Il BLOG pubblico di Verbania: News, Notizie, eventi, curiosità, vco

emergenza

Inserisci quello che vuoi cercare
emergenza - nei post

Segnalazioni danni siccità produzioni agricole - 13 Settembre 2022 - 18:06

Trasmissione delle segnalazioni dei danni per siccità delle produzioni agricole; termini ancora aperti. Domanda da presentare al Protocollo Generale del Comune presso il quale si sono verificati i danni.

Truffato da finto Carabiniere - 12 Settembre 2022 - 18:06

Nei giorni scorsi un ottantenne residente nel verbano è stato vittima di una truffa ad opera di malviventi che, fingendosi appartenenti alle forze dell’ordine, hanno telefonato alla vittima comunicandogli che il figlio era rimasto coinvolto in un incidente stradale a seguito del quale era in stato di fermo in caserma, aggiungendo che per il suo rilascio occorreva pagare una cauzione.

Corso alla Squadra Nautica - 11 Settembre 2022 - 15:03

L’associazione Anpas Squadra Nautica di Salvamento di Verbania invita a partecipare alla serata di presentazione del nuovo corso di formazione gratuito per diventare volontari soccorritori.

emergenza energia: Presidenti Confindustria Nord incontrano assessori regionali - 31 Agosto 2022 - 15:03

Si è svolto ieri (lunedì 29 - ndr) un incontro straordinario tra i Presidenti Annalisa Sassi (Confindustria Emilia-Romagna), Francesco Buzzella (Confindustria Lombardia), Marco Gay (Confindustria Piemonte), Enrico Carraro (Confindustria Veneto) e gli assessori allo Sviluppo Economico Vincenzo Colla (Emilia-Romagna), Guido Guidesi (Lombardia), Andrea Tronzano (Piemonte) e Roberto Marcato (Veneto).

Unione Industriale VCO: preoccupazione tra le aziende - 31 Agosto 2022 - 08:01

Preoccupazione tra le aziende del VCO: "caro energia, instabilità politica, inflazione, scenario internazionale complesso. Servono misure urgenti ed efficaci".

Collisione tra due natanti - 29 Agosto 2022 - 08:01

Alle ore 18.28 ( di domenica 28 agosto - ndr) circa giungeva presso la sala operativa della Guardia Costiera a Solcio di Lesa una chiamata di soccorso, dal numero unico di emergenza, che segnalava la collisione tra due natanti a circa 250 metri dall’abitato di Ranco (VA).

Ghiacciai Monte Rosa in veloce arretramento - Video - 22 Agosto 2022 - 19:11

Ghiacionevati di Flua, scomparsi quasi del tutto. Ghiacciaio di Indren, in due anni registrato un arretramento frontale di 64 metri, 40 solo nell’ultimo anno. Legambiente: “Dato mai registrato negli ultimi cinquant’anni anni. Preoccupante per un ghiacciaio al di sopra dei 3.000 metri di quota”.

ASL VCO su servizi sanitari - 10 Agosto 2022 - 11:32

Riceviamo e pubblichiamo, una nota di ASL VCO, che riporta alcune precisazioni a margine della conferenza stampa, riguardanti l'organizzazione dei servizi sanitari.

Verbania Futura su sanità VCO e dichiarazioni Marchionini - 7 Agosto 2022 - 15:03

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del gruppo civico, Verbania Futura, riguardante la sanità del VCO e le dichiarazioni del Sindaco Marchionini, nella recente conferenza stampa.

Lega Vco risponde a Marchionini su sanità - 6 Agosto 2022 - 14:33

Lega Salvini Vco: “Sul tema della sanità da Marchionini solo attacchi assurdi e strumentali”.

Ordinanza per la limitazione dell'uso dell'acqua a Verbania - 20 Luglio 2022 - 18:06

Preso atto della difficile situazione di emergenza idrica che sta interessando anche il territorio del Comune di Verbania dovuta al persistere dell’assenza di precipitazioni e delle elevate temperature, e rilevata quindi la necessità di dover limitare ogni possibile ulteriore utilizzo dell’acqua rispetto alle prioritarie esigenze d’uso potabile ed igienico sanitario, su tutto il territorio comunale è in vigore l'ordinananza con il divieto di utilizzo dell’acqua per usi impropri.

Crisi idrica: la risposta da Caprezzo - 18 Luglio 2022 - 18:06

Riceviamo e pubblichiamo, un comunicato del Sindaco di Caprezzo, Pierangelo Ballardini, in risposta a quello del Gruppo Consiliare, Comunità e Impegno, al Comune di Cambiasca, riguardante la Crisi idrica, e possibili sprechi.

Crisi idrica: una nota da Cambiasca - 17 Luglio 2022 - 10:03

Riceviamo e pubblichiamo, una nota del Gruppo Consiliare, Comunità e Impegno, al Comune di Cambiasca, riguardante la Crisi idrica che, come tutto il territorio, sta attanagliando anche Cambiasca Caprezzo.

Lavori alla Piscina Comunale - 7 Luglio 2022 - 09:16

Sono iniziati in questi giorni i lavori presso la Piscina Comunale di Verbania a Intra, per ridurre la profondità della vasca interna.

Siccità: il Piemonte necessità di 250 interventi - 6 Luglio 2022 - 18:06

Il presidente Cirio e gli assessori Marnati, Gabusi e Protopapa: “Confidiamo sia riconosciuto lo stato d’emergenza e programmati gli interventi entro l’estate”.

Siccità: riconosciuto lo stato d'emergenza - 5 Luglio 2022 - 16:35

Il Consiglio dei ministri ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza, fino al 31 dicembre 2022, in relazione alla situazione di deficit idrico in atto nei territori di Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Veneto.

emergenza siccità. La pesca nel Parco è sospesa - 23 Giugno 2022 - 14:33

Stante la grave situazione siccitosa e al fine salvaguardare la fauna ittica dei corsi d'acqua del Parco Val Grande l'attività di pesca è sospesa.

PD Verbania su visita Cirio - 23 Giugno 2022 - 08:01

"Presidente Cirio presente ad Omegna a pochi giorni dal voto. Sicuramente verrà anche all’assemblea sulla sanità a Verbania.".

PD risponde alla Lega su assemblea sanità - 18 Giugno 2022 - 09:34

PD Verbania: "Sanità: la Lega (e la Regione?) continuano a scappare dal confronto. Da tre anni ormai!"

A Silvio Pella il 40° Premio Fedeltà alla Montagna - 16 Giugno 2022 - 09:35

A Macugnaga fervono gli ultimi preparativi organizzativi atti ad ospitare gli avvenimenti che saranno collegati alla consegna del 40° Premio Fedeltà alla Montagna che il prossimo 16-17 luglio sarà consegnato all’alpino Silvio Pella del Gruppo di Macugnaga.
emergenza - nei commenti

Verbania Futura su riqualificazione di Piazza Garibaldi - 22 Settembre 2022 - 12:38

...altre possibilità....
Mi pare che nel comunicato traspaia un pò di pessimismo. Va certamente detto che, un lavoro così importante dovrebbe forse approntarlo il futuro sindaco e giunta. Ma forse le soluzioni sono a portata di mano e possono essere trovate a costo quasi zero, a patto che tutti ci si metta un pochino di impegno (TUTTI). Se è vero che i parcheggi a stretto contatto con il centro di Pallanza non sono molti va comunque sempre ricordato che i parcheggi dell'ospedale, a partire dalle 16:00 del venerdì sino alle 07:00 del lunedì, sono praticamente vuoti. Certo, gli avventori e/o clienti debbono fare 200/300 metri a piedi ma dovranno abituarcisi perchè prima o poi il lungo lago verrà finalmente e definitivamente chiuso e gli spazi sono quelli che sono. Riguardo a dehors che attualmente sono in essere, il 50% dell'occupazione dovrà essere smantellata alla scadenza dell'emergenza COVID e restituita al pubblico (vedasi occupazione delle aiuole.....da parte di ristoratori che hanno di fatto raddoppiato i propri coperti.........imbarazzante). I dehors stabili non sono così numerosi come si crede e certamente la zona da rifare per prima, dovrà certamente essere quella, così da restituire prima possibile la superficie ai vari locali. Riguardo ai parcheggi in più perchè il comune non cerca uno scambio edilizio tra la ex caserma dei Carabinieri e la struttura ex Orsoline? Quest'ultima si presterebbe meglio come parcheggio e darebbe continuità affiancandosi a quello già esistente.

Investimenti sulle perdite idriche - 31 Agosto 2022 - 22:39

SINISTRO
cosi' dovrebbe essere! peccato che circa 3 settimane fa, in piena emergenza idrica, davanti la mia abitazione per dei lavori e' stato rotto il tubo dell'acqua e, nonostante le ripetute telefonate, acqua novara vco, ha mandato a riparare dopo 2 ore di orologio, non pensando nemmeno minimamente che avendo in corso un'altra urgenza, potevano mandare anche solo un operaio a chiudere l'acqua e posso assicurarti che non ne usciva poca, tuttaltro!

Pulizia spiaggia a Suna - 29 Luglio 2022 - 12:33

Rispetto delle leggi
A proposito di rispetto delle leggi e delle norme leggo stamattina che i Carabinieri di Arona hanno tratto in arresto un ladro seriale di carte di credito (...non un gettatore di mozziconi): fin qui nulla di nuovo, ne abbiamo anche di connazionali esperti nel ramo. Ciò che più mi disturba, mi infastidisce, mi irrita e mi fa venire il fumo agli occhi è che nell'articolo (giustamente!!!!) si precisa "....albanese pregiudicato, irregolarmente soggiornante sul territorio nazionale...." Ecco io spero in nuovo governo per il quale stranieri pregiudicati ed irregolarmente soggiornanti sul territorio nazionale non ve ne siano più per nessun motivo e per nessuna ragione. Chiedo troppo se chiedo un governo che faccia rispettare le leggi e che le adegui a questa emergenza?

PD Verbania su sanità locale - 27 Luglio 2022 - 08:58

Re: Mi verrebbe da dire..
Ciao robi sulla questione ospedale unico le responsabilità sono bipartisan: inutile negarlo. L'emergenza covid ha avuto un effetto propellente, cioè ha fatto emergere delle criticità che fino a quel momento erano state accantonate, senza nulla togliere a chi ha gestito tale emergenza: vedasi, ad esempio sull'altro fronte, l'Emilia Romagna. Riguardo la faccenda Salvini-Meloni, beh, mancano le condizioni democratiche in quanto non riescono a trovare un punto d'incontro: basterebbe capire, e non credo sia così difficile, che non può vincere e governare chi prende meno voti, mettendo da parte invide e rancori personali. Qualcuno giustamente ha detto che la sinistra alle amministrative ha vinto perché la destra fa di tutto per perdere! Infine su Orban credo che oramai non abbia più nulla da dire o dimostrare, visto che continua a fare il vassallo di Putin e Kirill, non avendo una chiara visione del futuro dell'Europa. Almeno decidesse una volta per tutte con chi schierarsi, senza i soliti valzer e balletti ondivaghi!

Ordinanza per la limitazione dell'uso dell'acqua a Verbania - 21 Luglio 2022 - 13:07

A parte...
A parte che altri comuni hanno emesso ordinanze più dettagliate e logiche che vietavano l'annaffiamento dei giardini con mezzi a bocca libera ( canne lasciate aperte per ore, impiego di girandole con timer che le fa andare nelle ore notturne per ore ed ore) lasciando libero l'uso di manuale di annaffiatoi, ha ragione Filippo quando indica il lago come fonte di acqua potabile, alcuni comuni (Ghiffa mi sembra) già lo fanno da anni: pompano acqua dal lago nei serbatoi dell' acquedotto , la potabilizzano ( oggi si può potabilizzare senza l'impiego di cloro con l'impiego di apposite lampade) e la immettono nella rete idrica. Sono provvedimenti che, in casi emergenza, almeno per i comuni che si affacciano direttamente sul lago,. si possono adottare rapidamente e con l'impiego di tubature volanti che possono poi, eventualmente, essere rimosse.

Ordinanza per la limitazione dell'uso dell'acqua a Verbania - 21 Luglio 2022 - 11:31

Lago in secca???
Stamattina ho visto che nel lago c'è ancora acqua per cui non capisco l'emergenza idrica. Lupusinfabula se ti arriva un controllo puoi sempre dire che hai usato l'acqua del lavaggio verdura!!!!!

Comitato Salute VCO: "Ringraziamento ai Sindaci" - 13 Luglio 2022 - 13:58

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Complimenti
Ciao robi beh, il goniometro, quando si pianifica una rete di emergenza serve, perchè i secondi valgono vite umane, e allungare il tragitto di ultima possibilità (ospedale VCO- Hub di Novara) di 5 minuti si può quantificare in +x morti/anno, di 10 in +y morti/anno e così via. Per questo dico Gravellona, che potrebbe pure essere non baricentrico, ma è servito bene e sta al casello da cui correre verso l'hub. Riguardo tornare con Novara, la mia opinione è semplicemente dettata che è una clinica universitaria di primo livello e che i problemi che abbiamo al castelli, a Borgo non ce li hanno, proprio grazie all'università. facciamo del castelli un borgo2 e siamo a posto. Poi anche a Novara hanno i loro problemi, vedi il casino fatto (indovina da chi? ha la barbetta bianca e lavora a torino) sul nuovo ospedale. Anzi... se vuoi un'opinione sulla professionalità dell'assessore e credi che io sia di parte, chiedi al sindaco di novara (stesso partito dell'assessore) :-))) però per risolvere la situazione l'unica cosa possibile è dimenticare la politica e ragionare da tecnici. la soluzione è chiara, e sarebbe pure a portata di mano, peccato che non succederà mai...

Situazione epidemiologica (28/05/2022) da Regione Piemonte - 29 Maggio 2022 - 10:13

Re: RISULTATI COVI
Buongiorno MALARA MARIA ANGELA, purtroppo con la fine dello stato di emergenza, Regione Piemonte ha smesso di diffondere il bollettino dettagliato e si limita a questo breve focus quotidiano su situazione epidemiologica e vaccinazioni. Tuttavia sul sito regionale c'è una mappa dettagliata città per città, stiamo facendo alcune prove tecniche per poterla includere nell'aggiornamento quotidiano che pubblichiamo sul blog. Se tutto sarà funzionante lo vedrà nei prossimi aggiornamenti. Grazie di seguirci!

Croce Verde nuovi corsi - 10 Marzo 2022 - 09:11

Re: Re: Re: Rispetto ed apprezzamento
Ciao Hans Axel Von Fersen siamo in una fase di transizione tra la fine dell'emergenza sanitaria (31/03/2022) e l'inizio di quella umanitaria, che durerà fino al 31/12/2022, per ora....

Codacons su lettera Trenord - 8 Marzo 2022 - 16:53

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Immigrazione e immigra
Ciao robi non si può mettere il bavaglio alla verità, anche se è fastidiosa, pena il rischio di cadere in una spirale di contraddizioni:" https://www.lanotiziagiornale.it/fratelli-di-russia-ma-pure-ucraina-ecco-la-meloni-formato-matrioska/" . Bisognerebbe tenerlo sempre a mente, non solo una volta all’anno. In particolar modo quando vicino casa nostra c’è una sciagura che travolge tutto. Sempre che, in nome dell’ipocrisia, non vogliamo come al solito voltare la faccia e guardare solo al nostro orticello… Inoltre, quando la leader di FdI era candidata a sindaco di Roma, ma era in dolce attesa, l'unico che la difese dalle illazioni dell'attuale responsabile dell'emergenza covid meneghina fu proprio il fiorentino. Come vedi, la realtà è ben diversa dall'immaginazione.

Codacons su lettera Trenord - 8 Marzo 2022 - 09:49

Re: Come no!
Ciao lupusinfabula un'invasione senza valide giustificazioni (come quella in Ucraina) comporta quasi sempre un'emergenza a tempo indefinito. Chi perde tutti e tutto non ha dove tornare. Inutile farsi false illusioni, purtroppo questa è la triste realtà della guerra, come accaduto in Afganistan.

Codacons su lettera Trenord - 7 Marzo 2022 - 13:06

Come no!
Pensala come vuoi ma io faccio distinzione tra un'immigrazione ed un'altra, una di invasione senza valide giustificazioni ed una d'emergenza e limitata nel tempo. E se devo dirla tutta, questi almeno sono europei con usi, abitudini e tant'altro affine a noi ( tanto per fare un'esempio non mi risulta che in Ucraina sia in voga l'infibulazione femminile!) e soprattutto non vengono qui per portarci l'Islam con annessi e connessi. E non voglio un'Italia multirazziale.

CNA Piemonte Nord su blocco superbonus - 23 Febbraio 2022 - 06:47

Bonus..
Io sono da sempre contrario a bonus e falsi regali. L'economia e il mondo del lavoro si rialzeranno solo diminuendo drasticamente la pressione fiscale su imprese e cittadini e tagliando gli sprechi. Prima ti sommergono di tasse e poi ti fanno credere di essere dalla tua parte elargendo inutili e anche dannosi bonus che puzzano di voto di scambio.. Vedasi bonus monopattino! Con i loro bonus mi sciacquo le terga. Poi se in momentacci come questo ne fanno uno di emergenza va bene. Ma se muore sul nascere per un sistema creditizio assurdo allora a che serve? Siamo un paese morto e non lo sappiamo ancora...

Comitato Salute VCO: "Piuttosto che niente... è meglio piuttosto" - 11 Febbraio 2022 - 11:53

Re: Re: Re: Re: Re: Dove eravate?
Ciao robi le mie idee politiche sono definibili di sinistra, non ci piove, ma sono ben lontane da quello che il panorama politico italiano ed europeo offre oggi, quindi non ho nessun senso di vicinanza verso una parte, o l'altra, o l'altra. A me manco piace il suffragio universale, figurati... ma in questo caso non credo sia una questione di preferenze se mai ci fossero, ma di oggettività. Nell'amministrazione locale destra o sinistra o centro contano relativamente, contano le capacità manageriali e la voglia di circondarsi di persone brave e con conoscenza. In Piemonte, nella sanità, c'è stato, a mio avviso, una costante caduta di professionalità, che nella giunta attuale è arrivata al suo apice. Perchè? Non lo so, posso immaginarlo, ma indipendentemente dalle ragioni è un fatto. Il fatto stesso che la campagna di vaccinazione sia stata di fatto commissariata dall'Ambiente (ed è andata bene, hai ragione) è un fatto chiarissimo. Così come il fatto che la gestione della stessa dal punto di vista ospedaliero sia stata un mezzo disastro, con un totale tracollo della medicina preventiva in tutte le altre patologie. Su questo ha influito l'icapacità manageriale delle ASL, che sono state pedine di scambio tra politici in un modo assurdo. E' vero che (pourtroppo) le nomine hanno da sempre una selezione politica, ma che questa si trasformi in un tracollo totale di professionalità è un'esclusiva di questa giunta, cosa che per esempio non era capitata con Cota, tanto per stare tra le giunte di destra, o di Chiamparino. Mancano le professionalità? Non credo, semplicemente è crollato il livello culturale dei politici che scelgono le stesse. Poi c'è tremenda superficialità (o incredibile ignoranza?). Che energia e materie prime sarebbero diventate ben più costose lo sapevano da un anno pure i sassi (io stesso, che sono l'ultimo minchione, mi sono preso gli accumulatori per i pannelli solari a settembre) ma solo l'assessore piemontese non ha rivisto i termini delle gare per le due città della salute, facendo tracollare le gare, in Veneto o in Lombardia le hanno corrette per tempo... strano no? Così tutto il nostro sistema perde attrattività, i medici bravi si prepensionano o vanno all'IEO... e i concorsi vanno deserti ormai non solo a Domo (dove lo sono da anni), ma anche al Maggiore di Novara (dove hanno appena bucato un posto da cardiologo!) e a Torino! Però se il territorio fosse coeso, sarebbe più facile gestire a livello locale la sanità, è banale ma è stravero. Ed è questo il problema principale per il VCO. Se le forze politiche locali dicessero che siamo tutti daccordo per un ospedale a gravellona, un centro d'emergenza a Domo, e una flotta di due tre eliambulanze per gestire le montagne oltre a 4-5 case della salute serie, e lo ripetesse ad ogni incontro, la ragione sarebbe con le spalle al muro, perchè noi diremmo esattamente quello che il Ministero vorrebbe sentirsi dire. Ma non succede. Certo, perdere l'ospedalino è un dramma per Domo, ma sarebbe compito della Provincia, e della regione, immaginare misure per la mitigazione del danno causato dalla perdita di quei due trecento posti di lavoro. Ma questa sarebbe fantascienza... quindi non so... di sicuro non credo sia un problema da affrontare come destra o sinistra... i coccoloni vengono a tutti, ed un soccorso efficiente lo vorrebbero tutti (per tutti). ciao!

Medici di Famiglia, salgono a 1800 gli assistiti - 19 Novembre 2021 - 07:43

Soluzione???
Forse è il caso di aumentare il numero dei medici di famiglia nella zona invece di alzare il tetto massimo di assistiti per medico. Ma che razza di soluzione è? Allora aumentiamo anche le ore di lavoro per ogni medico? Ovviamente in questo modo si riduce la qualita del lavoro, come faranno a stare dietro a tutti? Siamo proprio alla frutta! Altro che emergenza sanitaria!!

Indebita percezione Reddito di Cittadinanza - 9 Luglio 2021 - 09:59

Re: Ottimo lavoro
Ciao lupusinfabula io invece penso che questa ulteriore mancia elettorale poteva benissimo essere evitata, invece di barattarla con la quota 100, visto che già abbiamo altri strumenti assistenziali: indennità di disoccupazione, reddito di sussistenza, di emergenza. Se poi aggiungiamo che la misura, almeno nelle intenzioni iniziali, avrebbe dovuto essere dinamica, cioè avrebbe dovuto creare posti di lavoro, ma così non è stato, allora si delinea il più completo fallimento di tale bislacco strumento.

Cristina chiede controlli degli Impianti a fune - 26 Maggio 2021 - 11:32

Un bel tacere dei politici non fu mai scritto
Tutti gli elementi di qualsiasi impianto, anche nuovi, possono rompersi ma con gli arresti di questa notte è emerso che, per puro interesse economico a NON fermare l'impianto, era deliberatamente DISATTIVATO il freno di emergenza. Quindi perchè richiedere interventi al Governo????

Piano IRES: una nota di alcuni sindaci - 12 Maggio 2021 - 14:39

Re: Noto
Ciao lupusinfabula hai perfettamente ragione, il fatto è che la nostra sanità è disegnata da una legge che si rifà agli standard OMS, che a loro volta si basano sul modello anglosassone e, se per alcuni versi vanno bene, per altri sono per noi assurdi. Tanto per fare un esempio, la Germania che vent'anni fa utilizzava standard di questo tipo, si è spostata verso un tipo di sanità che (a parte l'intervento del privato) si rifà tantissimo alla sanità italiana anni 80-90, prima che cominciassero i tagli lineari (e funziona). Per esempio se prendessimo un etrritorio poco abitato e con disagio di mobilità come lo Schlswig Holstein, paragonabile più o meno al nostro "quadrante", vediamo che ci sono 2 hub (Kiel e Lubecca), 3 (o4) ospedali con l'equivalente dei nostri DEA di primo livello, posizionati a raggio intorno ai primi a distanza di circa 40 km uno dall'altro, e una decina di ospedali/clinica (delle sorta di super case della salute con una ventina abbondante di posto letto ciascuna e specializzazioni particolari che le rendono uniche) gestite da privati con però assistenza al pubblico. Alcune hanno pure centri di prima emergenza. In questo sistema il privato guadagna circa il 3-6% per prestazione al pubblico (in Italia stiamo tra il 15 e il 20). Questo perchè l'emergenza si gestisce con reti di prossimità, non si fa facendo turismo sanitario sulle montagne. Comunque resta il fatto che noi oggi abbiamo quella legge, e per scamparla si dovrebbe andare in deroga. E' possibile? C'è chi dice di si e chi dice di no, io non lo so, però il Piemonte da quindici anni questa strategia l'ha sposata in pieno e la segue senza fiatare. C'è poi un altro problema, non secondario, che invece giustifica la legge in vigore... la selezione del personale: con reparti piccoli e poche risorse non si attraggono i medici bravi, che giustamente vogliono far carriera. Già oggi questo a mio avviso è il problema princiaple dei nostri ospedali (vedi già oggi concorsi che vanno tristemente deserti a Domo). Ultima cosa: il polverone attuale è stato sollevato dal sindaco di Domo che alla prospettiva di avere un ospedale ad Ornavasso non ha detto che sanitariamente era un problema ma ha detto, testuale: senza ospedale Domo muore economicamente. Il suo problema è preservare (in città) i posti di lavoro legati all'ospedale. Questo, che è l'elefante nel salotto che nessuno vede, è il vero problema. Ragionare di sanità facendo altri conti. Io la vedo da esterno, delle storie vecchie, di Piedimulera e delle vecchie decisioni non so praticamente nulla (manco stavo in Italia), però questa discussione è davvero assurda a mio avviso...

Lega su futuro sanità VCO - 30 Aprile 2021 - 10:58

che noia
io dico, state al potere, fate come vi pare, imponete le vostre scelte... ci sta v'hanno votato! a questo punto perchè pensare di avere a che fare con degli stupidi e continuare con questi comunicati da presa per il naso? Vi racconto una storia di fantasia: se 4 anni fa vi avessero promesso (i vostri capetti lombardi di allora, mica io) un intervento del privato lombardo a sostegno della sanità del VCO (che è un pozzo senza fondo e senza finanziamenti dato che proporzionalmente quanto io pago da Verbania in tasse per la sanità la Regione lo devia significativamente verso Torino e soprattutto Cuneo, e qui arrivano le briciole), e che solo l'idea di prendere in mano un centro ospedaliero del 1800 a Domo aveva fatto sganasciare i membri del CDA del grande istituto privato (e che avrebbe comunque creato problemi al sindaco-ras locale) i quali invece vi avevano proposto un centro di riabilitazione oncologica al Castelli, e voi aveste preso la palla al balzo, pensando così di far piacere al membro del CDA vostra espressione e 2) investire per un nuovo nosocomio senza alcun senso tra i bricchi, collegio del vostro amichetto locale... ma se poi la cosa si fosse scontrata con una "imprevedibile" pandemia che ha fatto riscrivere i piani al privato, che è scappato, e che ora sperate di risolvere andando dall'altro privato lomabrdo, un po più piccolo, ma comunque vostro amico, che vi dice: magari facciamo una clinica tipo Veruno del Castelli, così vi diamo pure la scusa per dire che terrete aperto un piccolo DEA che ci servirebbe comunque... ma se questo privato non solo non ha alcun piano di sviluppo in questo senso, e anzi, ha già congelato altri piani di sviluppo proprio qui da noi... però non potendo dire "ok, ci siamo fidati di quello che chiameremo con un nome di fantasia Bobone che invece c'ha mollato in mutande, ora cercate di vendere una decisione totalmente ridicola mascherandola con la solita tattica di svicolare (facciamo le case della salute!!! e grazie al cavolo, siete obbligati dal recovery a farle sennò vi tagliano i fondi! e comunque sono cose che non centrano nulla con le emergenze)... la storia di fantasia finisce qui... e finisce male, nel senso che vuol dire condannare tante persone ad una sanità d'emergenza del cavolo (mettete più ambulanze medicalizzate? bravi prima però assumete i medici, cosa che non siete capaci di fare manco in pandemia, figuriamoci in tempi normali...), strano che non mettiate teletrasporti tipo StarTrek, il livello della discussione è quello... ora al lettore di questo thread scegliere quale delle due storie di fantasia è più assurda, la mia o la vostra? che pena...

Comitato Salute VCO su mobilitazione per il Castelli - 23 Aprile 2021 - 10:42

ospedalini
scusa Robi, però la tua battaglia personale contro questo comitato, formato da cittadini bene informati, è un po pretestuoso. queste sono persone giustamente preoccupate dal fatto che la sanità funziona male nel VCO, e che il piano regionale prevede delle modiche che la farebbero funzionare pure peggio. Ti sfugge poi la malefica conclusione del loro intervento, che fa riferimento ad una certa situazione che si è venuta a creare da un anno a questa parte, e che non promette nulla di buono per il successo del piano stesso, io stesso ho sentito (con le mie orecchie, ad una mia domanda diretta durante un incontro su altri temi a Reg Lombardia) un membro politico di un CDA di un'importante struttura privata lombarda la notizia del totale disimpegno della stessa da una passata promessa di investimento su Verbania... la pandemia ha cambiato molte cose... Ma non voglio parlare di cose che non hanno fondamento che non sia un bla bla, e nemmeno del piano di IRES, che non ho visto dato che nessuno lo rende pubblico. Sta di fatto che se le anticipazioni lette sui giornali sono vere un infartuato o una persona con ictus di Verbania (non oso pensare una di Cannobio) verrebbe portato al protosoccorsino di Verbania, dove dopo analisi basilari verrebbe trasferito al nuovo ospedale di Domo dove avrebbe un minimo minimo di assistenza in più, ma se la cosa si rivelasse grave sarebbe spostato a Novara... una cosa assurda secondo tutti i protocolli sanitari su come si fa la rete ospedaliera. Avrebbe molto più senso, se si vuole rendere il Castelli una clinica, allora legare il Verbano all'ASL novarese e usare come step intermedio Borgomanero (non è una questione politica, vuol solo dire salvare vite umane...). Il COQ funziona bene come clinica ortopedica, non certo per le emergenze. E la rete della medicina di emergenza va strutturata senza considerare il COQ. Questo perchè già oggi mancano le professionalità, perchè ospedali piccoli hanno difficltà a reclutare medici bravi. E non è che il nuovo ospedale di Domo scapperà da questa regola, un medico giovane e bravo tra Borgomanero e un ospedale nel VCO sceglierà sempre il primo perchè come clinica universitaria gli offrirà sempre più possibilità di far carriera e ricerca. Per noi cittadini del VCO la politicizzazione di queste scelte è un dramma, e purtroppo (personalmente) non vedo vie d'uscita.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti