Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

professionalità

Inserisci quello che vuoi cercare
professionalità - nei post

Preioni su rinascita Hydrochem - 7 Giugno 2021 - 11:04

Preioni (Lega Salvini Piemonte): “L’Hydrochem di Pieve Vergonte che rinasce è ossigeno per tutta l’economia del Vco”.

Centri estivi comunali di Verbania - 13 Maggio 2021 - 08:01

L’Amministrazione Comunale di Verbania comunica l’apertura delle iscrizioni per i Centri Estivi Comunali 2021 a partire dal 14 maggio 2021.

Lampi sul Teatro si rinnova - 9 Maggio 2021 - 18:06

Un nuovo presidente, un nuovo consiglio d’amministrazione e la volontà di continuare a essere un sodalizio di programmazione per tutte le professionalità del settore teatrale.

Giornata Mondiale Igiene delle mani - 6 Maggio 2021 - 07:02

Ogni anno, il 5 maggio, ricorre la giornata dedicata all’igiene delle mani quale misura fondamentale per la prevenzione delle infezioni.

ARCI VCO su nomina Presidente del Parco Val Grande - 4 Maggio 2021 - 15:03

Riceviamo e pubblichiamo, una nota della Commissione ARCI VCO, riguardante la nomina del Presidente del Parco Val Grande.

Associazioni servizi anziani su RSA - 3 Maggio 2021 - 18:06

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato delle Associazioni AGIDAE, ARIA PIEMONTE e UNEBA, che rappresentano il terzo settore no profit attivo nei servizi rivolti alla popolazione anziana non autosufficiente sia a livello di Enti gestori sia a livello dei Direttori delle strutture socio sanitarie, in merito al presunto abuso delle contenzioni nelle RSA.

Arresto per violenza sessuale - 20 Aprile 2021 - 07:02

Nel pomeriggio di ieri 18 aprile, a Premeno (VB), i Carabinieri della locale Stazione, unitamente ai militari della Sezione Operativa di Verbania, hanno tratto in arresto un uomo, classe ’79, cittadino svizzero, ritenuto responsabile del reato di violenza sessuale aggravata.

Imprese VCO segnali positivi - 7 Aprile 2021 - 14:03

Segnali positivi dalle imprese del VCO: i dati dell’indagine congiunturale di Unione Industriale del Verbano Cusio Ossola per il 2° trimestre 2021.

Verbania in Azione su manifestazione a Pallanza - 25 Marzo 2021 - 08:01

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del gruppo Verbania in Azione e VCO in Azione, critico nei confromti della manifestazione svoltasi domenica sul lungolago di Pallanza.

“Per la Specificità del VCO” su problematica rifiuti - 6 Marzo 2021 - 14:03

Riceviamo e pubblichiamo, l'Ordine del Giorno presentato dal gruppo consigliare “Per la Specificità del VCO” in merito alla problematica rifiuti, approvato dal Consiglio Provinciale nella seduta del 04.03.2021.

Piemonte: 30milioni alle RSA - 25 Febbraio 2021 - 11:04

Su proposta dell’assessore regionale alla Sanità, Luigi Genesio Icardi, la Giunta del Piemonte ha approvato questa mattina le regole per assegnare i ristori regionali destinati a oltre un migliaio di Rsa convenzionate e strutture per disabili, minori, psichiatrici e del settore delle dipendenze accreditate che, nel periodo dal 21 febbraio del 2020 al 30 giugno 2021 hanno subìto perdite economiche ingenti dovute alla pandemia.

Comunità.vb su Piano regolatore - 30 Gennaio 2021 - 09:16

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Gruppo consiliare “comunità.vb”, riguardante la revisione del Piano Regolatore.

Corsi di cesteria 2020 - 21 Gennaio 2021 - 18:06

La Cooperativa Valgrande organizza da oltre 5 anni corsi di cesteria per tutti gli interessati ad imparare le antiche tecniche di raccolta, preparazione del materiale ed infine intreccio di salice, nocciolo e castagno per la preparazione di cesti.

Cossogno ringrazia i forestali - 2 Dicembre 2020 - 11:04

Il Comune di Cossogno, in una nota, ringrazia le Squadre Forestali della Regione Piemonte, per l'operato nella rimozione delle piante cadute nell'alluvione.

Conferito incarico Direttore di Radiologia - 23 Novembre 2020 - 12:05

In data 12 novembre 2020 la Direzione Generale dell’ASL ha assunto l’atto deliberativo di conferimento al Dott. Roberto Tranchini dell’incarico quinquennale di Direttore della Struttura Complessa Radiologia.

Covid 19: potenziati i servizi di supporto alle RSA - 22 Novembre 2020 - 15:03

Potenziati i servizi territoriali e di supporto alle Residenze per Anziani per far fronte all’emergenza Covid-19.Di seguito la nota di ASL VCO.

Verbania disponibile a "ospedale da campo" per Covid - 7 Novembre 2020 - 19:41

Disponibilità del Comune di Verbania ad ospitare aree per posizionare “tende di supporto” dell’Esercito Italiano per ospitare malati covid.

ENEL: il punto alle 18.00 - 4 Ottobre 2020 - 18:52

E-Distribuzione sta rialimentando le ultime utenze residenziali senza fornitura elettrica in tutto il territorio regionale.

PD VCO su scambio direttori ASL - 27 Settembre 2020 - 10:03

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del PD VCO, critico sullo spostamento dei Direttori ASL.

Scambio di direttori tra ASL - 27 Settembre 2020 - 08:01

Scambio di direzioni generali tra le Aziende sanitarie locali di Vercelli e del Verbano-Cusio-Ossola.
professionalità - nei commenti

Comitato Salute VCO su mobilitazione per il Castelli - 23 Aprile 2021 - 10:42

ospedalini
scusa Robi, però la tua battaglia personale contro questo comitato, formato da cittadini bene informati, è un po pretestuoso. queste sono persone giustamente preoccupate dal fatto che la sanità funziona male nel VCO, e che il piano regionale prevede delle modiche che la farebbero funzionare pure peggio. Ti sfugge poi la malefica conclusione del loro intervento, che fa riferimento ad una certa situazione che si è venuta a creare da un anno a questa parte, e che non promette nulla di buono per il successo del piano stesso, io stesso ho sentito (con le mie orecchie, ad una mia domanda diretta durante un incontro su altri temi a Reg Lombardia) un membro politico di un CDA di un'importante struttura privata lombarda la notizia del totale disimpegno della stessa da una passata promessa di investimento su Verbania... la pandemia ha cambiato molte cose... Ma non voglio parlare di cose che non hanno fondamento che non sia un bla bla, e nemmeno del piano di IRES, che non ho visto dato che nessuno lo rende pubblico. Sta di fatto che se le anticipazioni lette sui giornali sono vere un infartuato o una persona con ictus di Verbania (non oso pensare una di Cannobio) verrebbe portato al protosoccorsino di Verbania, dove dopo analisi basilari verrebbe trasferito al nuovo ospedale di Domo dove avrebbe un minimo minimo di assistenza in più, ma se la cosa si rivelasse grave sarebbe spostato a Novara... una cosa assurda secondo tutti i protocolli sanitari su come si fa la rete ospedaliera. Avrebbe molto più senso, se si vuole rendere il Castelli una clinica, allora legare il Verbano all'ASL novarese e usare come step intermedio Borgomanero (non è una questione politica, vuol solo dire salvare vite umane...). Il COQ funziona bene come clinica ortopedica, non certo per le emergenze. E la rete della medicina di emergenza va strutturata senza considerare il COQ. Questo perchè già oggi mancano le professionalità, perchè ospedali piccoli hanno difficltà a reclutare medici bravi. E non è che il nuovo ospedale di Domo scapperà da questa regola, un medico giovane e bravo tra Borgomanero e un ospedale nel VCO sceglierà sempre il primo perchè come clinica universitaria gli offrirà sempre più possibilità di far carriera e ricerca. Per noi cittadini del VCO la politicizzazione di queste scelte è un dramma, e purtroppo (personalmente) non vedo vie d'uscita.

Campionato Italiano Motoslitte - VIDEO - 8 Marzo 2021 - 16:59

Campionato italiano motoslitte
Solo per esprimere un grazie di cuore ai colleghi e amici volontari del soccorso di Villadossola e al Dott. Antoci, per aver garantito l’assistenza sanitaria con le loro ambulanze e la loro professionalità.

Insieme per Verbania e Prima Verbania su futuro dell'Ospedale Castelli - 11 Gennaio 2021 - 11:53

Re: Dissento
Ciao lupusinfabula Caro Lupus, in effetti non dico che si debba chiudere l'ospedale di Domo. Dico solo che i 2 ospedali sono da razionalizzare, dando un servizio leggermente più scomodo ma nettamente più economico e migliore. Chiudere l'ostetricia da una parte e potenziare dall'altra sicuramente crea un disagio ai pazienti e parenti ma la migliore efficienza del reparto sarà un beneficio per le stesse pazienti. E' assurdo avere 20 infermieri e 10 medici a girarsi i pollici con in dotazione certe attrezzature, il tutto moltiplicato per 2 mentre si potrebbe avere lo stesso personale, leggermente più impegnato e quindi più esperto, con attrezzature migliori e il personale "tagliato" spostato dove c'è carenza. Ho conosciuto un'ostetrica di Trento che lavorava a Pallanza (era in graduatoria per ritornare a Trento) e m'ha detto "qui è come essere in vacanza" riferendosi al fatto che nel reparto c'era poco movimento. 2 reparti che fan nascere 2 bambini al giorno è un totale spreco. Anni fa mi trovavo in Sud America, una persona era caduta da cavallo e necessitava di andare in ospedale, l'han caricato sulla macchina verso il primo ospedale che distava 100 km tramite strade sterrate. Lo so che non dobbiamo paragonarci al Sud America ma voglio solamente evidenziare che siamo troppo abituati bene ad avere il nostro ospedaletto sotto casa, nel mondo anche occidentale, non funziona così. Lo so che gli sprechi sono anche altrove e di dimensioni maggiore, ma qui si parla di ospedali locali e ragiono sugli ospedali locali. Puoi anche avere l'ospedaletto al piano di sotto, ma quando ti servirà qualcosa, dovrai andare per forza a Milano dove ci sono ospedali di dimensione maggiore, all'avanguardia a livello di attrezzature e di professionalità.

Lega, risponde sugli ospedali VCO - 6 Novembre 2020 - 13:29

Re: E quindi?
Ciao Filippo pure io ho perso tempo a leggere questo intervento dove la sintassi non ha diritto di cittadinanza (ma io mi chiedo, oltre ad usare il correttore di Word, far rileggere le bozze da un ragazzo di terza media è proprio così difficile?) Si capisce comunque che qualcuno qui "lavora in silenzio" e farebbe cose. Non so cosa, ma so bene cosa (per incosciente incompetenza) non ha fatto da maggio ad oggi. Ne riassumo una breve selezione: - tracciamento: fino a un mese fa il Piemonte faceva pochissimi tamponi, oggi qualcuno in più. Bastava copiare giapponesi, coreani o tedeschi, e tracciare massicciamente con tamponi positivi e contatti, potenziando le strutture esistenti invece di fare azioni di facciata come a Venaria... e oggi non saremmo in questa situazione. Peggio del Piemonte in questo senso non ha fatto quasi nessuno. - attivazione di dirve through per i tamponi rapidi. Nel lazio sono quasi 300, in Piemonte? Non lo dico per carità. - potenziamento della medicina di base attraverso l'assunzione, a maggio/giugno, di nuovi medici di base, l'attivazione di studi che permettessero di effettuare tamponi, la formazione dei medici stessi e dei pediatri. Fatto nulla. - assunzione di personale infermieristico (da attivare come TD in caso di necessità) con concorsi da bandire entro l'inizio dell'estate. Mai fatto - assunzione urgente di nuovi medici (infettivologi, pneumologi) almeno in sostituzione di quelli che si sono spostati verso l'attività privata o si sono prepensionati usando quota 100 (e non giudichiamoli), proprio in vista di una nuova ondata. mai fatto. - identificazione di strutture da dedicare ai pazienti COVID, sia come ospedali che come strutture di isolamento dei casi più lievi ma impossibilitati a stare a casa. Fatto pochissimissimo, negli ultimi giorni da Torino spostano centinaia di malati a Tortona, e non aggiungo altro. Fatto pochissimo e solo nelle ultime settimane, quando è ormai troppo tardi. - attivazione di call center e uffici dedicati all'emergenza e al tracciamento con l'app Immuni. Mai fatti. - potenziamento delle professionalità locali e della gestione delle ASL attraverso esperti di chiara fama: qua non solo non è stato fatto nulla, ma a settembre, per beghe di partito, hanno pure spostato i DG delle ASL di VC e VB, mettendo persone che nulla sanno della situazione locale a capo dell'ASL. -isolamento ai primi cenni di recrudescenza del virus delle RSA e protezione totale dei loro ospiti. Non solo non fatto, ma s'è immediatamente pensato di spostare pazienti covid proprio lì (geni, ma durante la prima ondata dove stavate? al cinema?) mi fermo qua, perchè ho pena ad andare avanti, i risultati del "lavoro in silenzio" sono ospedali strapieni (ben oltre la media nazionale), terapie intensive strapiene ben oltre la media nazionale, così come l'indice RT che ci dice che siamo totalmente fuori controllo, ritardi assurdi nella comunicazione di eventuali positività, blocco praticamente totale dell'attività ospedaliera non di urgenza, nuovi picchi di contagi tra il personale ospedaliero, e a breve numero di decessi. E' vero, non ha senso ora parlare di riorganizzazione della rete ospedaliera provinciale, avrebbe più senso parlare di dimissioni da parte di chi ha causato questo terribile disastro. saluti

Comitato Salute VCO: "Allucinante!" - 28 Ottobre 2020 - 11:22

Re: Comitato PD del vco
Ciao robi e ciao a tutti, a mio parere state sbagliando. Per come siamo messi oggi, la generalizzazione destra sinistra, questa giunta o le precedenti, è molto sbagliata ed ingiusta, perchè oggi siamo davvero messi molto molto peggio di 4, 6 o 10 anni fa. Ed avendoci a che fare per lavoro con queste persone abbastanza regolarmente lo posso dire senza paura di essere smentito. Se mi dici che Icardi, assessore alla sanità è altrettanto incompetente del suo predecessore Saitta, fatte le debite differenze di cultura e spessore umano a favore del secondo, potrei senza dubbio essere daccordo, ma il problema sono i quadri intermedi, di nomina politica, che sono crollati come qualità a causa del fatto che un partito, la Lega, ha occupato sedie con persone affini politicamente, ma pescate in un mazzo di inesistente o bassissima preparazione. Le ha poi messe sotto una pressione assurda per appoggiare scelte imposte dal partito, molto spesso su "indicazione" dei maggiorenti del partito stesso, sempre e comunque in arrivo dalla Lombardia. Questo ha creato una sorta di inattività gestionale totale, se non nei confronti delle priorità di alcuni soggetti lombardi che operano nel settore della sanità, e che si trovano oggi le porte spalancate in una nuova zona geografica, fino ad oggi snobbata, per il semplice fatto che a causa del dissesto regionale c'era l'osso ma non la bistecca. Questa sudditanza è rafforzata dalla mancanza di competenze, e quando queste compaiono, si debbono comunque legare a logiche interne di equilibrio, vedi l'assurdo ed inconcepibile switch dei DG delle ASL di VB e VC. In questa situazione Preioni, oltre a populismo locale, non fa altro che portare avanti quanto gli è stato prospettato essere un buon affare per qualcuno che ha le mani sul suo futuro. Ma non credo nemmeno per malaffare, semplicemente perchè convinto, non avendo le basi per capire la situazione, di fare la scelta a lui più conveniente. Nelle passate giunte i quadri intermedi, pure se affini politicamente a chi governava, erano pescati da un pool di professionalità di livello infinitamente più alto, e questo poteva nelle scelte di tutti i giorni, limitare l'incompetenza ai livelli più alti, e valeva sia per il PD e la sinistra, che per FI e la destra. In Lombardia vediamo ancora oggi questa situazione: a fronte di un modello di sanità fino allo scorso anno considerato ideale dallì'OMS, e che io invece ritengo da sempre sbagliato, opposto per esempio al sistema tedesco a parità di costi per lo stato (non di guadagno per i privati), ed a fronte di assessori a volte di basso o bassissimo livello, i quadri intermedi sono di tutt'altro spessore, e anche se una percentuale di malaffare è sicuramente presente e diffusa, i risultati in termini di efficienza e di qualità gestionale del modello sono sotto gli occhi di tutti. L'ultima assurda scelta di destinare VB al covid ne è l'ennesima prova, soprattutto se comparata all'originale decisione, delle stesse persone di destinare Borgosesia per le ASL di NO e VC (ora contestata dalla corrente avversa in seno allo stesso partito). Siamo messi molto molto male... e le liti localistiche contano fino ad un certo punto, le decisioni in questo ultima legislatura regionale, non hanno tenuto ne mai terranno conto delle opinioni ne delle baruffe locali, per il semplice fatto che i decisori, magari anche inconsapevolmente, stanno decidendo cose a loro "suggerite" da un livello superiore. E' logico che è la mia opinione, ma non credon che i fatti mi smentiranno.

Intitolazione ad Anna Antonini dell'Istituto Comprensivo di Verbania Trobaso - 8 Dicembre 2019 - 08:04

Grazie Anna
Allora si nasceva in casa. La fiducia e la riconoscenza di cui godeva la Sciura Anna erano pari o superiore a quella per ul Dutur Inglima. Grazie Anna. Con la tua presenza la gente era tranquilla e si affidava alla tua competenza e professionalità, come fece mia madre quando nacqui.

Sanità: “Cannobio e Valle Cannobina: il territorio più penalizzato” - 31 Ottobre 2019 - 11:31

No Ospedale Unico
Sembra ormai evidente che il progetto ospedale unico periferia Domodossola sarà fonte di problemi per gli abitanti del Cusio, Verbania e valli Cannobine. L'unica soluzione oltre al nuovo e quella di mantenere operativo il Castelli con il suo DEA ed in considerazione del tempo biblico prima che sia operativo Domodossola utilizzare una parte dei fondi, fin che ci sono, per migliorare il Castelli soprattutto il DEA. PS qualcuno di quelli che scrivono ha mai avuto bisogno del DEA di Verbania??? Io personalmente più volte ed ho trovato una struttura al limite (es per l'accesso parenti alla rianimazione mancavano i camici usa e getta) che funziona solo per la grande professionalità e disponibilità del personale numericamente scarso.

Notai: Open Day Solidale - 8 Ottobre 2019 - 10:08

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Facciamo una colletta
Ciao SINISTRO Sei di coccio! Centra eccome, paghi la professionalità del notaio che non si limita ad un banale copia ed incolla su un file word che potrebbe fare anche un bambino di 13 anni in 3 minuti (che è quello che a te sembra) ma la competenza nel sapere quali siano le parti corrette da copiare che ha acquisito in 15 anni di studio e soprattutto la responsabilità penale e civile illimitata legata all'atto

Fronte Nazionale: no all'ospedale unico - 8 Aprile 2019 - 16:32

Re: corto circuito
chissà perchè mi sento chiamato in causa! :) Tralasci una cosa abbastanza evidente: vero che l'accorpamento dei 3 ospedali permetterebbe di avere un costo di mantenimento inferiore, ma è anche vero che - nell'attuale situazione, il livello di assistenza sanitaria non può che essere basso. Quindi giusto investire nella cultura, sia nei contenitori che nei contenuti e sacrosanto investire nella sanità, sia in nuovi involucri che nei contenuti e professionalità. Saluti AleB PS: visto che citi il CEM, hai avuto per caso anche tu l'occasione di leggere la relazione economica?

Fronte Nazionale: no all'ospedale unico - 6 Aprile 2019 - 20:22

Re: Rispondo ad AleB. .
Ciao GIORGIO TIGANO, mi limito ad evidenziare che non ho fatto alcuna osservazione sulla Sua professionalità: mi sono limitato a dire che tutti i professionisti del settore sono a favore di una soluzione che possa fare massa critica e quindi - qui la mia opinione, fornire un servizio di qualità. Non La conosco come medico e quindi la mia critica è tutta per una presa di posizione politica: che sia stata coerente negli anni non cambia il ragionamento. Oggi il Castelli, il san Biagio e il COQ stanno in piedi con molta fatica: la fatica degli operatori sanitari, dei medici e dell'amministrazione ASL che deve far quadrare i conti ed un minimo di livello assistenziale. La sola necessità di fare spola tra i vari nosocomi per i pazienti multi-patologia chiarisce quale questo livello nella nostra provincia. Io comunque non ho ancora capito qual è l'opzione al progetto Ornavasso, il piano B della forza politica che aspira alla guida della Regione, l'unica a poter cambiare idea: con tutto il rispetto, oggi Albertella e compagni hanno potere zero nella pratica ospedale unico. Possono solo sperare che loro "amici" in regione, quando prenderanno il potere, possano cambiare il percorso. Ma poi ci dicano qual è l'alternativa di lungo periodo, perchè al prossimo giro, un'ospedale tra Domo e VB lo chiudono per davvero. Non è una minaccia, è una certezza! Saluti AleB

Lega: fermeremo l'ospedale unico - 15 Marzo 2019 - 16:19

Sto con Giovanni%
Nella mia ignoranza poco mi importa delle distinzioni pubblico/privato/misto: per le esperienze personali e famigliari che ho (...ahimè!) avuto mi sono sempre trovato bene sia a Verbania che ad Omegna che a Domodossola. Quindi sono dell'idea che non è lo "stabile" o la collocazione a fare la differenza ma la professionalità di chi vi opera e le attrezzature a disposizione.Di conseguenza sono per continuare con la tripolarità dei nostri ospedali e fermare quell'opera fantasmagorica che stanno mettendo in piedi che non si sa se e quando partirà ma soprattutto se quando verrà mai finita lasciando che nel frattempoi i tre ospedali attuali vadano lasciati al decadimento. Con i soldi che verrebbero sanziati per l'ospedale unico si potrebbe, e alla grande, potenziare e migliorare i tre ospedali ora esistenti.Quni, per me, oltre a quota 100, legittima difesa, decreto sicerezza ed altro un motivo in più per dare questa volta il mio voto a Salvini.

Nuovo Comune Valle Cannobina al via - 11 Gennaio 2019 - 21:38

Unire è bello
Concordo. Bisogna procedere all'unione di vari comuni secondo un disegno razionale che deve provenire anche dall'alto. Mettiamo fine a particolarismi, piccoli feudi e microstrutture sempre in equilibrio precario in termini di mezzi, addetti, professionalità ed equità. I 9 comuni proposti da Vincenzo Colombo appaiono però esagerati.

Alcuni sindaci tornano sul nuovo ospedale unico - 17 Dicembre 2018 - 13:50

La realtà dei numeri
Quale sventurato cittadino, o suo rappresentante, non tiferebbe per avere l'ospedale sotto casa, così come il lavoro, il supermercato, la lavanderia, il medico di famiglia, l'asilo, la scuola... Si badi bene però ad avere un Ospedale degno di tal nome, efficace ed efficiente, con i migliori professionisti a nostra disposizione. Rigorosamente davanti l'uscio di casa. Eppure i numeri dicono tutt'altro: senza addentrarsi nei meandri dei conti economici, dicevano quei tali che "il bilancio dello Stato è talmente grande da potersi permettere un welfare degno dei Paesi scandinavi"; quei tali che oggi giocano con lo zero-virgola perchè evidentemente i numeri sono numeri ed i loro predecessori s'impantanavano sugli stessi scogli. Così verrà il tempo che, a livello regionale, la futura giunta dx-centro-5S-4comete dovrà nuovamente sbattere contro il muro dei numeri. Uno dei due nosocomi (il terzo ha di fatto già chiuso), chiuderà e verrà relegato al Condominio della Salute, quello in cui si fanno i prelievi per poi essere ospedalizzati altrove. Qualche numero potremmo anche darlo, quelli più emblematici di una situazione che non può essere sostenibile. Correva l'anno 2017 ed i nuovi nati nel VCO si ripartivano come segue: DOMO: 128 VB: 433 http://www.ossolanews.it/salute-e-benessere/nascite-nel-vco-nel-primo-quadrimestre-dellanno-lieve-incremento-rispetto-al-2017-14163.html Due reparti ginecologico-ostetricia per un solo ospedale (almeno dal punto di vista formale): insieme superano la soglia minima, universalmente riconosciuta come quella di sicurezza, ma è solo un inganno matematico. I reparti sono differenti e, pur avendo a rotazione le stesse professionalità, non sono entrambi preparati a gestire i casi più difficili. Lo dice la OMS, non il sottoscritto. E così via dicendo per tutti gli altri rami della salute. Se, come auspicato dai tanti commentatori, si cambierà timoniere in regione ma anche in città (VB), probabile che verrà affossata l'idea del nuovo nosocomio: i nostri eroi, quelli che oggi giocano al pallottoliere perchè credevano di poter fare politica con i numeri dei conti economici, arriveranno presto al muro e prenderanno le decisioni dell'urgenza e della mancata pianificazione. Ringrazieremo quelli che oggi hanno cambiato idea solo per finalità elettorali e quelli che oggi tifano per schiantarsi contro la parete dei numeri. A chi non piacerebbe avere la clinica privata sotto casa, peccato che in pochi se la possono realmente permettere. Saluti AleB

Con Silvia per Verbania su erba sintetica - 14 Giugno 2018 - 21:45

Massimiliano Martini
Ottim o l'intervento di Martini, che conferma ancora una volta la sua professionalità. Mai scordare che l'obbligo professionale di un giornalista è quello di rilancviare uan notizia, qualneu essa sia e da qualuinque parte essa provenga, Ma forse c'è ancor ain giro qualcuno che era abituato a leggere la Pravda o la sua versione italiana, vale a dire l'Unità.

Con Silvia per Verbania su erba sintetica - 14 Giugno 2018 - 14:00

no, dai , stai scherzando?
si fa un post pubblico e surreale sulla mordacità di un cane (un molosso di 27 cm di 15 anni e senza denti), si danno tutti gli elementi per individuare la consigliera "cattiva" e poi ci si nasconde dietro un ditino dicendo che non si è fatto il nome, si attacca il giornalismo e la professionalità dei giornalisti e si attaccano le minoranze facendo le vittime di un sistema che sarebbe una "macchina del fango" e sostenendo di essere gli unici ad essere informati e a dire la verità... e tutto ciò con la naturalezza di chi parla per oggettività e non come zerbino del potere di turno? ok, sono stato convinto :-D

Cristina commenta il voto - 16 Marzo 2018 - 21:11

Re: Dubbio bis
Ciao lupusinfabula non si deve fare un "mescolone" generale. Cominciamo col dire che la dirigenza sanitara, il Ministero dell'Interno (Polizia e Prefetti) mantenevano discipline speciali anche con la tentata riforma Madia. Gli spostamenti sono possibili in varie formule. Un dirigente tecnio dell'ediliziao o dei lavori pubblici di un comune può svolgere il suo mandato anche in un altro comune o ente locale. Ci sarebbe un ricambio di professionalità senza creare quella cancrena di intressi, clientele e potere. Pensiamo al Comune di Roma Un dirigente del personale di un ministero potrebbe fare la stessa mansione in un altro ministero, ente e regione. Un dirigente di sede periferica può cambiare più sede ecc. Non è richiesto che un esperto di agricoltura vada a lavorare in un tribunale o in un'Agenzia delle Entrate...

Cristina commenta il voto - 16 Marzo 2018 - 14:05

Un dubbio
Premesso che io ritengo la serietà un requisito strettamente personale e non altrimenti acquistabile, siamo certi che un dirigente del settore agricoltura(tante per fare un esempio) che nel corso degli anni ha acquisito una buona conoscenza del suo settore , sia altrettanto valido se lo si trasferisce d'ufficio al settore giustizia? Che ne saprà quuell'individuo di leggi, leggine e pandette? A me sta storia di trasferimento automatico dopo tot anni, indifferenziateo per tutti me pare ' na st.....ata! Personalmete, dopo 40 anni di lavoro nel mio settore pesno di aver acquisito buone conoscenze e professionalità, ma se mi trasfissero ad un altro settore probabilmente non saprei neppure da dove cominciare e i miei nuovi subalterni avrebbero buon e facile gioco a farmi girare come vogliono. Pensiamo ad un singolo settore: un dirigente medico di pneumologia sarebbe egualente un buon dirigente di gastroentorologia e odontoiatria? E siamo nelllo stesso settore medico/ sanitario....

Un elogio al reparto di urologia - 19 Febbraio 2018 - 13:49

Reparto Oncologico ----Domodossola
Complimenti al reparto, ma sapevo già da persone che sono state in quel reparto elogiando TUTTI, ma han peccato di non esprimere come Lei elogi al Reparto, che è GIUSTO fare verso persone che lo meritano. Grazie --grazie a tutti per la vostra vocazione e professionalità

Conferenza di Magdi Cristiano Allam - 25 Aprile 2017 - 10:33

Questione di metodo
Allam è liberissimo di combattere le sue battaglie ma questa attività dovrebbe essere fatta con una metodologia corretta facendo riferimenti a fonti reali e corrette senza manipolazioni di realtà che gli risultano antipatiche. E' anche e soprattutto una questione di metodo, serietà, rigore e professionalità.

Lega Nord su aggregazione di Cossogno - 14 Febbraio 2017 - 09:36

Re: Cari amici....
Ciao lupusinfabula mi sembra che continuate a pensare al facocitamento di comuni piccoli da parte di quelli grossi. Su questo punto di vista potresre aver ragione. Io invece sono propenso all'unione tra piccoli comuni. Unione che potrebbe rendere la loro voce, la voce della montagna, più forte. Unioni dove c'è più possibilità di creare squadrette di vigili urbani e varie professionalità da impiegare per il territorio.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti