07:02

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento 5 stelle Verbania, riguardante il fallimento di Acetati.

m5s su VCO Trasporti - 20 Giugno 2019 - 08:01

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento 5 Stelle di Verbania e Domodossola, riguardante la nomina del c.d.a. di V.C.O trasporti.

Maggia: lettera degli studenti - 16 Giugno 2019 - 15:03

Riceviamo e pubblichiamo la lettera degli studenti del Maggia spedita al ministro della pubblica istruzione, neo presidente della regione e neo assessore regionale all'istruzione, al presidente della provincia, al consigliere delegato all'edilizia scolastica, ai parlamentari locali e al sindaco d Stresa in cui bocciano nuovamente la soluzione campetti.

Piemonte, la composizione del Consiglio - 28 Maggio 2019 - 15:03

Con l’elaborazione dei dati praticamente definitivi del Ministero sulla piattaforma Eligendo (4805 sezioni su 4807) effettuata dal Csi Piemonte, è possibile fotografare la composizione del prossimo Consiglio regionale subalpino.

m5s: incontro per le Regionali 2019 - 11 Aprile 2019 - 08:01

Si terrà Venerdì 12 aprile, alle ore 21.00, presso l'Hotel “Il Chiostro” a Verbania l'incontro del Movimento Cinque Stelle che presenterà il programma per le Regionali 2019.

m5s su rifiuti e tariffe - 26 Marzo 2019 - 19:06

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato congiunto del Movimento Cinque Stelle Verbania e Domodossola, sulla questione gestione rifiuti e sulla richiesta di aumentare le tariffe.

m5s: "canoni idrici merito nostro" - 26 Marzo 2019 - 14:33

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato congiunto del Movimento Cinque Stelle Verbania e Domodossola, in cui rivendicano il merito dell'arrivo dei canoni idrici nel VCO dopo anni di polemiche.

Due comunicati del m5s - 14 Marzo 2019 - 17:04

Riceviamo e pubblichiamo, due comunicati del Movimento Cinque Stelle, uno riguardante il progetto Panchine rosse, e l'altro la questione soldi pubblici e campagna elettorale.

m5s torna su progetto P.zza Fratelli Bandiera - 9 Marzo 2019 - 10:23

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Cinque Stelle Verbania, riguardante il Porogetto di Piazza Fratelli Bandiera.

m5s su progetto P.zza Fratelli Bandiera - 19 Febbraio 2019 - 19:06

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Movimento Cinque Stelle Verbania, riguardante il progetto di P.zza Fratelli Bandiera.

m5s il Maggia si faccia al Santa Maria - 4 Febbraio 2019 - 10:03

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del MoVimento 5 Stelle Verbania, riguardante la situazione dell'Istituto Maggia e la proposta di portarlo al Santa Maria

m5s: panchine rosse in città - 2 Febbraio 2019 - 09:16

Il MoVimento 5 Stelle di Verbania ha presentato una mozione per impegnare l’amministrazione comunale ad installare panchine rosse in città come simbolo di sensibilizzazione contro la violenza sulle Donne. DI seguito la nota completa.

m5s: "al VCO 7,8mln dei canoni idrici" - 28 Gennaio 2019 - 08:01

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del m5s Verbania Domodossola, riguardante l'emendamento al Decreto Semplificazioni, che annuncia 10 milioni di euro dei canoni idrici alla Provincia VCO.

Forza Italia in piazza per i 25 anni - 27 Gennaio 2019 - 10:03

Un sabato nelle piazze di tutto il territorio nazionale per Forza Italia, con indosso i “gilet blu”, per celebrare i 25 anni dalla fondazione, anche a Verbania presente il gazebo. Di seguito la nota ufficiale.

Nasce "Alleanza civica del Nord" - 22 Gennaio 2019 - 11:04

Alla presenza del sindaco di Milano Giuseppe Sala e del presidente emerito di Regione Lombardia, Piero Bassetti, è stata presentata sabato a Milano, presso la cascina Bellaria, l'associazione "Alleanza civica del Nord". Di seguito la nota ufficiale.

Una nota dei Rappresentanti degli studenti d'Istituto Cobianchi - 21 Gennaio 2019 - 15:03

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato dei Rappresentanti d'Istituto Cobianchi degli studenti, che precisano sulle recenti polemiche riguardo le problematiche provinciali sulla scuola e in particolare sull'istituto stesso.

Una nota del Collettivo del Cobianchi - 21 Gennaio 2019 - 09:33

Riceviamo e pubblichiamo, una nota del Collettivo del Cobianchi riguardante alcune polemiche sorte sulle vicende scolastiche della Provincia e in particolare dell'Istituto stesso.
m5s - nei commenti

Lincio su viabilità provinciale - 3 Ottobre 2019 - 12:58

Re: Ben detto
Ciao robi le province dovevano essere abolite, ma l'iter s'è interrotto a metà. Nemmeno la Lega, al governo per 15 mesi, ha messo mano alla questione, data la contrarietà del m5s. Secondo me bisognerebbe ripristinare le province, accorpandole; idem per regioni e comuni. Troppi enti locali con troppe spese, così non si va nessuna parte. nel caso specifico il presidente sapeva a cosa andava incontro, se si è candidato, quindi oneri e onori.

Autonomia Piemonte: Cirio scrive al Ministro - 19 Settembre 2019 - 10:36

Serenità
Devo ammettere che stavolta mi pare che Renzi sia stato furbo: resosi conto che all'interno del PD avrebbe contato poco o nulla, ne è uscito ( ma lasciando le sue sentinelle all'interno dell'esecutivo) e, pur con un partitino, ora sarà l'ago della bilancia; potrà chiedere tutto quello che vorrà, soprattutto in fatto di nomine, e se non loddisfatto farà mancare il suo appoggio al governo PD/m5s; questi ultimi, pur di non andare a casa liberando la strada ormai sicura a Salvini (è solo questione di tempo ed ogni barca ONG fatta entrare porta un sacco di voti alla Lega), gli concederanno tutto ed ancor di più. Fossi in Giuseppi non starei tanto sereno.

Autonomia Piemonte: Cirio scrive al Ministro - 16 Settembre 2019 - 08:43

Re: Vero, ma....
Ciao lupusinfabula dai , questa è bella: fantapolitica in spregio alla matematica! Conservare la maggioranza con l'appoggio esterno di FdI con quasi il 4% al posto del m5s col 33%? E FI non fa più parte del centrodestra? Guarda che in Europa i c.d. sovranisti non hanno vinto, solo aumentato consensi, con conseguente scissione del patto di Visegrad, visto che Orban ha preferito rimanere nel PPE, abbandonando il Capitano al suo destino.... Senza dimenticare il fatto che grillini e lega si sono sempre insultati, anche e soprattutto quando governavano assieme, come può un ministro degli interni/vice-premier sfiduciare il suo premier senza dimettersi? Più che fiducia mal riposta si è trattato di un madornale errore di strategia politica: uno che prima definiva Roma ladrona e poi vorrebbe avere pieni poteri! Ha voluto la bicicletta, e ora pedalare!

Autonomia Piemonte: Cirio scrive al Ministro - 15 Settembre 2019 - 14:19

Vero, ma....
Vero, ma poi ci sono state le elezioni europee ed amminstrative che hanno incontestabilmente sancito un mutamento nella volontà del popolo che ha invertito i numeri tra Lega e m5s, più che raddoppiando le preferenze per il partito di Salvini ed aumentando, seppur di poco, i voti per FdI: una decisa svolta destra nella volontà popolare e per correttezza, caduto il governo, ciò non avrebbe dovuto essere sottovalutato riaprendo i giochi con nuove elezioni. Ma la paura della svolta in Europa e sul colle più alto di Roma (che giocano insieme) ha avuto il sopravvento.E' pur vero che a cose fatte siamo tutti maestri, ma per quanto io abbia sempre optato per Salvini credo che stavalota abbia peccato fidandosi del Capo dello Stato, fidandosi del fatto che m5s e PD si erano sempre insultati; al suo posto io sarei rimasto lì, nelle stanze dei bottoni, contando comunque sull'appoggio esterno di FdI,tanto i m5s li teneva per i gioielli ( la votazione su TAV è lì a domostrarlo) e semmai avrei costretto loro a provocare eventialmente una crisi uscendo dal governo (cosa che mai avrebbero fatto per paura di andarsene a casa).

Autonomia Piemonte: Cirio scrive al Ministro - 13 Settembre 2019 - 23:06

Re: per onor del vero
Ciao lupusinfabula Il popolo è sovrano,e si espresso un anno fa,mica 20. E il risultato è stato che il m5s ha preso il 33,il PD il 19 e la lega il 17. Chi NON doveva stare al governo era la lega,ora si è ripristinata la logica delle cose,secondo costituzione e legge elettorale vigente. Quando una o l'altra,o entrambe, verranno cambiate,se ne potrà discutere. Fino ad allora sarebbe meglio tacere e studiare.

Autonomia Piemonte: Cirio scrive al Ministro - 13 Settembre 2019 - 16:08

per onor del vero
Per onor del vero, nel precedente governo, chi si è messo di traverso facendo melina, e cavillando su tutto, è stata la componente m5s ed in particolar modo i suoi esponenti sudisti; fosse stato per la Lega l'autonomia per le regioni che l'hanno richiesta, sarebbe già una realtà. Ora che al m5s si è unito un partito statlista e filo sudista come il PD penso che l'autonomia rimarrà una chimera, Almeno fino alle prossime elezioni quando finalmente verrà concesso al popolo cosiddetto "sovrano" di esprimersi.

Sciopero ASL VCO - 5 Settembre 2019 - 14:13

Re: Il genio della lampada
Ciao paolino permettimi di dissentire parzialmente: quota 100 di per sé non è un male, come anche la Fornero. Il vero problema nasce dal fatto che si sono accavallati negli anni vari regimi (retributivo, misto, baby-pensioni), che hanno creato vere e proprie storture del sistema, portando poi inevitabilmente a scelte impopolari future. Il nostro sistema pensionistico è uno dei migliori al mondo, vero è che lo prendono ad esempio anche molti paesi ex comunisti ma, causa scelte politiche sbagliate, si è arrivasti al punto che il numero di pensionati supera quello dei lavoratori. Quota 100 (con età minima di 62) per me è un provvedimento equo, che ha mandato in pensione anche lavoratori privati (compresi impiegati, funzionari e dirigenti). Inoltre era un obbiettivo anche del m5s, e avrà una durata sperimentale di 3 anni, perché poi bisognerà valutare l'impatto sulle casse dell'INPS. D'altronde si sa che i fannulloni sono ovunque, sia nel pubblico che nel privato, e per fortuna sono una minoranza. Riguardo le consulenze esterne nel pubblico impiego, era già iniziata una riduzione nel 2008.

FDI su cura e decoro del verde pubblico - 4 Settembre 2019 - 12:59

Re: Re: X robi
Ciao robi riguardo ai soldi, beh, non si salva nessun partito. O forse solo il m5s....

FDI su cura e decoro del verde pubblico - 4 Settembre 2019 - 12:53

Re: Re: X robi
Ciao robi permettimi di dissentire sulla barzelletta delle mancate elezioni: Monti non era e non è del PD, e ad ogni modo i provvedimenti del suo governo sono stati votati anche da Lega (Nord), FI, FdI, ecc. (vedi legge Fornero). Inoltre Letta & Gentiloni sono stati eletti in una legislatura con un partito che era, all'epoca, al 40/42%, quindi primo partito, che governò anche grazie all'appoggio di FI. Ora invece, in Parlamento, secondo partito, pur se dimezzato. Su Renzi hai ragione, visto che non era parlamentare. Sulle provincie anche. Non riuscire a formare una maggioranza non vuol dire che non ci siano state elezioni: alle ultime come coalizione ha vinto il centro-destra (37%), come partito singolo invece il m5s (33%), situazione instabile e di ingovernabilità. Conte è solo un capro espiatorio....

PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 30 Agosto 2019 - 09:58

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Trump
Ciao robi Da Affaritaliani.it, testata notoriamente sbilanciata a destra, ma che considero comunque obbiettiva: "POLITICA Giovedì, 29 agosto 2019 - 20:03:00 "Sei finito", rivolta social contro Salvini. Migliaia i commenti indignati "Capitan Coniglio" lo chiamano, sperando "nell'oblio" del leader del Carroccio, colpevole di "incoerenza" ed "eccesso di protagonismo" "Sei finito", rivolta social contro Salvini. Migliaia i commenti indignati LaPresse FacebookTwitterLinkedInFlipboardWhatsAppEmailPrint "Buffone", "falso", "sei finito". La discesa del 'Capitano' inizia dai social. Dopo il durissimo discorso di Conte e il tentativo di ricucire con il ritiro della mozione di sfiducia al premier -, Matteo Salvini si ritrova, forse per la prima volta, in minoranza anche su Facebook e Twitter. Migliaia sono infatti i commenti sui profili del leghista che lo invitano ad "andare a casa", decine e decine gli insulti, centinaia le proteste di quanti ci avevano "creduto", ma che ora si dicono "pentiti amaramente" dopo quello che giudicano "un tradimento". "Capitan Coniglio" lo chiamano, sperando "nell'oblio" del leader del Carroccio, colpevole di "incoerenza" ed "eccesso di protagonismo", incapace secondo alcuni di rinunciare al "ruolo di prima donna" per il bene di quegli italiani "che dicevi di voler mettere al primo posto. Tutte balle". Migliaia i commenti indignati, insomma, che sorpassano, doppiandoli, quelli dei sostenitori irriducibili, ora impegnati a denunciare il complotto Pd-m5s contro il leader padano nell'ultimo post di Salvini. Una minoranza rumorosa, ma pur sempre minoranza per il leghista, che anche attraverso un sapiente uso dei social aveva costruito nel tempo l'immagine di politico 'pop', guadagnando consensi, voti e bagni di folla virtuali. Ecco arrivare anche il duro primo colpo per 'la Bestia', testimoniato anche dalle reazioni al tweet del social media manager del ministro, Luca Morisi, dopo il discorso di Salvini in Senato. Un intervento "stratosferico" per l'esperto social, che è stato però letteralmente massacrato nei commenti fra accuse di vivere "in una realtà paraLlella", battute e gif dal contenuto inequivocabile. Come quella, ad esempio, con il gesto ormai virale di un altro Capitano, il senatore ex 5S Gregorio De Falco, che a Palazzo Madama ha puntato il dito contro Salvini, invitandolo senza mezzi termini a tornare a casa." Ad ogni modo, se hai il tempo e la pazienza, ti invito a leggere anche i commenti di 4 pasdaran a tale articolo, ma di tenore opposto. D'altronde anche il Capitano ebbe a dire che questa testata non guarda in faccia a nessuno.

PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 27 Agosto 2019 - 16:11

Scommetto
Scommetto che i fautori del governo PD+m5s+LEU saranno i primi a pentirsi. E comunque che chi si proclama "democratico" abbia paura di dare la parola al popolo o è in malafede o ha paura.Io penso che Salvini non abbia paura del giudizio del popolo.

PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 27 Agosto 2019 - 12:43

Re: Purtroppo per voi
Ciao robi a parte che dire agli altri di tacere è sinonimo di insofferenza al confronto, e forse anche inadeguatezza al dialogo, soprattutto da parte di chi per primo pone in essere ed alimenta quei comportamenti che poi fa finta di osteggiare, credo che il tuo Capitano abbia fatto i conti senza l'oste: come mai tutta questa fretta di incassare il consenso? Se è solido e duraturo potrebbe anche aspettare un altro po', visto che è stato lui ad iniziare tutto questo casotto, per poi tentare maldestramente di fare dietro front: altro che politico di razza, direi dilettante allo sbaraglio, difatti la fantapolitica è cosa ben diversa dalla Realpolitik! Si vede che ha ancora qualcosina da imparare dagli altri 2 filibustieri che hai citato. In quanto alla sovraesposizione mediatica, attento a non fare un bella indigestione, altro che ufo robot.... Riguardo alla legge elettorale, se si dovesse arrivare al taglio dei parlamentari, allora potrebbe anche funzionare il proporzionale. Infine, su patrimoniale e sbarchi, la prima la vedo dura, considerato che l'ex Cav. per primo è contrario, una ragione in più per vedere difficile una composizione del polo Ursula con insieme m5s, PD, LeU, +Europa & FI! Sugli sbarchi, c'è poco da fare: tanto continuano ad arrivare, e anche se scendono un po' per volta, dopo una sosta più o meno lunga in mare aperto, cambia poco. Bisogna cercare di affrontare e risolvere il problema anche e soprattutto a monte: quando si arriva a valle oramai è troppo tardi.

PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 22 Agosto 2019 - 20:02

Fate un dispetto a Salvini
Se davvero è così un incapace, uno che ha scassato i conti pubboici per cui la prossima dovrà essere (secondo voi) una manovra lacrime a e sangue, perchè vi sbracciate tanto per andare a farla voi rischiando di perdere ancora più consensi di quanti non ne abbiate già persi? Fate un bel dispetto a Salvini ( e al m5s), lasciateli loro a cavare il coniglio dal cappello! Già, ma quando la fifa fa 90..........

PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 22 Agosto 2019 - 15:31

A PROPOSITO....
Sondaggi elettorali, prima flessione per la Lega. Effetto crisi di governo La rilevazione di Gpf rivela il recupero di Pd e Cinque Stelle. Conte batte Salvini di ANDREA BONZI Ultimo aggiornamento il 22 agosto 2019 alle 07:58 Condividi Tweet Invia tramite email Giuseppe Conte e Matte Salvini (Ansa) Giuseppe Conte e Matte Salvini (Ansa) Roma, 22 agosto 2019 - Niente ferie per gli istituti di sondaggio. La crisi d’agosto ha catalizzato l’attenzione dell’opinione pubblica, e dunque l’interesse di captare gli umori degli italiani è particolarmente acceso. Detto che la situazione è fluida – oggi si chiuderà il (primo?) giro di consultazioni con il Quirinale – il sondaggio di Gpf Inspiring Research, commissionato da Ansa.it e realizzato fra 20 e 21 agosto su 609 interviste, un paletto sembra fissarlo: nel confronto andato in scena al Senato due giorni fa, il premier Giuseppe Conte ha battuto il ministro degli Interni Matteo Salvini. La pensa così il 60,6% degli intervistati dall’istituto di sondaggi, mentre solo il 27,3% ritiene che il leader leghista sia uscito vincitore dalla maratona (il restante 12,1% non ha risposto). Anche nel gradimento, Conte (al 61%) supera Salvini (al 48%) e il leader dei 5 Stelle, Luigi Di Maio (al 46%). Ma in testa alla classifica c’è il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella (69%). Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, è al 44%, la leader di Fd’I, Giorgia Meloni, è al 37%, sopra Silvio Berlusconi (al 27%). Per quanto riguarda le intenzioni di voto, prosegue il sondaggio commissionato dall’agenzia di stampa, la Lega è al 31,2%, il m5s al 23,1%, il Pd al 23,5%, Fd’I al 6,7%, FI al 5,9%. Nel complesso, il centrodestra è al 46,2%, mentre il centrosinistra è al 29,1%. "Il discorso più efficace per gli italiani è apparso quello di Renzi, seguito da quello di Conte – precisa Roberto Baldassarri, presidente Gpf Inspiring Research –. Le parole di Salvini sono invece valutate come da campagna elettorale, senza colpi di scena". Altra rilevazione quella del portale YouTrend, diffusa il 20 agosto, subito prima che Conte si presentasse in Senato. La base statistica è di un migliaio di questionari. I risultati dicono che più di 6 italiani su 10 (il 65,1%) preferirebbero che la legislatura proseguisse con un nuovo esecutivo, sia esso duraturo (42,3%) o elettorale (22,7%), cioè incaricato di fare la manovra e poi di portare il Paese al voto l’anno prossimo. E, dunque, quale maggioranza si prefigurerebbe? Più della metà degli interpellati (52,7%) da YouTrend vede come esito un’alleanza tra Movimento 5 Stelle e centrosinistra. Un italiano su cinque (21%) pensa che Matteo Renzi rompa col Pd e schieri i ‘suoi’ parlamentari con una nuova maggioranza. Solo il 14,9% sceglie l’opzione che vede i pentastellati continuare con la Lega, magari dopo un passo indietro di Salvini da ministro. Poca credibilità (6,8%) riscuote la ‘Coalizione Ursula’, ovvero un patto trasversale Pd-FI-m5s. La parte restante (4,6%) prefigura altri tipi di coalizione. Andando qualche giorno indietro (la diffusione risale al 13 agosto), Ipr Marketing ha fatto un sondaggio per La7 sulle intenzioni di voto degli italiani. Ecco i risultati: Lega al 38%, Pd al 23%, m5s al 16,5%, Fd’I all’8% e FI al 6,5%. Una ‘classifica’ che, al netto di piccole variazioni, è confermata in tutte le rilevazioni del periodo. A testimoniare come l’Italia sia al centro dell’attenzione, anche il sondaggio commissionato "da un grande fondo di investimento americano" (così riporta il sito Dagospia) il 9 agosto scorso. Il risultato curioso è questo: la Lega passa dal 30% al 39% se guidato da Salvini, mentre m5s e Pd, senza Di Maio e Zingaretti, aumentano rispettivamente dall’11 al 17% e dal 20 al 28%.

PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 16 Agosto 2019 - 10:41

Bene
Bene, se la sinistra e m5s non hanno paura allora subito al voto! E chi vince vince.! Se no significa che temono il giudizio del popolo italiano.

PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 15 Agosto 2019 - 16:41

Acredine
Paolino, ma quanta acredine!!Dai che fra poco avrete l'occasione di fare un bel pastrocchio radunando sinistri di ogni ordine e grado, m5s guardanti a sn, ex, DC e catto seguaci del Papa,popolo dei centri sociali, seguaci del prode Orlando e truppe d'assalto napoletane di De Magistris, milanesi elettori di Sala, Anpisti e reduci delle guerre puniche farete un bel governo con l'appoggio di chi non vuole ci siano le elezioni perchè sà a priori chi le vincerebbe ed è terrorizzato dall'idea, potrete finalmente riaprire tutti i porti ed invadere il paese di boldriniane risorse, ti passerà il mal di pancia che da tempo ti affligge, e vivrete felici e contenti (,,,,voi, il resto del paese un po' meno)

PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 10 Agosto 2019 - 10:16

Battaglie navali
Preciso che la mia non è una difesa della sinistra ormai indifendibile. Quale sinistra? Quel Pd quella più liberista e bancario del vecchio è defunto Pli? Quelli che ancora fanno in cortei antifascisti e si sentono partigiani fuori tempo massimo? Guardiamo a questo ultimo Governo. Tutto quello che di concreto è stato fatto proveniva dai programmi e politiche del m5s. Salvini oltre a "quota 100“, voluta anche dai pentastellati, ha fatto emanare decreti inutili e emozionali e giocato a battaglia navale con naviglio delle Ong mentre Di Maio era impegnato a lavorare in varie crisi aziendale. Il" Capitano" è inoltre anche riuscito a impoverire e smussare l'importante rivoluzione del reddito di cittadinanza. Non era poi d'accordo con il salario minimo che grazie a lui non andrà in porto. Di fatto il politico in questione è stato un ostacolo alle proposte di cambiamento di questo governo. Non so neanche se ci saranno elezioni. La nuova finanziaria sarà difficile per evitare l'aumento dell'Iva. La flat tax è fuori di decine e decine di miliardi di euro. Meglio dare tutta la colpa a un tecnico. Il "Capitano" abbandona la nave!

PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 8 Agosto 2019 - 20:42

Ho letto
Ho letto altrove che se passasse la proposta dei m5s del taglio dei parlamentari ci sarebbe il rischio(...che io chiamerei opportunita!) che fra qualche tempo Salvini potrebbe tranquillamente eleggersi il capo dello stato che più gli aggrada, la corte costituzionale che più gli sta simpatica ed altre cariche di rilievo: amico Salvini, ti prego, non fare crisi di governo, resta dove sei che se non subito ma fra un po' potremo davvero cambiare questo paese.....

Lega Salvini Verbania: auguri al riconfermato sindaco - 11 Giugno 2019 - 09:07

UNA PRECISAZIONE:
alle scorse elezioni la Lega aveva 2 consiglieri, poi confluiti nel FN, ed ora di nuovo alleati mediante lista civica, con un consigliere di opposizione eletto. Inoltre da notare che, per un certo periodo, vi fu un solo membro come sostituto, prelevato dai consiglieri eletti nel m5s.....

Marchionini confermata sindaco di Verbania - 10 Giugno 2019 - 14:44

Quello che le percentuali non dicono
Quello che le percentuali non dicono, ma i numeri sì! Se ci limitiamo a guardare le percentuali, 49.38% per Albertella contro 50.62% per Marchionini, potrebbe sembrare che Albertella abbia perso di poco! In realtà, Albertella ha ricevuto 669 voti in meno rispetto al primo torno, contro una Marchionini che invece ha ricevuto 402 voti in più (compresi gli ipotetici 596 voti di Rabaini). Ecco, è su questi numeri che vanno fatte delle valutazioni. Che fine hanno fatto quei 669 voti? La mia personalissima opinione è che, purtroppo, le "destre" locali non hanno "appeal", sono "vuoti", "inconcludenti", "succubi" delle "destre" ossolane e cusiane (vedi la storia dell'ospedale unico) e che non hanno saputo ricostruirsi dopo il flop dell'Amministrazione Zacchera. E' probabile che i 669 voti mancanti siano i voti dei "tifosi", che hanno votato destra, ma soprattutto Lega, in virtù della "moda" del momento, un anno fa avrebbero votato m5s! Quindi, la verità è che Albertella non ha perso il ballottaggio ma non aveva vinto il primo turno, si era solo trovato un gruzzoletto di voti di protesta. A dimostrazione di questa semplice tesi, ricordo che a livello nazionale Lega, FdI e FI nelle ultime europee hanno avuto il 49,58%, a livello regionale il 49,86% a Verbania "solo" il 46,15% (incluso il voto delle liste di sostegno ad Albertella). Quindi, "amici" di destra, alle recenti elezioni, i cittadini di Verbania non vi hanno votato, o comunque vi hanno votato meno che nel resto del Piemonte e d'Italia!!! Per le prossime elezioni, sarà bene che vi affrettiate ad trovare una "Marchionini" di destra, giovane, autonoma rispetto ai vari Zacchera e Montani, che dica cose interessanti e non frasi fatte, come quasi tutti i "giovani" di destra attuali, vedi i vari Songa, Colombo,... Ovviamente, sarà bene cercare fin da subito una nuova "Marchionini" anche a sinistra, altrimenti, alle prossime elezioni, come dice il grande Lino Banfi, saranno "uccelli per diabetici"
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti