Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

network

Inserisci quello che vuoi cercare
network - nei post

Fabrizio Bentivoglio a Il Maggiore - 18 Gennaio 2023 - 11:37

Il prossimo appuntamento della nuova stagione culturale è per giovedì 19 gennaio alle ore 21.00 con FABRIZIO BENTIVOGLIO in LETTURA CLANDESTINA: la solitudine del satiro di Ennio Flaiano (In collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo).

Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne - 20 Novembre 2022 - 08:01

Fondazione Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, lancia la seconda edizione dell’(H)-Open Week che si terrà dal 21 al 26 novembre.

Concerto di Santa Cecilia - 18 Novembre 2022 - 14:46

A Crevoladossola il Concerto di Santa Cecilia al fianco di Parent Project. Una serata per combattere la distrofia muscolare di Duchenne e Becker.

Nuova stagione culturale a Il Maggiore - 25 Ottobre 2022 - 10:23

Dopo il successo degli spettacoli andati in scena negli ultimi mesi, il Maggiore continua ad accogliere sul suo palco il meglio dell’attualità, prosa, musica, danza e molto altro

Quinta edizione del Premio Info-Point Leggere le Montagne 2022 - 13 Ottobre 2022 - 09:28

Quest’anno per i ragazzi delle Scuole secondarie di primo e secondo grado del VCO in palio un viaggio EDUCATIONAL presso la sede del Segretariato Permanente della Convenzione delle Alpi

Conclusa la XVI Conferenza Europea dei Geoparchi - 5 Ottobre 2022 - 11:05

A Verbania si è conclusa lo scorso 30 settembre la 16° Conferenza dei Geoparchi europei che, per una settimana, ha portato nel territorio del Sesia Val Grande Geopark 400 partecipanti di 44 nazionalità diverse, in rappresentanza dei 94 Geoparchi europei e altri dal mondo.

Giornata mondiale del Cuore - 25 Settembre 2022 - 08:01

In occasione della Giornata mondiale del Cuore, che si celebra il 29 settembre, Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, organizza dal 26 settembre al 2 ottobre l’(H)Open Week dedicata alle malattie cardiovascolari con l’obiettivo di promuovere l’informazione, la prevenzione e la diagnosi precoce delle malattie cardiovascolari, con un particolare focus su aneurisma aortico addominale, infarto cardiaco, patologie valvolari e scompenso cardiaco.

Servizio Civile Digitale - 7 Settembre 2022 - 08:01

Nuove opportunità per i giovani con il Servizio Civile Digitale, un progetto sperimentale che amplia le attività tradizionali previste per il servizio civile universale.

Stresa Incontra: "Muori per me" - 17 Giugno 2022 - 18:06

Dopo il primo appuntamento con Silvia Zucca e la sua "Guida astrologica per cuori infranti" (Nord), prosegue il programma di Stresa Incontra, rassegna organizzata dall'Assessorato alla Cultura.

Visita Cave di Candoglia - 13 Maggio 2022 - 15:03

Il Duomo rende omaggio alla montagna che gli ha dato vita aprendo ai visitatori le porte della Cava di Candoglia che ancora oggi è attiva e fornisce i marmi per la manutenzione della Cattedrale.

I Carabinieri donano 90 alberi al Mottarone - 9 Aprile 2022 - 09:33

"A seguito della tragedia che ha colpito tutti noi il 23 maggio scorso sul Mottarone, durante le operazioni per rimuovere la cabina della funivia è stato necessario tagliare 80 alberi per consentire agli elicotteri del Corpo dei Vigili del Fuoco di operare in sicurezza."

Riapre le "Terre Borromeo" - 17 Marzo 2022 - 18:36

Musei, giardini botanici, eventi per tutta la famiglia e il nuovo Delfino nella proposta turistica 2022 di Terre Borromeo.

Tones Teatro Natura la stagione 2022 - 9 Marzo 2022 - 10:02

Dal 22 luglio al 4 settembre in Val d'Ossola grandi eventi e la prima mondiale della spettacolare e immersiva opera rock di Stewart Copeland The Witches Seed con Irene Grandi.

Nasce il Distretto diffuso del commercio del Cusio - 23 Febbraio 2022 - 18:06

I Comuni di Omegna, Casale Corte Cerro e Gravellona Toce hanno unito le forze e dato vita al Distretto diffuso del commercio del Cusio, una nuova realtà dove Pubblico e Privato collaborano per rispondere a uno scenario locale reso ancora più sfidante dalla pandemia globale.

Atc Piemonte Nord bilancio certificato - 5 Febbraio 2022 - 19:06

Marchioni (Atc Piemonte Nord): “Soddisfazione per la certificazione Deloitte sul nostro bilancio ottenuta per il 2° anno consecutivo”.

Vademecum della museologia del presente - 23 Dicembre 2021 - 15:03

Dialogo con il contesto territoriale e tra dimensione pubblica e privata, responsabilità sociale e sostenibilità ambientale, oltre a scambi di competenze con istituti di formazione, capitalizzazione delle opportunità tecnologiche e valorizzazione dell’aspetto terapeutico della cultura.

2 Bollini Rosa al Castelli - 3 Dicembre 2021 - 10:27

L’Ospedale Castelli di Verbania ha ricevuto giovedì da FondazioneOnda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, 2 Bollini Rosa sulla base di una scala da uno a tre, per il biennio 2022-2023.

Giornata Mondiale di lotta all'AIDS - 1 Dicembre 2021 - 09:11

Parlare di Aids durante la pandemia del Covid-19 può sembrare fuori luogo ma purtroppo il Coronavirus non ha attenuato la diffusione dell’HIV.

Contratto di Lago del Cusio: oltre 120 firmatari - 15 Novembre 2021 - 15:03

Si è svolto venerd' 13 presso il Forum di Omegna, alla presenza dell’Assessore all’Ambiente della Regione Piemonte Matteo Marnati, l’evento dedicato all’ufficializzazione del contratto di Lago del Cusio, che ha visto presenziare 120 tra pubbliche amministrazioni, associazioni e realtà private per la deposizione della firma che ne convalida l’impegno collettivo.

Fondazione Onda: weekend su Salute Mentale - 7 Ottobre 2021 - 16:02

Fondazione Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere, in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale, promuove dal 8 al 10 ottobre un (H)Open weekend dedicato al tema.
network - nei commenti

Comitato Salute VCO: "Una sanità per ogni stagione?" - 10 Novembre 2020 - 08:11

INTERESSI PRIVATI E PUBBLICHE VIRTU'
E', allo stato attuale delle cose e della pandemia in corso, che la politica, sia nazionale che locale, continui a mostrare la sua proverbiale inabilità all'interesse della popolazione optando, invece, alle preferenze personali e di partito. Sin dall’inizio, nessuno era pronto davvero a far fronte ad una situazione come quella causata dal Covid19, a meno che non fosse lo stesso “autore del virus...” tuttavia, abbiamo visto che la prima ondata d'urto ha largamente sforato le più arroccate posizioni gestionali dei responsabili regionali. La seconda che stiamo vivendo, avrebbe dovuto essere meno sorprendente rispetto alla prima, ma pare ora il contrario. In questi casi si deve essere estremamente razionali, come? Descrivo sinteticamente alcuni punti fondamentali di come si dovrebbe affrontare l'emergenza dopo la prima ondata della primavera:: 1) immediato set up delle strutture ospedaliere regionali esistenti e che hanno operato alle terapie. 2) descrizione delle problematiche a cui hanno dovuto maggiormente far fronte e valutando ogni possibilità razionale di solving problem. 3) set up delle disponibilità di posti adibiti alle terapie intensive per ogni struttura evidenziando eventuali e possibili implementazioni in loco o limitrofe. 4) set up dei medici ed infermieri per verificare la copertura massima per ogni struttura ed il potenziale reclutamento di nuove figure. 5) set up dei prodotti di primo intervento per le patologie Covid e relativo approvvigionamento programmato sia in ordine alla sicurezza degli operatori che dei degenti. 6) fotografia del network degli ospedali operanti nel raggio di 100 km, gestiti dalla direzione sanitaria o da una figura dedicata e verifica dei posti letto e del personale al fine, eventualmente, di potere dirottare i pazienti in altre strutture evitando situazioni di crisi di posti in rianimazione nelle strutture. 7) delegare ai medici di base la possibilità di effettuare tamponi in modo da evitare ingorghi nelle strutture ospedaliere. 8) costituire in tempi brevi una task force locale addestrata preliminarmente all’assistenza dei cittadini con l’aiuto delle Forze Armate, degli Alpini o della Protezione Civile in collaborazione con psicologi operanti nel territorio. 9) aggiornamento dei sistemi informatici condivisi tra ospedali, ASL e regioni, ancora incompleti e non dialoganti tra loro (un dramma). Mi fermo qui, ma ci sarebbe molto altro ancora. Certo che ne verremo fuori, il mondo non si fermerà al Covid19, tuttavia ciò che mi chiedo saremo in grado, dopo questa pandemia, di far fronte ad altre eventuali situazioni del genere? Saremo in grado di creare una polis che, finalmente, possa essere gestita da persone serie e competenti invece che da individui prestati alla politica senza alcuna competenza, interesse personale o di partito? Lo vedremo, anche presto.

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 15 Febbraio 2020 - 09:10

Comitato stop 5G VCO
6. The Assembly regrets that, despite calls for the respect of the precautionary principle and despite all the recommendations, declarations and a number of statutory and legislative advances, there is still a lack of reaction to known or emerging environmental and health risks and virtually systematic delays in adopting and implementing effective preventive measures. Waiting for high levels of scientific and clinical proof before taking action to prevent well-known risks can lead to very high health and economic costs, as was the case with asbestos, leaded petrol and tobacco. 7. Moreover, the Assembly notes that the problem of electromagnetic fields or waves and their potential consequences for the environment and health has clear parallels with other current issues, such as the licensing of medication, chemicals, pesticides, heavy metals or genetically modified organisms. It therefore highlights that the issue of independence and credibility of scientific expertise is crucial to accomplish a transparent and balanced assessment of potential negative impacts on the environment and human health. 8. In light of the above considerations, the Assembly recommends that the member states of the Council of Europe: 8.1. in general terms: 8.1.1. take all reasonable measures to reduce exposure to electromagnetic fields, especially to radio frequencies from mobile phones, and particularly the exposure to children and young people who seem to be most at risk from head tumours; 8.1.2. reconsider the scientific basis for the present standards on exposure to electromagnetic fields set by the International Commission on Non-Ionising Radiation Protection, which have serious limitations, and apply ALARA principles, covering both thermal effects and the athermic or biological effects of electromagnetic emissions or radiation; 8.1.3. put in place information and awareness-raising campaigns on the risks of potentially harmful long-term biological effects on the environment and on human health, especially targeting children, teenagers and young people of reproductive age; 8.1.4. pay particular attention to “electrosensitive” people who suffer from a syndrome of intolerance to electromagnetic fields and introduce special measures to protect them, including the creation of wave-free areas not covered by the wireless network; 8.1.5. in order to reduce costs, save energy, and protect the environment and human health, step up research on new types of antenna, mobile phone and DECT-type device, and encourage research to develop telecommunication based on other technologies which are just as efficient but whose effects are less negative on the environment and health; 8.2. concerning the private use of mobile phones, DECT wireless phones, WiFi, WLAN and WIMAX for computers and other wireless devices such as baby monitors: 8.2.1. set preventive thresholds for levels of long-term exposure to microwaves in all indoor areas, in accordance with the precautionary principle, not exceeding 0.6 volts per metre, and in the medium term to reduce it to 0.2 volts per metre; 8.2.2. undertake appropriate risk-assessment procedures for all new types of device prior to licensing; 8.2.3. introduce clear labelling indicating the presence of microwaves or electromagnetic fields, the transmitting power or the specific absorption rate (SAR) of the device and any health risks connected with its use; 8.2.4. raise awareness on potential health risks of DECT wireless telephones, baby monitors and other domestic appliances which emit continuous pulse waves, if all electrical equipment is left permanently on standby, and recommend the use of wired, fixed telephones at home or, failing that, models which do not permanently emit pulse waves; 8.3. concerning the protection of children: 8.3.1. develop within different ministries (education, environment and health) targeted information campaigns aimed at teachers, parents and children to alert them to the specific risks of early, ill-considered and prolonged use of mobiles and other devices emitting microwaves;

Comitato Stop 5G incontra Marchionini - 14 Febbraio 2020 - 21:25

Comitato stop 5G VCO
GENT SIG. ROCCO Le copio di seguito la risoluzione integrale in lingua inglese 1815 del 2011 del Consiglio d'Europa. Legga attentamente i 8.1.4. che afferma "di prestare particolare attenzione alle persone elettrosensibili....." e il punto 8.2.1 dove indica il valore di 0,6 V/m come limite da portare al valore di 0,2 V/m Resolution 1815(2011) Final version The potential dangers of electromagnetic fields and their effect on the environment Author(s): Parliamentary Assembly Origin - Text adopted by the Standing Committee, acting on behalf of the Assembly, on 27 May 2011 (see Doc. 12608, report of the Committee on the Environment, Agriculture and Local and Regional Affairs, rapporteur: Mr Huss). 1. The Parliamentary Assembly has repeatedly stressed the importance of states’ commitment to preserving the environment and environmental health, as set out in many charters, conventions, declarations and protocols since the United Nations Conference on the Human Environment and the Stockholm Declaration (Stockholm, 1972). The Assembly refers to its past work in this field, namely Recommendation 1863 (2009) on environment and health: better prevention of environment-related health hazards, Recommendation 1947 (2010) on noise and light pollution, and more generally, Recommendation 1885 (2009) on drafting an additional protocol to the European Convention on Human Rights concerning the right to a healthy environment and Recommendation 1430 (1999) on access to information, public participation in environmental decision-making and access to justice – implementation of the Ǻrhus Convention. 2. The potential health effects of the very low frequency of electromagnetic fields surrounding power lines and electrical devices are the subject of ongoing research and a significant amount of public debate. According to the World Health Organization, electromagnetic fields of all frequencies represent one of the most common and fastest growing environmental influences, about which anxiety and speculation are spreading. All populations are now exposed in varying degrees to electromagnetic fields, the levels of which will continue to increase as technology advances. 3. Mobile telephony has become commonplace around the world. This wireless technology relies upon an extensive network of fixed antennae, or base stations, relaying information with radio-frequency signals. Over 1.4 million base stations exist worldwide and the number is increasing significantly with the introduction of third generation technology. Other wireless networks that allow high-speed Internet access and services, such as wireless local area networks, are also increasingly common in homes, offices and many public areas (airports, schools, residential and urban areas). As the number of base stations and local wireless networks increases, so does the radio-frequency exposure of the population. 4. While electrical and electromagnetic fields in certain frequency bands have wholly beneficial effects which are applied in medicine, other non-ionising frequencies, whether from extremely low frequencies, power lines or certain high frequency waves used in the fields of radar, telecommunications and mobile telephony, appear to have more or less potentially harmful, non-thermal, biological effects on plants, insects and animals as well as the human body, even when exposed to levels that are below the official threshold values. 5. As regards standards or threshold values for emissions of electromagnetic fields of all types and frequencies, the Assembly strongly recommends that the ALARA (as low as reasonably achievable) principle is applied, covering both the so-called thermal effects and the athermic or biological effects of electromagnetic emissions or radiation. Moreover, the precautionary principle should be applied when scientific evaluation does not allow the risk to be determined with sufficient certainty. Given the context of growing exposure of the population, in particular that of vulnerable groups such as young people and children, there

Con Silvia per Verbania su erba sintetica - 14 Giugno 2018 - 15:08

Re: Nauseato
Ciao Giovanni% io sono invece nauseato dalle bugie che si leggono continuamente per difendere l'indifendibile... ora, che uno scriva sciocchezze su un social network e poi gridi allo scandalo è surreale... e dimostra una volta di più la credibilità di chi sostiene che altri siano i mentitori... ma ormai è chiaro il perchè vi piace prendere certe posizioni :-)

Con Silvia per Verbania su erba sintetica - 14 Giugno 2018 - 14:08

Re: Re: screditare :-D
Ciao Claudio Ramoni Con l'affermazione "a mia insaputa" di prodiana invenzione cadiamo veramente male. Ad ogni caso non penso che serva la sua autorizzazione per scrivere un articolo su di lei e quello che lei HA PUBBLICATO su facebook è visibile a circa i 2 miliardi di utenti del SOCIAL network (me compreso). Le consiglio quindi, quando vuole mantenere una giusta riservatezza dei suoi pensieri, di usare strumenti più appropriati. E poi un piccolo dubbio... Quando una giornalista la contatta telefonicamente è perché le fa il filo o perché vuole scrivere un articolo su di lei?

22° Triathlon di Mergozzo - 25 Agosto 2017 - 14:16

benefici
Per il paese e' una gran vetrina considerato che atleti verranno da ogni dove. Poi pubblicità sui network che si occupano di eventi sportivi e non. Magari qualche pernottamento e cena nei ristoranti locali.... Su su che tra sponsor vari al comune non costerà molto 😊

Veneto Banca e Intesa San Paolo - 29 Giugno 2017 - 18:38

Re: X robi
Ciao privataemail la situazione non si è ancora stabilizzata. Ecco una lista di qualche mese che indica 114 banche italiane con un Texas Ratio (indice determinato tra rapporto crediti crediti deteriorati cioè carta straccia / patrimonio netto). http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2017-03-24/quelle-114-banche-che-hanno-sofferenze-e-incagli-che-superano-capitale--201607.shtml?uuid=AE6qY5s Ci sarebbe ancora Unipol... Le banche italiane nel complesso detengono un terzo dei crediti deteriorati della zona Euro. Indifendibili le banche come pure sono criminalmente corresponsabili gli organismi di controllo. C'è un network dove la finanza selvaggia GLOBALE si fonde con le nostre magagne NAZIONALI (crediti favoriti ai vari appartenenti al gruppo di potere di riferimento). Sono convinto che è stato eseguito il metodo sbagliato andando in deroga alle regole europee con approvazione della Commissione Europea. Con le regole europee si attuava il Bail-in. Le banche fallivano (perdevano i soldi gli azionisti e i vari creditori secondo il peso del loro titolo in ambito fallimentare) e si tutelavano i correntisti fino a 100 mila euro. Altra ipotesi migliore era la nazionalizzazione delle banche decotte. Metodo che preciso bene non è attuato in Unione Sovietica ma in occidentalissimi paesi come gli Stati Uniti e la Gran Bretagna. In sostanza lo stato assumeva la proprietà della banca, Erogava in questa aziende i fondi necessari per salvarle per poi rivendere il tutto recuperando quanto speso dall'erario pubblico.

Francesca Accetta nel Club forza Silvio Verbania - 11 Aprile 2017 - 16:20

Re: Re: Re: E POLITICO...
Ciao Hans Axel Von Fersen un semplice aggiornamento fotografico, per gentile concessione dei vari social network. D'altronde, la cara Lady Oscar ci aveva visto lungo!

"Lampioni spenti di notte... e accesi di giorno!" - 13 Marzo 2017 - 18:35

eh beh
Telefonare in comune era troppo facile.. Meglio una nota su ogni network. Se questa e' l opposizione che lavora x il bene della città...

Mercatini di Natale a Intra: 12 mila passaggi stimati - 14 Dicembre 2016 - 00:12

Imparare da Ornavasso
Ho visitato domenica ad Ornavasso la Grotta di Babbo Natale e i mercatini... suggerirei ai commercianti e alla stessa amministrazione comunale - invece di perdere tempo con inutili discussioni sui social network per criticare o al contrario per dirsi quanto siamo bravi (???) - di andare ad imparare. Gli eventi di Verbania, per non parlare dei mercatini, sono distanti anni luce da quanto ho visto a pochi chilometri da noi, con turisti veri, che arrivavano da ogni parte d'Italia, con un'organizzazione e un buon gusto che a Verbania non ho mai visto..e non solo per gli eventi di Natale.

Punti luce: interventi in città - 13 Febbraio 2016 - 11:05

livio
Vero. Normale amministrazione. Ma nell epoca dei social network in cui tutto si denigra contro e in cui la minoranza pubblica in ogni canale che in una commissione e' stata accolta una loro proposta (in un contesto molto-molto piu ampio)... Capisci tutto.... Livello un po'scarsino in generale.....

Ordinanza anti botti - 23 Dicembre 2015 - 19:38

Commenti
I commenti in questione, anche dopo segnalazione di altri lettori, sono stati bloccati in quanto ritenuti non conformi alla policy (non abbia contenuto razzista o sessista, non sia offensivo, calunnioso o diffamante). Può capitare che la forma scritta, priva di tono ed espressione, rispetto a quella verbale, possa dare adito ad una errata interpretazione di un commento. Certamente commettiamo molti errori, che grazie anche ai lettori correggiamo nel minor tempo possibile, per tali motivi invitiamo nei nostri rari interventi, chi lo ritenesse opportuno, semplicemente ad esprimere gli stessi concetti in forma diversa in un nuovo commento. Il blog non ha preclusioni verso persone o idee, semplicemente, ritiene di dover tutelare i lettori, i commentatori, il blog stesso e tutte le associazioni che hanno scelto il nostro network per avere una presenza online gratuita. In quasi 4 anni di vita del blog sono stati scritti dai lettori, ad oggi, 23890 commenti di questi il 2,01% è stato bloccato, tra questo 2,01% devono essere conteggiati i commenti bloccati semplicemente perchè ripetuti più volte per errore di digitazione o di salvataggio del sito, quelli che il commentatore stesso ha chiesto di rimuovere, e quelli “spam”, il che abbassa la percentuale di commenti bloccati per scelta del blog sotto l'1%. Consci di dover sempre migliorare, riteniamo che per una attività svolta a livello amatoriale, che permette il libero confronto, all'interno di poche regole, le percentuali appena esposte siano un buon risultato. Grazie a tutti di seguirci. Auguri di Buone Feste! Staff VN

PsicoNews: Agio VS Disagio - 30 Settembre 2015 - 14:25

Re: tristezza
Questa non è bassa filosofia. voorei citare un altro grande ma non ne ho voglia in questo contesto. Per ora metto un "mi pace" come in un noto socia network.

Verbanese ricattato dopo sesso online - 22 Luglio 2015 - 13:11

Almeno ha denunciato... x Giovanni%
Condivido quanto commentato da Giovanni, a parte che l'esagerata sopravvalutazione del sesso in qualsiasi forma, anche in TV, è semplicemente ridicolo. Parlando oggi di immoralità, si rischia di essere deriso, ma certe regole dovrebbero valere ancheaver il social network e/o Skype con il pericolo di facile accesso ai bambini ed adolescenti. Mi complimento con la Redazione di VerbaniaNotizie, che si riserva la cancellazione di qualsiasi contenuto volgare etc. Buona Giornata a Tutti.

Minore su riapertura spiaggia Beata Giovannina - 10 Aprile 2015 - 11:56

VACANZA AL LAGO: TUTTI ALLA BEATA GIOVANNINA
NON HO VOGLIA NE TEMPO DI SINTETTIZZARE IL TESTO........IL SUMMA POTREBBE ESSERE: CHI IN SARDEGNA,COSTA AZZURRA, ETC..... CHI ALLA BEATA GIOVANNINA! TUTELARE UN DIRITTO FONDAMENTALE....COME QUELLO DELLE VACANZE......SANCITO ANCHE DALLA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO 1948 E' COSA BUONA E GIUSTA... BRAVA MINORE! DA LEGGERE: Eurostat ha dichiarato che nel 2020 in Italia non ci saranno più famiglie numerose statisticamente parlando: rappresenteranno infatti meno dell'1% delle famiglie. E' l'ovvia della mancanza – cronica, strutturale, trasversale – di politiche a sostegno e promozione della famiglia in quanto cellula fondamentale, costituente, della società, come pure previsto dalla Costituzione. Il mancato ricambio generazionale, conseguente ad una grave crisi di denatalità che attraversa tutta l'Europa e il forte invecchiamento dell apopolazione sta già avendo importanti conseguenze dal punto di vista economico e sociale, previdenziale e produttivo, storico e culturale, mettendo in seria discussione le prospettive future in termini di sviluppo, ma anche di benessere e welfare. Salvo alcune rare situazioni locali (per l’Italia il Trentino e per l’Europa la Francia) dove la classe politica e gli amministratori si sono resi conto della situazione e hanno iniziato a pianificare ed a mettere in atto politiche promozionali per i giovani e le famiglie, in generale le famiglie sono state abbandonate a se stesse e state spesso sono diventate oggetto di pregiudizi e di gravi penalizzazioni ed iniquità anche dal punto di vista fiscale e dell’accesso a servizi pubblici. Nel giro di tre anni l'arrivo del terzo figlio ha portato il 40% delle famiglie sulla soglia della povertà: maggiore povertà significa rinunce a spese che sono erroneamente considerate superflue come ad esempio le spese per il tempo libero, lo sport e le vacanze. Si contraggono le opportunità per le famiglie di trascorrere assieme momenti di tranquillità e di intimità che hanno un profondo contenuto salutare. Gli enti locali, che di fatto rappresentano la mano dello stato tesa verso i bisogni delle famiglie con figli, si preoccupano di sostenere attraverso servizi e risorse, altri bisogni delle famiglie; ad esempio erogano contributi per l’affitto, per le utenze, per i testi scolastici per tanti bisogni che possono avere le famiglie ma in queste non considerano quasi mai (sono rarissime le eccezioni) il bisogno di fare vacanze di riposarsi soprattutto per i figli, ma anche per l’intera famiglia perché possa trovare momenti di serenità e fare quello che fanno le alte famiglie senza sentirsi discriminata. Eppure, in una italia che taglia sui consumi alimentari, è naturale che siano le vacanze ile prime viittme dei tagli La nostra associazione è impegnata anche su questo fronte, attraverso convenzioni con i privati in località turistiche (sfruttando i momenti e gli spazi vuoti, quelli meno costosi, che se non impegnati non rendono nulla) ed opere di sensibilizzazione di chi ha responsabilità politiche ed amministrative. Questo deve far riflettere tutti gli addetti ai lavori e non poiché il turimo sociale rivolto alle famiglie con bambini è quindi strumento e garanzia di un diritto fondamentale (quello alle vacanze), sancito anche dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo già nel 1948 e che mai come oggi assume una valenza particolare: infatti, in una società in cui i nuclei famigliari sono sempre più isolati e, contemporaneamente, sottoposti a crescenti problematiche (sociali, economiche, ecc) emerge fortemente la necessità di dare sostegno alla famiglia intesa come istituzione sociale, posizionandola all’interno di un network composto dalle diverse tipologie di istituzioni esistenti nella società: e questo anche in ambito turistico. 31/07/2010 WORKSHOP: Il turismo sociale rivolto alle famiglie Terzo workshop preparatorio al Congresso Mondiale del BITS (Bureau International du Turism Social) che si terrà dal 19 al 23 settembre 2010 a Rimini.

Cosa succede a Verbania? - 6 Febbraio 2015 - 11:52

Verbania da vivere
Questo è quanto parzialmente si vede per strada, provate a dare una sbirciatina le notti dei week end al D.E.A., poi vedete qual'è la reale realtà (scusate il gioco di parole). D'altronde una volta non c'erano telefonini, 0 social network; c'era più aggregamento tra le persone, c'erano addirittura compagnie di 50/60 persone, c'era più dialogo e i giovani avevano molto meno di quanto hanno oggi ma si divertivano di più e la socializzazione alla base, per non parlare delle 7 discoteche che portavano gente anche da altre zone, lasciando i giovani in città, la gente usciva di casa alle 21.00 e alla 01.00 era già a nanna, oggi chi esce di casa alle 22.00 è uno sfigato. La soluzione ci sarebbe, riportare a Verbania un prototipo di locali come una volta e lo stesso modo di vita dei nostri tempi (anni 70/80).

Immovilli: CEM, "meglio tardi che mai!" - 27 Gennaio 2015 - 09:43

Mai arrendersi...
…ma lottare per un obiettivo comune: il mio “arreso” era riferito all’abbattimento/ridestinazione d’uso/riduzione spazi/etc, tutti cavalli di battaglia usati sino a pochi mesi fa! Ora sottoscrivo il tuo impegno perseverante per stimolare l’amministrazione ad attivarsi subito per la gestione e sul modello di business da usare, in modo da non perdere tempo al taglio del nastro. Credo che comunque tutti, contrari o meno, debbano poter godere della nuova struttura che è stata costruita con i nostri soldi, forse un po’ meno nostri e un po’ più europei ma non cambia molto: ecco forse l’unico che proprio non vorrei vedere seduto in poltrona è Zanotti...Renato, pur nella dura battaglia che ha condotto, si è sempre mostrato attento rispondendo sempre puntualmente a tutti, magari anche con risposte non condivise. L’ex-ex sindaco emetteva le sue sentenze, lanciava i suoi anatemi, senza mai un confronto diretto, serio e pacato! Ma chissenefrega ormai… Tornando al sodo, condivido l’esigenza di trovare un soggetto-gestore autorevole, già del settore e che possa facilmente inserire “questi 3 sassi” in un network consolidato: che venga da Milano, dalla Svizzera, dalla Calabria o da Pallanza non importa, l’importante sarà il curriculum e la storia aziendale alle spalle!! Certo che se l’obiettivo sarà quello di trovare risorse esclusivamente locali, vabbè la storia sarà segnata in partenza e ci toccherà ammettere che Renato aveva ragione! Ma questo voglio sperare non accadrà mai!! :P Saluti AleB

"Zacchera chieda scusa alle famiglie ed alle ragazze italiane rapite in Siria" - 9 Gennaio 2015 - 22:16

x le 2 ragazze
Credo che queste due ragazze hanno degli ideali giusti o sbagliati che siano per ognuno di noi ma almeno hanno degli ideali. Non approvo la leggerezza di farsi troppa pubblicità sui social network, ma li perdono perché sono ragazzine senza esperienza e tanto entusiasmo. Piuttosto dove erano le nostre istituzioni quando queste ragazzine partivano? Detto questo spero tanto che tutto si risolva in fretta e che queste ragazze possano tornare finalmente in Italia ad abbracciare i propri cari. Voglio aggiungere comunque una cosa, in posti così ci vado per lavoro e non credo che se avessero rapito qualcuno ne avrebbe parlato....

Dimissioni Tradigo: il PD Verbanese risponde alle critiche ricevute in questi giorni - 7 Novembre 2014 - 19:26

Partiito e leadership
Non ho la presunzione di fare il traduttore simultaneo del pensiero altrui, ma senza girarci troppo attorno rimane il fatto che fatto che a Marchionini ha stracciato tutti con il voto popolare, e voto di popolo è sacro. I problemi ci sono perchè il Pd rimane sostanzialmente un partito-apparato, in cui valgono ancora le correnti, le correntine e le minoranzine. Più coinvolgimento? Vedremo. Io rimango del parere che si governa con il pugno duro e il decisionismo atto a fare il bene del cittadino, non il bene del PD. Più la leadership è forte, più il partito si sente debole. E reagisce. Concordo sul passaggio in cui si parla di non sentire "il bisogno di fare del conflitto politico interno, anche del più aspro, occasione di visibilità pubblica, attraverso i blog, i social network o i giornali". Un po' quello che accade su questo sito. In quanto alla possibile defezione della sinistra evidenziata dal Consigliere, sarebbe un percorso naturale a seguito di un errore commesso in sede di alleanze. Come Renzi con SEL.

Ferragosto rumoroso finisce in Procura - 21 Luglio 2014 - 22:09

ma per favore!
Premesso che: dire che Chioggia sia una bellissima cittadina turistica è tutto da dimostrare... Comunque... Si imbatte "per caso" su questa pagina perché digita "rumori molesti" e casualmente le esce una blog di Verbania, località dove lei era appena stato... Gira tutto il mondo e in tutto il mondo parlano male della gente di Verbania e del Lago Maggiore. Probabilmente un giapponese su 100.000 sa dov'è Verbania-Lago Maggiore... Ma lei è riuscito a trovarlo e giustamente con un giapponese di che si parla? Di quanto è squallida la gente di Verbania. Bene. Grazie alle informazione che lei ha raccolto in tutto il mondo, sa benissimo che i verbanesi sono da evitare come la peste bubbonica. E quindi stare molto lontano da Verbania sarebbe cosa saggia; un po' come è bene stare lontano dalla striscia di Gaza, dall'Ucraina e dalla Siria. E che fa??? Decide di andare con la propria famiglia a Verbania! Comunque, farà una capatina veloce veloce come per vedere la villetta di via Deledda di Avetrana di zio Michele? No, 2 settimane di soggiorno! Riceve una visita delle forze dell'ordine per, la cito, "a causa di forti rumori molesti come il volume della musica, ritenuta molto alta" e i maleducati sarebbero i Verbanesi? Ma lei sta in casa per monitore "le uscite" dei vicini? E sa per certo che questi non escono per potere origliare le sue conversazioni? E che le dici che i vicini siano verbanesi?? Lei sta in un appartamento ad uso turistico, non ritiene possibile che nello stesso condominio ci siano altri appartamenti con identica destinazione? Questi vicini avrebbero un network vessatorio-denigratorio così diramato, da far invidia alla stasi, da renderle impossibile la vita impossibile ovunque fino a 10 km da Intra? Pensa che abbiano diffuso foto segnaletiche con le indicazioni del trattamento da riservarle? Dopo 20 anni che abitavo nello stesso posto, ho incontrato una persona che poi ho scoperto essere la mia dirimpettaia e lei, in 2 settimane, è riuscito a farsi conoscere da mezza Intra? Non credo ad una parola di quello che ha scritto.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti