Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

storia

Inserisci quello che vuoi cercare
storia - nei post

Da Locarno a Venezia a Parasi Incontra - 18 Febbraio 2020 - 13:01

Mercoledì 19 febbraio 2020, alle ore 21,00, incontro con Elisabetta Bianchessi (Presidente dell’Associazione Verdi Acque) per il ciclo Parasi Incontra.

“Senza Parlare” - 18 Febbraio 2020 - 11:04

Mercoledì 19 febbraio, alle ore 21, presso il Teatro Sociale di Omegna, va in scena “Senza Parlare”, spettacolo teatrale tra le iniziative per i 40 anni del Servizio Disabili del CISS Cusio.

"Osservazioni sul sentimento del bello e del sublime" - 18 Febbraio 2020 - 08:01

La società filosofica Italiana sez VCO, propone mercoledì 19 febbraio alle ore 20.30, presso la Biblioteca Civica “P. Ceretti” di Verbania Spazio Bib Hub (Villetta), per il Gruppo di Letture Filosofiche – “Lo spazio bianco” la lettura del libro: "Osservazioni sul sentimento del bello e del sublime" di Immanuel Kant.

Variabilità e cambiamenti del clima in Italia - 17 Febbraio 2020 - 18:06

Martedì 18 febbraio alle ore 11:00 presso l’Aula Tonolli dell’Istituto CNR IRSA, Largo Tonolli 50, Verbania Pallanza, seminario dal titolo: “Variabilità e cambiamenti del clima in Italia nel corso degli ultimi due secoli”. Presenta Maurizio Maugeri, Università degli Studi di Milano.

Appuntamenti in Biblioteca a febbraio - 16 Febbraio 2020 - 08:01

Febbraio è ricco di appuntamenti in tante biblioteche del VCO.

L'Ossola si conferma patria del Canicross - 14 Febbraio 2020 - 13:01

Sabato 15 e domenica 16 febbraio l’Ossola accoglierà i team del Canicross, disciplina che consiste nella corsa su sentieri sterrati con il proprio cane e sarà il teatro della IV edizione della Yeti Race, rinnovando una positiva tradizione che ha visto la Valle ospitare il Campionato Italiano nel 2016 e quello Europeo nel 2017.

Mirabella racconta Giacomo Puccini - 14 Febbraio 2020 - 09:16

Michele Mirabella racconta Giacomo Puccini. Un viaggio tra musica e parole alla riscoperta dell’opera lirica. Sabato 15 febbraio ore 21.00 presso Il Maggiore.

Cristina su puntelli ponte ferroviario - 13 Febbraio 2020 - 11:27

Ponte ferroviario puntellato a Mergozzo, Interrogazione Parlamentare dell'on. Mirella Cristina (fi) per conoscere lo stato di manutenzione dell'opera e per celeri lavori di consolidamento. Di seguito la nota.

Montani su candidatura a Capitale italiana della cultura - 13 Febbraio 2020 - 09:16

Riceviamo e pubblichiamo, una nota del senatore della Lega Salvini, Enrico Montani, riguardo alla collaborazione per la candidatura di Verbania a Capitale italiana della cultura 2021.

“Giorno del Ricordo” - 9 Febbraio 2020 - 08:01

Il Comitato 10 Febbraio, sorto successivamente alla promulgazione della Legge 92 del 30 marzo 2004 istitutiva del Giorno del Ricordo, raccoglie soprattutto cittadini italiani che, pur senza avere un legame diretto o famigliare con le tragedie delle Foibe e dell’Esodo giuliano-dalmata, si accostano con particolare sensibilità a queste pagine di storia patria.

Ciclo di Incontri sulla storia locale - 7 Febbraio 2020 - 18:06

Sabato 8 febbraio a Villa Giulia, alle 15.30, Leonardo Parachini inaugura l’edizione 2020 del ciclo di incontri sulla storia locale promosso dall’associazione IL PALLANZOTTO.

"Le terre del Verbano" - 7 Febbraio 2020 - 13:01

Ritorna il ciclo di incontri "Le terre del Verbano", che il Circolo del Pallanzotto, per il 6° anno consecutivo dedica alla storia dei luoghi che abitiamo.

"Aperitivo in dialetto" - 5 Febbraio 2020 - 18:06

Nuova iniziativa sperimentale, denominata "Aperitivo in dialetto" che nel corso del corrente mese di Febbraio prenderà l’avvio presso la nuova caffetteria annessa a "Casa Ceretti"di via Roma a Intra.

Fondazione Sacra Famiglia precisa su vertenza - 4 Febbraio 2020 - 18:06

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato di Fondazione Sacra Famiglia, a seguito del comunicato dell'On Mirella Cristina riguardante la vertenza con i lavoratori.

Serata Piroscafo Milano - 2 Febbraio 2020 - 18:06

Grandissima partecipazione ieri, a Villa Giulia, in occasione della serata dedicata all’affondamento del Piroscafo Milano, organizzata dal Comitato 10 Febbraio di Verbania.

Incontro sul "Piroscafo Milano" - 30 Gennaio 2020 - 17:04

Il Comitato 10 Febbraio di Verbania, in collaborazione con il Comune di Verbania e il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco organizza venerdì 31 gennaio 2020 alle ore 21.00 presso "Villa Giulia " a Verbania, una serata dedicata al "PIROSCAFO MILANO" con proiezione dei filmati relativi al relitto, realizzati dai Vigili del Fuoco e dai Sub Verbania.

Pallavolo Altiora netta vittoria - 28 Gennaio 2020 - 09:34

Turno favorevole per Altiora nel campionato di Serie C Regionale , i verbanesi liquidano con un secco 3 a 0 il fanalino di coda Invorio e approfittano del punto perso da Cuneo , ( vincente 3 a 2 contro Ormezzano), per agganciarla al secondo posto e tenere a distanza Chieri.

Giorno della Memoria a Gravellona - 26 Gennaio 2020 - 12:05

In occasione del Giorno della Memoria, lunedì 27 gennaio 2020 (ore 21.00, presso la biblioteca civica F. Camona), ricorrenza internazionale istituita nel 2005 dalle Nazioni Unite, l’Amministrazione invita la cittadinanza alla visione del cortometraggio “La Stella di Andra e Tati”.

Un vascello che mantiene giovani - 25 Gennaio 2020 - 12:05

Troppo spesso il senso comune porta a ritenere la terza età come una fase della vita durante la quale l’apprendimento termina, dove le passioni scemano, la voglia di fare progressivamente si riduce.

Un autunno di Fuoco con Milena Vukotic - 23 Gennaio 2020 - 08:01

Venerdì 24 gennaio 2020, alle ore 20, 45 al nuovo teatro di Cannobio sarà in scena Milena Vukotic, l’indimenticabile Pina, moglie del ragionier Ugo Fantozzi, alias Paolo Villaggio.
storia - nei commenti

Conferenza sulle Foibe - 12 Febbraio 2020 - 18:13

Re: Re: LA storia NON E' DI DESTRA O DI SINISTRA
Ciao SINISTRO nelle rivendicazioni jugoslave dell'epoca e nel come poi si sono sviluppati gli eventi c'è non solo da considerare il macigno dell'occupazione fascista e della susseguente sconfitta bellica, ma anche il fatto che al di fuori dell'Italia venivano viste (e come tali trattate) come provinciale imperialismo le mire italiane sulla costa istriana e dalmata, dove viveno popolazioni di lingua italiana che di fatto italiane non lo erano mai state. Veneziani fino al congresso di Vienna, e austriaci poi. Del resto già nel 1919 il mondo vedeva le mire italiane quantomeno irrituali. Non lo dicevo io che "Flume c'est la lune"...

“Giorno del Ricordo” - 11 Febbraio 2020 - 12:26

Re: Foibe !
Ciao Graziellaburgoni51 In effetti i 2 scempi sono collegati solo in ordine temporale. Idem per la Libia, dove per giunta i fascisti non furono i primi a bombardarla usando armi chimiche. Difatti in quell'occasione abbiamo un triste primato mondiale, iniziato sotto Giolitti. cioè primo Paese al mondo a sperimentare tale tipo di operazione bellica. E anche dopo abbiamo assistito al triste esodo di nostri connazionali..... La storia si ripete!

Conferenza sulle Foibe - 11 Febbraio 2020 - 08:57

Re: LA storia NON E' DI DESTRA O DI SINISTRA
Ciao "Cervello (poco)" in fuga e soprattutto non è sempre vero che la fanno solo i vincitori.... Vero è che il dilemma è sempre lo stesso: esodo forzato, con evidenti ripercussioni a livello socio-economico, non solo per i Paesi ospitanti ma anche per quelli cedenti, visto che i vuoti lasciati non possono essere colmati in breve tempo, oppure trattenere in modo altrettanto forzoso? Fatto sta che il vuoto consentì alla ex Jugoslavia, Paese vincitore, di rivendicare quei territori nei confronti dell'Italia, Paese sconfitto, le cui popolazioni oramai non risiedevano più là.

Conferenza sulle Foibe - 11 Febbraio 2020 - 05:56

Re: per Rocco
Ciao lupusinfabula Non sto dicendo che giustifichino, sto dicendo che è ipocrita ricordarsi solo la metà della storia che fa comodo

Conferenza sulle Foibe - 10 Febbraio 2020 - 17:10

LA storia NON E' DI DESTRA O DI SINISTRA
Il prof. Raoul Pupo, docente di storia contemporanea all'Università di Trieste e tra i massimi conoscitori dell'Esodo giuliano-dalmata e dei massacri delle foibe, dice: "C'è anche una ragione più generale, una ragion di Stato che è questa: la Jugoslavia era una pedina strategica fondamentale dell'Occidente e anche dell'Italia. Non la si poteva provocare. E sentir parlare di foibe e di esodo per Belgrado era una provocazione fascista. La Jugoslavia neutrale consentiva all'Italia di non essere sulla prima linea della Guerra Fredda. Il che significava che i carri armati sovietici stavano sul Danubio in Ungheria e non dalle parti di Gorizia". "La storiografia italiana s'è occupata d'altro. Da una parte la sinistra aveva imbarazzi evidenti con questo argomento. Dall'altra parte la cultura cattolica non era assolutamente nazionalista. Questi due elementi hanno pesato negativamente...E in più, la destra non ha mai avuto una storiografia". (cit https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/ldquo-sciagura-nazionale-che-non-va-negata-rdquo-ndash-giorno-226511.htm) In pratica, la destra, supportata dagli Stati Uniti e la NATO che vedevamo con il fumo negli occhi il PCI, ha favorito il silenzio sulle Foibe! BASTA CON LE LETTURE DELLA storia CON GLI OCCHI DELLA DESTRA O DELLA SINISTRA, LA storia VA STUDIATA E CAPITA, NON INTERPRETATA (TANTO PIU' ATTRAVERSO IL PENSIERO ODIERNO)! LA storia NON E' DI DESTRA O DI SINISTRA, LA storia E' LA storia, PUNTO E BASTA!!!!!

Conferenza sulle Foibe - 10 Febbraio 2020 - 13:25

memoria e verità storica
E' chiaro che la memoria di certi fatti in Italia, ancora oggi, è strumentalizzata (da entrambe le parti). Ed è chiaro che la memoria, e le sue giornate, hanno una valenza troppo spesso politica e propagandistica, permettendo ai promotori di turno di nascondere (in questo caso), dietro alle orribili sevizie sofferte da una ragazzetta, le indicibili atrocità promosse dal padre della stessa e dal governo dittatoriale che rappresentava con entusiasmo. La storia è un'altra cosa, e la storia ci dice chiramente che ad una occupazione feroce e ignorantissima, che è arrivata a creare un clima assurdo anti-italiano in zone come la dalmazia dove la classe borghese veneta conviveva da secoli senza problemi di sorta con il proletariato slavo, una occupazione dove più volte le SS (non la caritas) denunciavano con dispacci interni l'inutile e controproducente violenza dei fascisti italiani verso la popolazione (cose simili successero pure in Grecia, Libia e Albania, altro che "bravo soldato italiano"... a questa occupazione è seguita prima una lotta di resistenza, che accomunava resistenti (principalmente comunisti) italiani e slavi, e poi, con la formazione dell'esercito titino, di una repressione mirata, quasi una pulizia etnica, verso tutti gli italiani, ma anche, con forme anche più feroci, verso gli stalinisti yugoslavi. Questi sono fatti, e crecare di darne un colore politico, scegliendo "à la carte" quello che più piace, come ha sempre fatto il Menia, fa male alla memoria, non alla storia, perchè la storia resta quella. E parlare di "unica colpa" fa un po tristezza... la colpa, il dolo, lo decide il vincitore, di certo c'erano all'epoca, ragioni storiche (chiarissime) che portarono a quei fatti. Forse la vera colpa, se così si può dire, di tutti gli italiani (e delle altre nazioni che avrebbero pututo farlo), fu quella di non fermare per tempo l'avvento del fascismo in Italia... discorso paragonabile all'esatta incapacità di fermare l'avvento di Hitler o di capire (e fermare) la piega che aveva preso la Rivoluzione d'Ottobre, già pochi mesi dopo la presa dei palazzi. Celebrare come martire questa ragazza, plasmata al fascismo da una famiglia convintissima e pienamente addentro al regime ed ai vantaggi che questo portava, ci può pure stare, ma sicuramente non ha storicamente senso la sua strumentalizzazione: questa era una dei milioni di ragazzi europei ai quali dei regimi totalitari assassini hanno prima rubato la giovinezza e poi la vita, nel silenzio delle grandi democrazie. Ragazzi ammazzati non una ma dieci volte... altro che unica colpa... e minchiate varie... Saluti,

Conferenza sulle Foibe - 10 Febbraio 2020 - 12:34

Re: per Rocco
Ciao lupusinfabula vero è che, per decenni dopo la fine delle ostilità belliche, ci sono stati anche dei processi, quando la macchina della giustizia ancora funzionava, che hanno visto decisioni con luci ed ombre su ambo le parti in causa. Ma oramai è acqua passata, e la storia, che dovrebbe essere Maestra di vita per tutti noi, li ha già giudicati tutti. Inoltre, visto il notevole lasso di tempo trascorso, ci penserà un altro tipo di Tribunale, quello del Supremo.

Conferenza sulle Foibe - 8 Febbraio 2020 - 13:38

Il giorno del ricordo selettivo
IMHO più che unica colpa essere italiani, è stata u nica colpa aver avuto un governo fascisa che per un ventennio ha attuato politiche di pulizia etnica nei confronti delle minoranze serbo, croate nei territori italiani e che ha invaso la jugoslavia insieme al fido alleato tedesco durante la seconda guerra mondiale.. Quelle attuate nei confronti dei civili italiani a fine guera sono state vere porcate, ma sono statet in risposta ad altrettante porcate del governo fascista. La storia cerchiamo di ricordarla per intero, non selettivamente come piace a certe persone.

Montani: manutenzione, cittadini e turismo - 8 Gennaio 2020 - 11:06

Senza parole....
La verità è solo ed esclusivamente una: da troppo tempo abbiamo amministratori totalmente incapaci e incompetenti , gente impreparata ad amministrare la cosa pubblica, senza attaccamento ed amore per proprio territorio, gente che nella vita di tutti i giorni ha una storia di fallimenti personali e che si vuole cimentare in qualche nuova avventura riscattare.

Immovilli: Pedroli, situazione inaccettabile - 3 Dicembre 2019 - 10:17

... oh signür!
Sü sta storia, saress be mei che cüi dala Lega i tegnan la büca sarada!

Mergozzo: serata su sanità - 21 Novembre 2019 - 14:33

poca attenzione...
Credo che il Sindaco di Mergozzo, quando ha espresso la sua posizione, non si sia posto il problema di non essere solo un politico ma anche un cittadino residente a Mergozzo. Se le cose andassero come vuole lui, dovrebbe considerare questa storia: Una mattina mentre è in comune si prende un coccolone, arriva l'ambulanza, i paramedici invece che al DEA di Domo (31 km, mezz'ora) lo portano al PS di Verbania (10 km, un quarto d'ora), qui il medico di guardia dice: ictus, mandiamolo al DEA... l'ambulanza lo carica, ripassa da Mergozzo e lo porta a Domo. Qui si accorgono che è un'ischemia, "accipicchia, va portato a Novara!" e via, di nuovo a Mergozzo e giù verso l'Ospedale Maggiore. Le possibilità di scamparla a questo bel gironzolare per i bellissimi territori della provincia sono bassissime. Mettiamo che invece le cose vadano diversamente: gli viene il coccolone, l'ambulanza lo porta al DEA del nuovo ospedale di Gravellona (10 minuti scarsi), è grave... da lì prosegue subito in autostrada per Novara, dove lo operano dei medici bravissimi, si salva e vive felice. Certi politici dovrebbero capire che la gente si incazza selvaggiamente perchè hanno buttato caciara politica non su questioni politiche, ma su quello che ho appena raccontato, e sull'assistenza sanitaria non si fanno scambi politici, si dovrebbe essere seri e responsabili. Se poi a questi politici piace molto, come pare, la situazione ligure (che ai liguri che conosco non piace per nulla), allora potrebbero smetterla di fare giochetti con noi e con i nostri figli e andare ad asciugare il mare (Ligure) con il cucchiaino. Saluti

Sanità: Preioni attacca Marchionini - 6 Novembre 2019 - 05:16

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: per Rocco
Ciao Hans Axel Von Fersen Mi sa che sul caporalato dovresti informarti La prima legge di contrasto al capolarato è del 2011 (vedi Treccani: http://www.treccani.it/enciclopedia/caporalato_%28Lessico-del-XXI-Secolo%29/) Si può tranquillamente risalire all'indietro di un secolo o più, vedi per esempio - ""Vecchi e nuovi mediatori. storia, geografia ed etnografia del caporalato in agricoltura " https://www.jstor.org/stable/23728813?seq=1#page_scan_tab_contents:da cui cito "Il caporalato è una forma illegale di reclutamento e sfruttamento della manodopera diffusa da pià di un secolo nell'agricoltura ......" E non solo nel meridione, vedi nel ferrarese: - "Fattori, caporali e capisquadra. Note su mediatori e « mercato » del lavoro agricolo nel Ferrarese dell’Ottocento" https://journals.openedition.org/mefrim/3322

Ritrovato uomo in Val Grande - 30 Ottobre 2019 - 15:59

Libera scelta
Assodato che trattasi di una sua libera scelta e che le sue condizioni fisiche e, soprattutto mentali sono normali, penso sia giusto rispettare la sua volontà di estraniarsi dal mondo. Bene dunque l' aver preso contatto con lui ma ora sia lasciato in pace.Del resto non è una novità: milleeni di storia ci raccontano di eremiti ed asceti.

Forza Italia VCO su sanità VCO - 30 Ottobre 2019 - 06:44

E quindi?
A parte il solito commento amebico del solito hater, forza italia chi? Siete un partito finito come 5 stelle e pd anche a livello locale. Cosa avete fatto fino ad ora? Nulla di nulla. Fine della storia.

Lincio su viabilità provinciale - 3 Ottobre 2019 - 08:13

Ben detto
È ora di finirla con questa storia che le province non fanno nulla. Delrio anzi delirio e il suo compagno di merende che doveva lasciare la politica e ora sono ancora al governo hanno rovinato le province. Ricordate vero? Non più elette dal popolo e svuotate di soldi mentre le competenze sono le stesse. Come dire...solo questa superfeccia di ominicchi cattocomunisti favorevoli a sbarchi selvaggi e Ius di tutti i tipi ma contro gli interessi dei cittadini poteva fare un disastro simile e avere ancora il coraggio di far vedere le loro facce...

PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 20 Agosto 2019 - 13:17

Domanda per Paolino
Perchè, quelli venuti prima di lui ( Salvini) e quelli che verranno dopo,non avranno anche loro auto blu, scorta, elicotteri ed aerei, poltrone e relativi emolumenti? Ma dove vivi? Non puoi guardare la storia limitandoti solo ad un periodo di pochi mesi: sei proprio in malafede!

PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 16 Agosto 2019 - 14:17

disco rotto
ormai a corto,cortissimo di argomenti,gli ultras dell'indifendibile ripetono stancamente l'unica frasetta mandata a memoria. ovviamente mai una risposta nel merito,ma li capisco: difendere uno che azzecca così tante cappelle in così poco tempo,roba da far sembrare Toninelli un fine stratega,è compito impossibile anche per loro. respinto con perdite su tutti i fronti,sfoga la sua frustrazione contro un centinaio di poveracci,mostrando una cattiveria e un cinismo indecenti,soprattutto per uno che ogni minuto bacia un rosario. fortuna che tra qualche giorno tornerà a essere la nullità che è sempre stato. ah,ieri sono usciti i dati sulla criminalità che dimostrano che tutte le favole sull'emergenza immigrati,emergenza crimini,emergenza il piffero,sono colossali bugie. tutti i crimini sono in calo,tranne quelli da armi detenute LEGALMENTE,e gli omicidi in ambito familiare (che hanno superato quelli per mafia),a dimostrazione che la situazione è esattamente l'opposto di quella urlata ai quattro venti e che solo gli ultras si bevono. un unico dato è in controtendenza: le espulsioni! sì perchè l'incapace,dopo aver promesso di buttare fuori 600mila clandestini,non ha buttato fuori nessuno,riuscendo a far peggio del PD! per quelli che adesso si chiederanno da dove arrivano questi dati che sput...nano capitan mojito...beh,tenetevi forte,arrivano dal suo ministero! sembra impossibile,ma esiste un Matteo in grado di rivalutare l'altro Matteo,che fino a ieri sembrava a tutti il peggior politico della storia.

PD: "I 34mln per la SS34 già c'erano" - 8 Agosto 2019 - 18:51

il popolano da 20mila euro al mese
"Salvini è il popolo",l'ultima perla! parliamo di uno che prende 20mila euro al mese da 15 anni. prima facendo finta di fare l'europarlamentare (ricordiamolo,ha il record ognitempo di assenteismo,mai nella storia del parlamento europeo qualcuno ha lavorato meno di lui),ora tragugiando salamelle e mojiti da parlamentare e ministro. è nei palazzi del potere da un ventennio,ha contatti anche sospetti (come dimostrano le ultime vicende giudiziarie) anche all'estero,insomma parliamo di un pezzo grosso dell'establishment: la crema dell'elite! poi se per essere iscritti alla categoria popolo basta vestirsi male e parlare come uno scaricatore di porto allora ok. voi confondete la sceneggiata ad uso e consumo dei suoi ultras con la realtà,parliamo di uno che se fosse "del popolo" non andrebbe sempre circondato da un esercito di polizia come nessuno mai prima. poi sulle colpe della sinistra (poi sinistra...diciamo centro,di sinistra non se ne vede da vent'anni) siamo tutti d'accordo,ma non facciamoci prendere ancora in giro dall'ennesimo omino forte,come prima Renzi e Berlusca,tutti prima idolatrati e poi schifati. smettetela di fare gli ultras ciechi e sordi,possibile che non vi sfiori il pensiero che forse non sia così infallibile il vostro nuovo idolo?

Verde infestante sui marciapiedi - 18 Luglio 2019 - 11:35

PUNTI di VISTA temporali
Ciao SINISTRO Lunedì sera ero a cena proprio sul quel tratto e di macchine ne sono passate ben quattro, più tre moto (in transito non residenti). Mi sono fermato per circa un'ora e mezza dalle 20.45. Certo. Poteva essere un caso isolato (4 auto + 3 moto non lo sono) ma così non funziona. Il tratto deve essere chiuso in maniera tale che NESSUNO possa passare. Certo. Se fossimo in Danimarca alla sola visone del cartello di strada a fondo chiuso (posto all'altezza del portico comunale) le auto tornerebbe indietro. Invece da noi si prosegue e alla visione della transenna (di 70 cm in plastica del peso di 4 Kg) con il cartello di divieto di transito si va oltre e si scorrazza in quegli 80 metri di "isola della tristezza". Dall'altra parte della strada, proprio sul pezzo di recente rifacimento c'erano famiglie con bimbi piccoli che forse avevano scelto il luogo proprio per quel motivo (isola pedonale). A queste condizioni sono d'accordo con te…….era meglio lasciare il parcheggio….almeno così la gente manco si illudeva. Poi hai ragione pochi posti auto……..troppo lontano il parcheggio dell'ospedale che, dopo le 18, è praticamente vuoto. Caro Sinistro…...quella della mancanza di parcheggi è solo una scusa. Direi, più che altro, che c'è la mancanza di voglia di far due passi (ma proprio due…..) e, parimenti, la mancanza di scelte coraggiose da parte della P.A. Ma questa è un'altra storia…..lasciamo perdere. Riguardo al resto……..direi che se i verbanesi non riescono ad essere educati…..esistono due possibilità: 1. continuare come sempre a far finta di niente…..fischiettando. 2. applicare i regolamenti comunali e le norme che già esistono e sanzionare da chi butta la sigaretta per terra a chi non raccoglie le deiezioni del proprio cane, passando anche da chi esercisce un locale pubblico con plateatico e non si occupa della pulizia intorno ad esso a chi ha un cantiere edile aperto da 11 anni e non si decide a finirlo/smontarlo. Da chi non taglia la propria siepe a chi buca la via sotto casa per le forniture energetiche e sanitarie e poi ripristina in qualche modo lasciando agli ammortizzatori delle auto fare il resto. E' tutta questione di indirizzo politico ed capacità organizzativa. Il potere politico non deve sensibilizzare le autorità di P.M: ma indirizzare chiaramente senza compromessi al rispetto dei regolamenti e del vivere civile e democratico dove, innanzi a tutto, stanno gli interessi generali della comunità. Alegar

Montani su assemblea sanità VCO - 14 Luglio 2019 - 13:56

Ma davvero???
Ma davvero credete che alla gente comune, al popolo, alla massa, interessi qualcosa della storia dei rubli, di Savoini e di fatti come questi? Gli italiani hanno vissuto decenni con il PCI foraggiato dall'URSS e la DC foraggiata dagli USA e Vaticano e non ne è mai importato nulla a nessuno: chi voleva votare PCI ha continuato a farlo e chi voleva votare DC idem.Ciò che conta al popolo sono o i fatti che lo riguardano da vicino e certo hanno apprezzato quota100, la riduzione degli sbarchi dei sedicenti profughi, la lotta che si sta tentando di fare ai traghettatori vari, il reddito di cittadinanza, l'abolizione dei vitalizi, i decreti che aumentao ed ampliano la sicurezza, ciò che si sta facendo per l'autonomia, le nuove norme sulla legittima difesa e via elencando: questo interessa la gente comune, di tutto il can can messo in piedi da chi vuole ricorrere ad ogni mezzuccio per ribaltare il governo o magari Salvini in particolare non importa nulla a nessuno così come a nessuno importa se Sala ha retrodatato o meno qualche documento.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti